Il fascino dell’antiscienza (Dr Mozzi, Stamina…)

Scrivere un blog è davvero istruttivo. Si impara sempre qualcosa di nuovo.

Parlando di fisica quantistica o della trasformata di Fourier si scopre un mare di gente interessata all’argomento (30mila visite!), alcuni miei testi sono stati usati da professori di scuole superiori e pubblicati in giornali che trattano di matematica.

Scrivendo di ateismo ho avuto un riscontro pazzesco e inaspettato (oltre 1000 commenti, molti dei quali davvero interessanti).

Scrivendo di omeopatia sono pure finito sul British Medical Journal, oltre a rischiare la denuncia… (ma adesso leggere il mio nome sulla pagina wikipedia di Boiron non ha prezzo).

Purtroppo non sono sempre rose e fiori.

Due mesi fa ho scritto un post contro la “dieta del gruppo sanguigno” di un tale “dottor Mozzi”, un personaggio molto particolare che va’ alla grande sulle TV regionali del nord Italia… quest’uomo qui:

Il dottore in tutta la sua innegabile sapienza

Il dottore in tutta la sua innegabile sapienza

Le balle che quest’uomo dice quotidianamente sono talmente evidenti che il 90% delle persone cambia canale o lo guarda divertito… il problema sono quel 10%. Il 10% di TANTE persone sono comunque un sacco di gente (ho più di 1000 visitatori al giorno per quell’articolo) e gran parte di queste si sono riversate sul mio blog tempestandolo di commenti super positivi a favore di questo genio della medicina (update: mi dicono che nei forum e pagine facebook pro-Mozzi ci sia una chiamata alle armi contro questo blog… spiegato l’arcano!)

L’articolo in questione è questo: “Le balle della dieta del Dottor Mozzi“.

(Amici medici mi prendono in giro per come riesca a perdere tempo con queste sciocchezze, ma queste sciocchezze sono evidentemente seguite da moltissime persone, vale quindi la pena cercare di spiegare meglio le proprie ragioni)

Visto che è impossibile rispondere uno ad uno ai commenti (faccio fatica a leggerli ed approvarli, figuriamoci rispondere), faccio una risposta comulativa qua. Vorrei chiarire subito che io non ce l’ho con queste persone (a parte i toni un po’ troppo accesi di alcuni commenti), spesso è gente che ha avuto un brutto rapporto con la medicina ufficiale, che sicuramente non è perfetta. Anzi vi dirò di più, sono convinto che la medicina moderna spesso spersonalizzi troppo la cura, che invece dovrebbe adattarsi di più alla persona e tener conto anche dei bisogni “psicologici” prima che quelli del corpo.

1) Mi dite che non posso parlare perchè non sono medico.

Verissimo, non sono un medico, infatti non mi sognerei mai di dirvi cosa mangiare e come mangiare, non scriverei mai una nuova teoria su come curare le persone malate di qualche grave malattia… quello che io faccio è riportare gli evidenti motivi per cui la teoria alla base della dieta del gruppo sanguigno non hanno alcuna base scientifica, per quello non serve essere luminari.
Bisogna saper dove cercare e cosa cercare, c’è tantissima documentazione online, è necessario distinguere idee personali e leggende metropolitane da articoli scientifici seri e documentati.

Se poi vogliamo essere proprio pignoli, Mozzi è un medico “semplice”, senza specializzazione, potrebbe fare giusto il medico di base… i dietologi seri sono persone specializzate in “Scienze dell’Alimentazione” e devono studiare 4 anni in più.

2) Mi dite che non posso parlare prima di aver provato la dieta in prima persona

Per dire che Wanna Marchi è una truffatrice devo prima comprare i suoi amuleti?
Per affermare che la fine del mondo del 2012 era una cazzata dovevo aspettare dicembre 2012?

Non è necessario “provare in prima persona” per analizzare le basi di una teoria scientifica… tra l’altro io sto benissimo usando latticini e mangiando pasta a volontà, non vedo perchè dovrei mettermi a dieta e perdermi questi piaceri solo perchè lo dice un tizio in TV!

3) Alla mia domanda di “portare prove” rispondete “portane prima tu”

Prima di tutto l’onere della prova è di chi propone teorie “rivoluzionarie”, insiema alle quali si dovrebbero portare subito “prove schiacciante” validate e verificabili… ovviamente non è questo il caso.

Comunque visto il clamore suscitato da questi libri (i primi sono americani, Mozzi ha copiato e dovrebbe pagare un bel po’ di diritti di copyright a Peter D’Adamo e soci) ci sono stati svariati studi sull’argomento, con risultati evidenti:

Test su 1400 persone in Canada “findings do not support the ‘Blood-Type’ diet hypothesis”, pubblicato su PLOS One:
http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0084749

Meta-ricerca tra tutte le principali ricerche sull’argomento della dieta del gruppo sanguigno:  “No evidence currently exists to validate the purported health benefits of blood type diets”
http://ajcn.nutrition.org/content/early/2013/05/22/ajcn.113.058693.abstract

Al contrario, la nostra Dieta Mediterranea ha decine di studi a proprio favore, vi cito questo articolo genericoquesto sui buoni risultati contro il diabete, questo sulla durata della vita e e questo sulla riduzione degli infarti.

Non male eh? E non credo che le case farmaceutiche mi paghino per sponsorizzare frutta, verdura, olio e formaggi…

4) Mi dite che da quando siete passati alla dieta di Mozzi state benissimo, prima era un disastro

“Noi siamo quello che mangiamo” non è un detto popolare, è la pura verità. Mangiare in modo sano e regolare è fondamentale e un’alimentazione sregolata può davvero causare grossi e inaspettati problemi al nostro corpo.

Quindi è assolutamente possibile che cambiando la propria dieta si possa stare decisamente meglio (o peggio). Le varie diete di Mozzi, variabili in base al gruppo sanguigno, sono tutte povere di latticini e glutine, due alimenti difficili da digerire e spesso causa di allergie e intolleranze. Inoltre Mozzi spinge molto sui legumi e sulla verdura, uniti ad attività fisica.

Ovvio quindi che molte persone possano stare meglio entrando in un regime così controllato magari abbandonando una dieta base di pane, mortadella e peperone grigliato 🙂

Il punto però non è questo. Se Mozzi si limitasse a dare consigli su come stare meglio, non se lo filerebbe nessuno (sarebbe onesto, ma non farebbe audience!)

Il vero problema con Mozzi, e con lui altri che hanno suscito anche maggior clamore (Vanoni con Stamina, la cura Di Bella, Giuliani che “sente” i terremoti), mischiano nelle loro teorie alcune verità (il glutine causa intolleranze, il latte è duro da digerire, le staminali hanno potenziale potere curativo, etcetc) a tante pericolose BALLE e ad un generale rancore verso la scienza “crudele” che blocca le cure o gli studi perchè non vuole ammettere i propri errori.

Così facendo questi pseudo-scienziati (raramente hanno veramente studiato per fare i ricercatori) creano attorno a sè un alone di speranza e di fedeli che provano miglioramenti nella propria condizione, a volte disperata (magari anche solo grazie all’effetto placebo, fattore importantissimo in tante malattie).

Generalmente queste teorie sono più che altro dei bei racconti, ad esempio Mozzi parla dei gruppi sanguigni dicendo che il gruppo 0 è il più antico e quindi collegato al nostro essere “cacciatori” (e quindi si possono mangiare carne ma non fagioli, patate e caffè), mentre il gruppo A è legato al nostro essere “agricoltori” (sì alla soia e alle verdure, da evitare carne, alcol…), il gruppo B è classico delle “tribù nomadi” (tollerano i latticini ma devono stare lontano da pomodori e pollo), il gruppo AB è quello “moderno” (Mozzi per questo gruppo sceglie gli alimenti pro e contro a casaccio, tipo NO alle arance e SI all’ananas).

Bella storia, peccato che sia una totale invenzione… sono più realistici gli oroscopi! Infatti non c’è nessuna prova che le diverse tipologie di gruppo sanguigno siano comparse in quei momenti storici, anzi ci sono studi che hanno rivelato la presenza di gruppi sanguigni A e B anche negli oranghi e nei gibboni. Il naturopata Peter D’Adamo si è inventato questa leggenda basandosi sul nulla e molti altri (tra cui Mozzi) l’hanno presa per vera e rilanciata in tutto il mondo.

Oltre al bel racconto Mozzi fornisce precisissime tabelle su cosa si deve mangiare e cosa no, arrivando ad un livello di dettaglio assolutamente ridicolo, ad esempio prendiamo l’esame del pesce legato al gruppo sanguigno A:

  • Alimenti benefici:carpa, cernia, coregone, lumache di terra, merluzzo, persico, salmone (non affumicato), sardine, sgombro, trota iridea
  • Alimenti neutri:luccio, palombo, pesce spada, ricciola, storione, tonno, trota salmonata
  • Alimenti nocivi: acciuga, anguilla, aragosta, aringa, branzino, caviale, cozze, gamberi, granchi, nasello, orata, ostriche, pesce gatto, polipo, salmone affumicato, sogliola, vongole, molluschi

Quindi il salmone fresco farebbe benissimo ma quello affumicato malissimo, il persico sarebbe ottimo ma il branzino pessimo? In base a cosa, scusa? La risposta non c’è, ovviamente è tutto dovuto “alla trentennale esperienza del dottor Mozzi che ha sperimentato su se stesso questo tipo di dieta, riscontrando molti aspetti positivi“.

Uh, caspita, altamente scientifico, complimenti!

5) Mi dite che il latte fa malissimo, non contiene calcio, fa venire il tumore, è tutto risaputo ma le case farmaceutiche pagano per mettere tutto a tacere

Non sarebbe il caso nemmeno di rispondere a certi personaggi che mi scrivono che il latte non contiene calcio (basta analizzarlo per avere una controprova, lo facevano anche 100 anni fa). Che il latte contenga il calcio è cosa buona, ma nessuno consiglia di berne ettolitri al giorno (quest’idea che ci siano degli alimenti miracolosi o iper-dannosi è ridicola).

Mozzi però sostiene pubblicamente (come ho mostrato nei video del post precedente) che il latte fa venire TUMORI, NECROSI, MORBO DI ALZHEIMER e la CATARATTA, evitare i latticini per lui è una panacea a tutti i mali.

Quest’idea lo differenzia dal libro di Peter D’Adamo (da cui ha rubato praticamente tutto il resto), ed è un’affermazione talmente grave che, non supportata da nessuna prova, meriterebbe la denuncia.

I latticini sono difficili da digerire, è risaputo. L’uomo ha iniziato a digerire il latte solo a partire da 7000 anni fa, con una mutazione genetica che ora ci consente di sintetizzare l’enzima lattasi anche in età adulta. In popolazioni come la nostra il latte è, in assenza di intolleranze, un alimento utile per tutte le età grazie alle alte percentuali di calcio, proteine e vitamine.

In certe zone del mondo però oltre l’80% della popolazione non beve latte perchè per loro rimane “geneticamente” indigeribile (in Cina ad esempio). Anche da noi molti hanno grossi problemi, soprattutto in età adulta, difatti esistono vari tipi di latte in commercio, per tutti gli stomaci.

Stessa cosa vale per il glutine, sostanza contenuta nella farina, un altro alimento che Mozzi considera devastante per il nostro corpo. Il glutine, si sa, è fortemente dannoso per i celiachi, nei quali durante la digestione di questa sostanza si sviluppano anticorpi che causano infiammazioni e alterazioni patologiche. Anche nelle persone non celiache però il glutine è una delle proteine meno digeribili per l’intestino.

Quindi è gioco facile per Mozzi dire di cancellare tutti i cibi con glutine e lattosio, sparando nel mucchio sicuramente una buona percentuale di persone parzialmente intolleranti che avranno subito dei benefici lasciando questo tipo di alimenti.

Peccato però che Mozzi non dica la verità, cioè che questi cibi sono difficili da digerire, ma condisce il tutto con delle gigantesche accuse a tutta la medicina, ai produttori di latticini, alla scienza, accusandoli di nascondere gli effetti tumorali (??) dei latticini per motivi economici.

Queste sue ridicole accuse, insieme con lo sbagliatissimo approccio di cancellare intere categorie di alimenti dalla dieta delle persone senza alcun reale controllo e regolamentazione rendono quest’uomo PERICOLOSO e rendono CONNIVENTE chi lo trasmette in TV o distribuisce i suoi libri.

Speriamo non succeda mai, ma se alcune persone dovessero cadere in problemi gravi a causa delle sue diete anti-scientifiche (già alcuni commenti nel precedente post parlavano di rischio-anoressia), qualcuno dovrà risponderne.

Io, nel mio piccolo, vi ho avvertito.

IN CONCLUSIONE

Fate come vi pare, se volete mangiare un sottoinsieme di quello che potremmo mangiare come esseri onnivori, fatelo pure, non sarò certo io a fermarvi, anzi…

Il mio consiglio però è di ANDARE DA UN DIETOLOGO SERIO, che ha studiato e sa come consigliarvi una dieta che, se proprio non volete il latte e il glutine, vi dia comunque le stesse sostanze nutritive tramite altri alimenti.

Se vi ammalate di qualche malattia non banale, ANDATE DA UN MEDICO SERIO, la medicina moderna ha permesso a gran parte della popolazione di superare gli 80 anni di vita, un miracolo raggiunto in 2 secoli (37 anni nel 1800, 48 anni nel 1900), dovremmo riconoscere questo incredibile successo ed esserne fieri!

Vi faccio notare solo 2 cose:

– La Risonanza Magnetica è un miracolo quasi fantascientifico!

Detta in modo molto semplificato: tramite magneti potentissimi, sfruttando le nostre conoscenze di fisica quantistica, si fanno orientare tutti gli atomi del nostro corpo nella direzione del campo magnetico (migliaia di volte più intenso di quello della Terra), assorbendo energia. Quando si smette di immettere energia i protoni si “rilassano” emettendo energia. Questa energia captata ed interpretata dal computer permette di creare l’immagine e sullo schermo del medico si possono vedere tutti i tessuti, in sezione o in tre dimensioni.

– I trapianti di organi stampati in 3D

Qui siamo alla vera fantascienza, ma tra pochi anni li avremo!
Siamo già alla fare avanzata di sperimentazione tra pochi anni si passerà dal trapianto di organi umani da paziente a paziente (cosa già eccezionale), a quelli da stampante a paziente! Infatti forse non sapete che esistono delle stampanti speciali che, dati i giusti “ingredienti” al posto dell’inchiostro e le giuste istruzioni tramite computer riescono a stampare in 3 dimensioni più o meno qualsiasi cosa. Per ora si è già stampato con successo un esoscheletro per la bimba Emma Lavelle, nata con malformazioni gravissime. (altre info qui).

Insomma, viva la scienza!

  • Pingback: Le balle della dieta del “Dottor Mozzi” :B-log(0)()

  • Sissi

    Quest’uomo è PERICOLOSO?!?!??!?!
    Ahahahhahaha!
    Credo che questa parola sia un po’ troppo…
    Pericolose sono ben altre cose.. non una persona che dà consigli alimentari per cercare di far star bene le persone!
    Che questi consigli posso essere condivisibili o meno.. ok, va bene, ma lui non obbliga proprio nessuno a seguire i suoi metodi o altri!
    Ognuno è libero di fare le proprie scelte, di usare la propria testa, di scegliere ciò che vuole seguire, ciò in cui credere e come curarsi!

    Comunque.. dice ciò che dice da circa 10 anni.. e nessuno l’ha mai denunciato!

    Credo che tu possa scrivere tutti i post che vuoi, ma le persone che provano, seguono e credono in questa via per prevenire e curarsi.. non le convincerai MAI che sia tutta truffa, una cavolata o quello che pensi tu che sia!
    Perchè hanno PROVATO (e con questa non non si muore di fame e non si diventa anoressici.. è solo vedere, sperimentare se una cosa diversa funziona! E se vedi gli effetti su te stesso.. fidati che non la molli più!), stanno bene e risolvono i propri problemi, piccoli o grandi che siano!

    Riguardo il rapporto latticini-tumori ti dico questa cosa che a me ha segnato…
    All’Istituto dei Tumori di Milano e all’IEO di Veronesi (centri autorevoli di medicina).. quando una donna si reca da loro con un tumore all’utero, o alle ovaie o al seno le viene detto, per evitare una recidiva di questi tumori, di togliere il latte e i latticini dall’alimentazione!
    Perchè secondo te???
    Se questi alimenti vengono tolti per evitare una recidiva.. NE SONO LA CAUSA!

    • Non ti dò torto, come dici tu sconsigliano il latte per le donne con un
      tumore, a causa degli ormoni contenuti nel latte in combinazione con gli
      oncosoppressori che risultano mutati nel carcinoma della mammella. E’
      un motivo precauzionale, visto che non ci sono prove certe, ma penso che
      saremo tutti d’accordo che sia molto diverso dire “meglio non bere
      latte se sei donna e hai avuto un tumore” di Veronesi rispetto a “il
      latte fa venire i tumori a tutti” di Mozzi!!!

      Sai però che la fondazione Veronesi dice molte cose, non solo quello che vuoi farci notare tu… Più precisamente sai cosa dicono?
      Questo: https://www.fondazioneveronesi.it/articoli/alimentazione/la-dieta-del-gruppo-sanguigno-e-un-falso-scientifico
      “La dieta del gruppo sanguigno è un falso scientifico”
      Leggilo, è istruttivo 🙂

      • Massimo

        Veronesi chi? Quello che pubblicizzava il nucleare come energia pulita e sicura e due settimane dopo é scoppiata Fukushima? Scusa ma se citi fonti del genere chi vuoi che ti creda? Poi l’ultima di Veronesi della pizza anti tumorale é proprio da premio Oscar. Quell’uomo andrebbe messo all’ergastolo per la disinformazione che da alla gente! Altro che fonte attendibile.

        • Guarda Massimo che è stata la tua “amica” Sissi a citare la fondazione Veronesi, non certo io…

          Comunque è incredibile che tu ti permetta di dare del disinformatore a Veronesi mentre credi a Mozzi… dovrei un attimo rivedere i tuoi punti di riferimento… ad esempio prova ad usare la tua testa ed informarti, vedresti come Veronesi quando parla lo fa dando fondamento alle sue tesi (non voglio dire che abbia sempre ragione, ma almeno ragiona in modo razionale), mentre altri danno semplicemente fiato alla bocca…

          • Aristarco

            Samuele,
            Comincio a convincermi che esiste certa gente a cui piace davvero tanto credere alle favolette.
            E se a certa gente piace così, non saranno discorsi logici e razionali a farli cambiare opinione.
            Ciao
            Aristarco

          • Sì infatti direi di lasciarli perdere, un paio di risposte è giusto darle più che altro per chi verrà a leggere in seguito ed è più aperto al dialogo, ma a un certo punto…

    • Aristarco

      Cara Sissi,
      Quell’uomo è pericoloso perché è un altro alfiere dell’analfabetismo scientifico, di cui non sentiamo proprio la mancanza.
      È pericoloso come Vannoni, come Di Bella, come Hamer, come Simoncini, come Bonifacio, ma anche come i medici omeopati (o medici che curano con l’acqua fresca), come i medici agopuntori (o medici che curano con gli spilli), come i medici fioristi o fiorai (o medici che curano con i fiori di Bach), ecc. ecc.
      L’analfabetismo scientifico è una palla al piede per l’Italia, che contribuisce – oltre ad altre mille concause – a farci retrocedere nella classifica mondiale degli Stati.
      E – ad esempio – l’idea di “quell’insistere sull’aver provato sulla propria pelle” è una quintessenza di analfabetismo scientifico.
      La Storia della Medicina (ma bisogna studiarla… e studiare è faticoso… molto meglio un video su YouTube!) ci insegna quanto sia fuorviante la propria esperienza, se la si vuole esportare come dato di realtà, oltre a quello che significa per il nostro vissuto.
      Ciao a tutti
      Aristarco

  • Camillo

    Tutti i commenti favorevoli a Mozzi sono dello stesso tenore. Dicono: non mi importa degli studi scientifici, ho provato la dieta su di me e funziona. Potrebbe essere plausibile se il dottore si limitasse a proporre un regime alimentare potenzialmente utile per curare alcune malattie o disturbi. Ma non è così: guardatevi i video postati su youtube; il signor Mozzi propina diete e teorie campate in aria in grado di curare ogni male. Tutti, dalla leucemia alla flatulenza. Screditando, nel contempo, i medici e la medicina “ufficiali” accusandoli di ogni nefandezza ai danni dei malati. Per questo, dico, se l’ordine dei Medici fosse serio dovrebbe espellerlo seduta stante.

  • Noss

    Sissi, non è una questione di opinione. Le prove sono chiare e Mozzi dice scemenze, punto. Puoi accettarlo o vivere nel mondo delle fate, ma la realtà non si cambia.

    • Sissi

      Io allora vivrò nel mondo delle fate.. più che soddisfatta e contenta di questa mia scelta!

      Però poi, quando qualcuno disperato, perchè malato e la vostra cara amata medicina “ufficiale” non riesce a curare quella malattia.. si rintanerà come ultima spiaggia a provare questo diverso tipo di “cura” e ne riuscirà a venire fuori, voglio proprio vedere! Allora lì si, se sarà un vostro familiare o una persona a voi cara, griderete al mondo che poi forse non erano proprio solo tutte cavolate non ammesse dalla vostra cara scienza… E vi farete anche tante domande sul perchè la scienza istituzionale non studi veramente questo modo!

      Secondo me c’è una grande chiusura mentale…
      Solo quello che dicono persone, per così dire, “autorevoli” è oro colato.. mentre quello che dicono gli altri sono tutte bugie, cavolate…
      Io ragiono con la mia di testa!
      Non dò tutto per scontato che sia giusto o sbagliato, vero o falso, bianco o nero!

      Voi fate quello che volete.. alla fine, non sono problemi miei!

      • Sissi, in realtà la scienza ha fatto varie ricerche per verificare se ci fossero effettivamente dei vantaggi nel seguire la dieta del gruppo sanguigno e… non ci sono stati!

        Evidentemente i benefici effetti che vedete non dipendono dal tipo di sangue ma dalla migliore alimentazione rispetto a quella a cui eravate abituati prima!
        Come ho scritto nell’articolo, lattosio e glutine sono difficilmente assimilabili, rimuoverli può sicuramente avere senso per qualcuno (ma non per tutti e sicuramente NON in base al gruppo sanguigno!)

  • Angel

    Bello il contrasto tra chi si fa passare per esperto e alla fine spara panzane miste a cose vere e risapute, e chi con vero lavoro, tecnologia e scienza ha permesso alla piccola Emma di usare le braccine e di toccarsi il volto per la prima volta nella vita.

    • Nel silenzio più totale ogni anno la scienza fa passi da gigante ma nel frattempo la gente torna a fidarsi del primo che passa in TV, questo distacco tra popolo e ricerca è preoccupante.

      Potrebbe essere un riflesso automatico, una fuga da qualcosa che ci sta cambiando la vita ma non comprendiamo quasi per niente, quindi ci si rifugia nella semplicità di una dieta o di un oroscopo…

      • Angel

        A tal proposito, mi ha colpito molto la vicenda di stamina e la lotta fatta dai genitori e dalle Iene. Poi quando si e’ scoperto che la cura non conteneva nemmeno il principio attivo ci sono stati 1/2 giorni di clamore e poi tutto e’ passato sotto silenzio. Poco tempo fa, riguardando le Iene c’era il caso di un signore che era guarito dal cancro e si associava tale guarigione al cambio di alimentazione che prevedeva la forte limitazione della carne rossa (e soprattutto di suino). Potrebbe esserci un nesso come potrebbe non esserci o non essere la sola causa di guarigione, ma il solo fatto che le Iene trasmettano questa notizia fara’ sicuramente pensare a tantissimi che sia vero, punto e basta.

  • ogeid3

    E’ una lotta contro i mulini a vento, tutto quello che ha un’apparenza di naturale ed antico diventa credibile in barba a qualsiasi logica. Il caro Dott. Mozzi, con il barbone da profeta, ricorda il vecchio saggio da camino, pronto ad elargire buoni consigli a tutti, poco importa se sono delle epiche str.. fesserie. Paure, timori esagerati ed irrazionali sono amplificate da un mezzo come internet, non che prima mancassero, erano solo più lente e meno invasive (la catena di S. Antonio che arrivava per posta).

  • Camillo

    I profeti e i maghi con o senza barba fluente, nel frattempo, guadagnano molti soldi sfruttando ignoranza e disperazione. Non mi pare giusto

  • Massimo

    Vedo che continui imperterrito nella tua lotta per screditare quello che, secondo te, è solo un millantatore senza alcuna credenziale.
    Mi fa ridere, che tu, come tutti gli altri che lo criticate, non abbiate neanche la più piccola prova pratica che il dottor Mozzi dica delle stupidagini. Continuate ad aggrapparvi agli studi scientifici, come se questi fossero l’unico e vero ricettacolo di ogni verità. La realtà è assai diversa caro mio, visto che la medicina ufficiale ancora brancola nel buio per la maggior parte delle patologie autoimmuni, e per la maggior parte dei tumori, che continua a trattare con metodi barbari e antiquati come la chemioterapia. Dall’altro lato abbiamo gente che continua a testimoniare le sue verità, ovvero l’aver semplicemente provato a cambiare dieta, con risultati incredibili. E’ la verità? Nessuno può dirlo finché non prova su se stesso e non si tratta di provare nuovi farmaci, o mangiare cose strane ed esotiche. Si tratta semplicemente di modificare la propria alimentazione e capire se può essere o meno la causa dei nostri mali. E’ così difficile da attuare? E’ davvero così pericoloso non bere più latte per 1-2 settimane? Eppure secoli addietro i nostri antenati hanno vissuto discretamente anche senza latte e formaggi! Io un tentativo l’ho fatto e ne sono rimasto più che soddisfatto, visto che sono sparite di colpo mal di testa, lacrimazione e rossore degli occhi, prostatite, pancia gonfia e stanchezza cronica. Tutte cose che la medicina ufficiale non era riuscita a risolvere.

    Saluti,
    Massimo

    • “non abbiate neanche la più piccola prova pratica” dici, come se le ricerche scientifiche che ho linkato non siano delle prove pratiche… evidentemente non le hai nemmeno aperte, perchè altrimenti avresti visto che sono stati fatti dei test su migliaia di persone con diversi gruppi sanguigni, seguendo la dieta prescritta (non di Mozzi, quella di D’Adamo, che è la stessa cosa), risultati: ZERO.

      Inoltre vedo che non leggi quello che scrivo.
      I latticini provovano intolleranze (lievi) a gran parte della popolazione mondiale, un po’ meno dai noi ma il lattosio è comunque difficile da digerire.
      Ho letto proprio ieri un articolo in cui si diceva che il 60% delle persone di un test sono risultate lievemente intolleranti ai latticini, ma solo il 15% ne era consapevole.
      Chiaro che togliendo il latte dalle diete di quel 45% di persone non possa che dare benefici!

      Ma cosa c’entra questo aspetto con le balle di Mozzi sui tumori, sulla necrosi, sul morbo di alzheimer legati ai latticini? NULLA.

      Provare a cambiare dieta è una buona idea, per chi non sta bene. Eliminare cibi a casaccio in base al gruppo sanguigno invece non è una buona idea, visto che non ha alcun senso.

      • Massimo

        le prove “pratiche” per quanto mi riguarda non é la medicina ufficiale. Quello che pensa la medicina ufficiale di questa dieta lo so già, ma quello che penso io della medicina ufficiale é che é un gigantesco business dove le lobby farmaceutiche guadagnano solo quando noi stiamo male. Questo ne tu, ne nessun’altro dottore o erudita scienziato potrete togliermelo dalla testa. Ogni giorno ne ho una nuova conferma e ironia della sorte vuole che anche oggi le Iene abbiano fatto un nuovo servizio sull’Aloe, cura anti tumorale conosciuta da anni, ma che la medicina ufficiale continua a screditare. Le testimonianze ci sono e ce ne sono tante. Tutti truffatori? Truffatori poi di cosa? Che ci guadagna questa gente a dire il falso? Di sicuro a dire il falso ci guadagnano lobby farmaceutiche, medici e tutto il baraccone che campa sulle spalle dei malati. Quante aziende farmaceutiche sparirebbero se di colpo uscisse fuori una cura contro il cancro? Ci hai mai pensato a questo? Ognuno é libero di credere a ciò che vuole, quindi tu credi pure alla tua tanto amata medicina ufficiale.
        io personalmente preferisco farmi curare da gente che ci tiene veramente alla salute delle persone e non soltanto al loro portafoglio.

        • IcarusDream

          Dici “Quante aziende farmaceutiche sparirebbero se di colpo uscisse fuori una cura contro il cancro?”.
          Sei folle?
          Rilancerebbero sul mercato la cura appena scoperta e ci guadagnerebbero palate di soldi. I vaccini per l’epatite A e B sono stati scoperti decenni fa.
          Qualche casa farmaceutica ha chiuso? Big Pharma è implosa? Non mi pare. Ora i vaccini sono prodotti proprio da loro, che continuano a intascare soldi.

    • Carmelo Panarisi

      Quoto pienamente.

  • ogeid3

    Qui la logica fa acqua da tutte le parti. Se l’Aloe fosse un antitumorale non pensi che le perfide lobby farmaceutiche lo avrebbero già accaparrato? Hai solo una pallida idea dei soldi che ci farebbero? E poi dove sono tutte queste guarigioni? I miracolati non hanno parenti, figli, mogli, mariti? Oppure tutti messi a tacere. Se una boiata come Stamina ha avuto un battage pubblicitario enorme, figuriamoci una pianta che cura i tumori (quali? Ce ne sono un mucchio tutti diversi tra loro). Se mi permetti una banale e grossolana semplificazione: GOMBLODDO!!1!!!

    • Massimo

      di testimonianze ce ne sono quante ne vuoi, basta andarle a cercare. Fare i soldi con l’aloe? Da qui si vede quanto sei esperto. E’ una pianta praticamente infestante, semplicissima da riprodurre e da coltivare, le multinazionali non hanno alcuna possibilitá di metterci le mani sopra. La natura non é brevettabile caro mio, chi vuole può usufruirne senza chiedere il permesso a nessuno.
      Credi quello che ti pare, oramai le informazioni sono a portata di tutti, non devo certe stare qui a convincere un idiota come te. Buonagiornata

  • ogeid3

    Ti rispondo qui visto che il tuo commento è in moderazione.
    1) Gli insulti li lascio perdere, ti qualifichi benissimo da solo, non c’è bisogno del mio aiuto.
    2) Cosa pensi che i tumori si curino con gli impacchi di Aloe? L’aspirina, (l’acido salicilico) è estratta dalla corteccia di un salice, non per questo la gente ciuccia le cortecce per farsi passare il mal di testa, nè tantomeno nessuno si è mai opposto alla Bayer quando brevettò il principio attivo, altro che natura. Ancora, il chinino è estratto dal legno di un albero, quindi ti ripeto se l’Aloe fosse un REALE antitumorale non pensi che le perfide lobby farmaceutiche lo avrebbero già sfruttato?
    3) Torna alle pecore, il tuo gregge si disperde

    • Massimo

      la tua risposta sarcastica avrebbe meritato solo l’insulto, é giá tanto se ti ho risposto argomentando, cos che tu non fai, visto che parli di “impacchi” a base di aloe. Si capisce chiaramente che non sai neanche di che cosa sto parlando. Con questo chiudo.
      Il gregge di pecoroni siete voi che credete ancora alle idiozie della medicina, politica e media ufficiali… tanto peggio x voi. Tanti saluti

  • Ecco bravo, torna a cercare risposte su yahoo answer, là trovi scritte cose che i media ufficiali non passeranno mai, quindi sono sicuramente vere!!1!1!

  • Gabriele

    Sintesi: Mozzi guarisce tutti gratuitamente, ma la medicina ufficiale non lo considera perché complice delle perfide multinazionali del farmaco che vogliono farci ammalare e così guadagnare trilioni di dollari. Poi ci sono le scie chimiche spruzzate dagli aerei e i microchip impiantati sotto alla nostra ignara pelle.
    E per fortuna che ci sono le Iene in tv a spiegarci come gira il mondo.
    Viva l’Aloe, viva Mozzi!

  • Viidix

    Vedo che in alcuni commenti si raggiungono livelli di ignoranza veramente abissali quindi forse è il caso di tornare ai fondamentali:

    Prima di tutto la scienza: da come ne parlano alcuni sembra che una ricerca scientifica sia semplicemente l’opinione degli scienziati su un determinato argomento, non è così, nella scienza le opinioni contano sega, la fama, l’essere un luminare, ecc. contano sega, per stabilire la verità di un’affermazione la scienza si basa su un unico principio: LA NATURA E’ L’UNICO GIUDICE DELLA VERITA’.

    Come disse Feynman: “non c’è un’autorità che decida quale idea sia buona e quale no: non abbiamo più bisogno di verità rivelate. Possiamo consultare il luminare di turno e chiedergli di illustrarci il suo punto di vista, e poi fare gli esperimenti del caso e scoprire se quel che dice è vero oppure no. Se non è vero, peggio per lui: è così che le ‘autorità’ perdono un po’ della loro ‘autorità’ “.

    Quindi quando voi dite “dovete provare prima di giudicare” e vi dicono c’è stata una ricerca scientifica in proposito vi stanno dicendo: ABBIAMO PROVATO e provando abbiamo scoperto… (conclusioni della ricerca in questione)

    Penso sia bene ricordare a tutte le persone che disprezzano la scienza che essa è nata proprio quando si sono rifiutati gli ipese dixit e si è iniziato a fare proprio quello che loro suggeriscono cioè provare tutto, ma si è anche scelto di e accettare come verità solo ciò che supera la prova dei fatti

    Una verità è scientifica non quando la dice uno scienziato ma quando supera la prova dei fatti LA NATURA E’ L’UNICO GIUDICE DELLA VERITA’.

    Infine una piccola nota per queste persone: Le risposte seccate che molto spesso ottenete sono dovute al fatto che dopo aver provato una palese caz**ta 1, 2, 3, 10 volte uno comincia anche a seccarsi; quando un’affermazione è falsa e abbiamo verificato decine di volte che è falsa continuare a provarla come chiedono certi elementi non la farà diventare più vera.

    Per concludere consiglio a tutti quelli che si riempiono la bocca di parole come “scienza ufficiale” o “medicina ufficiale” di leggere “Il senso delle cose” di Richard Feynman così forse capirete cos’è veramente la scienza e che “scienza ufficiale” è un ossimoro

  • Carmelo Panarisi

    Anche questo intervento lo quoto. Quello su cui non sono pienamente d’accordo é l’assioma “case farmaceutiche = profittatori”. Ricordiamoci che molti farmaci sono veri e propri “salvavita”. Diciamo anche che spesso salvano una vita che é stata distrutta da altri farmaci e stili di vita errati.

    • Aristarco

      Infatti, quando non esistevano i farmaci moderni, Frutti dell’Albero della Scienza, e altri innumerevoli comforts, anch’essi Frutti portentosi dell’Albero della Scienza, la vita media era la metà di quella attuale.
      Ciao
      P.S. Quello che non comprende tanta gente, affetta da profondissimo analfabetismo scientifico, è che esiste un unico Albero della Scienza.
      Mentre, ad esempio, vi sono innumerevoli Alberi delle Religioni (l’Albero del Cattolicesimo, l’Albero dell’Ebraismo, l’Albero dell’Islamismo, l’Albero dei Testimoni di Geova, ecc. ecc.), vi è un solo Albero della Scienza.
      La Scienza è una forma mentis o, se vogliamo essere parlare in modo più moderno, è un software. Un software che si inserisce nell’hardware, rappresentato da quel molliccio e gelatinoso computer di cui Madre Natura ci ha equipaggiato.
      Tra un astronomo e un microbiologo ci sono delle differenze.
      Gli oggetti di indagine sono diversi: per uno sono pianeti, stelle e galassie, mentre per l’altro sono batteri, miceti, virus.
      Gli strumenti di indagine sono diversi: uno adopera telescopi e l’altro adopera microscopi.
      Ma la forma mentis (o software) dell’astronomo è assolutamente identica a quello del microbiologo.
      Quella particolare forma mentis, quel particolare software che è presente nel cervello di astronomi, microbiologi, ma anche di tutti gli altri scienziati si chiama SCIENZA.
      SCIENZA è un mezzo, un arnese, un aggeggio, un utensile, uno strumento, un “grimaldello”, un “apriscatole”… solo che, a differenza degli utensili in genere, la Scienza è “immateriale”.
      Orbene questa particolare forma mentis, questo particolare software è anche presente nel cervello dei ricercatori clinici, così come è presente negli ingegneri aerospaziali, che costruiscono astronavi che viaggiano fino a Marte e più in là.
      Software uguali, mezzi diversi e soprattutto oggetti di indagine diversi.
      I fatti ci dicono che è più facile far arrivare una sonda su Marte che comprendere le basi di molte malattie.
      Però non significa che gli ingegneri aerospaziali siano più in gamba dei ricercatori clinici.
      Significa solo che i diversi ambiti hanno diversi livelli di complessità.
      E poi ci sarebbe tantissimo ancora da dire….

      • Aristarco hai mai pensato di aprire un blog? Scrivi bene, con originalità e chiarezza, saresti decisamente molto interessante da leggere!

        A paolonesi non lo chiedo nemmeno perchè sarebbe troppo prolisso, meglio scrivere un libro!
        🙂

        • Aristarco

          Caro Samuele,
          Penso che se il blog ha successo, come il tuo, sia un po’ troppo time-consuming – da una parte – e – dall’altra parte – ritengo che per aprire un blog di successo si debba essere caratterialmente dotati di un sovrappiù di pazienza, di cui difetto. Tu, ad esempio, mostri una grande pazienza che sinceramente ti invidio.
          Inoltre, girando per internet si possono trovare tanti blog desolatamente vuoti, con nessuno che interviene, con nessuno che apparentemente si ferma neppure a leggere qualche rigo: tutto un po’ triste.
          E non credo – in definitiva – che il mondo internettiano abbia bisogno di un mio blog.
          Preferisco allora saltare da un blog a un altro dei più noti, per difendere la Scienza.
          Come ho già detto, sono certamente un po’ paranoico (ma in fondo ognuno di noi ha la sua paranoia) ed io penso davvero che la Scienza sia sotto attacco.
          Come anche tu hai scritto, non ci sono solo omeopati e Mozzi, ma vi è una infinità di vocine isteriche che urlano i propri auto-convincimenti anti-scientifici: creazionisti, negazionisti del riscaldamento globale, agopuntori, predittori di terremoti, pranoterapeuti, lettori di oroscopi, araldi della fusione fredda, anti-OGM, paladini delle scie chimiche, sostenitori del complotto basato sull’impianto sottocutaneo di microchip, apologeti della realtà “oltre-cerebrale” delle esperienze ai confini della morte o NDE (Near Death Experience), ecc. ecc.
          Più che un blog gestito dal sottoscritto, preferisco – come già detto – saltare un po’ qua e un po’ là.
          Ciao, Aristarco
          P.S. Comunque, se per caso ti interessasse una eventuale collaborazione su alcuni temi scientifici, sarei lusingato se mi proponessi come peer reviewer, senza diritto di veto, ma solo di consiglio.
          P.P.S. Occhio: Ho detto che non mi dispiacerebbe. Non, però, che tu ne abbia bisogno (paradossalmente credo – IMHO – che ne avrebbe più bisogno Medbunker di un peer reviewer; pur essendo, Salvo di Grazia, un medico e pur essendo il suo blog assolutamente molto ben fatto!)

          • Scrivere un blog “seriamente” è decisamente time-consuming, ma anche fare commenti così ben scritti e cirostanziati non è un banale, credo scriveresti comunque più di me 🙂

            Alcuni blog sono vuoti ma a volte “sembrano vuoti”, perchè gli articoli non trattano argomenti pruriginosi come Mozzi o l’omeopatia, ad esempio il mio post sulla serie di Fourier ha pochi commenti ma viene letto parecchio, vedo dalle statistiche.

            Comunque, ovviamente accetto e ti ringrazio per la tua proposa di peer-review sui post scientifici, ti contatto via email. Purtroppo come avrai visto ho una frequenza di post piuttosto bassa, negli ultimi mesi… non avrai molto lavoro da fare 🙂

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 2 mag 19:25
            Carissimo Aristarco,
            solo ora ho letto il tuo post, e voglio solo fare una piccolissima nota sulla tua affermazione:
            hai scritto: “ed io penso davvero che la Scienza sia sotto attacco” .
            Sì, hai ragione, la scienza è sotto attacco !
            ma sotto attacco da chi ?
            Apparentemente sembrerebbe che la Scienza vada alla grande: CERN, TV megagalattiche, SMARTPHONE e Tablet ecc..ecc., cure oncologiche che ti salvano la pelle, interventi chirurgici eliminati perchè sostituiti da interventi in laparoscopia, quindi meno invasivi, meno devastanti, senza tagli muscolari, quindi con ripresa piena da parte del malato; colonscopie con asportazione immediata di polipi che potrebbero convertisri in tumori …… ecc. ecc…..ne saprai più di me suppongo !
            Ma in realtà sai quale è la vera minaccia per la Scienza ? la Tecnica !
            La Tecnica che vuole prendersi tutto il potere del Mondo, facendo della Scienza la sua schiava/ancella !
            L’allarme lo stiamo dando da tempo, ma è dura….Aristà……è durissima da far capire , perchè esiste grande confusione ! Oggi si guarda sempre di più solo ai soldi e al potere…….il resto sono solo …eskort…..ahahahahahah…..!
            (fammi ridere un po’, sennò qui c’è da spararsi !)
            Ciaoooooo…….Paolo Nesi
            Ciaoooo….Paolonesi

          • Aristarco

            Caro Paolo
            In una versione manichea relativa all’ambito scientifico, ho già detto la mia opinione: da una parte, ci sono i “buoni” che sono fedeli al Metodo Galileo, l’unico Metodo che ha dimostrato con un numero incalcolabile di fatti di essere valido; dall’altra parte ci sono i “cattivi” che sono rappresentati da tutte quelle correnti di pensiero anti-scientifico che sembrano pullulare ovunque.

            Apro una parentesi.
            Mi è capitato su un altro blog di interagire con un grillino poiché il discorso era scivolato su un filmato in cui Beppe Grillo si scagliava contro l’esistenza dell’HIV e del suo ruolo di agente causale dell’AIDS ed io – di conseguenza – tacciavo il leader dei penta-stellati di analfabetismo scientifico.
            Lui mi ha linkato un paio di pagine web da cui, con sconcerto, ho scoperto che ci sono molti esponenti di praticamente tutte le forze politiche nazionali che dichiarano prese di posizione che possono essere definite anti-scientifiche tout court (dall’esaltazione dell’omeopatia all’opposizione alla sperimentazione animale!).
            Sembra, insomma, che l’analfabetismo scientifico sia – ahimè! – abbastanza trasversale.
            Chiusa parentesi.

            Orbene, tu invece mi dici che i “buoni” sono coloro che farebbero riferimento alla Scienza, mentre i “cattivi” farebbero riferimento alla Tecnica?? Ho capito bene??
            Ma in che senso??
            Cioè i “buoni” sarebbero scienziati come Rankine e Carnot, mentre i “cattivi” sarebbero coloro che, sfruttando le scoperte di questi due scienziati, avrebbero fabbricato rispettivamente locomotive a vapore e frigoriferi?
            Ehm… francamente non ho capito.
            Cosa c’è di male in locomotive e frigoriferi?
            Puoi spiegarmi meglio? Soprattutto, sono graditi esempi concreti 🙂
            Ciao
            Aristarco.

        • paolonesi

          @ SAMUELE da paolonesi 2 mag 19:40
          Carissimo Sam,
          dici che sono prolisso…..ed è vero !
          Ma d’altra parte ho sempre affermato che solo con l’argomentazione, cioè col dialogo, magari qualcosa si può capire (da parte mia e da parte di altri naturalmente).
          Perché con l’argomentazione si entra in contatto con “l’altro da me”, chiunque esso sia, quindi non solo con gli addetti ai lavori, ma con tutti. Ed è interessanti sentire le opiniono di tutti. Ma se non si argomenta allora che si fa ? si “tweetta” ?
          Uno spara la frase ad effetto, che magari colpisce, ma che senza argomentazione vale poco. Ma non vale poco perchè è breve, ma perché i concetti no si chiariscono mai. Già è difficile chiarirli con più argomentazioni, figuriamoci con i tweets !
          Però, Sam, sono stato un po’ sul Forum di Odifreddi (poi come ti ho detto me ne sono andato per un contratso proprio con Odi)…..e lì c’è gente che parla parecchio, ed è pure preparata ed interessante. E gli spot sono una valanga e sono anche lunghi, però letti !
          Cmq , come Aristarco, non aprirei un blog, ma non per la prolissità…..tu sei più paziente e sai di più maneggiare questo software, ma la mia vera motivazione è che ho deciso da sempre “di non preparare mai la lezione” ! Non voglio più avere questi obblighi….vado a braccio….vado al momento….col rischio di dire cavolate, ma non mi importa più ormai.
          Accidenti…..te l’ho detto che sono prolisso, ma tu non mi vuoi credere !……..ahahahahahah
          Ciaoooooooo……..Paolo
          Nota: tutte le volte che finisco il post devo scrivere paolonesi, poi la email, poi la casello “preferisco commentare come ospite….ma una volta appariva già tutto scritto….ora no ? non si può più ?

          • si si paolo non ti preoccupare, ci piaci così, prolisso ma sempre pronto a rispondere a tutti!

            Il problema che hai nel rispondere come “ospite” probabilmente dipende dal tuo PC, di solito si ricorda in automatico email/nomi/password, può darsi che una volta ti sia capitato di bloccare la memorizzazione su questo sito e ora ti chiede ogni volta di reinserire le informazioni… in base al browser che usi devi cercare nelle opzioni per abilitare il salvataggio automatico per questo sito (altrimenti iscriviti a Disqus che sei a posto, ti indica anche quando ti rispondono, è comodo!)

          • filomena

            Perdonami Samuele, mi sembra che hai cancellato 2 Pos miei. Se così fosse vorrei conoscerne il motIvo. Non credo tu l’abbia fatto xche’ in difficoltà nella risposta.

          • Me li ero persi, ora ci sono, scusami

          • No filomena i tuoi post dovrebbero esserci tutti, non blocco nulla a parte la pubblicità di solito. Ci sono molti commenti saranno dispersi da qualche parte (mi pareva anche di averti risposto)

    • paolonesi

      @ CARMELO PANARISI
      da paolonesi 2 mag 20:00
      carissimo Carmelo,
      solo oggi ho letto il tuo post, e volevo precisare che il postulato “casa farmaceutica = approfittatori (o speculatori)” è vero e falso contemporaneamente !
      Come è possibile ?
      E’ falso perché la ricerca è frutti di bravissime persone a cui importa veramente la ricerca, la cura. Persone assolutamente disinteressate e soprattutto molto spesso veramente innamorate del loro lavoro.
      E’ vera perché a prescindere da chi ci lavora dentro una azienda farmaceutica può essere controllata tramite acquisizioni societarie o azionarie, in pratica dal c.d. “CAPITALE”, di cui oggi non sai più chi rappresenta. E magari son sede sociale in Olanda e sede fiscale a Londra (o in Svizzera ecc. ecc.).
      Questo CAPITALE (anonimo, imperscrutabile, invisibile, evanescente, ombra, magari russo o cinese) vuole solo una cosa: il saggio maximo del profitto (insomma il GUADAGNO) !
      Non ingenuo, ma folle chi non pensa che le cose non stiano così !
      Poi, naturalmente, se le ricerche effettuate da quella determinata casa farmaceutica non riescono a produrre farmaci che servono, ovvio che poi l’azienda fallisce ! Quindi la ricerca deve fare cose buone e valide (ma se pensi alla BOIRON e all’omeopatia non ti viene la rabbia e la nausea assieme ? eppure fanno soldi a palate, pur producendo acqua zuccherata – poco zuccherata, perchè i dolcificanti magari un poco costano – ).
      Potrei darti migliaia di prove che ci sono le speculazioni in questo settore ….e gravi anche !
      Ma il potere economico e mediatico di queste aziende è enorme e le cose le girano come vogliono.
      E allora, per concludere, ti pongo un interrogativo.
      Perchè mai gli Stati più industriali e organizzati, Europa compresa, non costituscono loro Aziende farmaceutiche di stato che, pur operando in regime di mercato, quindi in concorrenza con le aziende farmaceutiche private, non regolino un po’ questo tipo spudorato e incivile di speculazioni ?
      Hai mai pensato a questo ?
      Cordiali saluti……….Paolo Nesi

      • Aristarco

        Caro Paolo,
        Ma esattamente a cosa ti riferisci quando affermi che ci sono migliaia di prove che fanno riferimento – nel settore farmaceutico – a speculazioni definite come gravi, spudorate e incivili?
        A quali prove esattamente ti riferisci?
        A quali speculazioni gravi spudorate e incivili esattamente ti riferisci?
        Ciao e grazie in anticipo per le risposte.
        Aristarco

  • ciarmella

    questo che parla e’ uno degli oncologi piu’ famosi in italia….beccati cosa dice!
    e’ vero che Mozzi e’ un po’ pieno di se e sicuro di avere la verita’ in tasca, ma forse non dice solo cazzate no? prova ad informarti un po'”!

  • Daniele

    Posso? il latte non viene digerito dalla gran parte delle persone per il semplice fatto che quello che beviamo noi è tutto fuorchè latte. provate a prendere latte fresco appena munto, bollirlo scremarlo e vedrete che tutto funzionerá.
    il latte che ci propinano nei market è merda reidratata.

    siate sempre critici su tutto.

    poi per quanto riguarda la dieta mozziana non può essere assoluta. Esempio, mio nonno è morto a 90 anni senza mai un male, gruppo 0 come il mio e mangiava di tutto.

    Il segreto è, dove si può, prendere la roba alla fonte tipo contadini o comunque informarsi e non mangiare skifezze. Ma ci vuole tanto? siamo nell’era di internet ,vedete di aprire wikipedia piuttosto che lobotomizzarvi davanti alla tv.
    il primo oasso verso una vita sana, compatibilmente con la situazione sociale malata ( inquinamento radiazioni etc) è quello di tornare a vivere in luoghi lontani dalle cittá, smettere di pagare il canone tv ed eliminarla fisicamente e poi essere critici su tutto.

    capito?
    bye

  • francesco

    Prima di giudicare provate !

    • Ma l’hai letto l’articolo?

      Punto 2) Mi dite che non posso parlare prima di aver provato la dieta in prima persona

      e sotto relativa spiegazione del perchè non serve provare per dire che una cosa è sbagliata.

  • Goku

    Vorrei dire la mia… premetto che non sono fan di Mozzi anche se in teoria entrerei nelle sue teorie (scusate il gioco di parole).

    Cioè sono gruppo 0 e davvero, mi spiace dirlo, la classica mediterranea mi va indigesta.

    Premetto che ho sempre curato molto l’alimentazione e da anni avevo cominciato a preferire cereali integrali, niente zucchero, legumi, etc.

    Eppure i miei problemi di stomaco non miglioravano affatto, anzi. Così provai una dieta senza glutine visto che 1000 test davano risultati contraddittori… solo una piccola cosa era migliorata (cioè che il meteorismo cronico non era più puzzolente, ma persisteva).

    Dopo anni che avevo questo problema mi ero rotto sinceramente di avere momenti imbarazzanti e quando defecavo a casa d’altri una puzza che non ti dico…

    Va detto che, gruppo sanguigno o no, (e qui va dato atto a Mozzi) una dieta ricca di carboidrati non fa bene a tutti. Anzi. Io faccio parte della categoria.

    Altra cosa: se si seguono i consigli di Mozzi è ovvio che si sta meglio. Il motivo? Si eliminano praticamente tutti gli errori dell’italiano medio (pane, pasta raffinati, zuccheri semplici, dolci, brioche la mattina) e sé cazzo ovvio che dopo stai meglio no?

    Del resto quasi tutte le diete più famose eliminano gli errori comuni italiani, dalla vegetariana alla zona… specialmente queste due che “spingono” a fare molta attività fisica e a volte pure meditazione.

    Comunque ti invito aldilà di Mozzi a leggerti altri testi confermano che esistono diete molto più efficaci per il dimagrimento e per il diabete. Anzi diete ad alto contenuto di grassi (non sto scherzando) migliorano il colesterolo ematico (cosa che si sapeva dai tempi di Atkins).

    http://www.vivereinforma.it/item/effetti-sul-peso-ed-i-fattori-biochimici-dopo-2-anni-di-dieta-low-carb-o-low-fat-un-trial-randomizzato

    http://www.dietadelsupermetabolismo.it/dal-blog-di-halyee-da-me/ingrassiamo-perche-mangiamo-troppo-o-mangiamo-troppo-perche-stiamo-ingrassando

    Sul fatto che la mediterranea sia “la dieta migliore” onestamente nutro forti dubbi per un piccolissimo punto debole: la sazietà! I carboidrati sono poco sazianti al contrario dei grassi che sebbene più calorici sono molto di più.

    E se poi uno ha anche problemi di resistenza insulinica difficilmente dimagrirà, anche con una ipocalorica mediterranea.

    E se uno ha il colesterolo alto? Ecco, anche qui, contrariamente alle convinzioni popolari pochi grassi non vanno bene… perché gli zuccheri per il colesterolo sono molto più dannosi…

    Punto debole non da poco ma che vuol dire molto…

    Domandina nel mio caso: io sono un autistico diagnosticato in età adulta che aveva questo curioso problema intestinale puzza dovuta alla putrefazione del glutine e meteorismo dovuto a certi tipi di carboidrati (ahimè i cereali, sì anche il riso mi gonfia e tanto!). E non solo i siti autistici ma anche molti altri siti che parlano di autismo parlano delle esorfine, spesso consigliano di prendere degli enzimi per neutralizzarne gli effetti, ma te pensa un po’ è possibile eliminare le esorfine eliminando i cereali (sì ci sono le esorfine sia del glutine che del senza).

    Quindi fammi capire: devo seguire una mediterranea (anche senza glutine) nonostante questo problema?

    Il parere mio è che c’è parecchia disinformazione a riguardo e questa disinformazione colpisce soprattutto la classe medica che non informa (spesso volutamente) sul come mangiare bene è ovvio che la dieta Mozzi sarà sempre e comunque meglio di andare dal dottore a perdere ore in ambulatorio senza cavarne un ragno dal buco.

    Ma il problema mica è di Mozzi, ma della classe medica e della disinformazione imperante.

    P.S.: se sei convinto dei benefici della mediterranea ti consiglio di leggerti “Mangia grasso vivi bene” del dottor Francesco Perugini Billi. Qua c’è pure la vera storia della dieta mediterranea

    http://www.dottorperuginibilli.it/alimentazione/94-la-verita-sulla-dieta-mediterranea

  • Ennio

    L’acredine che traspare dai suoi articoli verso il dott. Mozzi è palese e lascia molto a pensare, così come appare sospetta la sua agguerrita campagna a favore del consumo del latte e latticini…
    Le dà così tanto fastidio che molte persone stanno eliminando questo alimento dalla loro alimentazione..? Perchè parla di pericolo fuori controllo?
    Le assicuro che si vive benissimo senza latte e derivati, mi creda!

    Per rispondere alla sua domanda sul salmone affumicato, questo fa male perchè con la lavorazione di affumicatura viene arricchito di tossine del fumo che vengono a contatto diretto con il sistema immunitario di chi le ingerisce e tali tossine sono cancerogene.

    Riguardo al latte, alimento che contiene ormoni di specie che vanno in conflitto con quelli dell’uomo,con tutte le conseguenze negative del caso, le consiglio di approfondire l’argomento perchè lo tratta sempre in modo troppo superficiale.

    Tra l’altrp forse non si è accorto che il Dott. Mozzi non è l’unico medico avverso al consumo di latte e latticini.

    Mi permetto quindi di segnalarle appena alcune delle tante fonti al riguardo:

    Libro “Il mal di latte” di Lorenzo Acerra (laureato in chimica industriale, attivista per quasi dieci anni nell’ambito delle intossicazioni da mercurio, relatore ai seminari della Società italiana di medicina funzionale, è stato uno dei soci fondatori dell’Associazione per la difesa dalle otturazioni di mercurio).

    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il_mal_di_latte.php?pn=3448&adw_kyw=_inurl:libri&gclid=CLePk6HX6r0CFRDItAodKhAA4g#
    ___________________________________________

    Un video del Dott. Valdo Vaccaro:

    Dodici esatti motivi per evitare, come la peste, il latte e tutti i latticini. Perché?

    Il latte è carne liquida. E’ giusto pensarlo come sangue della mucca che viene auto trasformato e filtrato nelle ghiandole mammarie dell’animale per alimentare i primi momenti del suo piccolo.
    Il latte è cibo per lattanti. Ma per lattanti della propria specie. Solo per quelli. Alimento vietato e velenoso dunque per altri tipi di animali e per bambini già svezzati (per non dire dei ragazzi, degli adulti e degli anziani).
    Il latte bovino è troppo ricco in grasso e colesterolo. Il latte scremato è troppo ricco in proteine.
    Gli eccessi, sia di grasso che di proteine, sono micidiali per il corpo umano, sono la fonte delle peggiori malattie.
    Il latte bovino è il più allergenico cibo conosciuto. Contiene oltre 100 diverse sostanze che causano allergia. La scrematura addirittura aumenta e concentra ulteriormente tale pessima caratteristica.
    Le allergie da latte vanno dalle irritazioni intestinali, all’asma e alla sinusite.
    Il latte è difficile da digerire. Gli adulti non hanno l’enzima lactasi per demolire il lattosio (lo zucchero del latte). Il latte causa gas intestinali, dilatazione, crampi, costipazioni.
    La caseina, principale proteina del latte, è indigesta ed è aterogenica (aterosclerosi). La lattoglobulina, proteina più allergenica, non viene demolita facilmente dal caldo e nemmeno dagli enzimi del corpo (e causa pertanto putrefazione intestinale).
    Il lattosio del latte si trasforma in galattosio e diventa così causa nota di cataratta.
    Il latte contiene l’ormone pro-lattina, noto come stimolatore di crescite tumorali (al seno e agli organi genitali)
    Il latte è un catturatore di inquinanti di ogni specie, ed in particolare di Iodina 121 e di Stronzio 90 (entrambe sostanze radioattive)
    Le statistiche mondiali della salute evidenziano con inequivocabile chiarezza che le nazioni consumatrici di più latticini possiedono la più alta incidenza di malattie degenerative, inclusa sclerosi multipla, artrite, cardiopatie, cancro e diabete.
    Il latte è un cibo anemizzante, essendo fortemente deficiente in ferro. Il formaggio contiene 10 volte più grasso del latte intero, ed è un grasso per ossidato, ultracarico di radicali liberi per i processi di invecchiamento cui è sottoposto.
    Più vecchio il formaggio (vedi grana) più insidiosi e numerosi i suoi radicali liberi.
    Dr. Valdo Vaccaro
    (tratto da:” I bari e l’osteoporosi da latte “http://www.medicinanaturale.biz/?p=412 )

    PER SAPERNE DI PIU’: http://www.infolatte.it/salute/danni_latte.html
    _________________________________________________

    La verità su latte ed acne – Nutrizione Scientifica Moderna
    http://perladieta.blogspot.it/2012/04/la-verita-sul-consumo-di-latte.html

    Cordiali saluti.

  • Tony

    Sei un venduto delle big pharma..povero uomo vedremo quando arriveranno anche x te i problemi, fisici intendo, chi ti trova la cura! Lunga vita vedrai che poi capisci

  • Carlo Rossibertolli

    Il tizio che ha scritto questo articolo, ho ha una salute di ferro che può abbufarsi senza conseguenze; ho e’uno schiavo delle multinazionali. Io seguendo la dieta del dott. Mozzi o azzerato il diabete e ho eliminato tutte le allergie, a costo ZERO.

    • Evidentemente eri allergico a qualche alimento che hai eliminato, ti consiglierei di cercare di capire quale e reintrodurre gli alimenti che non ti fanno male (la dieta Mozzi ne toglie TROPPI e completamente a CASO)

  • monocalpo

    Carlo Rossibertolli, Tony, Ennio: un-due-tre, l’analfabetismo scientifico che ancora c’è!!

    … ma perché questi lor signori che pontificano dall’alto dei loro studi alla Google University e al YouTube College non vanno a prendersi una laurea in medicina e poi una specializzazione in scienza della alimentazione?
    Studiare per davvero, non è roba per quella gente, nevvero?! 😛
    Cordialità

  • Marco

    Caro Samuele.. il latte è l’alimento piu inutile che esiste e te lo testimonia il fatto che in natura solo l’uomo ricorre al latte dopo lo svezzamento.È un alimento prettamente grasso che non fa altro che intasare le pareti intestinali.Quanto al calcio,beh ne troviamo molto di piu nelle bevande alla soia o al riso! Parli di progresso scientifico ma dici degli effetti collaterali della medicina come la chemioterapia,la radioterapia,medicinali come l’aulin che è proibito in tutta Europa tranne che in Italia.Parliamo del Dottor Di Bella che dopo anni si è visto riconoscere finalmente un nuovo metodo di cura al cancro,non invasivo e distruttivo come la chemio e la radio e parliamo di come il sistema sanitario non voglia riconoscere queste cure nonostante le basi scientifiche. Caro Samuele il progresso scientifico di cui tanto parli non mi sembra abbia attenuato le morti a causa di cancro,che anzi sono aumentate in maniere esponenziale negli ultimi 100anni!1persona su 5 oggi si ammala di cancro! Questo ti sembra progresso?? Tutto ciò che mangiamo è contaminato e pompato da antibiotici e milioni di altre porcherie!questo ti sembra progresso?? Invece di aprire la bocca e dargli fiato,documentati e scoprirai che il cancro 3 curabile!siamo arrivati sulla Luna e non curiamo il cancro nel 2014???certo che si può curare ma chemioterapie e altre terapie portano milioni e milioni nelle casse dello stato e una cura definitiva non porterebbe piu entrate cosi cospicue! E questo vale per tutto oggi! Conta solo il dio denaro!guarda il caso delle cellule staminali! Perchè non consentono alle persone di accedere a queste cure??perchè in Italia non si può accedere a questo tipo di cura??eppure in altre parti è consentito e i risultati sono positivi! Il progresso è reale quando è messo al servizio dell’intera comunitá ed è accessibile a tutti! Io oggi parlerei di regresso!

    • Ciao marco, se il cancro fosse curabile pensi che non sarebbe un’affare MILIONARIO mettere in vendita il farmaco (a caro prezzo)?
      Con l’AIDS c’è stata una rincorsa al farmaco e i primi che l’hanno trovato hanno fatto un mare di soldi, sarebbe lo stesso con i tumori…

      Andare sulla luna purtroppo è più facile che curare certe malattie, mi sembra di capire che non hai la più pallida idea della complessità che c’è dietro ai tumori, parli giusto per dar fiato alla bocca (o alla tastiera, in questo caso).

      Tra l’altro le chemio non portano soldi allo stato, anzi sono un’enorme spesa del sistema sanitario pubblico!

      Le cure con le cellule staminali sono ancora un’ambito di ricerca non sufficientemente testato, in alcuni casi vengono usate ma non a sproposito come con vannoni e soci.

      • Ennio

        Samuele, il problema non è trovare la cura per il cancro, perchè come giustamente dice, questa sarebbe indubbiamente un business ancora più grande del business ottenuto con la falsa cura della chemioterapia. Dici benissimo quando sottolinei che la spesa sanitaria per le chemio è a carico del sistema sanitario nazionale ed invece è a tutto vantaggio delle case farmaceutiche… La ricerca scientifica libera e seria dovrebbe ricercare le CAUSE del cancro ed intervenire appunto alla radice del male. Sappiamo molto bene che NON si ha alcun interesse nel ricercare SERIAMENTE le cause delle patologie e che le farmaceutiche si concentrano solo sulla cura delle patologie attraverso l’uso dei farmaci. Negare questa evidenza così chiara è da persone intellettualmente NON oneste. Andando alle staminali, quanti decenni ci vorranno ancora per testare veramente queste staminali…?? Quanta sofferenza e morte dovrà ancora esserci prima che si decida di fare una seria sperimentazione? Cordialità.

        • La sperimentazione seria sulle staminali c’è già, era stata richiesta anche a Vannoni che invece non era intenzionato a sottostare alle regole della comunità scientifica.
          Grossi problemi etici sono sollevati dalla Chiesa, che non vuole usare certe staminali (si sono persi vari anni per questo motivo).

          Per quanto riguarda i motivi del cancro… ci sono liste di cancerogeni più o meno gravi che sono liberamente consultabili, è assolutamente IMPOSSIBILE non venirne a contatto, anzi… pensa che proprio ieri ho preso un aereo al cui ingresso c’era scritto che all’interno della cabina durante il viaggio ci sarebbero stati sicuramente delle piccole percentuali di gas considerati cancerogeni… è sempre stato così ma ora sono obbligati a scriverlo (ero negli USA).

          Le morti per tumori sono apparentemente aumentate perchè ormai la medicina riesce a curare quasi tutte le altre malattie… se invece guardi la % di tumori curati sono aumentati nettamente nel tempo!

          • Ennio

            Che la chiesa sia una delle più grosse piaghe per l’uomo è cosa nota, ma non è solo questo il problema relativo alla lentezza della sperimentazione sulle staminali, c’è molto altro ma non è questo il luogo ne il contesto in cui parlarne.

            Riguardo i motivi del cancro, per favore, non portiamo esempi furbetti per giustificare le mancate ricerche SERIE su quei fattori ed elementi che venendo in contatto QUOTIDIANAMENTE con il nostro sistema immunitario lo minano dalle fondamenta.

            Le piccole particelle di gas presenti sull’aereo possono essere un problema per gli assistenti di volo e per chi svolge la propria professione in volo, non certo per i milioni di altre persone che le respirano solo sporadicamente o forse anche mai.

            Su via, non si offenda la mia intelligenza!

            Lo stesso chiaramente vale per tutti gli altri sporadici fattori o episodi assimilabili al suo esempio.

            Noi invece veniamo in contatto quotidianamente con il CIBO nelle sue varie forme in misura percentualmente straordinariamente maggiore rispetto a tutti gli altri fattori esogeni ed è in questa direzione che si dovrebbe rivolgere, in modo qualitativo e serio, la ricerca scientifica per la prevenzione piuttosto che la cura delle patologie.

            Finchè la scienza medica non riconoscerà il potere curativo del cibo e/o la capacità di essere viceversa veleno per l’organismo, specie se viene assunto in quantità elevate e continuative nel tempo (latte; glutine; additivi chimici alimentari, conservanti, edulcoranti artificiali, aromi artificiali, ecc. ecc.) questa sarà sempre poco credibile, non solo ai miei occhi ma agli occhi delle tantissime persone che hanno verificato e verificano quotidianamente quanto questo sia vero sulla propria pelle.

            Riguardo la percentuale di incremento di guarigioni dai tumori con la chemoiterapia, considerare una vittoria della scienza medica essere passati dal 2% al 3% di guarigioni è semplicemente da stolti per non dire altro.

            In questa così esigua percentuale tra l’altro entrano in gioco tantissimi altri fattori che francamente riducono ancor più la significatività di questo ridicolo risultato di cui la scienza medica dovrebbe solo vergognarsi invece di vantarsene!

          • Il mio era ovviamente solo un esempio di come si venga a contatto con agenti cancerogeni in modo inevitabile lungo la propria vita.

            Che l’alimentazione sia fondamentale per l’uomo non lo nega nessuno, che la pasta sia cancerogena invece lo dici solo tu.

            Il 2% di guarigione dai tumori è una bufala che gira sul web, in base al tipo di tumore si passa da una bassa possibilità di guarire (il tuo 2%) ad una molto più alta, con una media totale superiore al 50%:

            http://www.airc.it/cancro/cos-e/statistiche-tumori-italia/

            (ci sono altri documenti molto più dettagliati su siti inglesi e americani, se vuoi te li posto…)

            Insomma, il cancro non si è sconfitto nel modo più assoluto, ma i miglioramenti ci sono, soprattutto quando vengono scoperti nelle prime fasi di sviluppo.

          • Ennio

            Samuele, ma perchè fai finta di non capirmi? Perchè fai queste forzature? Io non dico che la pasta fa venire il cancro in se e per se, non è il grano il problema ma la lipoproteina GLUTINE in esso contenuta! Dico che le
            produzioni odierne di grano sono addizionate di glutine e sono fonti di gravi problemi per la salute di chi consuma grano in quantità ed in modo continuativo come previsto per esempio dalla dieta mediterranea basata TROPPO sul consumo del grano! Il grano negli ultimi cinquant’anni è stato modificato geneticamente in laboratorio. Fu l’università cattolica agraria di Piacenza a compiere questa modificazione genetica. Il grano odierno contiene un indice di glutine superiore a quello previsto dalla natura. Siamo passati dal 7% al 20% di glutine contenuto nei grani di oggi, che quindi sono OGM anche se ufficialmente non rientrano nelle categorie dei prodotti OGM.
            Tutto questo serve all’industria agroalimentare che
            richiede un grano che consenta delle pastificazioni e panificazioni resistenti alle lavorazioni industriali. Ho letto anche questo documento dell’Airc che riporta percentuali di guarigioni talmente alte che sarebbe veramente troppo bello per poter essere vero…
            Comunque, se hai altre fonti che vuoi segnalarmi ti
            ringrazio e sarò sempre lieto di leggerle.

          • Dai un’occhiata a questo documento sui numeri del cancro, si parla di percentuali moooolto alte di guarigione:

            http://www.registri-tumori.it/PDF/AIOM2013/I_numeri_del_cancro_2013.pdf

            Come potrai leggere, vengono indicati come potenziali cause di cancro alla prostata (tra le altre cose) anche una dieta con eccesso di carne e latticini e troppo ricca di calcio.

            Per il cancro ovarico invece indicano come causa l’eccesso di grassi, per la tiroide tra le cause c’è la dieta povera di iodio.

            Come vedi l’alimentazione è considerata importante anche dalla scienza, non solo da mozzi… è al secondo posto nelle cause dopo il tabacco.

            La differenza è che la scienza consiglia una dieta equilibrata di tipo mediterraneo e attività fisica, non una dieta casuale basata sugli astri o sul gruppo sanguigno!

          • Ennio

            Samuele, ho letto il documento che mi hai segnalato e lo
            continuerò a studiare con attenzione. Leggo tutto e non ho preclusione alcuna
            verso nessuna fonte di informazione a differenza di altri che. Per certi versi
            sono francamente sorpreso e stupefatto dai dati che in esso sono riportati. In
            tanti anni, solo una volta, nella mia cerchia di parenti amici e conoscenti
            purtroppo ho visto salvarsi le persone ammalate di cancro con la
            chemioterapia… Potrai certamente dirmi che il campione è poco significativo
            ma mi scuserai se la mia esperienza diretta mi fa credere poco in questa
            terapia. Se mai dovessi avere un cancro non mi sottoporrei mai alla chemio per
            dirla in modo molto diretto! Oltretutto mi risulta che gli stessi medici
            affetti da tumori non si sottopongano tanto facilmente alla chemio. Ti auguro
            piena salute fino all’ultimo dei tuoi giorni, ma se mai tu dovessi avere un
            tumore non giurerei sul fatto che tu ti sottoporresti alla chemio. Vedo dal
            documento che l’alimentazione è considerata importante ma non tanto quanto
            dovrebbe se addirittura la si colloca al secondo posto tra le cause che possono
            generare dei tumori. E mi riferisco non solo al latte ed al glutine ma anche
            agli OGM, ai tantissimi additivi chimici che farciscono le produzioni
            industriali e tutte le porcherie che certamente tu già conosci benissimo. Sul
            fatto degli astri, nessuno ci crede per carità, ma sul ruolo del gruppo
            sanguigno nella determinazione del profilo del proprio sistema immunitario e
            conseguentemente sulla sua risposta di questo a determinati alimenti, c’è una base
            scientifica. Come già ti ho scritto, la
            teoria nutrigenomica della dieta del gruppo sanguigno è sicuramente
            criticabile, (specie riguardo le reazioni delle lectine alimentari che causano
            agglutinazione nel sangue in funzione dei gruppi sanguigni) ma il concetto
            della diversità dell’effetto del cibo sull’individuo in funzione della diversità
            del suo patrimonio genetico è sicuramente la nuova frontiera della scienza
            della nutrizione, che in futuro sarà fatta sempre più di indicazioni
            personalizzate sulla base del profilo genetico di ciascuno. Piaccia o no questa è la direzione in cui ci si
            sta muovendo, Mozzi o non Mozzi!

          • Ciao Ennio, mi dispiace che la tua esperienza personale non risponda alle percentuali mostrate dal documento, onestamente posso solo dirti che invece la mia esperienza diretta parla di 4 “guarigioni” su 4 per tumori anche molto grossi, quindi sono al 100% dei casi… metto “guarigioni” tra virgolette perchè sono passati solo alcuni anni e quindi più che di guarigione in almeno due dei casi si può parlare solo di miglioramento e allungamento della vita, bisogna vedere se tutto andrà bene nei prossimi anni.

            La chemio è stata dura ma evidentemente utile.

            Siamo d’accordo sulla diversità dell’effetto del cibo sull’individuo in funzione della diversità del suo patrimonio genetico, ma Mozzi parla di gruppo sanguigno e cancella intere tipologie di alimento basandosi su leggende del tipo “gruppo 0 è quello dei cacciatori quindi si deve mangiare tanta carne”, per parlare seriamente di dieta e alimentazione bisogna liberarsi da certi ciarlatani che creano solo false speranze.

          • Ennio

            “… invece la mia esperienza diretta parla di 4 “guarigioni” su 4 per tumori anche molto grossi, quindi sono al 100% dei casi…”

            Samuele, sono contento per te e per i tuoi cari che sono guariti ed hanno potuto salvarsi da questo maledetto male! In pratica con il tuo 100% sommato al mio misero risultato, torniamo grossomodo al 50% di cui parlava il documento. 🙂

            Tornando a Mozzi, forse è vero, sarà semplicistico suddividere l’intero panorama della popolazione in 4 sottocategorie ma considera questo come un primo passo verso una successiva e più analitica personalizzazione dell’alimentazione dell’uomo del futuro. Le teorie nascono e si sviluppano nel tempo e non sono mai perfette, specie ai loro albori. Ogni teoria alimentare ha al suo interno del buono e meno buono, basta saper cogliere gli aspetti positivi di ognuna, specie quelli funzionali alla buona salute.

            La linea alimentare che suggerisce Mozzi poi prevede anche la frugalità, e ti assicuro che è una saggia cosa considerato il surplus di cibo e calorie che assumiamo da sedentari “invertebrati” e sportivi della domenica come siamo diventati nella stragrande maggioranza della popolazione di oggi. Questo per dirti che eliminare del cibo dall’alimentazione non crea nessuno squilibrio se contemporaneamente consumi un’ampia varietà di altri alimenti alternativi come suggerisce Mozzi.

            La funzione di un blog in generale è quella di scambiarsi opinioni, punti di vista e conoscenze, in uno scambio che aiuta ed arricchisce, ed è per questo che nonostante la tua feroce critica voglio comunque consigliarti di leggere, almeno per tua conoscenza personale, il libro di Mozzi:

            http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-dieta-del-dottor-mozzi-libro-pietro-mozzi-libro.php

            Un libro semplice, diretto, di facile lettura per tutti, che tralascia tutto il discutibile impianto teorico antropologico del Dr. D’adamo andando invece all’essenza delle cose. Una lettura particolarmente adatta e consigliata alle persone di una certa età che combattono quotidianamente con varie e svariate patologie che spessissimo originano nella sregolata ed inadatta alimentazione, a prescindere dal latte e dal glutine.

            Se lo leggerai forse renderai meno aspra la critica verso questo dottore che ritengo essere attaccato con un accanimento oggettivamente eccessivo.
            Ciao.

          • Ennio il libro l’ho avuto sottomano e parzialmente letto (non tutto, lo ammetto), vari parenti l’hanno acquistato e lo seguono in TV, “grazie” a loro ho conosciuto il personaggio.

            Il libro è effettivamente molto più moderato e aperto al dubbio rispetto agli interventi televisivi. Infatti se Mozzi si fosse limitato al libro, probabilmente non avrei mai scritto nulla.

            Le sue apparizioni in TV invece sono terribilmente arroganti e stracolme di sciocchezze antiscientifiche che rendono “pericoloso” questo personaggio, le sue parole contro i latticini sono eccessive e fanno terrorismo alimentare, sono inaccettabili.

            Comunque mi fa piacere che le nostre posizioni si siano avvicinate, la discussione è sempre utile!

        • monocalpo

          “Dici benissimo quando sottolinei che la spesa sanitaria per le chemio […] è a tutto vantaggio delle case farmaceutiche… La ricerca scientifica libera e seria dovrebbe ricercare le CAUSE del cancro ed intervenire appunto alla radice del male. Sappiamo molto bene che NON si ha alcun interesse nel ricercare SERIAMENTE le cause delle patologie e che le farmaceutiche si concentrano solo sulla cura delle patologie attraverso l’uso dei farmaci. Negare questa evidenza così chiara è da persone intellettualmente NON oneste”.

          RE: “Dici benissimo quando sottolinei che la spesa il trasporto su auto […] è a tutto vantaggio delle case automobilistiche … La ricerca scientifica libera e seria dovrebbe ricercare di approfondire la localizzazione spazio-temporale ed intervenire appunto alla radice del concetto di viaggio. Sappiamo invece molto bene che NON si ha alcun interesse nel ricercare SERIAMENTE il teletrasporto alla Star Trek e che le ditte automobilistiche si concentrano invece solo sulla fabbricazione di automobili. Negare questa evidenza così chiara è da persone intellettualmente NON oneste”.

  • Ennio

    monocalpo, il tuo intervento ha vagamente il sapore di una trollata…! Chiama pure analfabeti scientifici Lorenzo Acerra; Valdo Vaccaro; Piero Mozzi e tutti gli altri medici che stanno palesando gli effetti nocivi di questo alimento per cui vi battete con così tanto accorato trasposto. Screditare è il passo più facile per coloro i quali non hanno le necessarie e scientificamente dovute argomentazioni per controbattere. E’ vero, non sono un medico, sono un economista, ma questo non mi impedisce di capire dove sta la verità anche solo dalla semplice osservazione della realtà dei fatti. La vera verità sta sempre nei fatti al di là della scienza medica che non è neanche una scienza perfetta, anzi…! Sono fin troppe le evidenze in famiglia, tra amici, parenti e conoscenti che hanno beneficiato e beneficiano tutt’ora dall’avere eliminato il latte dalla loro alimentazione. Mia figlia di tre anni non ha mai avuto un solo raffreddore o problemi di tosse o muco nel naso mentre tutti gli altri 40 suoi compagni dell’asilo sono perennemente raffreddati e con le vie aeree piene di muco. Il latte tra le altre sue “splendide qualità” è anche mucogeno… Mia madre soffriva da circa 30 anni di una tosse non diagnosticata da decine di medici, che come ultima spiaggia avevano battezzato il suo problema come psicologico… Le ho consigliato di eliminare latte e i latticini e la produzione di muco nei suoi bronchi è cessata risolvendo così il suo problema alla radice! Capisco che se tutti contemporaneamente adottassero questa scelta alimentare crollerebbe un intero settore agroalimentare su cui si poggia la residua economia ancora viva in Italia e dintorni, ma procedere con la riconversione industriale per preservare la salute dei consumatori dovrebbe essere prioritario sugli interessi economici ed occupazionali. Mi sono spiegato?
    Cordialità.

    • monocalpo

      Valdo Vaccaro, Lorenzo Acerra, Piero Mozzi, rientrano nel novero degli “eretici” del Metodo Stamina, dell’omeopatia, dell’agopuntura, del Metodo Di Bella, della cristalloterapia, dell’iridoterapia, della medicina antroposofica, della pranoterapia, della terapia con i fiori di Bach, della medicina Ayurvedica, del Metodo del dr. Bonifacio, della “Nuova Medicina Germanica” del dr. Hamer, del Metodo Simonicini, delle gite a Lourdes, dell’omotossicologia, dell’osteopatia, della naturopatia, della chiropratica, della medicina tradizionale cinese, degli esorcismi, delle pozioni delle fattucchiere, degli amuleti apotropaici, dell’urinoterapia, dell’aromaterapia, della fitoterapia tradizionale, della riflessologia o massaggio zonale, della biorisonanza, della frenologia, della piramidologia, della valenza terapeutica della preghiera, della auricolterapia, della idrocolonterapia, della medicina quantica, della ozonoterapia, del Metodo Feldenkrais, della difesa dalle scie chimiche, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.
      Anche negli altri Paesi sviluppati ci sono questi fenomeni sociali.
      La differenza è che qui sono molto più ben radicati in un humus di ignoranza sconfinata. Moltissima gente è autoconvinta di sapere quanto basta su cosa sia la scienza, mentre in realtà è affetta da un oceanico analfabetismo scientifico. Non conosce neppure lontanamente l’A B C della Scienza. E con arroganza sputa sentenze da cui trapela tutta la loro vastissima ignoranza. Il paradosso è che il loro commenti li scrivono… al computer,… in una stanza illuminata da una lampadina elettrica,… mentre di sottofondo sentono la musica preferita uscire da un lettore CD….!!!!!!!!!!!!!!!
      Cordialità

      • monocalpo

        P.S. Tu scrivi:”sono un [….], ma questo non mi impedisce di capire dove sta la verità anche solo dalla semplice osservazione della realtà dei fatti.”
        RE: Questa o è semplicemente scritta male, cioè velocemente, senza troppo riflettere. Oppure, esprime un analfabetismo scientifici oceanico.

        “la semplice osservazione dei fatti”.

        Mi ricorda una scenetta che mi sono inventato, ma che è più che plausibile.
        La scenetta racconta l’alba della Scienza.
        La scenetta si svolge in una fiera che si tiene in piazza di una imprecisata città italiana nel 1642, l’anno in cui morì Galileo.
        In un angolo della piazza ci sono un gruppo di giullari e buffoni, che fanno uno spettacolino per racimolare qualche soldo.
        E questi comici da strada, per far ridere il popolino, prendono in giro Galileo ridendo sguaiatamente … facendo smorfie … facendo le boccacce…. e girando vorticosamente su sé stessi… e gridando:”… Come la testa mi gira… Ho il mal di mare… Messer Galileo dice che la Terra gira gira gira su sé stessa, come una trottola… e poi gira gira gira anche intorno al Sol…! occosè tutto questo girar?? Non mi reggo in piedi!! Ho le vertigini, Messer Galileo!!”
        “Suvvia Messer Galileo, che frottole ci vuol contare? Non vede che la Terra è piatta e che il Sole, le stelle e la Luna sono a girar?? Come si può negare?! … In fondo in fondo è “la semplice osservazione dei fatti”… che ragion ci dà!”

        In questa scenetta, si scorge l’alba della Scienza.
        Quando nasce la Scienza?
        La Scienza nasce proprio quando ci si rende conto che “la semplice osservazione dei fatti” è fuorviante, cioè che la semplice osservazione empirica estemporanea ci fa prendere lucciole per lanterne.
        La Scienza nasce quando si scopre che la Realtà è controintuitiva: partendo dalla “la semplice osservazione dei fatti” sembrerebbe proprio che siano i cieli a ruotare intorno alla Terra, ma invece è vero il contrario.
        Se si studia la Scienza in generale, ma anche ad esempio la Scienza Medica si ci rende conto dei millenni di bestiali oscenità sono state fatte, ai danni di un numero incalcolabile di malati da parte di innumerevoli generazioni di medici basandosi sulla cosiddetta “semplice osservazione dei fatti”.
        Dal salasso e sanguisughe al calomelano, dal vino emetico al kali arsenicosum, … innumerevoli intrugli e pratiche stregonesche eseguite da medici per secoli, che si basavano anche sulla “semplice osservazione dei fatti”.

        In conclusione, se pensi che sia sufficiente “la semplice osservazione dei fatti”, non credi che avremmo dovuto scoprire le cause e le cure del cancro molti molti secoli fa?

        • Ennio

          “In conclusione, se pensi che sia sufficiente “la semplice osservazione dei fatti”, non credi che avremmo dovuto scoprire le cause e le cure del cancro molti molti secoli fa?”

          No, perchè nella tua analisi artatamente semplificativa e di parte, tu fai un assunto che è fortemente fuorviante, cioè quello di considerare che l’analisi della realtà sia univoca! E invece tu sai benissimo che non è così…

          Poi vi sono cose che sono molto più oggettive di altre, come la prova empirica dei fatti:
          Bevo latte = sto male
          Non bevo latte = mi sento meglio e sto bene
          Conclusione 1: il latte a me fa male!
          Conclusione 2: è possibile che il latte così come fa male a me, faccia male anche a tantissime altre persone che hanno le stesse mie caratteristiche immunitarie.
          Conclusione 3: faccio una indagine seria sul ruolo che ha il latte nell’alimentazione dell’uomo e NON mi limito solo ad elencare i valori nutrizionali in esso contenuti derivando che questo è un ottimo alimento per l’uomo.

          P.s. riguardo le scie chimiche, con tutta la documentazione probatoria prodotta da Gianni Lannes (e non solo), e con le chiare ammissioni anche delle persone coinvolte, continuare a negarle è come ritornare ai tempi della simpatica scenetta che ti sei inventato, ambientata nel 1642…

          • Oh Ennio, che il lattosio faccia male a tantissime persone è un fatto consolidato da decenni, ma cosa c’entra coi tumori?

            Se iniziamo anche a parlare di scie chimiche siamo finiti

          • Ennio

            Vedi Samuele, il discorso è più ampio ma ti ci stai
            avvicinando da solo. La relazione latte – tumori non è diretta! Noi disponiamo per fortuna di un sistema immunitario che ci “protegge” dagli attacchi esterni di vario tipo. Dici benissimo quando affermi: “che il lattosio faccia male a tantissime persone è un fatto consolidato da decenni”, ma la questione non si limita solo al lattosio. Il latte contiene acidi organici, pus, ormoni di specie che entrano in conflitto con il sistema endocrino dell’uomo ed ha una biodisponibilità relativa al calcio del tutto risibile rispetto per esempio a quella delle mandorle. E’ dimostrato ormai che consumare latte non previene ma facilità la perdita di calcio dalle ossa. Ma nonostante tutto, non sarebbe neanche questo il vero problema se non che come dici tu tantissime persone lamentano intolleranza verso questo alimento. Purtroppo moltissimi ignorano questa intolleranza confidando nel fatto che continuando a consumare il latte sviluppano l’enzima necessario per digerirlo, continuando così imperterriti nel suo consumo. Ma il latte lavora nel tempo in modo silente sul sistema immunitario come fa una goccia cinese, fino a creare quella falla che sfocia nella patologia che non è necessariamente il tumore ma può essere qualsiasi altra malattia che deriva dal mal funzionamento del sistema immunitario. Quando il sistema immunitario non funziona più bene, si possono generare varie malattie, tra cui anche quelle autoimmuni così sconosciute alla meravigliosa ed onnisciente scienza medica… Se chi beve latte avesse la lungimiranza di consumare il latte sporadicamente se non addirittura occasionalmente, al di là delle manifeste intolleranze o allergie, molti problemi si potrebbero facilmente evitare. Questo rientra nella logica della rotazione e della varietà degli alimenti consumati. Questo concetto della rotazione DEVE valere ancor di più nel caso di alimenti così complessi e difficili per il SI dell’uomo così com’è appunto il latte! Chi ovviamente sperimenta su se stesso un migliore stato di salute complessiva dopo aver sospeso del tutto il consumo del latte dovrebbe, da persona coerente e saggia, eliminare il latte del tutto dalla propria alimentazione. Considera che noi troviamo il latte ed i suoi derivati praticamente in quasi tutte le preparazioni industriali così come anche il glutine che ritroviamo persino nelle composizioni dei farmaci… In considerazione di questo continuo bombardamento a 360° di latte e glutine è da persona lungimirante cercare di limitare il più possibile l’assunzione diretta o se possibile eliminarne il consumo ove si fossero già manifestati stati di patologia di vario tipo. Mi dirai: “vuoi ricondurre tutte le malattie al latte ed al glutine?”, certo che no, ma mi piacerebbe tanto sapere, attraverso una sperimentazione SERIA, le connessioni ed il gradiente di intensità del danno al SI che deriva dal consumo reiterato e continuativo di questi alimenti per l’uomo. Ovviamente questa ricerca NON si fa! Non mi biasimerai se nel frattempo, in assenza di informazioni ufficiali al riguardo, comunque continuo a basarmi sulla mia esperienza e mi esento dal consumare il latte e non lo faccia consumare neanche ai miei cari.

            Riguardo le scie chimiche, questo è il tuo blog per cui sei tu che decidi gli argomenti di cui parlare, ma volendoti accennare brevemente al riguardo, personalmente non è una questione di credere o non credere, perchè io ho visto con i miei occhi la produzione di una ragnatela di scie sopra la testa mia di mia moglie e di mia figlia quì a Roma in pieno giorno mentre eravamo al parco con tante altre persone testimoni della situazione, e tutti ci chiedevamo il motivo di questo passare e ripassare continuo di questi aerei che scientemente hanno formato una griglia di circa venti scie incrociate persistenti che si sono poi allargate fino a fare diventare il cielo sulle nostre teste lattiginoso. Le ho pure fotografate! Anche Antonio Di Pietro in una intervista a domanda diretta sull’argomento ha chiaramente detto che trattasi di sperimentazioni militari su cui il governo italiano nulla può fare (sperimentazioni militari di cui noi civili non sappiamo e non sapremo mai nulla come tutte le altre sperimentazioni nucleari fatte in passato per esempio). L’origine risale al fatto che dopo la seconda guerra mondiale noi abbiamo ceduto agli USA l’uso dei nostri cieli su cui loro possono sperimentare senza nessun tipo di controllo alcuno da parte del nostro governo. Non so se tu credi nelle sperimentazioni militari, ma ti suggerisco di renderti sensibile all’argomento nella misura in cui tieni alla tua salute ed a quella dei tuoi cari. Ciò che contiene queste scie che precipitano al suolo sono polimeri di bario ed altre porcherie che non sto quì ad elencarti. Il giornalista Gianni Lannes che più di altri si occupa dell’argomento, vive da anni sotto scorta… Mi fermo quì.

            http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/07/scie-chimiche-ancora-e-sempre-prove.html

            E’ stato un piacere per me conoscerti e scambiare con te nel tuo blog.
            Un caro saluto e buona prosecuzione.

            Ennio

      • Ennio

        La tua è un’attività furba, fare un mischione come quello che hai fatto tu dove ricomprendo cose buone ad altre meno buone ad altre totalmente inutili ad altre addirittura ridicole…

        Ma mi domando veramente quale sia il fine dei tuoi interventi in questo blog… Credi di avere il crisma dello scibile essere depositario delle verità assolute perchè fondi i tuoi convincimenti su ciò che fino ad ora ha dimostrato la scienza medica, ma dimentichi, o fai finta di non saperlo, che la scienza medica non è neanche una scienza in senso stretto come può esserlo ma matematica per esempio! Lo testimonia il fatto che continuamente le carte vengono mescolate nelle convinzioni che fino al giorno prima erano assolute! Ma veramente sei così chiuso ed hai una mente così poco aperta? L’offendere continuamente poi e cercare di ridicolizzare coloro che si discostano dai canoni della vostra lobby o nicchia in cui vi siete arroccati è sinonimo di paura, di difficoltà nel gestire il nuovo che per fortuna sta facendosi strada, è non avere la capacità di affrontare le questioni su un campo diverso perchè conoscete sempre e solo quello del vostro ristretto orticello. Il metodo scientifico su cui si basano tutte le vostre convinzioni mediche fa acqua da tutte le parti.

        Offendere tutti i medici, studiosi, scienziati che si discostano dal pensiero dominante e formattato è attività ormai risaputa. Siete figli del sistema e lo dovete reggere a tutti i costi ed in ogni modo. Ma il tempo passa e pian piano la vostra scienza si sta sgretolando lentamente sotto il peso delle evidenze che adesso tentate anche di celare.

        Dopo avere ancora una volta subito la tua violenza verbale ed intellettuale “caro” monocalpo, so che mi verrà sempre più difficile mantenere la giusta e necessaria serenità per uno scambio di idee costruttivo con te, per cui mi limito a salutarti permettendomi di segnalarti una lettura che forse potrai trovare interessante, qualora non l’avessi ancora letto:

        http://www.bruce-lipton.it/libri/la-biologia-delle-credenze/

        Cordialmente.

        • Monocalpo

          La tua è un’attività furba, fare un mischione come quello che hai fatto tu dove ricomprendo cose buone ad altre meno buone ad altre totalmente inutili ad altre addirittura ridicole…
          RE: Ehi, non ho proprio fatto nessun mischione.
          Ho solo separato il grano dal loglio: da una parte la scienza classica, tradizionale, convenzionale, vera, ufficiale e dall’ altra parte, tutte insieme, le “visioni” alternative, che si oppongo alla scienza standard per cui legittimamente definibili come antiscientifiche tout court.

          Ma mi domando veramente quale sia il fine dei tuoi interventi in questo blog…
          RE: sbeffeggiare l’ analfabetismo scientifico che è così tanto di moda quest’oggi.

          Credi di avere il crisma dello scibile essere depositario delle verità assolute perchè fondi i tuoi convincimenti su ciò che fino ad ora ha dimostrato la scienza medica, ma dimentichi, o fai finta di non saperlo, che la scienza medica non è neanche una scienza in senso stretto come può esserlo ma matematica per esempio!
          RE: Per cominciare, le verità assolute le lascio volentieri ai preti, ai filosofi e ai paladini dell’ analfabetismo scientifico.
          Se uno ha una vaga idea di cosa sia la scienza capirebbe che non si può parlare – in ambito scientifico – di “verità assolute”.
          Però per capire ciò, una vaga idea di cosa sia la scienza è però comunque necessario.
          Personalmente non concordo né con l’ idea che la matematica sia una scienza, né – tanto meno – che la medicina non sia una scienza in senso.
          Tutta la Scienza è permeata di matematica, ma la matematica da sola è astratta e, nel mio concetto di scienza, non è concepibile l’ esistenza di una branca della Scienza che sia solo astratta. Però devo ammettere di non essermi attardato a riflettere sull’ idea se la matematica sia o non sia scienza in sé.
          Non escludo affatto che qualche matematico mi sappia dimostrare che sbaglio.
          La medicina è invece Scienza.
          Non capisco come si possa avere l’ ardire di sostenere il contrario.
          La Scienza Medica ha come obiettivo il benessere dell’ Uomo e ha i suoi strumenti rappresentati da esperimenti scientifici di vario genere.
          Sostenere che la Medicina non rientri a pieno titolo nell’ ambito della Scienza è solo una manifestazione di analfabetismo scientifico, tnuto conto ad esempio che essa è certamente comunque molto più scientifica di climatologia o astrofisica.

          Lo testimonia il fatto che continuamente le carte vengono mescolate nelle convinzioni che fino al giorno prima erano assolute!
          RE: Si tratta solo di una leggenda metropolitana, ma tra gli addetti ai lavori non ha nessuna tale concetto non ha alcuna consistenza.
          Si tratta di una frase è proprio da Google University, nel senso che si tratta di una frase che effettivamente si legge nei media su internet, ma che non si ritrova – ad esempio – nelle riviste scientifiche internazionali!
          Si tratta solo di un colorato modo espressivo dei giornalisti che devono, “per contratto”, mettere “tinte forti” dove vi sono solo sfumature di grigio.

          Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma diciamo che non mi sento di proseguire dato che mi pare di essere davvero troppo distante da qualcuno che riesce a prendere vagamente in considerazione la storia complotto delle scie chimiche.

          Cordialità

        • Monocalpo

          Per Samuele: la risposta precedente è stata postata per errore, senza aver avuto l’occasione di rileggerla e di correggerla.
          Ti chiedo cortesemente – se possibile – di cancellarla perché – oibò! – contiene davvero diversi refusi, e di sostituirla con la sottostante.

          La tua è un’attività furba, fare un mischione come quello che hai fatto tu dove ricomprendo cose buone ad altre meno buone ad altre totalmente inutili ad altre addirittura ridicole…
          RE: Ehi, non ho proprio fatto nessun mischione.
          Ho solo separato il grano dal loglio: da una parte la scienza classica, tradizionale, convenzionale, vera, ufficiale e dall’ altra parte, tutte insieme, le “visioni” alternative, che si oppongo alla scienza standard per cui legittimamente definibili come antiscientifiche tout court.

          Ma mi domando veramente quale sia il fine dei tuoi interventi in questo blog…
          RE: Sbeffeggiare l’ analfabetismo scientifico che è così tanto di moda quest’oggi.

          Credi di avere il crisma dello scibile essere depositario delle verità assolute perchè fondi i tuoi convincimenti su ciò che fino ad ora ha dimostrato la scienza medica, ma dimentichi, o fai finta di non saperlo, che la scienza medica non è neanche una scienza in senso stretto come può esserlo ma matematica per esempio!
          RE: Per cominciare, le verità assolute le lascio volentieri ai preti, ai filosofi e ai paladini dell’ analfabetismo scientifico.
          Se uno ha una vaga idea di cosa sia la Scienza capirebbe che non si può parlare – in ambito scientifico – di “verità assolute”.
          Però, per capire ciò, una vaga idea di cosa sia la Scienza è comunque necessario.
          Personalmente non concordo né con l’ idea che la matematica sia una Scienza, né – tanto meno – che la medicina non sia una scienza, sia in senso stretto che in senso lato.
          Tutta la Scienza è permeata di matematica, ma la matematica da sola è astratta e, nel mio concetto di Scienza, non è concepibile l’ esistenza di una branca della Scienza che sia solo astratta.
          Però devo ammettere di non essermi attardato a riflettere sull’ idea se la matematica sia o non sia una branca scientifica a sé stante e non escludo affatto che qualche matematico mi sappia dimostrare che sbaglio.
          La medicina è invece Scienza.
          Non capisco come si possa avere l’ ardire di sostenere il contrario.
          La Scienza Medica ha come obiettivo il benessere dell’ Uomo e ha i suoi strumenti rappresentati da esperimenti scientifici di vario genere.
          Sostenere che la Medicina non rientri a pieno titolo nell’ ambito della Scienza è solo una manifestazione di analfabetismo scientifico, tenuto conto, ad esempio, che essa è certamente comunque molto più scientifica di climatologia o astrofisica.

          Lo testimonia il fatto che continuamente le carte vengono mescolate nelle convinzioni che fino al giorno prima erano assolute!
          RE: Si tratta solo di una leggenda metropolitana, ma tra gli addetti ai lavori tale concetto non ha alcuna consistenza.
          Si tratta di una frase che è proprio degna di un laureato alla Google University, nel senso che si tratta di una frase che effettivamente si legge nei media su internet, ma che non si ritrova – ad esempio – nelle riviste medico-scientifiche internazionali!
          Si tratta di un concetto che è solo un colorato modo espressivo dei giornalisti che devono, “per contratto”, mettere “tinte forti” dove vi sono solo sfumature di grigio.

          In conclusione, ci sarebbero tante altre cose da dire, ma diciamo che non mi sento di proseguire questo confronto, dato che mi pare di essere davvero troppo distante da una persona che – ad esempio – riesce a prendere vagamente in considerazione finanche la storia del complotto delle scie chimiche.

          Cordialità

  • Ennio

    monocalpo, mi chiedo se essere troll faccia guadagnare bene… Sai, in fondo al di là delle mie conoscenze, certezze e convinzioni, potrei pure pensare di farci un pensierino se il gioco valesse veramente la candela…! Viceversa non mi spiego proprio come tu possa essere così obnubilato nella visione della realtà che ti circonda e così avvezzo alla perdita del tuo tempo. Il problema più grosso quando si ha a che fare con gente come te è quello di dovere subire la vostra cecità in ambiti in cui purtoppo ancora voi avete capacità di intervento come quello politico, economico, sociale. Per fortuna nelle scelte alimentari e nello stile di vita vi è ancora un ambito in cui ci si può muovere liberamente senza dovere subire la scelleratezza della vostra cecità o molto più semplicemente della vostra malafede!

    • monocalpo

      Caro Ennio,
      io invece ho una opinione differente su di te, rispetto a quella che tu hai di me.
      Siccome non sono un dietrologo, non penso affatto che tu sia un troll prezzolato dell’industria del latte di soia.
      Per quello che scrivi, non si può negare la possibilità che tu sia in effetti un autentico troll prezzolato dell’industria del latte di soia, pagato per “danneggiare” la concorrente industria del latte vaccino.
      Però il sottoscritto è un antidietrologo convinto – da una parte – e – dall’altra parte – è convinto che sia ottimo il motto secondo cui “a pensar bene non si fa peccato e ci si azzecca più di Andreotti”.
      E quindi, mi piace pensare che tu sia come me: in perfetta buona fede e senza oscuri conflitti di interesse nell’ambito della Scienza della Alimentazione.

      Poi mi accusi di cecità e di essere obnubilato nella visione della realtà.
      Anche in questo caso ho una opinione differente su di te, rispetto a quella che tu hai di me.
      Non penso che tu sia cieco o obnubilato. Penso piuttosto solo che, come la stragrande maggioranza degli italiani, tu sia ignorante in fatto di Scienza. Sei ignorante nel senso semplicemente che ignori cosa sia la Scienza. E non è colpa tua se ignori praticamente tutto di quel che vuol dire Scienza.

      Una mia carissima amica è vicepreside di una scuola media superiore della mia città.
      Gli ho chiesto, qualche tempo fa, quale era il livello di cultura scientifica dei professori della sua scuola, un istituto tecnico.
      Non ha proferito parole: ha solo allargato le braccia e alzato gli occhi al cielo.
      Se nemmeno i professori di “squola” sanno cosa sia la Scienza, come possono insegnarla ai propri studenti?

      Qualche tempo fa, mi trovai, una domenica mattina, casualmente con la mia amica e altri amici ad assistere a una conferenza pubblica gratuita, tenuta da Edoardo Boncinelli.
      In tale conferenza, Boncinelli spiegò – a un ristretto pubblico – cosa fosse la Scienza.
      Ai miei amici piacque molto, mentre il sottoscritto invece rimase sconfortato.
      Rimasi sconfortato perché quello che raccontò – con chiarezza cristallina – Boncinelli – a un pubblico che si era autoselezionato – era, in fondo, solo l’A B C della Scienza.
      Ma la Scienza è anche D, E, F, G…. M, N, O,…. fino a Z.
      La Scienza è molto di più di quello che raccontò Boncinelli.
      E Boncinelli, invece, parlò solo delle basi più elementari della Scienza, dell’A, B e C della Scienza. E rivolgendosi solo a un pubblico, che si era auto selezionato e che, in fondo, possiamo definire di élite.
      Quella conferenza fu per il sottoscritto un altra cartina al tornasole dell’analfabetismo scientifico del popolo italiano.
      Tieni conto che Boncinelli fu bravissimo: io pensai che sarebbe stato opportuno riprendere con una telecamera il suo discorso e proiettarlo in tutte le scuole medie superiori d’Italia, per poi farne oggetto di discussione con i professori.
      Superfluo ricordare invece che nessuna ripresa televisiva fu fatta e che a nessun studente della scuola italiana viene spiegato neppure l’A B C della Scienza.
      E invece io penso che la Scienza dovrebbe essere fatta studiare a scuola. Prima della matematica, della chimica, della fisica, della biologia, prima di tutto.
      Prima si dovrebbe far studiare cos’è la Scienza. E poi, in un secondo tempo, si dovrebbe far studiare le varie branche scientifiche, più – ovviamente – matematica.

      Cordialità

      Monocalpo

      • Ennio

        Caro monocalpo,

        volevo non prolungare ulteriormente questo nostro ping pong, ma
        leggendo alcune tue provocazioni non posso rimanere indifferente, per cui sono costretto
        a risponderti, e lo faccio per punti così come è tuo uso:

        “Caro Ennio,

        io invece ho una opinione differente su di te, rispetto a quella che tu hai di me.
        Siccome non sono un dietrologo, non penso affatto che tu sia un troll prezzolato dell’industria del latte di soia.
        Per quello che scrivi, non si può negare la possibilità che tu sia in effetti un autentico troll prezzolato dell’industria del latte di soia, pagato per “danneggiare” la concorrente industria del latte vaccino.”

        R: Come sempre la tua ironia è fuori luogo e non ha neanche una sua logica sottostante che possa renderla intelligentemente simpatica. Tu fai parte
        di un sistema mentre io NO. Tu hai interesse a che questo sistema si mantenga nel suo status mentre io non ho alcun interesse a mantenere alcun sistema di
        sorta. Non me ne importa nulla delle industrie casearie così come di quelle della soia ecc. ecc. semplicemente perché io sono un consumatore, un fruitore e
        quindi non posso avere alcun interesse direttamente coinvolto nel business della salute, della produzione alimentare o di altro tipo se non quello della
        tutela della mia salute e dei miei cari. Continui con le tue provocazioni ma con me caschi male perché io non sono il classico complottista cieco che non sa
        riconoscere e discernere, io ragiono molto bene con il mio cervello e so benissimo intelligere la realtà che mi circonda. Non sono complottista, sono semplicemente malfidato, osservo i sistemi e valuto ciò che la semplice logica mi porta a credere e infine non accetto dogmi assoluti o verità che piovono dall’alto. Penso semplicemente che come scienza medicai non siete credibili perché la vostra posizione è ambigua così come i vostri interessi. Ti offende questo pensiero che si sta diffondendo sempre di più tra la gente? Mi dispiace perché probabilmente sei un medico serio e libero, ma comunque fai sempre parte
        di un sistema che nel suo complesso ormai è diventato poco credibile! Si parla tanto su più fronti di conflittualità di interessi e voi che ne siete un palese
        esempio ne volete rimanere fuori? Su via, siate onesti ancor prima che umili e riconoscete la vostra posizione ambivalente!

        “Però il sottoscritto è un antidietrologo convinto – da una parte
        – e – dall’altra parte – è convinto che sia ottimo il motto secondo cui “a
        pensar bene non si fa peccato e ci si azzecca più di Andreotti”.”

        R: Questo tuo “buonismo” è solo funzionale al mantenimento della tua posizione, cioè quella di colui che deve mantenere il “candore” del pensiero
        dogmatico e dominante e quindi di colui che per definizione deve essere contro il pensiero diverso al vostro definito ormai sempre e comunque complottista in modo semplicistico e di comodo. Solo che qui non si tratta di complotti, si tratta solo di stabilire dov’è la verità, e non è il metodo scientifico la via
        per stabilire la verità assoluta, perché il metodo scientifico è solo uno dei possibili metodi a disposizione dell’uomo, non l’unico come a tutti voi medici
        scienziati fa comodo lasciar credere.

        “E quindi, mi piace pensare che tu sia come me: in
        perfetta buona fede e senza oscuri conflitti di interesse nell’ambito della Scienza della Alimentazione.”

        R: Ripeto, io sono un fruitore per cui NON posso avere per definizione alcun interesse di parte se non la tutela della mia salute e l’amore per la verità in questo ambito in cui i medici brancolano ancora nel buio. Io faccio sperimentazione alimentare diretta sul mio corpo da più di trent’anni, fin dagli anni ’80 e tutti i discorsi relativi alle parità di condizioni ed ai fattori distorcenti e fuorvianti li conosco benissimo e li so nettare perfettamente, per cui se mi esprimo con tale enfasi è perché il mio metodo di verifica è empirico, diretto e verificato da me in prima persona a parità assoluta di condizioni. Che tu viceversa non abbia interesse alcuno nell’ambito della scienza alimentare è una pura contraddizione in termini, perché se è vero, come sembra, che sei un medico, hai interesse affinchè vi sia
        un bacino di “utenza” che foraggi il tuo lavoro. Un vecchio detto popolare recita così: “La salute della gente è la malattia dei medici”… Questo non è
        mica complottismo, è semplice evidenza dei fatti e buon senso. I medici che professano la loro professione con lo spirito del medico vero sono eccezioni e
        molti di loro sono anche vittime del vostro stesso sistema ma non possono sconfinare pena la ghettizzazione e il pubblico ludibrio.

        “Poi mi accusi di cecità e di essere obnubilato nella visione
        della realtà.

        Anche in questo caso ho una opinione differente su di te, rispetto a quella che
        tu hai di me.

        Non penso che tu sia cieco o obnubilato. Penso piuttosto solo che, come la
        stragrande maggioranza degli italiani, tu sia ignorante in fatto di Scienza.
        Sei ignorante nel senso semplicemente che ignori cosa sia la Scienza. E non è
        colpa tua se ignori praticamente tutto di quel che vuol dire Scienza.”

        R: Anche qui sbagli perché in ciò che scrivi traspare ancora la tua incapacità di valutazione oggettiva della realtà e lo spirito critico di chi ha una visione duale o differente rispetto a quella che la rigidità della tua
        istruzione ti ha regalato. Parli della vostra scienza come se fosse fonte di conoscenza assoluta ma sai bene che anche le stesse premesse della vostra
        scienza medica sono fallaci come quella della teoria dei germi del “caro” Pasteur… Vi è piaciuto lasciar credere che quella teoria fosse vera e si è fatto di tutto per verificarla nei modi e con gli strumenti più funzionali agli interessi economici delle farmaceutiche, oscurando così Antoine Béchamp e Reale Raymond Rife. E non mi voglio ancora addentrare sul ruolo e la valenza delle
        vaccinazioni preventive perché altrimenti questo post diventa biblico e tu non faresti altro che dirmi ancora più o meno chiaramente che sono un complottista,
        attività di comodo ormai ampiamente usata dai paladini del sistema dominante.

        “Una mia carissima amica è vicepreside di una scuola media superiore della mia città.
        Gli ho chiesto, qualche tempo fa, quale era il livello di cultura scientifica dei professori della sua scuola, un istituto tecnico.
        Non ha proferito parole: ha solo allargato le braccia e alzato gli occhi al cielo.
        Se nemmeno i professori di “squola” sanno cosa sia la Scienza, come possono insegnarla ai propri studenti?
        Qualche tempo fa, mi trovai, una domenica mattina, casualmente con la mia amica e altri amici ad assistere a una conferenza pubblica gratuita,
        tenuta da Edoardo Boncinelli.
        In tale conferenza, Boncinelli spiegò – a un ristretto pubblico – cosa fosse la Scienza.
        Ai miei amici piacque molto, mentre il sottoscritto invece rimase sconfortato.
        Rimasi sconfortato perché quello che raccontò – con chiarezza cristallina –
        Boncinelli – a un pubblico che si era autoselezionato – era, in fondo, solo l’A B C della Scienza.
        Ma la Scienza è anche D, E, F, G…. M, N, O,…. fino a Z.
        La Scienza è molto di più di quello che raccontò Boncinelli.
        E Boncinelli, invece, parlò solo delle basi più elementari della Scienza,
        dell’A, B e C della Scienza. E rivolgendosi solo a un pubblico, che si era auto selezionato e che, in fondo, possiamo definire di élite. Quella conferenza fu per il sottoscritto un altra cartina al tornasole dell’analfabetismo scientifico del popolo italiano.

        R: Ancora una volta cadi miseramente e ti esponi con la tua presopopea alla critica di chi invece considera il metodo medico scientifico solo UNO dei possibili metodi, e sicuramente quello più funzionale al business
        dei farmaci. Ma se tu davvero fossi uno scienziato dalla A alla Z, come hai lasciato intendere, staresti qui a scrivere in un blog rispondendo a me…? Io ti
        suggerisco di smorzare un po’ i toni e le tue assolute convinzioni, iniziando a fare un’analisi più elastica della scienza a 360°, studiando un po’ di più al
        di fuori del tuo orticello e con mente più aperta ed elastica, ponendoti sempre continuamente domande e non accettando come assoluto ed unico il metodo
        convenzionale. Inizia magari leggendo “Contro il metodo” di Paul Feyerabend

        http://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/contro-il-metodo-1/

        Oppure ancora Bertrand Russell, che basava il suo pensiero sulla logica matematica, (la vera scienza per definizione) e di cui ti riporto una sua: “La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.”

        http://www.laterza.it/index.php?option=com_laterza&Itemid=97&task=schedalibro&isbn=9788842059721

        “Tieni conto che Boncinelli fu bravissimo: io pensai che sarebbe stato opportuno riprendere con una telecamera il suo discorso e proiettarlo in
        tutte le scuole medie superiori d’Italia, per poi farne oggetto di discussione con i professori.
        Superfluo ricordare invece che nessuna ripresa televisiva fu fatta e che a nessun studente della scuola italiana viene spiegato neppure l’A B C della Scienza.”

        R: Ma come?? Sei contro il sistema delle televisioni? Metti in dubbio la valenza e completezza dell’informazione televisiva?? Scorgo in te un
        barlume di pensiero complottista! Ma che fai, deragli dai binari imposti dal tuo sistema? Non sai che la disinformazione è scientificamente voluta a tavolino da
        chi veramente decide? Su dai, ritorna con ordine nelle tue fila, ben allineato e coperto come sempre e non lo fare più! 😛

        “E invece io penso che la Scienza dovrebbe essere fatta studiare a scuola. Prima della matematica, della chimica, della fisica, della biologia, prima di tutto.
        Prima si dovrebbe far studiare cos’è la Scienza. E poi, in un secondo tempo, si dovrebbe far studiare le varie branche scientifiche, più – ovviamente – matematica.”

        R: E come sempre non sono concorde con quello che dici e con le tue idee, ma non è colpa di nessuno. Fare come dici tu vorrebbe dire formattare le menti degli studenti e bloccarle alla sola logica del metodo scientifico, privandoli quindi di una pluralità di visioni della realtà, impedendo così che possano venire fuori in futuro tutta quello stuolo di “eretici” come li
        definisci tu, che altro non sono che le menti più illuminate e libere e che rappresentano la vera ricchezza del pensiero scientifico, coloro i quali
        possono fornire vero materiale alla scienza dogmatica per porsi delle domande, per potere mettere in discussione le attuali convinzioni, per riuscire ad avere
        quella visione duale o plurima dei fenomeni biologici che sono ancora così oscuri alla scienza accademica, ferma e prigioniera del suo stesso metodo.
        No caro monocalpo, la tua soluzione sarebbe la rovina. La scuola va già male di suo, non penso sia il caso di peggiorare ulteriormente le cose con queste
        proposte che hanno il vago sapore del regime…

        Per concludere, esorto te e tutti coloro i quali fanno sempre cenno al fatto che adesso la vita media si è allungata per via dei farmaci, di riflettere bene prima di emettere queste sentenze di assoluta certezza. Se la
        vita media si è allungata è conseguenza di una migliore e più generale condizione di vita delle nuove generazioni nel loro complesso, rispetto alle
        precedenti generazioni che hanno subito le guerre e i loro effetti devastanti! Per favore, le pillolette salvavita servono certamente, ma curano le malattie del
        benessere, non le vere malattie e ci siamo intesi… Si guarisce di cancro più di prima anche perché adesso ci si ammala di cancro più di una volta nonostante tutta la montagna di dati forniti dalla comunità medica. Ma per chi ha studiato statistica sa benissimo che i dati si possono sempre modificare in modo funzionale senza contare poi l’origine dei dati ed il campione considerato…
        Una scienza che ancora nel 2014 non è riuscita a trovare le cause neanche del raffreddore come può definirsi vera scienza?

        Con stima.

        Ennio

        • Aristarco

          Ennio,

          hai messo troppa carne al fuoco. Anche se interessante.

          E poi è però anche tutto molto, troppo off-topic e Samuele avrebbe quindi tutto il diritto di tirare le orecchie a chi esce in modo così marcato per la tangente.

          Tocchi moltissimi argomenti e nella stragrande maggioranza … sbagli completamente mira 🙁

          Sbagli mira clamorosamente soprattutto allorquando descrivi alcune mie idee, dimostrando di non capirle assolutamente e mal interpretarle.

          D’ altra parte, è chiaro che ti mancano le basi, ti mancano proprio i fondamenti del pensiero scientifico.

          E poi devo dirti che – absit iniuria verbis – sei anche proprio arrogante.
          Sei arrogante perché condanni con acredine ciò che non capisci, ciò che non intendi.
          So benissimo che non mi ascolterai, ma ti consiglierei – in primis – di mettere da parte la tua montagna di pregiudizi e – in secundis – ti consiglierei di coltivare – con anche un po’ di umiltà e serenità – il desiderio di comprendere – in modo semplice – che cosa sia davvero la Scienza.
          Cordialità
          Aristarco
          P.S. Se ti piacciono i complotti, sappi che dietro alla Scienza c’è l’ unico grande oscuro e vero “complotto” dell’ Umanità. Talmente terribile da far tremare i polsi. Altro che scie chimiche!!

          • Ennio

            Aristarco o Monocalpo, (non so più come chiamarti), il topic parla di scienza ed antiscienza. Inizia con il riferimento a Mozzi ma mette dentro anche stamina e via dicendo allargando il discorso sulla scienza e “l’anti scienza”. Con il mio intervento credo di essermi mantenuto dentro l’argomento scientifico, non toccando altri argomenti quali per esempio la politica, economia, ecc. ecc. Samuele credo abbia capito la buona fede ed il senso dei miei interventi, che non vogliono certo uscire fuori dal tema principale del topic. Verifico ancora una volta che abbiamo diversità di vedute davvero troppo marcate per pensare di imbastire un discorso sereno tra noi, ed anche la valutazione che fai della mia persona è rimane in superficie e non tiene conto praticamente di nulla. Io non mi slancio nel giudicarti o valutarti come fai tu con me, semplicemente perchè io non ti conosco. Dici che fraintendo le tue idee, e questo è pure possibile, ma come ti dicevo siamo davvero troppo diversi come impostazione di pensiero, formazione e forse anche come frutto delle esperienze di vita. Credo poi che nei miei confronti tu stai facendo ciò che in psicoanalisi si definisce “transfert”… Se ti sono apparso arrogante leggi a ritroso i tuoi interventi e poi valuta più serenamente il nostro scambio.

            Cosa vuoi che ti dica quindi? Posso continuare a scambiare con te che ti ostini a definirmi ignorante, analfabeta scientifico, arrogante, che ho scarse capacità di intendere, che sono complottista, che sono poco umile, poco sereno…? Beh, tutto ha un limite no? Io ho solo pensato per un attimo che tu fossi un troll proprio per la “violenza” dei tuoi interventi e gli attacchi ironici alla mia persona. Non sei comunque un troll, mi sbagliavo e di questo ti chiedo scusa.

            Detto questo, ribadisco comunque la mia cordialità nei tuoi confronti. Magari in un’altra vita saremmo potuti essere pure amici.

            P.s. Non mi piacciono i complotti perchè mi stressano mentalmente e la vita da già troppo problemi nel quotidiano per poter pensare di aggiungerne altri, ma quando guardo gli occhi di mia figlia vorrei poter vedere nel suo sguardo l’immagine di un mondo migliore, un futuro migliore di quello che si prospetta con questo sistema all’interno del quale siamo costretti a muoverci (questo si che è off-topic…).
            Dici che dietro alla Scienza c’è l’ unico grande oscuro e vero “complotto” dell’ Umanità da far tremare i polsi, ed io ti credo, ma non perchè sono un complottista, ma perchè, se tu conosci la scienza come dici, probabilmente hai la capacità di “vedere” nella scienza anche oltre ciò che appare. Però siccome ti ribadisco che non sono un complottista non voglio sapere nulla di tutto ciò e preferisco rimanerne all’oscuro, tanto so che non avrei alcun margine di intervento per cambiare le cose.

          • Aristarco

            Caro Ennio,
            Tu ammetti di esserti sbagliato a considerarmi un troll.
            Vorrà dire che anche il sottoscritto dovrà ammettere di essersi sbagliato a considerarti un troll.
            Condividiamo un primo punto: nessuno dei due è un troll.
            Però se mi consigli di rileggere le mie parole, rileggiti, per par condicio, anche le tue.
            Comunque, ripartiamo pure – se vuoi – dal primo punto, cioè dal reciproco riconoscimento che l’ interlocutore non è un troll.
            Cordialità
            Aristarco (quando scrivo dal computer) ovvero monocalpo (quando scrivo dall’ iPad in cui si inserisce Disqus e divento – appunto – monocalpo).
            P.S.
            Il grande “complotto” che sta dietro alla Scienza, di cui ho accennato, deve essere considerato molto “sui generis”.
            Più che un “complotto” è un “oscuro segreto” che si cela dietro la Scienza.
            Si tratta di un “segreto” pauroso? Certamente sì.
            Risulta utile venire a conoscenza di tale “segreto”? A mio giudizio, è utile nella misura in cui riesce a far capire alcune apparenti stranezze che coinvolgono la Storia della Scienza – da una parte – e – dall’ altra parte – il vero substrato della attuale diffusa acrimonia anti-Scienza.

  • paolonesi

    @ ARISTARCO
    da paolonesi 23 lug 16:15
    acc……..Aristà……ti confesso che non avevo letto questo tuo post, di cui ho copiato il finale che qui incollo (nel tuo scambio di post con @ENNIO): mi era proprio sfuggito, mi dispiace !
    …………………………
    “E invece io penso che la Scienza dovrebbe essere fatta studiare a scuola prima della matematica, della chimica, della fisica, della biologia, prima di tutto.
    Prima si dovrebbe far studiare cos’è la Scienza. E poi, in un secondo tempo, si dovrebbe far studiare le varie branche scientifiche, più – ovviamente – matematica.
    .
    …………………….
    Concettualmente è ovvio che ti dò ragione, per ciò che intendevi dire, ma ho una precisazione da fare.
    Affermi che prima di tutto bisognerebbe far studiare cos’è la Scienza, ma chi è in grado di farlo a studenti ?
    Bisognerebbe prima defnire cosa sia o cosa si intende per Scienza, ma se non si conosce la Filosofia non si può sapere proprio nulla; quindi preciso che prima di tutto occorrerebbe far entrare la Filosofia e farla capire, perché senza questa Filosofia = “principio di tutta la Scienza e Conoscenza” non si può capire proprio nulla…….ma tu pensi che qualcuno sia in grado di farlo ? Pensi tu che Boncinelli, che pur apprezzo tantissimo come scienziato e divulgatore, sia in grado di farlo ?
    Potre dartene argomentazione di quanto sto affermando, ma sarebbe troppo lunga e poi, con questo strano modo di colloquiare, si entrerebbe, suppongo, in incompresioni ed equivoci.
    Certamente, dicono, e dicono il vero, la cultura umanistica con Gentile, sotto il fascismo, prese il sopravvento rispetto alla cultura scientifica, e questo è verissimo. Ma oggi ci troviamo con una cultura umanistica che fa schifo e come cultura scientifica siamo sottozero !
    Conclusione e precisazione: qualsiasi cultura scientifica seria dovrebbe essere insegnata in contemporanea alla Filosofia, ma quasi sempre gli scienziati non sono filosofi e i filosofi non si sentono scienziati, ma una cultura “intelligente” a mio avviso non dovrebbe trascurare questa mia precisazione….specie al giorno d’oggi……….ti saluto cordialmente……..paolonesi

    • Aristarco

      Carissimo Paolo,
      concordo, in generale, con la tua favorevole e benigna propensione verso la filosofia.
      Però, non ritengo essenziale effettuare particolari approfondimenti introduttivi di filosofia, per spiegare la Scienza.
      Analogamente, non ritengo essenziale effettuare particolari approfondimenti introduttivi di alchimia, per spiegare la Chimica.
      Concordo che storia della Chimica, storia della Medicina, storia della Scienza, storia della Filosofia, ecc. siano tutti argomenti affascinanti.
      Però, forse nei Licei Scientifici (che devono pur giustificare il proprio nome!) potrebbe essere leggermente approfondita la questione dell’apporto della filosofia alla nascita della Scienza, ma rimango sempre non molto convinto che sia davvero essenziale.
      Il problema è un altro.
      Il vero problema, cioè la vera sfida è quella di riuscire a trasmettere alle giovani generazioni il vero autentico spirito della Scienza, al di là delle parole.
      D’ altra parte, oggi non ci proviamo neppure …. L

      Ciao
      Aristarco monocalpo

      • paolonesi

        @ ARISTARCO
        by paolonesi 24 lug 16:30
        carissimo Aristarco (ho finalmente capito il perché dei due nicks che hai….ahahahahahah),
        Come mi sembra di averti detto qualche volta, ho sempre avuto la mente divisa a metà: da una parte la Scienza, dall’altra la letteratura, filosofia ecc. ecc.; però con una netta tendenza per la Scienza, (ma MAI trascurando l’altra parte !).
        Non avendo fatto studi classici, ma economici (ragioneria, poi scienze economiche alla normale di pisa), ho sempre dovuto fare l’autodidatta per le Lettere, soprattutto per la Filosofia.
        Posso avere lacune (e confesso che le ho, ma cmq per argomenti che non mi interessano o che mi interessano poco!).
        Ma la Filosofia è la “mamma” di tutte le Scienze e lì si impara a ragionare; si impara ad usare la mente !
        Se tu pensi, come mi sembra, ma posso sbagliarmi, che esista “lo scienziato puro” che non vede altro che la “sua” scienza, fregandosene o meglio credendo che il particolare “paradigma culturale e politico” che lo circonda sia ininfluente sulla sua stessa materia di studio….beh….Aristà…..saresti fuori strada.
        (come vedi uso il condizionale !)
        Lo scienziato vive nella sua epoca, nella sua storia, nel suo paradigma storico. Non ne può fare a meno perché gli sarebbe impossibile.
        Gente come Newton…..eccezionale figura di scienziato che per la sua scienza (la Fisica) rinunciò praticamente al mondo, come ben sai, purtuttavia era assai interessato alla Astrologia e aveva strane credenze. lavorò anche alla Zecca. Ma anche Fermat era un magistrato, ma fu un grandissimo matematico studiato tutt’oggi…e per non parlare di Godel, con le sue strane manie….ecc. ecc.
        Insomma uno scienziato è SEMPRE un uomo del suo tempo, e con questa espressione voglio dire che è “immerso” completamente nella filsofia (paradigma) della sua epoca.
        Ma questa epoca non è dominata dalla Scienza in senso stretto, ma dalla Tecnica, la quale si serve della Scienza, ma se ne distacca decisamente, avviandosi a prendere il potere totale delle risorse e delle aspettative umane.
        Ed a questo che volevo arrivare: Attenzione a non perdere la nostra umanità per la Tecnica (quindi non per la Scienza) e per quello che ne deriva. (Severino, Galimberti, Eco ecc. ).
        Ma senza Filosofia è difficile capire questo discorso, questa differenza tra la Tecnica e la Scienza.

        Per fare un esempio, e poi chiudo perché ti avrò stufato, è difficile far capire che uno SmartPhone è “Scienza” e non “magia”…….perché esistono ancora questi “paradigmi” dei miracoli e della magia (ancora ben avvalorati dalla Chiesa).
        Se provi a spiegare ad un ragazzo che una foto digitale è solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo, ti guarda in modo strano e non capisce….per lui è ancora, nel profondo, solo magia ! (e per carità, non confondiamo la “magia” con la “fantasia” !).
        …………..
        Mah…….scusa la lunghezza dei miei post, ma ho sempre l’impressione che con questo sistema di dialogo, non riesca mai a spiegarmi come si deve.
        ………………
        Ciaooooooooooooooooooo………..paolonesi

        • Aristarco

          Carissimo Paolo,

          In risposta ad alcune tue asserzioni/frasi, eccoti alcune mie considerazioni, un po’ presuntuose, un po’ provocatorie, e scritte di getto, tanto per far qualcosa in attesa di andare a cenare.

          “la Filosofia è la “mamma” di tutte le Scienze”
          RE: Posso concordare, caro Paolo.
          Ma oggi mi sembra un po’ una mamma… morta.
          La Filosofia mi sembra un agave e la Scienza ne è il frutto.
          2000 anni da Talete a Galileo, equivalgono ai 20 anni della pianta di agave.
          Dopo 2000 anni ecco il fiore più prodigioso del Creato, un fiore che sembra un albero, un fiore alto più di cinque metri.
          Perché non si aspetta certo più di 20 (o 2000) anni per fare un fiorellino qualsiasi.
          Se l’attesa deve essere così lunga, il risultato non può che essere spettacolare.
          E così è stato.
          Dove è nata la Scienza, in Italia con Galileo Galilei che ha piantato il seme, vi è stato un rinculo così forte che per decenni non si sono più visti scienziati di valore.
          La Scienza germoglia inizialmente in Inghilterra e nei Paesi Bassi. Ed è levatrice di tutte le Rivoluzioni Industriali. Dall’ Inghilterra e dai Paesi Bassi si propaga poi al Continente con direzione Nord Sud e Ovest Est. E questo lo si vede ancora chiaramente guardando una cartina geografica proiettata come un film a velocità accelerata in cui siano posizionati tutte le singole fabbriche, che compaiono in funzione delle età delle loro edificazioni e ampliamenti.
          P.S. Ho letto il libro di Storia di mio foglio: non una parola del ruolo della Scienza nella origine delle rivoluzioni industriali: terribile!!
          Il fenomeno delle rivoluzioni industriali spiegate sole come frutto di circostanza socio-politiche. Bah!

          “lo scienziato puro”
          RE: Caro Paolo, in tutta franchezza, ritengo che l’ aggettivo “puro” sia un po’ osceno.
          Non mi piace la purezza e mi fanno un po’ paura coloro che la evocano. Di solito sono degli esaltati da cui è meglio stare alla larga!
          Ovviamente, non esiste “lo scienziato puro”. E per fortuna!

          “particolare “paradigma culturale e politico”
          RE: Nessuno mette in dubbio il ruolo dell’ ambiente che circonda lo scienziato sia ininfluente sulla sua stessa materia di studio….
          Però – IMHO – mi sembra che si esageri un po’ con queste considerazioni.
          In altre parole, Isaac Newton – ad esempio – avrà subito anche le influenze dell’ ambiente in cui viveva, ma la sua Teoria della Gravitazione Universale rimane in piedi a distanza di secoli (anche se in particolarissime condizioni limite, tende a fallare ed è meglio affidarsi a Teorie più moderne).
          Newton fu anche un alchimista, ma la Sua eredità che è arrivata fino a noi, per cui è ricordato come Genio dell’ Umanità, non fa riferimento certo al Suo essere anche “mago”.

          “Attenzione a non perdere la nostra umanità per la Tecnica (quindi non per la Scienza) e per quello che ne deriva. (Severino, Galimberti, Eco ecc. ).
          Ma senza Filosofia è difficile capire questo discorso, questa differenza tra la Tecnica e la Scienza.”
          RE: Questo concetto non l’ ho capito.
          Poi ci provo davvero, ma se faccio un test con mio figlio e provo a spiegargli che una foto digitale è solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo,… bè non mi guarda in modo strano, come hai scritto.
          Non solo: è pur vero che una foto digitale è solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo e che tale fatto non è compreso fino in fondo da un qualsivoglia ragazzo standard, (come anch’io non capisco fino in fondo), ma io come lui siamo assolutamente consapevoli che non ci sia alcuna “magia” dietro alla foto digitale.
          Sia il sottoscritto che mio figlio siamo convinti anche che potremmo anche capire la questione della foto digitale, dei pixel, dei numeri binari, ecc. se solo volessimo, e se non ci proviamo a capire fino in fondo che una foto digitale è solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo, è solo perché intuiamo che si tratterebbe di uno sforzo troppo time-consuming e in definitiva poco “redditizio”.

          Ciao, Aristarco monocalpo

          • Aristarco

            Caro Paolo
            Ho fatto il test a mio figlio – adolescente ombroso – e l’ esito finale è stato assolutamente… inaspettato!
            Ho chiesto a mio figlio che idea avesse del concetto di foto digitale intesa come solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo.
            Non sono solo le parole di risposta che contano.
            È tutto il non-verbale.
            La risposta è stata:”Certo che una foto digitale deve essere intesa come solo una serie di numeri binari coordinati in un certo modo: e che altro potrebbe essere!?”
            Nel suo totale sconcerto di fronte alla mia domanda (giudicata – in modo non-verbale – come espressione di assurdità senile) ho improvvisamente visto con chiarezza dove si nascondeva la “magia” di cui forse parlavi!!
            La “magia” è in un angolo del mio cervello.
            Esiste la percezione di “magia”, ma non si ritrova nei cervelli dei ragazzi di oggi, tipici nativi digitali.
            La percezione di “magia” si ritrova nei cervelli come il mio.
            La maggior parte della mia vita è stata senza internet.
            Per me internet ha ancora un sapore di magia (per quanto sia razionalmente consapevole che non vi è nessuna magia!).
            Non per mio figlio.
            In effetti, un minuscolo angolino del mio cervello non riesce completamente a digerire cosa accade quando – ad esempio – faccio una ricerca bibliografica sul sito della National Library of Medicine (NLM):

            Ho la schermata della front page di ricerca della NLM.
            Scrivo, con la tastiera del mio computer, alcune key-words di ricerca per approfondire un determinato argomento.
            Dopo di che, il mio dito preme delicatamente il tasto “invio” (enter).
            Un impulso elettrico dal mio computer che ritrova nella sala del mio appartamento si trasforma in onda elettromagnetica e viene captata dal router di casa mia che riconverte l’ informazione in un impulso elettrico che comincia a correre lungo i fili del telefono… ed ecco l’ impulso supera le Alpi, arriva in Francia, è già sotto l’ Oceano Atlantico, riemerge arriva nel Maryland, giunge a Bethesda, entra negli edifici della sede dei National Institutes of Health, si infila dentro a un enorme database contenente milioni e milioni di riferimenti bibliografici, abstract e link, li esamina tutti (!) e poi ne intercetta 1 o 10 o 1000 o un qualsiasi numero a caso che sono associati key-words secondo il Mesh e poi, via, sulla strada di ritorno, si abbandona il Maryland, si abbandonano gli USA, si attraversa l’ Oceano Atlantico si ripassa in Francia, si arriva in Italia, si giunge nella mia città, entra nel mio router, viene convertito in impulso elettromagnetico, captato dal mio computer ed ecco le informazioni cercate sullo schermo del mio computer.
            Tempo impiegato:…. un batter d’ occhio!
            UN BATTER D’OCCHIO: è magia, Paolo, è certamente magia!
            Cosa ci stiamo a raccontare!!
            Sarà per mio figlio che non è magia, perché lui, già da bambino, giocava con la playstation “on line” con altri giocatori sparsi in mezzo mondo!
            Lui è un nativo digitale, per lui non c’è magia.
            La magia la vedo io, non lui.
            Hai colto nel segno, caro Paolo, a parlare di idea di magia, ma hai sbagliato persona a cui attribuirla.
            Ciao, Aristarco monocalpo

          • Aristarco

            P.S. Poi, internauti professionisti mi spiegano con nonchalance che l’ impulso elettrico generato dal mio dito, nel momento in cui ho premuto il tasto “Enter” della tastiera del mio computer, prima di arrivare a Bethesda è probabilmente passato da Mosca e poi ha fatto un loop nei pressi di Tel Aviv e quando infine è arrivato in America, ha fatto una capatina dalle parti di Copacabana… perché gli impulsi elettrici che viaggiano nella Rete non seguono la strada più breve, ma quella che gli pare…
            E comunque, alla fine, l’ impulso è arrivato – dopo aver fatto i suoi giretti – là, proprio là dove doveva arrivare. Per poi tornare qui, proprio qui dove doveva tornare, sempre facendo i suoi giretti per mezzo mondo…

            E tu – che so che hai spento diverse candeline – vuoi farmi intendere che non è “magia”????
            Potranno essere i ragazzi di oggi a credere che non si tratta di “magia”. Non noi.

            P.P.S. Questa è roba degna di The Truman Show!

          • Ennio

            P.P.S. Questa è roba degna di The Truman Show!

            Bello il tuo post! Bello il film!

  • Michele Amato

    “Se vi ammalate di qualche malattia non banale, ANDATE DA UN MEDICO SERIO, la medicina moderna ha permesso a gran parte della popolazione di superare gli 80 anni di vita, un miracolo raggiunto in 2 secoli (37 anni nel 1800, 48 anni nel 1900), dovremmo riconoscere questo incredibile successo ed esserne fieri!”

    Quindi questo tuo sparare a zero contro MOZZI è per difendere la gente che, boccaloni, arriva ad ammalarsi seguendo una dieta “se volete mangiare un sottoinsieme di quello che potremmo mangiare come esseri onnivori, fatelo pure, non sarò certo io a fermarvi…”

    Io sono un MATEMATICO, per cui conosco molto bene Cartesio e il suo metodo, metodo che tu NON segui neanche lontanamente!

    Giusto per SPACCARE le gambe alle tue convinzioni, fatti un giro in questa valle, ma vacci personalmente NON via internet dove sembra svolgersi la tua vita. Andare in Africa e andarci con Wikipedia NON è esattamente la stessa cosa. Comunque giusto per darti qualche coordinata ecco l’indirizzo
    http://it.wikipedia.org/wiki/Valle_dell'Hunza

    In questa valle vive un popolo che prima di essere invaso da coglioni come te, intendo dire gente con le tue stesse CONVINZIONI del cavolo, TUTTE SBALLATE e INNATURALI, questa gente, gli HUNZA, aveva una vita media di superiore ai 130 anni altro che i tuoi fottutissimi 80 anni!!! COGLIONE, tu e tutta la RISMA di convinti del cavolo che pensano di appartenere all’ELITE del MONDO, sì del vostro MONDO.

    Il mondo è popolato da 7 miliardi di esseri umani e tu con il tuo fottutissimo BLOG conosci, VIRTUALMENTE, una percentuale piccolissima, di conoscenze personali poi tale percentuale diventa infinitesimale e pretendi di poter parlare di tutti e di tutto con una CONVINZIONE che NON mostra NESSUN dubbio e con un METODO che di SCIENTIFICO non ha neanche l’ombra. Ah COGLIONE ma chi CAZZO sei!

    La vera Scienza è anche FILOSOFIA, amore per il sapere. Benvenga un pezzettino di conoscenza, un pezzettino di sapere da chiunque venga, anche da uno smesso come il Dott. Mozzi.

    • Michele, stai più tranquillo, seguire la dieta Mozzi ti rende particolarmente irritabile.
      La tua dieta del gruppo sanguigno evidentemente di consente di assumere ingenti dose di cafferina, visto quanto sei aggressivo già alle otto del mattino.

      Relax.

      Gli Hunza: c’è un libro che parla di questo fantomatico popolo che viveva fino a 130 anni ma ora non più (oh che peccato, non ci sono prove a sostegno della tesi), nel link wikipedia infatti dice chiaramente che “si diceva vivessero più di 100 anni”. Immagino che tu creda anche ai 900 anni di Matusalemme eh?

      Per il “metodo scientifico”, mi attacchi dicendo che io baso le mie convinzioni sulla mia parte di conoscenze personali… cosa che invece fate voi guardando i “risultati” di chi cambia la dieta (ci sono decine di gruppi e forum in cui manciate di persone si auto-convincono che la dieta Mozzi gli ha risolto qualsiasi cosa).
      Io semplicemente riporto i risultati degli studi scientifici in materia, studi fatti su centinaia di persone e sotto controlli e analisi che limitino il più possibile le variabili che potrebbero influenzare i risultati.

      Secondo questi studi non c’è alcun rapporto tra gruppo sanguigno e dieta.
      Stessa cosa sui latticini, non causano tutte le pazzesche malattie di cui parla il vostro amato, fa molto bene in giovane età, per molti diventa difficile da digerire in età adulta.

      Non mi sto inventando nuove teorie, non devo dimostrare nulla, ci sono mille studi a riguardo, riporto i risultati.
      Mozzi invece sostiene decine di teorie non scientifiche: deve dimostrarle, non parlarne in TV!

      p.s. rispondi ancora con insulti che ti blocco i commenti e li finiamo qua

      • Ahah Michele, ho trovato un libro che parla dei tuoi amici Hunza che dice di seguire 12 consigli per vivere a lungo come loro, indovina qual è il quarto punto?
        Bere più latte, molto più latte, addirittura latte inacidito se possibile!
        Punto 9: mangiare tanto pane integrale (alla faccia del glutine)
        Punto 10: mangiare burro e formaggi (oh, ancora latticini)

        Con questo cosa voglio dimostrare? Che ognuno ha la sua “magica soluzione alimentare” seguita dal suo gruppo di fedeli… gli unici che danno consigli specifici personalizzati e basati su dati certi sono i dietologi, ognuno faccia come gli pare ma non mettiamo sullo stesso piano i Mozzi, i fedeli Hunza, i Dukaniani e chi segue una dieta seria dal dietologo, please

        Fonte: “The Wheel of Health” di Guy T Wrench

        • Michele Amato

          Caro, non so chi ti dia queste imbeccate così velocemente… digli però di LEGGERE meglio la prossima volta.

          Questa concezione degli Hunza sul LATTE è per il LATTE MATERNO, il Latte delle Mamme!!!

          “Now, the feeding of infants on the breast is clearly as much a part of the whole diet as is the feeding of the foetus by the mother’s blood–with the exception that oxygen is now separated and breathed, and is not a part of the milk as it was of the blood.

          Otherwise the breast milk of the Hunza woman is as much derived from Hunza food as is the blood of her womb. Her breast feeding is only a continuation of the period when she is an intervener between her offspring and the Hunza diet. The breast milk itself is a specially manufactured method of conveying that diet to the child.

          The Hunza mother gives the breast for three years. She nourishes the child and protects herself from further pregnancy. To become pregnant during lactation is considered unfair to the suckling child, and socially has attached to it a sense of indecency.

          Milk, being the purveyor of a diet, is itself a diet. Any one can live on milk. An adult can live on milk only, though he would not have the strength of a man, but that of a child.
          If he wanted to have the strength of a man on milk he would have to take a very great deal and have the big belly and the other inconvenience of the well-fed baby, but it would be possible.”

          “Il Latte UMANO è di per se stesso una dieta COMPLETA. Chiunque può vivere SOLO con il latte MATERNO. Un adulto può vivere di solo latte, anche se non avrebbe la forza di un uomo, ma quella di un bambino.”

          Mi spiace ma il tuo metodo poco-scientifico si è appena dimostrato FALLIMENTARE… meno post e un po’ più qualità, please… se no il rischio figure di merda è ASSICURATO!

          • Ma cosa dici… vai a pagina 170 e leggiti i 12 punti di cui parlavo prima.
            Bere latte intero o scremato o acido secondo te si riferisce al latte materno?
            Mangiare burro e formaggio secondo te si riferisce al formaggio fatto da latte materno?

            Dai non prendiamoci in giro.

            Il pezzo che hai citato tu parla dei bambini, ovvio che si riferisca al latte materno, quando c’è è molto meglio di quello vaccino, ma quando non c’è… il vaccino è consigliato (da questi dietologi della dieta-hunza, non da me)

          • Michele Amato

            Senti non possiamo estrapolare le porzioni di informazioni che ci fanno comodo, questo modo di confrontarsi è poco ortodosso.

            Sicuramente gli Hunza non si liquidano con una battuta, meritano un approfondimento a 360 gradi sferici, soprattutto la parte del DIGIUNO o semi-digiuno, terapeutico. Oltre quaranta giorni, ti dice qualcosa? Quaresima? Ramadan? 40 giorni di Gesù nel deserto… Oh si hai ragione nulla di scientificamente provato tutto frutto della fantasia di scansafatiche sfaccendati…

            Stavo parlando di digiuno. Finché questa popolazione è rimasta integra, praticavano questi digiuni o semidigiuni TUTTI gli anni, poi sono arrivati gli AVANZATISSIMI inglesi, con la loro medicina, AGHELPENZMI… ed ecco che millenni di tradizioni a costo ZERO (ecco il vero problema, tutte le cure realizzabili a COSTO ZERO sono da BANDIRE dal medico AGHELPENZMI, tipo la nostra PERETTA, milioni di mamme hanno cresciuto decine di milioni di bambini curando mal di pancia e ogni genere di disturbo infantile, SPARITE, NON si trova una PERETTA manco più al museo)
            Ce la farò a finire il discorso?!

            Comunque il concetto è molto semplice. Girare un po’ il mondo mette in chiara luce la giusta prospettive delle cose: siamo ASINI della peggior specie: gli ASINI PRESUNTUOSI!

            Per questo quando trovo uno smesso come il dott. MOZZI, che a modo suo cerca di smontare questo finto castello autocelebrativo, mi viene spontaneo fare il tifo per lui.

            Ed ecco perché quando mi imbatto in gente come te, Samuele, che da man forte a chi è già ASINO e PRESUNTUOSO di suo, con tutte le belle e tutte le sante ragioni di questo mondo, sull’onestà intellettuale, la libertà di pensiero e bla bla bla, un pacifista come me, cintura nera di varie discipline che nella sua vita NON le ha mai date, piuttosto le ha prese, prenderebbe UNA MAZZA DA BASEBALL e COI TUOI DENTI GIOCHEREBBE AL MULINO BIANCO… come trasformare dei bei denti in polvere bianca…

            Tollererai quest’ultima battuta ma è molto significativa sulle emozioni che smuovi con le tue parole. Occhio Samuele. Tu le parole le usi molto bene e se riconosci la metà del potere reale che queste hanno sulle emozioni degli tuoi lettori, scoprirai l’immenso potere a disposizione e sono sicuro che farai buon uso del mio warning!

            Ho detto che alla fine saremmo diventati amici, mi sei anche simpatico e ancora non ti ho mandato a fare in culo! Ecco fatto abbiamo appena rimediato!

            Qui è sopraggiunta la sera. Adesso ti saluto e ti auguro tante belle cose.

          • Alla faccia del tibet e del digiuno, mi sa che hai molto da imparare da quelle parti sulla riflessione e sul controllo, sei davvero irascibile!

            Non mi hai convinto con questi Hunza, ma immagino che servano come esempio per attaccare il nostro stile di vita, quindi non indagherò oltre, tanto ne troveresti un altro.

            Io resto aperto alle novità (ho imparato molto da libri come “il Tao della fisica”), ma tu cerca di non essere aprioristicamente chiuso rispetto all’occidente, non saremo perfetti (anzi, per certe cose siamo PESSIMI, hai ragione) ma negli ultimi 100 anni abbiamo fatto miracoli nel campo scientifico, con l’effetto di migliorare la vita di tutti (a parte la medicina, vuoi mettere che rivoluzione sono stati l’elettricità, il telefono, gli aeroplani, le automobili…).

            Buona notte Michele, alla prossima

          • Michele Amato

            Io conosco i miei punti deboli e dedico molte energie per smussare queste parti, molto spigolose per me, lo riconosco.

            Per quanto riguarda le critiche al sistema occidentale, essendoci nato e cresciuto e continuando a viverci e amandolo profondamente, lo metto in ridicolo nei suoi punti deboli. L’animale che mi viene in mente pensando alla nostra cultura è l’ASINO, si lavora come ASINI o MULI se si preferisce, l’area germanica è la punta d’avanguardia di questa cultura. Pensando poi ad un aggettivo mi viene in mente PRESUNTUOSO. Mettendo insieme l’animale e l’aggettivo il risultato è dirompente: un ASINO PRESUNTUOSO, la specie peggiore. Per questo ogni volta che questo autocelebrante animale offre un fianco mi ci infilo dentro senza pietà, sconfinando spesso nella volgarità e sguazzandoci dentro senza ritegno, lo faccio da giullare da buffone, lo riconosco MA è funzionale al raggiungimento di un obiettivo: MOSTRARE gli INNUMEREVOLI punti di DEBOLEZZA.

            Attenzione all’autocelebrazione. Spesso sento dire che il 90% delle opere d’arte del mondo stanno in Italia!

            Chi lo dice? E cosa è opera d’arte e cosa no?

            Siete mai stati ad Istanbul?
            Avete mai visto la moschea da cui è stata tratta ispirazione per fare piazza San Pietro?
            Siete mai stati a Pechino?
            Siete mai stati a Mumbay?
            E Barcellona, Madrid, Parigi, Londra, Amsterdam?

            Ed io non sono un gran viaggiatore.

            Sintetizzo il mio sogno:
            visto che l’agopuntura ha impiegato 50 anni per farsi riconoscere dall’OMS, mi auguro che non servano altri 50 anni prima che in una università occidentale si cominci a studiare il sistema energetico sotteso.

            E si perché oggi, 2014 la situazione è la seguente (ridicola ma vera).

            OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, riconosce l’agopuntura come TERAPIA MEDICA!

            Io sono contento come cittadino, infatti per TUTELARMI, l’OMS dice “SOLO un MEDICO può INFILARE AGHI in un corpo umano. BENISSIMO io sono FELICE per questo.

            SCUSA io SONO il DOTT. TAL DEI TALI, VORREI STUDIARE come funzionano questi AGHI, questa TERAPIA MEDICA RICONOSCIUTA DOPO 50 ANNI, dopo posso studiare?

            DA NESSUNA PARTE!!!
            QUANTO È RIDICOLA QUESTA SITUAZIONE?
            Quanti anni serviranno prima di avere l’umiltà di coinvolgere l’UNIVERSITÀ di PECHINO e dire SCUSATE QUALCUNO CI FA CAPIRE QUALCOSA SU COME CAZZO FUNZIONANO QUESTI FOTTUTISSIMI AGHI?

            Scusate la VOLGARITÀ ma considero l’assenza di intelligenza ben più grave di una banale volgarità, la volgarità non ha mai ucciso nessuno la mancata applicazione dell’intelligenza SÌ!

          • paolonesi

            @ MICHELE AMATO
            da PaoloNesi 5 ago 17:30
            .
            Scusa se entro nella vostra discussione che mi sono letta tutta, ma nella quale non voglio inrtromettermi sia perché è una “vostra” discussione, sia perché “l’affaire Mozzi” nasce a mio avviso da un equivoco.
            Sia Samuele che io ci siamo scagliati contro il Mozzi proprio per la sua mancanza di “metodo scientifico” che per le spudorate assurdità che egli propaga.
            .
            Ho fatto studi economici, sono uno statistico di base e mi interesso di matematica e di fisica, ma sono stato tantissimo tempo a contatto della Sanità italiana per ragioni di lavoro….per dire che conosco bene l’ambiente.
            Entrando nel merito, l’equivoco su Mozzi consiste sul fatto che il Mozzi è un povero ometto che sta cercando “di tirar le 4 paghe per il lesso”, visto che come medico era fallito….come succede a molti medici purtroppo in tante altre specialità. Quindi il Mozzi si è “inventato” una tesi (pseudo) scientifica….quella che mette in relazione i gruppi sanguigni con le intolleranze alimentari.
            Ho già qui postato quando più di 20 anni fa un medico mio cliente e amico aveva voluto sperimentare la stessa stessa tesi su di me…..fallì !…..e non solo con me ! arrivando, lui ed altri medici, a smetterla di consigliare simili terapie e dedicarsi ad altro.
            .
            Il Mozzi, vantando la sua tesi, cosa fa ? dice ai suoi pazienti di smetterla di mangiare qualsiasi cosa tranne un po’ di pesce, un po’ di verdure e un po’ di frutta….e fa bene ! Perché vedi, io, Tu, Samuele o qualsiasi altro, potremmo fare esattamente la stessa cosa.
            Togliendo tutto o quasi, se uno ha dei disturbi e questi disturbi dipendono da intolleranze alimentari, è ovvio che, partendo dai postulati di cui sopra enunciati, qualcosa otterremmo….ti pare ! Poi, piano piano, potremmo cominciare a dire di mangiare altre sostanze per vedere la reazione e quindi basarci sul semplice buon senso………questo è quello che fa il Mozzi, ammantando però, furbescamente, i suoi “consigli” sotto la veste delle intolleranze dipendenti dai gruppi sanguigni (non parla mai però dei sottogruppi!).
            .
            Nessuno dice qui, in questo Blog, di coloro i quali sono andati da lui e non hanno ottenuto nulla e lo hanno considerato un ciarlatano ! Non lo dicono perché hanno paura di essere passati da fessi ! Ma io ne ho sentiti diversi !
            .
            Ma la cosa che taglia la testa al toro e che il Mozzi, sollecitato molte volte a cercare di fare ricerche ufficiali delle sue tesi, si è sempre rifiutato o meglio….è sempre stato furbescamente ZITTO….e questo la dice lunga !
            .
            Per concludere….se il Mozzi ha ragione “esperimenti” seriamente la sua tesi a beneficio di tutta l’Umanità, e magari…appunto….salterà fuori che non è il latte a far venire il cancro, come lui afferma, ma il cibo inquinato che danno alle mucche da latte !
            .
            ah…scusami…..una precisazione….l’assenza di intelligenza non può essere grave, perché ci si nasce intelligenti oppure no, quindi se non lo si è non si può giustificarne l’assenza, mentre la volgarità si auto-definisce da sola.
            .
            cordiali saluti………..paolonesi
            .

          • Michele Amato

            Scusa Paolonesi, ma non tollero l’ipocrisia… “scusa se entro nella vostra discussione… non voglio intromettermi” intanto lo sto facendo e mi contraddico da solo nella presentazione figuriamoci dopo…

            Ti auguro di superare questa forma autolimitante con cui ti poni.

            Apprezzerai di me, al di là della forma, i contenuti sempre leali e ricercati mai banali.

            La Verità contiene in se una forma di spietatezza sacra.

            Io non voglio trovarmi a difendere Mozzi che manco conosco. Io difendo una libertà di pensiero e inverto l’onere della prova! Non sono io a dover dimostrare l’esistenza dell’INVISIBILE.

            Fatti carico tu dell’onere della DIMOSTRAZIONE dell’INESISTENZA dell’INVISIBILE!

            Per questo ho chiesto in un post precedente, visto che in questo blog vi riempite la bocca con paroloni SCIENTIFICI, riviste SCIENTIFICHE,
            British Medical Journal,
            New England Journal of Medicine

            Nature
            Science

            qualcuno mi può indicare l’articolo in cui si dimostra scientificamente l’inesistenza dell’invisibile?

            Riformulo la domanda: “In quale anno la scienza è diventata materialista”?

            Volgarità o meno, sono convito che ogni essere umano abbia la propria dote minima di intelligenza che spesso non viene usata. È questo il caso che, dicevo, è ben più grave di qualsiasi volgarità pronunciata a fin di bene, per stuzzicare e per stimolare l’applicazione della dote minima che il Progettista Universale ha previsto anche per i più sprovvisti!

            Poi dalle mie parti si dice “ai spruvvist ji aiut Crist” più o meno “La Provvidenza (Cristo) aiuta gli sprovvisti”.

            Ah già ma voi siete ATEI, con voi si parla solo di cose tangibili. A proposito i raggi X esisteva anche prima che i Curie & C. imparassero a manipolarli, misurarli ecc.

            La domanda è Esiste solo il misurabile o Esiste solo il percepibile? E se qualche forze esiste, la avverto ma non la so misurare? Esiste o non esiste?

            La forza presente in un cicco di grano che dopo migliaia di anni lo semino, attecchisce e germoglia come si chiama?
            Chi la mai misurata?

            Prendiamo due chicchi di grano. Uno lo congeliamo a -30 per un mese, uno lo lasciamo così com’è.
            Riportiamo i due chicchi a temperatura ambiente.
            Chiamiamo i migliori analisti del mondo.
            Chiediamo di individuare le differenze tra i due, qual’è germoglierà e quale no e perché?

            Risolviamo questo problemino compitino per casa. Diamo spiegazioni prima di tutto a noi stessi e poi riparliamo dei massimi sistemi. Perché se non siamo capaci di distinguere la Vita dalla Morte, se non siamo capaci di distinguere il cibo che Nutre dal cibo che porta in se la morte e la mortificazione della vita, stiamo parlando di FUFFA!

            La notte porta consiglio, secondo me perché è un piccolo anticipo della notte lunga, che separa una Vita da un’altra, ma questa è una convinzione poco condivisa da noi in Europa, per questo io per godermela fino in fondo, ogni tanto vengo qui in Asia. Buona notte.

      • Michele Amato

        Aver pubblicato il mio messaggio ti fa onore e da merito al tuo blog. Detto questo sottopongo una domanda, molto serenamente…

        Visto che ti piacciano tanto le riviste scientifiche ecc. mi puoi citare l’articolo in cui si è DIMOSTRATO SCIENTIFICAMENTE l’inesistenza dell’INVISIBILE!

        In altre parole… in quale anno e con quale dimostrazione scientifica “Scienza” è diventata MATERIALISTA!

        Per inciso, NON segui la Dieta del dott. MOZZI, NON lo conosco personalmente.

        Voglio vivere in un paese però che accoglie chi offre un diverso punto di vista… E ricordati che solo attraverso persone con diversi punti di vista la SCIENZA evolve.

        Nei video visti, non ho mai sentito dirgli “questa è una nuova teoria ecc.” NON è così stupido, sa che la dieta dei gruppi sanguigno NON l’ha inventata lui.

        Anche io sono un blogger, a quasi 50 anni mi sono reinventato insegnante, ovviamente precario, dopo aver perso un’azienda che all’apice della sua fioritura contava 40 dipendenti, NON stagionali, ma con contratto a tempo indeterminato, in puglia, in provincia di Foggia, dove le ossa si formano ben bene se non vuoi essere stritolato.

        Ti sto scrivendo da Kathmandu, dove mi sono trasferito per l’estate, per seguire diversi progetti legati a volontariato, beneficenza e percorsi personali, tipo raggiungere a metà settembre l’Everest Base Camp, a quota superiore ai 5.000 senza bombole di ossigeno ovviamente, abbiamo quasi 3 ore di fuso, ovviamente io sono AVANTI (non poteva essere altrimenti).

        Scusa il tono volutamente volgare del post precedente ma SERVIVA a porti qualche domanda? Perché una persona pacifica e tranquilla come me riesce a scrivere lettere INCACCHIATE come quella appena scritta? Che tasto tocchi?

        • Purtroppo la scienza è malvista di questi tempi, forse sta avendo troppo successo, non saprei… penso di aver intuito il tuo punto di vista, non ti piace la scienza/medicina che cerca di curarti con il solo uso di una pastiglia “chimica” piuttosto che comprendere le ragioni “psicofisiche” alla base di certe situazioni di malessere.
          Mi sbaglio?

          Ho letto e ammiro Terzani, penso anche tu… visto che lui è un Italiano che ha adorato l’India e ha sempre apprezzato il modo in cui gli asiatici affrontano le malattie e la morte.

          Detto questo, scrivo una cosa su cui secondo me concordiamo: la medicina e in generale la salute umana è terribilmente complessa.
          In fisica e matematica è “facile” trovare cause ed effetti, la medicina invece deve per forza collegarsi con altre discipline quali la biologia, la chimica, la fisica, la psicologia…
          In molti casi quindi dare una pillola non risolve nulla perchè il problema è psicologico. Molte persone inoltre esagerano e si riempiono di farmaci anche se non ne hanno bisogno.

          Fin qui concordiamo?

          Vorrai però ammettere che la medicina del XX secolo ha portato grandi benefici, per chi la usa con intelligenza, vero? I successi della nostra scienza sono tali che anche in Cina stanno adeguandosi e per molte malattie usano i nostri medicinali invece che le erbe.

          Inoltre non confondete Mozzi con i paladini della medicina naturale, rischiate di fare una brutta fine… Mozzi dice varie sciocchezze che non hanno alcun fondamento. Negli USA il suo precursore (D’Amato se non sbaglio) ha avuto molto successo e ci sono stati studi che hanno dimostrato che non c’è rapporto dieta->gruppo sanguigno!
          La scienza analizza e se non trova risultati gira pagina!

          Se Mozzi parlasse solo di alimentazione sana e biologica non lo cagherebbe nessuno, invece persevera con i gruppi sanguigni e con gli attacchi poderosi a latticini e glutine (e ho scoperto anche alle arance…).

          La cosa spassosa è che sotto il suo nome si mettono tutti i vegani, i vegetariani, i medicina-naturalisti, i newage antiscienza, eccetera, che se ascoltassero bene sarebbero in disaccordo su quasi tutto (Mozzi dice al gruppo zero di mangiare molta carne per esempio!) ma ognuno ascolta solo ciò che vuole sentire e ci si sente una grande comunità contro i cattivi della chimica e della medicina.
          Bah!

          Buona permanenza in Tibet, dev’essere bellissimo! Prima o poi verrò anche io, ma mi porterò qualche medicinale che non si sa mai 🙂

          • Michele Amato

            Finirà che diventeremo amici!!!

            Io mi considero un “Sommatore” e amo e sostengo tutto ciò che somma, alla mia conoscenza anche la tua.

            Da matematico, ti ricordo il Teorema dell’incompletezza dell’aritmetica. Ovviamente bisogna sapere cosa vuol dire “completezza” in senso matematico per capire il teorema di Gödel.

            Io considero la Vita da un punto di vista multidimensionale…

            – Esiste il piano “uno” (potremmo definire materiale), con le sue leggi…

            – Esiste il piano “due” (psichico, mentale) con le sue regole…

            – Esiste il piano “tre”(animino-spirituale) con altrettante regole…

            – Forse esistono anche altri piani da me inimmaginabili…

            La Fisica e la Chimica soprattutto dell’ottocento si fermavano al piano “uno”. Man mano che gli esperimenti si facevano sofisticati queste leggi hanno dovuto essere modificate per contemplare variabili NON prese in considerazioni e che sempre più spesso sono “incursioni” dagli altri piani.

            Va be mi fermo qui perché A) non voglio rischiare di riscoprire l’acqua calda e B) non voglio essere frainteso.

            Questi argomenti per approfondirli devi sentirne il bisogno, altrimenti è come dare informazioni su dov’è la stazione a uno che manco te l’ha chiesto.

            Tu gestisci benissimo il tuo blog, che considero AUTENTICO, ma faresti bene a porti qualche domanda.

            Perché stuzzico così tanta violenza anche in chi per scelte di Vita ha posto tale possibilità in zone molto remote della propria Esistenza?

            Per caso la mia posizione “spontanea” coincide con quella furbescamente costruita di LOBBY di POTERE, come l’industria Farmaceutica e l’industria Alimentare.

            Consiglio la visione di http://it.wikipedia.org/wiki/Thank_You_for_Smoking

            Almeno però il protagonista veniva pagato, farlo a gratis ed essere cavalcato dalle Lobby (che cos’ha poi di tanto speciale il tuo blog da scatenare decine di migliaia di visite… dai Samuele non dirmi che il dubbio non ti è mai venuto… dai… sei poi un ragazzo intelligente…)

            Che questo confronto possa arricchire vicendevolmente ognuno di noi sempre di più… Solo l’ego può essere offeso e sentirsi offeso, tutto il resto quando animato da spirito puro e spontaneo può solo arricchire…

            Caspita ho appena riletto e NON ho trovato neanche una parolaccia né un’offesa personale… e così NON vale… dai un CAZZO e un VAFFANCULO alla fine ci sta bene!!! 😉

          • Sono d’accordo che non si può ridurre l’esistenza alla sola scienza e ci sono altri livelli anche più importanti (e te lo dico da ateo… non c’è solo la religione che può riempire il tuo piano “spirituale”, ma lo saprai bene se sei in Nepal)

            Il modo in cui il piano mentale entra in gioco nella medicina è enorme, l’effetto placebo/nocebo è molto usato e conosciuto infatti (vedi omeopatia, i cui miei articoli sono stati molto più letti di questi su Mozzi e ho rischiato la querela delle Big Pharma Omeopatiche).
            La medicina moderna deve interessarsi di più di questo piano? Sicuramente sì. Io penso che ci voglia uno psicologo di supporto da ogni medico di base, metà dei problemi si potrebbero affrontare in modo diverso.

            Per fortuna mi riconosci l’autenticità del blog, almeno quella!
            Forse ho esagerato a prendere in giro il doc, molti suoi sostenitori si focalizzano sulla presa in giro più che sui fatti, ma non pensavo ci fosse una così folta comunità di “fedeli” mozziani.
            Non sono d’accordo invece sull’accusa di avere le stesse opinioni delle lobby della medicina, ma visto che non sei il primo ad accusarmi prima o poi farò un articolo di denuncia contro gli errori e gli scandali di queste multinazionali.

            Consiglio a tutti di vedere Sicko di Micheal Moore che parla degli scandali della salute “privatizzata” americana ma faccio anche notare che spesso la ricerca di denaro di queste compagnie coincide con la ricerca di nuove cure da venderci, sulle malattie che colpiscono un gran numero di persone sono stati fatti miracoli negli ultimi decenni.
            Altro discorso sulle malattie rare, per cui la ricerca è minima (non valgono tanti $$ e quindi non ci sono investimenti), per quel tipo di malattie ci dovrebbero essere investimenti statali e leggi che obblighino le case farmaceutiche a devolvere una % dei loro introiti in ricerca per malattie a basso ritorno economico.

            Ben venga il confronto, ho imparato molto scrivendo e confrontandomi con chi interviene sul blog!

            p.s. non sono le lobby a farmi fare tanti visitatori, siete voi che fate tanti commenti e fate girare il mio link che mi fate salire nei risultati di google, ho il 70% dei visitatori che arrivano dai motori di ricerca…

  • Aristarco

    Sam, Paolo,

    ma davvero interloquite con il troll, Michele Amato?
    Non lo riconoscete? Non è la prima volta che viene su Blog Zero (anche se ovviamente negherà e poi negherà, perché oggi è un “matematico in quel di Kathmandu”).
    Lo ricordo benissimo perché – proprio qui su Blog Zero, ai tempi dell’omeopatia – abbiamo avuto – io e lui – uno scontro abbastanza acido.
    Sono passati diversi anni ma le caratteristiche sono le stesse: aggressività, anche con toni ingiuriosi e piuttosto gratuita (“….coglioni come te”…. “COGLIONE ma chi CAZZO sei!”), associata occasionalmente a un certo grado di condiscendenza (“Finirà che diventeremo amici!!!”), volubilità e lunaticità da sindrome ciclotimica maniaco depressiva, mescolamento di scientifichese e filosofese che, in prima approssimazione, potrebbero sembrare anche di buon livello, ma anche associato a sciocchezze sesquipedali (“mi puoi citare l’articolo in cui si è DIMOSTRATO SCIENTIFICAMENTE l’inesistenza dell’INVISIBILE!”).
    Se non è Lui, è Suo cuggino!
    Boh! Fate un po’ come volete!
    Io vi ho avvisato! E me ne sto ben alla larga da costui e non ci interagisco di certo!

    Ciao, Aristarco

    • Direi che la nostra discussione è finita qua, non ricordavo avesse scritto anche sull’omeopatia… la domanda sull’invisibilità è splendida 🙂

    • paolonesi

      @ ARISTARCO
      da paolonesi 11 ago
      Hai ragione…..ne prendo atto ! in genere cerco di parlare con tutti (tranne che con le cattolicucce della parrocchietta….sarebbe come parlare al Nulla!), anche se qui il caso è diverso. Ci troviamo di fronte a qualcuno che cerca visibilità soprattutto a se stesso credendo di far colpo con un frasario volgare che si qualifica da solo (come se pensasse che noi potessimo scandalizzarci….roba da ridere !)……purtroppo le fenomenologie della psiche sono varie e tortuose…….ciaooo…..paolonesi

  • Stefano Laffranchi

    Credo che gli esseri umani mangiano cereali (frumento, mais, riso, ecc.) e latte vaccino perché sono alimenti che hanno un rendimento elevato rispetto al lavoro necessario per produrli.
    Se un singolo opossum producesse una quantità di latte superiore ad una mucca, oggi l’uomo berrebbe latte di opossum.
    Non saprei dire quale dei due tipi di latte sia più dannoso.

    • paolonesi

      @ STEFANO LANFRANCHI
      da paolonesi 14 ago
      .
      ahahahahah…..bellissima la tua osservazione !……mi ha fatto pensare all’ipotesi che fossero campati i Mammuth e avessimo allevato le loro femmine come le mucche per averne il latte !…..tutti berremmo latte di Mammuth a go-go…..ehehehehe !
      .
      Ma, parlando seriamente, il latte vaccino fa male, cioè fa venire i tumori come afferma l’omino chiamato Mozzi oppure chio fa male sono i “veleni” che danno da mangiare alle mucche ? oppure il fieno, inquinato dai pesticidi, dato come mangine alle mucche, produce un latte inquinato ?
      .
      Ma per quale motivo il Ministero della Sanità (seeeeeeeeeee……figuriamoci !) non interviene e fa fare una ricerca ?…no ?….no perché magari Bossi si arrabbierebbe perché tutela quelli delle quote latte ? Ma Bossi ormai non conta più nulla……e allora ?
      .
      Una bella , seria e immediata ricerca risolverebbe tutti i dubbi !
      .
      ciaoooo….paolonesi

      • Aristarco

        Sam,
        Ho risposto giorni or sono a questo intervento di Paolo.
        Il mio intervento non era certamente formidabile e se non lo rintracci è lo stesso, però – secondo me – deve essere finito nel tuo spam.
        Ciao
        Aristarco
        (Chissà come il mio nickname monocalpo è andato perso e così anche il mio collegamento con Disqus, per cui – al momento – ritorno solo come Aristarco)

        • Ciao Aristarco, purtroppo il tuo intervento non è nello SPAM, temo che si sia perso davvero, questa volta
          Mi spiace 🙁

      • Michelecech

        ahime, bei tempi quelli in cui le mucche mangiavano fieno…ora negli stabilimenti grandi e piccoli viene dato loro un impasto di mais umido, cosa che fino a qualche anno fa era totalmente illegale..il progresso lo richiede no ? 🙂

        Il danno del latte comunque consiste nel fatto che le mucche vengono riempite di antibiotici (una mucca malata è un danno enorme) e ormoni per crescere rapidamente, e naturalmente il latte, così come la carne, risentono delle sostanze somministrate.
        Consiglio caldamente a tutti di frequentare agriturismi diroccati 🙂

  • Michelecech

    Segue da qualche settimana il dottor Mozzi, non sono un fan, prendo solo ciò che trovo giusto, che credo sia un approccio vada bene per molte cose.
    Innanzitutto dice di provare e indagare sulle differenze, di testare su se stessi e di non affidarsi, insiste inoltre dicendo che l’ alimentazione va variata in relazione a sintomi, e di sentirsi quindi liberi di mangiare ciò che si preferisce, fino a quando non si desidera migliorare la propria salute. Spesso afferma inoltre che fondamentalmente ce lo si sente quando un alimento va evitato, e spesso sono caratteristiche comuni al gruppo sanguigno.
    Credo i maggiori danni li faccio quell’ indemoniata della presentatrice che trovo davvero esagerata e insopportabile, ma lui è piuttosto cauto nel commentare fenomeni. Ad ogni modo lui espone spesso critiche non alla medicina in se, ma all’approccio arrogante che ha la medicina ufficiale, ma non ha mai sconsigliato a nessuno di curarsi con essa.
    Detto questo non comprerò un suo libro, e non seguirò diete sue fino a quando non avrò problemi di salute, nel frattempo ha casualmente azzeccato cibi che prima di sentire lui già evitavo e altri di cui sono ghiotto.
    Ciao !

  • Manuela da Milano

    Io sono del gruppo O positivo ed effettivamente per puro caso o per educazione alimentare ho sempre apprezzato la carne, mi piace moltissimo il latte pero’ ad alta digeribilita’ e non posso mangiare legumi o insalata causa estremo gonfiore intestinale fino ad arrivare alla diarrea, la frutta non la posso mangiare in quanto per me e’ troppo acida e la posso mangiare con qualcosa che contro bilanci come pane ecc. Non credo che comunque il gruppo sanguigno influisca anche perche’ per i problemi che ho come asma, allergie, artrosi, ho gia’ provato varie diete con eliminazione di vari alimenti, senza alcun beneficio particolare purtroppo, comunque prescritte da dietologo e immunologo.

    • Francesca

      Provato a verificare che tu non sia celiaca o gluten sensitive ?
      (Hai descritto sintomi che AVEVO anch’io e ora non ho più, appunto ero celiaca – e l’ho scoperto prima di scoprire la dieta dei gruppi)

  • tuberpippo

    Bravo Samuele. Ma presto capirai che soprattutto in Italia la gente NON VUOLE capire, NON HA VOGLIA di studiare, NON VUOLE che qualcuno la aiuti. Non per niente siamo il paese più cattolico del mondo.
    Ma occorre la scienza per capire che la dieta Mozzi ( che poi il vero inventore è un tale D’Adamo padre e poi figlio) è una bufala? Basta tanta logica quanta ne serve per giocare a briscola. Oppure…basta guardare Mozzi, con i denti neri di fumo e la faccia da novantenne.

    • paolonesi

      @ TUBERPIPPO
      da paolonesi 3 ott 19:33
      .
      Ohhhh…..finalmente una persona simpatica e intelligente…..! Bravissimo Tuberpippo….ora ti chiamerei SUPERPIPPO….EHEHEHEHEHEH !
      ,
      CIAOOOOO…….paolonesi

  • Francesca

    Samuele, nell’altro articolo che hai fatto su Mozzi, mi ero dimenticata di darti un dettaglio. Lo metto qua.
    Sul latte. Il prof. Berrino, Istituto dei Tumori di Milano, ora in pensione, sono anni che spiega che cosa provoca il latte. Dovresti trovare qualche pezzo di conferenza anche su youtube. Berrino non parla di gruppi sanguigni ma sul latte è categorico, PER TUTTI. Ai corsi di alimentazione organizzati dall’Istituto per i malati, è la prima cosa che dicono di eliminare (a vita) – altro che consumo moderato!

    Piuttosto dovresti dire che oggi i medici vedono solo la loro branca e in genere ti rispondono “mangi quello che si sente, un pò di tutto non fa male”. Lo hanno fatto anche con mio fratello (con linfoma non-Hodgkin) che ha dovuto imparare a proprie durissime spese durante la chemio (e dopo, e ancora oggi) che cosa mangiare o non mangiare.
    Domanda: e perché tuo fratello non mangia le cose giuste, dato che ha una sorella così informata?
    Risposta: perché ha talmente fiducia nella medicina ufficiale che mi diceva “ma tu credi di saperne più del medico??!” –
    Beh, ora ne sa anche lui più del medico in fatto di alimentazione, ma l’ha dovuto imparare tramite sofferenze ulteriori rispetto a quelle che già aveva. E tutto perché i nostri medici oggi non sono minimamente preparati. Ce ne sono solo alcuni illuminati, come il prof. Berrino, che infatti non ha una buonissima opinione dei colleghi che ci sono in giro nei reparti oncologici.

    Così, giusto per riflessione….Se non credi alla teoria dei gruppi, considera almeno che Mozzi promuove una dieta molto sana. Forse dovresti dare un’occhiatina a che cosa propongono di mangiare certi estremisti vegani o sul fronte opposto certi estremisti della dieta paleolitica. Questi due “partiti” sì che impazzano, anche online, e squilibrano totalmente l’alimentazione di chi ci casca.

    Ciao 🙂

    • Ciao Francesca, sicuramente il problema dell’alimentazione è stato snobbato per anni, anche perchè è molto soggettivo e la nostra medicina è ottima a generalizzare ma carente nel proporre soluzioni personalizzate.

      Proprio perchè l’alimentazione è così importante non dobbiamo lasciarla in mano a santoni impreparati come Mozzi, lui non propone una dieta sana, propone una dieta che varia in base ai gruppi sanguigni, ti faccio notare che al gruppo 0 consiglia di mangiare molta carne che, come noto, è una pessima abitudine alimentare.

      Per quanto riguarda il prof Berrino, non è l’unico a sconsigliare i latticini alle diete post-tumorali, anche la fondazione Veronesi li sconsiglia, per motivi precauzionali a causa degli ormoni presenti nel latte. In caso di tumore ovviamente è meglio stare iper-prudenti e i vantaggi di un’alimentazione che comprende anche i latticini sono inferiori ai potenziali svantaggi.

      • Francesca

        Samuele, io sono proprio di gruppo 0. E se uno non è gruppo 0 analfabeta o ritardato mentalmente, apprenderà che deve basarsi, più degli altri gruppi, su proteine animali = pesce, carne, uova. Ciò comprende una buona quantità di pesce e di carne bianca, non solo carne rossa, che sarebbe deleterio. Inoltre sia D’Adamo che Mozzi dicono di integrare molta verdura ad ogni pasto (proprio perché mangi più carne) e inoltre DEVI mangiare anche cereali, specialmente riso integrale. Insomma io al momento mangio più sano di tutti quelli che conosco.
        (E se non sto attenta divento un guru pure io perché alcune persone hanno voluto che parlassi loro della mia dieta e ora mi chiamano “dottoressa” – e io ogni volta “non sono medico! E devi chiedere al TUO medico se questi alimenti vanno bene per te”. Insomma….quando le gente si sente bene fisicamente con certi consigli alimentari…..è dura fermare l’onda. Ecco perché non credo che Mozzi sia questione “psicologica”. Quella che invece non condivido per nulla è la Dieta Dukan.
        Sono anni che studio tematiche alimentari, per conto mio, e Dukan mi è sembrato subito un fenomeno commerciale-affaristico)

        Ciao.
        P.s. e capisco che l’aspetto fisico da babbo natale non lo aiuti……
        P.p.s. su una cosa concordate: ateo pure lui !
        Hahahahahahah

        • Francesca però, ragioniamo.

          Mozzi parla del latte come se fosse amianto liquido e causa di tutti i mali poi però consiglia carne a tutto il gruppo 0 e tu riesci a trovare delle scuse?
          Che verdure e cereali facciano bene non lo scopre certo lui…

          Ma una bella dieta mediterranea no?

          p.s. io mangio carne

          • Francesca

            Presumo che sia improponibile dirti di comprare il libro di Mozzi e leggerlo bene….. Sui latticini: Mozzi non è così categorico per il gruppo B (mentre Berrino sì, per lui i latticini fanno male a tutti, anche ai sani, e io concordo con Berrino, per vari motivi – ma tieni presente che lo dico con “atteggiamento mite”, non sono una talebana se uno si mangia un pezzo di formaggio. Le scelte sono personali)

            La differenza con la dieta mediterranea è la seguente. Prendiamo me e mia madre. Io gruppo 0, mia madre gruppo A.
            Ipotizziamo un pasto, prendendo alimenti in comune tra i due gruppi. Pollo o salmone, con riso e verdure. Entrambe dobbiamo mangiare molta verdura, ma mentre io aumenterò il pollo/proteina, mia madre aumenterà il riso.
            Questo viene confermato proprio nel processo digestivo singolo (e non solo nel lungo periodo). Mia madre può “strafogarsi” di riso senza gonfiarsi (mentre io no) – mentre io posso “strafogarmi” di carne/pesce senza gonfiarmi (e mia madre no). Ovviamente ho volutamente estremizzato, perché non ci si deve MAI strafogare, però se capita di abbondare hai un’idea di che cosa significhi tollerare meglio o peggio un alimento.

            E tieni presente che Mozzi invita a tenere un diario alimentare e monitorare e aggiustare la dieta. Su questo dovresti appunto leggere il libro (quello principale sulla dieta, non quello delle ricette) e forse cambieresti un pò idea su Mozzi.

            (Io tra l’altro “cominciai l’avventura” con D’Adamo, che indica anche i grammi di carne consentiti, cioè molto moderati rispetto a quello che mangia l’italiano medio! Poi, quando vidi Mozzi dissi pure io “e chi è questo babbo natale che copia D’Adamo?”)

          • Non è improponibile, anzi, l’ho già letto (era in casa di amici).

            Il libro è cento volte più moderato del Mozzi televisivo, parla molto di auto-analisi (anche se poi divide tutti nelle 4 categorie dei gruppi sanguigni).

            E’ un po’ come chi fa gli oroscopi, dicono entrambi cose verosimili che variano in base a una teoria non scientifica (gruppi sanguigni lui, influsso delle stelle l’astrologia).
            Tutto bene finchè non senti consigli pericolosi come quello di allontanarsi dalla medicina ufficiale perchè tanto tutti i nostri mali deriverebbero dall’alimentazione, ambito in cui lui ha scoperto tutti i cibi che possiamo/non possiamo mangiare.

            L’hai mai sentito in TV? Ecco, è indifendibile e pericoloso

      • Tiziana copponi

        Buona sera, sono un chimico, specializzata in scienza della nutrizione. Il dott. Mozzi non fa nulla di male, anzi!!! ……La medicina ufficiale ne fa molti di più. I protocolli uccidono molte persone. Vai a vedere la classifica delle cause di morte in Italia

        • Che razza di chimici ci troviamo? Abbiamo medici omeopatici e chimici mozziani, siamo davvero messi male.

          Quindi tu da chimico sottoscrivi ciò che dice Mozzi sulle sigarette (non fanno male) e sui latticini (provocano qualsiasi male ti possa venire in mente)?

          Da specializzata in scienze dell’alimentazione sottoscrivi la dieta dei gruppi sanguigni?

          Fammi capire

    • CRISTINA

      MA SE IL LATTE FA COSI’ MALE…..I NEONATI DI COSA SI DOVREBBERO NUTRIRE???????….AIUTOOO

      • Non fa male il latte!
        Soprattutto non fa male ai bambini, le intolleranze arrivano (forse) dopo.

  • davis

    Innanzitutto… chi sei tu per parlare (anzi sparlare) in nome della scienza?

    • Riporto fatti non mi invento nuove teorie, se dico falsità correggetemi ma non attaccatevi alla facile ma sciocca tesi del “ma chi sei tu?”

      Chi è Mozzi invece? Un medico non specializzato che straparla di dietologia, cercando di scardinare una scienza senza usare i metodi scientifici.
      Non siamo più nel medioevo!

  • Guido Norberto Delbono

    possibile che nessuno alla fine dica la verità sono diete disintossicanti tutte uguali più o meno
    come erano e sono tutte uguali le iperproteiche per dimagrire

  • Marco

    Ho conosciuto Mozzi ieri e devo dire che non capisco tutto questo astio, magari prima prova a parlarci prima di sparare a zero, il paragone con Mannoni è decisamente fuori luogo.
    Non sono un fanatico di questo genere di cose, ANZI, sono molto molto scettico ma dopo anni che mi sento dire che per la mia retto colite ulcerosa l’unica cosa che posso fare è prendere medicine ho deciso di fare una prova.
    L’impressione è stata buona, niente diete e niente imposizioni particolari, semplicemente il consiglio (forse banale) di fare attenzione alle reazioni del proprio corpo quando mangiamo e di usare verdura e frutta di stagione.
    Non so se la storia dei gruppi sanguigni sia una cosa giusta o una bischerata, di sicuro non ho visto tutti questi attacchi alla medicina ufficiale né teorie così eretiche né tantomeno il tentativo di vendermi prodotti particolari, cosa invece che mi è successa eccome da un nutrizionista “doc” che mi ha riempito di prodotti misura e simili…
    Vediamo come procede, un consiglio per tutti, pro e contro: cerchiamo di essere un po’ meno fondamentalisti!

    • Samuele

      Sui libri e di persona pare che sia una persona molto più moderata rispetto quella vista in TV… ma io attacco proprio la figura televisiva che arriva al massimo numero di persone con le sue ricette da stregone (non bere latte che guarisci dalla necrosi??).

      Come dici tu, i suoi consigli “buoni” sono piuttosto banali, nessuno gli avrebbe dato peso se non fosse per le sue sparate sui gruppi sanguigni e contro i latticini (e non solo).
      Se una persona dice il 70% di cose giusto e il 30% di cose sbagliatissime io faccio notare le sbagliate, anche perchè quelle giuste le sappiamo già (evitare di eccedere coi farmaci, stare attenti a glutine e lattosio, alimentarsi stando attenti alle reazioni del proprio corpo…)

  • Cristian Visentini

    pulsar non è assolutamente vero! parli per sentito dire. la carne non provoca il cancro e Campbel ha fatto una ricerca a senso unico senza considerare altri studi. cmq non voglio divagare con parole ma ti allego dei dati: http://examine.com/blog/10-awful-myths-perpetuated-by-the-media/ in questo articolo troverai 10 miti sul cibo che vengono sfatati da studi scientifici. per leggere gli studi non devi fare altro che cliccare le frasi in blu. e questo fantastico grafico mostra come lavora la scienza e le pseudoscienze. e dice chiaramente che la scienza no ha la verità in mano, (quella che pensano di avere maghi e medici a-scientifici con un intelligenza fuori dal comune) ma bensì è pronta a rivalutare tutto qualora ci sia qualcosa che la contesti con dati e studi. Ciò che fanno Mozzi, Cambpel, Vannoni etc è semplicemente sparare teorie, ignorare tutte le altre prove e studi fatti e sostenere di aver trovato la verità. Bene se l’umanità ragionasse così ci saremmo già estinti da pezzo, vedi tu…

  • maria grazia

    mi permetto di scriverti(scusa se ti do del tu, ma sono piu’ vecchia di te!) perche’ conosco di persona il dottor Mozzi. io sono di Monza e il Dottore viene a Monza la quarta domenica di ogni mese, per essere precisi , al mercatino del biologico. Quattordici anni fa io ho avuto il cancro al seno, e ringrazio Dio( il mio medico SUPER e capirari Preferito) perche’ sono ancora qui a parlare con te
    Quando e’ successo mi sono affidata prima alle terapie convenzionali e poi a quelle meno convenzionali per riprendermi dai “danni” di quella convenzionale-oggi ho un problema al cuore legato a quelle cure!-Comunque il mio cervello, per adesso, ancora funziona: riesco ad essere obiettiva ed ho mantenuto nonostante tutto i piedi per terra e, ritengo, una buona capacita’ tale da non essere plagiabile, e scusa se e’ poco.!!!!!!!!

    Sfato leggende metropolitane in merito alla chemio e alla radio che guariscono
    Mia sorella e’ morta nonostante tutto, e grazie a “medici” che l’hanno “bruciata” con la radio!!!!Cosi’ altri PAZIENTI che erano impazienti di guarire.Garisce chi non ha ancora raggiunto la sua ora, sono diventata fatalista dopo quella esperienza e mi permetterai di essserlo visto che io la malattia l’ho vissuta in prima persona La chemioterapia non la auguro nemmeno al mio peggior nemico. Le cure anche “ufficiali”, vogliamo chiamarle cosi’, alternative a chemio e radioterapia sono sicura che esistano, ma solo per chi se le puo’ permettere. Dietro l’ammalato ci sono tali interessi da far paura e figuriamoci se le grosse holding farmaceutiche abbandonano cure che rendono benissimo!Non e’ nemmeno vero che le cure naturali guariscano ogni cosa pero’ aiutano a stare meglio e danno una qualita’ di vita migliore, te lo garantisco.Come in tutto devi essere fortunato a trovare medici coscienziosi che amano veramente l’esssere umano e non siano devoti al “rendiconto” (non so se mi sono spiegata bene)La scienza andrebbe utilizzata con COSCIENZA oltre che con conoscenza(che fra l’altro si basa su dati statistici e su risultati a tutt’oggi conseguiti.Ci sono anche nella medicina, cosi’ detta naturale, molti ciarlatani che nemmeno credono a quello che dicono ma lo fanno come gli altri per loro “rendiconto”. Insomma c’e’ un po’ di tutto. Vorrei parlartene piu’ ampiamente ma se mai di persona, non posso rubare troppo spazio.Torniamo a noi.Dicevo conosco il Dottor Mozzi di persona, per quanto sopra.Essendo una curiosa di natura sento tutti e un po’ di tutto, poi traggo le mie conclusioni che sono PER ME e quindi DEL TUTTO PERSONALI, nel senso che ascolto il mio corpo e molto spesso gli do’ retta.Vado da lui una domenica e come al solito c’e’ molta gente intorno al suo banco. Mi dicono che i numeri sono finiti ma io non me ne vado voglio sentire cosa ha da dire, potrebbe essere interessante,ne ho asccoltati tanti, dell’uno e dell’altro tipo, e tanti mandati a quel paese( ormai sono diventata cattiva e glielo dico in f accia quando mi fanno “scompisciare”-come si diceva in un famoso film)Una signora sulla 60ina gli porge gli esami di suo figlio. Ascolto, anche perche’ Lui a voce alta- ripeto con gente intorno – commenta gli esiti degli esami.Sto parlando di una madre, bada bene!.Mi giro per guardarmi intorno e vedo quello che sicuramente e l’ammalato(colpo d’occhio:colore della pelle, stato generale di evidente prostrazione, occhi e orecchie intenti al responso del medico, anche se da lontano.A voce alta, l’oggetto del contendere, lo chiameremo cosi’, si lamenta in modo “vigoroso” perche’ il figlio della signora non ha seguito i suoi consigli di dieta,percio’ sta ancora male!. e aggiunge- ti prego ascolta bene- sempre a voce alta, con questi esami dove crede di andare!!!!!!!. Mi rigiro e rivedo l’uomo ammalato, guardo e suoi occhi e non ti dico cosa vi ho letto!!! La parola disperazione ti dice qualcosa? Ma cosa doveva essere il colpo di grazia finale?Mi dico:Umanita’ ZERO.FOSSE STATO MIO FIGLIO dai immagina cosa avrei fatto al suddetto.Ma non sono i medici della medicina ufficiale quelli cattivissimi, che non hanno cuore e che fanno “terrorismo” per farti accettare le loro terapie? Avevo il cuore stretto per quell’ammalato.Decido immediatamente che : quel medico non e’ per me, che non lo consiglierei a nessuno e che e’ meglio che me ne vada prima di dirgnene quatto in faccia o commettere uno sproposito.Non posso dire che schifo, perche’ dicono sia maleducato, ma se potessi lo direi! Agli ammalati dico: per favore guardate bene, ascoltate bene chi vi sta parlando, leggete bene dietro le righe, sopra tutto l’unica liberta’ scegliete quello che volete come cura ma che sia quello che VERAMENTE voi volete. LA VOSTRA VITA E’ SOLO VOSTRA E DI NESSUN ALTRO E NE AVETE UNA SOLA DA VIVERE.Ti saluto e se vorrai scrivermi personalmente io sono qui, fin che Dio mi concede la grazia.Cordialita’ Maria Grazia

    • maria grazia, sono di Monza anche io e anche io ho visto Mozzi a piazza Carrobiolo, con il suo gruppetto di fan.
      è un peccato che gli amanti del biologico si facciano prendere in giro così facilmente da tanti ciarlatani, e non parlo solo di Mozzi, ma anche dei biodinamici e degli integralisti vegani, praticamente delle religioni senza senso che però stanno prendendo pericolosamente piede in Europa.

      Tornando a noi, la chemio è un metodo un po’ barbaro per curarsi ma è il migliore che abbiamo, si sono fatti grandi passi avanti e dire, oggi, che la chemio non funziona, è pura follia.
      Non tutti ce la fanno, certo. Ma che vuol dire?

      Le tue mitiche e crudeli case farmaceutiche se avessero tra le mani una cura migliore farebbero talmente tanti soldi che stai sicura che lo verremmo a sapere.

      Comunque sia leggo che ti sei allontanata da Mozzi per il suo modo di fare con la gente… beh meglio per te ma io mi allontano da lui per come tratta la scienza e la medicina! Siamo nel 2015, mi aspetto un minimo di studio teorico e analisi dei risultati clinici da parte di chi propone “rivoluzioni mediche”.

      Lui si comporta da santone ed è sconsigliabile per questo motivo, non perchè si atteggia a dottor House

      • Nicolò Sportaro

        Quindi se “non tutti ce la fanno con la chemio” è giustificabile, solo perchè il metodo barbaro di introdurre veleno nell’organismo umano è accettato nella comunità scientifica, io dovrei accettarlo, secondo te? E che percentuale di successi ha la chemio? Sicuramente molto inferiori al successo che potrei ottenere io, tu , Mozzi o qualsiasi altra persona inventandosi una dieta. Però è accettabile, visto che è scientifica. Signori, gioite, non lamentatevi, morite soddisfatti, morite scientificamente… Scusa,Samuele, ti disturba se io continuo, molto poco scientificamente, a cercare di avere maggiori chance con una dieta propostami da un pecoraio piuttosto che con un cocktail mortale propinatami da un asino in camice bianco? Tanti cari saluti e cordialità vivissime, mi vado a leggere Biancaneve e i sette nani , è molto più realistico delle boiate che scrivi tu.

        • Ma cosa dici Nicolò, la chemio è scientifica proprio perchè ha dimostrato di funzionare, non hai la più pallida idea di come funzioni eh?
          Se hai un tumore cambiare dieta non serve a NIENTE, può servire prima (l’AIRC dà buoni consigli a riguardo, vedi http://www.airc.it/prevenzione-tumore/alimentazione/) ma sicuramente non dopo… la chemio è uno dei modi con cui combattiamo i tumori, non funziona al 100% purtroppo, ma ha dato ottimi risultati, io stesso conosco varie persone che ce l’hanno fatta, con fatica, ma ora stanno bene.

          • Nicolò Sportaro

            L’avrà dimostrato a te, forse, e a tutti quelli che con la chemio ci fanno i VERI SOLDI… per questo, guarda, funziona egregiamente. Ribadisco, essendo un paziente e non uno “scienziato”, preferisco i risultati veri alle teorie confermate da un protocollo che si svolge su pazienti morti o quasi. Sarò padrone di questo o devi venire tu e a tua scienza a dirmi cosa devo fare io? Chiusa parentesi, buon viaggio a te e ai tuoi esimi scienziati (che comunque conosco fin troppo bene per mia sfortuna !)

          • Ah no puoi fare quello che vuoi, naturalmente. Sono favorevole all’eutanasia.

            I risultati veri ci sono, basta volerli leggere.
            “il 63% delle donne e il 57% degli uomini è vivo a cinque anni dalla diagnosi.”

            Le percentuali in certi casi sono ancora basse, purtroppo… ma i miglioramenti sono evidenti. Mi spiace che tu sia insoddisfatto, naturalmente tra medici e scienziati ci sono anche persone pessime, questo non significa che tutto il metodo scientifico e la medicina siano sbagliate.

            Info:
            http://medbunker.blogspot.it/2009/04/il-cancro-oggi-le-statistiche-di-cancro_26.html

          • Nicolò Sportaro

            Vivi a 5 anni ? E come ? E chi mi dice che quelli che sono guariti non guarivano ugualmente anche senza chemio ? Tutto è perfettamente sovrapponibile, nell’uno come nell’altro caso, solo che tu sei abbacinato dalla scienza e io no. Le grandi intuizioni, anche e soprattutto nel campo scientifico, hanno sempre trovato la più strenua opposizione proprio dagli scienziati. E questo per una sola questione, il dover disconoscere quello che si era acquisito nel corso di decenni di consolidata “prassi”. La salute umana non può e non deve essere condizionata da questi giochini di potere. C’è un giro di miliardi in euro attorno alla salute e chi tocca i fili muore. Altro che gli 80 euro presunti del dottor Mozzi! Quanto costa un flaconcino di chemio? Quanti soldi costa allo stato un malato di diabete (e quanto rende a tutto il circo che ci mangia sopra ? ). E quanto si prende uno specialista qualsiasi che ti guarda gli esami (se lo fa) e poi distrattamente ti dice: vabbè, prenda questo per adesso, vediamo come va e poi… Capito? Prima la cura e poi la diagnosi. Alla faccia del metodo scientifico ! Qua siamo alla fiera degli indovini, al baraccone dei maghi. Tienitela stretta certa scienza, abbiamo capito ampiamente cosa intendi per essa. E’ il cuore all’altezza del portafogli, per tutti quelli che ci campano sopra. E intanto le persone con la dieta mediterranea continuano ad avere infarti, colesterolo, diabete, e così via… ma quella occorre farla bene, vero? Sempre due pesi e due misure. Ok, buona giornata !

          • Leggiti l’articolo e cerca informazioni serie invece che attaccarti ai “geni della lampada” che vedi su telecolor, la TV più furba della lombardia, ha trovato il modo di fare audience alle vostre spalle.

            Siamo così tanto al livello dei maghi che, guarda un po’, l’età media è arrivata agli 80.
            La dieta mediterranea non la fa più nessuno, ci rimpinziamo di carne, dolci e merendine e poi ci lamentiamo che non stiamo bene.
            Buona giornata anche a te

          • Nicolò Sportaro

            E i medici e compagnia hanno trovato il modo di arricchirsi alle spalle della povera gente. Tanto paga lo stato, vero? Finirà prima o poi sto magna magna…

          • eh sì perchè i medici si divertono a veder la gente malata… solo Mozzi ci salverà.
            Ma per favore

          • Nicolò Sportaro

            Non è che si divertono, ci guadagnano, è ben diverso! Qualsiasi malattia, nelle mani di certi baroni, diventano fonte di lucrosi guadagni continui nel tempo. Nessuno si preoccupa di cercare la causa e far guarire le persone. A chi importa? Solo al paziente, il resto, medici, informatori, case farmaceutiche e compagnia ci campano sopra alla grande Congressi nei più bei posti del mondo, privilegi, prebende… Dai, un pecoraio come Mozzi o un galantuomo come Di Bella disturbano questo stato di cose. E’ questa l’unica realtà, del resto, del voler fare del bene ai pazienti…. ma chi ci crede? Basta vedere come ti trattano negli ospedali, nei loro lussuosi ambulatori privati… Ma tu sei davvero convinto di darla a bere anche a me? Io ci sono dentro questo mondo, bello! Tu non sai nemmeno cosa sono capaci di fare. Resta nelle tue illusioni pseudo-scientifiche e prega il tuo Dio, se ne hai uno, di non dover mai fare ricorso a certi, ripeto, asini in camice bianco. Asini che per lo più, sono anche arroganti e presupponenti. Terminiamo qui, parliamo lingue diverse, ho sprecato anche troppo tempo per oggi. Salute!

    • Cristian Visentini

      Mariagrazia purtroppo quello a cui hai assistito è gravissimo. Mozzi è davvero pericoloso e con lui chi continua a mandarlo in onda. Mi accosto fermamente all’opinione di Samuele, il suo orrendo modo di trattare la scienza e la medicina ufficiale allontana le persone dalla realtà e dalle vere cure. lo possiamo vedere dai commenti che si leggono in questo blog. Si evince dalla psicologia che c’è dietro a chi sostiene Mozzi,che pur essendo una bassa percentuale (che poi così bassa non è) si rifiuta di accettare la realtà dei fatti. Attaccano chi ha scritto questi articoli, quando l’autore si limita solo a riportare dei fatti discostandosi fortemente dalle insensate teorie di Mozzi, scrivendo in maniera comprensibile pressoché a tutti, riportando dati e studi scientifici e criticando il modus operandi delle pseudoscienze. E vedo che la maggior parte dei commenti sono aspri, a senso unico e in difesa di Mozzi, nonostante ci siano tonnellate di prove CONCRETE che sostengono l’opposto.Niente!non una domanda del tipo: ma forse è il caso che ci ragiono un po su?, forse sono difronte a un ciarlatano?…..il nulla più assoluto . E questo personalmente nel 2015 è triste.

  • Mauro De Vecchi

    permetto anchio di dirti che grazie a lui a me è passato un problema sotto la lingua..
    quando i medici invece volevano operarmi a tutti i costi grazie a lui non sono stato operato grazie mozzi…
    mi avevano detto che non sarebbe andato via spiegatemi perche seguendo il mozzi è andato via?
    è ovvio che quando una persona dice queste cosee vere contro la medicina si cerca di fare il possibile per intralciarlo..
    gli altri fanno solo per soldi

    • Mauro il tuo racconto mi ricorda quello sentito anni fa, c’era una signora che faceva sparire le verruche applicando dei fili d’erba. Non si capiva come facesse ma tante persone sostenevano di aver visto sparire delle verruche che avevano da anni dopo aver visitato questa signora.
      Sono certo che non mentissero.
      E allora com’è possibile?

      Secondo me se c’è un difetto della medicina moderna è la sottovalutazione dell’importanza della psiche nelle malattie, i problemi psicosomatici sembrano essere molto più rilevanti di quanto si pensi… a volte una speranza può contare di più di una cura

      Che ne pensi Monocalpo?

    • dotto

      magari saresti guarito anche senza dott, mozzi, cmq se magari ci spieghi quale era il problema e come il dott mozzi ti avrebbe aiutato potremmo fare una valutazione piu seria, grazie.

  • Anna

    Io mi ritrovo in queste considerazioni!grazie!
    Mio padre ha iniziato questa dieta un anno e mezzo fa e si è ridotto pelle e ossa, ormai siamo all’ anoressia.
    Purtroppo non ci ascolta …questo dott Mozzi gli ha fatto il lavaggio del cervello!
    Non sappiamo più che fare!

    • Caspita Anna mi spiace, non sei la prima a dire queste cose. Credo dovresti mandare una mail all’ordine dei medici di Piacenza che sta indagando sul dottor Mozzi, vedi qui:
      http://www.ordinemedici.piacenza.it/images/stories/Liberta/Pagani_caso_Mozzi.pdf

      Molte persone non soddisfatte dai risultati della dieta abbandonano semplicemente Mozzi, chi è soddisfatto spesso diventa “fedele” e proselita, tuo padre purtroppo è proselita anche se insoddisfatto… è pericoloso!

    • Cristian Visentini

      ma è magro e sta male sia fisicamente che mentalmente per caso?

  • Mauro De Vecchi

    secondo me samuele anche se avesse torto non fa del male a nessuno facendo mangiare cibi biologici..io con il mio problema non posso fare altro che darli ragione.. ma anche se doveva passare da solo i medici volevano operarmi e mi hanno detto che non sarebbe mai andato via… se fossi in voi proverei a fare quello che dice non proprioi tutto ma un po si

    • Guarda Mauro che Mozzi non dice semplicemente “mangiate cibi biologici”, altrimenti non lo ascolterebbe nessuno (lo dicono già in tantissimi).

      Mozzi è famoso per andare in TV e gridare contro i latticini (che sono più cancerogeni delle sigarette e causano ogni male), contro pane/pasta (il glutine farebbe male a tutti) e a favore di una dieta basata sui gruppi sanguigni (che non ha senso).
      Inoltre non passa giorno che non cerchi di allontanare la gente dalla medicina ufficiale e avvicinarla alle sue idee (non avvalorate da nessuna ricerca scientifica).

      Prima di commentare leggerei almeno cosa scrivo nei vari articoli. L’alimentazione è importante e se la gente che è passata alla dieta Mozzi avesse sempre rispettato la dieta mediterranea (fatta bene però) probabilmente non avrebbe avuto alcun miglioramento evidente

    • pcaman

      I
      gruppi sanguigni variano moltissimo tra le diverse popolazioni,
      senz’alcun collegamento con il tipo di dieta seguita durante
      l’evoluzione. Questo implica che i geni dei diversi gruppi sanguigni non
      hanno subito una pressione selettiva, che avrebbe favorito il migliore
      in base all’alimentazione etnica. Quel che è successo nel corso
      dell’evoluzione, invece, è che si sono affermate in seguito all’avvento
      di agricoltura e pastorizia mutazioni vantaggiose, come la tolleranza al
      lattosio, che permette, a chi ne è portatore, di metabolizzare lo
      zucchero del latte anche in età adulta

  • Mauro De Vecchi

    se poi vedi che non fa niente puoi lasciare stare

  • Mauro De Vecchi

    questa è di una risposta che a dato il mozzi

    Lei sostiene che le malattie sono correlate a cibo e gruppo sanguigno. Non mi pare una teoria scientifica?.
    «Infatti è statistica, frutto di 40 anni d’osservazioni prima di tutto su me stesso, a cominciare dalle tonsilliti scatenate dalle fragole e dalle bronchiti provocate dai fichi. Poi estese ad almeno 70.000 pazienti affetti da malattie che ho curato correggendo l’alimentazione. In Italia vi sono 4 milioni di diabetici. Potrei dimezzare questo numero nel giro di un anno. Ma poi i produttori d’insulina e i diabetologi di che camperebbero?».

    • Monocalpo

      Certamente…. e – dato che è sufficiente “osservare” – si vede che i milioni e milioni di persone che per secoli e secoli, dai tempi di Adamo ed Eva, in tutto il mondo, ad ogni latitudine e longitudine, hanno cercato di scoprire il segreto dello star bene, non hanno avuto tonsilliti scatenate da fragole e bronchiti provocate da fichi!

    • raw
  • Mauro De Vecchi

    ti pare che veronesi non sa ste cose sicuro lo sa pero fa apposta perche se no chi produce le medicine fallirebbe

    • Monocalpo

      Non puoi essere vero!
      Non può davvero esistere una persona che riesca davvero a credere alla favoletta di un Veronesi che conosce le “cose”, però non le divulga per evitare il fallimento di chi produce medicine!
      E magari in questo modo si arriva a credere anche a Topo Gigio e alla Fata Turchina, che sarebbe comunque già più plausibile!
      Non ci posso davvero credere!!

      Cordialità

      Aristarco monocalpo

      P.S. Paolo hai sempre un posto sull’inginocchiatoio con i ceci crudi, nevvero?!

  • barbara

    Buongiorno,
    nel giro di 2 anni mi sono imbattuta in questa dieta per ben 2 volte.
    Ammetto mai seguita perchè da intollerante al latte e al glutine già di mio so che mi fa male. premessa gruppo zero negativo ergo mangiatori di carne…
    tornando alla dieta e a molte risposte che ho letto posso solo dirvi alcune osservazioni/esperienze.
    a) mia madre ha avuto, 30 anni fa esatti, un tumore al seno, presa per i capelli (come ci dissero), 2 anni di chemio, guarita totalmente… per la cronaca: se è vero che il latte fa venire i tumori mia madre avrebbe dovuto morire 30 anni fa xkè mangia solo quello molto più volentieri della carne (nonostante il suo zero+)… evitate di dire cose tipo: “se non lo mangiava magari manco gli veniva il tumore” xkè se il latte facesse venire tumori nei successivi 30 anni forse ne avrebbe dovuti avere altri 6… ergo fate vobis … per la cronaca ha 80 anni e a parte essere un pò sorda è in gambissima, indipendente e mi bagna il naso…
    b) ho letto da qualche parte “quando ero celiaca e ora non lo sono più con la cura del mozzi”… veramente non si guarisce dalla celiachia semplicemente se non mangi glutine stai bene… come sopra scritto: sono anche intollerante al glutine
    c) nel mio caso il dottor mozzi dice che il tè è veleno mentre la camomilla fa bene… ebbene come mai se bevo camomilla non dormo e vomito ma se bevo del bel tè nero mi sento un leone e mi passa persino la colite??? mistero…
    d) ho dei cugini che si sono votati alla dieta del dottor mozzi… dicono di sentirsi bene ma hanno metodi di approccio differenti… l’uno è un talebano della dieta che ha perso 10 kg in 2 mesi (ed era già magro, molto magro – e a mio avviso tra poco manco starà + in piedi) e l’altro che afferma che se tieni presente alcuni suggerimenti è vero che migliori ma che ogni tanto uno strappo è più che lecito xkè ha notato che psicologicamente è triste e che preferisce mangiarsi una tazza di latte e biscotti che incattivirsi…
    e) soya… direi che come alimento è troppo controverso per farmi diventare un adepto della soya…
    f) privazioni ne ho già di mio…e ne ho fatte tantissime negli ultimi 20 anni e non mi è certo servito il dr mozzi per capire ciò che mi fa star meglio e ciò che mi fa male e ho una dieta personalizzata ad hoc però una cosa l’ho imparata che l’approccio psicologico a qualsiasi patologia/malattia e anche ad una dieta è fondamentale… le privazioni volontarie o no sono sempre difficili da affrontare e leggendo alcune risposte non fatico a convincermi ancora di più che le privazioni volontarie rendono astiosi… incattiviscono già quando sono obbligatorie…
    se volete un piccolo consiglio: seguite una dieta sana si, ma a meno che non siate “vittime” di patologie che vi costringono a privazioni ogni tanto gratificate voi stessi… un bel cucchiaio di gelato (senza glutine) mi ha dato la forza per andare avanti quando la tristezza mi prendeva all’improvviso… e ho affrontato giornate pesanti con più grinta!!!
    pace fratelli…

    • E brava Barbara, grazie per il tuo interessante intervento.

      Il tuo commento mi dà il “la” per far notare che il buon Mozzi suggerisce di mangiare carne al gruppo “0” dei “cacciatori” (li chiama così)… pessimo consiglio, visto che la carne rossa è sicuramente cancerogena se mangiata in grosse quantità, altro che latticini!

      • maurizio

        Mozzi suggerisce di mangiare carne al gruppo 0 perche’, appartenendo le persone di gruppo 0, alla discendenza dei cosiddetti “cacciatori” hanno una secrezione gastrica molto acida

        e quindi piu’ adatta a digerire cibi carnei.Essere piu’ portati a digerire la carne non vuole necessariamente dire mangiare grandi quantita’ di carne….e poi non e’ certo che la carne rossa sia cancerogena, e’ certo che i tipi di cottura ad alte temperature(tipo grigliate) producono nelle carni ” piu’ grasse” sostanze cancerogene.E’la temperatura di cottura che rende la carne “bruciata” e cancerogena. Se poi la si mangia in grande quantita’ come dici, penso che qualunque alimento di origine animale mangiato in grande quantita’ crei qualche problema.Sono contento che la mamma di Barbara(che ha commentato prima) stia bene , ma anche all’Istituto dei tumori le avrebbero consigliato di sospendere l’uso del latte dopo l’intervento al seno;comunque le auguro lunga vita e di seguire l’alimentazione che ritiene piu’ adatta a se’.
        Saluti

        • Lo sai che questa fantomatica discendenza del gruppo zero dai cacciatori è una leggenda a cui credono solo i bambini e i mozziani vero?
          Sembra l’oroscopo, gruppo 0 = cacciatori, gruppo A = nomadi, eccetera… cazzo la biologia è più complessa di così fatevene una ragione

          • maurizio

            Tre giorni fa mi hai risposto dicendo che la sequenzialita’ storica dei gruppi sanguigni e’ una teoria valida anche se non accettata da tutti (come del resto ogni teoria).Quindi, se il gruppo 0 e’ il primo comparso sulla terra e i primi uomini sono stati indubbiamente cacciatori ,e non agricoltori o nomadi,non vedo cosa c’entrino le leggende mozziane.I”ricercatori delle origini dell’uomo ”
            concordano sul fatto che tutti gli esseri umani,di qualsiasi colore della pelle, trovano le loro origini nei cacciatori e raccoglitori africani vissuti circa 150000 anni fa.Se volete insistere sulla non scientificita’ delle teorie mozziane, perche’ non c’e’ relazione provata fra alimentazione e gruppo sanguigno siete liberi di farlo (per questo e’ nato il blog),ma se il dato empirico non e’ una sensazione soggettiva di benessere bensi’ un miglioramento dei parametri di laboratorio che il medico curante puo’ valutare e confermare (quindi richiami a plecebi e mesmerismi vari inopportuni) con un rientro nei valori normali,metteteci pure il tarlo delle variabili infinite,che vi piaccion tanto,ci sarebbe o no da aprire un dibattito sui rapporti fra” cibo giusto e guarigione”? Immagino gia’ la risposta,scontata…

            Ippocrate diceva “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo” ….forse lui sarebbe un buon interlocutore.
            Saluti

          • Che banalizzazione maurizio, la sequenzialità è probabile ma non è collegata al nostro modo di vivere che intepretato in modo mozziano è davvero bambinesco, nemmeno alle elementari si banalizza così l’evoluzione storico/culturale dell’uomo…

            Comunque che l’alimentazione sia fondamentale lo dico anche io per primo, ma eviterei di seguire la TV per decidere cosa mangiare, quando ci sono centinaia di studiosi che danno consigli molto più razionali e intelligenti:
            http://www.airc.it/prevenzione-tumore/alimentazione/

  • maurizio

    Pensavo che la sequenzialita’ storica della comparsa dei 4 gruppi sanguigni fosse accettata universalmente ma vedo che metti in dubbio anche questa attribuendola ad una invenzione di P. d’Adamo…Penso poi che il dott. Mozzi non scelga gli alimenti pro e contro a casaccio, come dici tu,ma se e’ vero che gli alimenti contengono Lectine e queste sostanze possono creare fenomeni di agglutinazione (per esempio con i globuli rossi) nel nostro organismo, ecco perche’alcuni di questi stessi alimenti sono “compatibili” con i singoli gruppi sanguigni ad altri no.Questo e’ il motivo per cui ,ad es.,il gruppo B sembra avere piu’ affinita’ col latte, perche’ questo prodotto animale contiene lectine simili all’antigene B.Ciononostante ci possono essere individui gr B che non lo amano o non lo tollerano.Secondo questa teoria non e’ consigliabile introdurre alimenti non compatibili col gruppo sanguigno, soprattutto se si hanno determinate patologie, perche’ probabilmente gli alimenti “sbagliati” hanno gia’ creato danni.Eliminandoli,anche per un breve tempo, possiamo valutare,senza effetto collaterale alcuno,se la teoria e’ attendibile e se vale la pena adottarla come stile di vita o abbandonarla per sempre.I paragoni fatti da te, nell’introduzione del blog, con Wanna Marchi mi sembrano penosi.Per i riferimenti ad articoli d’oltreoceano , tieni presente,da buon critico quale sei,che diminuire il ricorso a farmaci e dando credito alla blood type diet ,in una nazione come l’America, dove in 5 mesi nel 2013 le case farmaceutiche hanno speso 19,4 milioni di dollari per “contributi” a medici ed ospedali solo per proporre un nuovo farmaco anticoagulante in alternativa al Coumadin,e’ a dir poco ridicolo.

    saluti

    • Cristian Visentini

      Secondo me è più penoso “credere” a teorie assurde e prive di oggettività che scrivere un blog come questo. però oh, il mondo è bello perchè è vario giusto? saluti 😉

    • Distorci le mie parole per portare acqua al tuo traballante mulino.
      Non ho mai scritto che la sequenzialità storica dei gruppi sanguigni sia falsa (p.s. non è accettata universalmente ma è comunque un teoria valida), ho scritto che è non c’è alcuna prova che un’alimentazione diversa influenzi in modo particolare un tipo di sangue rispetto all’altro.

      Mozzi sceglie gli alimenti assolutamente “a caso” o meglio, come dice lui, <> (come se provare una teoria su una sola persona abbia un senso).

      Se sei davvero convinto di supportare un uomo e un metodo così per il pure piacere di dar contro alle case farmaceutiche… fai pure.

    • Ah, per quanto riguarda le lectine:

      “Resta ancora molto da capire sui meccanismi immunitari che scatenano reazioni allergiche a certi alimenti, ma forse a smentire il collegamento tra lectine e gruppi sanguigni basterebbe dire che la sensibilità al glutine e la celiachia si distribuiscono equamente tra A, B, 0 e AB. Inoltre, le lectine si trovano in tantissimi cibi, ma chi è intollerante lo è solo verso alcuni. È evidente che i fattori in gioco, genetici e non, siano altri e più complessi”

      Enzi Spisni, esperto di fisiopatologia del tratto digerente e docente al Master di alimentazione ed educazione alla salute dell’Università di Bologna

      Cecilia Invitti, endocrinologa e nutrizionista dell’ Istituto auxologico italiano

      • maurizio

        Ah ,si’ Cecilia Invitti la dottoressa che collaborera’ all’Expo 2015 con la Nestle’nel padiglione della Svizzera per uno studio sulle relazioni tra cervello e cibo…Con la NESTLE’ la multinazionale del cibo piu’ grande al mondo, richiamata piu’ volte dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ per infrazioni ripetute.La Nestle’ e la dottoressa si’ che se ne intendono di cibo e nutrizione…altro che il vituperato dott Mozzi…

        Saluti

        • Cecilia Invitti e la pressoché totale comunità scientifica mondiale, preferisci?
          Un esempio dei molti studi sulla dieta dei gruppi sanguigni:
          “Blood type diets lack supporting evidence: a systematic review.”. The American Journal of Clinical Nutrition

          Poi so bene che, essendo la vostra una “fede”, nulla potrà smuovervi dalla vostra opinione. Poco male, ma non venitemi a parlare di scienza mentre pregate.

  • Mauro De Vecchi

    io comunque portero la mia testimonianza e saro sempre a favore del mozzi.. io saro sempre con lui

    • ecco, scritta così è proprio una religione… ti rendi conto che non ha senso?

  • Mauro De Vecchi

    i medici mi volevano operare hanno quasi preso in giro mia mamma dicendo che non dovevo temporeggiare…. e che il 15 dicembre dovevano operarmi invece togliendo latte e altre cibi il 5 dicembre sono guarito

  • Mauro De Vecchi

    io con il mio problema posso solo darli ragione

  • Mauro De Vecchi

    mia mamma ha avuto il tumore se lo avesse ascoltato magari non lo avrebbe avuto

  • Mauro De Vecchi

    la medicina moderna fa troppe cavolate.. la gente muore come è possibile che non trovano le cure

    • La gente muore sì, brutta storia… è sempre stato così e continuerà ad essere così, c’è poco da fare!
      Con la medicina però si sono fatti grandi passi avanti e sarà sempre meglio, oggigiorno è davvero facile vedere degli ottantenni in piena forma, un sogno rispetto a 40-50 anni fa

  • maurizio

    Se vuoi proporre tu una dieta che dia gli stessi benefici e risolva tanti problemi puoi farlo.Se una dieta diversa migliora il tuo stato di salute lo capisci in breve tempo; in caso contrario torni al tuo solito regime alimentare.Non ti e’ costato niente e non hai avuto effetti collaterali tipici dei farmaci. Dove stanno l’idiozia, i giochi mentali ? Parlane con chi l’ha seguita, fatti dare gli esami clinici prima e dopo e poi concludi se e’una dieta di merda ,come dici tu o no.Poi fai la guerra, poi….

    • Ma sì, facciamo diete a caso fino a quando mi sembra di stare meglio…

  • Marzio loreti

    La verita’ non l avra’ mozzi ma nemmeno i medici che fanno puttanate a tutto andare parlare con il dott Giorgetti richiesto da tutta europa

    • none

      mozzi è un medico a tutti gli effetti, ma spara di quelle boiate che meriterebbe la denuncia

  • Marzio loreti

    Se non credete a mozzi non credete nemmeno a chi va contro di lui! Dubbi dubbi dubitare ascoltare ed anche credere!

    • non è questione di “credere” ma di informarsi e capire.
      Mozzi non è allo stesso piano della ricerca scientifica

    • flo

      Io sono andato da Mozzi. Riceve la gente sul retro di una erboristeria che caso strano vende i prodotti che lui consiglia durante la visita. 80 euro ha voluto e senza ricevuta …..furbetto !!! Poi finito la visita ho comprato qualcosa nella erboristeria ma anche questa mi ha fatto un conteggio con la calcolatrice guardandosi bene da farlo con il registratore di cassa….Questi sono veramente dei furbetti !!!

  • Marzio loreti

    Ma se uno sta meglio con l’effetto placebo e date ste effetto placebo e se uno va dal prof mozzi e sta bene che vada! A cr c’e ‘ una signora che cura il fuoco di s Antonio e vanno da lei anche tanti medici

  • paolonesi

    @ MARZIO LORETI
    @ NONE
    @ MAURO DE VECCHI
    @ ALTRI
    .
    Ognuno ha le sue esperienze, ma pongo da sempre una domanda: se la “cure” del Mozzi sono così semplici ed efficaci, per quale motivo non si fa fare (o fa si che si faccia, insopmma che si richieda) un ESPERIMENTO UFFICIALE guidato da lui stesso, affiancato da Medici inviati dal Ministero Sanità per accertare effettivamente che le cose stanno come dice il Mozzi ?
    .
    Quindi delle due l’una:
    1) o il Mozzi ha ragione e allora gli si dia il NOBEL per la Medicina
    .
    2) o il Mozzi spara cazzate e allora lo si iscrivi a forza all’ IS (Stato Islamico) e lo si mandi a curare i combattenti islamici !
    .
    Come mai il Mozzi non ha MAI richiesto di fare una sperimentazione sulla base delle sue tesi ?
    .
    Paolonesi

    • maurizio

      L’iter per una sperimentazione medico-scientifica e’ lungo e complicato. Se non fai parte di un importante laboratorio, se non hai alle spalle un ospedale importante o se non sei un “nome” importante non ti caghera’ mai nessuno.Certo e’ che il dott. Mozzi si e’ piu’ volte reso disponibile a trattare in contemporanea a colleghi ,specialisti nelle varie discipline, casi clinici di vario tipo per valutare l’attendibilita’ nonche’ la credibilita’ delle sue teorie (che hanno indubbiamente dei limiti).Mi ricordo quando durante una trasmissione televisiva ha detto di aver contattato la Soc. Italiana di Neurologia per organizzare un incontro, con i colleghi che curano l’epilessia nei bambini ,al fine di proporre un approccio alimentare diverso,secondo la sua esperienza efficace nel prevenire o ridurre le crisi dei piccoli pazienti…, ma non ha mai avuto risposta.

      Se si vuol screditare un ciarlatano lo puoi fare sul “campo”: il medico inquisitore seleziona i pazienti,con bagaglio clinico e di laboratorio del caso,li affida al dott.Mozzi e al suo vituperato programma alimentare per tot giorni e poi si valutano i parametri clinici e di laboratorio.E voi pensate che,nel caso in cui le teorie del dott Mozzi risultino diciamo,degne di attenzione per provata attendibilita’,qualche nome importante della Me
      dicina Italiana faccia una conferenza stampa a reti unificate per ringrazia
      re il medico-agricoltore del contributo dato alla scienza? Ma dove vivete?
      ‘Da domani, cari pazienti la farmacia sara’ l’ultima chance, se volete guarire o migliorare il vostro stato di salute modificate il vostro stile dietetico secondo le linee guida tracciate dal dott Mozzi…’

      Ma questa e’ Fantamedicina …..

      Saluti

      • Aristarco monocalpo

        Non ti cagherà nessuno anche se proponi di soppiantare gli aeroplani, le biciclette, le automobili, i treni, gli elicotteri, le motociclette, ecc. con delle carrozze trainate da bianchi asinelli dotati di ali.

        Non è fantatrasporti. È il principio di realtà.

        Cordialità

        Aristarco

    • Aristarco monocalpo

      Carissimo Paolo,
      Il tuo discorso sembra ragionevole.
      Ed invece – IMHO – non lo è affatto.

      Mi ricorda chi chiedeva di fare – ieri l’altro – una sperimentazione clinica sul Metodo Di Bella e chi chiedeva di fare – ieri – una sperimentazione clinica sul Metodo Stamina 🙁
      Quella strada che consigli di perseguire è la strada giusta per prendere cantonate.
      Sembrerebbe una valida proposta finalizzata a perseguire una strada ragionevole e scientifica.
      E invece è – IMHO – una strada fuorviante e cialtrona 🙁

      Si deve essere oltremodo consapevoli, caro Paolo, che dietro all’idea che hai espresso vi è una sopravvalutazione della validità dei moderni studi clinici.

      I “famosi” RCT (Randomized Controlled Trial), in doppio cieco, placebo-controllati, basati su hard end-point, a gruppi paralleli, multicentrici, cross-over o non cross-over, ecc. ecc. ecc. sono, in realtà, di affidabilità limitata.
      Vi è un sacco di gente – anche e soprattutto fra i medici – che nutrono una Fede quasi religiosa sui RCT.
      Io no.
      Occhio: sono indubbiamente strumenti validi.
      Sono – soprattutto – gli strumenti migliori che abbiamo a disposizione.
      Ma non sono privi di pecche. Anzi.
      E quindi?
      Come se ne viene fuori?
      Se ne viene fuori seguendo – con molta umiltà e pazienza – il sentiero accidentato e assai lungo (cioè totalmente privo di scorciatoie) della Scienza.
      E cioè?
      E cioè con un strada che è a metà fra un percorso a ostacoli e una scala.
      Si inizia con una idea terapeutica basata su un solido substrato fisio-patologico e fondata su chiare evidenze di studi osservazionali.
      La si sottopone a un confronto serrato da parte degli addetti ai lavori.
      Se non passa, si manda tutto all’aria.
      Se passa il primo ostacolo-gradino, OK e si prova il secondo gradino.
      Si effettuano una serie di studi in vitro, su cellule e su strutture subcellulari.
      Se non passa il secondo ostacolo-gradino, si manda tutto all’aria.
      Se passa il secondo ostacolo-gradino, si prova ad affrontare il terzo ostacolo-gradino.
      Si effettuano una serie di studi in vivo.
      Se non passa, si manda tutto all’aria.
      Se passa il terzo ostacolo-gradino, si prova ad affrontare il quarto ostacolo-gradino.
      Si effettuano gli studi clinici di fase 1.
      Se non passa, si manda tutto all’aria.
      Se passa gli studi clinici di fase 1, si provano ad affrontare gli studi clinici di fase 2.
      Se non passa, si manda tutto all’aria.
      Se passa gli studi clinici di fase 2, si provano ad affrontare gli studi clinici di fase 3. E cioè – rullo di tamburo e squilli di trombe – i famosi RCT, ovverosia i famosi studi clinici randomizzati, in doppio cieco, placebo-controllati, basati su hard end-point, a gruppi paralleli, multicentrici, cross-over o non cross-over…
      Posso ora elencare svariati RCT di grandi, grandissime dimensioni (e quindi – tra l’altro – costosissimi) fallire miseramente.
      Cosa significa tutto ciò?
      Significa che anche con l’approccio più rigoroso possiamo prendere cantonate.
      Però solo con l’approccio più rigoroso possiamo aspettarci di minimizzare il rischio di prendere cantonate.

      Fare un esperimento clinico a casaccio sul Metodo Mozzi equivale a metterci nella migliore condizione per prendere una gigantesca cantonata.
      Non è così che deve funzionare.
      E come si dovrebbe allora fare?
      Si parte dall’inizio.
      In modo serio e senza fare sconti.
      Domande:
      L’approccio dietetico-terapeutico di Mozzi è fondato su un solido solido substrato fisio-patologico? ed è basato su su chiare evidenze di studi osservazionali?
      Risposta: No, per la prima domanda e No, per la seconda domanda.
      E allora, si manda tutto all’aria. Punto e stop.
      L’approccio dietetico-terapeutico di Mozzi è bocciato.
      É bocciato in modo inappellabile?
      No.
      Rimarrà bocciato fino a che non interverranno nuovi dati da nuovi studi fisio-patologici e da nuovi studi osservazionali che capovolgono i dati attuali.

      Devo però aggiungere – in tutta franchezza – che mi sembra – ahimè – alquanto difficile.

      Ciao
      Aristarco

  • giovanni

    Le ricordo che poco tempo fa veronesi ha dichiarato ufficialmente che la cura di Bella se pensi che è morto come un mentre la sua cura va ….avanti lei dimentica di dice mozzi dubitare sempre e sentire cosa dice il vostro corpo….e poi se il cibo conta poco sulla salute…mangi per sei solo al McDonald’s e vediamo poi le sue condizioni fisicheI in ultimo visto che è così in formato il capo di un centro oncologia di new york quando ha scoperto un tumore al cervello della moglie l ha portata direttamente da di bella…..se chi ci è dentro non ci crede….lmeglio le auguro di stare sempre bene e non dovere cercare la verità su questi argomenti per motivi personali.

  • Asia

    C’è gente che sopravvive anche managiando da McDonald’s! Questi esempi mi fanno veramente arrabbiare, si tratta di singoli casi che hanno nessun valore statistico e tantomento scientifico. Se parliamo dei nostri nonni, intanto,dobbiamo dire che il latte e la polenta non avevano nulla a che vedere con quelli di oggi. La mucca probabilmente l’avevano in stalla e non compravano il latte di bovini allevati in batteria e gonfiati di ormoni. Lo stesso vale per il mais che era certamente più vicino ad un cibo naturale rispetto a ciò che mangiamo oggi. Non sono pro Mozzi, anzi, ma queste afferamzioni sono prive i senso. Oltretutto anche Berrino, che stimo e che ha portato avanti diversi studi su donne operate di cancro al seno, sconsiglia vivamente i latticini.

  • babi

    http://www.ordinemedici.piacenza.it/images/stories/Liberta/Libert%C3%A0_31_luglio_2015_Mozzi.pdf

    L’Ordine dei Medici di Piacenza censura il dottor Mozzi. Dato che il provvedimento disciplinare successivo è la sospensione, lo stesso Mozzi si è ben guardato dal mandarli a quel paese (come aveva minacciato quando sventolava in tv la lettera di convocazione presso l’Ordine), ma ha convenuto di essere molto più prudente nelle sue affermazioni e teorie. Significherà qualcosa?

    • Grazie della segnalazione, a breve aggiornerò l’articolo con questa novità MOLTO interessante

  • Lucio

    I dubbi (che sono poi divenuti certezze) sulla mancanza di scientificità dell’approccio e delle conclusioni alle quali giunge il dott. Mozzi, li ho sempre avuti e sono ormai chiari a tutti.
    Com’é stato già detto, il suo é un approccio limitato all’osservazione di casi singoli e alla formazione di un’esperienza pratica, che pecca ovviamente nel proporre conclusioni di carattere generale, peraltro sempre accompagnate dall’inciso “quando verranno condotte ricerche indipendenti, si scoprirà che…” con il quale chiude le sue asserzioni più impegnative perché é comunque un medico (credo anche attento e colto) e Pasteur é esistito anche per lui…
    In definitiva, pur ritenendolo a pieno titolo parte di quell’irrazionalismo prodotto dall’incapacità sempre più diffusa e credo strutturale di adeguamento alla complessità della realtà, penso sia comunque un personaggio positivo che propone soluzioni intuitive anche condivisibili, tutt’al più innocue.
    Mi sembra ingiusto, quindi, il suo affiancamento a casi di cronaca e giudiziari di truffatori e speculatori, coi quali mi pare non abbia nulla a che fare.
    Anche l’ultimo caso della censura ricevuta dall’Ordine dei medici cui appartiene, mi pare confermi che i suoi stessi colleghi gli imputino solo una superficialità nel diffondere conclusioni di buon senso, spacciandole per verità scientifiche (tali dovendole ritenere, in quanto asserite da un medico).
    In conclusione, sentendolo provo lo stesso fascino che nell’ascoltare i consigli e i rimedi di una volta che, non si sa come e perché, spesso risultano “azzeccati”.

    • Aristarco

      “Anche l’ultimo caso della censura ricevuta dall’Ordine dei medici cui appartiene, mi pare confermi che i suoi stessi colleghi gli imputino solo una superficialità nel diffondere conclusioni di buon senso, spacciandole per verità scientifiche (tali dovendole ritenere, in quanto asserite da un medico).”
      RE: Si deve contestualizzare meglio la questione.
      L’Ordine dei Medici non si è mai mosso contro l’omeopatia, l’agopuntura, il Metodo Di Bella e fino alla fine non ha contestato neppure il Metodo Stamina.
      L’Ordine dei Medici si muove solo in casi assolutamente estremi, come è stato il caso di Tullio Simoncini e il recentissimo caso di Gabriella Mereu, entrambi radiati. Ricordo che il primo curava il cancro – che reputava essere una sorta di micosi – con il bicarbonato, mentre la seconda curava, tra l’altro, avvalendosi dell’ormai mitico “rito della medaglietta”: infilando dentro la vagina una medaglietta con l’immagine della Madonna bastava, dopo l’estrazione dell’oggetto, seppellirlo sottoterra per ottenere grandi risultati.
      Il fatto che l’Ordine dei Medici si sia mosso contro Mozzi significa che lo giudica peggio di omeopatia, agopuntura, Metodo Di Bella, Metodo Stamina, ecc.
      Cordialità
      Aristarco

      • maurizio

        Quando la commissione medica prendera’ provvedimenti disciplinari nei confronti del dott. Mozzi per aver propugnato una dieta in base al gruppo sanguigno che previene o cura in modo naturale e poco scientifico ogni tipo di patologia, spero che abbia il coraggio di rendere pubblico non solo il tipo di” condanna”, ma anche gli esami di laboratorio delle migliaia di pazienti che l’hanno seguita, prima e dopo la dieta da lui proposta.Non penso ci sia qualcosa di piu’ scientifico di un esame di laboratorio che e’ l’unico a poter dimostrare un miglioramento oggettivo dello stato di salute e quindi della attendibilita’ o pericolosita’ di una dieta.Se si volesse screditare Mozzi lo si potrebbe fare in questo modo semplice e scientifico: individuare una certa patologia,quindi selezionare un numero attendibile di pazienti, confrontare gli esami di laboratorio,prima e dopo la terapia medica ufficiale e dopo un mese di dieta Mozziana…Troppo lavoro e troppi rischi per la ipotetica commissione medica. Meglio un richiamo ufficiale, l’eventuale sospensione temporanea o definitiva ed il pubblico ludibrio.
        Ma i valori degli esami di laboratorio saranno sempre li’ a testimoniare qualcosa, forse semplicemente un intuito, un approccio diverso al rapporto cibo salute,una minor dipendenza dai farmaci.
        Il metodo dietetico proposto da Mozzi e’ poco scientifico e critica bile ,quindi proporlo pubblicamente significa correre dei rischi,ma fingere o negare che in una percentuale elevata di casi abbia dato non benefici psicologici ma miglioramenti del quadro clinico e degli esami di laboratorio e’ appurabile da molti di noi nonche’ da una commissione medica idonea.
        E’ ridicolo tirare sempre in ballo i veri Metodi…Stamina, di Bella , l’omeopatia,Wanna Marchi, il mesmerismo ecc ecc. SONO GLI ESAMI DI LABORATORIO CHE FANNO LA DIFFERENZA fra i metodi validi e quelli non validi. I resto sono solo chiacchiere!

        Saluti

        • paolonesi

          @ MAURIZIO
          da paolonesi 16 agosto 15
          .
          Carissimo Maurizio,
          solo ora ho potuto leggere i tuoi post.
          E’ evidente che non hai potuto seguire i nostri post passati nei quali si illustrava “il perché” il Mozzi è un “ciarlatano”.
          .
          Chi dice, come dice l’omeopatia, di curare con acqua fresca distillata, è “un cialtrone”, un “ciarlatano”, in poche parole un truffatore.
          .
          Non vado dunque a ripetere le argomentazioni fatte, ma ti faccio solo una domandina:
          “Come mai, dico MAI, il Mozzi stesso non ha proposto a nessun organo competente o no, di fare una ricerca come si deve ? Una ricerca seria intendo ? Una ricerca “ufficiale” ?
          .
          Vedi, ho postato più volte che se io stesso o Samuele o Aristarco o tu stesso o chiunque altro, dicessimo a nostri “clienti/pazienti” che per curare alcuni loro problemi togliessero tutti i cibi fino ad allora mangiati, poi bevendo molta acqua, si nutrissero solo di insalata di stagione, frutta di stagione ecc. ecc., evitando: carne, latticini, pasta, dolci ecc. ecc., ci vuoi scommettere che ci azzecchiamo almeno al 50% dei casi ?
          .
          Ed è questo il trucco del Mozzi:….la statistica !
          .
          Chi dopo la nostra cura starà bene, ci magnificherà e ci difenderà a spada tratta.
          Chi invece non risolverà i problema dirà: il soliti ciarlatani……….e la cosa finirà lì !
          Per prendere provvedimenti a nostro carico ci vorrebbe molto, molto tempo, ma nel frattempo avremmo guadagnato un sacco di soldi……ci vuoi scommettere ?
          .
          Ciaoooo….paolonesi

          • maurizio

            Caro Paolonesi,
            continuo a sostenere quello che ho scritto piu’ volte ,ma a cui voi non fate mai riferimento e cioe’ che al di la’ del tipo di dieta quello che conta sono : il miglioramento del quadro clinico e degli esami di laboratorio.Gli esami sono ripetibili nel tempo e ci possono indicare eventuali carenze o limiti della dieta .Mozzi ha piu’ volte chiesto un confronto pubblico con colleghi specialisti nelle varie patologie, l’ho sentito io stesso in una trasmissione televisiva chiedere un incontro con i neurologi che trattano l’epilessia giovanile per proporre un approccio dietetico–alimentare alternativo alle terapie tradizionali.Non ha avuto risposte .

            Ho risposto puntualmente ai vostri post in cui si dava del ciarlatano al Mozzi e vi ho ricordato che difficilmente gli amuleti venduti dai ciarlatani modificano in modo positivo i valori dei dati di laboratorio,ma evidentemente abbiamo una idea diversa del “ciarlatanesimo”. Per quanto riguarda le continue allusioni all’Omeopatia come dispensatrice di acqua fresca distillata,ti faccio notare (nonostante il mio scetticismo nei confronti del rimedio omeopatico)che l’OMS da anni ha riconosciuto pari dignita’ all’omeopatia rispetto ad altre terapie mediche.
            Concludendo, se il problema poi sono i soldi ,non so cosa dire .Certo e’ che molti nomi della Scienza medica ufficiale vogliono 400 euro per mettere contro luce la radiografia di un tuo familiare e dirti che ha un mese di vita…
            Forse nel tempo Mozzi verra’ minacciato,zittito,radiato ,ma il suo intuito, la ricerca delle attinenze fra quello che introduciamo nell’organismo e le risposte che abbiamo,il probabile legame fra gruppo sanguigno e cibo compatibile spero che stimolino ricerche sempre piu’ approfondite (ad oggi gli studi sulle reazioni di agglutinazione lectine-globuli rossi,la formazione di ponti lectinici sui villi intestinali…ecc sono esigui e poco credibili). Mozzi probabilmente allora si dedichera’ unicamente alla sua seconda passione: la natura,quella che lo tiene impegnato per la maggior parte dell’anno,semina,potatura,sfalcio,quella che stabilisce i ritmi,i tempi, le variabili,quella che l’ha stimolato a cercare risposte ,quella su cui dovremmo concentrare un po’ di piu’ la nostra attenzione.

            Saluti

          • paolonesi

            @ MAURIZIO
            da paolonesi 17 ago 15
            .
            Carissimo Maurizio,
            ho letto solo oggi il tuo post per difficoltà tecniche del Blog, ma mi sono stancato di precisare queste cose.
            Non è colpa tua se non hai letto i primi post di questo Blog, nei quali…..ripetutamente….si è aergomentato sul Mozzi !
            .
            L’Ordine dei Medici di Vicenza ha “tirato un po’ le orecchie” al Mozzi (ho riportato qui l’articolo), perché la “casta” – dei medici – si difende bene.
            Cmq, il Mozzi, ha detto che “cercherà di essere più prudente” nelle sue esternazioni.
            Non ha richiesto di effettuare una seria indagine sui suoi meteodi, nè, tantomeno, ha denunciato l’Ordine per calunnia o roba simile – coda di paglia !?) !!!!!! –
            .
            Inoltre, con altri medici, molti anni prima del Mozzi, ho voluto sperimentare su me stesso la questione della dieta in base ai Gruppi di Sangue !
            I medici stessi, miei amici e clienti, chiusero le sperimentazioni perché mi confessarono che non servivano assolutamente a NULLA !
            .
            Se ci può essere qualcosa in questo senso potrebbe cadere sulla Genetica, ma per ora siamo lontanissimi.
            .
            Per quanto riguarda i risultati del Mozzi, come ho detto e ripetuto, basta applicare un po’ di statistica:
            .
            “se si toglie tutto al paziente, gli si dice per un paio di settimane di bere solo molta acqua e di mangiare solo verdura e frutta fresca di stagione, molti malanni spariscono.
            Questa dieta funzionerà sia se la applica il Mozzi, te io, Samuele e qualsiasi altro, e per qualsiasi gruppo sanguigno, per il 50% dei soggetti …ci vuoi scommettere ?”

            .
            E’ qui che il Mozzi ci gioca:…..sull’acqua fresca (come per l’Omeopatia) e sulla statistica. Nient’altro !
            (nient’altro un cavolo ! “l’altro” è che ci guadagna un sacco di soldi !)
            .
            Ma se ci guadagna un sacco di soldi e non fa danni….beh, pazienza…raggira un po’ la gente e bsta (cioè a dire “l’altro” 50%); il fatto che che causa danni, come afferma l’Ordine dei Medici di Vicenza !
            .
            Saluti.

          • Lucio

            Una sola domanda, rivolta a Paolonesi e soprattutto ad Aristarco: a cosa si deve la vostra spocchia nel replicare a Maurizio e in generale nell’affrontare l’argomento dell’attività medica e divulgativa dott. Mozzi? Parafrasando il sottotitolo del blog, sono gradite risposte “no perdiserenità”. Grazie.

          • Aristarco

            Ti rispondo con una domanda (retorica).
            Immagina, Lucio, di entrare in una discussione su un blog relativa all’opportunità di affidarsi a Babbo Natale. E, dopo un po’, ecco che un interlocutore ti si rivolge direttamente per “Una sola domanda” e cioè “a cosa si deve la [tua] spocchia […] nel replicare […] e in generale nell’affrontare l’argomento dell’attività [dispensatrice di doni e bontà di Babbo Natale]?”
            “Ho davvero avuto un atteggiamento spocchioso?” Ti chiederesti, leggendo la domanda.
            E ripensandoci, non te la sentiresti di escluderlo.
            Ma, in tal caso, cosa risponderesti?

          • Aristarco

            Cosa risponderesti, Lucio?
            Bè, non posso sapere cosa Lucio ESATTAMENTE risponderebbe.
            Ma io risponderei così:
            “Non sono io che sono spocchioso: sono gli altri che ancora credono alle favole!”.

            Cordialità
            Aristarco

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 9 set 15
            .
            “Non sono io che sono spocchioso: sono gli altri che ancora credono alle favole!”.
            .
            Elementare Watson….elementare !!!….ahahahahahah
            .
            P.N.

          • paolonesi

            @ LUCIO
            da paolonesi 8 set 15
            .
            Ops…chiedo scusa, solo ora ho letto il tuo post di 5 giorni fa.
            .
            Respingo decisamente l’atteggiamento di “spocchioso”; termine che mai nessun mio ex studente, a quanto mi risulta, mi ha MAI dato; né nessun altro al di fuori dell’università.
            Ma questo non significa, mi dirai ! ok, d’accordo questo non significa nulla, ma ritengo però di sapere alla mia età se sono o no spocchioso, e quando e dove .
            E in questo caso non mi sembra di esserlo stato !
            (però tutto è possibile ! Tuttavia me lo dovresti argomentare, quantomeno…non accusare e basta !)
            .
            Ho cercato da tempo di argomentare sul Mozzi, avendo conosciuto di persona molti medici simili a lui.
            Ho avuto esperienze….”alimentari” e di “diete alimentari” con medici che prima del Mozzi mi avevano detto le stesse cose, senza risultati, ne a me, ne ad altri.
            .
            Il sistema per cui il Mozzi riesce ad operare l’ho argomentato, così come ho argomentato il perché si possa definire un medicastro da strapazzo ….”che tira le 4 paghe per il lesso”.
            .
            Ma se così non fosse, e mi sbagliassi, allora non si capisce perché la Medicina Ufficiale lo considera una specie di cialtrone….e difatti lui chiese scusa tempo fa !
            Senonché la casta dei medici, che è una CASTA – e di cui ho esperienza per aver vissuto una vita tra i medici e nella sanità – non lo ha RADIATO per ragioni “di opportunità professionale” (leggi: la Casta si difende, come la Chiesa ha sempre difeso i preti accusati di pedofilia !).
            .
            La mia accusa quindi non è per il Mozzi, ma per la Casta e per tutte le Caste e per tutti quei poveracci che credono ancora ai “miracoli” invece che alla Scienza e al ragionamento scientifico.
            .
            Perché, se non l’hai ancora capito, il Mozzi fa credere ai miracoli tipo: “alzati e cammina”, ti sputo negli occhi così ci vedi”, “tutta quest’acqua deve essere trasformata in vino d’annata DOC !”….ecc. ecc.
            .
            Ma se così non è…allora perché il Mozzi non ha richiesto ufficialmente una seria sperimentazione ufficiale ?”
            .
            Qualcuno dice che l’ha detto, ma non mi risulta però che l’abbia mai fatta quella richiesta ufficiale !
            .
            Per finire, chi ti dà la “spocchia” di dire a me o che peggio a Aristarco che siamo spocchiosi ?
            Io accetto sempre qualsiasi argomentazione.
            Tu, per ora, non me ne hai fatta alcuna nel merito !

          • maurizio

            Salve.Ben rientrati dalle vacanze estive.Sono sorpreso dalla capacita’ di Lucio di stimolarvi attribuendovi il termine “spocchiosi”…a me ha fatto un po’ ridere sia i’aggettivo che la vostra reazione: sembra abbia colpito nel segno.In realta’ la vostra indubbia preparazione ,la capacita’ di argomentare, di discernere il sacro dal profano,di indicare agli ingenui i pericoli nascosti fra le pieghe della pseudoscienza e di tutto cio’ che non e’ scientificamente provato,di non considerare minimamente probatori gli interventi di chi sostiene di avere migliorato il proprio stato di salute o addirittura di avere sospeso l’uso di farmaci semplicemente adottando la dieta di Mozzi,di pretendere serie sperimentazioni ufficiali da parte del dott Mozzi sapendo che nessun medico senza un supporto di laboratori ed ospedali di fama intraprenderebbe mai un iter tanto lungo e complesso,di considerarmi un ingenuo ragazzino affetto dalla sindrome di Dunning-Kruger ecc ecc, tutto cio’ ,dicevo, puo’ essere riconducibile ad un atteggiamento un po’ spocchioso.

            Del resto per Mozzi avete usato termini ben piu’ offensivi che possono non risultare graditi a chi, vostro malgrado, ha beneficiato dei suoi consigli dietetici : persone che hanno cercato piu’ volte di intervenire nella discussione con argomentazioni piu’ che valide,anche con patologie serie migliorate dal punto di vista clinico e di laboratorio solo con la dieta…ma da parte vostra solo richiami al rientro nella Medicina Ufficiale, ai pericoli di una dieta senza fondamento scientifico.La Dieta Mediterranea invece ,un modello idealizzato dalla societa’ consumistica e’ lo stile alimentare di riferimento per lo status di

            benessere…peccato che le regioni mediterranee d’Italia siano quelle in cui si soffre di piu’ di patologie legate all’alimentazione,obesita’, diabete ecc.

            Saluti

          • paolonesi

            @ MAURIZIO
            da paolonesi 9 set 15
            .
            Bentornato Maurizio,
            .
            Mah, in verità, veramente, non penso proprio che il termine “spocchioso” mi abbia colpito. Diciamo che mi aspettavo molto, molto di peggio, ma quel termine mi è sembrato semplicemente “ridicolo”, e, diciamo, la “responsabilità” è di chi lo ha affermato, quindi non sto più nemmeno a commentarlo.
            .
            Fammi fare solo una breve nota a una tua affermazione nel tuo post che, abbi pazienza, ma è proprio falsa (ma forse non hai letto bene alcuni miei post o perlomeno non tutti !):
            .
            Tu hai scritto: “……., di non considerare minimamente probatori gli interventi di chi sostiene di avere migliorato il proprio stato di salute o addirittura di avere sospeso l’uso di farmaci semplicemente adottando la dieta di Mozzi.”
            .
            Quando mai ho messo in dubbio chi ha sostenuto e sostiene di aver migliorato il proprio stato di salute con una dieta alimentare (nella fattispecie quelle del Mozzi ) ?
            .
            Anzi, il contrario !.
            .
            Addirittura ho ipotizzato che io stesso, tu, Aristarco, Samuele o chiunque altro può fare le stesse cose, avendo un buon 50% di probabilità di azzeccarla – (seguendo una certa procedura che ho descritto) -(rileggiti se vuoi i numerosi post sui quali ho scritto proprio così).
            .
            Difatti, nella mia ipotesi (confutabile, ci mancherebbe !), le persone che affermano di avere avuti benefici dalle diete mozziane, appartengono verosimilmente a quel 50% di casi andati bene.
            Gli altri, cioè quelli che non hanno avuto beneficio, o che peggio hanno avuto problemi, non si fanno ovviamente vivi per non essere burlati.
            .
            Ora, è’ vero che l’Ordine dei Medici si difende (più volte li ho visti all’opera), ma ci sono casi in cui l’Ordine deve intervenire non solo per questioni di Casta, ma di rispetto delle regole, altrimenti……. ” va tutto a puttane”.
            .
            Ma come si è difeso il Mozzi ?
            Ha insistito sulle proprie tesi “mediche” ?
            No affatto !
            Anzi, si è scusato e ha detto che non farà più “birichinate” (cioè a dire che seguirà a fare quello che ha fatto e che ho descritto in sommi capi per “tirare le 4 paghe per il lesso” ! )
            No !?, non è così ? E allora perchè non denuncia l’Ordine dei Medici di Vicenza ?
            Perché, insisto, non richiede ufficialmente una seria sperimentazione dei suoi metodi ?
            Scriva al Ministero della Sanità a Roma e la chieda. Se ancora posso gli darò pure una mano ad averla.
            .
            …………ma non lo farà MAI. NON GLI CONVIENE !
            .
            Saluti…………….P.N.

          • Aristarco

            Benritrovato anche a te, Maurizio.
            In primis, non ho ben capito cosa ti abbia sorpreso e cosa ti abbia fatto un po’ ridere e cosa ti abbia – infine – indotto a ritenere che Lucio abbia colpito nel segno lanciandoci l’accusa di spocchia.
            In secundis, mi piacerebbe, comunque, che tu e Lucio teneste distinti Paolo – da una parte – e – dall’altra parte – il sottoscritto.
            Massima stima nei confronti di Paolo da parte del sottoscritto, ma non si può negare che poi – su svariati dettagli – siamo due persone diverse con idee diverse.
            Ad esempio, tu parli relativamente a una precisa accusa rivolta contro il dr. Mozzi riguardante il “pretendere serie sperimentazioni ufficiali da parte del dott Mozzi sapendo che nessun medico senza un supporto di laboratori ed ospedali di fama intraprenderebbe mai un iter tanto lungo e complesso”.
            Il sottoscritto – ad esempio – NON HA MAI MOSSO TALE ACCUSA; E NEPPURE L’HO MAI PENSATA; perché sono consapevole che sarebbe difficilissimo.
            Anche se sarebbe non completamente irrealizzabile, come lasceresti intendere.
            Nel senso che se un medico qualsiasi avesse una idea terapeutica geniale e – soprattutto – ben fondata, potrebbe andare a chiedere ai National Institutes of Health (NIH) statunitensi il finanziamento di uno studio “ad hoc” per verificare la validità della propria idea.
            Si tratta semplicemente di convincere la Commissione dei NIH che la propria idea è potenzialmente più valida rispetto alle idee concorrenti che “piovono” quasi quotidianamente sulla scrivania della Commissione dei NIH dedicata a stabilire quali studi sovvenzionare.
            Un’altra netta differenza fra Paolo e il sottoscritto fa riferimento alla diversa risposta che abbiamo dato rispetto all’accusa di spocchia di Lucio.
            Paolo, in un primo momento, respinge decisamente l’accusa di “spocchioso” e, in secondo momento, accetta comunque di prendere in considerazione l’accusa di “spocchioso”, ma vuole – legittimamente – che sia adeguatamente argomentata.
            A differenza di Paolo, il sottoscritto, invece, non nega l’accusa di avere tendenzialmente un atteggiamento un po’ spocchioso.
            E ho spiegato, dal mio punto di vista, che se l’interlocutore scende a livello di favolette (Babbo Natale è reale, la Terra è piatta, il Metodo Mozzi è valido, ecc.) diventa davvero difficile non far emergere un pizzico di spocchia.
            Cordialità
            Aristarco

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 11 set 15
            .
            Aristà….hai fatto bene a precisare, e concordo.
            Il rivolgersi al NIH poi, non ci avevo davvero pensato.
            Ma, francamente, ne arrivano talmente tante al NIH che per una cosa simile verrebbe scartata dopo solo 2 righe di lettura (ammesso che il Mozzi sappia scrivere uan cosa simile in inglese ! – beh, però in effetti potrebbe farsela scrivere da uno dei suoi “miracolati”….eheheheheh !).
            .
            Per quanto riguarda quando tu dici: “….che se l’interlocutore scende a livello di favolette (Babbo Natale è reale, la Terra è piatta, il Metodo Mozzi è valido, ecc.) diventa davvero difficile non far emergere un pizzico di spocchia”, capisci bene che quando mi metto ad argomentare di religione dovrei quasi sempre assumere alla grande “dei tratti spocchioso” quasi tutte le volte.
            .
            Ma a me non è mai andato di essere “spocchioso” in nessun caso, e quindi cerco di non esserlo mai.
            .
            Però se qualcuno, nella fattispecie Maurizio, lo afferma, a me sta bene, purché me lo argomenti adeguatamente perché, nel caso abbia ragione – e non posso escluderlo a priori ! – possa correggermi a non esserlo più e, sempre nel caso, a chiedere pure scusa !
            .
            Opinioni differenti ovviamente, ma ovviamente abbiamo caratteristiche diverse avendo esplorato settori di vita, mestiere, lavoro e professione diverse, con diverso paradigma culturale.
            L’importante è rendersene conto e trattare “l’altro-da-se” per ciò che è e che rappresenta.
            Spero di essre stato chiaro sia a te che a chi ci eventualmente legga.
            .
            Ciao………P.N.

          • paolonesi

            @ MAURIZIO
            da paolonesi 18 ago 15
            .
            Tant’è vero che la famosa casa farmaceutica francese ultimamente è stata multata per 10 milioni di $ per aver ingannato i consumatori con “acqua fresca” !
            .
            Puoi rivolgerti a SAM per confermare la notizia !
            .
            A parte questo, per caso, ma proprio per caso, ho avuto a che vedere tempo fa con la Farmaceutica Militare di Firenze, e lì, tranquillamente mi spiegarono come si “produce” un farmaco omeopatico”:
            .
            a) prendi 1 cc di una “sostanza atttiva”;
            b) immetti questo 1 cc in una bottiglia di acqua distillata sterile, facendone una soluzione;
            c) prendi 1 cc di questa soluzione b) e mettilo in 1 litro di acqua distillata sterile come sopra;
            d) prendi 1 cc della soluzione c) e metttilo a sua volta in 1 littro di acqua distillata sterile;
            e) prendi…….. ecc. ecc. ecc.
            .
            .
            segui a fare questo procedimento da 32 a 40 volte.
            .
            domanda: quanta “sostanza attiva” rimane alla fine del procedimento ?
            .
            Da un punto di vista prettamente matematico sarebbe 0,00…001; pochissimo, ma qualcosa dovrebbe esserci. Ma in realtà, vista l’enorme capacità solvente dell’acqua, dicono i chimici (salvo casi particolarissimi di sostanza molto oleose), della sostanza attiva iniziale non ne rimane la benché minima traccia !….dunque ….acqua fresca distillata sterilizzata !
            .
            L’unico appiglio potrebbe essere quello “dell’effetto placebo”; ma, in tal caso, i prezzi dovrebbe essere diminuiti del 98%…….per essere onesti ! Ma come farebbe la Casa Farmaceutica ad essere una Multinazionale e fare lucrosissimi affari con ….l’acqua fresca ?
            .
            Caro Maurizio, sai qual’è il mio timore ?
            ….di non riuscire nemmeno più ad indignarmi….quasi quasi mi iscrivo all’ IS e armato di un tubetto di dentrifico DURBAN’s in una mano e una Coca Cola dall’altra a mo’ di bomba a mano, vado dalle case farmaceutiche di un certo tipo per fgarle saltare per aria e/o rafficarle di cechi crudi ! (lo so, lo so…non puoi sapere il perché dei ceci crudi, ma qualcuno qui se mi legge lo sa bene !)
            .
            Ciaooooo….paolonesi

          • maurizio

            Vedo che sei particolarmente stimolato dall’argomento Omeopatia, ma stai tranquillo che la penso piu’ o meno come te.Tieni presente pero’ che non deve essere solo la forte diluizione a creare dubbi sull’efficacia di un farmaco o un trattamento, altrimenti dovremmo mettere in discussione anche l’efficacia degli ormoni che noi stessi produciamo che svolgono la loro attivita’a dosi incredibilmente minime:nanogrammi e picogrammi,0,000000000001g… molto diluite eh !? Logicamente la diluizione deve avere un limite.Ma tornando al caro Mozzi, mi sorprende sapere che hai collaudato la dieta con tuoi amici/clienti medici e la conclusione e’ stata : non serve a nulla.C’erano problemi particolari di salute,patologie lievi o serie? e in questo caso sono stati confrontati gli esami di laboratorio prima e durante la dieta? Perche’ il “non serve a nulla” deve essere riferito a qualcosa .Se una persona sta bene e in eta’ giovanile difficilmente si butta a capofitto nella dieta Mozziana privandosi dei tanti piaceri della dieta italiana… se poi ha pure gli esami di laboratorio a posto…Si’ gli esami di laboratorio , quelli che cito ad ogni post e inevitabilmente fingete di ignorare, non nominate mai, parlate di cialtroneria, di inganni, sperate in una radiazione dall’albo di Mozzi per poter esultare ,ma non vi siete mai chiesti perche’ quello che definite” ciarlatano”
            chiede sempre i valori degli esami di laboratorio prima e durante la dieta? Generalmente i ciarlatani puntano sul probabile effetto placebo che agisce sul sintomo e non sul dato di laboratorio.Perche’ di questo non parlate mai?
            E adesso non mi dire ancora , mi spiace che tu non abbia letto i post in cui si spiegava perche’ Mozzi e’ un ciarlata no e bla bla bla… Qualunque persona abbia aderito alla dieta proposta dal dott Mozzi per motivi di salute,quindi per migliorare uno stato patologico, puo’ dimostrare con i dati di laboratori alla mano se la dieta,che spesso diventa uno stile di vita,sia valida o no.Lo potete provare voi , lo possono provare i medici della commissione disciplinare.
            Ci sono casi di insuccesso? Certo che ce ne sono.Come in tutte le terapie, in tutte le diete.
            Gli esami di laboratorio ci dimostrano nel tempo se la dieta e’ bilanciata o carente,quindi se viviamo solo di acqua , frutta e verdura ,nel tempo ci segnaleranno che dovremmo aggiungere qualcosina alla pappa.
            Gli esami di laboratorio sono quelli che fanno la differenza.Gli esami di laboratorio…parlatene ogni tanto.

            Ciaoooo… maurizio

          • Aristarco

            I casi, caro Maurizio, sono due:

            Caso Uno.

            1) Mozzi è un genio incompreso. Un titano della medicina mondiale, talmente in anticipo sui tempi che i suoi contemporanei non riescono neppure
            vagamente a comprenderlo.

            2) Di conseguenza non si può evitare di giudicare tutta la comunità medico-scientifica nazionale e internazionale come fatta da idioti e/o prezzolati.

            3) Hai effettuato una analisi corretta, perché sei
            intelligentissimo, nonostante sia evidente – da come ti esprimi – che tu sia privo di un solido background medico-scientifico.

            Caso Due.

            1) Mozzi è un tale che ha inventato, più o meno in modo originale, una Teoria Medica Globale, basata su assunti infondati, che è in alternativa
            e in contrapposizione alla Scienza Medica Standard. Mozzi propone una Teoria
            Medica Globale, in alternativa e in contrapposizione alla Scienza Medica
            Standard, così come fecero – in ordine temporale – Davide Vannoni (Metodo Stamina), Luigi Di Bella (Metodo Di Bella), Geerd Ryke Hamer, Tullio Simoncini, Liborio Bonifacio (Siero Bonifacio), Gianfranco Valsé Pantellini, Stanislaw Burzynski … fino ad arrivare a Samuel Hahnemann (Omeopatia) e così via.

            2) La comunità medico-scientifica nazionale e
            internazionale non è fatta da gente con l’anello al naso, la sveglia al collo e lo scolapasta sulla testa.

            3) Hai effettuato una analisi completamente campata in aria, perché – in primis – non sei intelligentissimo, ma hai solo una intelligenza media, perché – in secundis – è evidente – da come ti esprimi – che tu sia privo di un solido background medico-scientifico e non ci capisci un tubo nell’ambito della “Scienza Medica” e infine perché – in tertiis – subisci l’ effetto Dunning–Kruger.

            Cordialità

            Aristarco

          • maurizio

            E’ vero caro Aristarco non sono intelligentissimo,sono privo di un solido background medico-scientifico,non capisco un tubo nell’ambito della Scienza Medica e quindi come sentenzierebbero Dunning e Kruger sono un incompetente,per questo mi rivolgo a voi persone di Scienza e vi chiedo per l’ennesima volta perche’ un “ciarlatano” come Mozzi chiede ai suoi pazienti non solo il gruppo sanguigno di appartenenza,che per voi potrebbe essere come chiedere il segno zodiacale, ma valuta sempre i valori degli esami di laboratorio ,quindi si basa su un dato oggettivo ,scientifico che nel tempo da’ la conferma di una evoluzione della patologia in questione in senso positivo o negativo e quindi dell’efficacia o meno di una dieta, un farmaco, una terapia.

            In attesa di gentile risposta cerco di colmare le lacune del mio background medico-scientifico…
            Saluti

          • Aristarco

            Il dato laboratoristico in sè non è un dato scientifico. E ci dice assai poco.
            Può diventare un dato scientifico e un dato di interesse solo ed esclusivamente all’interno di un ben pianificato protocollo di studio.

            Cordialità

            Aristarco

          • maurizio

            Il dato di laboratorio in se’ non e’ un dato scientifico, ma il ciarlatano difficilmente lo richiede perche’ puo’ confutare le sue teorie truffaldine.E’ la “richiesta ” del dato di laboratorio che da’ serieta’ alla impostazione di un piano dietetico alternativo alle terapie tradizionali nonche’credibilita’ valutabile nel tempo. Ma parliamo lingue diverse, inutile insistere. La tua risposta era prevedibile,elusiva, ma come ho gia’ detto abbiamo intenti diversi.
            Saluti

          • Aristarco

            In primis, condivido il concetto che “parliamo lingue diverse, inutile insistere”.

            In secundis, la mia risposta appare come “elusiva”, per chi non riesce a capirla.

            In tertiis, dimostri di mitizzare gli esami di laboratorio e cadi clamorosamente in errore allorquando attribuisci alla richiesta di esami di laboratorio una patente di scientificità.

            Scendendo nei dettagli, non conosco con precisione il modus operandi di laureati in medicina, che hanno sostenuto cure cialtronesche.

            Però, non vedrei alcun motivo di stupore se – ad esempio – il dr. Marino Andolina, paladino del Metodo Stamina, avesse fatto eseguire degli esami di laboratorio a pazienti a cui somministrava il misterioso infuso di Vannoni. E così pure per altri laureati in medicina come Luigi Di Bella, Geerd Ryke Hamer, Tullio Simoncini, ecc.

            Ricordo che anche non-medici, come Liborio Bonifacio, Gianfranco Valsé Pantellini, Stanislaw Burzynski, sono pur sempre persone laureate con un background scientifico grazie al quale potrebbero avvalersi di esami di laboratorio.

            Quando – tra le righe – sostieni che non è tipica la richiesta di esami di laboratorio dei cosiddetti «stregoni-guaritori non-medici e non-scientifici»,
            implicitamente fai riferimento a personaggi come Mamma Ebe o la coppia Mário Pacheco do Nascimento & Wanna Marchi, ai pranoterapeuti, alle chiromanti e compagnia danzante.

            In effetti, nel modus operandi di quei tipi di santoni non vi è spazio per richieste di esami di laboratorio, così pure per i sostenitori di antiche medicine alternative, come agopuntura e omeopatia.
            Ma non vedo il motivo per cui i sostenitori delle moderne medicine alternative (Metodo Di Bella, Metodo Stamina, Metodo Mozzi, Nuova Medicina Germanica, ecc.) non possano contemplare la richiesta di test di laboratorio.

            Cordialità

            Aristarco

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 20 ago 15
            .
            Aristà, solo oggi ho letto i tuoi post di risposta a Maurizio in merito al Mozzi.
            Ovviamente concordo appieno con te, ma bisogna capire che Maurizio probabilmente non ha esperienza di medici, però cerca di capire, forse anche provocando, forse per ingenuità, ma che tuttavia la sua volontà di cercare chiarezza deve essere apprezzata anche se poi continuerà a sostenere il Mozzi……tanto poi il Mozzi…vedi…errori non ne farà molti (*)….difficile che incappi in cause legali, proprio per il fatto che da medico, sia pure “medicastro”, cerca di tutelarsi in qualche modo.
            D’altra parte, come diceva il Carducci, “bisogna pur tirare 4 paghe per il lesso” ,,,,e il “lesso” è buono assai, se accompagnato dalla salsa verde (ma di questo aspetto suppongo che Maurizio non ne abbia coscienza….mah !)
            .
            Ciao ….Paolo
            .
            (*) in verità errori il Mozzi ne fa ! La denuncia dell’Ordine dei Medici di Vicenza parla anche del divieto fatto dal Mozzi ad alcuni suoi “clienti”……. di bere.
            E col caldo che ha fatto, tu mi/ci insegni che per qualche vecchietto la disidratazione può essere mortale ! Strano per un medico (sia pure il Mozzi) non conoscere questa semplice avvertenza……..ti pare ?

          • Aristarco

            Tu scrivi, riferendoti al Maurizio.

            “la sua volontà di cercare chiarezza deve essere apprezzata”

            RE: Sei sicuro? Sei sicuro che abbia la volontà di cercare chiarezza? A me non sembra.

            Ho provato a far ragionare il Maurizio.

            Gli ho prospettato i due casi.

            E lui ha scelto quello in cui Mozzi è un genio incompreso, tutta la comunità medico-scientifica nazionale e internazionale è fatta da idioti e/o prezzolati e il Maurizio ha effettuato una analisi corretta, perché è intelligentissimo, nonostante sia evidente che sia privo di un solido background medico-scientifico.

            Il Maurizio avrebbe anche ammesso implicitamente di non aver trascorso anni a studiare sui libri di Medicina per farsi background medico-scientifico.

            Il Maurizio avrebbe anche ammesso implicitamente di non essere come Einstein.

            Eppure, non capendo la mia risposta sugli esami di laboratorio, bollandola come “elusiva”, rimane graniticamente sulla propria posizione.

            Ti sembra davvero che manifesti una propria volontà di cercare chiarezza?
            Ciao
            Aristarco

          • maurizio

            Il Maurizio ha capito la tua risposta sugli esami di laboratorio ,ma l’ha bollata come” elusiva” perche’ considera l’esame solo come qualcosa di preliminare (e la conferma e’ nel post di poche ore dopo) alla terapia,alla dieta nella fattispecie. La richiesta di esami di laboratorio in tempi successivi, prima e NEL CORSO della dieta intrapresa dimostrano in modo inequivocabile se la dieta stessa ha un riscontro “terapeutico” o no,quindi se ha senso proseguirla e trasformarla, se lo si desidera, in stile di vita.

            E’ vero forse il Maurizio e’ spinto dalla volonta’ di cercare chiarezza perche’ per es. chi dice che il Mozzi fa divieto ai suoi “clienti”di bere non dice il vero e in proposito basterebbe vedere l’intervista rilasciata, penso, il mese scorso, a proposito di idratazione in estate: le indicazioni sono di non bere” troppo” e di consumare molta verdura (bevendone l’acqua di cottura ricca di sali minerali e in grado di ridurre la disidratazione).I nostri reni,escludendo alcuni casi di calcolosi, non gioiscono molto a filtrare acqua in eccesso…ah pardon… sto sconfinando in un ambito a me sconosciuto.

            Saluti

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 24 ago 15
            .
            Aristà…….non essere così severo, dai !
            .
            Hai perfettamente ragione, ma io penso che una certa dose di buona volontà Maurizio ce la abbia !
            .
            Magari è molto giovane e propende per “l’anima nobile” che contro tutto e tutti combatte, lancia in resta e a cavallo di un caval, contro i mostri sacri della Medicina Ufficiale o della grandi Multinazionali Farmaceutiche (e non avrebbe tutti i torti ! Cantonate ne hanno prese tante. Pensa al “pneumotorace” di Carlo Forlanini per la cura della TBC polmonare ….quanti anni durò questa scempiaggine !)
            .
            Pensa alla notizia che ho avuto (ne abbiamo già parlato, ma ho avuto conferme ulteriori) che le Multinazionali Farmaceutiche stanno adottando la linea di “investire” le ricerche sul cancro sulla “cronicizzazione” della malattia tumorale, anziché sulla “soppressione radicale” del tumore,……. per problemi di profitto !!!
            .
            Ah….l’avevo già scritto o no ?
            C’è stato un grosso articolo di giornale giorni fa in cui si diceva che la Medicina Ufficiale stia abbandonando l’OMEOPATIA……..finalmente ….era ora !
            Vediamo ora che faranno le Multinazionali Omeopatiche ….ahahahahahah !

            .
            Normalmente i giovani o gli ingenui “credono” che le cose scaturiscano magicamente a mezzo della Bacchetta Magica della Fata Turchina, mentre non pensano ai sacrifici, la pazienza, le ore notturne, le amarezze e le angosce di chi fa ricerca seria.
            .
            Tempo fa me la presi con Piergiorgio Odifreddi perché sarcasticamente sbefeggiava “quei poveri bischeri (o pazzi o idioti) che facevano da 40 anni ricerca sugli embrioni di pollo” per la ricerca di non ricordo bene cosa”.
            .
            Certo, molte ricerche spesso si rivelano infruttuose o finiscono in vicoli ciechi, ma da qui a ridicolizzare chi fa ricerca seria….insomma….non mi sembrava proprio il caso !
            .
            Mah…..! Cmq ho simpatia, in qualche modo di chi, sia pure ingenuamente, si pone di fronte agli ASSOLUTI (Medicina Ufficiale, Poteri Costituiti, Religioni, Regimi, ….ecc. ecc.).
            .
            Di Assoluto esiste solo questo nostro Universo Spinoziano, dove siamo nati, svolgiamo la nostra vita, pensiamo, lottiamo, amiamo e scompaiamo nella finale eternità del Nulla !
            .
            Non prendertela quindi con Maurizio; cerca invece di interessarlo verso la disciplina scientifica seria. Sono certo che prima o poi vedrai che risponderà positivamente….in qualche modo!
            .
            Sei ancora in ferie o le hai finite ?
            .
            Ciaooooooo………….Paolo

          • paolonesi

            @ MAURIZIO
            da paolonesi 20 ago 15
            .
            Carissimo Maurizio,
            dai tuoi post capisco bene che hai poca pratica di medici e di medicina evidentemente (ma potrei sbaghliarmi ovviamente).
            .
            Dico solo che non hai esperienza…probabilmente….di medici, veri medici, non ciarlatini, ma che sono dei falliti, e che per sbarcare il lunario si inventano di tutto.
            .
            Segue dunque una semplice osservazione che ti faccio in merito alla richiesta di esami medici prima di intraprendere la c.d. “cura Mozzi”.
            .
            La richiesta di esami è doverosa indubbiamente e un bravo medico la dovrebbe rchiedere al paziente prima di ogni cura, ma…….ma la richiesta può essere fatta giustamente sia per stabilire le condizioni del paziente “al momento”, ma anche per ………verificare che il paziente non ha patologie tali che poi possano portare ad eventuali cause legali nel corso della “terapia” !!!
            .
            Mammamia !………mi dirai se possono esistere medici che hanno simili comportamenti ?
            Eccome, amico mio, eccome se esistono !
            .
            Insisto inoltre col dire che una terapia come quella del Mozzi la può fare “chiunque” col (furbo) risultato di ottenere un 50% di successi (sia che si richiedano esami preventivi, sia che non si richiedano)
            .
            Con cordialità……Paolonesi

          • maurizio

            Lo so che ho poca pratica di medici e medicina, ma voi che avete piu’ dimestichezza di me in materia potreste con un po’ di fantasia immaginare che la richiesta di esami puo’ indubbiamente essere fatta per
            “verificare che il paziente non abbia patologie tali che possano portare ad eventuali cause legali nel corso della terapia” …,ma puo’ essere fatta piu ‘ semplicemente per confrontare i risultati IN TEMPI SUCCESSIVI :quindi piu’ esami fatti in ordine sequenziale di tempo( e’ chiaro ?) un follow-up (concedetemi questo termine anche se sono profano di scienza medica) che confermi o meno l’attendibilita’ del percorso dietetico intrapreso e dia un minimo di credibilita’ alla teoria.Se la dieta proposta da Mozzi avesse come risultato il 50% di successi, tanto per accennare alla ossessione dei tuoi ultimi post, cioe’ 50 persone su cento che migliorano il loro stato di malattia o guariscono semplicemente con una “dieta diversa” senza ricorrere a farmaci , sarebbe un risultato sconvolgente, unico,da prima pagina del Lancet.

            Cordialita’

          • paolonesi

            @ MAURIZIO
            da paolonesi 23 ago 15
            .
            carissimo maurizio,
            per favore non cercare di fraintendermi ! Hai capito benissimo che volevo dire !
            .
            Non ho MAI affermato che togliendo tutti gli alimenti a pazienti al 50% si tolgono TUTTi i suoi mali.
            Perché non è detto che quei pazienti stiano male !
            .
            Stiamo parlando di pazienti che hanno lievi disturbi, probabilmente causati da errata alimentazione….tutto qui !
            Che vuoi che curi il Mozzi: problemi cardiaci ? Tumori ? Leucemie ? Scoliosi ? ecc. ecc.
            .
            Dunque, riepilogando, nel caso di errata alimentazione che causa alcuni disturbi (è questo che cura il Mozzi, non altro), la tesi che tu o io o chiunque altro ci improvvisiamo dei Mozzi e che curiamo con la sua stessa cura, togliendo tutti gli alimenti e poi piano piano iniziare a fargli mangiare certe cose e non altre (tipo pasta, pane, latticini ecc. ecc.), statisticamente avremo i suoi stessi risultati (o ….migliori….ahahahahahah)
            .
            Questo volevo dire…..nulla di più !
            .
            Ciao…..Paolonesi

          • demetrio

            trovo vergogno che il Dotor Mozzi abbia un canale telesivo a sua completa disposizione, dove può dire ciò che vuole senza che nessun medico lo possa contradire.

          • plia

            Il problema è avere fondamenti scientifici, quindi basati su studi, che mancano totalmente nella dieta del dott. Mozzi. Se il concetto è provare e verificare su se stessi, questa non è scienza ma metodo empirico, che può essere utile nella prevenzione, ma non se si parla di malattie soprattutto se molto serie…

        • gianluca magnani

          si guadagna con gli ammalati non chi è in buona salute

      • paolonesi

        @ ARISTARCO
        da paolonesi 15 ago 15
        .
        Carissimo Aristarco…..eh no ! proprio NO !
        Un NO chiaro, netto, secco !
        Non ci sto proprio !
        .
        Quando tu metti in dubbio, ironicamente, che::”………avvalendosi dell’ormai mitico “rito della medaglietta”: infilando dentro la vagina una medaglietta con l’immagine della Madonna bastava, dopo l’estrazione dell’oggetto, seppellirlo sottoterra per ottenere grandi risultati”…………….dico di NO !
        .
        Ma come fai a mettere in dubbio le proprietà della medaglietta nella vagina ? Ti assicuro Ari che fa autentici “miracoli”, solo che invece della medaglietta a forma di medaglietta bisognerebbe mettere una medaglietta fatta in altro modo oppure “chiamarla in altro modo”…..uuuuuhhhhh sapessi come funziona, Ari !
        .
        Ma, da miscredente quale sei, non mi crederai…lo so bene !
        Ma tua sarà la Gheenna, tuo il girone dell’inferno a te dedicato con la scritta: “qui giacciono tutti gli Aristarco vissuti sulla Terra” , che, aggiungo io, “mettevano in dubbio tutto, anche le proprietà terapeutiche delle medagliette dall’insolita forma”
        .
        Beh, per ora fatti le vacanze, ma poi, attento, ti invierò l’inginocchiatoio e i ceci per espiare….Buon Ferragosto !

        • gianluca magnani

          fate dell erba un unico fascio senza conoscere; mozzi non vi da amuleti acque miracolose ecc vi dice semplicemente cosa mangiare o non mangiare in base al gruppo sanguigno e vi posso assicurare gli alimenti da mangiare sono tantissimi

    • gianluca magnani

      il dott mozzi dà fastidio a molte aziende e case farmaceutiche

  • paolonesi

    @@@
    da paolonesi 15 ago 15

    Ordine dei Medici di Piacenza CENSURA PER IL DR. PIETRO MOZZI

    Il presidente Augusto Pagani ha dichiarato: Mozzi si è impegnato ad essere più prudente !!!!

    ■ L’Ordine dei Medici della Provincia di Piacenza ha deciso: censura per il dottor Pietro Mozzi. Alcune dichiarazioni e comportamenti del “medico secondo natura” come si definisce erano finiti all’attenzione della Commissione disciplinare dell’ordine dei medici. La censura è una dichiarazione di biasimo per i fatto contestati con avviso scritto e non impedisce l’esercizio della professione sanitaria.
    «All’Ordine – così il presidente dottor Augusto Pagani ricostruisce la vicenda – erano pervenute segnalazioni relative al fatto che il dottor Mozzi, un nostro iscritto, abbia diffuso attraverso canali di comunicazione affermazioni sanitarie che potrebbero presentare elementi di problematicità rispetto alla deontologia. .
    Dopo aver svoltoi relativi accertamenti, ho convocato il dottor Mozzi per acquisire la sua versione dei fatti. I chiarimenti sono stati verbalizzati e successivamente da me riportati alla commissione medica di questo Ordine per poter valutare compiutamente le informazioni sanitarie e la loro correttezza. La commissione ha deciso di svolgere ulteriori approfondimenti e acquisire ulteriori informazioni».
    «Dopo avere effettuato una approfondita indagine sulle sue affermazioni e teorie, diffuse tramite conferenze, pubblicazioni e cd venduti tramite internet, trasmissioni televisive e registrazioni video pubblicate sul web – prosegue il presidente dell’Ordine – abbiamo ascoltato e valutato le giustificazioni del dottor Pietro Mozzi, che ha rappresentato, anche tramite la propria difesa, l’intenzione di adottare un atteggiamento più prudente e di contenere le proprie esternazioni rispetto a temi delicati per la salute, che non possono essere liquidati con messaggi spot e con sollecitazioni
    a comportamenti potenzialmente rischiosi. Tenuto conto dell’atteggiamento collaborativo e delle intenzioni espresse dallo stesso – ha sottolineato il dottor Pagani – il procedimento si è concluso con una censura, salva, ovviamente, la diversa valutazione di eventuali future recidive, ovvero nuovi comportamenti che potrebbero essere di nuovo giudicati censurabili. Ho potuto accennare
    alla decisione – prosegue – in quanto è definitiva, pubblicata – quindi pubblica
    – ed inserita nell’Albo, così come prevede la legge di riforma degli Ordini professionali, che ha inteso ampliare gli elementi pubblici contenuti nell’Albo comprendendovi l’annotazione delle misure disciplinari inflitte a ciascun professionista.
    Il dottor Mozzi – aggiunge il dottor Pagani – non ha interposto
    appello».
    .
    Il Mozzi ha dichiarato di essere più prudente !?
    .
    Ma stiamo scherzando !?
    .
    Leggete come la casta dei Medici si difende !
    Basta che il soggetto dichiari di “essere più prudente” !?
    E la deontologia professionale dove la mette l’Ordine dei medici di Piacenza ?
    E il giuramento di Ippocrate ?
    .
    A uno così occorre cancellarlo dall’Albo dei Medici e vietargli assolutamente di continuare ad esercitare !
    .
    Il Mozzi ha affermato: l’intenzione di adottare un atteggiamento più prudente e di contenere le proprie esternazioni !?
    .
    Un atteggiamento più prudente !?
    Contenere le proprie affermazioni !?
    .
    Ma perché invece il Mozzi non ha richiesto una commissione medica che zstrong> possa effettuare una seria ricerca del suo (presunto) metodo ? . Non servirebbe anche a lui ?…no ? Non l’ha richiesta ? e come mai ?
    .
    Beh…facile immaginarlo ! Un medicastro fallito che ha colto l’opportunità di fare soldi con un metodoc he non ha né capo né coda…..solo un accorgimento statistico !
    La sua cura funziona per il 50% dei suoi “pazienti”, così come se la facessi io o chiunque ci legge: abolire qualsiasi cibo tranne acqua (ma nemmeno questo !), insalata e qualche frutta; abolendo pane, cereali, latte, carne e quanto altro. Certamente la persona si sentirà meglio, almeno per la prima settimana…..(a meno che non abbia altri problemi)…..chi vuole scommettere ?
    .
    Il Mozzi è stato accusato anche di prescrivere di bere poca acqua (di questi tempi), cosicché la disidratazione potrebbe portare gravi problemi di salute agli anziani o altre persone cagionevoli !
    .
    Cmq anche gli ordini professionali mica scherzano con la tutela della propria casta !

    • gianluca magnani

      sara un medicastro ma ha guarito dove altri medici affermati imbottendoti di medicine hanno fallito.

  • paolonesi

    @@@@@ SAMUELE HELP !!!!
    .
    Carissimo SAM,
    ho un problema !
    .
    In tutti i Blog non riesco a leggere i post, salvo evidenziarli come per fare una copia/incolla. Se li evidenzio appaiono le lettere bianche su fondo azzurro, ma altrimenti non si legge nulla (sicuramente saranno lettere bianche su fondo bianco, suppongo).
    .
    E’ un problema TUO o MIO ?
    E se è MIO …perché ? come fare a correggerlo ?
    .
    Grazie,….ciao….Paolonesi

    • Grazie della segnalazione Paolo, un aggiornamento del sistema dei commenti ha creato il problema, non me ne ero accorto perché lì leggo via email…

      Ora è a posto!

  • paolonesi

    @ SAMUELE & @ ARISTARCO

    .

    ATTENZIONE ATTENZIONE ATTENZIONE
    .
    Ieri sera da un amico che teneva acceso Internet ho visto una notizia SCONVOLGENTE.
    .
    Stavo uscendo , quindi non ho potuto soffermarvi.
    .
    C’era un giornalista che invitava a propagare una NOTIZIA incredibile.
    .
    DUE RICERCATORI PRECARI DELL’UNIV. DI URBINO DICONO DI AVER TROVATO UNA MOLECOLA NATURALE (QUINDI NON UN FARMACO) CHE INDUCE L’APOPTOSI DI TUTTE LE CELLULE CANCEROGENE (DI OGNI TIPO ? SIA ORMONALI CHE NON ORMONALI ? MAH ! NON S’E’ CAPITO O NON L’HANNO DETTO).
    .
    (SI TRATTA DI MOLECOLE DERIVATE DAL MALTO, CAFFE’ E MI SEMBRA ORZO; CMQ SIA:…… “MALTO”)
    .
    IL GIORNALISTA INVITAVA A PROPAGARE LA NOTIZIA PRIMA CHE LE BIG-FARMACEUTICHE INTERVENISSERO A BLOCCARE LA NOTIZIA SIA SU INTERNET CHE NEI GIORNALI CHE SULLE NEWS IN GENERALE.
    .
    DIFATTI A TUTT’ORA NON HO LETTO NULLA !!!!!
    .
    Ma ammettiamo che sia una bufala !
    Se fosse una bufala ci dovrebbe essere stata notizia che lo era e che invitava a non prendere sul serio simili annnunci ferragostani.
    .
    NE SAPETE NULLA ?

    .
    Paolo

    • Ciao Paolo, non ne so nulla, ma una notizia buttata lì per sentito dire puzza di bufala lontano un km.

      Se i ricercatori faranno un bell’articolo scientifico sull’argomento ci sarà il mondo intero a leggerlo, verificarlo e dargli il nobel, se le premesse saranno mantenute.

      Incrociamo le dita!

      p.s. se trovi articoli a riguardo fammi sapere!

      • Aristarco

        […] una notizia buttata lì per sentito dire puzza di bufala lontano un km. […]
        RE: Sam, hai forse un raffreddorone estivo? Io la sento anche a 100 km … 😉

        • paolonesi

          @ SAM
          da paolonesi 22 ago 15
          .
          Beh, ovviamente ho avuto subito l’idea di BUFALA FERRAGOSTANA, ma ad oggi non o né letto, nè sentito nulla, per cui, ripeto, se fosse una BUFALA per quale motivo né radio, gionali, Internet non hanno avvisato ?
          Il giornalista ha detto il suo nome cognome e giornale dove scriveva, oltre che ai nomi dei due ricercatori e la questione della apoptosi.
          Se è una bufala non è molto divertente !
          Ecco perché qualche giornale avrebbe dovuto denunciarla.
          .
          Mah !

          • Aristarco

            A prescindere dall’eco o dell’assenza di eco che tale notizia ha ricevuto, la notizia in sè mi pare ragionevole come quella di cercatori di funghi che girovagando sull’Appennino tosco-emiliano hanno scorto un branco di dilofosauri o come quella di quel tale che ha truccato la propria wolksvagen maggiolino, con la quale ora dice che va a zonzo per il Sistema Solare.
            Vi sono notizie che assomigliano a quella di un sindaco fantasioso sulle soluzioni del traffico e di asinelli bianchi con le ali.
            Possono finanche essere divertenti. Ma non certamente verosimili.
            Ciao, Aristarco

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 24 ago 15
            .
            veramente la storiella del sindaco e degli asinelli che volano mi è venuta dal un film di Stan Laurel & Oliver Hardy, dove Stanlio canta la canzoncina:
            “Vedo gli asini che volano nel ciel…
            paraparappapara parappà….ecc. ecc. ”
            .
            Cmq, se tu fossi un Sindaco (non te lo auguro !) e venisti a conoscenza che la Genetica fosse riuscita a “costruire un asinello con robustissime ossa, ma cave, le piume e le ali, che faresti ? Non sarebbe verosimile sostituire le auto con i detti asinelli con le ali ? ………….ahahahahahahah…..!
            .
            dai Aristà, sto scherzando !
            .
            ciaooooo Paolo

    • Carlo Fanuli

      Ok…ma trovare la “molecola naturale” non vuol dire aver trovato la cura…aahah…anche se fosse vero, è solo il primo passo verso la creazione di un farmaco che possa far si che la molecola si attivi dentro ad un corpo…UMANO (cosa non da poco). Non è che se un tizio X ha un cancro e gli fanno un’iniezione di molecole gli passa il tumore…Ergo, bufala o no, OCCHIO a quello che leggete su interneeeet!! 😉

      • paolonesi

        @ CARLO FANULI
        da paolonesi 16 ott 15
        .
        Si in effetti il giornalista stava dicendo la stessa cosa che hai detto nel tuo post. Però non avevo sentito bene e non avevo sentito tutto. Ho sentito i nomi dei 3 ricercatori e del giornalista, ma siccome stavo uscendo non li ho memorizzati.
        .
        Sta di fatto che anche se aver trovato una molecola anti-cancro non significa che esista subito una cura, laddove la notizia fosse stata supponiamo una vera e propria bufala estiva, “qualcuno” doveva pur dare una secca smentita, definendola per l’appunto “una bufala”. E invece nulla. proprio come il giornalista aveva avvertito.
        Nè ad oggi non ho sentito proprio nulla….ma nulla davvero…zero su zero ! Nè in positivo, né in negativo.
        .
        Ma anche questo è il WEB !
        .
        Ciao……(e avvertici se senti qualcosa)……paolonesi

  • gianluca magnani

    non capisco questo astio nei confronti di mozzi non vende amuleti e nemmeno prodotti,con il vostro gruppo sanguigno Guardate in internet quale cibo evitare (che poi non sono tantissimi per Gruppo) e provate un mese se vi trovate bene continuate altrimenti ritornate alla vostra alimentazione .conosco tantissima gente di piacenza che si è trovata bene

    • “se vi trovate bene continuate” un corno, rimuovere alimenti a caso dalla propria dieta può causare problemi a lungo termine, proprio perchè l’alimentazione è importante io non darei retta al primo barbuto che passa in televisione.

    • paolonesi

      @ GIANLUCA MAGNANI
      da paolonesi 25 ott 2015
      .
      Scusa se mi intrometto, ma tanto ne abbiamo già parlato di questo argomento e del Mozzi, ma evidentemente o non siamo chiari noi o c’è chi non vuol capire.
      .
      Il tuo consiglio lo seguono più o meno tutti, chi più, chi meno, credendo che il fai da te sia meglio di andare da un medico.
      Ma questa è una SCELTA di chi la fa, visto che poi le conseguenze sono sue e solo sue, per cui:………………liberissimo di farla !
      (se per questo c’è chi si droga, cavoli suoi, ti pare ? scelta sua !)
      .
      I discorsi che fa Samuele, io e Aristarco, sono diversi.
      .
      Stiamo disperatamente cercando di dire che prima di seguire “consigli sulla dieta” da medicastri da strapazzo che cercano solamente di fare 4 soldi sfruttando la credulità della gente, cerchiamo di pensarci un po’ e di chiarire alcune cose.
      .
      La prima cosa da chiarire è la BUFALA che una Dieta alimentare, qualsiasi Dieta, non si può basare sui Gruppi Sanguigni.
      Anche ultimamente è arrivata la “sentenza” di una ricerca americana (cercala sul web) che esclude tassativamente la correlazione tra Gruppi Sanguigni e Dieta Alimentare.
      Quindi significa che il Mozzi ha sempre “indicato” Diete senza una dovuta ricerca scientifica !
      Il Mozzi poi è stato “ripreso” dall’Ordine dei Medici (lo trovi sul web).
      L’Ordine dei Medici non ha infierito però, per non “sputtanare” la categoria, ma insomma, “gli ha tirato le orecchie” e lui si è pure scusato, giurando di non farlo più.
      .
      Tu ti fideresti di un simile personaggio ?
      .
      Come fa però il Mozzi ad azzeccare risultati positivi l’ho già spiegato molte volte e non lo ripeto più.
      Provocatoriamente ho detto che con un po’ di statistica e un po’ di buon senso (null’altro, tranne che una notevole faccia tosta), TUTTI, sia io che tu che Samuele, che Aristarco, che insomma chiunque, anche se non medico o dietista, potremmo fare le stesse cose e con risultati addirittura migliori.
      .
      Tutto qui
      .
      Cordialità……Paolo Nesi

      • gianluca magnani

        sono di piacenza, e mozzi non è considerato un medicastro nemmeno dai colleghi mozzi è stato ripreso dai medici non per la dieta ma sul fumo di sigarette un altra questione,voi state parlando a vanvera mi spiego prendete il gruppo b vi dice la carne che potete mangiare quella che vi fa bene quella neutra e quella da evitare ditemi se provate, chi del grubbo b per un mese a non mangiare questa carne COSA PUò CAPITARE Alimenti nocivi: cinghiale, maiale, oca, pernice, cappone, pollo, gallo, quaglia e qualsiasi carne affumicata oppure un altra categoria i cereali Alimenti nocivi: amaranto, amido di mais, couscous, crusca e farina di frumento, farina di grano duro, farina di mais (polenta), farina d’orzo, farro, frumento, germe di grano, grano saraceno, kamut, mais, orzo perlato, orzo, semola di frumento, segale e farina di segale, tapioca ora se guardate la tabella sotto gli alimenti benefici e i neutri potete mangiare un sacco di alimenti non è per nulla restrittiva mozzi è un grande vi porta alle origini quando le industrie alimentari non esistevano

        CARNE

        Alimenti benefici: agnello, capretto, capriolo, cervo, coniglio, daino e montone

        Alimenti neutri: manzo, tacchino, fegato (non di maiale o pollo), vitello

        Alimenti nocivi: cinghiale, maiale, oca, pernice, cappone, pollo, gallo, quaglia e qualsiasi carne affumicata

        CEREALI

        Alimenti benefici: miglio, quinoa, farina e crusca di riso, riso integrale e semi-integrale, riso selvaggio, riso rosso, riso nero

        Alimenti neutri: avena, farina e crusca d’avena, riso basmati e riso bianco

        Alimenti nocivi: amaranto, amido di mais, couscous, crusca e farina di frumento, farina di grano duro, farina di mais (polenta), farina d’orzo, farro, frumento, germe di grano, grano saraceno, kamut, mais, orzo perlato, orzo, semola di frumento, segale e farina di segale, tapioca

        • Gianluca se vuoi posso inventarmi anche io qualche alimento nocivo e qualche benefico in base al tuo segno zodiacale, per farti sentire più in contatto con l’universo, che ne dici?

          • gianluca magnani

            ci sono tante persone che sono guarite o migliorate con la sua dieta ripeto provare non costa nulla gli alimenti da mangiare sono tantissimi.altrimenti continuate a prendere medicine cosa vuoi che ti dica.

          • io medicine non ne prendo pensa te. “provare non costa nulla”, perchè non provi anche la dieta Dukan?
            All’inizio dimagrisci poi vediamo cosa dirai dopo anni di carne rossa a pranzo e cena… sarà troppo tardi per incazzarsi!

          • gianluca magnani

            tu mi devi dire cosa c è di sbagliato nella sua dieta

          • Aristarco

            Vi sono decine di migliaia di persone nel mondo, laureati in medicina e specializzati in Scienza dell’Alimentazione.
            Si tratta di gente che studia la corretta alimentazione da anni, decenni.
            Studia, fa lavori scientifici, pubblica trial clinici, si tiene aggiornata abbonandosi a riviste specialistiche di settore, partecipando ai congressi internazionali sull’alimentazione, prendendo parte a società scientifiche internazionali, scambiandosi informazioni con altri addetti ai lavori, redigendo linee-guida, ecc. ecc.
            Tutta questa gente rappresenta la comunità medico-scientifica internazionale degli addetti ai lavori che si occupano di Scienza dell’Alimentazione.
            Così come la comunità medico-scientifica internazionale degli addetti ai lavori che si occupano di oncologia si disinteressa del Metodo Di Bella, così come la comunità medico-scientifica internazionale degli addetti ai lavori che si occupano di patologie neurologiche infantili si disinteressa del Metodo Stamina, analogamente la comunità medico-scientifica internazionale degli addetti ai lavori che si occupano di Scienza dell’Alimentazione si disinteressa del Metodo del dr Mozzi.
            La comunità medico-scientifica internazionale degli addetti ai lavori che si occupano di Scienza dell’Alimentazione è composta da idioti? da stupidi? da cretini? sono tutti imbecilli? E solo Mozzi, invece, ha capito tutto? Genio universale totalmente incompreso dagli addetti ai lavori, suoi contemporanei? Ma ammirato e seguito solo da persone che chiaramente dimostrano di non capire un acca nè di Scienza nè di Medicina?
            Cordialità
            Aristarco

          • gianluca magnani

            pagati dalle case farmaceutiche,e da quelle alimentari,ma non mi hai risposto alla mia domanda cosa c è di sbagliato nella dieta del dott mozzi, i medici e le case farmaceutiche guadagnano se ti ammali altrimenti non servono.Non hai ancora capito che il tuo mondo è controllato, lavoro, salute, acquisti, ecc ribellati

          • Ribellati!!1!
            Segui il primo barbuto personaggio che vedi in TV, lui sì che è illuminato!

            Ma per favore. La vera ribellione è STUDIARE e capire chi ha ragione e chi no, autonomamente.

          • gianluca magnani

            se c è un alimento non adatto al tuo corpo non ci vogliono anni ma te ne accorgi subito e poi mozzi non ti fa mangiare solo una categoria di alimenti

      • raffaele

        Io seguo a” grandi linee” la dieta del dott.Mozzi che non trovo così “fuori di testa”,certo ci sono alcune cose che mi lasciano perplesso, ad esempio il merluzzo si ed il nasello no (gruppo A) ma l’importante credo sia sempre la giusta dose di ciò che si mangia e non solo ciò che si mangia. In fondo mangiamo quasi sempre più del necessario e quindi è chiaro che intasare il nostro intestino non è certo salutare.
        Credo che una cosa buona la dice sempre,cioè controllate come vi sentite dopo che avete mangiato e se qualcosa non va è giusto riflettere su quanto ingerito. Un’ultima cosa,anch’io avevo notato il suo aspetto e mi chiedevo se con la dieta mi sarei ridotto così….

    • Elena Serra

      Sì certo, guardare su internet una semplice tabella, magari lo fa un diabetico tipo 2 o peggio 1 senza consultare nessuno, ma che vuoi che succeda, al massimo va in coma diabetico..
      A parte questo io sono gruppo A e secondo la tabellina che si trova su internet dovrei nutrirmi quasi solo di verdure (e non tutte!) e pollame (e anche lì fino a un certo punto).
      Quando dico che sto bene lo stesso mangiando di tutto un po’ I mozziani mi dicono sempre “vedrai fra 10 anni, vedrai fra 10 anni, vedrai fra 10 anni”.. Intanto sono 20 anni che me lo dicono e ho quasi 50 anni, ma proprio ti vogliono augurare il male pur di avere ragione, vergognosi

  • Natalia Realini

    Grazie di esistere. Grazie perchè ci sono persone come te che sanno cosa significa scienza e che fanno informazione scientifica. O quantomeno ci provano quando non vengono attaccate dai soliti ignoranti che credono a qualunque cosa sentono in TV.

  • francescacrespan

    Samuele, niente di più vero. Mi devo scontrare spesso con persone che mi chiedono “prova la dieta del dottor mozzi”. Persone vecchie, giovani, di tutte le età! Anche tra i miei coetanei, da cui mi aspetterei un minimo di capacità di ragionare. Fra due anni al massimo sarà radiato dall’albo, come successe per Dukan. Io continuo con la mia bella dieta mediterranea, che è la migliore contro il cancro! Grazie dell’articolo, esplicito e assolutamente veritiero.

  • highlander

    La scienza insegnata a scuola è una religione. Fatevene una ragione.

    Continuate quindi ad imbottirvi di farmaci, starete sempre meglio che con le cure del Dott. Mozzi, è sicuro !!
    Del resto è risaputo che le lobby farmaceutiche lo fanno con il solo scopo di guarirvi, per il vostro bene…. perbacco ! Questa è scienza,ricerca !
    Lasciate perdere quindi qualsiasi futile rimedio naturale o alternativo ma sopratutto, raccomando……consultate sempre il vostro medico di base !!!

    • Solo uno che non ha capito niente quando era a scuola può dire che
      “La scienza insegnata a scuola è una religione”

      Se tu avessi capito COME FUNZIONA la scienza e se tu avessi le capacità PER CAPIRLA non dovresti crederci come ad una religione.
      Invece evidentemente dalla tua ignoranza sei costretto a “credere” perchè non puoi verificare e capire, peccato!

      Continua pure ad usare il tuo computer-rosario con cui scrivi queste sciocchezze, ma almeno abbi il buon senso di non darti arie di fenomeno, quando lo fai.
      Buona giornata

      • highlander

        ..è perchè ho capito fin troppo bene come funziona che mi permetto di parlare !
        Comunque rispetto anche le tue di sciocchezze, senza problemi.
        Buona giornata anche a te ed auguri per il blog:))

      • highlander

        …infatti tutte le maggiori e principali domande scientifiche sono ancora senza risposta, e viviamo di semplici ipotesi e teorie scientifiche…
        ma forse tu a scuola avevi già capito tutto !
        PACE !

        • La scienza ogni tanto dà delle risposte e aumenta la nostra conoscenza dell’universo, hai altri mezzi per farlo? Andare a casaccio non ha funzionato molto, in passato…

  • Marco

    Caro Samuele, capisco quello che dici, perchè anche io ero come te al limite dello scentismo e alquanto narcisista ed egocentrico, (30.000 visite di qua e pubblicazioni emerite pavoneggiate con un ego smisurato, ecc.).Con fatica e tempo, poi ho compreso e continuo ad imparare, che il problema non era la scienza, il tal dottore ecc, ma con me stesso. Premetto che non son contro la scienza, anzi credo essa sia uno strumento funzionale se ben usato e anche io mi interesso di quantistica, fisica ecc. Il fatto é che la scienza non é necessariamente esaustiva del sapere tout cour. Tu scrivi: “tra l’altro io sto benissimo usando latticini e mangiando pasta a volontà, non vedo perchè dovrei mettermi a dieta e perdermi questi piaceri solo perchè lo dice un tizio in TV!” Al di là di Mozzi, tu ti poni come chi può permettersi di fare certi discorsi con un Io ridondantemente monadico e ossessivo (Io, io, io, io) perché, scusami se non é cosi (ma spero per te che lo sia), hai il dono più grande che nella vita si possa avere: LA SALUTE! Tu non hai esperienza diretta della malattia, non del raffreddore o del gomito del tennista, ma di quella reale che ti mette di fronte a uno spazio differente, a un vissuto più aperto, a una visione non frammentata (come quella della cmq importantissima medicina allopatica, che come te ancora ferma a Cartesio, scinde lo “psicologico dal “corpo”); una visione che kantianamente parlando, si pone sul confine per guardare oltre e non per giudicare ciò che lo precede come unica verità. Io ho una patologia autoimmune grave e grazie a questa, ho imparato ad essere più umile e meno saccente. Io amo la scienza ma essa, nel campo medico si é sempre più rinchiusa in se stessa, postponendo l’esperienza (il sintomo direttamente riferito del malato che sperimenta un notevole beneficio da certi cambiamenti alimentari che non ha sortito con i medicinali) e la sua clinica teorica, che deve avere sempre ragione anche quando l’evidenza la contraddice. Certo bisogna avere la testa sulle spalle, ma ricorda che la ragione é uno strumento e non un fine è che la mente, può diventare un labirinto nel quale crogiolarsi indefinitamente, finché la realtà non la smonta lasciandoti non deluso, quantopiù sorpreso di quantomprima fossi cieco. Un saluto, Marco P.

    • Ciao Marco, la scienza non si “crogiola indefinitamente”, anzi proprio l’opposto.
      E’ proprio questa frenetica spinta a migliorare che la rende così forte e rivoluzionaria.
      Se la realtà smonta una teoria, bisogna trovarne una nuova, è sempre stato così e così rimarra sempre.

      Mozzi ha una teoria che non sta in piedi, funziona su alcuni ma su molti altri no, quindi ne parlo male, punto!

      La scienza ha dei grandi limiti? Ma certo! Ma è solo seguendo la sua strada che riusciremo a trovare le soluzioni, non certo allontanandocene come fanno Mozzi e i suoi adepti.

      • filomena

        Gentilissimo Emanuele puoi spiegarmi xche gli ospedali sono sempre più pieni? puoi spiegarmi la connessione tra le lectine che si trovano sugli alimenti e quelle sui ogni gruppo sanguigno? puoi spiegarmi qual’è il primo alimento responsabile della permeabilità intestinale? puoi spiegarmi cosa succederebbe se l’essere umano non mangiasse?

  • Rossella Raina

    Vorrei segnalare a tutti che il regime alimentare del dottor Mozzi non mi ha portato molti benefici, pur non avendo peraltro peggiorato le cose riguardo ai miei disturbi (colon irritabile e reflusso gastroesofageo). Inoltre molti cibi che risulterebbero indicati per il mio gruppo sanguigno (A+) mi creano in realtà disturbo. Che fare? Rinunciare completamente, seguire solo in parte o rivolgersi ad un nutrizionista? Chi avesse riscontrato difficoltà analoghe alle mie può contattarmi.. sono disposta ad avviare un dialogo costruttivo senza demonizzare né giudicare nessuno.. dopo tante notti trascorse a combattere con il gonfiore e il peso allo stomaco, non so più a che santo votarmi, considerato che ci sono altri sintomi i quali farebbero pensare alla candidosi intestinale e/o alla fibromialgia (mail mio medico non ne vuole sapere, dice che basterebbe andare qualche ora alla settimana in palestra, cosa che non mi posso permettere perché sono senza lavoro). Sono veramente stanca di tutte queste restrizioni alimentari.. chi me lo fa fare visto che non ci sono miglioramenti? Che ne
    pensate?

    • Rivolgiti ad un nutrizionista serio, che ha studiato anni e anni per capire i problemi alimentari!
      Ma questo lo devi fare PRIMA di affidarti ad una persona che parla in TV, santo cielo…

      • Rossella Raina

        Hai ragione Samuele, sono felice di trovare qualcuno che la pensa come me anche sul web, visto che finora nei vari gruppi fb cui mi sono iscritta un po’ per curiosità, un po’ per trovare qualche utile consiglio, ho trovato moltissimo fanatismo e moltissima prepotenza nonché maleducazione.. Mozzi stesso ha dichiarato di non avere la verità in tasca, ma qualcuno a quanto pare non la pensa così e crede di avere in mano “l’elisir di lunga vita”.. D’altra parte, riprendendo le celebri frasi del medico di Mogliazze, “prima o poi tutti dobbiamo fare le valigie”, quindi a che vale essere così supponenti nei riguardi del prossimo? Ciascuno è libero di alimentarsi come preferisce secondo i bisogni del proprio organismo (da sperimentare singolarmente, non essendoci su questa terra un individuo perfettamente identico ad un’altro – a meno di fare dei cloni) senza insultare né obbligare nessuno. Fino a prova contraria viviamo in un paese democratico (si spera!).

        • Aristarco

          Condivido al 100% ciò che ti ha suggerito il tuo medico.
          D’altra parte, la palestra non è certamente indispensabile per fare del movimento.
          Ci dimentichiamo troppo spesso che noi, esseri umani, siamo stati forgiati da Madre Natura nella savana africana per decine, centinaia di migliaia di anni.
          Savana africana, dove il restare il non muoversi o il muoversi poco equivaleva alla morte.

          Born To Run!
          Cordialità
          Aristarco Monocalpo

          P.S. Nessuno, però, mi chieda – per carità di patria – quanto movimento faccia il sottoscritto 🙁
          Infatti, il modo di dire “predicar bene e razzolare male” mi si addice perfettamente quando parlo dell’importanza del movimento.
          In conclusione, cara Rossella, fai come dico (e come dice il tuo medico) e non come faccio: cerca di volerti più bene di come faccio io.

    • Fausto

      Salve Rossella,
      ho una certa esperienza diretta a proposito di colon irritabile, per il reflusso gastroesofageo ho info da parte di parenti ed amici; la mia lotta verso la “colite” è iniziata 11 anni fa e… ad oggi ho un numero significativo di dati che non riguardano solo l’alimentazione e nell’ambito dell’alimentazione, riguardano diversi stili alimentari (ad oggi, dieta è una parola dal significato ambiguo).
      Posso aiutarti in parte: ho capito in 11 anni che il cammino è lungo, la sindrome del colon irritabile si combatte giorno per giorno. Ma soprattutto devi essere convinta di volerla combattere. Diventerai la snob che non mangia niente, che si fa notare per cibi particolari…
      Ovviamente anch’io sono di gruppo A+, da quando ho “incontrato” il dott. Mozzi su internet, ho chiesto a tutti quelli che conoscevo e che soffrivano di colite a che gruppo sanguigno appartenessero e tutti erano A+!!!
      Non sono supporter sfegatato del Mozzi, tante cose le conoscevo e le ho trovate nella dieta Mozzi (per A+), alcune nuove le ho scoperte in questa dieta (es. il pepe, peperoncino e peperone come deleteri ed aveva ragione):
      Se ritieni che ti posso aiutare fammi sapere.
      Saluti

      • Rossella Raina

        Ti ringrazio per la risposta, ma oggi per fortuna sto meglio, forse anche perché ho deciso di non seguire più ciecamente la dieta Mozzi, ma di sperimentare direttamente su me stessa gli effetti dei singoli alimenti sul mio corpo. A dire il vero non sono più pienamente convinta della corrispondenza tra gruppi sanguigni e alimentazione..anche perché gli studi a riguardo, compresi quelli di D’Adamo, non sono stati pienamente supportati da altre ricerche. Sono comunque convinta di aver imparato buone cose anche dal dottor Mozzi, ma attualmente seguo una linea più vicina alla Paleodieta Autoimmune e alla dieta Low Fodmap. Purtroppo non ho la possibilità di farmi seguire da un dietologo o figure simili, perché non ho la possibilità economica (non sto lavorando), per cui cerco di arrangiarmi come posso visto che in questo paese la sanità pubblica offre ben poco.. In rete ho trovato tanti siti utili e giorno per giorno imparo cose nuove. Spero sia stato così anche per te.. naturalmente il mio è un parere soggettivo e non ritengo di avere la verità in tasca come certi personaggi dei gruppi fb mozziani, da cui sono uscita per disperazione dopo aver visto “condannare” tante persone colpevoli di aver mangiato cose “sbagliate”. Mi farebbe piacere ricevere una tua risposta per un’eventuale confronto amichevole. Saluti e buona serata.

        • Fausto

          Ti racconto, in breve, il mio inizio: 11 anni fa, facevo nuoto agonistico master ed andavo benino, ma spesso iniziavo il riscaldamento e dopo qualche decina di vasche, sentivo i polmoni compressi dal colon irritato e mi mancava il fiato. Vado dal mio medico di base e spiego il problema, mi risponde, allargando le braccia sconsolato, che era stress e mi consiglia il carbone vegetale. Lo prendo e per qualche giorno, migliora la situazione, poi come prima. Dopo un mese ritorno dal medico che mi dice che il carbone vegetale era inutile (me lo aveva consigliato lui!?!), il problema era lo stress. Non mi sentivo troppo stressato, quindi non arrendendomi all’impotenza del medico di base, faccio qualche ricerca su internet e trovo subito il sito del dott. Pierluigi Rossi, medico specialista in alimentazione. Per la sindrome del colon irritabile suggeriva subito di eliminare latte e latticini (all’epoca prendevo solo il parmigiano, non sopportavo nemmeno lo zymil) e cereali con il glutine. Mi attivo e inizio, giorno dopo giorno, a eliminare il pane, sostituire la pasta con il riso integrale ed evitare di mangiare dolci con farine di frumento e pizza (salvo uscite con amici e famiglia). Ottimi risultati immediati! Per sostituire completamente la pasta ho impiegato otto mesi. Persi i chili superflui, pancia appiattita e allenamenti di nuoto divorati. Però migliorata la situazione macro, si inizia a far caso alle piccole cose, tipo cervicale, sinusite, infiammazioni alla laringe/faringe e temporanea perdita della voce, irritazioni cutanee, stanchezza, riniti,…
          Ed anche la ricerca della migliore alimentazione per la migliore prestazione sportiva.
          Non ti nascondo che per eliminare o equilibrare i piccoli fastidi ho impiegato molti anni.
          A volte ho avuto attacchi di colite apparentemente inspiegabili: l’alimentazione era corretta, ma poi ho capito che erano veramente reazioni a stress forti anche se non prolungati. Infatti, diverse volte ho avuto confronti stressanti con moglie, genitori e suoceri.
          A seguito di questi episodi ho capito che, oltre a cambiare l’alimentazione, dovevo cambiare la gerarchia dei valori e soprattutto chiarire profondamente il valore del mio credo.
          Ho capito che al primo posto ci dovevo essere io, accettando pienamente pregi e difetti, ma non mettendo nessuno prima di me, nemmeno i figli. Infatti, se io non sto in salute (fisica, mentale e spirituale), come posso dedicarmi proficuamente a loro? Se sono malato significa che non sono capace di prendermi cura di me stesso e quindi come posso prendermi cura di loro?
          Ho compreso che siamo individui singoli, che hanno rapporti con altri individui singoli e questi rapporti sono per la maggior parte una guerriglia, cioè si subiscono continuamente piccoli scontri non dichiarati, coperti. Occorre essere sempre all’erta, perché in qualsiasi momento anche i rapporti di pace possono trasformarsi in scontri di guerriglia e se te li portano persone amate, diventano devastanti proprio perché delle persone amate ti fidi, ti aspetti che siano un supporto incondizionato, e quando ti colpiscono, capisci che sei completamente indifeso. Questo crea un disequilibrio mentale che va a sfogarsi in picchi di colite. Devi fare come me, consapevolezza, in modo da non subire gli attacchi coperti. Essere consapevole di avere, comunque, le abilità per vivere e non sopravvivere! Ed allora, entriamo in questa guerriglia registrando la realtà delle singole esperienze senza false attese, senza illusioni, ma crudelmente vivendo la felicità. E dopo di questo ho affrontato la parte spirituale, ma è bene che mi fermo qui, se ti interessa posso continuare.
          Saluti

          • Rossella Raina

            Concordo con te su gran parte del tuo pensiero e se vuoi puoi riscrivermi anche per parlare di spiritualità. Sono disponibile al confronto anche se magari non è detto che la pensiamo allo stesso modo.. In ogni caso ti auguro una buona domenica, qualsiasi cosa tu stia facendo.

    • Veronica Anghel

      Sei sicura che seguivi bene la dieta ?

      • Rossella Raina

        Ammetto che forse avrei dovuto eliminare completamente i cereali, anche quelli senza glutine, cosa che ora sto facendo. Ora comunque sto seguendo la paleodieta che è molto simile, però ci sono ancora molti problemi con la verdura (la frutta l’ho esclusa completamente tranne i mirtilli in questa stagione e non tutti i giorni). Non mangio carne rossa e certi pesci che mi danno reazioni istaminiche, a prescindere dal gruppo sanguigno. Non mangio nemmeno legumi e solanacee, e gli amidi che assumo vengono dalle patate dolci che tollerò in piccole quantità. Niente quinoa e amaranto, qualche volta riso bianco ma sempre in dosi limitate perché mi gonfia molto. Questa dieta, unita ad integrazione mirata, mi è stata prescritta da una nutrizionista. Ci sono ancora problemi con la fibromialgia ma conto di risolverli curando l’intestino con l’aiuto del gastroenterologo. Con questo sono felice per te, Veronica, se sei riuscita a guarire solo con l’emodieta. Io credo che il concetto di partenza di Mozzi sia positivo, ma in fondo ognuno di noi ha un sistema immunitario diverso per vari fattori tra cui la genetica ecc. Sono comunque disponibile a parlare ancora con te per confrontarli, perché nella vita non si finisce mai di imparare. A presto e buona giornata.

        • Veronica Anghel

          Scusa perché non quinoa?

          • Rossella Raina

            Perché la quinoa non la digerisco.

  • jano

    veramente sei ignorante come una capra—-e sfruttare la dieta del gruppo sanguigno in primis eppoi il dott. Mozzi per avere 10 visite al giorno di rende patetico…ma perché non parli dei progressi di malati di tumori al seno del diabete ecc. raggiunti con la tua grande “scienza”

  • Veronica Anghel

    come mai non c’è più il contenuto?

  • Veronica Anghel

    Come mai con la dieta DR.Mozzi non prendo più farmaci per la fibromialgia, ed ho tutti i valori del sangue normali?

  • federico rizzi

    contentissimo che uno finalmente si ricorda che la dieta del gruppo sanguigno è stata creata da J.P. D’Adamo e non da Mozzi. E li parliamo di due biologhi seri che in decine di anni hanno controllato le lectine di ogni cibo sperimentandole con i gruppi sanguigni e elencando una lista specificadi alimenti per ogni gruppo.
    Una cosa che mi da fastidio invece è che mentre il gruppo AB viene considerato un gruppo a se stante, i gruppi A0 e B0 non vengono osservati.
    Come si può non considerare che tutti e tre AB, A0, e B0 sono in realtà tre ibridi?
    il fatto che il fenotipo dica solo A oppure B, nei casi (AA, A0 e BB, B0), non è sufficiente per declassare questi due ibridi e non notarli affatto come menzionati in tali testi di dietologia.

  • New Life

    Ma tu chi sei ?
    Poveri noi…oramai chiunque può dire…cosa faccio oggi?
    Ma si apro un blog…

  • Fiorucci Carlo

    Il vero problema non è il dottor Mozzi che è uno dei tanti ciarlatani che non ha mai esercitato la professione e quindi non ha nemmeno statistiche personali ho informazioni supplementari alla laurea che può utilizzare per dare i suoi consigli. Il vero problema sono gli ignoranti che oggi come oggi sono diventati i presuntuosi perché hanno letto due righe su internet e quindi sono diventati dottori scienziati politici e via dicendo. Ma il problema più grave sono gli ignoranti imbecilli Dai quali è difficile difendersi soprattutto perché non ci si può ragionare perché oltre a non essere in grado di farlo sono così fanatici e verbalmente violenti per cui discutere sarebbe non solo tempo perso ma un attentato alla nostra pazienza e al nostro fegato. Mi meraviglia però che la scienza ufficiale si senta così superiore da non rispondere subito e in massa alle stupidaggini di questi imbonitori, perché col suo silenzio rende credibilità a Questi personaggi trascinati a loro volta da altri personaggetti montati come Fabio Volo e simili patacche di uomini. Ti ringrazio comunque per il tuo preciso intervento ampiamente condivisibile Anche se capisco che è solo una goccia in mezzo al mare ma forse se ci fossero tante di queste cose qualcosa potrebbe cambiare O comunque potrebbe servire a salvare almeno una persona da queste pericolose idiozie

    • maurizio

      Mi permetto di fare due piccole osservazioni : il dott. Mozzi esercita la professione,anche se non indossa il camice bianco,perche’ ne e’ abilitato.Dispensa consigli sull’alimentazione che ,a suo parere, ha uno stretto rapporto con il gruppo sanguigno ( su questo si potrebbe obiettare) e ha molte statistiche personali, anche se non fanno parte di uno studio scientifico ufficiale (impossibile da affrontare da privato per i costi esorbitanti) Che il problema piu’ grave siano gli “ignoranti imbecilli” e “verbalmente violenti”, sono d’accordo e aggiungo che questi personaggi fanno parte sia dei sostenitori del dott. Mozzi (che ,evidentemente, avendo beneficiato della sua dieta, spesso dopo anni di terapie mediche classiche,non intendono fare passi indietro) che dei detrattori che danno spesso dalla capra a chi vuole intraprendere uno percorso alimentare per migliorare il proprio stato di benessere.Io ho smesso di partecipare alla discussione proprio per questi motivi….mi hanno dato addirittura del troll, perche’ quando non si sa come rispondere e’ meglio screditare l’interlocutore.Se questi blog nascessero non per screditare ,ma per capire come possa l’alimentazione migliorare lo stato di salute, si chiederebbe ai “seguaci” della dieta del Mozzi,se proprio si vuole distruggere la sua immagine e chiamarlo a ragione “ciarlatano”, di pubblicare i loro esami di laboratorio prima e durante la dieta, per verificare se si tratti di effetto placebo (termine tanto caro ai sostenitori del blog) o di risposta effettiva dell’organismo al cambiamento alimentare.Caro sig. Fiorucci, se si vuole screditare Mozzi perche’ propaganda una teoria che non ha supporto scientifico, lo si puo’ fare.Ma se un mio paziente mi dice che, cambiando lo stile di vita alimentare, ha notato un miglioramento della sua patologia ed ha ridotto o eliminato l’uso dei farmaci, capisce che non basta dire :”Attento perche’ stai seguendo una teoria che non ha basi scientifiche”! Io voglio sapere come e’ avvenuto il miglioramento e perche’ e soprattutto, se dico di agire per il bene della Medicina e dei pazienti,mi faccio un po’ di domande.La dieta del dott. Mozzi, e’ una dieta restritiva, ma non carente ed eliminare il glutine (cosa che fa inorridire molti nutrizionisti, nonche’ i sostenitori del blog) non farebbe male, tutt’altro.Alessio Fasano,che e’ il direttore del Centro ricerca e trattamento della celiachia delGeneral Hospital (Massachusset),sostiene che il glutine e’ una sostanza proteica, che il nostro organismo non e’ programmato a digerire, con la conseguenza di provocare uno stato infiammatorio non soltanto ai celiaci, ma a tutti i consumatori di cereali (che lo contengono in grande quantita’, visto che i cereali sono arricchiti di glutine per agevolare l’industria alimentare).Anche alcuni oncologi sono di questo parere e ridicolizzare questi “esperti” in materia o non considerare i loro pareri perche’ cantano fuori dal coro,mi sembra quanto meno cialtronesco.Sapere che il glutine favorisce la produzione di una proteina (zonulina) che altera la permeabilita’intestinale, con tutte le conseguenze del caso, e fingere che questo non avvenga, non mi sembra il massimo della correttezza scientifica. Ma se lo dice Mozzi,dato che sostiene la pericolosita’ del glutine in una teoria non scientifica, allora si puo’ dargli del ciarlatano.Ho accennato all’argomento glutine, ma potrei citare altri motivi per cui la dieta in questione e’ tutt’altro che campata per aria.La verita’ e’ che molto c’e’ ancora da scoprire in ambito medico, perche’, risposte per quanto riguardi l’eziologia della malattie piu’ gravi ed in aumento, non ce ne sono. Pur riconoscendo l’indispensabilita’ del metodo scientifico, forse bisognerebbe essere un po’ piu’ aperti, senza manie di esaltazione,anche di fronte a messaggi che hanno poco di scientifico, ma danno riscontri oggettivi.Perche’quando si mette in moto una caccia alle streghe, la strega si trova sempre.
      Cordialita’.

  • maurizio

    Dato che nella prefazione del blog si esalta la dieta mediterranea come punto di riferimento ufficiale per il nostro benessere, mi sapreste dire quali sono gli alimenti “mediterranei” che fanno di questa dieta uno stile alimentare benefico ? Sapete come e quando e’ nato il termine ” dieta mediterranea” ? Sapete in quale zona del Mediterraneo ci si alimenta seguendo la vera dieta mediterraneame ? Se la dieta mediterranea e’ tanto benefica, nelle regioni del sud Italia, in cui e’ piu’ adottata, perche’ e’ piu’ presente la sindrome metabolica (sovrappeso diabete,ipertensione,ipercolesterolemia )?