Le balle della dieta del “Dottor Mozzi”

Avete sentito parlare del “dottor Mozzi” e della sua dieta del gruppo sanguigno?

Spero per voi di no, ma purtroppo tantissime persone ne stanno venendo a conoscenza e, ahimè, stanno fidandosi ciecamente dei suoi discorsi anti-scientifici contro il latte (causa il cancro e la TBC!), contro la dieta mediterranea e a favore di una dieta che sia dipendente dal tipo di gruppo sanguigno (sic!).

Ma partiamo dal principio.

Pietro Mozzi, detto Piero, potrebbe a prima vista sembrare un simpatico sessant’enne come tanti altri (anche se di anni ne dimostra 80, sarà per la cattiva alimentazione?).
Potrebbe sembrare un anziano che, a un certo punto della sua vita, ha iniziato a credere con tutta la sua forza ad una sciocchezza letta su qualche libro, e ha iniziato a seguire questa convinzione irrazionale come se fosse la soluzione a tutti i mali.

Piero Mozzi: 63 anni

63 anni? Li porti male ragazzo mio, che dieta segui?

Quante persone si riducono in questo stato? Tante… lui però aggiunge a questo problema personale un’aggravante: parla in televisione e scrive dei libri. Anzi, vi dirò, è anche peggio! C’è chi, affidandosi alla sua laurea in medicina gli dà retta e continua a mandarlo in onda, e addirittura c’è chi lo chiama per fare conferenze!

Figuratevi che si è fatto fare pure un sito personale in cui sponsorizza i suoi libri e vende i suoi prodotti: www.dottormozzi.it.
Sul sito ovviamente si trova a grandi lettere la scritta “medico chirurgo secondo natura”, perché dire “medico chirurgo” fa tanto figo (in realtà è la laurea di base in medicina, poi ci sono le specializzazioni che lui non ha, infatti non può fare il dietologo)…

In un intervista con il purtroppo noto giornale di Silvio B. (Il Giornale) ha anche affermato di non aver “mai indossato il camice bianco in vita sua, mai prescritto un farmaco ai malati o a se stesso, mai avuto un ambulatorio, mai messo piede in ospedale” (link). Caspita che bel medico!

Ma cosa dice di così sbagliato il dottore Mozzi? Molte cose.

1) il latte e i suoi derivati fanno venire il cancro, la necrosi, il morbo di Alzheimer e la cataratta e chi più ne ha più ne metta.

2) A ciascun gruppo sanguigno (0, A, AB, B) corrispondono caratteristiche genetiche che incidono sul sistema immunitario, il metabolismo, la predisposizione a intolleranze e, in definitiva, determinano qual è l’alimentazione migliore da seguire.
Per esempio: chi possiede il gruppo 0, il più antico, dovrebbe tenersi alla larga da pane e pasta; chi appartiene al gruppo A, eredità dei primi agricoltori di 10mila anni fa, farebbe meglio a seguire una dieta vegetariana, e così via…

3) Per ogni malattia esistente, i medici “ufficiali” sbagliano tutto e lui è l’unico a sapere come fare a prevenire e curare qualsiasi malattia… generalmente la sua soluzione-panacea è: mangiare pesce e legumi tutto il tempo. Questo terrorismo anti-scientifico allontana la gente dalle vere cure dando false speranze a chi ha grossi problemi, che rischia di affidarsi a dei cialtroni per curarsi malattie anche gravissime.

Ho estratto un paio di brevi video da una delle tante ospitate televisive a cui il nostro amatissimo Doc ha sproloquiato per lungo tempo… non ho dovuto cercare, ho solo estratto le prime due telefonate ricevute in trasmissione, entrambe sarebbero divertentissime se non fossero reali e se non ci fosse di mezzo la vita delle persone!

Ecco la prima:


Hai la cataratta? Tutto un problema del latte che bevi!

Ed ora la seconda, ancora più incredibile:


Hai la necrosi? Mangia fagioli borlotti!

Ovviamente la scienza dice tutt’altro, mi sembra giusto chiarirlo:

1) il latte i suoi derivati sono difficilmente digeribili per molte persone ma non fanno venire il cancro, anzi il calcio è fondamentale per una dieta equilibrata!

La digeribilità del latte è una conquista “recente” dell’evoluzione umana, infatti è dovuta ad una mutazione genetica avvenuta negli ultimi 7000 anni, una mutazione così importante per le civiltà di quel periodo storico da essersi espansa velocemente per selezione naturale (poter digerire il latte di mucca era un vantaggio enorme per una civiltà dedita all’allevamento e alla pastorizia!).
In Italia il latte è poco digeribile per quasi il 50% della popolazione, quindi ridurne l’uso potrebbe migliorare la vita di queste ultime… ma lasciamo perdere il cancro per favore!

Se proprio volete fare una prova non bevete latte per una settimana: se state meglio forse avete problemi a digerirlo, potete quindi sostituirlo con quello ad alta digeribilità o latte di soia… tutto qui, non c’è bisogno di fare terrorismo!

2) non c’è neanche bisogno di dirlo, variare la dieta in base ai gruppi sanguigni non ha alcun alcun fondamento scientifico.

Anche studi statistici smentiscono clamorosamente le teorie di questa dieta. Dato che i soggetti del gruppo B possono tranquillamente consumare latticini ci si aspetta che tra le persone appartenenti a questo gruppo sanguigno l’incidenza di intolleranze al latte sia minore. Peccato che tale ipotesi non sia minimamente confermata dai dati attualmente disponibili.
Quando si fanno delle affermazioni bisogna dare delle documentazioni. Non siamo all’epoca degli stregoni. Quante persone sono state coinvolte in qualche test a riguardo? Quante persone a doppio cieco e quante con placebo? Quante pubblicazioni su riviste specializzate ci sono a riguardo? E su quali popolazioni?

Il nulla più assoluto.

La totale mancanza di scientificità non basta, purtroppo… ANZI, per molte persone è una cosa positiva!
Infatti è facilissimo trovare il suo libro un po’ dappertutto, ma soprattutto nei supermarket “bio” e nelle parafarmacie, che stanno diventando sempre più luoghi in cui dei “fedeli” si trovano a cercare una pozione magica che sia il meno scientifica possibile (perché si sa che la scienza è cattiva e la natura è buona… peccato che senza la scienza si morisse a 30 anni!)

La pubblicità al doc Mozzi è tambureggiante sui canali regionali in TV (perlomeno in Lombardia), ma vedo che anche su google non mancano i link a pagamento:

pubblicità drMozzi

Addirittura 7 pubblicità su google per il Doc

Per concludere:

Dato che i bovini hanno 11 gruppi sanguigni diversi e in natura mangiano solo erba, mandiamogli il doc Mozzi a spiegare alle vacche che sarebbe meglio variare un po’ l’alimentazione!

NUOVO ARTICOLO:
aggiornamento in risposta ai tantissimi commenti che trovate qui sotto, leggete qui prima di commentare, grazie:
“Il fascino dell’antiscienza (Mozzi, Stamina)”

Link:
Intolleranza al lattosio nel mondo

  • Roberto

    L’autore di questo articolo ragiona come i dogmatici scolastici del “sophisma auctoritatis” dei secoli bui: non “lo ha detto lui” ( dove per “lui” s’intendeva a quei tempi un Aristotele deformato dalla tomistica, mentre per i dogmatici di oggi, come l’autore, s’intende la “scienza ufficiale”) quindi è falso. Come se una verità avesse bisogno del placet della pubblicazioni della comunità scientifica per essere tale.
    Sorvolando le tante imprecisioni, le banalizzazioni, le deformazioni malevoli, le ironie stupide, le frasi (e i video) estrapolate e decontestualizzate (inveterata tecnica del peggior giornalismo, stile “La Repubblica”) mi limito a riportare la mia testimonianza. Due anni fa mi imbattei nella “paleodieta”, regime nutrizionale molto simile a quello che Mozzi consiglia al gruppo 0 (no cereali, latte, zuccheri, si animali e ortaggi): anche li la critica è “non ci sono dati scentifici” e io feci una prova con scetticismo. Oggi sono ancora qui ad aspettare una cefalea, un colpo di tosse, un raffreddorino, una diarrea, una stipsi… potrei fare una lunga lista dei problemi spariti eliminando pane, pasta, latte e latticini, come i grossi problemi intestinali e di una forte dermatite pluri-decennali. Ad ottobre scorso ho scoperto anche il dott. Mozzi ed ora ho passato il primo inverno della mia vita cosciente senza forfora. Sarò eretico – anzi blasfemo – per l’autore, ma dopo questi risultati, poco mi importa dei dati scientifici. Saluti.

    • Francesca

      Assolutamente daccordo con te Roberto. Purtroppo siamo lontani dalla consapevolezza che per sapere come e cosa mangiare non serve essere dei medici soprattutto in quest’epoca d’informazione. Potremmo addiruttura auto-curarci con tutto il materiale informativo messo a disposizione. Io ultimamente mi sto informando moltissimo sull’argomento dell’alimentazione e, Mozzi non e’ l’unico a sostenere che ogni individuo ha bisogno della propria dieta individuale. Il dott. Veronesi nonche’ ex ministro della salute italiano, nel suo libro “Verso la scelta vegetarina” accenna proprio ad una dieta “su misura” tenendo conto del DNA del paziente.

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        francesca, stai attenta ad “auto-curarti” leggendo libricini antiscientifici o pagine web di adolescenti in vena di rivelazioni mistiche, potresti trovarti a pentirti di alcune tue scelte.

        Per quanto riguarda Veronesi, ha ragionissima nel dire di limitare la carne il più possibile, mangiarne troppa è dannosa per noi e per l’ecosistema… ma non confondiamo Veronesi con i ciarlatani, thanks

        • Roberto

          Samuele, non credo che Francesca abbia bisogno della paternale “scientifica”, non mi pare una sprovveduta ne ingenua… piuttosto direi di stare attento a chi si fida ciecamente del sistema medico odierno e dei suoi incensati “luminari” ed ha paura di tentare altre vie.

          Riguardo alle carni (notare il plurale) non tutte sono dannose, dipende dal tipo e da come sono allevate. E sicuramente per l’ecosistema sono molto più dannosi gli enormi campi di colture intensive di frumento, mais, riso che snaturano i terreni che meglio potrebbero essere adibiti al pascolo di animali (le cui carni, in questo modo, non risulterebbero dannose). Saluti

          • Giuliano Castelli

            Sono pienamente concorde con te Roberto e con Francesca e mi chiedevo ma Samuele e’ un informatore medico?? O un medico ???
            Io sono molto felice esistano cure o meglio rimedi alternativi alla chimica , anche perché in tutti i paesi evoluti si viene tenuti costantemente un pochino ammalati , fra assunzione di farmaci e alimenti non genuini per poter continuare ed aumentare le vendite di farmaci ed aumentare i profitti delle multinazionali che di scientifico hanno poco di comprato molto.
            Un rimedio naturale come la pulizia del fegato , tra l altro pratica antica non costa nulla o forse 2 o 3 euro e’ normale che un dottore scientificamente provato non la consigli o meglio sarebbe dire che è’ anormale che un medico del quale ti fidi non ti dia consigli che non portino ritorni economici a chi gli regala blocco notes , biro , campioncini , magari un bel viaggetto ecc.

          • Roberto

            Giuliano, credo che Samuele – che immagino lo stesso autore di questo articolo – altro non sia che un piccolo “debunker”, quella figura, spesso senza alcuna preparazione ma al contempo munita di grande superficialità e tracotanza nei giudizi, preposta (volontariamente, ma a volte anche per conto terzi…) a paralizzare sul nascere ogni nuova visione delle cose che possa cambiare lo status quo (in tutti i campi: salute, politica, economia, cultura…) e a difendere, anche contro il buon senso, le versioni ufficiali funzionali al potere corrente. Insomma un conservatore retrivo che agisce nell’ottica dei luoghi comuni moderni e per questo convinto di essere un progressista illuminato.

            Condivido in pieno la tua osservazione riguardo ai paesi sviluppati: sembra essere tutto un alimentato circolo vizioso di cibi sbagliati->malattia->cura senza guarigione, dal quale non si esce se non tornando decisamente ad un’alimentazione secondo natura… ma attenti a dirlo, altrimenti salta fuori il debunker di turno che ci bolla con l’infamante epiteto di “complottisti” :-) Un saluto.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Roberto, invece che parlare a vuoto perchè non porti delle prove a sostegno dell’influenza degli alimenti nell’insorgere di patologie come i tumori?

            Se ci fosse una mezza prova o anche solo una minima speranza tutti gli scienziati del mondo si lancerebbero a studiare queste connessioni ma, pensa un po’, non lo fa NESSUNO, perchè è un’evidente SCIOCCHEZZA.

          • Roberto

            Oppure perché gli organi che ci tengono “informati” degli studi scientifici hanno la stessa tua mentalità: privilegiare gli “affiliati” e bloccare i non allineati… col sostegno degli ingenui che li ritengono sempre in buona fede e attendono la “prova” consacrata dal crisma della comunità scientifica e dall’avallo della relativa editoria.

          • Valeria

            Ragazzi calma!! Mia madre è morta di tumore e 14 anni fa cercava di mangiare verdure “anticancro” risultato non c’è da 14 anni…….Io ho una malattia dalla quale non guarirò se volete provo la dieta ma son sicura già che il latte mi fa male (infatti non lo bevo se no mi viene mal di pancia e non me lo ha detto un dottore) e tra parentesi mia madre non beveva tanto latte quindi sorge spontanea una domanda: siamo sicuri di quello che scriviamo? chi segue questa dieta son sicura che starà bene prima o poi ma col cancro c’entra poco…..quando è morta mi hanno detto di tenermi sotto controllo e lo faccio. Capisco chi si è “rotto” dei farmaci (ne prendo un bel po’ e son stanca ma non smetto di credere nella medicina) Prima o poi un giorno anche io potrò dire : “la medicina mi ha fatto bene” fino ad allora posso provare la dieta però senza darle tutta quest’importanza perché la dieta che sia Dunkan, mediterranea o del dottore in questione non ti fa guarire! Vi fa migliorare lo stile di vita quello si!
            Criticate tanto i dottori ma io son stata salvata due volte da una dottoressa mia amica! cerchiamo di tenere la testa razionale e non appesa alla speranza (anche se a volte serve anche quella).
            ciao

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Grazie Valeria per questa ventata di razionalità… mi spiace per la malattia che hai accennato, sicuramente fai bene a provare tutto, anche questa dieta, ma senza MAI lasciare la strada maestra della medicina ufficiale… che è la nostra unica speranza per certe malattie (spesso fallisce, ma i passi in avanti ogni anno sono incredibili)

          • Valeria

            tranquillo non l’ho ancora provata la dieta ma ne ho sentito parlare e forse male (troppo) non fa sicuro è che è da 38 anni che mi curo con farmaci e voglio credere che prima o poi una soluzione anche per me arriverà!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Bisogna stare attenti quando si eliminano del tutto certi alimenti, meglio consultare dei dietologi veri.
            Fai bene a mantenere viva la speranza, per guarire è fondamentale un atteggiamento positivo!

            In bocca al lupo

          • Valeria

            non ti preoccupare non voglio togliere niente che non mi abbia già detto la gastroenterologa! Del resto avere fiducia si essere creduloni no…..Io se non vedo non credo e poi non ho bisogno di dimagrire (come ho letto che hanno fatto molti qui) son già magrina di mio.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Eh certo il medico ha proprio bisogno delle biro omaggio e quindi per questo motivo non ti consiglia l’utilissima pulizia del fegato… ma cosa stai dicendo?

            Tu sei il classico personaggio che teme il progresso e non si accorge di come rispetto a 100 anni fa viviamo quasi il doppio degli anni e, guarda un po’, non grazie alle “pulizie del fegato” o all’omeopatia o al vegetarianesimo o chissà cos’altro. Per tua fortuna quando avrai bisogno di cure serie (speriamo mai) potrai sempre rivolgerti a dei veri specialisti e non al doc Mozzi di turno che ti metterebbe a sgranocchiare pannocchie per farti passare l’ulcera

          • Roberto

            “rispetto a 100 anni fa viviamo quasi il doppio”: ennesimo tritissimo luogo comune da conservatore-modernista: a sfatarlo basta il primo verso dell’Inferno. Una vera valutazione della durata va fatta sulla naturale possibilità del corpo di sostenersi: proviamo a togliere le pillolette, la visita periodica dal medico, il ricovero all’ospedale e tutti gli altri presìdi artificiali – spesso costosissimi – che tengono in vita già molti cinquantenni e ultra, e vediamo a quanto si riduce la media di vita, con tutti quei cibi sbagliati.
            E soprattutto non si tratta di lunghezza ma di -qualità- della vita: meglio morire sani a 50 anni (peraltro assai improbabile) che non vivere fino a 90 come una salma che ha bisogno di qualcuno anche per andare in bagno. Non c’è nessun progresso in questo.

            Comunque il dott. Mozzi non darebbe mai pannocchie come cura, visto che sconsiglia il mais a tutti i gruppi sanguigni tranne l’A, e con uso molto sporadico. Ancora una prova della tua superficialità.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Quella sulle pannocchie era ovviamente una battuta, ma lasciamo perdere.

            Aspettativa di vita nel 1800: 37 anni
            Aspettativa di vita nel 1900: 48 anni
            Aspettativa di vita nel 2000: 79/85 anni

            Non sarà il doppio ma ci manca molto poco… e vedo dei 70enni in piena forma, altro che dieta Mozzi!

            Ma tu continua pure a credere alle favole…

            fonte: http://archiviostorico.corriere.it/2010/aprile/02/Vivremo_fino_100_anni_oltre_mo_0_100402040.shtml

          • Roberto

            Ottima fonte. Il Corriere della Sera. Un faro di obbiettività. Come la Pravda o il Volkischer Beobachter. Altro che fabbrica del consenso! Vivremo fino a 100 anni! Eureka! non vedo l’ora di avere la badante sbottonarmi i pantaloni per fare pipì.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Il corriere cita i dati ISTAT, ovviamente. Ma fai come preferisci, tanto ho capito che qualsiasi cosa io possa scrivere o dire non sarà mai abbastanza, la tua antiscienza è come una religione, buona fortuna.

          • fio

            Noi non lo sappiamo ancora quanto vivremo, a meno che non siamo nati nel 1920.

      • Roberto

        Francesca quello che scrivi è Verissimo. L’ereditarietà pesa non solo sullo sviluppo delle malattie ma anche e soprattutto sul tipo di cibo per cui si è predisposti. In tale ottica si sta sviluppando una disciplina, la “Nutrigenomica” (ben divulgata in Italia dal dott. Filippo Ongaro) che studia appunto qual’è il cibo più idoneo esaminado il DNA. La posizione comune di questi regimi nutrizionali (e dei divulgatori italiani come Mozzi, Ongaro, Giovanni Cianti, Aronne Romano, Claudio Tozzi) è di ritenere che gli uomini sono sostanzialmente predisposti per quegli alimenti di cui le generazioni precedenti, fin dalla preistoria, hanno fatto uso. Viceversa il consumo frequente di cibi di origine recente (come cereali, latticini, zuccheri e cibi industriali), per cui l’organismo non è predisposto né abituato, potrebbe costituire la prima causa delle malattie, dal semplice mal di testa fino i tumori. Questo in linea di massima e come punto di partenza: poi ciascuno è diverso e, come tu scrivi, una vera dieta può solo essere su misura su se stessi, dopo anni di verifica e “ascolto” delle reazioni del proprio corpo a seconda dell’introduzione di determinati cibi. Un saluto.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Prendere la propria esperienza come verità assoluta è il più grande degli errori che l’uomo della strada fa quando pensa alla scienza.
      La tua esperienza è statisticamente irrilevante… comunque nuon per te che stai meglio, continua così.

      Per fortuna però la “verità scientifica” si ottiene per altre vie e sono quelle le vie che ti permetteranno di arrivare sano e salvo a 80 anni (spero), non certo evitare di mangiare pasta o carne…

      • Roberto

        Benissimo. Vedremo: se la “verità scientifica” che per altre vie mi farà arrivare sano e salvo agli 80 (grazie per l’augurio, ricambio pienamente) sarà in grado anch’essa di eliminarmi completamente mal di testa, dermatiti, mal di gola, raffreddori, influenze, mal di schiena, diarree, dolori e coliche intestinali come la Paleodieta e la dieta del dott. Mozzi, sarò pronto ad accoglierla. Ma direi che, dopo due anni di completa assenza di tutti questi e altri prloblemi, non ne sento minimamente il bisogno. Saluti.

    • Giuliano Castelli

      Bravo bella risposta e complimenti per i tuoi risultati

      • Roberto

        Grazie Giuliano, condivido il tuo modo di vedere.

    • paolonesi

      @ ROBERTO da Paolonesi 13 mar 15:15
      Carissimo Roberto,
      mi permetto di intervenire in questa discussione, avendo letto prima tutti gli interventi fino all’amico @ Aristarco.
      Prima di tutto, come ben dice @ Samuele, “una rondine non fa primavera”…e mi spiego subito.
      Non sono allergico a NULLA tranne i pomodori crudi ! Ma questo lo so non per aver fatto analisi, ma perché se mangio simili ortaggi….purtroppo e con mio grande rincrescimento…….mi sento proprio male !
      Poi, avendo problemi di piccolissima importanza, essendomi occupato di Sanità per 35 anni, quidi agendo in ambienti medici e ospedalieri, alcuni amici medici mi convinsero a fare le analisi di intolleranze.
      Ne feci diverse perché……….perché sono uno statistico di base, e quindi volevo fare un test su me stesso !
      Il risultato fu che un test mi diceva una cosa, un un’altra ecc. ecc. ma non ottenni nessun risultato tranne che, come mi dissero, non potevo mangiare………….. i pomodori !!!! Però acquisii conoscenza del problema delle intolleranze.
      Il test che tu hai fatto in base al gruppo “0″ e la “cura” è banale.
      Molte persone hanno lo stesso problema, ma ti assicuro che, sempre in base al Gruppo “0″, seguendo quella dieta, altre persone non hanno assolutamente avuto vantaggi….quindi il tuo è stato solo un caso che aveva una certa probabilità di verificarsi !
      Chi conosce la Legge della Dialettica Caso/Probabilità (che dice come funziona l’Universo, dal grande al piccolo) sa perfettamente cosa sto dicendo.
      E’ molto probabile che solo una autentica conoscenza e approfondimento del DNA e dei suoi meccanismi possa portare a qualcosa (non esiste infatti solo il problema del conoscere il DNA, ma anche come il DNA regola le proteine ecc. ecc., ma Aristarco te lo potrà dire meglio di me !)
      Ma personaggi come Mozzi sono i soliti che si attaccano a teorie “per sentito dire” e che certe volte “c’azzeccano” e certe volte no….!
      Nel tuo caso (no cereali, latte, zuccheri, si animali e ortaggi) è stato sicuramente che come a tantissime persone, da una certa età in poi, non fanno bene (anche a me è successo ad es.) !
      Ma potrebbe anche essere che non mangiando certi prodotti inquinati non si hanno più quei disturbi per i quali si va dal Mozzi !
      Cmq ho l’idea che se io ora mi mettessi a fare il Dr. Mozzi probabilmente avrei anche più successo……per forza ! Basterebbe semplicemente approfittare delle mie conoscenze…..”statistiche”…..eheheheheheheh !!!
      Una cosa invece molto più seria e drammatica l’hai detta sul fatto dei farmaci !
      Proprio esaminando le statistiche dei “flussi di investimento”, mi sto rendendo conto che le grandi ditte farmaceutiche li stanno indirizzando NON verso la CURA dei tumori, ma verso verso la loro CRONICIZZAZIONE !
      Cioè a dire: se trovo il farmaco che cura quel determinato tipo di tumore lo venderò sì a caro prezzo, ma una volta usato….zac….il paziente guarisce e stop ! Mentre invece se “cronicizzo” la malattia con determinati farmaci faccio campare il paziente fino alla morte naturale, ma…..ma comprando (lui stesso o i vari sistemi sanitari nazionali) i farmaci “salva-vita” quotidianamente o mensilmente ecc ecc…insomma, come si dice, ho un cliente “vita natural durante” !!!!!!
      Terribile ? sì, sarebbe terribile !
      Ma se lo penso io che NON sono una mente criminale, figuriamoci cosa possono fare le VERE “menti criminali” !
      Ma, attenzione, ho idea (ma è una mia doxa !) che il Mozzi non sia un criminale, ma uno che “crede” veramente in quello che dice….e forse anche ingenuo (forse!), e quindi……………… assai potenzialmente pericoloso, come abbiamo visto in molti casi di cronaca ! (non sto a dilungarmi sul perché possa essere pericoloso…..sono fatti di cronaca !).

      Dici: “Come se una verità avesse bisogno del placet della pubblicazioni della comunità scientifica per essere tale !”
      cavolo Roberto, ti dò pienamente ragione !…..ma figurati allora se ha ragione “a prescindere” un Mozzi qualunque !
      Su cosa ti basi per dire che ha ragione ? Sul fatto che a te l’ha azzeccata e magari ad altri otto ? e se il decimo ci lascia la pelle ?
      Oppure ti basi sul “credere” ? o sulla Fede che hai in Mozzi ?
      Sempre avere il DUBBIO….su TUTTO….non esistono Verità EPISTEMICHE, e nella Scienza esistono solo Verità ALETICHE ….MAi scordarlo ……sennò il povero Galilei che campò a fare ?
      Paolonesi

  • http://theblogformerlyknownasnoblog.blogspot.co.uk/ the alien formerly known as

    Non essendo uomo di scienza, quando qualche tempo fa mia madre mi raccontò – entusiasta – di questa dieta, con tanto di brochure e menù settimanale “personalizzato”, la mia unica reazione fu di riderle in faccia.
    Credo l’abbia seguita solo per qualche mese, però ancora oggi, se mangia la pizza o del pane, sta male – dice – per qualche giorno. Il potere dell’auto-convincimento è enorme.

  • Giuliano Castelli

    Io credo che dire che fa male o fa bene a priori non sia l obbiettivo a meno che non esista un odio di base verso questa persona , che nulla di male fa anzi esporta delle convinzioni che invece molto di scientifico hanno , l unico neo e’ che per migliorare il nostro stato fisico non andiamo in farmacia ed è’ qui che entrano in gioco le opinioni contrarie ,a buon intenditor poche ……

  • gfranco

    piccola chiosa: perché il ” Mr. Samuele” non s’è qualificato?

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Io sono un essere pensante, caro gfranco, e mi sembra incredibile che così tanta gente creda alle baggianate di questi “medici” non praticanti completamente fuori dal mondo e dalla scienza.
      Non ci vuole un fenomeno della medicina per capire quante cazzate ci siano nelle parole del Doc Mozzi di turno

      • vera

        E’ incredibile perchè così tanta gente ha provato SOLO a modificare il menù in tavola, è guarita e continua a star bene?
        E’ incredibile che un medico non prescriva medicinali? ( e, occhio, non dice di non prenderli più, ma di cambiare dieta e poi fare esami adatti)
        Beh si, è vero, è incredibile.
        Cazzate, le trovo nelle parole della mia EX ginecologa, (3 anni fa) di bere tanto latte che dovevo assumere calcio per le mie ossa lupiche, e io le dissi che il latte mi faceva star malissimo, non posso trovare il calcio in altri alimenti? risposta: no, vabbe ti abituerai.
        Baggianate, le trovo nelle parole del pediatra, che mi disse di non dare frutta fresca al bambino, perchè poteva essere allergico e dovevo dargli solo omogeneizzati… QUESTE SONO BAGGIANATE

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Ohy ragazzi, capiamoci.
          Il mio articolo non è contro le diete o la vita sana, ovviamente siamo tutti d’accordo che se possibile è meglio non assumere farmaci (io non ne uso praticamente mai!).
          In questo articolo, se lo leggeste, vi accorgerete che parlo delle sciocchezze che questo fantomatico doc dice in TV contro il latte (che causerebbe il cancro, la necrosi, il morbo di Alzheimer e la cataratta!) e contro la scienza.

          Che in mezzo a queste scemenze Mozzi dica anche cose vere, non lo metto in dubbio, anche un orologio rotto indica l’ora giusta due volte al giorno…

  • Aristarco

    Avevo un caro amico siciliano. Che per motivi indipendenti dalla nostra amicizia, ho perso di vista.
    Questo mio amico aveva una inquietante idea fissa rivolta contro quella particolare sottopopolazione di connazionali rappresentata dai leghisti.
    Lui era (ed è) un meridionale che vive in una città del Nord Italia e ricordo che era preoccupato in modo inverosimile rispetto ai leghisti, che paragonava – in modo molto serio e allarmato – alle camicie brune (Sturmabteilung).
    Ed io sorridevo, con una certa aria di sufficienza, di fronte a questo marcato e oscuro sentimento composto da timore, diffidenza, paura, ecc. rivolto nei confronti di quelle persone.

    Un altro mio amico, invece, è un leghista convinto, ex-comunista altrettanto convinto.
    Questo mio amico aveva una inquietante idea fissa rivolta contro quella particolare sottopopolazione rappresentata dagli immigrati extracomunitari.
    Lui era (ed è) preoccupato in modo inverosimile rispetto agli immigrati extracomunitari, che paragonava e tuttora paragona – in modo molto serio e allarmato – ai “visi pallidi”, mentre noi Italiani, saremmo i Pellerossa, i Nativi Americani destinati a essere rinchiusi nelle Riserve indiane.
    Ed io sorridevo, con una certa aria di sufficienza, di fronte a questo marcato e oscuro sentimento composto da timore, diffidenza, paura, ecc. rivolto nei confronti di queste persone.

    E come impone – ahimè! – la legge del contrappasso, ecco che ora sono io ad essere preda di un marcato e oscuro sentimento composto da timore, diffidenza, paura, ecc. rivolto nei confronti di certe persone, che sembrano moltiplicarsi di giorno in giorno.
    Io sono preoccupato in modo inverosimile rispetto a questi fieri paladini dell’analfabetismo scientifico, che paragono – in modo molto serio e allarmato – ai Visigoti, Vandali, Unni, Burgundi, Ostrogoti, ecc. cioè a quelle orde barbariche che vogliono farci ripiombare in un nuovo tenebroso Medioevo, scacciando Galileo e riaccendendo le pire per le streghe.
    Omeopati, agopuntori, sostenitori del Metodo Simoncini, dibelliani, propugnatori del complotto delle scie chimiche, araldi del Metodo di Gianpaolo Giuliani per la previsione dei terremoti, fan di Davide Vannoni, paladini del Siero Bonifacio, corifei dell’antroposofia, … e simpatizzanti del dottor Mozzi.

    Come disse un celebre ex-magistrato non ci resta che «resistere, resistere, resistere»!

    Ciao
    Aristarco

    • Roberto

      Oddio che paura! ahimé, si moltiplicano… forse perchè si sono accorti che la medicina autorizzata si limita a curare senza mai guarire? Sono preoccupato! «resistere, resistere, resistere»!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Grazie Aristarco, bel commento… non è il caso di aggiungere altro anche perchè Roberto si commenta da sè, lo lascerei nel suo brodo d’ora in poi.
      (sempre che il brodo possa berselo, bisogna chiedere al dottor Mozzi!)

      • Roberto

        Scotta troppo quel brodo?

  • paolonesi

    @ ARISTARCO da Paolonesi 13 mar
    Carissimo Aristarco…..ben lieto di risentirti !,
    L’uomo medievale aveva FEDE….e era convintissimo, perché tutti i suoi Sensi, la sua Ragione, la sua Fede e i Testi Sacri glielo dicevano, che il Sole, la Luna e il Firmamento tutto giravano attorno alla Terra ! Chi poteva smentirlo ? Ma anche se ci fosse stato qualcuno a smentirlo, ovviamente non ci avrebbe creduto perchè il suo Paradigma era quello ( Thomas Kuhn) !
    Però poi ad unncerto punto salta fuori Copernico, seguito poi da Galilei, che azzarda l’ipotesi che forse era la Terra che girava attorno al Sole !
    Così ci fu un cambio di Paradigma …….oggi chi affermerebbe una baggianata simile ?
    Purtuttavia ci sono ancora coloro, pieni di FEDE, che continuano ad affermare che la Terra e l’Uomo sono apparsi 5.700 anni fa circa !
    Questo succede perché (critica a T.Kuh) anche se il Paradigma cambia, ci sono tuttavia periodi in cui co-esistono “co-abitazioni” di pensiero arretrato, quasi-diverso, diverso ….. ecc. ecc. …….basta vedere le religioni, i credenti, i cristiani e ….peggio del peggio……i cattolici !
    Ho acquistato ieri un saggio del noto, consideratissimo filosofo Robert Audi intitolato “La razionalità della religione” in cui il dotto filosofo parte dicendo: “La Razionalità deve tener conto della “credenza”………..” …..sic ! ………..
    Aristà…..e che dovevo fare ? mettermi a ridere ? piangere perché avevo gettato 26 euro al vento ? continuere a leggerlo sapendo già perfettamente cosa andava a dire e concludere con tutte le dimostrazioni falsate dal falso “postulato di partenza” ?
    Per fortuna non ho problemi economici e mi dà fastidio avere nelle mie librerie un libro non letto….non sia mai ! Quindi continuerò a legggerlo e commentarlo come mio solito.
    Per chi mi leggesse e non mi capisse bene aggiungo che non mi serve la parola “credere” per dire che 2 + 3 = 5…. lo so ! …..E lo so sia per una serie di “circostanze” che mi hanno portato a saperlo (matematica, fisica, logica matematica, Logica, filosofia ecc. ), sia perché ho accettato un “paradigma” cioè un “metodo” per capire il Mondo….quello di Galilei, Newton, Einstein Schrodinger ecc ecc.
    Capisco però che “altri da me” hanno i loro metodi, su cui campeggia il “ci credo perché ci voglio credere !” !
    Che ci vuoi fare Aristà !…resistere ? ….resistere a che ?……l’unica cosa che posso permettermi di suggerirti è quella di avere…….. umana comprensione ! …..oppure…..in compenso,…… le ultimissime S&W cal. 460 Magnum !…….dai, scherzo….meglio la prima ………eheheheheheheh !
    Ciaoooooo…………….Paolonesi

    • Aristarco

      “Però poi ad unncerto punto salta fuori Copernico, seguito poi da Galilei, che azzarda l’ipotesi che forse era la Terra che girava attorno al Sole !”
      RE: Eh no!
      Molto molto prima era saltato fuori …. Aristarco!
      Non confondiamoci, please ;-)
      Copernico fu anche preceduto da Seleuco di Seleucia. E poi vi sono stati altri Autori che qualcosa avevano intuito, ma di cui abbiamo solo frammenti (ad esempio, Cleomede assume che le stelle fisse siano enormemente più lontane del Sole e ne deduce che potrebbero anche essere soli più grandi del nostro, proprio come aveva già intuito Aristarco).
      Ciao a tutti
      (chi non muore si… rilegge :-)

      • paolonesi

        @ ARISTARCO……
        Ahhhhhhhhhh….Aristà !
        ma a me precisi queste cose ?
        So benissimo che anche prima qualcuno aveva ipotizzato il sistema eliocentrico, ma quando si parla di Copernico….seguito da Galilei…..si parla di un vero e proprio cambio di Paradigma, cioè di rivoluzionare cosa si intendesse per metodo scientifico….perché è quello che interessa….proprio come il caso del Mozzi.
        Ci sono migliaia di “presunti dietisti” (dietisti, falsi dietisti, medici falliti che si sono messi a fare i dietisti ecc ecc.), i quali, basandosi semplicemente su qualche esperienza (come ad esempio il legare le intolleranze alimentari con i gruppi sanguigni) e poi farene una legge….o meglio…farne un mestiere per, come diceva Carducci, …”tirare quattro paghe per il lesso” !

        Come per esempio i medici omeopatici !
        Non risolvono MAI un tubo, tranne, qualche volta, per caso, seguendo la legge della Dialettica Caso/Necessità,…. ….toh !….l’azzeccano !!
        Ma non c’è da stupirsi ! Come è noto di venditori di fumo al mondo ce ne sono milioni, ma d’altra parte, Aristà….,, se ci sono significa anche che esistono quelli a cui venderlo…il fumo !…..e lasciali vivere , dai …sia gli uni che gli altri !
        Sempre piacere ri-leggerti….e non preoccuparti che ammazzare me ce ne vuole……ehehhehehehehheh !
        Ciaooooooo….Paolonesi

  • Nicola

    A leggere i commenti sembra che tutti abbiano una serie di malattie che neanche mr. Burns. Poi smettono di bere latte e mangiare pane e stanno benissimo.
    Io mangio di tutto, faccio attività fisica, bevo una marea di latte e negli ultimi 10 anni ho preso al massimo un paio di influenze.
    Non pretendo di fare statistica, ma se il latte fosse il veleno che dite sarei già morto da un pezzo!!!!

    • Roberto

      Non ha mai mal di testa? nemmeno acne, psoriasi o arrossamenti di pelle? diarrea o stipsi? nemmeno un po’ di tosse, bruciori di gola, torcicollo o mal di schiena in seguito a colpi d’aria? quanti anni hai?

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Roberto bevo latte anche io 1-2 volte al giorno da SEMPRE e non ho alcun problema, ma non lo dico nemmeno perchè non è così che si decide dove sta il vero e dove il falso… i nostri sono solo casi singoli, ininfluenti!

      • Aureliano

        Ho 36 anni. Non ho mal di testa se non in rari casi. Mai avuto psoriasi e arrossamenti. Diarrea nemmeno. La tosse capita ma non certo di frequente. Mal di schiena solo se esagero in palestra. Bruciori di gola sì quando prendo freddo. E torcicollo quasi mai. Sono allergico alle graminacee e mi fa un po’ male la spalla destra ma i tendini sono a posto. Per il resto sto bene, anche se bevo latte ogni giorno senza moderazione.

        Conclusa questa disamina tipo medicina 33, sperando che tu non mi chieda notizie sulla prostata, convengo sul fatto che i singoli disturbi sono ininfluenti.

        • Roberto

          Beh, per i miei standard sei un ospedale ambulante. Comunque non chiedevo a te ma a Nicola, ma grazie lo stesso. Saluti.

          • Aureliano

            Un ospedale ambulante perché ho mal di gola se prendo freddo e mal di schiena quando esagero in palestra?
            Era una affermazione ironica che non ho percepito o dicevi davvero?

            p.s. sono sempre Nicola, ho usato un nick senza accorgermene.

          • Roberto

            Entrambe le cose. Un’ironia stizzita per l’ingerenza e per il “medicina 33″ (e mi scuso se può averti offeso). Ma era in parte anche seria: non è normale avere il mal di gola per un po’ di freddo, né il mal di schiena per qualche sforzo muscolare: sono sintomi dovuti a debilitazione dell’organismo causata da introduzione di alimenti non corretti. Se sei Nicola avresti dovuto aggiungere questi sintomi al tuo commento e non dire solo che hai avuto un paio di influenze negli ultimi 10 anni, pur continuando un’alimentazione senza criterio (“mangio di tutto”), altrimenti sembri il nipote di Wolverine. Io vesto leggero anche a meno di 0 gradi (temperatura media invernale del posto dove lavoro) e faccio sollevamento pesi, ma non ho né mal di gola né di schiena ne altro da almeno due anni: diversamente, prima ero sovente afflitto da dolori muscolari, raffreddori, bruciori di gola e altro. E di anni ne ho 40. Ma, già mi sento dire, “è un caso! è un caso tuo!”… A parte che non è solo mio, comunque io mi sento in tutta coscienza di riportare la mia esperienza e difendere, da attacchi unicamente malevoli, chi, come il dott. Mozzi, mi ha insegnato ad essere perfettamente sano. Un saluto.

          • Nicola

            Sarei curioso di vedere che “sollevamento pesi” fai. Quando un allenamento è particolarmente intenso è normale avere qualche fastidio di schiena. Significa che i pesi non sono stati dosati perfettamente. Non c’è nulla di strano visto che il fastidio sparisce in 24 ore.
            Al freddo il corpo si abitua. Io lavoro per lo più all’interno quindi sono maggiormente soggetto a qualche raffreddamento, ma parlo di casi rari.
            La cosa divertente è che vuoi dare la colpa all’alimentazione anche se, nel mio caso trovi pochi appigli perchè se la differenza tra una dieta da stregoni e mangiare di tutto è avere un po’ di mal di schiena quando si sollevano 60 kg in panca piana allora tanto vale mangiare di tutto, no?

          • Aristarco

            Roberto, anche se tu fossi un centenario che segue gli insegnamenti del dr. Mozzi e che ogni mattina fa venti flessioni con un braccio solo, saresti sempre e solo un caso. Tu mi rispondi che ve ne sono altri, come te. Ma “altri” non è un numero e quindi non ha alcun significato, perché in ambito scientifico ciò che conta è solo ciò che è … contabile.
            Ciao
            Aristarco

          • Roberto

            No, il maiale mangia di tutto. Fai una prova (seria!) e vedrai.
            Ora mi limito a soddisfare la tua curiosità sul mio allenamento, poi chiudo perché inutile cercare di rendere acuti gli ottusi. Ecco la mia scheda (da quasi 10 anni, con alcune variazioni): primo giorno settimanale: panca orizzontale + squat + rematore manubri + curl + addominali del busto con peso; secondo giorno: croci + panca francese + stacchi con bilanciere + lento dietro manubri + addominali delle gambe. In certi periodi diluisco in 3 settimane aumentando le ripetizioni e diminuendo i pesi.
            Se ti riferisci al normale indolenzimento dei muscoli dopo allenamento (soprattutto dopo periodi di ferma), il famoso “DOMS”, allora si quello è normale. Ma ho notato tempi di recupero più rapidi da quando ho modificato l’alimentazione.
            Anche io lavoro all’interno, e pure con riscaldamenti, ma quando esco non ho alcun problema. Saluti.

          • Nicola

            già uno che ha la stessa scheda da 10 anni mi fa venire qualche dubbio. Poi hai messo esercizi solo per primo e secondo giorno. E gli altri? In ogni caso il primo giorno fai petto, dorso e gambe ed il secondo di nuovo petto. Mah, son molto perplesso. Se la dieta del Mozzi è come la tua scheda andiam poco lontano!
            Un’altra cosa: prima dici di lavorare in un ambiente a 0 gradi, poi invece affermi di lavorare in ambienti chiusi e riscaldati. Io sarò anche ottuso ma tu non le racconti tutte giuste.

        • fio
    • carmy

      caro Nicola il latte fa malissimo e lo sanno tutti specie i medici che sotto sotto e solo alcuni lo dicono….tu dici di berne tantissimo ma dicci quanti anni hai…dipende dall’età…e poi non sei gentile a dire che sembra che tutti abbiano una serie di malattie… ma non ti vergogni? te parli così perchè probabilmente non sai cosa significa avere una malattia!!! io ho perso mia mamma da poco e sai quanto avrei voluto conoscere il DR. MOZZI anni fa così che potevo godermi ancora la mia mamma….purtroppo i medici non sanno come fare per guarirti e provano, testano su di te tutte quelle merde di medicinali..vedi chemio e radio..tu persona malata sei impotente, non sai cosa fare…per cui gente come dice Mozzi testate sempre, lui non ha la verità assoluta ma provando non ci perdi nulla anzi..io adoro il Dr Mozzi ci vorrebbe lui come ministro della Sanità!Carmy

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Che tristezza leggere interventi del genere…

        • Carmy

          tristezza è ben altro Samuele….fatti un giro negli ospedali e poi mi dici qualcosa… i medici sono impotenti davanti alle malattie..ne so qualcosa….perchè quando chiedi a qualsiasi medico la CAUSA delle patologie loro non sanno risponderti???strano eh…

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            All’uomo piace avere una risposta per tutto, per questo la religione e le pseudoscienze hanno così tanto successo.
            La scienza (e la medicina) è razionale, ammette i propri limiti e non ti dice quello che non sa.

            Non è facile accettare la verità, quindi se preferisci una rassicurante menzogna vai pure a messa e dal doc Mozzi, che vuoi che ti dica.

            p.s. pur non sapendo TUTTO i progressi scientifici ci permettono di vivere fino anche fino a 100 anni, le pseudoscienze invece?

          • Carmy

            see..se vede!!!! ma chi è che vive fino a 100 anni??? di certo no le nuove generazioni…..

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            L’aspettativa di vita è in crescita costante, le statistiche non mentono… la media è sopra gli 80 ed è aumentata rispetto a dieci anni fa e ancora di più rispetto a 20 anni fa, fattene una ragione (e festeggia, è una buona notizia no?)

          • carmy

            quante minchiate….ma non è vero..sono statistiche delle balle! assolutamente no comment….
            io non ho bisogno di farmene una ragione…festeggio per altro…

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            “non è vero” in base a cosa lo dici? L’AIRC non è affidabile?
            Cerca su altri siti, ufficiali e indipendenti, stranieri o italiani, troverai che il tasso di guarigione è in aumento, anche se la mortalità rimane alta, purtroppo.

            C’è ancora molto da fare? Sicuramente sì
            Bisogna affidarsi ai santoni tipo Mozzi? Sicuramente no

          • fio

            Ma hai presente quanti se ne vanno a cinquanta anni? Quelli che oggi arrivano ai cento per sessant’anni hanno mangiato cose che oggi non esistono più!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ci sono statistiche ufficiali, MEDIAMENTE si vive sempre di più, fattene una ragione… quello che mangiavano i nostri nonni negli anni 60 era MOLTO meno pulito e controllato di quello che mangiamo ora.

  • Aristarco

    “Proprio esaminando le statistiche dei “flussi di investimento”, mi sto rendendo conto che le grandi ditte farmaceutiche li stanno indirizzando NON verso la CURA dei tumori, ma verso verso la loro CRONICIZZAZIONE !
    Cioè a dire: se trovo il farmaco che cura quel determinato tipo di tumore lo venderò sì a caro prezzo, ma una volta usato….zac….il paziente guarisce e stop ! Mentre invece se “cronicizzo” la malattia con determinati farmaci faccio campare il paziente fino alla morte naturale, ma…..ma comprando (lui stesso o i vari sistemi sanitari nazionali) i farmaci “salva-vita” quotidianamente o mensilmente ecc ecc…insomma, come si dice, ho un cliente “vita natural durante” !!!!!!”

    RE: Carissimo Paolo,
    Ricadiamo sui nostri amati e antichi confronti :-)
    Ovviamente, come ben sai, non posso, in questo caso, concordare con ciò che scrivi, per tutta una seri di evidenti motivi.
    Il più importante dei motivi è che – a mio sommesso parere – tu sopravvaluti enormemente le capacità cognitive del cosiddetto Homo sapiens sapiens.
    Tu immagini che i ricercatori delle industrie farmaceutiche – in modo consapevole – indirizzino le proprie ricerche per trovare farmaci che cronicizzino la malattia, piuttosto che farmaci che debellino – una volta per tutte – la malattia.
    Come ti ho detto, temo che tu sopravvaluti mostruosamente le capacità di indagine dei ricercatori. E sai che te lo posso dire a ragion veduta.
    Si brancola, caro amico mio….
    La verità è che si brancola in un Universo immerso nelle più fitte tenebre.
    La Scienza – con l’esercito di menti brillanti, con organizzazioni che a volte sembrano essere quasi paramilitari, con computer e macchine sempre più potenti – è, in fondo, solo una piccola candela che rischiara una piccola area sferica, dai margini indefiniti, del raggio di qualche decimetro.
    La Scienza è solo questa.

    È una voce grandiosa, se la confrontiamo a quel pulviscolo di vocine un po’ fesse, dei vari Davide Vannoni, Samuel Hahnemann, Enzo Pennetta, Peter Duesberg, Rudolf Steiner, Luigi Di Bella, Gianpaolo Giuliani, Adam Kadmon, ecc. ecc. ecc.
    Ma è una voce flebile, se la confrontiamo con l’oscuro immenso silenzio del cosmo.

    Come ho detto tante volte, la Scienza ci ha portato a conoscere un mare di cose, ma, oltre le colonne d’Ercole, c’è un immenso oceano completamente sconosciuto, di cui è completamente inimmaginabile pensare di riuscire a poterlo immaginare.
    Eh no, caro amico mio.
    I ricercatori non scelgono consapevolmente di percorrere la strada della cronicizzazione e di non percorre la strada della guarigione radicale della malattia.
    I ricercatori vanno semplicemente per la strada che sembra più percorribile e più potenzialmente feconda.
    I ricercatori fanno solo quel che possono e quel che riescono a fare.
    E tutti i piccoli risultati vagamente positivi che si riesce a ottenere, si portano a casa, con festeggiamenti, senza poi farsi troppe domande.
    Ciao, Aristarco

  • Mario83

    Mi dispiace che la pensi così nei confronti del dottor Mozzi, ma se dai un occhiata un po’ più da vicino a quelli che tu chiami “creduloni”, vedrai che si trattava semplicemente di gente che prima stava male e che poi ha deciso di fare un tentativo provando per 2-3 settimane questo tipo di dieta che tanto denigri. Il risultato lo trovi nelle migliaia di testimonianze che trovi su internet, in particolare su facebook. Io posso darti la mia personale opinione: ho risolto una prostatite che mi torturava da mesi, togliendo semplicemente il latte e derivati. Da allora sto benissimo. Ho ridotto sensibilmente anche i cereali, lasciando solo la pasta, o il riso a pranzo. E’ da un anno che ho iniziato la dieta e sto divinamente. Niente tosse, raffreddori, febbre, niente di niente. Se a qualcuno interessa sapere di più su questa dieta qui trovate alcune indicazioni: dietagrupposanguigno.altervista.org

    • Roberto

      Ciao Mario83, praticamente la mia stessa esperienza (vedi sotto).

  • Roberto

    Ciao Paolonoesi, grazie per questa risposta, la prima sensata tra quelle dei detrattori di Mozzi in questa pagina. E ti dico che sono in linea di massima d’accordo con te.

    Mi scrivi > “Il test che tu hai fatto in base al gruppo “0″ e la “cura” è banale.”
    Non ho fatto nessun test. E non definirei banale quello che faccio quasi ogni giorno ormai da due anni (ad aprile): introdurre pochi cibi alla volta nel mio corpo per poi “mettermi in ascolto” e verificarne le reazioni.

    Scrivi > “Nel tuo caso (no cereali, latte, zuccheri, si animali e ortaggi) [...] da una certa età in poi, non fanno bene…”
    Verissimo. Ma allora perché questa polemica? Perché questo livore, visto che è proprio questo – non tanto il fatto del gruppo sanguigno – il punto centrale della dieta Mozzi o delle diete ancestrali.

    Scrivi > “Su cosa ti basi per dire che [Mozzi] ha ragione ? [...] Oppure ti basi sul “credere” ? o sulla Fede che hai in Mozzi ?”
    Non ricordo di aver scritto “Mozzi ha ragione”. Ne ho “Fede” in Mozzi, al massimo una certa fiducia, questo si. Per natura non sono fideista, credente o dogmatico, a differenza dei settari scientisti di questo blog. Semplicemente mi sono sentito in dovere di difendere Mozzi dagli attacchi insensati, ignobili ai limiti dell’insulto e fondati su una conoscenza imprecisa, volutamente distorta (quindi anni luce lontana da una vera imparzialità scientifica) dell’autore di questo articolo.
    Da Mozzi ho ricevuto una montagna di “input” che nessun medico o nutrizionista “ufficiale” – di persona o a distanza – mi ha mai saputo dare. Anche consigli semplici ed evidenti ma a cui comunemente non ci si fa caso; come il fatto che la frutta zuccherina nei periodi freddi in natura non esiste, gli alberi sono spogli di frutti e quindi raramente i nostri antecessori hanno ingerito cibi dolci in inverno, nemmeno in tempi storici (eccetto qualche frutto essiccato e un po’ di miele).

    Scrivi> “…se il decimo ci lascia la pelle ?”
    Mi sembra esagerato. Mozzi altro non consiglia se non di provare su se stessi l’effetto dei vari cibi ( quello che faccio io, già da prima di conoscere Mozzi). E poi se ci fermiamo sui -se-, ovvero sulle paure, non andiamo avanti. E infine, quanti ne ha uccisi la medicina ufficiale con le sue cure sbagliate?

    > Sempre avere il DUBBIO [...] sennò il povero Galilei che campò a fare ?
    Verissimo! ma vai a farglielo capire agli scientisti odierni che si proclamano eredi di Galilei ma hanno rivestito lo stesso ruolo dei sui inquisitori in una diversa visione del mondo.

    > non esistono Verità EPISTEMICHE, e nella Scienza esistono solo Verità ALETICHE
    Ma altresì non esiste solo la Scienza. Come diceva Goethe “Si possono avere certezze solo su ciò che conta poco o nulla”. La vita è troppo complessa per essere sempre inquadrata nei modelli epistemologici matematici cari agli scientisti.
    Un saluto.

    • carmy

      Sono pienamente d’accordo su quanto scritto da Roberto!
      esagerato Paolonesi quando dice: qualcuno può lasciarci la pelle! ma quando mai??sono i farmaci che ci ammazzano, no l’introduzione di cibi adatti al ns gruppo sanguigno!informatevi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Robertowithabrain

    Simpatico a aneddoto di qualche tempo fa:
    Un’amico un giorno mi dice che sta seguendo la dieta di tale dot. Mozzi, basata sul gruppo sanguigno, e di trarne giovamento. Mi dice che ha eliminato tutta la pasta e di aver perso, (e grazie tante, elimini di botto i carboidrati!) e di trovarsi bene. Mi parla del fatto che il grano fa male, il latte fa male ecc,ecc. Poi gli chiedo…ma che gruppo hai? E lui : boh! Ma scusa, come fai a fare una dieta del genere senza saperlo? Mi risponde: beh, mia moglie ha l’A e mia figlia il B, quindi presumo di avere anche io il B!
    Un po’ dubbioso, tornato a casa e mi guardoaii un po’ di discorsi di sto tizio su youtube… cose illogiche anche per un profano cime me. Poi, quando lo sentii dire che il fumo NON fa male, spensi tutto e mi feci una risata…

    • carmy

      Ma il tuo amico non ha capito nulla..in primis tutti dovremmo sapere qual’è il ns gruppo sanguigno, non te lo dice Mozzi! e poi ascolta bene i video e non dice assolutamente che il fumo non fa male!

  • paolonesi

    @ ARISTARCO

    Ahahahahahahahah….Aristà……! ma che hai capito !?

    dici: “I ricercatori non scelgono consapevolmente di percorrere la strada della cronicizzazione e di non percorre la strada della guarigione radicale della malattia.”
    ma che credi davvero che io ce l’avevo con i ricercatori ?….oppure tu sei sentito: “in conflitto di interesse ?”…….ahahahahahahahah….
    Dai Aristà, sto solo scherzando !

    Ma, Aristà, probabilmente tu non ti rendi conto della forza, la capacità e la “criminalità” del ….”bussiness” !
    Il “capitale” va là dove è più alto il saggio di interesse dell’investimento, ma se lo ritiene troppo basso è capacissimo inventarsi le “opportunità” (chiamiamole eufemisticamente così!) per rendere maximo il profitto ! .

    D’altra parte l’esempio ce l’abbiamo proprio di questi giorni, dopo che due grossissime case farmaceutiche mondiali sono state colte con le mani (pardòn, con i fax !) nel sacco per aumentare spropositatamente i prezzi di due farmaci, accordandosi per fare “cartello” !
    Ma, finché si tratta di lucrare sui prezzi…malissimo sì …però a lungo andare capisci bene che i prezzi dei farmaci diventerebbero intollerabili.

    Mi dirai tu: “ok, ma ci sono anche i costi inerenti alla ricerca, e certe volte le ricerche imboccano “vicoli chiusi”, quindi perdite secche da un punto di vista finanziario.

    Aristà….. i criminali non sono i ricercatori (ci mancherebbe anche questa !) ma gli speculatori economici e finanziari !!!

    Gli enormi investimenti fatti per il CERN mica sono stati finanziati solo per la ricerca pura o perché si cerchi se i quark, particelle che formano i protoni, che prima si credevano indivisibili, siano a loro volta composti da qualche elemento più piccolo ancora !
    Gli investimentii, come ben sai, sono stati effettuati proprio per le ricadute che eventuali scoperte possano portare sul piano economico !

    Ma se, supponiamo, un ricercatore isolato, genio o fortunato, proprio a causa della “serendipty” (scoperta fortunosa), scopre un miracoloso farmaco anti-tumorale….che succede ? Credi che non lo comprino per cancellare la scoperta ? oppure, che peggio, facciano “sparire” il ricercatore stesso ?
    C’è un tale, ora non ricordo il nome, nato qui vicino, a Montignoso, trapiantato a Milano, dove ha scoperto qualcosa per il tumore alla mammella (forse lo saprai meglio tu di me !), sai che ha fatto ? Ha venduto la sua società, compresa la scoperta dell’anti-tumorale, ad una grande casa farmaceutica mondiale per 800 milioni di Euro……Aristà….800 milioni ! Chi può resistere a cifre simili ?
    Beh, mi dirai, ma ora la grande casa farmaceutica lo metterà in commercio…….Aristà…vedremo ! A meno che quel farmaco non sia per l’appunto uno di quelli che, magari con una piccola modifica, “cronicizzano” il male, ma non lo guariscono !…..vedremo tra un po’ di tempo che succederà ! Io so soltanto che anche una grande Azienda mondiale non butta via 800 milioni di €. per nulla !
    Mi hai capito ora ?
    Basta aspettare….vedremo !….ciao Aristà……a ri-sentirci .
    Paolonesi

    • Aristarco

      Paolo scrive:
      “D’altra parte l’esempio ce l’abbiamo proprio di questi giorni, dopo che due grossissime case farmaceutiche mondiali sono state colte con le mani (pardòn, con i fax !) nel sacco per aumentare spropositatamente i prezzi di due farmaci, accordandosi per fare “cartello” !”

      RE: quella storia a cui ti riferisci l’ho seguita con interesse e ancora non sono riuscito a comprenderla.
      Sia chiaro – a titolo di premessa – che il sottoscritto (contribuente che paga le tasse, con nessuna relazione con Novartis e Roche) non è affatto contento che un tutt’altro che trascurabile quantitativo di soldi proveniente dal nostro esangue Erario si riversi nelle casse di due ricche multinazionali elvetiche.
      Ciò detto, non sono ancora riuscito a capire nulla di questa faccenda.
      Se si gironzola su internet si trovano solo condanne inappellabili nei confronti di queste due importanti società di Big Pharma.
      Ma cosa esattamente hanno fatto di illegale?
      La Roche ha immesso in commercio un farmaco, Avastin, che è un anti-VEGF (vascular endothelial growth factor) e che ora è senza copertura brevettuale e quindi ha un costo relativamente irrisorio.
      La Novartis ha immesso in commercio un farmaco, Lucentis, che è un anti-VEGF che è ancora sotto brevetto e quindi costa un sacco di soldi.

      Avastin è indicato in ambito oncologico e Lucentis è indicato in ambito oftalmologico.

      La legge italiana n. 94/1998 (che, tra l’altro, è recepita e presente uguale-uguale in Europa, America, ecc.) afferma che il medico è tenuto a usare i farmaci secondo le indicazioni terapeutiche autorizzate e che l’off-label deve essere l’eccezione del singolo caso e mai la regola (Vi è – a questo riguardo – un’altra legge che afferma che in condizioni speciali si può tralasciare la 94/1998, ma oggi – con riguardo alla vicenda Avastin-Lucentis – è inapplicabile [per ulteriori dettagli si rimanda alla voce "off-label" di wikipedia]).

      Da tutto questo, non riesco davvero a concepire come le due multinazionali elvetiche possano aver fatto un “cartello”.

      Se tutto ciò non bastasse ancora, ricordo che vi sono delle Direttive Europee che ingiungono le ditte farmaceutiche a contrastare in modo proattivo l’utilizzo off-label dei propri prodotti. Quindi, se Roche si attiva per mettere i bastoni fra le ruote con riguardo all’utilizzo off-label in ambito oculistico del proprio Avastin, non fa altro che rispettare una legge europea.

      A mio sommesso parere, temo che – in primis – questa bruttissima storia rappresenti una cartina al tornasole di un diffusissimo e irrazionale atteggiamento demonizzante contro il Mondo del Farmaco.
      A mio sommesso parere (e sperando di sbagliarmi), temo che – in secundis – questa bruttissima storia rappresenti un grande rischio per una conclusiva serie di ceffoni in faccia a una nostra importante Autorità nazionale.

      Mah!

      ciao, Aristarco

  • umbvas

    io ho avuto il diabete mellito ed ipertensione arteriosa associata ad una sindrome metabolica,venivo seguito dalla sanità pubblica con visite e farmaci ho fatto una vita di merda quando ho ascoltato mozzi ho evitato il latte i cereali e pomodori sostituendoli con altri alimenti nel giro di otto mesi sono guarito completamente.sono 10 anni che non peso più sulla sanità pubblica e sto bene e mi fanno pena quelle persone che criticano e che sono di parte ora capisco anche il perché ci siano tante lobby che finanziano e foraggiano, la malattia e la sua cronicità e un guadagno per tanti a scapito delle persone che si ammalano che poverette devono subire medicine e interventi chirurgici inutili quando per guarire basta solo avere le dritte giuste.diamo merito a telecolor lombardia che in questi 10 anni sta facendo servizio pubblico trasmettendo i video di mozzi e sapeste quanta gente come me sta guarendo con mozzi e nessuno se li caga
    alla famiglia baronio i miei calorosi ringraziamenti e lo staff di telecol lombardia che con gianni leani ci hanno dato questi modelli di riferimento
    mozzi a differenza di tanti ha fatto riparare il tetto della chiesa di bobbio con piccole ns donazioni alla faccia di quanti lo criticano
    inoltre mozzi con la sua serieta e onesta intellettuale puo a voce alta svergognare la medicina convenzionale che si e appiattita solo sulla dispensazione di elargizione di medicine e di fare uso di chirurgia tralasciando di attuare la prevenzione e cercare la causa del malanno cosa che invece mozzi punta
    inoltre mozzi punta sul ns senso critico di verificare gli effetti dopo l assunzione di un alimento e di tenere un libro alimentare dove annotare le cause ed effetti di un sintomo associandolo all ultimo pasto fatto per capire da noi stessi quella reazione e vericarlo nel tempo ci fa capire qual e l alimento per noi dannoso
    poi insegna che bisogna sempre avere dubbi e verificare e provare anche quello che dice lui ma più che altro quello che ci propinano per certezza la medicina convenzionale che non lo e affatto
    mozzi con le sue indicazioni e dieta ha scoperto che la natura e fatta di passaggi semplici e con reazioni dirette che qualcuno in questi anni ci ha fatto dimenticare chissa perché?
    grazie mozzi
    ps qui in italia e tradizione secolare di ottusità che i riconoscimenti arrivano post mortem .lunga vita mozzi meglio essere sconosciuti ai bifolchi

  • Aristarco

    Caro Samuele,
    Un mio articolato intervento in risposta Paolo è sparito, dopo essere – come di norma – stato un po’ in “incubazione”.
    Che fine ha fatto?
    Grazie per l’attenzione.
    Ciao, Aristarco
    P.S. Mi hanno – in queste ultimissime settimane – censurato – a mio parere, in modo illegittimo, ma ogni blogger, nel proprio blog, fa ciò che ritiene opportuno – interventi sul blog di Gioia Locati e sul blog di Pepe di Repubblica.
    Non vorrei che cominciasse anche qui con questa storia :-(

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      No tranquillo Aristarco, non so come ma il tuo commento era finito nella lista SPAM in automatico, ora l’ho sbloccato!
      Adesso ti aggiungo alla lista senza necessità di moderazione visto che sei un utente affidabile, così non avrai nemmeno il tempo di attesa dopo il commento :-)

  • paolonesi

    @ ARISTARCO da Paolonesi lun 17 mar

    Aristà…..ho letto ora la tua risposta al mio post.
    Da quello che ho capito io la questione delle sanzioni per “cartello” all Roche e alla Novartis è la seguente.

    Sai meglio di me che l’AVASTIN (bevacizumab; anticorpo monoclonale) è un VEGF-A: un segnale chimico che stimola l’angiogenesi, quindi in tumori (credo colon e retto in particolare) e nella proliferazione retinica degli occhi dei diabetici.
    Il bevacizumab è stato il primo inibitore dell’angiogenesi clinicamente disponibile
    Il farmaco viene usato off-label senza l’approvazione della FDA o dell’EMA, ma sulla scorta di studi clinici, nel trattamento della degenerazione maculare, una malattia dell’occhio (proliferazione di vasi sanguigni nella retina, soprattutto nell’anziano…….mi sembra! ).

    La Novartis successivamente immette sul mercato la molecola “ranibizumab”, cioè Lucentis , derivata da “bevacizumab”, e ottiene per il trattamento della degenerazione maculare neo-vascolare negli anziani. I due farmaci sono praticamente ugali (!), solo che l’Avastin costa cirac dai 15 agli 80 €. a fialetta, mentre il Lucentis circa 900 €. a fialetta (….ecchediamine !)

    L’ AIFA, con la L. 648/96, nel 2012 esclude l’Avastin dall’elenco dei farmaci che possono essere utilizzati dal servizio sanitario nazionale con una indicazione terapeutica diversa da quella autorizzata …(ma guarda un po’ !).
    (la differenza di risparmio sarebbe calcolata in circa + di 600 milioni di €.)
    Ma dove sta il reato delle 2 società ?
    Riporto dai giornali:

    Nel marzo 2014 l’Antitrust italiano commina alla Roche e alla Novartis una maximulta di 180 milioni di euro accusandole di essersi spartite il mercato a danno dei consumatori e delle finanze pubbliche. L’ipotesi dell’antitrust è che le due società si siano accordate per spartirsi il mercato dividendosi i proventi miliardari della vendita dei due farmaci dalla sostanziale sovrapponibilità di efficacia terapeutica, ma dal costo estremanente diverso.
    Sembra appunto che la Roche indirizzava medici e informatori farmaceutici a utilizzare il Lucentis a scapito dello stesso Avastin….perché ?
    La Roche viene accusata di incassare alte royalties dalla Novartis per la commercializzazione del Lucentis. Mentre Novartis, dal canto suo, controllando oltre un terzo del capitale di Roche incassa, oltre ai proventi delle vendite del proprio medicinale, la quota di utili di Roche……!!
    Capito ora come appare e che significa il c.d. “conflitto di interessi” ? ……..ahahahahahah…..che ti dicevo infatti nel mio post precedente ?: “……la ricerca del più alto saggio di profitto possibile, ma nel caso non fosse possibile, si creano le “situazioni” affinché ciò sia possibile !” .
    Acc….peccato però che ci siano alcune regolette….mah…Aristà…che devo dirti
    ……quelle due povere Società si erano ingegnate così bene, guadagnado un sacco di soldini e………mettendocela tutta, poveretti !
    Chiediamo a @ Samuele di fare un po’ di campagna per inviare via msg qualche piccolo “obolo” per sostenerle…..in fondo bisogna essere “buoni” e cercare di fare “buone azioni”, mica come quei bastardi dell’Antitrust….ecchediamine !……..ahahahahahahah……
    Aristà….ciaoooooooooooo…….paolonesi

    • Aristarco

      Carissimo Paolo,
      Prima di tutto devo chiedere venia a Samuele, perché stiamo andando off-topic.
      Se mi cancellerà questo intervento dico subito che non mi offenderò e che lo riterrò legittimo.
      Se invece, avrà pazienza nei nostri confronti, potrò condividere questo ghiotto link:

      http://www.agcm.it/stampa/news/6799-farmaci-antitrust-sanziona-roche-e-novartis-per-un-cartello-che-ha-condizionato-le-vendite-dei-principali-prodotti-destinati-alla-cura-della-vista-avastin-e-lucentis-oltre-180-milioni-di-euro-di-multa.html

      Come puoi vedere, si tratta del provvedimento originale dell’Antitrust in merito alla vicenda Novartis & Roche, composto da 100 pagine e articolato in 256 capitoletti (vai a vedere in fondo alla pagina web dove c’è il vero link).
      L’ho trovato inaspettatamente di lettura assai scorrevole, piacevole e discretamente interessante.

      A mio opinabilissimo parere, lo snodo veramente chiave è rappresentato dal punto 160 e dal punto 181.
      Tutto il resto – a mio opinabilissimo parere – è consequenziale.
      Il punto 160 è a sostegno di Novartis e Roche e richiama la legge 94/1998 secondo cui, in pratica, Lucentis può essere solo utilizzato in ambito oculistico e Avastin può essere utilizzato solo in ambito oncologico.
      Se ciò è vero, è ovvio che non può sussistere alcun cartello e tutta l’accusa dell’Antitrust decade rovinosamente.
      In risposta a questo aspetto assolutamente nevralgico, l’Antitrust “risponde” con il punto 181.
      A mio opinabilissimo parere, il punto 181 mi sembra un po’ fumoso: mi sembra scritto da chi è poco addentro alle problematiche del mercato del farmaco. In pratica, l’Antitrust sembra che dica che la legge 94/1998 porti a un “sostanziale svilimento della funzione della domanda che rappresenta il meccanismo ordinatorio fondamentale di un’economia di mercato”.
      Sarà anche vero che la legge 94/1998 rappresenta uno svilimento del Dio mercato, … ma è pur sempre una legge dello Stato Italiano.
      Legge, tra l’altro, che si ritrova in tutti i Paesi Europei, oltre che in America.
      Comunque, sono molto curioso di altre opinioni.
      Ormai, il quadro si è fatto chiaro.
      Da una parte, i “cattivi”: Roche, Novartis, Aifa, SIF (Società italiana di Farmacologia) ed io ;-)
      Dall’altra parte, i “buoni”: Aiudapds, SOI (Società Oftalmologica Italiana), Altroconsumo, ovviamente l’Antitrust e infine l’opinione pubblica che ormai considera Big Pharma peggio dei cartelli della droga sudamericani.
      Un ultima domanda a chi è esperto di interessi nascosti.
      Come mai l’Aiudapds (Associazione Italiana Unità Dedicate Autonome Private di Day Surgery) e poi anche la SOI sono state le società che hanno dato concretamente fuoco alle polveri, denunciando all’Antitrust la questione Avastin/Lucentis?
      Tenere conto che sono mesi e mesi che con una veemenza assoluta attaccano Roche, Novartis e Aifa, al punto che pochi giorni or sono, il presidente di Aifa ha querelato il presidente della SOI. Come mai tanto virulento furore?
      Ciao, Aristarco

  • paolonesi

    @ SAMUELE da paolonesi 17 mar 18:38

    @ SAM, …..anche io sono nella lista senza necessità di moderazione e quindi senza il tempo di attesa dopo il commento ….oppure sono nella lista dei “cattivissimi” ……………….ahahahahahahah !?
    Sappi però che se io fossi te, cioè con un mio Blog personale, NON accetterei MAI gente come me nel mio Blog !………………. eheheheheheh…… ciaooooooo ….Paolonesi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      ahahah sì paolo sei nella lista senza moderazione, più che altro perchè scrivi più velocemente di quanto io riesca a leggere :-D

  • paolonesi

    @ SAMUELE….ACHTUNG
    Anch’io ho scritto ieri un post a @Aristarco (sartebeb stata una risposta al suo ultimo post), ma qui non la vedo……è successo come a lui ?
    Ciao……Paolonesi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      sì, anche tu finito in SPAM, chissà perchè!
      Abbiate pazienza… ora è disponibile

  • Aristarco

    Caro Samuele,
    Ehm… Ho inserito – questa sera – due interventi (questo sarebbe il terzo) e ora ve ne è uno solo. Quello cancellato era off topic, e quindi può essere legittimo cancellarlo. Però si vorrebbe avere la certezza che è stato cancellato in modo consapevole e non perché è magari stato trasferito nello spam.
    Scusa per il disturbo
    Ciao
    Aristarco

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ora disabilito lo SPAM, fa troppi errori!
      Grazie per la segnalazione…

  • paolonesi

    @ ARISTARCO
    Carissimo Aristarco,
    Ho preso visione del provvedimento dell’Antitrust e me lo sono letto tutto.
    Effettivamente è molto comprensibile e “leggibile”.
    In particolare mi sono soffermato sul punto 180. e 181. che mi avevi indicato.
    La comprensibilitò dell’Avastin nel campo oftamico mi sembra ovvia…..se un medicinale nato ed usato per la malattia A viene applicato per la malattia B, la classe medica “ha l’obbligo di farlo in scienza e coscienza” dopo le opportune informazione e esperienze cliniche….non credo proprio che l’Azienda produttrice potrebbe opporsi sul piano Internazionale……non sono un legale, ma qualcosa sui brevetti e sul diritto comerciale conosco. Cmq se fossi lo Stato Italiota mi batterei su questo ….a mio favore !
    D’altra parte basta leggere bene i punti 55. 56. 88.
    Punto 181. – L’Antitrust poi sottolinea bene che l’Azienda poteva bene regisrtare l’Avastin anche in campo oftalmico oltre che a quello oncologico !
    Le osservazioni della Roche mi sembrano veramente…..arrampicate sugli specchi ….tipo gesuiti insomma !
    L’Antitrust sottolinea inoltre, a chi sa leggere il diritto, che esistono certamente le norme, il diritto, i codici, ma,,……anche gli usi !
    Ma te ne riparlerò di questa cosa, perché quando ti/mi chiedi: “Tenere conto che sono mesi e mesi che con una veemenza assoluta attaccano Roche, Novartis e Aifa, al punto che pochi giorni or sono, il presidente di Aifa ha querelato il presidente della SOI. Come mai tanto virulento furore?”
    …non so ancora risponderti.
    In settimana che viene cercherò miei consocenti a Roma, ai Ministeri interessati, e ti saprò …….. forse …..rispondere molto meglio.
    Ciao per ora…………..a presto…………..Paolonesi

    • Aristarco

      Caro Paolo,
      Mi sembra – a questo punto – che i fatti emergano in modo chiaro, con l’industria farmaceutica che – a parte ovviamente Roche e Novartis – fa il tifo sfrenato per l’Antitrust ^_^
      La lettura dei fatti secondo l’Antitrust, infatti, stempera in modo marcato l’importanza della legge 94/98 che regola – e di fatto limita grandemente – l’utilizzo off-label dei medicinali.
      Come già detto, l’Antitrust, invece, sostanzialmente afferma testualmente (punto 181) che lo spirito di tale legge porta a un “sostanziale svilimento della funzione della domanda che rappresenta il meccanismo ordinatorio fondamentale di un’economia di mercato”.
      L’Antitrust sembrerebbe proprio che affermi in pratica che allorquando un farmaco ha ottenuto la “benedetta” AIC (Autorizzazione alla Immissione in Commercio), poi si possa giocare in ogni settore farmaco-merceologico.
      Ad esempio, se una ditta registra un farmaco – a base di aspirina – per il mal di testa, lo dovrà vendere – alla luce della legge 94/98 – solo per il mal di testa, anche se vi sono studi che dimostrano che l’aspirina è valida anche per il mal di testa e la febbre.
      Se invece prende piede la visione dell’Antitrust, la stessa ditta potrà sostanzialmente vendere ufficialmente il proprio medicinale, autorizzato per il mal di testa, anche per il mal di denti, il mal di schiena, per la febbre, per la dismenorrea, ma anche per la prevenzione della trombosi, dell’infarto, dell’ictus, del cancro del colon, ecc. ecc. ecc. finanche per le punture di zanzare e tafani.
      Questo è un bellissimo sogno per Big Pharma!
      Un bellissimo sogno per Big Pharma che ha sempre visto la legge 94/98 come una formidabile limitazione – come in effetti è – all’espansione del mercato.
      Comunque devo ammettere che sono un po’ stupito che tu sia un così entusiasta sostenitore degli interessi di Big Pharma: non avevo capito che ti fosse così simpatica :-)
      Ciao
      Aristarco
      P.S. Ti svelo subito l’arcano.
      In particolare, l’Aiudapds, ma ovviamente anche la SOI tutelano i propri legittimi interessi economici privati.
      È per questo motivo che si sono scagliati così ferocemente contro Novartis, Roche e Aifa.
      Facciamo un po’ di conti.
      Privatamente, un oculista, gettando un rapido sguardo sulle tariffe con Google, fa pagare 1600 euro una iniezione intravitreale di Lucentis.
      Sempre su internet e google apparirebbe che una fiala di Lucentis costa 1200 euro, verso 20 euro quella di Avastin.
      In pratica, l’oculista privato prende dal paziente 1600 euri e ne intasca 400 e ne dà 1200 a Novartis. Se invece usa Avastin, può sempre farsi pagare 1600 euri dal paziente, ma ne intasca … 1580!
      Capisci perché gli oculisti privati (e anche chi lavora nel pubblico poi ha il suo “pied-à-terre”, cioè il suo ambulatorietto privato, magari intra-moenia o extra-moenia; e comunque la categoria degli oculisti è prevalentemente composta da specialisti che operano nel settore privato) sono arrabbiatissimi contro Novartis, Roche e Aifa???
      Ecchè credevi???? Che l’Aiudapds e la SOI si infiammassero così tanto, perché arrabbiati in difesa dell’Erario???? Paolo… Paolo… non ti facevo così ingenuo ;-)

      • paolonesi

        @ ARISTARCO
        carissimo Aristarco,
        benché mi sia sempre interessato di Sanità, nei settori oculistici e otorino-laringoiatrici ho avuto pochi contatti (tra l’altro considera che ora sono fuori da tutto da un po’ di anni !).
        La tua perplessità riguardo alla SOI e la Aiudapds mi aveva infatti lasciato pure me un po’ perplesso (non conoscendo il fatto che si erano così molto…..diciamo così….. “infiammati
        ” alla vicenda) e ho cercato di verificare, ma ho avuto un po’ di problemi di questi tempi con Firenze, e non ho ancora trovato le persone che conosco per chiedere lumi.
        Tuttavia la tua considerazione finale mi sembra proprio accettabile…..difatti sempre cercare il “cui prodest ?”. Ma era quello che avevo intenzione di fare (non sono certo così ingenuo dopo una vita passata nella Sanità !). Evidentemente mi hai preceduto, (bravo!), ma cmq cercherò conferma e te lo saprò dire.
        Ciaoooooooooooooo…………..Paolonesi

      • paolonesi

        @ ARISTARCO
        Carissimo,……..dunque avevi proprio intuito giusto.
        Ho fatto ricerche a Roma e Milano…..e le cose relativamente alla SOI stanno proprio come avevi supposto !
        Ma rileggendo il tuo post, in finale, quando dici che: “l’aspirina è valida anche per il mal di testa e la febbre”, ti risulta che l’aspirina in basso dosaggio (1 compressa da 100mmg 3 volte la settimana a giorni alterni) sia anche indicata per la prevenzione dei tumori (colon e intestino in generale) ?…..ci sono studi in proposito ?
        Se sì, per quale principio ?
        Ciaoooo…..PaoloNesi

  • Miss Monsley

    vabbè ragazzi se si passa dal mangiare tutti i giorni pasta e bistecche, e una tazzona di latte la mattina, ad una dieta più orientata a verdure e meno carboidrati/carne rossa (da assumere MENO rispetto a quello che ci siamo abituati negli ultimi decenni) probabilmente chiunque ne gioverà per via di intolleranze più o meno gravi a latte, glutine ecc ecc;
    questo non deve venirmelo a dire Mozzi, lo si trova su un qualsiasi depliant della “piramide alimentare”.. ma da qui a dire che il latte fa venire il cancro, e che con i fagioli si cura chissà che malattia..ne passa..
    a me i fagioli più che effetti graditi hanno effetti sgradevoli :)

    • paolonesi

      Carissima Miss Monsley,
      Hai ben ragione !
      Il fatto di togliere, dopo una certa età, diciamo dopo i 30, un bel po’ di roba, sicuramente potrebbe avere effetti benevoli.
      E’ ovvio che ognuno di noi prima o poi ha intolleranze a qualcosa.
      Quindi se ci mettiamo, tu o io, o Samuele ecc ecc. a fare delle diete “togliendo” qualcosa tipo pasta, riso, latte, formaggi ecc ecc. …qualcosa dovrà pur succedere.
      Ma se non succederà nulla, allora le malelingue diranno: visto che avevo ragione ? quello lì non vale nulla. !
      Se invece c’azzecco (e in senso statistico vai tranquilla che in qualcosa c’azzecco !) diranno: “Ahhhhh….quello si che sà !”…
      ….carino, no ?
      Tornando un po’ seri, ciò che conta è anche la quantità….se si toglie anche il 50%, in generale penso proprio che qualche beneficio si ottenga. Tieni presente che perdere 1 kg a 30/40 anni è moooolto facile, ma dopo una certa età diventa sempre più difficile. Cmq…si mangia troppo e male al giorno d’oggi !
      Di persone come il Dr. Mozzo per avere 63 anni li porta veramente male…..sembra mio nonno ! Magari dovrebbe mettersi a dieta ….eheheheheheh
      Ma quello che più conta è che nessun studio effettivo è stato fatto tra la dieta e il gruppo sanguigno….nessuna correlazione !
      Come ho già detto, casomai la questione è studiare la genetica…allora forse ci si azzeccherà !
      mah….ti saluto….e stammi bene…e mantieniti in linea che è meglio….personalmente dimostro molto meno del ns. Dr.Mozzi…..
      Ciaoooooo…..Paolonesi

      • Carmy

        ma non c’entra!!!pensa a quanti fanno diete, non mangiano e poi dicono: non ho perso neppure un grammo! certo se ingerisci roba sbagliata è normale, bisogna introdurre ciò che è benefico per il ns organismo!aahh… quanti malpensanti…. non capisco come mai c’è tanto accanimento verso un medico che non specula, non chiede soldi, non ti dice di prendere il farmaco “miracoloso” e ancora c’è gente come te che lo prende per i fondelli! solo una cosa dici giusta e cioè che si mangia troppo e male al giorno d’oggi…
        e poi una cosa: il dr. Mozzi è una persona semplice, e non si cura dell’apparire!
        ciaooo

    • Carmy

      ..dipende dal tuo gruppo sanguigno cara….e poi informati perchè quello che dice Mozzi non lo trovi in nessun depliant….lui ti dice esattamente gli alimenti benefici per il tuo gruppo sanguigno! e sicuramente non trovi quello che dice Mozzi in nessun depliant!

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Carmy, forse non ti è ancora chiaro che NON C’E’ ALCUNA RELAZIONE TRA DIETA E GRUPPO SANGUIGNO, PUNTO!
        Per dimostrare il contrario, mi aspetto delle PROVE, altrimenti è come parlare dell’oroscopo, ogni tanto ci prende ma la posizione relativa delle stelle rispetto alla terra ti assicuro che non hanno influenza su quanti soldi ti darà il tuo capo allo scadere del contratto.

        • carmy

          Ah nooo???? e tutte le testimonianze che sento tutti i giorni e quelle pubblicate sul tuo blog cosa sono???? tutti miracolati?????

    • fio
  • Miss Monsley

    ops, non voleva essere una risposta diretta a Paolonesi, ma un commento generale. ciao

  • Luca Spinazzola

    PENSO CHE UN LOBOTOMIZZATO MENTECATTO IGNORANTE NON AVREBBE POTUTO SCRIVERE TANTE CAZZATE INSIEME…UN CONSIGLIO A QUESTO COGLIONE CHE TIENE IL BLOG: PARLA DI INFORMATICA PAGLIACCIO DECEREBRATO

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Vabè di faccio passare questo commento tra i 3 che hai scritto tutti pieni di insulti.
      Prova a bere un po’ di latte caldo col miele, ti tranquillizzerà.

  • marisa

    seguo questo Mozzi da 4 anni in televisione. Scettica se non vedo non credo!!!!- dopo due anni che guardavo e sentivo le persone che chiamavano, mi sono detta proviamo. Cosa perdo?
    A febbraio 2014 sono due anni che faccio la dieta per il gruppo A. Faccio le analisi del sangue ogni 6 mesi, sono dimagrita di 10/12 kg.
    Comunque sia negli USA che adesso anche in Italia ci sono parecchi “dottori” che la stanno pensando come lui. Provare per credere.
    http://www.iene.mediaset.it/puntate/2014/03/26/viviani-alimentazione-e-tumori_8468.shtml

  • Teddy Boy

    il presupposto “se non c’è base scientifica è da scartare” è da usare con le pinze; forse che la scienza medica si sveglia ogni mattina per rendere un servizio a noi poveri malati? E’ il momento di scendere dal pero e guardare in faccia la realtà. Salvo qualche medico virtuoso, l’obbiettivo della medicina è fare soldi.
    Conosco un bioricercatore di medicina che lavora a Londra, mi ha confessato che esistono farmaci validi per certi tumori , ma che non vengono fatti circolare.
    La medicina è un’industria come tutte le altre, ha i suoi baroni, e tante Mercedes e qualche Bentey. Il caro medico di famiglia, è morto!
    La base più valida per valutare una terapia o una dieta è l’effetto che crea sul paziente…e i consigli del dott. Mozzi (il nonnetto come lei dice) quello che veste con la camicia a quadri, quello che sembra più un contadino, …., funzionano.

    • Giuliano Castelli

      Se non c e base scientifica e da scartare , giusto, se prendo dei medicinali , qui che medicine prendo?? Nessuna e allora cosa scarto ?

    • Aristarco

      “[...] conosco bioricercatore di medicina che lavora a Londra, mi ha confessato che esistono farmaci validi per certi tumori , ma che non vengono fatti circolare”.
      RE: quel bioricercatore ti ha preso semplicemente per i fondelli.
      Ciao, Aristarco.

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Io conosco un cugino di un mio amico che ha detto che i tumori si guariscono saltellando su un piede cantando l’alleluja ma le lobby dei farmaci non ce lo vogliono far sapere… maperfavore

  • Anto

    ciao,
    sono del gruppo 0, affamata carnivora divoratrice di carne!!!!!!!!!
    dopo aver superato gli antaaaa 50 per intenderci ho deciso di testare quelle che tu reputi farneticazioni di una mente malata e purtroppo x te devo dirti che quel vecchietto che ricorda tanto la cariatide del gruppo TNT( o se preferisci il druido di Asterix) la sa’ lunga. Ho ripreso a dormire sogni tranquilli, al risveglio non soffro di dolirini mattutini e rigidita’ agli arti, ho la mente + lucida ed anche il mio umore e’ notevolmente migliorato.
    Non so’ se ti hanno pagato per dire peste e corna del Dott, in questione, ma penso che una persona che voglia sostenere un blog debba possedere una mente aperta e tanta curiosita’ oltre a documentarsi meglio sull’argomento in questione, lui qualcosa di medicina sicuramebnte ha studiato e tu chi sei per giudicare a scatola chiusa????
    inoltre lo sapevi che il nostro amato grano e’ stato modificato geneticamente negli anni 70 e che solo ora si sta’ studiando le conseguenze sull’organismo umano??? la verita’ e’ che il buon vecchio pane non e’ + lo stesso e che di genuino ha conservato forse solo il profumo:
    Prova anche tu a fare un po’ di dieta magari ti si schiarisce la visuale del neurone.
    Auguri.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Eh… certo mi hanno pagato per parlare male di Mozzi… ma cosa stai dicendo? E’ molto, molto più probabile che qualcuno paghi quei programmi televisivi per fargli quella pubblicità!

      Io ne so poco di medicina, ma infatti non mi invento diete miracolose, riporto solo quello che la scienza sostiene sull’argomento mentre Mozzi vuole convincervi di essere AL DI SOPRA della scienza!
      Come minimo per dare fondamento a le sue rivoluzionarie affermazioni ci vorrebbero prove schiacciante e un premio nobel… peccato che invece la vera scienza abbia più volte smentito ogni correlazione tra alimentazione e gruppo sanguigno…
      http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0084749

      Articolo in italiano sull’argomento:
      http://www.corriere.it/salute/nutrizione/14_gennaio_17/dieta-gruppo-sanguigno-mito-sfatare-61cba47c-7f5c-11e3-aa77-33cce3d824e3.shtml

      Aspettiamo altri studi, ma tanto Mozzi non fa nessuno studio… perchè sa benissimo che non avrebbe i risultati sperati! molto meglio continuare a sparare cazzate in TV

      • Giuliano Castelli

        Scusa, tu dici che non ne sai nulla di medicina , e allora di cosa stiamo parlando , se ci è simpatico o no il dott Mozzi, allora il blog
        dovrebbe chiamarsi blognomozzi , blogantimozzi , blogodiomozzi,blognesodipiu , se dopo molte testimonianze siamo di fronte a una buona dose di verità e già molto di più , che mi sta simpatico o no oppure dice freegn
        acce ma non posso provarlo, sempre di fronte a testimonianze di ottimi risultati del suo pensiero

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Giuliano, ma come scrivi? Hai fatto la terza elementare almeno?
          Io non sono esperto di medicina ma so informarmi e riconoscere le bufale antiscientifiche, come nel caso Boiron/omeopatia o 2012/fine del mondo, probabilmente non conoscerai questo blog ma proprio un deficiente non sono.

          In questo articolo il mio scopo era mettere in guardia le tante persone che si fidano ciecamente di questo signore che però parla come potrebbe parlare un prete, cioè di FEDE e non di SCIENZA.

          Se volete avere FEDE anche nella medicina, fate pure… per fortuna però la SCIENZA in pochi anni ci ha permesso di vivere fino ad 80/90 anni, la FEDE nei rimedi non scientifici… ci fa tornare al medioevo.

    • paolonesi

      Carissima Anto,
      non sei stata molto carina con Samuele……prova un po’ a considerare che ci sono persone che pensano magari un poco diversamente da te, e non è detto che abbiano ragione, ma non è detto neppure che sbagliano.
      Per esempio la considerazione che io faccio non è che il Dr.Mozzi sbagli o ha ragione, ma che io, operando nella sanità per più di 35 anni, ho conosciuto centinaia di medici dietisti, medici pseudo-dietisti, dietisti, pseudo-dietisti, persone che si spacciavano per dietisti…….. ecc. ecc. e più o meno dicevano tutto le stesse, identiche cose (in particolare proprio per la dieta intesa come perdita di peso): togli il latte, non mangiare formaggi, non mangiare carne rossa, il pesce va bene….ecc. ecc.
      Poi, molto anni fa, saltò fuori il gruppo sanguigno abbinato alle diete.
      L’ho fatto anch’io ! Solo che ti facevano un prelevamento di sangue, poi come ben saprai, fanno reagire qualche molecola di sangue con i principali alimenti comuni…..dalla reazione (non si sa quale, non si sa come) salta fuori se si è compatibili oppure no a quei determinati alimenti.
      Base scientifica: ZERO !
      Però con un po’ di buon senso e tanta pratica agli stessi risultati ci arrivi anche tu oppure io stesso o chiunque altro.
      Togli più o meno tutto e vediamo cosa funziona: EMPIRISMO.
      Perché non si fa una vera ricerca te lo sei mai chiesto ?
      Perché non ci sono le basi ! Solo pratica, statistica e….faccia tosta !………….cosa non si farebbe per la pagnotta !
      Una volta li chiamavano PRATICONI !
      Conclusione: non stiamo dicendo che stia sbagliando, perchè magari sulla massa qualche volt c’azzecca e qualche volta no, ma statisticamente se, supponiamo, c’azzecca 50 volte su 100, allora è meglio farsela da soli la dieta….ci vuoi scommettere che se la fai da sola c’azzecchi al 50% anche tu ?
      Cordialmente………………Paolonesi

  • laura

    casualmente sono capitata su questo blog che mi ha incuriosito e interessata. E mi permetto di dire la mia. Sono biologa, ormai sessantacinquenne. Se fossi nata 40 anni dopo forse avrei indirizzato i miei studi sul campo dell’alimentazione, che sta aprendo orizzonti nuovi.
    io ogni tanto ascolto il dr. Mozzi in tivù. Confesso che mi diverte e lo considero un estremista anche. Non sostengo che tutto quello che lui dice sia “verità vera” però su alcune cose ha ragione. Il cibo è la prima e più abbondante cosa che entra nel nostro organismo e può scatenare delle reazioni immunitarie se non è adatto a noi. AI latte probabilmente ci siamo adattati, ma il latte del giorno d’oggi , con mucche che vedono l’erba soltanto col lumicino e che quindi ,ingozzate di cereali e di soia , riempiono il loro secreto di sostanze tossiche per loro e anche per noi, sarà così salutare come ci convincono sui giornali e in tivù? il calcio lo troviamo anche in altri cibi e nell’acqua. E poi, perché l’Istituto dei Tumori alle ammalate di cancro al seno consiglia di non mangiare più latte e latticini

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Il latte contiene calcio ma anche ormoni, è chiaro che in certe situazioni è meglio non berne… ma dare fiducia ad una persona che crea terrorismo alimentare senza alcuna prova scientifica (anzi contro ogni evidenza scientifica), mi sembra MOLTO pericoloso!

  • Simone Rovera

    le parole stanno a zero…..elenco i benefici ottenuti grazie al dott mozzi…..abbandonato ogni forma di medicinale,rinite scomparsa,denti di nuovo bianchi,gengive rosa,ho perso 18 kg e la pelle è elastica,acne sparita,analisi del sangue perfette per la prima volta in vita mia,feci sempre compatte,tono muscolare migliorato,stanchezza cronica sparita,mai più una sola emicranea e sono 2 anni che non ho nemmeno un raffreddore!SONO I FATTI CHE CONTANO,non le parole!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Simone, dicci cosa hai smesso di fare e cosa invece hai iniziato a fare dal giorno in cui hai deciso di seguire la dieta del doc Mozzi.
      Così possiamo capire (e farti capire) che molte cose che hai fatto sono sicuramente giuste (e risapute da anni), tipo camminare spesso, non mangiare troppa pasta o pane, evitare gli eccessi di carne eccetera…

      Il fatto di cui si discute qui è diverso: non c’è alcuna correlazione tra gruppo sanguigno e dieta, e soprattutto non c’è alcuna connessione tra alcune gravissime malattie e il latte.

      Tutto il resto, sono casi statisticamente irrilevanti

      • Simone Rovera

        allora……ho completamente tolto il latte e derivati!ho eliminato tutti i cereali contenenti glutine(frumento,farro,orzo,kamut,avena,segale)e li ho sostituiti con riso,mais,quinoa e legumi,che consumo solo a pranzo e non a cena!ho eliminato la carne rossa!mangio carne di tacchino e pollo max 2-3 volte a settimana!uova solo al mattino!ho aumentato il pesce 3-4 volte a settimana!il tutto contornato da montagne di verdura!la frutta solo quella di stagione!ho scoperto che le arance mi danno acidità,questo perche come dice SEMPRE il dott mozzi ho imparato ad ascoltare il mio corpo e capire i segnali che mi da!……esempio io se la sera mi mangio un piatto di riso la notte russo e la mattina ho i piedi gonfi!quindi sta a me scegliere se mangiarlo o no!almeno so cosa me l’ha causato il russare ed il gonfiore!sono un pigro del cavolo e cammino poco,ma nonostante tutto adesso sono in peso forma!piu scientifico di provare un alimento su se stessi non vedo cosa ci sia!……concludo dicendo che io per primo,prima di iniziare a testare questo tipo di dieta davo a questo dottore del ciarlatano,ora mi sono ricreduto e lo devo solo ringraziare!e aggiungo ancora una cosa,tutto questo mi è costato zero perche le informazioni le ho prese dai video presenti su youtube!….se ho dimenticato qualcosa o le informazioni che ho dato non sono sufficienti fatemelo sapere!

        • Nicola Alessandro

          Brava simona io sono 2 mesi che ho intrapreso la dieta del dott. Mozzi la pressione sanguigna diastolica( minima) e’ passata da 110 con lode a 67 col fischiabotto tanto che ho dovuto togliere progressivamente la pasticca triatek da 5 mg prescritta da due medici ed un cardiologo a vita!!! All’ jltima visita cardiologica il cardiologo mi ha scritto che non dovevo prendere piu’ la pasticca se la pressione permaneva su quei valori. E pensare che durante la sua visita mi ero pure emozionato da camice bianco! L’ infiammazione prostatica mai diagnosticata che mi dava gravi sintomi di urinare ogni ora e mezzo invece che ogni 5 togliendo cereali col glutine latte e derivati e zuccheri e’ sparita!!!!!! Ho perso senza accorgermene 8 kg in un mese e mezzo!!!!! Non ho piu’ le odiose maniglie che vedevo ineluttabilmente da 30 anni!!! Non ho piu’ la fame nervosa che mi asdillava morbosamente da 40 anni!!! E sapete perche’ Mozzi in un video dei 250 presenti su youtube sostiene che se introiti carburante sbagliato come pasta e pane oltre che a gonfiarti come una spugna lo stomaco, l’ organismo non smettera’ di chiederti il vero carburante che tu continui a non dargli!!!! 8 anni fa ho avuto un linfoma curato con le chemioterapie e durante l’ anno di 14 ricoverj nessun medjco mi ha mai consigliato di non mangiare carne( per fortuna col senno di adesso!) Considerata a tutt’ oggi non benefica anzi cancerogena!!!! Gli interessava evidentemente somministrarmi le 8 chemioterapie costate 60 mila euro!!!!!! Svegliatevi! Provate non costa nulla!!!!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Nicola… evidentemente hai qualche intolleranza al glutine o al latte, tanti ce l’hanno, in effetti in questo provare non costa nulla, lo consiglio anche io, ci mancherebbe… fai un test delle allergie per avere conferma.

            Che la carne sia lievemente cancerogena si sa, ma la soluzione non è smettere di mangiarla, ma evitare di esagerare!

            Ci sono altre diete (Dukan) che sono piene di “fedeli” come voi che hanno avuto enormi vantaggi dal mangiare solo carne (calo di peso notevole con conseguente migliore qualità di vita), e anche loro dicono le stesse cose che dite voi per Mozzi (è un genio, mi ha salvato etcetc).

            Peccato che sia la dieta Mozzi che la dieta Dukan siano anti-scientifiche e creino danni a lungo termine (non si possono cancellare degli alimenti da un giorno all’altro senza creare scompensi!)

            Dopotutto c’è gente che studia anni per fare il dietologo no? Perchè affidarsi al primo che passa ?

          • Nicola Alessandro

            Samuele tu come fai a sapere che a lungo termine questa dieta crea dei danni? L’ hai sperimentata? E poi chi ha tolto la carne? Per il mio gruppo sanguigno zero io posso ( anzi devo) mangiare proteine vegetali ed animali in quantita’ importanti anche tutti i giorni.Durante la mia personale sperimentazione che va avanti da due mesi al fine di ridurre la pressione minima, ho trasgredito 7 volte ed il giorno dopo la misurazione pressoria mi confermava i valori elevati della minima!!!!!!!! Il giorno della trasgressione dopo il pranzo la pressione era ancora bassa. E’come se il sistema immunitario avesse reagito dopo 10 ore a quella introduzione sbagliata!! Una volta ho mangiato per sbaglio i fagioli borlotti secchi sconsigliati , e la mia pressione inesorabilmente si e’ alzata! Scusa Samuele ma io credo molto alla mia personale sperimentazione.E poi nessun medico per nessuna patologia importante (tumore,psoriasi,fuoco di san Antonio,erpessimplex,tonsille,ecc…) nel corso della mia vita mi ha mai detto la causa di essa.tuttalpiu’ lo stress!!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Quindi tu sei bello soddisfatto di avere un motivo semplice e comprensibile a tutti i tuoi mali, e se il motivo è assurdo non importa, preferisci questa certezza ad un onesta ignoranza.

            Ecco perchè la dieta Mozzi ha così tanti fedeli, perchè è come una religione, bisogna crederci punto e basta.

            La personale sperimentazione va benissimo, per l’amor del cielo, ma per fortuna la scienza non funziona così, ci vogliono prove vere e test statistici validi su migliaia di persone, in doppio cieco (non devi essere influenzato da quello che hai mangiato prima di misurarti la pressione!)

            p.s. che le diete sbilanciate facciano male è un dato di fatto
            p.p.s. in fondo all’articolo ci sono 7 link che parlano di perchè la dieta del gruppo sanguigno non ha alcune senso: http://it.wikipedia.org/wiki/Dieta_del_gruppo_sanguigno

          • Simone Rovera

            ma l’hai mai provata?

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Sto benissimo, sono magro e sportivo mangiando tanto e quello che mi pare (latte sempre, carne spesso, pasta sempre), non vedo perchè dovrei provare a cambiare dieta…

            Però non mi prendo come esempio vivente dell’idiozia della dieta del gruppo sanguigno, perchè so come funziona il metodo scientifico e so che il mio caso è irrilevante… voi invece?

          • Simone Rovera

            ma come si fa a criticare una cosa che non si conosce?

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ma cosa stai dicendo?

            Quindi secondo il tuo ragionamento chi non ha mai avuto il cancro non può parlare di cancro? Non è necessario provare qualcosa per discuterne.
            Non so se hai letto l’articolo, ma qua Mozzi parla di latte che causa il cancro, la necrosi, il morbo di Alzheimer e la cataratta, se permetti non è necessario provare questa dieta per dire che è una solenne cazzata.

            Ci sono fior fior di studi ufficiali che smentiscono le parole del naturopata americano D’Adamo che si è inventato questa dieta (da cui Mozzi ha preso spunto), potrò scriverne o devo chiedere il permesso e prima sottopormi ad una dieta povera di latticini?

          • Simone Rovera

            semplicemente come puoi parlare di una cosa che non conosci!quest’uomo ha curato MIGLIAIA di persone senza medicinali!quindi porta almeno un pò di rispetto!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Lo sai che anche i santoni africani e i “medici” medievali avevano migliaia di persone pronte ad assicurare che li avessero magicamente guariti?

            Gran parte dei nostri malanni sono psicosomatici, non servono medicinali per guarire, ma rassicurazioni e placebo.
            E’ lo stesso ragionamento che ho fatto nel 4° articolo sull’omeopatia, se hai voglia di leggerlo eccolo qui:
            http://www.blogzero.it/2012/06/14/omeopatia-mito-e-leggenda-4/

            p.s. diversamente dall’omeopatia la dieta di Mozzi può avere effetti benefici che non sono legati al gruppo sanguigno però, ma alle effettive difficoltà digestive/allergie al latte e al glutine, cosa comune in buona parte della popolazione

          • carmy

            ma lo sai che il latte porta problemi alla prostata???? ora no perchè da come rispondi mi sembri un ragazzo giovane ma dopo i trenta…. e poi nessuno ti dice di cambiare dieta…parli di questa scienza come se fossi chissa’ chi…

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            VOI vi sentite chissà chi, parlate di cure alternative come se i luminari del XX secolo non fossero mai esistiti!
            Io semplicemente studio, leggo e mi informo ma MAI mi sognerei di inventarmi delle cure alternative, quindi puoi dirmi tutto ma NON “chi ti credi di essere?”.

            Che il latte porti problemi alla prostata è ancora in fase di studio, che faccia bene per l’osteoporosi invece è cosa assodata… nel dubbio meglio non bere latte 4 volte al giorno e fare una dieta equilibrata, che ne dici, è un buon compromesso?

          • carmy

            no scusa??? il latte fa bene alle ossa??? proprio chi ne beve ha problemi alle ossa….noi umani siamo gli unici mammiferi che bevono latte di specie diversa….informati meglio! e non lo dice solo Mozzi….. beh se bevessi 4 tazze di latte al giorno sai che squarau…..

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            http://www.lios.it/scheletro/pagina.asp?cap=2&pag=1

            “il latte e i latticini, con il loro alto contenuto di calcio, sono a tutte le età alimenti importantissimi per la salute dell’osso”

          • carmy

            ma sono proprio questi alimenti che se usati quotidianamente portano all’osteoporosi e non solo: per le donne tumore al seno e ovaie….come mai all’istituto dell”illustrissimo” si fa per dire dr Veronesi sconsigliano di bere latte e mangiare formaggi ecc dopo e solo dopo aver diagnosticato un cancro seno o ovaie???? ma guarda un pò…….e poi il latte non ha un alto contenuto di calcio…contengono più calcio le mandorle!!!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Io ti porto link autorevoli e tu parli per sentito dire, lo farò per l’ultima volta (poi informati da solo, ho altro da fare):
            http://www.dossier.net/utilities/calcio-negli-alimenti/

            (il latte è l’alimento con più calcio per grammo)

          • Carmy

            beh..sei hai altro da fare non tenere in piedi questo blog e informati tu..non mi sembra molto autorevole il tuo link….

            leggiti questo e guarda un po’ chi lo afferma!!!ciaoooo

            http://retedellereti.blogspot.it/2011/10/franco-berrino-tutti-i-danni-del-latte.html

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Non è autorevole il mio link?
            Preferisci questo, di livello internazionale?
            http://www.iofbonehealth.org/calcium-rich-foods
            Stiamo parlando di quanto calcio ci sia nel latte santo cielo, lo sanno anche i bambini che nel latte ce n’è un sacco!

            Di siti che parlano malissimo del latte è piena internet, ma quali si basano su studi verificati? Prima di dire che un alimento causa il cancro ne deve passare di acqua e di studi sotto i ponti.
            Nel frattempo per bilanciare benefici ed (eventuali) aspetti negativi è consigliato evitare gli eccessi.

          • carmy

            no! addirittura a livello international…però!
            continua a berlo…auguri…

          • mrosaria

            Facciamo cosi continua a bere latte e magari fatti pure 3 o 4 pizze a settimana cosi prima o poi schiatti e ti togli dalle palle…mi fanno pena quelli come te…se stai bene continua a mangiare ….ma non venirmi a parlare di medici e medicine tradizionali…..

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ciao Rosaria, grazie mille delle tue preziose parole, stai attenta che lo stress e alla rabbia che sono due delle maggiori con-cause di problemi fisici, addirittura più del latte pensa un po’.

            Sei del 1967 (vedo dalla email) e scrivi dei commenti proprio interessanti e profondi, grazie del tuo prezioso contributo.

          • Aristarco

            Quanta mostruosa ingratitudine.
            Nicola Alessandro scrive:”8 anni fa ho avuto un linfoma curato con le chemioterapie”.
            Nicola Alessandro, dopo un linfoma curato con le tradizionale chemioterapia è ancora vivo, dopo otto anni.
            E invece di essere immensamente grato alla medicina scientifica ufficiale, cioè alla medicina tradizionale, cioè alla medicina convenzionale… trascorre il tempo a scrivere su dei blog per mettere sul piedistallo un tale che fa medicina alternativa, cioè medicina non convenzionale, cioè medicina non tradizionale.
            Mah!
            Ciao a tutti
            Aristarco

          • carmy

            ma la chemio non serve a nulla!!!! è solo merda che ti fanno ingoiare perchè così tengono a bada il tumore ma alla fine il bastardo torna eccome se torna…e più forte di prima!!!!! ma quale progresso della medicina tradizionale….se solo sapeste….

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            “se solo sapeste” cosa? Illuminaci.

            La chemio non è certo la più raffinata delle tecniche di guarigione ma al momento è, insieme ad altre terapia, quella che funziona meglio, e le statistiche sono molto migliorate negli ultimi decenni:

            http://www.airc.it/cancro/cos-e/statistiche-tumori-italia/

            (attorno al 50% di guarigione media, molto variabile in base alla tipologia)

          • carmy

            A me fanno ridere queste statistiche..solo numeri…vogliamo fatti, storie vere di gente che guarisce e se questo accade ti dicono:remissione della malattia ma no guarigione completa! anzichè fare i copia e incolla con sti link vai a vedere quanta gente è realmente guarita con la chemio o radio e poi me lo dici…..e poi illuminaci??? ma illuminaci tu visto che ti affidi solo a statistiche..

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            “andare a vedere quanta gente è guarita” significa proprio prendere le statistiche, che non sono altro che la somma di TUTTE le persone con cancro e la loro evoluzione della malattia.

            Se tu sei stato sfortunato e hai visto morire tante persone mi spiace, ma la tua esperienza non conta nulla rispetto al totale dei casi clinici, questo mi sembrerebbe ovvio ma evidentemente non lo è.

            “Vogliamo storie vere di gente che guarisce” è sintomo di voglia di telenovelas, io conosco più persone che sono guarite rispetto a quelle che sono morte ma non mi sogno nemmeno di pensare che la mia esperienza sia la realtà.

          • rosella

            Mi sembra doveroso riportare la mia esperienza. Per più di un anno ho sofferto per un dolore all’anca che mi costringeva a zoppicare, diagnosi “coxartrosi”. Il dolore persisteva anche in condizione di riposo e anche a letto: premessa di sicuro intervento chirurgico per protesi coxo-femorale. Dopo 15 giorni di alimentazione fatta escludendo glutine e latte con tutti i suoi derivati, il dolore è completamente scomparso. Ormai è passato un anno e non ho avuto più alcun disturbo. Mio marito prendeva da tre anni una pasticca per l’ipertensione. Dopo circa un mese ha smesso di prenderla: la sua pressione adesso è uguale a quella che aveva da ragazzo. Abbiamo superato i 65 anni di età, non siamo costretti a prendere farmaci di alcun genere.
            E tutto questo lo dobbiamo al Dott. Mozzi, con il quale ho solo parlato al telefono (servizio che il Dottore fa gratuitamente). Quando gli ho chiesto un appuntamento per una “visita” mi ha risposto che non era necessario, mi ha dato alcune indicazioni e mi ha incoraggiato a continuare con la “nuova” alimentazione. Non è mia intenzione entrare in polemiche sterili né in contraddizione con qualcuno. E’ la mia esperienza e con tutta onestà ve l’ho raccontata.

          • carmy

            Ma scusami è ovvio che la terapia la fai…sei costretto!!!quando una persona è ammalata ti mettono nelle condizioni di accettare tutto pur di guarire perchè si incazzano i medici, ti rispondono male se chiedi cure alternative….

          • carmy

            bravo Nicola Alessandro! infatti è quello che volevo far capire a Samuele! nessun medico ti dice la causa! perchè???? si dicono stress…solite caxxate…

          • Carmy

            …si ma non è il primo che passa…e poi il famoso Dukan è stato radiato dall’ordine dei medici…informati!
            i dietologi non servono a niente se ti fanno mangiare cibi che non sono adatti per il tuo gruppo sanguigno!
            Mi pare che la dieta di Mozzi come la chiami te e invece per me è uno stile di vita funzione eccome… ci sono un sacco di testimonianze di gente che l’ha provata e senza danni all’organismo!costo 0 e senza medicinali e merdate varie…
            Carmy

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Anche la dieta Dukan la provano in moltissimi e sono in gran parte soddisfatti, e tutti usano espressioni simili alla tua “l’ho provata e mi ha cambiato la vita” e roba del genere.

            Saranno anche a basso costo o costo nullo, ma quello che io voglio far notare nell’articolo è che tra le tante cose che dice Mozzi, alcune saranno anche vere (sono banalità, del tipo vai a camminare di più e mangia meno pane e pasta), molte altre sono sciocchezze pericolose (del tipo “cambia dieta e ti passa il tumore”).

          • Gabriella

            e chi ti dice che il Dr. Mozzi sia “il primo che passa”? Sono decenni che ha feedback dalle persone che seguono la sua dieta e costantemente telefonano e mandano referti. QUESTO si chiama metodo scientifico. Non imbottirsi di medicinali che servono solo a far fare cassa alle case farmaceutiche e agli ospedali e ai medici poco scrupolosi!

      • cristina

        C’è assoluta e straprovata correlazione tra latte e suoi derivati – e gravissime malattie. Leggi “The China Study ” T.C. Campbell o segui la sua personale presentazione di quello studio in inglese con sottotitoli in italiano(YOUTUBE).La disinformazione avvelena l’anima …

  • Giuliano Castelli

    Scusa Samuele esperto conoscitore di “bufale ” antiscentifiche non reggi il confronto o preferisci pubblicare solo quello che ti fa comodo , non rispondermi in casella , pubblicami e rispondimi , ogni tanto prova ad essere democratico e comunque bravo per aver aperto questa discussione , parlo di quella sul dott.Mozzi da esperto saprai che vale molto parlarne di un argomento , comunque e l argomento ne trarrà beneficio, quindi a tuo malincuore sei un divulgatore ed una estensione del pensiero del dott.M.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Approvo tutti i commenti a parte quelli offensivi o totalmente inutili, come alcuni dei tuoi.
      Qualcuno leggendo questo articolo potrebbe essere portato a comprare il libro di Mozzi o iniziare una delle sue diete?
      Peggio per lui! La stessa cosa vale per gli articoli sul gioco d’azzardo, l’omeopatia e la fine del mondo… credo che parlare delle cose sia meglio che non parlarne.
      Quando porterete delle teorie scientifiche e degli studi veri e propri a vostro sostegno potremo anche discuterne seriamente, fino a quel momento… sono solo chiacchere

      • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

        Gestire un blog vuol essere approfondimento e quindi conoscenza restando imparziali e non cercando di imporre in prevaricazione le proprie opinioni , quindi quello che per alcuni e’ superfluo per altri e’ importante o comunque è’ ricchezza di pensiero , decidere chi si e chi no senza imparzialità e’ di fatto monarchia di pensiero o se vuoi scarsa elasticità mentale .
        Rispondendo alla tua richiesta di portare teorie scientifiche a supporto del pensiero del dott.Mozzi e non solo , potremmo girarti la domanda , hai teorie scientifiche che provino l esatto contrario?
        Chiudo ricordandoti che un blog ” e’ ” solo chicchere e se le sentiamo tutte sono solo chiacchiere ma produttive.

        • Aureliano

          Dove c’è scritto che gestire un blog significa essere imparziali? Lo sai cos’è un blog?
          E, tanto per intenderci, non è corretto chiedere di dimostrare il contrario. Perchè la prova negativa è quasi sempre impossibile.
          Sai cos’è la teiera di Russel? Ecco calza con le tue inutili argomentazioni.

          • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

            E dove sta scritto che gestire un blog non da diritto di replica? E dove sta scritto che in un blog a certe affermazioni non si possa chiedere la fonte ?
            Vedi , Aveliano la teiera celeste mi calza perfetta , infatti io non sono scettico riguardo gli argomenti trattati.

  • vera

    Scusate, ma ho letto tutti i commenti e mi viene un po’ da ridere… perché tutto questo accanirsi contro Mozzi??? non gli ho mai sentito dire “non prendete medicine” o “non curatevi” , ma sempre un “provate su voi stessi”. ora, da qui a paragonarlo a un complottaro di bassa lega o a un Vannoni, mi sembra esagerato.

    promuove solo un cambio di alimentazione.
    io ho il Lupus, bene, non so quanto ho speso tra medici, esami, medicinali ecc. in questi anni, finché la mia reumatologa 2 anni fa mi ha proposto questo cambio alimentare.

    In 6 mesi ho: perso 20 kg, e dimezzato i medicinali giornalieri dopo esami specifici per la conta degli ANA.
    beh, voi dite quello che volete e andate avanti a mangiare a caso, tanto, tra qualche anno prenderete la pastiglietta per la pressione (passata ovviamente dal SSN) E quella per il cuore, (ma non centra vero il grasso del salame o dei formaggj con le arterie intasate) e varie patologie ormai considerate: normali da invecchiamento.

    dite che “ovvio bisogna mangiare bene” ma non lo si fa, anzi, si dice peste e corna a un medico che promuove solo un modo di mangiare come dite voi:ovvio! e allora dove sta il problema? ..e mi viene dato pure della povera credulona perché seguo questa dieta? ma per favore!

    Vera
    ah, secondo i medici “scientifici”, io ora, a 29 anni, dovrei essere a letto semiparalizzata, piena di farmaci e con i dolori e la stanchezza che mi hanno accompagnata fino a due anni fa… e invece settimana scorsa ho corso alla Stramilano…
    grazie al dr Mozzi e alla mia reumatologa un po’ più di “mente aperta”.

    • De Maria Angela Maria

      ciao Vera come si chiama la tua reumatologa? Soffro di artrite reumatoide deformante

  • vera

    ah, ho un’altra cosa da dire, visto che si parla.di pubblicità di Mozzi.
    soldi spesi per un consulto: 60€
    e linea diretta con luk per qualsiasi problema o chiarimento. ho speso solo 60€ e basta.

    benefici: enormi
    non sto qui a fare i conti, ma mi piacerebbe tirar fuori tutte le ricevute di visite, tiket, tempo, e medicinali che ho dovuto pagare in questi anni.
    perché ovviamente la mia patologia è semi-riconosciuta in Italia, per cui non mi passavano nulla.
    al contrario dei 50enni infartuati che si sono ingozzati per anni fino a conciarsi le arterie come tubi intasati… però è normale!!!

  • MerY

    Peccato che il latte bovino viene prodotto da animali a cui vengono somministrati medicinali e antibiotici (ho lavorato in un allevamento e so che accade)
    Peccato che la soia sia tutta modificata e chi è intollerante, sviluppa anche allegia alla bevanda a base di soia.
    Le balle le dicono e le hanno sempre dette tutti i produttori di farmaci e chi ha interesse solo a vendere le medicine per far arricchire le lobbies farmaceutiche.

  • Aristarco

    Caro Samuele,

    Puoi cancellare il mio intervento (che, in realtà è un copia-incolla), perché è un po’ (ma non poi così tanto) off topic.
    Però mi piace molto. Moltissimo. E quindi ho pensato di proporlo alla tua attenzione. E magari anche all’attenzione di altri partecipanti al blog.

    Ciao
    Aristarco

    «Corbellini, S.O.S. pseudoscienze, 50% italiani crede a numeri fortunati»

    ADNKronos Salute – 28 Mar 2014
    Roma, 28 mar. (Adnkronos Salute) – “Le pseudoscienze e le credenze non scientifiche, riguardo a fatti scientificamente acclarati, sono largamente diffuse e fioriscono anche nelle società il cui funzionamento dipende sempre più, se non quasi del tutto, da conoscenze scientifiche di base e applicate”. Lo sottolinea Gilberto Corbellini, docente di Storia della medicina e di Bioetica all’università Sapienza di Roma, che ieri è intervenuto alla conferenza ‘Perchè ci lasciamo ingannare dai venditori di illusioni e come possiamo difenderci’ all’Accademia dei Lincei.
    “Nel gennaio scorso, mentre in Italia il caso Stamina infuriava – ha ricordato Corbellini – la National Science Foundation pubblicava il suo annuale ‘Science and Engineering Indicators 2014′, da cui risultava, tra molte altre cose, che la percentuale di americani che considerano l’astrologia non scientificamente fondata è scesa in due anni (dal 2010 al 2012) dal 62% al 55%. Qualcuno ha notato che forse anche questo è un indicatore del declino cognitivo dell’occidente, giacché in un paese orientale come la Cina questa percentuale è del 92%. Il segnale è particolarmente preoccupante se si considera che a giudicare l’astrologia una scienza sono soprattutto i giovani adulti (tra 55 e 45% tra 18 e 34 anni)”.
    In Italia, prosegue, “oltre il 50% di un campione valido crede esistano numeri più ‘fortunati’ di altri per le persone, e meno di un quarto sa come funziona il metodo scientifico. Nei paesi nordeuropei meno di un terzo in media coltiva superstizioni e oltre metà sa dire come si controlla l’efficacia di un farmaco. Nondimeno il consumo di medicine alternative o complementari è più diffuso nei paesi nordeuropei, che non in Italia”.
    “E’ ormai piuttosto facile, anche per chi di mestiere fa lo storico – continua l’esperto – capire e spiegare quali processi e meccanismi comportamentali hanno fatto sì che così a lungo l’uomo si sia lasciato ingannare dai venditori di illusioni, e soprattutto come mai nonostante i successi eclatanti della scienza e delle tecnologie la stragrande maggioranza delle persone continui a credere in idee e procedure false o pseudoscientifiche. Esiste una letteratura monumentale da cui risulta che veniamo al mondo con un cervello e delle predisposizioni cognitive ed emotive che nella sostanza non sono diverse da quelle evolute dai nostri antenati per sopravvivere nel Paleolitico, e che se non educhiamo opportunamente i cuccioli umani e non facciamo una costante manutenzione degli strumenti critici che ci può fornire l’istruzione scientifica, la maggioranza di noi precipita molto facilmente nelle trappole delle credenze intuitive, che ci mettono alla mercé di diverse categorie di impostori”.
    “Se i meccanismi e processi che inducono o fanno preferire agli esemplari della specie umana di ‘credere’ senza ‘controllare’ sono ben descritti – dice Corbellini – meno chiaro è come riuscire a difendersi. Intanto ci si dovrebbe domandare perché difendersi; ovvero chi e in quanti riconoscono l’esistenza del problema, in quali termini. Probabilmente la questione è avvertita da una minoranza, e diventa di interesse generale quando esplodono casi eclatanti o abusi. Senza che ci si accorga che i casi esplodono perché esistono condizioni specifiche che lo consentono. Si può sostenere che più cultura scientifica risolverebbe il problema? Forse, ma non c’è da scommetterci”.
    Per l’esperto, “l’espressione ‘cultura scientifica’, nonché la sorella ‘comunicazione scientifica’ rimangono troppo vaghe, ed esistono indizi per cui si può ipotizzare che non sia tanto la cultura scientifica quanto piuttosto la comprensione critica di come funziona la scienza, che può essere acquisita solo attraverso specifici processi di istruzione, che può immunizzare contro le imposture della pseudoscienza e la loro contagiosa diffusione sociale. Ma questo significa usare nelle scelte politiche scolastiche e universitarie, soprattutto per quanto riguarda la formazione delle élite professionali, le migliori prove su come sia possibile o più probabile ottenere come risultati dei percorsi di apprendimento capacità di critica razionale, rispetto per i fatti controllati e autonomia di giudizio”.

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Articolo decisamente interessante e super-condivisibile Aristarco, grazie per averlo postato.

    Anni fa ero convinto che la nostra società si stesse evolvendo verso la razionalità, ma gli ultimi anni hanno dimostrato il contrario, come se il popolo avesse paura di questo dominio della scienza, che in un secolo ci ha fatto progredire ad un velocità incredibile, forse troppa per dei sapiens-sapiens abituati a progressi minimi nell’arco della propria esistenza.

    L’aumento di guerre sante e credenze popolari sono davvero preoccupanti.
    Soprattutto in democrazia, dove la maggioranza ha potere decisionale, è assolutamente necessario che quest’ultima sia sufficientemente colta e razionale per non far sprofondare tutti nel baratro.

  • paolonesi

    @ ARISTARCO da Paolonesi 2 apr 17:
    Carissimo Aristarco,
    sono decenni che insisto esattamente su questa cosa e fracamente sono abbastanza stufo di dirlo perché non c’è proprio nulla da fare….si tratta del concetto di “paradigma” (Thomas Kuhn).
    Se siamo in un certo paradigma storico le cose sono quelle denunciate e c’è poco da fare se non continuare a denunciarle, a lavorare e a vivere in modo diverso, creando attorno a noi una piccola bolla di spazio-tempo-paradigmatico diversa (…cavolo che definizione….ahahahahah !).
    Se ci pensi già Agostino da Ippona a suo tempo (siamo attorno al 400 !) sfatò la storia dell’Astrologia nelle sue Confessioni, ma anche il nostro grande Alighieri si dilettava con l’esoterismo e la numerologia, …..e sù sù fino a Newton….addirittura Newton !
    . Eppure sui giornali e sulle riviste la piccola rubrichetta dell’astrologia appare tutt’oggi ….naturalmente accanto ai numeri del Lotto o Superenaloto estratti !
    I numeri fortunati esistono nella superbia di quegli umani che rifiutano tassativamente (psicologicamente) di non essere dipendenti dalla Legge del Caso/Necessità:.”……Io non sono come gli altri. Io sono diverso. Io sono fortunato !” . Già, ma se quel tuo numero fortunato non esce MAI ? Beh, il numero E’ fortunato certamente, come me ! Ma se non esce è perché ci sono elementi contrari da evitare che constrastano quella fortuna (gatti neri, ambulanze che passano davanti, …..ecc.) .
    Siamo ancora nel paradigma ante-Copernicano, e meglio ancora ante-Galileiano.
    Però Kuhn non teneva conto che nel suo concetto di Paradigma potevano co-esistere parallelamente le concezioni più contrastanti.
    Vanamente l’Illuminismo fu convinto che con i “lumi della ragione” si potessero superare tutte le credenze e le superstizioni e le religioni. All’Illuminismo seguì il Romanticismo che era di parere completamente opposto, con effetti deleteri per tutta l’Umanità (perlomeno quella occidentale). Il Paradigma cambiò completamente !
    Nel tuo riportato si dice: “‘…….”credere’” senza ‘controllare’ sono ben descritti.”
    Il verbo “credere” si dovrebbe abolire perché porta sempre ad equivoci giganteschi (e tralascio qui la religione).
    Non si deve dire: “io credo che 3 + 5 fa 8″…il credere non c’entra nulla, Bisogna usare l’espressione: ” io so che 3 + 5 è = 8 !”
    Inoltre quando, fino a poco tempo fa alcune banche o finanziarie dicevano al risparmiatore: “se lei mette i soldi in questo Fondo riceverà l’ 11% (o più) di interesse !”….poi è successo quel ch’è successo !….Credenza ! I soldi non nascono sugli alberi , lo sappiamo tutti ! Però il “paradigma” era quello !….credenza !
    Nel riportato si dice anche: “…..ottenere come risultati dei percorsi di apprendimento capacità di critica razionale, rispetto per i fatti controllati e autonomia di giudizio”……..magari ! Un Nuovo Illuminismo ?…Mah !
    La vedo grigia !
    Ciaooooo….Paolonesi

  • patrizia

    Ascolta l’intervista del dottor filippo Ongaro medico degli astronauti e cambi opinione su latte derivati e tanti altri pregiudizi. Ma leggi e ascolta!!!!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Metti pure il link che andiamo tutti ad ascoltarla

      • Aristarco

        http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/19/unaltra-alimentazione-possibile-come/205618/

        http://www.infolatte.it/

        Caro Samuele, dato che Patrizia tergiversa, ti riporto un paio di link ad hoc.
        Il primo, riporta l’opinione di Filippo Ongaro.
        In tale pagina web si legge testualmente che “Gli esperti di Harvard sconsigliano invece l’uso di alte dosi di latte e derivati limitando questi alimenti al massimo a 1-2 porzioni al giorno”. Francamente non mi sembra che Filippo Ongaro, citando imprecisati esperti di Harvard, risulti così ostile nei confronti di un alimento che, in fin dei conti, può essere assunto fino a due volte al giorno.
        L’altro link, invece, è contro il latte “a prescindere”.
        Una volta mi è capitato di discutere su una specie di blog con un musulmano che voleva convincermi che la a carne di maiale faceva male, “a prescindere” dalla religione che si professa.
        Ovviamente, mi parlava in “scientifichese” citandomi articoli scientifici e frammenti di autorevoli pareri di Opinion Leader.
        Anche ricordo di essermi confrontato, sul tema degli alimenti insalubri, con dei Testimoni di Geova.
        Come sai, i Testimoni di Geova non hanno importanti restrizioni dietetiche (ma se vuoi invitarli a casa a pranzare, non offrirgli del sanguinaccio).
        Comunque sia, ho avuto con loro accesi confronti perché, come ben sai, sono sostenitori della inerranza biblica.
        L’acceso confronto fa riferimento al celebre lungo elenco di cibi proibiti del Levitico, dove Dio dice che non si devono mangiare certi cibi, perché sono “immondi” e se si mangiano è “abominio”.
        Infatti gli Ebrei praticanti rifiutano infatti ancora oggi di cibarsi di quegli alimenti (coniglio, maiali, gamberi, polpi, ecc.).
        Orbene, i Testimoni di Geova cercavano di convincermi, parlando anche loro con citazioni di articoli e di frammenti di autorevoli pareri di Opinion Leader, cioè in “scientifichese” (perché oggi anche gli adepti delle religioni più anti-scientifiche utilizzano il scientifichese per sentirsi à la page), che l’elenco aveva scientifiche basi igienico/sanitarie.
        In conclusione, se – per caso – vuoi demonizzare qualsiasi cibo (ad esempio, anche il pane o la verdura; e ovviamente anche il latte) posso riempirti di citazioni, di studi, di riferimenti che, messi tutti assieme, ti possono far cambiare opinione su qualsiasi cibo.
        Si tratta di una nota procedura retorica che si chiama “demonizzazione”. Essa consiste nel raccattare tutti gli aspetti negativi, inquietanti, oscuri, ecc. su di un determinato alimento (ma in realtà è possibile con qualsiasi cosa) e metterli in un elenco strutturato, tralasciando tutto ciò che potrebbe essere favorevole (si chiama anche fallacia del cherry picking).
        Ciao, Aristarco

  • paolonesi

    @ ARISTARCO
    da paolonesi 6 apr 20:35
    Carissimo Aristarco,
    ……difatti fui molto colpito dal fatto che da giovane, la mia ex-fidanzata ebrea – ebrea doc sì, ma atea, residente a Haifa – mi disse che non si potevano mangiare i gamberi, che a lei piacevano tantissimo ! Ma quando le chiesi che se capivano la proibizione della carne di maiale e il particolare tipo di macellazione di altra carne ecc. a causa del clima
    caldo (a parte che d’inverno in Israele può fare un freddo boia ), non capivo il perché dei gamberi ! Ma mi disse che non lo sapeva (……mah !).
    La tesi che sto portando avanti è quella “dei profili psicologici” unitamente a quella del “paradigma (T.Kuhn – a cui spesso rimando, quindi scusami se lo ripeto per l’ennesima volta ! – )
    Se ho quel determinato profilo psicologico da credere alla Befana o alla Fata Turchina o ai Vampiri , suppongo che nulla possa farmi cambiare idea !
    Per mia esperienza personale molti lustri fa, credo 4, un amico medico mi consigliò di andare da un suo conoscente, medico, per l’esame delle “intolleranze alimentari “. Questo esame consiste nel prelevare un po’ di sangue dal paziente e goccia per goccia “verificare” con noti alimenti quotidiani (gruppo sanguigno A+)
    In cosa consiste questa “verifica” non l’ho mai capito. Suppongo che una goccia di sangue viene messa a contatto con degli estratti di un determinato alimento, supponiamo il latte, e si verifica se esiste “intolleranza” (ma come ? il sangue coagula ? si mette a bollire ? la reazione genera veleni di qualche tipo?,,,,,che succede ?)
    Cmq poi mi dissero che i pomodori non potevo mangiarli
    (da 4 generazioni, maschili, non mangiamo pomodori !).
    Ma a parte questo tutto il resto era possibile purché in modica quantità.
    Consigliato però di eliminare latte, formaggi, pasta, pane, carne, ecc. ecc.
    Per curiosità feci questa dieta….molto ferrea !
    In effetti dopo un mese circa era calato di 7 kg. !
    Volevo arrivare a -10 Kg, ma per un altro mese di dieta rimasi fisso a quel punto.
    Il terzo mese, pur con la stessa dieta, ricominciai a salite fino al peso iniziale e lì mi sono sempre fermato.
    Se esagero col cibo, aumento 1 o 2 Kg.
    Se mangio normale e meno, rimango dello stesso peso.
    Se faccio una dieta quantitativamente e qualitativamente ferrea, diminuisco, ma una settimana dopo riprendo i Kg persi.
    Secondo me dovrei cambiare completamente abitudini: andare a vivere in Australia e cercare di intervistare, seguendoli, almeno 10.000 canguri….tu che dici……. potrebbe funzionare come dieta ?
    Ciaoooo……Paolonesi

    • Aristarco

      Caro Paolo,
      Occhio: anch’io ho una mia idea personale sulla corretta alimentazione.
      E non prevede inseguimento di canguri.
      Però, non si deve dimenticare che l’obiettivo è quello di star bene con sè stessi e di evitare eccessi estremi.
      Ciao
      Aristarco.

      P.S. Il talk show “Che tempo che fa” di Fabio Fazio di questa sera ha ospitato il tennista Novak Djokovic, che ha parlato del suo libro in cui si parla della dieta Djokovic.
      La scientificità del proposto stile di vita di Djokovic è quella che è, ma, rispetto a Mozzi, se si guarda l’aspetto fisico di Djokovic e quello di Mozzi, emerge che quest’ultimo è indubbiamente un “testimonial” meno convincente ;-)

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Grande Aristarco, ottimo intervento.

    L’uso che fanno molti degli articoli scientifici è esattamente quello che indichi tu…
    ogni tanto salta fuori un nuovo studio che dice l’esatto contrario del precedente, tutti ne parlano e poi si aspetta il successivo che dirà un’altra cosa ancora… ci credo che metà Italia non capisce niente di come funziona la scienza e si affida ai dottor Mozzi!

  • Filippo80

    ciao a tutti, mi chiamo Filippo. Allora io premetto che ho un problema con lo sterno incavato (ci sono nato) e pur di risolverlo in qualche modo mia madre sin da piccolo mi ha fatto fare il giro del mondo dei medici. Sapete qual’è stata la loro risposta? Suo figlio deve fare palestra e mangiare tanto latte e tanti formaggi. Bene all’età di 30 anni mi sono ritrovato con 2 ernie a disco (zona lombare), problemi di cefalee mattutine quasi tutti i, problemi erettili, febbre al labbro che mi veniva 1-2 volte al mese, prurito quando mi arrabbiavo e nei locali chiusi (soprattutto d’inverno), pancia gonfia, rossore e lacrimazione degli occhi. Il mio medico di famiglia mi ha riempito di farmaci, per non parlare poi dell’andrologo. Risultati ovviamente zero. Alla fine mi sono stufato e ho iniziato a cercare la soluzione su internet, per conto mio. Ho avuto la fortuna di incappare nel dottor Mozzi. Ora io non so se la dieta del gruppo sanguigno sia valido per tutti, fatto sta che lo è stato per me. Sono di gruppo sanguigno A, ho eliminato latte e latticini, carni rosse, pomodori, melanzane, patate, peperoncino, pepe, peperoni e ho ridotto fortemente il consumo di pasta e pane. Risultato? Forse voi non ci crederete ma nel giro di 3 settimane è spratito tutto! Ora voi credete quello che vi pare, continuate a dire che quest’uomo è un cialtrone perché la “medicina ufficiale” dice tutt’altro. Io penso che provare a cambiare se avete dei problemi non costi nulla. Tutte le informazioni che vi servono le trovate su youtube e la dieta la trovate gratuitamente su questo sito: http://dietagrupposanguigno.altervista.org
    Se volete approfindire ulteriormente come ho fatto io, acquistate il libro, ma se preferite vivere con la dipendenza a farmaci e antibiotici fate pure, non devo per forza di cose stare qui a convincere voi. Ognuno è libero di scegliere e di fare come vuole. Io ho fatto la mia scelta e credo che non lo ringrazierò mai abbastanza. Non solo ho risolto tutti i miei problemi, ma sento una vitalità e un’ energia che non avevo mai sentito prima.
    Questa è la mia testimonianza.

    Filippo

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ottimo Filippo sono contento per te, ma i miracoli non esistono, qualche motivo a questa tua situazione ci sarà… hai mai fatto test di allergie/intolleranze? Potresti essere allergico davvero a latte o glutine (ci sono allergie che non hanno sfoghi esterni)

      Ora, per come funziona la scienza, dovresti smettere la dieta e vedere cosa succede.
      Poi dovresti provare una dieta consigliata ad un altro gruppo sanguigno e vedere cosa succede.
      Poi dovresti provare una dieta da un dietologo.

      Tutto questo dovrebbe essere fatto senza che tu sappia cosa stai seguendo, perchè l’effetto placebo influenzerebbe i risultati.

      E dovrebbe essere fatto su centinaia di persone.

      Così funziona la scienza, per fortuna i controlli sono tanti e una rondine non fa primavera.

      Per quanto ti riguarda, ovviamente, fregatene e continua a seguire la dieta che preferisci, se adesso stai così bene… ma non affidarti ciecamente a queste persone perchè non sempre può finire come a te!

      Saluti

      • carmy

        ..certo una rondine non fa primavera ma nel tuo blog leggo un casino di testimonianze tutte positive che lodano gli effetti di questo stile di vita!!!!!! secondo me quasi quasi ci provi anche te…..non sei curioso???!!!e poi baaasta con sti test per le allergie o intolleranze… servono a niente….non sono attendibili…

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Sì, devo dire che è abbastanza deprimente questa esaltazione del “santone” di turno, ma dopo Stamina non ci si stupisce più di nulla.

          C’è una minoranza che conosce Mozzi e una larghissima maggioranza che non lo conosce o lo etichetta subito come cialtrone.
          Questa maggioranza non si sogna nemmeno di perdere tempo online cercando informazioni, mentre la minoranza diventa fan e “fedele”, alla nuova religione della dieta miracolosa, e bazzica tutti i siti che ne parlano per propagandare la lieta novella.

          Vabè, non voglio convincere nessuno con la forza, state solo attenti a non farvi prendere la mano con questi metodi senza basi scientifiche (finchè si tratta di mangiar meno pasta, va benissimo, ma quanto è il momento di curarsi… andate dal medico!)

          • carmy

            Grazie per i tuoi ottimi consigli! staremo attenti certo…finchè ci sono questi medici che non ci imbottiscono di medicine io continuo per la mia strada!cmq… non mi sembra che ci sia una minoranza di “fedeli” come chiami tu… questa gente ha solo aperto gli occhi e sopratutto le orecchie perchè a sentir i medici dovremmo impasticcarci dalla mattina alla sera…!

          • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

            Sono felice per Filippo , io credo che in questo caso una rondine faccia primavera, ogni testimonianza che ho letto porta positività e risultati , ma sopratutto , tranne qualche caso , uno ad esempio ricordo ci fu una spesa di 60 euro , gli altri tramite internet hanno speso zero euro, quindi mi chiedevo dove sta la fregatura se non ti chiedono soldi?

          • Aristarco

            La fregatura sta nel credere a favolette, fa male al cervello. Che poi si regredisce a livello infantile. E poi si ricomincia a credere all’oroscopo, a Vannoni, a Vanna Marchi, a Di Bella, ai cerchi nel grano, ai numeri fortunati, al gatto nero che attraversa la strada, ai draghi, alle fate, a Babbo Natale, ….
            Insomma, io sono convinto che quel molliccio e gelatinoso computer che è installato nella nostra scatola cranica debba essere gestito con attenzione e accortezza. Se gli somministri immondizia, il tuo cervello finirà a sua volta a produrre solo immondizia: è un fenomeno conosciutissimo, il cui acronimo è “GIGO”, garbage in, garbage out.
            Ciao e abbi cura del tuo cervello.
            Aristarco

    • paolonesi

      @ FILIPPO80
      Carissimo Filippo,
      ho già fatto dei miei interventi su questo tema, ma capisco che forse non li hai letti. Innanzitutto ti credo…e perché non dovrei. Mi fido sempre della gente…fino a prova contraria !
      Il concetto che io ho espresso si può riassumere nel seguente modo:
      Fatta premessa che di tanto in tanto saltano fuori “mode” (vestiari, alimentari, mediche ecc. ecc.), molti anni fa saltò fuori questa “moda” delle intolleranze nel senso di prendere qualche piccolissima goccia di sangue e farle entrare in contatto con una varietà dei più comuni cibi.
      La reazione (ma quale ?) tra il sangue del “paziente” e quell’alimentare diceva se si era intolleranti a quel cibo oppure no.
      Poi si accorsero che dipendeva tutto dai vari “tipi” di sangue: A+, A-, B, O+, O- ecc ecc . e via di seguito.
      Anch’io all’epoca feci quei test, ma non successe proprio nulla.
      Quindi mi misi a studiare la cosa e saltò fuori che: 1) indubbiamente tutti noi abbiamo intolleranze a qualcosa; 2) ovvio che se ti tolgo tutti i cibi che mangi (magari porcherie che oggi ci propinano, avvelenati, contaminati ecc. ecc.) otterrai dei benefici.
      3) per ora la medicina ufficiale non dice ancora nulla. Semplicemente funziona la legeg del caso (statistica).
      Ci scommetti che se ti metti a fare il dietologo pure tu e togli tutto ai tuoi pazienti con diete “a caso” ci azzecchi al 50% dei casi ? provaci ! (ovviamente occorrerà un gran numero di pazienti affinché la statistica funzioni. La legge è detta: legge dei Grandi Numeri).
      Ciao…..Paolonesi

      • Massimo Marinoni

        É sempre la stessa storia, sia per i grandi “ricercatori scientifici” che per i “rivoluzionari-charlatani”, ma cosa si può definire frode nella ricerca e cosa invece è solo un piccolo ‘ritocco’ dei dati, un ‘errore onesto? Si tira fuori la “prova scientifica inconfutabile” per far tacere chi non la pensa come noi. Da bambini si diceva “l’ha detto la maestra”, non ci si chiede neanche se i dati sono stati manipolati o no.

        Purtroppo la storia è ricca di pessimi esempi in tal senso, anche se forse la madre di tutte le truffe, almeno in epoca moderna, fu quella perpetrata da William Summerlin nel 1974. L’immunologo statunitense pubblicò i risultati di un eccezionale trapianto. Peccato che, come si scoprì a breve, i lembi di cute trapiantata su topini bianchi erano stati ottenuti con un semplice pennarello nero.

        Più di uno su dieci (13%) tra medici e ricercatori ha dichiarato di sapere che i colleghi avevano in passato alterato intenzionalmente o fabbricato ex novo i dati di una ricerca allo scopo di favorirne la pubblicazione o per favorire il prodotto qualche “generosa” casa farmaceutica, il 6% sapeva di fatti del genere anche nel proprio istituto, coperti da indagini insufficienti.

        Il progresso scientifico non procede per lenta evoluzione,
        ma piuttosto per scosse provocate da un “rivoluzionario” che inizialmente la ufficialitá chiama “charlatano”. Eventi rivoluzionari osteggiati quasi sempre dalla comunitá scientifica, separati da interludi di calma piatta.

        Chi lo sa quando si smetterá di chiamare “charlatani” quelli che stanno proponendo un cambio a ció che ha dimostrato essere una frode e che funziona bene solo per il conto in banca degli “autentici” dottori.

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Massimo, è evidente che tu non abbia alcuna idea di come funziona la scienza, perchè l’idea che la scienza proceda per “salti” è una leggenda da mass-media, fa molto romanzo, ma è un’immensa sciocchezza.

          Lo stesso Einstein, che ha ribaltato la nostra conoscenza dello spazio/tempo, ha fondato tutte le sue teorie sulle ricerche degli altri, è stato un incredibile scienziato ma l’umanità sarebbe lo stesso arrivata alle sue conclusioni, forse 10 anni dopo, forse 30, ma la strada era quella.

          Certo pensare a Newton che “scopre” la gravità dopo essere stato colpito da una mela è molto bello, ma è semplicemente falso.

          Inoltre i veri rivoluzionari della scienza quando propongono una nuova teoria mettono in campo anche tantissime prove a loro sostegno, quindi paragonare un’Einstein a gentaglia tipo Mozzi o Vannoni di Stamina… non merita risposta

          • Massimo

            Grazie per la risposta che non merito, il punto é molto piú generico e meno polemico e non é stato compreso.

            Visto che lo hai nominato, Einstein diceva: ” E’ meglio essere ottimisti e avere torto che essere pessimisti e avere ragione.”

            Il mio é un discorso in generale, non conosco il Dr. Mozzi, né Vanoni, né Stamina e non sono qui per difendere le loro pratiche. Sono solo colpito dallo scetticismo ogni volta che parla di qualcosa di complementare alla medicina tradizionale che a volte funziona ed é meno invasiva.

            Come mai da anni la medicina ufficiale non ha mai preso in seria considerazione e approfondito la conoscenza delle medicine complementari?

            Interessi finanziari?

            Sono davvero interessate alla salute delle persone le case farmaceutiche?

            Il Dr. Mozza a quanto vedo sostiene fondamentalmente il fatto che una buona alimentazione, il bilanciamento e la pulizia del corpo, sono fondamentali per la salute e la guarigione del corpo.

            La Medicina tradizionale ha, per molti anni, minimizzato questo fatto. Ora molti operatori del settore condividono questo punto.

            I rimedi naturali, spesso possono rimediare a più di una malattia, condizione o sintomo allo stesso tempo. Quando il sistema immunitario è rafforzato, può occuparsi di eliminare anche altri sintomi.

            Nella Medicina tradizionale spesso capita che venga prescritto un secondo farmaco per rimediare ai nuovi sintomi creati dal primo.

            Molte malattie e condizioni di salute sono in realtà state risolte con rimedi naturali. Tuttavia la Medicina tradizionale è poco propensa a riconoscere questi risultati perché vanno contro le metodologie stabilite e, soprattutto, sono molto meno redditizi rispetto ai trattamenti tradizionali.

            La Medicina naturale tende a sostenere i processi di guarigione innata del corpo più della Medicina tradizionale.

            Il corpo umano ha una capacità innata o tendenza a guarire se stesso. Molti dei trattamenti della medicina tradizionale sopprimono i processi innati che l’organismo utilizza per purificarsi da malattie, condizioni o lesioni.

            Tuttavia, in generale, il corpo sa esattamente cosa fare ed è programmato per guarire se stesso.

            Una delle filosofie comuni della Medicina naturale è quella di utilizzare trattamenti che aiutino, facilitino e rafforzino i processi di guarigione innata del corpo per ristabilire salute ed equilibrio.

            Questo tipo di approccio, lavorare “con” e non “contro” il processo di guarigione innata del corpo, è stato avvalorato da innumerevoli successi.

            La Medicina tradizionale sostiene e dipende fortemente dal settore farmaceutico, che spesso utilizza sostanze innaturali.

            A quanto pare le sostanze presenti in Natura non possono essere brevettate. La medicina alternativa tende ad evitare la dipendenza dai trattamenti. Il ruolo di qualsiasi farmaco dovrebbe essere quello di risolvere la crisi sanitaria nel più breve tempo possibile.

            Eppure la Medicina tradizionale tende a creare una dipendenza da farmaco, una volta si moriva a 30 anni per un raffreddore oggi serve di piú vivere fino a 70 schiavi delle medicine.

            Questo è fondamentalmente una gestione dei sintomi.

            Ecco perché le case farmaceutiche creano in laboratorio le loro sostanze che poi brevettano e portano loro numerosi profitti.

            Tutto questo processo lo chiamano Ricerca Scientifica!!

            Il Dr. Mozzi solo prende spunto dei Dosha de la medicina Ayurveda del 450 AC per definire le sue diete del gruppo sanguigno e non fa male a nessuno, anzi!!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Massimo, se il doc Mozzi dicesse soltanto che “una buona alimentazione, il bilanciamento e la pulizia del corpo, sono fondamentali per la salute e la guarigione del corpo”, saremmo tutti d’accordo, lui non avrebbe scritto un libro, nessuno lo inviterebbe in TV e nessuno lo seguirebbe come un santone.

            Il problema è che lui dice tante cose assurde e antiscientifiche, raccogliendo molti adepti (trovi esempi scritti nel mio post e ascoltabili nei 2 video che ho messo online, ma ne trovi moooolti altri su youtube).

            Che la troppa chimica faccia male, è certo.
            Che prendere una medicina per ogni piccolo malanno sia controproducente, è sicuro.
            Che la cura del “corpo” e della “mente” sia fondamentale per stare meglio, è altrettanto ovvio e importante.

            Qui stiamo parlando d’altro, di come certi “dottori” se ne approfittino della credulità del popolo per soldi/gloria/apparizioni tv.

          • margherita

            Vorrei dirti di “stare sereno”, anche perchè nessuno chiede il tuo permesso per decidere se credere o meno al Dott. Mozzi, soprattutto dopo aver letto il tuo articolo.

          • Cristina

            Tu hai idea di come funziona un essere vivente?

  • Marco

    Porto la mia esperienza : malato di una rara malattia della pelle incurabile per la ” scienza” dopo 31 in cui le ho provate tutte mi sono detto ” proviamo un mese” partendo da una situazione di scetticismo.
    Eliminati glutine , latte e carne di maiale , iniziato a mangiare come da gruppo zero è 8 mesi che sto da dio , la mia pelle è cambiata totalmente e la mia dermatologa ha iniziato ad appoggiare questo regime.
    Premetto che non sto assumendo nessun farmaco.
    Miracolo ? Forse
    Ma intanto…. voi continuate a mangiare come vi pare.. io continuo a seguire questo ” pazzo ” come state cercando di farlo passare voi.. perché io sto da dio.
    Adios

  • Monica

    Anche il dottor Berrino che ha messo piede per una vita negli ospedali e prescritto medicinali ai pazienti dice che latte e latticini fanno male. Anche lui e’ un santone?

  • luca

    Anch’io spezzo non una ma varie lance a favore del Dott.Mozzi, qui non si tratta di parole al vento ma di fatti, a mia madre che soffriva di rizoartrosi ad entrambe le mani e da tre anni indossava tutori con infiltrazioni ogni sei mesi, l’ultima spiaggia rimasta era l’operazione alle mani. Poi per caso vidi su youtube una trasmissione televisiva col dott. Mozzi. Ne parlai a mia madre dicendole, lei che era una latteria umana, di smettere per due settimane latte e derivati e vedere un po cosa succedeva. Ha smesso i tutori, con le mani compie manovre che non faceva più da tempo. Quindi avendo sperimentato su di lei i consigli del dottore, anch’io scettico all’inizio, avendo visto i benefici ho seguito la sua dieta. Le lobbies alimentari e quelle farmaceutiche si sono strette la mano, da una parte danneggiano e dall’altra riparano come possono, mantenendo malato più a lungo possibile le persone questi ci guadagnano sulla pelle nostra. Ora anche tu parli in questo modo, quindi ti chiedo: ti paga qualcuno per dire ‘ste cose? Probabilmente godi di buona salute, ti auguro d’averne fin che campi, ma in caso contrario ti verrà in mente questo onesto e sincero medico, te lo dico io. Saluti.

  • Patrik

    caro Samuele…la dieta funziona davvero. Non so se sei figlio di un medico o hai altri interessi economici e questo non mi interessa saperlo. Ma ci vogliamo svegliare o no ??? Vogliamo capire che c’è un business enorme dietro ai farmaci, alle malattie, alle sofferenze delle persone….e che la medicina ufficiale guadagna su tutto ciò ?? Grazie Mozzi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      La “medicina ufficiale” ci fa arrivare a 90 anni di vita, con quella medievale non scientifica tipo Mozzi si moriva a 40, fatti due conti…

      p.s. che palle ‘sta storia che io dovrei essere pagato per scrivere su un cavolo di blog…

      • Patrik

        grazie per aver aperto questo blog. La gente può leggere i commenti, farsi due domande, provare e capire che effettivamente Mozzi ha ragione…anche grazie a te la verità piano piano verrà a galla. Ciao

      • Simone Rovera

        si ma come ci arriva la gente a 90 anni?passando gli ultimi venti in mano ai medici….CHE è VITA QUELLA?

  • Patrik

    Non vale cancellare (o modificare) i commenti. Hai paura di cosa ? Sei un dottore anche tu (ingegnere informatico) ma l’intelligenza non si compra. Vediamo se togli anche questo. Ciao e tanti saluti. Patrik (dottore in Scienze e Tecniche delle Attività Fisiche Adattate).

  • Riccarda Dacquati

    Io ho iniziato da poco a seguire l’alimentazione del Dottor Mozzi, anzi…di Piero Mozzo, se non lo vuoi chiamare Dottore. L’ho fatto solo dopo aver sperimentato ed essermi accorta PRIMA direttamente su me stessa di alcune risposte puramente fisiche a certi tipi di alimenti piuttosto che ad altri. Cerco di non essere mai nè invasata nè credulona (come quando sono stata la prima volta ad una seduta di pranoterapia) ma mi sono solo detta “perchè no?!” Se c’è qualcosa di comune a tanti e se ci sono linee guida che semplificano la mia sperimentazione (volta semplicemente a star meglio e non a scoprire niente, quindi se tagli un angolo non mi fa che piacere) vale la pena provare. Mozzi si promuove? Fa conferenze? Vende i suoi libri e i suoi prodotti? Non è un “vero” medico? Forse ma io dico che di qualcosa tutti dobbiamo vivere e ci sono enormi settori nella farmaceutica, nell’alimentare, nell’editoria che seguono e promuvono tendenze con conferenze, pubblicazioni e pubblicità. La differenza che se non altro Mozzi insieme al suo presunto ego smisurato vende anche benessere tutti gli altri la maggior parte delle volte ci avvelena, la mente e il corpo. Poi sta a noi essere sempre comunque attenti, coscienti e responsabili. Nessuno, nemmeno Mozzi in persona potrà mai vietarmi di valutare e confrontare altro. Solo che se cerco altro dopo un anno di alimentazione Mozzi male che vada mi sono persa qualche pastasciutta. Di tante altre cose, sistemi, mode e chi più ne ha più ne metta si può dire altrettanto?

  • Ester

    Caro Samuele, solo chi è stato male o comunque aveva qualche problema grosso o piccolo di salute può affermare con certezza se ciò che dice Mozzi è vero o falso, io l’ho fatto e posso confermare che ciò che lui dice è vero, ora sto meglio. Non sto a specificare i miei problemi ma ti consiglio di provare tu stesso in base al tuo gruppo sanguigno facendo però sempre attenzione ai vari abbinamenti alimentari e tempo di un mese ti ricrederai. Sentenziare senza aver provato e sperimentato personalmente non ha senso e non fa testo.

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Non cancello niente a parte gli insulti, ma c’è una moderazione dei commenti, a volte capita di dover aspettare qualche ora prima di vederli online (ho una vita, abbiate pazienza.)

    • Rita

      Sig Samuele io ho problemi di intolleranza a diversi cibi. Anni fa feci dei test . Da poco ho conosciuto il Dr Mozzi tramite TV e i suoi libri. Cio’ a cui io sono i tollerante come da test eseguiti e tutto cio’ che risilta non posso mangiare in base al mio gruppo sanguigno….. chissa’ perche’ ….oltre all’intolleranza al lattosio e latticini e cereali. Da tre mesi non mangio latticini e nemmeno bevo piu’ latte senza lattosio….io sto bene e ho pure risparmiato un intervento programmato alle òtonsille che erano sempre ammalate a causa di cibi sbagliati. Non mi dispiace aver speso due soldi x i libri di Mozzi o aver perso tempo ad ascoltarlo….mi dispiace invece svuotare ol portafoglio x le farmacie e x le parcelle dei medici specialisti che vergognosi ti pelano le mutande. Cio’ che dice Mozzi per me funziona. Saluti.

  • Cristina

    leggete “The China Study” (T.Colin Campbell) e non perdete tempo con chi evidentemente gode nel disinformare…

  • Grazia

    Lavorando in un ospedale ho potuto verificare l’efficacia della dieta dr. Mozzi. Ho parlato personalmente con pazienti che erano seguiti da un reumatologo e che erano migliorati notevolmente, Anche lo specialista e’ rimasto colpito e adesso quando incontra altri pazienti con analisi perfette sospetta che stiano seguendo proprio questa dieta.

  • Sonia

    Diro’ anch io la mia!!! Fino a 26 anni, mi alimentavo come tutti, mangiando, latte, pasta,yougurt, formaggio, frutta, pizza ecctt.. A 27 anni, per caso, ho scoperto in tv la dieta del dottor Mozzi, e scetticamente mi sono detta perchè non provare, tanto male non mi fara’.. Tanto, avevo sempre il raffreddore, sempre stanca malata, svogliata, ero proprio a terra. Allora ho iniziato eliminando piano piano tutto, latte, yougurt primi i latticini, formaggio. Poi con il passare del tempo, il pane, la pasta mangiando, quinoa e miglio, e tante verdure eliminando, quelle che non posso mangiare. Da poco, perchè ho avuto un forte malore mi sono messa a bere acqua tiepida a colazione e il caffe’ di cicoria, prima l acqua calda a colazione non l avevo ancora bevuta. A distanza di qualche anno, non ho piu’ catarro, raffreddore, ecct.. la voce, è forte, e sono in buona forma fisica, Ho preso l influenza lo stesso ma sono guarita subito.. rispetto, a chi l ha avuta una settimana, ma in quel caso ho dovuto ricorrere al mio medico di base, ma sono guarita subito. Prima di fare questa dieta non mangiavo molta carne ma essendo di gruppo zero, ne devo mangiare anche se faccio fatica, con la rossa. !!! Di frutta ho smesso di consumarla qualche frutto, a colazione e basta.. Posso dire che non seguo la dieta al 100 per cento, perchè al sabato, e alla domenica mi concedo, un buon piatto, di pasta!! Sulla pasta ed il pane ho dovuto ricredermi, non pensavo fossero cosi’ dannosi.. per la salute, anche il latte fa venire il cancro, a lungo andare se combinato con il glutine. Olio uso, quello di vinacciolo, altro, per la tosse il nocciolo di prugna e te lo fa passare..A primo impatto, puo’ sembrare una dieta strana pero’ hai i suoi effetti!!! Dal dottore non voglio andarci, e ci vad, se proprio sto malissimo con la febbre a 40 ma in genere non voglio piu’ fare nemmeno le vaccinazioni, del tetano, e infatti, non sto piu’ facendo, niente.. Perchè bisogna aspettare che sia valida scientificamente.. questo, non capisco, cos c entra l ok della scienza sulla salute dei cittadini?? Non siame pedine della scienza.. Io voglio fare di testa mia e ragionare con la mia testa se qualcosa non è valido scientificamente perchè devo scartarlo a priori?? La scienza non mi dara’ la certezza a tutto.. non capisco, perchè dobbiamo avere un metodo valido scientificamente, in cosa ci da’ sicurezza?? Non capisco.. Se non c’è.. qual ‘è il problema?? Perchè la scienza deve dirmi cosa e giusto, e cosa è sbagliato, se questa dieta non è approvata dalla scienza qual ‘è il problema?? non capisco.. ciaoo!!! Adesso, ne ho 32 anni, e sto ancora continuando, la dieta!!

  • Selene

    Samuele mi è sembrato esageratamente ironico e distruttivo, non mi sembra che la dieta del dottor Mozzi sia così catastrofica come ce la dipinge!!!Come mai , da un po’ di tempo,( in centri all’avanguardia ) alle donne malate di tumore al seno viene prescritta una dieta povera di latticini?Forse la connessione esiste davvero…e perchè non provare ad eliminare ciò che può farci male?Non dico che si debba seguire con estremo rigore, ma almeno il minimo!!! E poi perchè tante critiche, forse gratuite ,alll’indirizzo di persone che con ottimismo provano a cercare di stare meglio?Penso che quelle stesse persone siano in grado di valutare se continuare o no, non credi Samuele?

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Sono stato molto tagliente e ironico perchè Mozzi sfrutta abilmente le proprie conoscenze per mischiare delle verità semplici (il latte e il glutine sono difficilmente assimilabili e digeribili per molte persone) a delle balle gigantesce (i latticini fanno venire il cancro, in base al tipo di sangue bisogna avere diete diverse), creando una schiera di adepti anti-medicina che in un primo tempo possono avere dei vantaggi (dimagrire, avere meno problemi di stomaco e quindi una vita migliore) ma a lungo termine possono avere grossi problemi (cancellare certi alimenti da una dieta non è salutare).

      Le persone NON sono in grado di valutare questi problemi, si fidano dei dottori, in questo caso il dottore approfitta della loro ignoranza e quindi si merita TUTTA la mia ironia e il mio disprezzo.
      Scriverò un’altro post per chiarire meglio la mia posizione, visto tutti i commenti che mi state facendo qua (sembra la gita di ritorno da Lourdes santo cielo)

  • Arialdo

    2000 e rotti anni fa, a parte Gesù Cristo campavano anche oltre i cento anni!!

  • Agnese

    Ma chi è l’ignorante caprone che ha scritto queste stupidaggini??? il latte è importante per il calcio? non si può più sentire nel 2014 una cosa simile!! Ignorante! il dottor Mozzi non è l unico a dire che il latte fa male… Posso capire che ognuno può avere i suoi buoni motivi per screditare il dottor Mozzi o comunque una qualsiasi altra dieta che migliori lo stato di salute indipendentemente dai farmaci, ma per carità, abbiate un minimo di dignità personale e siate in grado di tentare di screditare gli altri senza dire certe cavolate, ma tentando delle tesi un po’ più credibili, ripeto, per voi stessi per non perderci la faccia e non darvi da soli la zappa sui piedi. Io conosco bene il dottor Mozzi e la sua dieta, ma anche se non lo conoscessi, leggere che quel che dice è sbagliato perchè il latte serve per il calcio, mi avrebbe fatto pensare che chi ha scritto l’articolo non sa di cosa parla! Anzi io credo che chi ha un minimo di intelligenza o comunque di conoscenza riguardo l’alimentazione naturale, leggendo questo articolo potrebbe interessarsi alla dieta dei gruppi sanguigni. Se non si scredita bene, si fa pubblicità!

  • Gabriella

    Dopo aver scoperto di avere i globuli bianchi alti 26 anni fa e averne passati 24 a capire cosa potesse aver provocato ciò con tanto di controlli ospedalieri anche invasivi col risultato che non se ne veniva a capo mi sono imbattuta per caso in questa dieta..beh per dirla breve i miei globuli dopo due anni di dieta sono rientrati con buona pace del mio medico che pur di non darmela buona mi dice che bisognerebbe che rimangiassi cereali e latticini per averne la controprova!!! L’ho guardato stralunata e con la consapevolezza di andare avanti per la mia strada perché io stavo e sto tuttora bene…non mi stupisco comunque che ogni tanto spuntino personaggi che lo denigrano con tutte le case farmaceutiche piuttosto che le grandi industrie casearie per esempio che fanno pressione per farlo fuori!

  • Enza Marialucrezia Bevilacqua

    Da quando io e mio marito seguiamo il Dottor Mozzi (con la maiuscola perché e un medico laureato) il nostro cassetto dei medicinali si è notevolmente ridotto, e questo gia’ è significativo.

  • Luigi

    Con la dieta del dr. Mozzi sono guarito da diabete, ipertensione, trigliceridi, colesterolo e sovrappeso, Grazie infinite a Mozzi e a Telecor,

    • Angelo

      Anch’io sono dimagrito 10 kg con l’alimentazione del dott Mozzi, peccato che ero già sotto peso e adesso sto malissimo e non riesco più a prendere peso!

      • Ester

        Angelo, anche io son dimagrita, bisogna fare un po di attività fisica mirata ad aumentare la massa muscolare, è li che c’è il peso, e devi controllare che tu faccia gli abbinamenti alimentari corretti e non stia tralasciando qualche minerale o vitamina, nel senso che ogni giorno la dieta deve essere ben bilanciata, ecco questo è il punto, e vedrai che starai meglio! Anche io non son brava in questo e mi aiuto con il multicentrum! ;) Un abbraccio!

        • Angelo

          Ciao Ester, si faccio dell’attivita’ fisica flessioni e trazioni alla sbarra, pero’ il problema è proprio quello che hai detto tu, manca qualcosa! adesso mi sono rivolto a una dottoressa che fondamentalmente è come mozzi, pero’ non crede nei gruppi sanguigni e mi ha dato degli integratori a base di carnitina e altri aminoacidi e del ferro perché avevo i globuli rossi un po bassi, e poi è sempre disponibile ad ascoltarmi anche telefonicamente, adesso vediamo che viene fuori, una cosa è certa che il glutine e il latte fanno male a tutti! mi ricordo che dopo un pasto a base di pasta pane ecc avevo delle tachicardie atroci che adesso non ho piu’,
          ti ringrazio per il tuo interessamento, sei gentile!
          un caro saluto
          angelo

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            glutine e latte NON fanno male a TUTTI, intere zone d’Italia sono campate a latticini e non hanno particolari problemi di salute (vedi da dove vengo io: Sondrio).

            Invece è verissimo che TANTI soffrono di problemi a quegli alimenti, tra cui a quanto pare anche tu.
            Hai fatto benissimo a rivolgerti ad un’esperta, sicuramente tornerai in piena forma

      • Antonella

        Ma mangiavi correttamente? Intendo anche i carboidrati consentiti per il tuo gruppo sanguigno? Ho sentito molte persone che sono dimagrite ma che non mangiavano ne frutta secca, legumi, riso o quant’altro ma solo proteine e verdure e chiaramente sono andate sotto peso. Ma ne conosco altre che invece hanno preso dei chili perchè con il glutine stavano male e mangiando altri cereali o pseudo cereali si sono ripresi….

        • Angelo

          Ciao Antonella
          si mangiavo e mangio correttamente! mangio la quinoa mangio i cannellini, un sacco di noci e mandorle verdura ad ogni pasto carne pesce e tutto quello indicato nel libro del dott Mozzi, pero’ il problema c’è!
          grazie ciao
          angelo

          • carmy

            ECCO…tanta frutta secca non fa bene e il Mozzi lo dice un sacco di volte!!! anch io subito sono calata moltissimo ma poi piano piano si rientra nel normo peso.

  • paolonesi

    @ SAMUELE e x TUTTI COLORO CHE LEGGONO IL POST
    Carissimo Sam,
    ho letto tutti gli interventi e quindi mi sembra il caso di fare questa considerazione.
    NESSUNO qui sta affermando che la cosiddetta Medicina Ufficiale sia santa !
    Si tratta di bussiness spaventosi su scala mondiale, viste anche le ultime denunce alla BigFarma, alla Roche…… ecc. ecc.
    Nessuno sta dicendo che tutto ciò che passa la Medicina Ufficiale sia giusta e che i praticoni sbaglino.
    Ma se il cosiddetto “praticone”, il dietista improvvisato, il medico fallito che si mette a fare il dietista per fare un po’ di soldi ecc ecc. ha ragione, allora per quale motivo non fa lui stesso uino studio serio, lo presenta con tanto di statistiche, lo pubblica e poi chiede alla c.d. Medicina Ufficiale di sperimentare il suo metodo ?
    Qui si è parlato del dr. Mozzi e della sua dieta basata sui gruppi sanguigni, ma in un mio precedente post ho fatto presente che la tesi di stabilire una dieta alimentare sulla base dei gruppi sanguigni risale a più di 20 anni fa, quando io stesso, lavorando nell’ambiente sanitario mi sottoposi, come Medicina Ufficiale, alla dieta (che fu esattamente la stessa di cui parla oggi Mozzi !)
    Quindi il Dr. Mozzi non ha scoperto nulla di nuovo, e il mio interrogativo è il seguente: come mai da più di 20 anni, con una casistica che dovrebbe essere ormai imponente nessuno a detto più nulla ?
    Interrogati diversi medici dietisti mi hanno risposto che non ci sono prove della incompatibilità tra i gruppi sanguigni e certi alimentari. Si conosce però un dato certo che nessuna Autorità, Medica o no, vuole ammettere: è assai probabile che la causa per cui gli alimenti che fanno male sia data proprio perché quegli alimenti sono inquinati (conservanti, fertilizzanti,metodi di produzione industriale, insetticidi per salvare i raccolti, cibi “forzati” alla crescita con opportuni fertilizzanti….ecc. ecc.) !
    In ultima analisi: se l’Umanità vuole cibo in abbondanza per non morire più di fame a causa di carestie (e alimentare il commercio), è necessaria questa forzata industrializzazione mondiale dei prodotti alimentari ?
    (Naturalmente occorre tenere presente anche gli inquinamenti di vari tipi, cioè non alimentari, i quali però possono entrare a inquyinare gli alimenti stessi !)
    Conclusione: indipendentemente dai gruppi sanguigni latte, latticini e formaggi da una certa età in poi non fanno sicuramente bene e quindi sarebbe meglio evitarli, indipendentemente dai gruppi sanguigni (i celiachi hanno fortissime reazioni allergiche al glutine indipendentemente dal loro gruppo sanguigno !).
    Ma nessuno può sapere a quali alimenti noi come singoli individui siamo allergici: occorrerebbe provare noi stessi, alimento per alimento.
    Quindi credo tranquillamente a coloro che dicono di aver provato giovamento con simili privazioni di certi alimenti, ma non esiste ancora un metodo certo valido per tutti………la probabilità che funzioni il metodo Mozzi è pari (quando va bene) al 50% dei casi, come dice giustamente la statistica. Qui infatti non appaiono i post di coloro ai quali la dieta Mozzi non ha avuto alcun effetto.
    Ho pensato dunque per i motivo addotti di precisare.
    Paolonesi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Paolo, in realtà una dieta basata sui gruppi sanguigni non ha fondamento scientifico, è una leggenda che gira da un po’ (Mozzi ha preso spunto da altri e ha aggiunto cazzate sulla correlazione diretta tra latticini e il cancro, giusto per sentirsi importante)

      Sapevo che avesse tanti adepti, altrimenti non avrei scritto questo post. Non sapevo che fossero così organizzati da chiamarsi l’uno con l’altro per contrastare quei pochi sitarelli come il mio che cercano di far chiarezza sulle balle del simpatico vecchietto lunatico.

      Inoltre, come dici tu, “indipendentemente dai gruppi sanguigni latte, latticini e formaggi da una certa età in poi non fanno sicuramente bene e quindi sarebbe meglio evitarli, indipendentemente dai gruppi sanguigni”
      Stessa cosa per pane e pasta, oltre ai celiachi ci sono tantissime persone con intolleranze lievi che sicuramente stanno molto meglio evitando di mangiare glutine, evidentemente Mozzi sparando nel mucchio riesce ad avere una percentuale di successi che rende questa dieta “miracolosa” per qualcuno.

    • Aristarco

      Paolo scrive:
      “Nessuno sta dicendo che tutto ciò che passa la Medicina Ufficiale sia giusta e che i praticoni sbaglino”.
      RE: ti sbagli: io lo dico!
      Io lo sostengo con grande convinzione: tutto quello che sostengono i praticoni è sbagliato – da una parte – e – dall’altra parte – tutto quello che passa la Medicina Ufficiale rimane indubbiamente – pur con tutti gli innegabili limiti umani – ciò che di meglio abbiamo per stare in salute e combattere le malattie.

      Paolo scrive:
      “Ma se il cosiddetto “praticone”, il dietista improvvisato, il medico fallito che si mette a fare il dietista per fare un po’ di soldi ecc ecc. ha ragione [...]”
      RE: Non può – il cosiddetto “praticone”, il dietista improvvisato, il medico fallito – “aver ragione”.
      La “ragione” sta solo dalla parte della Scienza. Punto e stop.
      La Scienza non è mai stata né mai sarà democratica, caro Paolo.

      Ciao,

      Aristarco… lo scientista!

      P.S. Sono buffonate il Metodo Di Bella, il Metodo Stamina, il Metodo Giuliani per la previsione dei terremoti, il Metodo del Dottor Mozzi, il Metodo di questo, il Metodo di quello.
      L’unico Metodo valido è quello Galileiano. Punto e stop.

      • paolonesi

        Carissimo Aristarco,
        Non mi sono MAI nemmeno sognato di pensare che la medicina sia “democratica”………STOP. Il mio era solo un modo per introdurre una argomentazione, specificando poi che per l’appunto il solo “metodo” è quello scientifico….. STOP !
        L’argomentazione con soggetti che hai letto, se presa “di petto” non porta a nulla, la mia invece,…….lo stesso ! Però esiste una minima probabilità che………! La vita è speranza !
        Il teologo William Hamilton nel 1925 dando una definizione di “Fede” disse: “La Fede è la SPERANZA che un Dio esista !
        Ciao…..paolonesi

        • Aristarco

          Scusa Paolo, per i miei punto e stop.
          È chiaro che nei tuoi confronti esprimano una perentorietà superflua.
          Però sono stato influenzato da tanti interventi che dimostrano un analfabetismo scientifico così profondo, che alla fine ho assunto un tono categorico proprio con te.
          Ciao, Aristarco
          P.S. Non demonizzare per il profitto: il fatto che il fornaio faccia profitto, vendendoti del pane, non è necessariamente un qualcosa di luciferino.
          Ritengo piuttosto che tra il fornaio e l’acquirente di pane vi sia una relazione win-win.
          Il fatto che Marchionne faccia profitto vendendoti un automobile, non è qualcosa di luciferino.
          Anche in questo caso, tra il produttore di automobili e l’acquirente di automobili vi è un rapporto win-win.
          Non diverso è il rapporto fra ditta farmaceutica che propone i propri prodotti e la controparte (in cui è compreso lo Stato, il medico, il paziente, l’economo della casa di cura privata, ecc.).
          Non vedo perché nel caso del farmaco, il profitto debba assumere una valenza mefistofelica.

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da paolonesi 16 apr 16:58
            Carissimo Aristarco,
            Non ho MAI demonizzato il profitto in senso storico. Nemmeno quando il profitto diventa una malattia come la cupidigia o l’avarizia o come un qualcosa che per ottenerlo si arriva pure al delitto.
            A meno che non stare in una società in cui esista solo il baratto, cioè lo scambio di merce contro merce (ma anche in questo caso potrebbe manifestarsi la malattia dell’avarizia ecc.), sia nelle società antiche che in quelle odierne il profitto direi che sia una risorsa.
            Senza nessun profitto nessuno scambia il lavoro per esempio. Le cosiddette società senza fini di lucro riciclano una marea di soldi….o di potere ! (pensa solo alle famigerate Fondazioni bancarie ! – te ne posso raccontare di cose su questo ! – ).
            Il fatto è che tutti dicono di volere la legge di Mercato, ma poi nessuno in effetti la vuole.
            Chi è quell’imprenditore, in qualsiasi campo, farmeceutico o no, alimentare o no, meccanico o no, che vuole la libera concorrenza ? NESSUNO ! Tutti vorrebbero il monopolio per vendere di più e a prezzo massimo !
            Però in campi come la Salute Pubblica di una Nazione, quando ci sono aziende a livello globale che “impongono” proprie linee di pensiero scientifico per fare affari e quindi profitto come per esempio “cronicizzare le malattie oncologiche anziché investire in cure definitive, SENZA nessuna azienda concorrente (per esempio ogni grande – economicamente – Nazione a mio avviso dovrebbe avere un Centro di Ricerca Farmaceutica pubblica, così come un Centro Di Medicina pubblica ecc. ecc. – i Centri Universitari da soli non possono essere sufficienti ! -), allora sì che vengono i guai.
            E vengono i i guai perché saremo sempre nelle loro mani, senza una controparte che possa scientificamente obiettare qualcosa.
            La controparte potrebbero essere i centri Universitari di ricerca, quindi pubblici, ma come ho già detto, non sono sufficienti perché non si misurano con il c.d. Mercato; insomma non hanno il controllo della produzione delle eventuali scoperte.
            Come vedi non demonizzo né il profitto né il mercato, ma le loro deviazioni non solo etiche o morali, ma addirittura delinquenziali, mafiose ecc. ecc.

            Vabbeh….ti ho rotto anche troppo…..ciaooooo…..Paolo

      • paolonesi

        @ ARISTARCO e @ SAMUELE
        Carissimo Aristarco (continuo il post precedente perché mi avevano interrotto).

        Quello che vorrei far notare a te gli è il c.d. “paradigma” di T.Kuhn (spesso da me citato) con la sua:” La struttura delle rivoluzioni scientifiche”. Sai bene che prima di Copernico il “paradigma” era che tutto girava attorno alla terra, la terra era al Centro dell’Universo.
        E poi lo dicevano la Sacre Scritture ! (in effetti era una interpretazione di un passo biblico, ma lasciamo perdere) .
        Dice Kuhn: (0) all’inizio c’è un periodo pre-paradigmatico. (1) Segue l’accettazione del paradigma (la Terra è al centro dell’Universo) per vari motivi non solo religiosi, ma anche antropologici o psicologici. (2) Quindi si entra nella c.d. “Scienza Normale” a cui, a causa di alcune “anomalie” riscontrate, segue la (3) nascita delle anomalie.
        A questo punto (4) il paradigma va in crisi e quindi appare (5) la Rivoluzione Scientifica……dopo la quale si riparte dal punto (0).
        La tesi di Kuhn mi sembra un po’ troppo meccanica, e presenta alcune perplessità, ma basterebbe aggiustarla appena un poco (qui non lo faccio per brevità e perché non siamo nel blog giusto).
        Cmq è proprio quello che successe con Copernico e Galilei !
        Di rilevante, per tornare al tema di Mozzi, c’è da dire che se non fosse possibile MAI il punto (3) e il punto (4), non so quanto la Scienza normale potrebbe andare avanti.
        Di peggio da notare gli è che oggi come oggi dietro la c.d. Scienza Ufficiale il convitato di pietra è sempre “l’interesse economico”, personale o nazionale.
        Inoltre come ben sai la Medicina non è MAI (almeno per ora) una scienza esatta, ma ancora un’arte. Magari in un futuro avverrà che sarà solo scienza !
        Rimane cmq di grave nel caso di Mozzi il perché, visto che è convinto, da praticone (insisto: da praticone) che il suo metodo funzioni, non richieda ufficialmente la possibilità di fare una seria ricerca ben monitorata non solo da medici, ma anche da giornalisti scientifici o da persone competenti prese a caso da elenchi di pubblicazioni scientifiche note.
        Lo faccia ….e l’umanità lo farà santo o lo deriderà in eterno.
        Ma questa possibilità la cerchi se ne ha le palle.
        E per quanto ringuarda i fans consideriamo che ci sono ancora milioni di persone che voteranno Berlusconi…..mah !
        Ciao Paolonesi,

        • Aristarco

          Caro Paolo,
          Ho letto Kuhn e l’ho trovato gradevole e convincente. Ma anche maledettamente datato.
          La Scienza che descrive Kuhn è un po’ la Scienza delle origini.
          La Scienza che racconta Kuhn, con singoli titani quali Aristotele, Copernico, Galileo è una Scienza completamente diversa da quella attuale, composta oggigiorno da nugoli di decine di migliaia di ricercatori, a volte intruppati in schiere simil-militari e comunque sempre lavorando rigorosamente in equipe.
          Le rivoluzioni copernicane che si sono succedute sono apparentemente diventate con il trascorrere del tempo sempre più piccole. Lo tsunami di Copernico e Galileo oggi è una live accentuazione del moto ondoso. E non ha neppure il sapore di una vera rottura, dell’aprirsi della voragine. Ad esempio, una delle ultime rivoluzioni copernicane è stato il riconoscimento degli archeobatteri che si sarebbero venuti ad aggiungere ai batteri e agli eucarioti.
          Indubbiamente un terremoto dal punto di vista della classificazione degli esseri viventi.
          Ma è poi stato davvero una scossa tellurica così enorme o siamo ormai talmente bersagliati da piccole e grosse innovazioni che non riusciamo più a renderci conto che ci sta passando sotto al naso una rivoluzione copernicana?
          In conclusione, Kuhn spiega bene la dinamica dei primi passi della Scienza, quella dei singoli titani ed eroi, ma oggi la Scienza è completamente cambiata e quasi assume, se analizzata a livello mondiale, i contorni di un fenomeno di massa.
          Per spiegare la dinamica della Scienza di oggi, si deve oltrepassare Kuhn.
          Ciao
          Aristarco

          • paolonesi

            @ ARISTARCO
            da Paolonesi 16 apr 16:15

            Carissimo Aristarco,

            ma naturalmente riguardo a Thomas Kuhn hai ragione, anzi, io stesso nel mio post avevo detto che la tesi di Kuhn lascia delle perplessità sia a) perché è datato, sia b) perché se la Scienza è il risultato di un consenso piuttosto che di criteri oggettivi, fa nascere il sospetto di “relativismo”, sia c) perché si è dimostrato che per lunghi periodi molti paradigmi hanno coabitato in maniera conflittuale senza che uno di essi si imponesse come Scienza Normale.
            Ciò che volevo far notare è che pur vivendo in epoca storica post-Kuhniana, dove per esempio si è già cercato di effettuare esperimenti di farmaci in maniera “virtuale”, cioè utilizzando appositi programmi su computer, la Medicina rimane ancora in parte un’Arte, così come la ricerca.
            Non dimentichiamo per esempio le scoperte avvenute attraverso la c.d. “serendipity” (cioè il fatto casuale; mentre si fa una ricerca nel settore della medicina, per esempio, salta fuori una scoperta per una colla…..o cose simili !). Ma non dimentichiamo nemmeno che eccezionali scoperte vengono fatte da singoli individui al di fuori della c.d. Medicina o Scienza Ufficiale.
            Notizia di pochi mesi fa che un tale qui vicino a me, Montignoso (MS), era andato a Milano con una sua piccolissima ditta e ha scoperto un farmaco per il tumore alla mammella. Brevetto poi venduto a 600 milioni alla Roche o alla Big Farma ,non ricordo bene ora.
            Insomma, a prescindere dai santoni, falsi santoni (ci sono pure questi !), fattucchiere e quanto altro rimane tuttavia il singolo che contro la Medicina Ufficiale si batte con una sua tesi che poi risulta vincente. Ma non è il caso di Mozzi, perché se per caso non hai letto uno dei miei post, più di 20 anni fa andai da un medico che predicava per l’appunto quanto ora dice il Mozzi, solo che quel medico mi fece un prelievo di sangue e, micro-goccia per micro-goccia, lo mise in contatto con estratti dei più comuni generi alimentari (più di 100) per vederne la reazione (non capisco però quale reazione possa produrre….mah…questo non me lo spiegò mai), indicando così quali prodotti potessi mangiare e quali no.
            Naturalmente non ottenni nessun vantaggio, salvo il fatto che mangiando 1/10 di prima diminuii di peso. Peso che però recuperai subito dopo, pur seguendo strettamente quanto rigorosamente la dieta consigliatami.
            Tuttavia, ritornando a Mozzi, non mi meraviglierei che poi saltasse fuori che il latte non fa assolutamente male, ma il latte inquinato sì ! La carne fa bene, ma quella avvelenata dai pesticidi e dagli ormoni no….ecc….ecc.
            (non voglio nemmeno pensare al pesce, che ne mangio spessissimo !)
            Vabbeh, spero ci siamo capit…….ichiudo…..stammi bene….Paolo Nesi

  • Nino

    Samuele vedendo i commenti a favore del dottor Mozzi… prima di scrivere “cavolate” informati meglio. In questo modo metti in discussione tutto quello che scrivi nel tuo blog

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Eh sì perchè 20 commenti valgono più di decine di ricerche scientifiche… sveglia ragazzi, credete a queste cose come chi crede ai miracoli di Lourdes o all’oroscopo!

      Portatemi delle ricerche scientifiche che parlino di una correlazione tra tipo di sangue e dieta e ne riparliamo ok?

      • Nino

        Non ti bastano i commenti reali, senza interessi,
        delle persone che hanno avuto i benefici? Le ricerche non esistono perché nessuno li finanzia. Non non ci sono interessi economici

        • Marilu

          Bravoooooo veroooo

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Ignorante io? Trovami un sito SERIO che dica che il latte non contenga calcio, TROVAMELO!

    Ragazzi, non avete nemmeno le basi MINIME di conoscenza scientifica e mi venite a dare dell’ignorante? Che il latte contenga il calcio nel 2014 è una certezza, PUNTO.

    • Agnese

      Samuele certo che il latte contiene calcio, ma chi ha detto il contrario!! Anche la terra è ricca di calcio, questo non vuol dire che la mangio a colazione! In natura il latte esiste solo per i cuccioli, ci sarà un motivo…

    • Agnese

      Trovo assurdo dover mettermi a dare spiegazioni sul perchè il latte non è necessario ne per il calcio ne per altro.. non è necessario e fa male.

    • loan1967

      ……..che il latte di vacca ………contenga calcio e’ una certezza che il latte di vacca ingerito dall uomo NON faccia fissare il CALCIO E’ UN ALTRA CERTEZZA…………..IL LATTE DI VACCA E’ PER LE VACCHE …..NON E’ PER L UOMO……. ill latte della mamma si chiama latte ma e’ un alimento totalmente diverso……….come parlare di pane e salsiccia….li mangi sempre con la bocca ma sono alimenti totalmente diversi come composizione.

    • carmy

      ohhh ma che palle!!! ancora con sta storia??ma ingozzati di latte e poi ne riparliamo tra un paio d’anni!!!

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Ma che cosa stai dicendo… spero che tu non ti stia basando sulla Bibbia per dire questas sciocchezza

  • antonella

    Grande dottor Mozzi, ma che stronzate dici è dimostrato che il latte è cancerogeno

  • Aristarco

    Caro Samuele,
    Queste declamazioni di successo salutistico collegate alle indicazioni dietetiche del santone di turno, mi fanno venire in mente due colleghe: una inebriata da Herbalife e l’altra, invece, che fa riferimento a una indefinita filosofia nutrizionistica esoterica, che – devo ammettere – non ho approfondito, per il disagio di confrontarmi con una persona comunque assai gradevole, che, però, quando si finisce per toccare l’argomento alimentazione diventa irrazionale all’ennesima potenza.
    Entrambe – allorquando si parla delle loro diete – cominciano a gorgheggiare inni salutistici assolutamente identici a quelli che stanno imperversando nel tuo blog.
    Mi chiedo se queste manifestazioni di fanatismo alimentare possano essere fatte rientrare nell’euressia, il disturbo alimentare recentemente classificato come malat­tia che consiste nell’ossessiva e invali­dante ricerca del cibo «giusto», «cor­retto», «sano».
    Ciao, Aristarco

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Devo aver toccato un nervo scoperto perchè non ricevevo tanti commenti da quando avevo scritto di omeopatia…

    • carmy

      MA COSA DICI??? I SANTONI DI TURNO SONO ALTRI!!!! sono quelli che con le mani ti guariscono, sono quelli che ti rubano i soldi…ecc…ma perchè dovete parlar male di un medico che fa solo del bene e ha a cuore la salute della gente! n.b.: herbalife che ruba solo soldi questa SI che è una buffonata!!!

      • Aristarco

        La mia collega potrebbe strozzarti con le mani, se ti sentisse! Herbalife è sinonimo di vita perfettamente sana e felice, ti griderebbe in faccia! E aggiungerebbe che tutti gli altri, Mozzi compreso, sono cialtroni.
        Ciao
        Aristarco

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Per non parlare degli adepti della dieta Dukan, quella pro-carne! Non osare contraddirli dicendo che mangiare solo carne può far male, loro vedono gli ottimi risultati a breve termine (si dimagrisce in fretta) e stanno molto meglio non solo fisicamente!

        • carmy

          Beh almeno io non devo sganciare soldi inutilmente perchè i prodotti herbalife costano una fucilata!!! chi è l’intelligente???!!! ciaoooo

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Non voglio proprio mancare a questa sfida tra cervelli

  • Emanuela

    Mi dispiace per te, caro Samuele, le balle le racconti solo tu!

    Parli così solo perchè non hai MAI provato e verificato quanto sia efficace eliminare alcuni alimenti, comunque al di là di tutto ciò mi sembra di capire che è un problema solo TUO non credere a quanto dice il Dottor Mozzi.

    Tu scrivi che: ” ma purtroppo tantissime persone ne stanno venendo a conoscenza e, ahimè, stanno fidandosi ciecamente dei suoi discorsi anti-scientifici contro il latte (causa il cancro e la TBC!), contro la dieta mediterranea e a favore di una dieta che sia dipendente dal tipo di gruppo sanguigno (sic!)”.

    Come ti permetti di giudicare senza nemmeno conoscere o aver sentito il parere di queste persone?!! Chi sei tu per giudicare e fare le tue osservazioni senza nemmeno aver approfondito l’argomento??
    Se avessi chiesto a qualcuno ti avrebbero sicuramente raccontato la propria storia personale di malattia, di persone come me, che grazie ai consigli del dottor Mozzi, siamo riusciti a curarci e guarire da medie o gravi malattie senza usare medicinali!!!

    “FIDARSI CIECAMENTE”!!!! L’unica cosa che capisco leggendo le prime righe è che hai l’arroganza di sapere la verità assoluta e non sai bene neanche di cosa parli!!!! E offendi le persone che a differenza di quello che scrivi tu, prima di fidarci ciecamente, abbiamo Verificato con i fatti!!

    Probabilmente sei una persona di parte, magari lavori in qualche case farmaceutica o possiedi un’azienda che produce formaggi e quindi hai Paura di perdere il posto di lavoro…. comunque leggendo bene quello che hai scritto si vede che dici una marea di cazzate!!!! ( scusa l’espressione ma è inevitabile)

    Ma se per te il latte è così prezioso, perchè non te lo bevi tu senza imporre le tue idee ignoranti in materia??

    Mia madre ha bevuto latte, Ricchissimo DI CALCIO per una vita ( 60 anni ) e come risultato si ritrova l’osteoporosi. Che buono il latte!! Fa proprio bene!! Ricche di calcio sono tutte le verdure a foglia verde!!! Il latte che ci propinano come salutare è costituito sopratutto da acqua e quindi il calcio lo vedi solo la domenica in tv!!!

    Spiegami perchè le persone che vivono in Oriente, le quali non consumano ne latte ne latticini non si ammalano di tumore e riescono a condurre una vita normale senza carenza di calcio????

    Mi fermo qui, perchè è sempre più chiaro che dietro alle tue povere parole c’è dell’altro, qualche interesse che il Dottor Mozzi in qualche modo ha calpestato.

  • Sissi

    Ciao!
    Mi dispiace.. ma sono in TOTALE disaccordo con tutto ciò che hai scritto…

    Allora.. il Dottor Mozzi non fa il dietologo, infatti lui non dà una dieta per dimagrire! Lui consiglia un regime alimentare, uno stile di alimentazione per stare bene e non ammalarsi.. è diverso!
    Poi.. se non si prova, anche solo per un mese, a seguire questa alimentazione non si può dire che fa male, che non ha senso o quant’altro!
    Altra cosa.. l’industria farmaceutica ha una grande influenza e se solo qualcuno avesse il minimo coraggio di fare veramente uno studio scientifico sulla sua tesi, questa crollerebbe e andrebbe in rovina! Quindi credo tu possa immaginare che nessuno ha le palle di fare questo perchè gli interessi, i soldi, il giro d’affari.. alla fine hanno la meglio su chi dovrebbe avere davvero a cuore la salute delle persone!

    Ti racconto la mia personale esperienza…
    Io ho 25 anni, vivo con i miei genitori e la mia famiglia si è sempre curata con l’omeopatia…
    Un giorno per caso abbiamo sentito parlare il Dottor Mozzi nelle trasmissioni in cui interviene e abbiamo deciso di provare.. tanto PROVARE NON COSTA NULLA!
    Così.. pian piano abbiamo ridotto il consumo di cereali, quello di latticini e ognuno di noi ha seguito le indicazioni in base al proprio gruppo sanguigno…
    Sta di fatto che io e la mia famiglia seguiamo da 3 anni questa alimentazione e stiamo BENISSIMO!
    Mai un’influenza, mai la tosse, mai un raffreddore.. e, se i miei amici avevano una di queste cose, io non la prendevo, non me li attaccavano!
    Mio papà che russava e andava perfino in apnea notturna.. nulla, SPARITO!
    Mia mamma che aveva la psoriasi in testa.. SPARITA!
    Mia nonna, a 85 anni, soffriva di ipertensione e prendeva la pastiglia.. la pressione le si è sistemata e niente più pastiglia! Aveva anche un nodulo tiroideo di 8,5 cm.. si è ridotto di più di 1 cm!!!
    Io che soffrivo di mal di testa assurdi per cui dovevo stare assolutamente al buio a letto e non mi passavano con nessun antidolorifico.. SPARITI!

    Come mi spieghi tutto questo allora???????
    Io e la mia famiglia siamo stati tutti miracolati???????
    Io non credo proprio!
    Io credo che NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO.. E LE NOSTRE CELLULE SI NUTRONO DEL CIBO CHE NOI GLI DIAMO, QUINDI SE IL CIBO E’ QUELLO “GIUSTO” NOI STIAMO BENE, MENTRE SE E’ QUELLO “SBAGLIATO” CI AMMALIAMO!

    Io credo in ciò che dice il Dottor Mozzi perchè l’ho provato.. sperimentato sulla mia pelle!
    Purtroppo ho già perso e visto star male, veramente male, troppe persone a me care.. io, credendo in questo, lo faccio perchè voglio stare bene!!!

    Detto questo.. ognuno è libero di pensare ciò che vuole…
    Ma magari distruggere così la teoria di una persona senza essersi BEN informati e senza neanche aver provato sulla propria pelle per poter affermare che sono tutte fandonie.. NO, QUESTO NO!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ciao Sissi, i dietologi studiano 5 anni in più di quello che ha studiato Mozzi proprio per consigliare dei regimi alimentari, noi li consultiamo quasi solo per dimagrire ma dovremmo farlo più spesso, visto quant’è importante un’alimentazione corretta per il nostro organismo (sono d’accordo con te, siamo quello che mangiamo!)

      Mi fa piacere che la tua famiglia stia benissimo, anche perchè rispetto all’omeopatia (che è acqua e zucchero come ho scritto in altri post) hai sicuramente fatto un passo avanti, cambiando alimentazione (almeno qualche effetto lo dà!)

      Io di Mozzi contesto quello che ho scritto nel post, cioè il rapporto latticini-tumore e dieta da seguire-gruppo sanguigno, che sono 2 cose assurde e anti-scientifiche.

      Che il glutine e il latte possano far male soprattutto a chi è intollerante, non ci sono dubbi (ci sono intolleranze lievi, non solo i celiachi).

      Comunque io sto benissimo senza seguire alcuna dieta e bevendo tanto latte, quindi Mozzi sbaglia tutto?
      NO! Perchè il mio e il tuo sono casi particolari, la scienza funziona diversamente e ci sono test seri per dimostrare la validità di una cura o di un metodo… ovviamente quello di Mozzi (che ha preso spunti da studiosi americani) non ha mai superato questi controlli.

      • loan1967

        …Joe d’Adamo era un medico italo americano……….e sono ormai 30 anni che si studia l’alimentazione legandola al gruppo sanguigno.

      • Sissi

        Io non uso più neanche l’omeopatia perchè da quando seguo l’alimentazione del Dottor Mozzi non mi ammalo più!

        Riguardo il rapporto latticini-tumori ti dico questa cosa che a me ha segnato…
        All’Istituto dei Tumori di Milano e all’IEO di Veronesi (centri autorevoli di medicina).. quando una donna si reca da loro con un tumore all’utero, o alle ovaie o al seno le viene detto, per evitare una recidiva di questi tumori, di togliere il latte e i latticini dall’alimentazione!
        Perchè secondo te???
        Se questi alimenti vengono tolti per evitare una recidiva.. NE SONO LA CAUSA!

        Poi.. noi siamo l’UNICO mammifero in natura che si nutre di latte dopo lo svezzamento!

        Gli ormoni delle mucche (che ne vengono anche rimpinzate a iosa per produrre quantità di latte che se no non produrrebbero).. sono in contrasto con i nostri, noi non abbiamo gli stessi ormoni delle mucche!

        Per ultimo…
        In paesi tipo la Cina e il Giappone le percentuali di tumori all’apparato genitale femminile e al seno.. sono notevolmente più basse!
        E questo perchè???
        Perchè in questi paesi non si usa fare uso di latte e dei suoi derivati!
        Solo ultimamente ne fanno uso e perchè prendono esempio, purtroppo, da noi occidentali!

    • carmy

      BRAVAAAAAAAAAAAA!!!!! OTTIMO PER TE E LA TUA FAMIGLIA! Sono pienamente d’accordo con te! questa gente che lo denigra non si è informata abbastanza, hanno visto malamente qualche video ma mai ascoltato bene!

    • stefano

      tunnel carpale bilaterale da operare d’urgenza perchè è l’unica soluzione detto dalla vostra classe medica di cialtroni , 2 consigli di mozzi e in 13 giorni è sparito come dovreste fare voi , che con i vostri esperimenti mi avete decimato la famiglia , dove c- – - studiate su toplino ???

  • Roberta Di Mauro

    SAMUELE vuoi un riscontro scientifico sui danni causati dal latte???ora ti do quello che cerchi…per esempio è stato pubblicato dal chimico industriale LORENZO ACERRA il libro “IL MAL DI LATTE INTOLLERANZE, ALLERGIE e MALATTIE DA LATTE E LATTICINI” TROVERAI ALL’INTERNO UNA QUINDICINA DI PAGINE DI BIBLIOGRAFIE E STUDI SCIENTIFICI FATTI IN TUTTO IL MONDO TRA CUI UNA DOTTORESSA DI CASALMAGGIORE nel cremonese
    CHE HA CONDOTTO I SUOI STUDI EPIDEMIOLOGICI SUL LATTE.TI AUGURO BUONA LETTURA

  • angelo

    Buonasera a tutti
    volevo lasciare la mia testimonianza sulla dieta del dott Mozzi da me seguita ma con risultati non del tutto positivi!
    da circa un anno ho intrapreso questa dieta ho richiesto e ottenuto una sheda personalizzata dietro pagamento di 60 euro e ho eseguito alla lettera senza sgarrare questo tipo di alimentazione, ho tolto pane pasta latte e derivati insomma tutto quello che mi è stato consigliato di fare ho fatto,
    devo ammettere che dopo un paio di settimane mi sentivo meglio con un’allergia che avevo e anche la pressione è migliorata,
    ma giorno dopo giorno mese dopo mese sono calato di peso, bene direte voi!!
    e no visto che gia’ pesavo 70 kg per un’altezza di 180 cm,
    morale della favola adesso peso 60 kg scarsi e l’altezza è sempre 180, sono diventato quasi anoressico e la cosa bella è che non so come fare a riprendere peso! ho provato a contattare il dottore ma una vota che sono riuscito a parlargli mi ha detto di fare palestra, ma io a momenti non mi reggo in piedi!
    Adesso mi sono rivolto a una nutrizionista che mi sta aiutando ma sara’ facile,
    credo che nella dieta che facevo mancasse qualcosa che il mio fisico ha di bisogno, e questo ha causato un danno spero risolvibile, ma in questo momento sto malissimo ho dolori articolari dappertutto giramenti di testa e sono fortemente demoralizzato!
    grazie per lo spazio concessomi,
    saluti angelo

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Grazie angelo, il problema è proprio questo, Mozzi dà una dieta praticamente uguale a tutti (con piccole differenze in base al gruppo sanguigno).
      Per molte persone togliere glutine e proteine non è un problema, anzi… può far bene! Per molti altri invece può essere controproducente, come nel tuo caso!

      I dietologi studiano anni proprio per questo, affidarsi ad un medico comune e fargli decidere la propria alimentazione, togliendo completamente diverse tipologie di cibi… è rischioso!

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Ottimo Roberta, lo leggerò… ma sono sicuro che non si parlerà di tumore, necrosi e morbo di Alzhaimer come dice il vostro Mozzi… nessuno nega che il latte sia difficilmente digeribile e causi problemi a buona parte della popolazione, non per niente ci sono varie tipologie diverse di latte in commercio.

    L’ho scritto nel post ma evidentemente preferite commentare prima di leggere

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Guarda cara Emanuela, io non prendo soldi da nessuna casa farmaceutica e non lavoro nella pastorizia, sono solo una persona che si informa e scrive degli articoli su un blog…
    Non bisogna decidere chi ha ragione tra me e te, io non sono nessuno (come te).

    Io però non porto idee in contrasto con la scienza e la medicina, mentre voi e Mozzi sì.
    Quindi voi e Mozzi dovreste presentare delle prove schiaccianti a favore delle vostre tesi (sto parlando del rapporto tra latticini e tumore, della dieta collegata al gruppo sanguigno).

    Io studio libero da pregiudizi e se vedo qualcuno che sfrutta le credulità della gente per far soldi/per diventare popolare mi sento in dovere di far sentire la mia voce.

    Potrei portarti l’esperienza di mio nonno, arzillo 97enne da sempre bevitore di latte (aveva 2 mucche), ma non avrebbe senso.
    Allo stesso modo non ha senso portare la storia di tua madre, l’osteoporosi può venire anche bevendo latte, non è la panacea di ogni male. Anzi, alcuni studi dicono che il calcio contenuto nel latte non sempre porta evidenti vantaggi nell’osteoporosi.
    Ma NON SI PUO’ DIRE che nel latte non ci sia calcio, ok?

    p.s. le persone che vivono in Oriente si ammalano eccome di tumore, ma hanno una speranza di vita nettamente inferiore, è più probabile che muoiano di altre malattie… noi abbiamo la fortuna di campare fino a quando le malattie (per ora) incurabili ci colpiscono.
    Dovremmo aiutare la scienza a trovare la cura a queste malattie, non affidarci al primo santone di turno!

    • loan1967

      In oriente ( esclusa cina) le incidenze di tumori sulla popolazione e’ inferiore del 40 % rispetto i paesi occidentali…….come in francia e in giappone l incidenza degli infarti e’ inferiore del 45% rispetto il resto del mondo (in giappone per il grande consumo di omega3 ..pesce e te’ verde ….ed in francia per il consumo regolare di vino rosso ….polifenoli)………….In cina visto l’altissimo tasso d’inquinamento e la ”democrazia ” che vige i dati statistici di cui parli non sono reperibili ma sono solo immaginabili…………

      ps sicuramente fukushima.sballera’ molte statistiche giapponesi (e non solo) negli anni a venire

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Ah sì, è stato dimostrato? Da te immagino!
    Torna sul blog col tuo nobel allora… ti aspettiamo

  • Anna Rutigliano

    È errato affermare che il dottor Mozzi da una dieta uguale per tutti,ti sei male informato o le tue informazioni sono molto superficiali.Il dottor Mozzi dice che la combinazione di farine,specialmente con il glutine,gli zuccheri (di qualunque natura)messi insieme fanno danno e in più si somma con il latte e i suoi derivati e la carne di maiale in tutte le sue forme sono un vero sfacelo per il sistema immunitario.Questo è un danno per tutti poi,in base al gruppo sanguigno,ci sono alimenti più o meno tollerati in base al gruppo di appartenenza,in base alle patologie più o meno serie sviluppate e al proprio patrimonio genetico.Patrimonio che non è fisso che è in grado di modificarsi non solo tra generazioni ma anche nell’arco di una vita se si continua a mantenere uno stato infiammatorio perenne.Il suo stile di vita non guarda all’estetica,questa semmai è un riflesso,ma a stare bene senza spendere tempo e denaro tra medicina e farmaci.Presumo che tu creda poco alla forza della natura e quindi dell’essere umano di sapersi rigenerare se messo in condizioni di farlo e preferisci delegare la tua salute ad altri.Buon per te,da parte mia sono dieci anni che seguo questo stile di vita e non solo ho visto sparire tutte le mie patologie,ma ho visto il mio organismo rinforzarsi.Il “debito pubblico italiano”dovrebbe ringraziarmi poiché sono dieci anni che non incido sulle casse della sanità visto che sono dieci anni che non vedo un medico e non prendo più farmaci.Ti assicuro che sto benone,sono donatrice di sangue per cui parecchio monitorata e ho tutti i livelli a posto,anzi,mi chiedono informazioni perché si stupiscono,data la mia età non proprio giovanissima e pratico sport alla grande…..informati meglio,ne gioverai anche tu

  • oriana

    Io penso che ognuno sia libero di credere a ciò che vuole e di esprimere la propria opinione…ma ci sono modi e modi per farlo! Attaccare e criticare con arroganza come hai fatto tu non credo sia il modo giusto e per tale motivo non intendo dilungarmi nel commento, sarebbe inutile. Io sono sempre disposta a sentire il pensiero altrui e ad aprirmi a nuovi punti di vista e amo il confronto solo quando capisco che è costruttivo! Detto ciò…prima di inondare il blog di parole hai provato a seguire la dieta almeno per 10 giorni? Come fai a criticare qualcosa che non hai mai provato?

  • loan1967

    ……in primo luogo …….gli IGF del latte di mucca velocizzano la crescita delle cellule..(un vitello passa da 0 a 200kg in un paio di mesi un essere umano non arriva a tale peso in tutta la vita!!!!!)……tra cui anche quelle cancerogene quindi tutti i torti Mozzi non li ha.
    Senza dimenticare che la digestione del latte e’ acida ( nel 1931…….qualcuno ha preso un Nobel…..in quanto affermava e dimostrava che le malattie vivono in un ambiente tendente all acido………e il corpo in relazione anche cio’ che ingerisci tende ad ”acidificarsi o alcalinizzarsi ”…..
    in secondo luogo ..la logica del diminuire proteine animali nella dieta spostandosi maggiormente su frutta e verdura e i prodotti di natura serve a dare al corpo le sostanze di cui ha maggiormente bisogno….sali minerali e vitamine in primis….
    infine ………..
    Critichi il dott Mozzi !?!?!?!?!?!?………..bene tu sulla base di quali dati sostieni che la dieta del gruppo sanguigno non vada bene???? non ho visto studi scientifici ne nulla a dimostrazione del tutto??????? li chiedi ma non li dai???????
    Inoltre la maggior parte dei dietologi si rifa’ a vecchi concetti di alimentazione ormai superati dalla scienza stessa……. basta vedere l’alimentazione per diabetici che viene prescritta in ospedale (riso patate……..etc etc)..a dimostrazione della totale ignoranza presente tra i ”professionisti” del settore.
    Vuoi rimanere schifato ulteriormente dalla maggior parte dei dietologi?????? Vai a vedere cosa propinano come ”alimentazione salutista nelle scuole ”!!!!!!!!!!!!!! focaccia con prosciutto!!!!!!!!!!!!!!!! su su non scherziamo vediamo di far cultura corretta…………………………e poi oggi si vive 30 anni in più perché non si lavorano 16 ore al giorno in miniera o nei campi………..mangi regolarmente e non quando ce ne e’ ………..dormi all’ asciutto e sotto un tetto…….l inverno lo vivi a 20 gradi in casa tua……….forse ci si lava di più’ e l igiene a debellato molte malattie ….e poi anche la scienza ha aiutato…ma demonizzare la dieta di Mozzi non ha senso.
    studia gli effetti scientifici del latte di vacca…….della carne ……..
    Ormai e’ matematico e dimostrato che la piramide del LARN e’ un fallimento…..basta vedere i casi di diabete ( in costante aumento ) e i casi di obesità’ (ormai definita’ epidemia),,,,,,,,,,,,,questo sono i dietologi.
    In quanto ad Angelo…….mi spiace per la situazione in cui sei ……ma sei così certo che sia dovuta all’ alimentazione del dottor Mozzi?????

  • Marilu

    Ma !non vedete che e’ uno senza titoli che nemmeno ha studiato come me e tanti altri il dott mozzi guarisce la classe medica e gli ospedali ci vogljono malati xche le big farma guadagnano miliardi MA STUDIAAAAA INVECE DI BUTTAR FANGO SU UNBRAVO MEDICO

  • Marilu

    Bravissimo

  • Cristian

    Ciao. Volevo solamente dire che la dieta del Dottor Mozzi con me ha funzionato: Ho 40 anni e da oltre 22 ho sofferto di dolori articolari e stanchezza cronica perchè il dolore mi snervava ed arrivavo a sera con una gran voglia di andare a letto. Anni e anni spendendo soldi in terapie,massaggi,pastigle punture.Mi avevano anche detto di fare ginnastica tutti i giorni e di fare attività fisica. Andavo a correre ma terminavo tutto indolenzito. Ho iniziato questo tipo di alimentazione 50 giorni fà e posso dirvi che i dolori sono spariti, vado a correre 4 volte a settimana facendo 9 km in 55 minuti, non mi sento più stanco e da 76kg che ero ne peso 70. Io personalmente posso solamente dire Grazie dottor Piero Mozzi

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    L’università non fa ricerca per motivi economici, non c’è bisogno di fondi per studiare la dieta dei gruppi sanguigni!
    Sapete che successo avrebbe una ricerca a favore?

    Infatti delle ricerche ci sono state, ma essendo tutte di esito CONTRARIO non fanno grande scalpore.

    Ecco una raccolta di queste pubblicazioni:
    http://ajcn.nutrition.org/content/early/2013/05/22/ajcn.113.058693.abstract

    “No evidence currently exists to validate the purported health benefits of blood type diets”

  • NASH

    ciao, premetto che rispetto chiunque la pensi diversamente da me e non punto il dito contro nessuno e sopratutto se non mi sono ben informato prima d farlo…infatti prima di scrivere questo post ho letto l’articolo e molti commenti con relative tue risposte:

    1° l’essere umano smette d produrre l’enzima che digerisce i latticini d’origine animale, compreso quello umano materno, nel momento in cui viene svezzato
    2°noi esseri umani siamo l’unica specie che beve latte anche dopo lo svezzamento e soprattutto d altri animali (solo in rari casi infatti si vedono animali d specie diverse nutrire animali di altre specie, e si sta parlando sempre di allattamento per cuccioli e non per animali adulti…quindi noi umani beviamo latte d animali e in età adulta x nessun motivo se non forse per il gusto, la convenienza o per la tradizione.
    3° la tradizione, o meglio, madre natura vuole e dice che i mammiferi femmina producono latte solo in gravidanza e per nutrire i cuccioli…partendo da questo dico che le mucche (quasi tutte) vengono fecondate aritificialmente per produrre vitelli che vengono sottratti alla madre, quindi questi vitelli vengono privati del loro nutrimento e noi ce lo beviamo al posto loro…in più vengono imbottite di ormoni e altre schifezze per far produrre alle mucche più latte…tutte queste sostanze finiscono nel latte che noi beviamo ed in più le mucche vengono spesso munte artificialmente, questo fa si che si formino infezioni alle mammele, e tali infezioni contaminano il latte che, anche se pastorizzato, non elimina le infezioni.
    4°alcuni dietologi sportivi, così ho letto, stanno cambiando idea sull’assunzione di latticini, carne, pesce e uova, riducendo o elimando del tutto dalla dieta per gli sportivi i suddetti prodotti. evidentemente hanno ammesso un loro possibile errore e stanno cercando di non danneggiare ciò che per decenni hanno danneggiato.

    5°le intolleranze ai latticini sono quindi confermate non solo da quello che dice la medicina tradizionale ma anche per i motivi che ho elencato qui sopra, forse più per quelli da me elencati che per altro.
    6°le fonti da cui ho preso le informazioni riportate qua sopra sono rintracciabili ovunque in rete e altrove quindi non mi sembra il caso di citare questo e quello scienziato o altro…l’importante è informarsi con cognizione e non a casaccio…il mio è un invito alla ricerca e non una scusa perchè non so come supportare le cose dette nei punti da me esposti.
    7°ora si arriva anche a vivere 80/90 anni e anni fa invece si moriva molto prima…ma io mi chiedo: come ci si arriva ora fino a 80 anni senza medicine???
    in pratica arriviamo a 90 anni ma siamo “da rottamare”…pieni d acciacchi, mezzi ciechi, con l’halzemer altre malattie che per adesso sono curate solo dalla medicina tradizionale che in realtà allunga la vita ma morendo lentamente (mio padre non è più qui per testimoniare che la medicina trad. fa schifo e ha come unico interesse nel vedere più persone malate possibile per curarle con le loro medicine che fanno solo danno e che a volte causano problemi che di partenza non esistono).
    8°i farinacei ed il glutine fanno male e posso dirlo per esperienza personale e (anche per conto d parenti ed amici) soprattutto se combinati con altri alimenti (esempio: pizza+birra).
    9°io non seguo nessuna dieta in particolare…anzi…sto cercando e sperimentando su di me (con buoni risultati) una dieta vegetariana per gruppo sanguigno e stagionale con un possibile spunto vegano nel futuro prossimo.
    10°il tuo post mi puzza di provocazione, oppure un modo per attirare attenzione su di te, che forse d base non avresti nulla da dire, oppure sei talmente insicuro d te stesso da cercare conferme delle tue teorie negli altri, ma questi sono solo mie riflessioni basate solo su quello che leggo nei tuoi commenti per me puntano solo a portare acqua al tuo mulino, e a volte anche in maniera abbastanza infantile, ripeto: questo sono solo mie riflessioni, niente offese, attacchi o altro simile…anzi!!! e soprattutto senza nessuna pretesa o presunzione d saperne più di te o per aver ragione o per farti cambiare idea.
    11° FA CHE LA MEDICINA SIA IL TUO CIBO E IL CIBO LA TUA MEDICINA (IPPOCRATE) che tra parentesi era vegetariano (se ricordo bene)
    ___________________________________________________________

    P.S.01 io non sono nè medico nè altro…sono solo una persona curiosa e sempre affamata d conoscienza!!!!
    P.S.02 attendo pazientemente la tua risposta, a presto, GRAZIE, ciao!!!

  • Fabrizio

    Non farti il fegato marcio, tu sei ancora meno credibile del dottor mozzi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Sì ma io vi riporto solo le teorie verificate da altri, non mi invento diete, non devo essere un luminare… chi invece sostiene idee rivoluzionarie deve esserlo e deve portare prove rivoluzionarie a suo sostegno!

  • sara groppi

    Chi scrive dovrebbe leggere “The china study” di Colin Campbell

  • Silvia

    Mio marito, 39 anni, tre mesi fa è stato ricoverato per un cancro metastatizzato in stadio terminale, scoperto 2 anni fa… la meravigliosa classe medica, proprio quelli che dici tu, che sono veri medici perché stanno in ospedale (e noi in quest’ultimo periodo ne abbiamo conosciuti parecchi), hanno passato una settimana a cercare di convincerlo a fare una chemioterapia per poi dirgli che tanto aveva al max 20 giorni di vita… prima di tutto l’hanno completamente intossicato di farmaci ed antibiotici vari e poi si sono premurati di far sapere ai suoi famigliari che dovevano fargli mangiare tutto ciò di cui aveva voglia visto che tanto stava morendo. Il cibo spazzatura dell’ospedale, che viene somministrato a persone gia debilitate senza alcun vero criterio alimentare (lasciamo pure a parte il dott. Mozzi) ha fatto sì che lui vomitasse in continuazione… è arrivato a pesare 46 kg, senza riuscire più nemmeno ad alzarsi dal letto. Ad un certo punto ho deciso che non potevo più affidarmi a medici che, soprattutto nel campo dell’oncologia, ci usano come cavie da laboratorio, per poi abbandonarci quando non si possono piú somministrare farmaci…. ho contattato il Dott. Mozzi il quale mi ha dato tante semplici indicazioni ma soprattutto la speranza… mio marito non ha mai vomitato una volta le cose da lui indicate. L’ho portato a casa togliendo tutti i farmaci ed alimentandolo solo esclusivamente secondo le indicazioni… in questo momento sta giocando in cortile con nostro figlio di 2 anni! Sono passati tre mesi e contro tutti gli inutili pareri scientifici lui è qui con noi ogni giorno con piú energia. Io credo che malattie gravi come quella di mio marito non possano essere ricondotte solo ed esclusivamente all’alimentazione, credo invece che abbiano una matrice psicologica… chi ce la fa è perché è riuscito a cambiare in qualche modo la propria vita. Ritengo le teorie mediche sulle cellule impazzite tanto inutili quanto superficiali! Non capisco perché,o forse si, non ci sia collaborazione anziché denigrazione, dovremmo essere tutti uniti per risolvere un problema che gradatamente sta coinvolgendo tutti, chi un amico, un parente o addirittura un figlio…. la medicina sta seguendo la strada sbagliata,quella della guerra ed i risultati iniziano ad essere sempre più visibili. Io ritengo che togliere speranza ad una persona sia immorale e molto poco etico… se quel giorno avessi creduto a quei tanto specializzati medici, adesso non avrei mio marito qui vicino ed i miei figli non potrebbero giocare con il loro papà… Ho detto al primario dell’ospedale che se a seguire ciò che loro mi indicavano come tutto il possibile avrei ottenuto semplicemente 20 giorni di agonia, se volevo qualcosa di diverso non potevo far altro che fare diversamente.

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Lo leggerò, ma parla di stretta correlazione tra latticini e tumori, necrosi e Morbo di Alzhaimer come dice Mozzi?
    Oltre ad essere un libro affascinante ha delle prove che lo sostengono?

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Silvia, quei medici meriterebbero una denuncia, per come vi hanno trattato, di che ospedale stai parlando?

    Però tu raccontacela tutta, la chemio alla fine tuo marito l’ha fatta, vero? Non vorrai farci credere che il cambio di dieta l’ha guarito dal tumore, vero?
    Se così non fosse sappi che per molto meno certificano dei miracoli al Vaticano, non sto scherzando.

    • Silvia

      Si, mio marito aveva addosso questo tumore di circa 2,5 cm da almeno 7 anni… poi un bel giorno si è deciso di approfondire, fare l’agoaspirato e come una condanna a morte la notizia…. incredibilmente nel giro di una settimana l’intervento di rimozione della massa e dopo un mese ha iniziato la chemio: sei cicli e visto il soggetto giovane, il cocktail di medicinali più potente… peccato che a distanza di due mesi dall’ultima chemio si sia formata una nuova massa di 5 cm…. io mi chiedo come sia possibile che la massa fosse rimasta di2,5 cm per anni e poi in due soli mesi si sia riformata il doppio, oltreche metastasi alle ossa ai polmoni ed al fegato. Poi il massimo è stato quando a questo punto ci hanno riproposto una nuova chemio… lí abbiamo aperto gli occhi ed abbiamo rifiutato… è passato un anno da allora . Basta chemio, non sono inutili sono dannose, ti uccidono! Io ti auguro di non avere mai una persona cara che debba subire questo sistema… quando somministrano i chemioterapici, vedi le gocce di veleno che lentamente intossicano persone gia condannate a morte… io sono convinta che chi sopravvive alla chemio, sarebbe sopravvissuta al tumore… tanto ti sembra di aver vinto e poi se ti va bene vivi qualche anno nell’ansia finché non ti ritorna magari da altre parti… mi ripeto, non esiste guarigione se non si cambia profondamente il proprio stile di vita!! Si, hai ragione, dovrei denunciare i medici, peccato che non si possa denunciare un sistema… in due anni abbiamo girato 7 ospedali e non ti dico quanti medici, ma loro applicano dei protocolli vadano sempre a confermare le loro statistiche. Non basta somministrare farmaci convenzionali, lavorare in ospedali o cliniche a pagamento per salvare le persone…. solo oggi pomeriggio è mancata una signora che due mesi fa era vicina di stanza di mio marito…. quando lui era là che stava male lei gironzolava per i corridoi e al di fuori della chemio che stava facendo era ancora abbastanza informa. Ha fatto l’ultima chemio una settimana fa… ti sembra giusto accanirsi in questo modo?chi potrà mai dire se sia stato il tumore o la chemio ad ucciderla? Io credo che ci siano sempre tante strade, che le mentalità ottuse che non vedono nulla al di fuori di cio che è strettamente convenzionale e scientifico non possano far nulla affinché si raggiungano dei risultati veri. Si fa presto a citare delle statistiche ma io credo che né mio marito, né i miei figli o i miei cari possano essere per me paragonati a dei numeri!

    • Silvia

      Dimenticavo, il tuo sarcasmo mi fa capire che non hai la più pallida idea di quanto sia difficile e doloroso affrontare una patologia grave, di quanto non sia facile accettare dei numeri anziché delle cure…. beato te! Non è detto che tutto ciò che non è contemplato dalla medicina ufficiale sia un miracolo….

  • carmy

    Ciao questa testimonianza è molto bella..penso anch’io le stesse cose che dici tu! poco tempo fa ho perso mia madre per un linfoma…. ho conosciuto il Dr Mozzi troppo tardi…era stata intossicata dai farmaci, chemio a valanga, radio…lasciamo perdere..quando poi l’hanno ridotta all’osso i medici non potevano pIù somministrarle nulla ci hanno abbandonati e nel giro di pochi mesi mia mamma è morta….anche quando dicevo ai medici se era il caso di smettere prima e di lasciarla tranquilla dai farmaci si incazzavano! hai fatto bene a non credere a quei medici, se solo l’avessi fatto anch’io….purtroppo chi parla male di questo grande Medico e perchè non sa cosa significa avere LE MANI LEGATE e dipendere da medici che vogliono solo imbottirti di farmaci che non servono a un CAXXO!!!!!! Ti ringrazio Silvia per la bellissima testimonianza, alla faccia di chi esalta la medicina tradizionale che come dici bene tu sta seguendo la strada sbagliata! Un abbraccio

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Carmy mi spiace per la tua triste storia ma spero veramente che se mai dovesse capitarti di nuovo di finire in una situazione del genere non cambierai solo dieta ma ti rivolgerai a dei medici competenti.
      Magari non solo uno, ma diversi.
      Magari non solo nel pubblico, ma anche nel privato.
      Di sicuro ci sono mele marce, ma anche tante brave persone che fanno di tutto per salvare vite umane

      • carmy

        ma guarda che i medici sono stati sempre gentili ma è il sistema che non va, loro seguono delle linee guida, sperimentano, finchè cercano….solo che sono quasi tutti ottusi e se gli dici se c’è relazione tra quello che uno introduce e le patologie ti ridono in faccia come fai anche tu!

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Forse ridono perchè sanno perfettamente che è una cosa senza senso, non per cattiveria…
          su certe cose siamo tutti d’accordo, cioè:
          1) le case farmaceutiche fanno solo i loro interessi (consiglio il documentario Sicko). Questa loro fame di soldi a volte si rivela utile, ad esempio nella spasmodica ricerca di alcune cure, la multinazionale che arriva prima si becca il brevetto e quindi sono portate a lavorare velocemente e questo è utile sia a loro che a noi
          2) spesso la medicina moderna è troppo spersonalizzante, pensa di poter curare tutti con lo stesso identico metodo quando ognuno di noi è diverso, bisognerebbe integrare la medicina con delle cure personalizzate, magari affiancare psicologi ai medici di base… ma non ci sono soldi per farlo!

          In caso di gravi patologie purtroppo è meglio andare nel privato, almeno per un consulto.

          Ripeto: non molliamo la nostra medicina alle prime delusioni, nonostante tutto spesso funziona e ha alzato il nostro livello di vita in modo incredibile

          • Massimo

            forse sei tu ad avere i paraocchi e nonostante le tante testimonianze continui a non vedere. Dovresti scusarti pubblicamente x le cose che hai scritto sul dottor Mozzi. Andrá pure contro tutte le teorie della scienza moderna, ma che importanza ha se alla fine ottiene risultati? E non si parla di risultati occasionali, ma di risultati quasi costanti di successo in migliaia di persone diverse. Io credo che la storia di questo medico andrebbe analizzata più a fondo, senza lasciarsi troppo condizionare da quello che dicono le teorie, perché anche queste non contengono tutte le veritá.
            La prossima volta che dai dei giudizi su qualcuno pensaci bene, perché potresti attirarti molto di più che qualche critica e insulto.

            saluti,
            Massimo

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            “La prossima volta che dai dei giudizi su qualcuno pensaci bene, perché potresti attirarti molto di più che qualche critica e insulto”

            Passiamo alle minacce? Andiamo bene!

          • Aristarco

            Heil Hitler! Jawohl mein Fuhrer! Occhio Samuele. Occhio.

  • DANIELA FRASCA

    6 ANNI CHE NON PRENDO UNA MEZZA MEDICINA E TUTTO QUESTO GRAZIE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE AL DOTT.MOZZI!!!SPERO SOLO CHE CHI CERCHI DI BUTTARE FANGO SU QUESTO ONESTISSIMO DOTTORE,VENGA QUERELATO E CONDANNATO!!!VERGOGNA,CE NE FOSSERO DI MEDICI ONESTI COME IL DOTTOR MOZZI!!!

  • Elisa

    Salve, io non sono una paziente del dott Mozzi e lo seguo per curiosità, anche a dire il vero con un certo scetticismo sulla questione dei gruppi sanguigni. Però ammetto che alcuni principi delle sue diete secondo me vanno bene per tutti. Una di queste é quella dei latticini. Consiglio, come ha già fatto qualcun altro, la lettura di “The China Study” che riporta diversi dati utili, oltre ai motivi per cui questi dati non sono riconosciuti dalla comunità scientifica. Riporto solo a parole di un profano il primo esperimento fatto dal dott. Campbell (autore del libro): un campione di ratti é stato esposto ad un agente notoriamente cancerogeno. Poi il campione é stato diviso in due gruppi: uno é stato alimentato con caseina per il 40% dei nutrienti, e l’altro al 5%. Tutti i topi alimentati con maggiore caseina hanno sviluppato il tumore. NESSUN topo dell’altro gruppo. NESSUNO.

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Vai Daniela, querelami pure che così vediamo il giudice cosa ne pensa del tumore legato ai latticini…

    • daniela frasca

      e perche’ dovrei essere io a querelarti?nn hai offeso me e poi ognuno e’ libero di fare cio’ che crede ci mancherebbe!!!togliendo il latte e tt i derivati,sn spariti 2 fibroma all’utero e nn solo questo problema ho risolto..a me non serve una prova scientifica quando fino a 6 anni fa la scienza non e’ stata in grado di risolvermi il problema!ma scusa,tu 6 un medico?un professore?uno scienziato?cmq sia se non hai nessuna patologia continua pure ad alimentarti come meglio credi no?!e in bocca al lupo x la tua salute!

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Le testimonianze non sono prove, grazie al cielo la scienza funziona diversamente.

    Ci vogliono prove che sostengano le teorie, altrimenti questa dieta vale come l’oroscopo.

    Liberissimi di seguire l’oroscopo e il doc Mozzi, ma non venite qua a dirmi che è un metodo scientifico ok?

    • fio

      « Perché è così: gli scienziati pensano che lo strumento con cui
      operano dia loro un’autorità e al limite anche una moralità che nessun
      altro può reclamare. Ma la scienza di per sé non ha né questo né quello;
      la scienza non è né positiva né
      negativa. Tutto dipende dall’uso che se ne fa. Gli orientalissimi cinesi
      scoprirono per primi il potere della polvere da sparo, ma la usarono
      per fare i fuochi d’artificio e per rischiarare l’oscurità della notte
      con fantasmagorici fiori di luce colorata. Noi occidentali arrivammo
      alla polvere da sparo un po’ dopo i cinesi, ma ne facemmo subito uno
      strumento di guerra,un modo per uccidere, da lontano e senza sporcarsi
      le mani, più gente possibile. “La scienza occidentale è un sapere
      ignorante”, scrisse più di un secolo fa un tamil di Jaffna,in Sri Lanka.
      Forse aveva proprio ragione. » Tiziano Terzani

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Certo, la scienza è uno strumento e può essere usata malissimo (la bomba atomica!!!) ma sarai d’accordo con me che per 1 uso sbagliato della scienza ce ne sono 99 che ci hanno migliorato la vita, spero…

        Altrimenti torniamo tutti nel medioevo a morire di parto o a spostarci a cavallo.

  • Valentina

    Ma è ovvio che ciascun gruppo sanguigno abbia caratteristiche differenti anche in base a sistema immunitario e metabolismo, altrimenti tutti potrebbeti donare a tutti, non credi?! E se proprio proprio come dici tu provassero tutti a rimanere una settimana senza latte mi sa che un pò tutti ne trarremmo giovamento! Dopo aver trovato mozzi ho completamente eliminato il latte dalla mia vita, ed essendone ormai disintossicata, appena assaggio un pochino di formaggio x qualche occasione particolare mi si imperla il petto di brufoli! Automatico! Ce ne fossero di medici come lui…. Anziché ricoprirci di farmaci che portano guadagno alle case farmaceutiche perché alla fine di tutto sono industrie che cercano guadagno come ogni ditta. E perchè, diciamocelo, siamo in troppi ormai sul pianeta!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ma cosa stai dicendo Valentina, non si possono mischiare i gruppi sanguigni a causa degli antigeni sui globuli rossi, non c’entra nulla con la digestione… queste sono cose da scuola elementare!

      Peccato che tu abbia eliminato del tutto il formaggio, è una bontà! Però probabilmente avevi una forma lieve di intolleranza, se adesso mangiarne ti causa questi problemi… quindi buon per te

  • gabriele

    http://www.queryonline.it/2014/03/10/la-dieta-dei-gruppi-sanguigni-non-funziona/

    Diversi studi scientifici smentiscono le teorie del sig. Mozzi. Nemmeno uno le conferma. Magari un motivo c’è, o no? E non tirate fuori il complotto planetario delle multinazionali del farmaco, per favore. Ha lo stesso valore delle scie chimiche

  • gabriele

    Dimenticavo: sui gruppi chiusi facebook di adepti del dottore stanno girando post che invitano ad inondare questo blog di commenti favorevoli alla dieta Mozzi. Grande libertà di pensiero. Sembra più una setta che un gruppo di persone che condividono esperienze

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Grazie per la segnalazione Gabriele, lo immaginavo ma erano solo supposizioni… in pochi giorni gli accessi al sito sono esplosi!
      Poco male, anzi, molto bene! Senza saperlo danno maggior risalto al mio sito su google, quindi più persone potranno leggere quello che ho scritto e i commenti… beh se volessi con un click li cancellerei tutti!

    • carmy

      ma quale setta!!! come ti permetti??? tu non sai con chi sta parlando quindi non ti puoi permettere di dire minkiateeeee!!!!

      • Gabriele

        I post contro questo blog sui gruppi pro Mozzi in FB li ho visti con i miei occhi. Testimonianza diretta, mi spiace. Guarda caso un mio collega di lavoro è iscritto e mi mostra i post. Peccato per voi

    • Carmy

      FALSITA’!

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Che ne sai tu, conosci tutti i gruppi chiusi del doc Mozzi?
        E’ assolutamente certo che sia successa una cosa del genere, il mio articolo c’è da 2 mesi ma è solo questa settimana che siete arrivati in centinaia a far commenti, tutti in gruppo

        • carmy

          e’ un caso che io sia capitata in questo blog….

  • lorenzo

    ciao Samuele… sono un ragazzo di23 anni, abito a Brescia,ed ormai seguo la questa ” dieta ” del Dott, Mozzi da quando ne ho 16, sono quasi 7 anni e tra poco entriamo nell’ ottavo, spero che leggerai anche il mio commento, non voglio farti ne cambiare idea ne fare polemiche, ogni persona è libera di fare le proprie scelte. inanzitutto secondo me più che dieta a tutti gli effetti è più uno stile alimentare e anche di vita, probabilmente non sarà perfetta ma al mondo di perfetto non c’è nulla ma secondo il mio modesto parere questa dieta è quella che si avvicina di più alla perfezione perchè comunque è stata spiegata molto bene sia nel suo libro che nelle conferenze e trasmissioni, in sostanza ogni alimento che introduci deve essere metabolizzato ma deve essere riconosciuto dal proprio sistema immunitario.il dott. mozzi ha fatto un suo studio personale prima su se stesso e poi anche sui suoi vari pazienti e ha statisticamente visto che in base al suo gruppo sanguineo alcune persone potevano mangiare alcune cose ad altre no, è troppo facile generalizzare che un alimento siccome contiene alcune sostanze sia benefico, potrebbe essere benifico per qualcuno ma magari per un altro (tralasciando il gruppo sanguineo per un istante) il suo sistema immunitario non lo tollera e quindi lo deve combattere e se continua ad introdurlo potrebbe portare a dei problemi, io personalmente da quando ho iniziato a mangiare in questo modo mi sono sentito più in forma,l’acne mi è sparito nell’arco di un mese mentre prima andavo a vanti a creme cremine ecc ecc la notte sogno di più e sogni più belli, mi sono ammalato molto meno di altri miei amici e famigliari, (sicuramente poi bisogna avere una genetica di base forte senza ombre di dubbio) io conosco alcune persone che come me seguono questo regime alimentare che sono migliorate anche da problemi abbastanza seri e alcuni che hanno risolto i loro problemini classici,sicuramente c’è da dire e sottolineare che questa dieta va contro corrente e scientificamente non è approvata o non vuole essere approvata perchè ci sono degli interessi sotto, e questa non è una frase populista ma è solamente la realtà, come ci sono interessi in altri settori, altri fattori da tenere in considerazione è l’inquinamento dell’aria e della terra che secondo me anche questo influisce molto su tumori e malattie non voglio toglierlo come colpevole anzi sicuramente questo è un altro problema da sottolineare e cercare di risolvere,ma se tu ci pensi noi esseri umani mangiamo più volte al giorno da quando nasciamo fino all’ ultimo giorno della nostra vita,quindi tutti i giorni introduciamo qualche cosa nel nostro organismo, il latte per esempio molto incriminato da Mozzi è il latte di altri mammiferi e se ci pensi noi siamo l’unica specie sulla terra che usa un latte diverso dal suo per nutrirsi dopo lo svezzamento,e questo non sono io o tante altre persone che lo dicono ma lo dice la natura, una mucca non darà mai del latte a un agnello e cosi via per altri mammiferi, nel caso siamo noi che interveniamo in casi eccezionali per far sopravvivere. e qui apro il discorso degli undici gruppi sanguinei dei bovini, io non sono un veterinario e quindi non posso entrare nel merito, ma di qualche informazione sono venuto a conoscenza, inanzitutto i bovini se sono lasciati a pascolo non mangiano tutta l’erba anzi vanno proprio a sceglierla, siamo noi esseri umani che poi gli diamo i vari mangimi contenenti cereali amidi e tante volte ormoni per farle crescere di più ma infatti si ammalano anche loro perchè introducono nel loro corpo delle sostanze da loro non tollerate e poi li imbottiamo di antibiotici, nella mungitura invece le mucche moltissime volte vengono fertilizzate arificialmente cosi da creare più latte e vengono spremute fino all’inverosimile, ( non mi sembra che sia naturale ) e le varie centrali vanno a recuperarlo per metterlo nelle cisterne, in sostanza mescolano il latte di migliaia di bovini completamente tutti geneticamente diversi,con ormoni diversi, poi certo sicuramente nelle centrali ci sono delle varie lavorazioni per togliere i batteri ma solo ed esclusivamente quello, quindi sulla nostra tavola ci arriva del latte o derivati che contengono migliaia di combinazioni diverse, poi se andiamo ad analizzare le sostanze del latte è formato dalla caseina che è la proteina nobile dal lattosio lo zucchero e galla parte grassa, la quantità di casina che contiene il latte è stata creata naturalmente dalla natura appositamente per il vitello appena nato, ma proprio perchè i bovini hanno 4 stomaci. noi esseri umani ne abbiamo 1 se cè una differenza ci sarà un motivo, una volta introdotta la caseina nel nostro stomaco siccome è quasi 4 volte di più da quella da noi tollerata si va a depositare e manda in putrefazione piano piano il corpo se noi non riusciamo a smaltirla, ill lattosio invece è lo zucchero apposito sempre per il vitello che quando nasce ha gia un certo peso e deve crescere velocemente quindi anche li non è un zucchero da noi tollerato e infatti in questi ultimi anni chissà perchè le persone intolleranti al lattosio si stanno moltiplicando a vista d’occhio, non penso sia un caso. comunque ci sono altri studi anche più scientifici che vanno a criminalizzare il latte e adesso ci sono anche degli esperimenti in corso per vedere la correlazione latte tumore… Un altro alimento che il dott. Mozzi incolpa è il glutine, un altra proteina che contiene il frumento, il glutine in sostanza fa da legante, ma andiamo a vedere come si comporta il glutine nel nostro intestino, un volta arrivato a destinazione siccome è una proteina troppo grande non riesce a “passare” essere assorbita nelle pareti dello stomaco e quindi siccome deve ” uscire” per arrivare a destinazione deve fare tutto il percorso limando piano piano le pareti dell’intestino, poi c’è chi la tollera di fino a quello chè è celiaco, ma in qualsiasi intestino lo “corrode” infatti ci sono delle persone che sono diventate celiache a 60 70 anni, ma proprio perchè il glutine piano piano a lacerato le pareti fino al punto che si creava la patologia, e questo è dimotrato da studi scientificamente provati, Mozzi cmq in sostanza è contro i cereali in generale perchè in natura erano stati programmati in piccole quantità se noi non avessimo scoperto l’agricoltura non avremmo mai trovato un campo bello pronto, ma la natura ha messo a disposizione vegetali animali sulla terra pesci e alghe nell’ acqua e frutta e volatili in cielo, stranamente combinazioni vegetali e proteine, è un caso anche questo? le piante di cereali crescevano sporadicamente, poi c’è da dire che fino a poco tempo fa bene o male i cereali si smaltivano con l’attività fisica lavorando ( differente da quella sportiva) e quindi smaltendo queste tossine il nostro corpo si riusciva a salvare, ora invece che siamo più tecnologicamente avanzati fa tutto la macchina e noi andiamo ad accumulare tutte le tossine( ovviamente non tutti i lavori sono uguali ) però qui si aprirebbe un altro discorso sotto l’ aspetto tecnologico e si andrebbe fuori tema, Mozzi ha riscontrato che i cereali contenti glutine vanno a creare dei problemi più seri rispetto a quelli che non lo contengono, in questi ultimi 20 anni il diabete è aumentato sproporzionalmente e si è visto che il diabete deriva dall’alimentazione, i medici dicono che è genetico ma lo è diventato in questi ultimi 60 70 anni che abbiamo iniziato a mangiare cereali e zuccheri a dismisura come la pasta la pizza il pane bevande zuccherate e quindi se qualche d’uno ha un famigliare che ha avuto il diabete è più predisposto ma se però mangia nella stessa maniera, se segue un regime alimentare con pochi carboidrati o carboidrati differenti il diabete è difficile che gli venga, ( carboidrati differenti intendo quiona, miglio, granosaraceno, amaranto e vari tipi di riso)… i medici stanno colpevolizzando la carne rossa dicendo che provochi tumori ma invece non si è capito che sono altre le sostanze che la provocano, l’unico gruppo che non tollera questo tipo di carne è il gruppo A che in teoria sarebbe quello più vegetariano, (vegetariano non vuol dire che non deve non mangiare più carne, non deve mangiare quella rossa ma pollo tacchino pesce va benissimo), il gruppo A in teoria sarebbe quello che tollera di più determinati tipi di cereali, apro una piccola parentesi vegetariani, la parola vegetariano dice che non si mangiano più proteine animali, e quindi ci si sbilancerebbe su frutta e verdura, se non erro uno che mangia solo frutta e verdura dovrebbe essere abbastanza magro, invece come spieghi tanti vegetariani che sono in sovrappeso e a volte obesi, semplice si buttano soltanto sui cereali perchè non vogliono mangiare la carne ma allora questo non è essere vegetariano, tante persone adesso lo stanno diventanto solo perchè è di moda senza magari informarsi che esistono tantissimi tipi di legumi, altri invece diventano vegetariani perchè gli animali vengono trattati come bestie da macello e su questo sono più comprensibile, ci vorrebbero molti più controlli e rispetto per loro, chiusa parentesi ritorniamo a noi, ti faccio un altro esempio il dott. veronesi il famoso oncologo, ha detto e sostenuto che la carne rossa provoca danni porta tumori ma se andiamo a vedere bene nel profondo il sig veronesi è un gruppo A ha provato sulla sua pelle che certi alimenti sono dannosi e li ha eliminati, però siccome è legato alle case farmaceutiche non dice che ci sono altri alimenti che causano danni ma si intestardisce sulla carne rossa perchè a lui ha dato un beneficio togliendola, sopratutto dicendo che fa venire problemi hai reni non capendo che sono i cereali che vanno a creare problemi a loro, infatti i dottori dicono elimini le proteine ma stranamente il paziente non guarisce, anzi peggiora e va in dialisi più o meno l’ 85% dei casi va cosi quelli che migliorano se si fa un controllo approfondito si scoprirà probabilmente che saranno di gruppo A ed è stata proprio la carne a creare quei problemi e togliendola i problema si risolve, ma per un gruppo 0 per esempio se si tolgono i cereali e si mangia la carne i reni guariscono, infatti seguendo la dieta Mozzi chi aveva questo problema l’ha risolto. un altra cosa che Mozzi sostiene sono le combinazioni alimentari, non è detto che 2 alimenti benefici se uniti vadano bene anzi magari possono creare dei disturbi sicuramente ci sono ancora cose da approfondire e studiare ma secondo me una buona base è già stata messa, ci sarebbero ancora una quantità di casi da analizzare ma ho già scritto un papiro, spero di essere stato abbastanza chiaro e ribadisco che ognuno è libero di scegliere e provare l’importante è fare sapere alla gente che ci posso essere delle soluzioni alternative ai farmaci e molte volte migliori, infine concludo con un esempio che faccio spesso a chi è abbastanza scettico su questo regime alimentare o dieta del gruppo sanguineo, Galileo Galilei era l’unico fisico filosofo astronomo e matematico che sosteneva il contrario di ciò che si era scoperto fino nella scienza tutti lo condannarono gli voltarono le spalle gli puntarono il dito contro dicendogli che era un eretico ma alla fine era lui che aveva ragione, ora è considerato il padre della scienza moderna, non si sa mai che sia di nuovo la volta buona… aspetto con piacere una tua risposta.. lorenzo

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ciao Lorenzo, hai scritto un papiro, ho risposto a te e molti degli altri commenti in questo mio secondo articolo che trovi qua:
      http://www.blogzero.it/2014/04/14/il-fascino-dellantiscienza-dr-mozzi-stamina/

      Hai messo molta altra carne al fuoco, ti rispondo partendo dal fondo:
      - Galileo è stato attaccato dalla Chiesa, non mi sembra un grande esempio… inoltre la scienza non è contro Mozzi, ma è contro certi modi di presentare le proprie teorie, perchè c’è un metodo che funziona bene che tutti devono seguire: fare dei test controllati e ripetibili.
      - Veronesi è uno scienziato e sa bene che non serve “provare su se stessi”, bisogna provare con centinaia e centinaia di persone e vedere gli effetti su tutti, proprio per evitare che un caso fortuito influisca sui risultati finali!
      - ci sono migliaia di vegetariani del gruppo 0 (quello che dovrebbe mangiare carne) che stanno divinamente e non si sognerebbero mai di abbandonare il loro regime alimentare…
      - gli uomini riescono a bere il latte grazie ad una mutazione genetica di 7000 anni fa (circa), abbiamo questa fortuna rispetto agli altri animali, perchè sprecarla? Senza esagerare ovviamente, visto che è risaputo che la digeribilità del latte è complessa, come quella del glutine

      Ciao!

      • lorenzo

        ovviamente l’esempio di Galileo era per far capire che cmq non bisogna avere le fette di salame sugli occhi, sicuramente all’epoca di Galileo c’erano situazioni diverse ma però insistendo ha trovato un giusto modo per fare capire che lui era sulla strada giusta (se si può dire cosi ) e dopo di che si sono fatti passi da gigante quindi queste nuove teorie alimentari potrebbero darci luce a nuove conoscenze o informazioni che ci permetteranno solamente di migliorare… Veronesi sicuramente sa che per portare probabilmente in commissione per analizzare un caso scientificamente occorrono molti dati clinici, ma però non può fare di tutta l’erba un fascio, cmq Mozzi da quel che so per mia informazione ha in cura o ha curato da quando è entrato nell’albo dei medici sui 70.000 pazienti e non dico il 100% è rimasto soddisfatto ma un buon 90% si, hanno risolto i loro problemi con un alimentazione diversa migliorando e sospendendo farmaci, poi sta nella singola persona continuare a seguire quel regime alimentare o no, una cosa che cmq ho sempre sentito dire è che Mozzi dice di provare su se stessi ogni singolo alimento stare attenti ai sintomi che provoca dopo averlo ingerito (ovviamente il temo di metabolizzarlo) questi sintomi a volte noi non ci diamo importanza ma un prurito uno starnuto un mal di testa o di stomaco bruciore addominale ecc sono sintomi che il nostro corpo ci da per farci capire che qualche cosa che abbiamo mangiato non fa bene al nostro corpo e il nostro sistema immunitario lo sta combattendo, riguardo ai vegetariani un gruppo 0 (hai detto bene è quello che puo mangiare più carne ) non bisogna generalizzare bisogna controllare ogni singola persona cosa mangia perchè cmq la dieta Mozzi riguarda tutta la catena alimentare in ogni settore dalla carne frutta verdura semi oleosi tisane cereali ci sono alimenti benefici neutri e dannosi e se pur mangiando vegetariano introduce alimenti benefici è anche normale che stia bene, ma se introduce alimenti dannosi arriverà il giorno che il tuo sistema immunitario cederà e inizieranno i problemi, cmq Mozzi dice sempre che lui non obbliga nessuno dice solo di provare e vedere i risultati ovviamente una persona che ha in corso una patologia ha più possibilità di vedere il cambiamento rispetto ad una persona che è in salute, io personalmente è anche una mia scelta di “vita” a cui credo e porto avanti. ritornando al discorso del latte come hai detto l’uomo ha avuto una mutazione genetica 7000 anni fa che poteva bere il latte ma 7000 anni fa la quantità di latticini e glutine era probabilmente il 90% in meno del consumo che facevamo ora e nel caso li si smaltiva,quindi nel caso bisogna trovare un giusto compromesso che ci permetta di non creare problemi seri quali patologie e tumori, adesso c’è un uso consumistico di tutto e questo eccesso ha portato tutte queste nuove malattie intolleranze e patologie

        • Angel

          non capisco, leggo avverbi come “statisticamente”, cifre come 90%, 70.000 pazienti, etc. etc. ma non vedo la fonte, a parte il passa-parola, che si sa, non è una fonte attendibile, tutt’altro. Se ci fossero tanti pazienti curati con una tale percentuale di successo non ci sarebbe nessun problema a dimostrare la scientificità del metodo. Il fatto che non si tenti nemmeno di farlo mi fa fortemente dubitare che ci siano delle serie basi scientifiche.
          Se si porta una teoria che correla il consumo di latte al tumore ( al TUMORE, mica ai calli!!!), mi sembra il minimo sperimentare, invece di affermare che funziona in base a numeri usciti non si sa da dove.

          Se poi mi si propina la storia del latte difficilmente digeribile, e di legumi e verdure che fanno bene, allora risponderei che non è nessuna teoria del Dr. Mozzi, è semplice dietologia che già esiste, basta guardarsi la piramide alimentare. Ce ne sono varia, ma tutte mettono come base verdure e legumi… e grazie!!!

          • lorenzo

            il passa parola è molto importante, se tu vieni a conoscenza, di una cosa che su te stesso ha fatto bene penso che ne parli ai tuoi famigliari o amici che hanno dei problemi, o sbaglio? probabilmente non li convincerai, ma l’ argomento lo tiri fuori, riguardo alle cifre, 70.000 mila persone possono essere poche rispetto ai 56 milioni di italiani e l’intero globo per esagerare, ed è per quello che si sentono ancora casi di diabete tumori e altre patologie in crescita, ma ti posso assicurare che chi ha seguito i consigli della dieta Mozzi ha trovato i benefici anche su patologie gravi e rare, non è un caso che lo ringraziano tutti quelli sono in “cura” da lui, sarà un caso? sicuramente tante cose di quello che dice sono vere e funzionano altrimenti non avrebbe preso cosi piede in quest’ ultimo periodo e non è assolutamente una moda perchè lui tocca un argomento importante quale la salute delle persone, persone in seria difficoltà che magari non riescono a risolvere il loro problema con la medicina ufficiale, mozzi non è assolutamente un santone e come ho già scritto nel commento precedente lui non obbliga nessuno dice solo di provare anche ques’altra strada dell’alimentazione,
            comunque non è solo Mozzi che dice che il latte fa male ma anche altri medici e stanno facendo degli studi più approfonditi anche a livello scientifico, ma sicuramente queste cose non le si vedono in 2 giorni ci vuole molto più tempo, però supponiamo che tra 2 anni un noto ospedale finisce di fare questa ricerca e scopre che tante malattie e tumori sono dovute al latte e derivati allora gli si applaude le mani, non gli si punterà mai un dito contro perchè è un ospedale, (e magari privato) ma questa ricerca la stanno facendo dei medici ricercatori uguali al dott Mozzi.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Lorenzo, il passaparola è importante per comprare uno smartphone, non per decisione mediche!

            Angel giustamente ti chiede dove hai trovato che ci sono 70000 pazienti di Mozzi di cui il 90% di soddisfatti, perchè sembrano proprio numeri sparati a casaccio.

          • lorenzo

            a be se gli smartphone sono più importanti della salute allora qui proprio non ci capiamo, uno smartphone se non va bene lo si cambia o aggiusta e il problema si risolve, nella salute tu devi risolvere il problema alla radice invece i farmaci tengono i sintomi sotto controllo ma non fanno passare il problema, cmq questi dati li aveva dati Mozzi in una puntata nel programma dove prende parte, se non ricordo male o in qualche sua conferenza, gli avevano appunto chiesto quanti pazienti ha avuto in cura, ma non penso che li abbia dati a caso neppure lui, avrà sicuramente dei dati alla mano..

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Non ci capiamo davvero… gli smartphone sono MOLTO meno importanti della salute, quindi il passaparola può andar bene (male che vada si ricompra).

            In medicina invece io non mi fido dell’opinione di una sola persona, ci vogliono moooolti test su tantissime persone prima di verificare una cura… per fortuna!

            I farmaci inoltre curano eccome, dovresti farti una cultura su come funzionano certi medicinali, sono lavori di ricerca incredibili…

          • lorenzo

            fai bene a non fidarti di un medico, è giusto sentire l’opinione di anche altri medici, ma però poi sta a te scegliere quale è la migliore, secondo me questa teoria di Mozzi è la più valida in questo momento in circolazione, magari informandomi di più ne scopro un altra che è migliore, ma adesso come adesso non ne ho ancora trovate, ricordo che è chiamata “dieta” forse in modo sbagliato, secondo me è più uno stile alimentare o anche di vita c’è chi ci crede e chi no, cosi come in altre cose, ma da quel che ho capito la grossa colpa che gli si da che non è scientificamente provata perchè altrimenti se lo fosse non ci sarebbero tutti queste “provocazioni” in sostanza è come una specie di fede, cosi come nella religione c’è chi ci crede e chi no ma non è provato, situazioni, argomenti diversi ma il concetto è uguale..
            riguardo ai farmaci sicuramente sono lavori di ricerca, sono scoperte che sicuramente ci anno fatto evolvere sotto l’aspetto scientifico, ma il farmaco ha solo il compito di bloccare o far diminuire la malattia, la patologia o un piccolo problema, ma bisogna chiedersi come ha fatto a venirci quel problema che sicuramente non è venuto per caso, ti faccio un esempio da alcune statistiche è emerso che la vita si è allungata, adesso si arriva bene o male a 80 anni più o meno, ma sfido chiunque, scommetto che un alta percentuale (alta intendo 80%) di queste persone anziane deve assumere dei farmaci o per la pressione, o per il colesterolo o per il diabete o per altre patologie, allora la mia domanda che ti pongo è questa, noi viviamo di più perchè stiamo bene e il nostro organismo funziona o perchè ci sono dei fattori esterni che noi introduciamo che ci aiutano? io non dico che i farmaci vanno eliminati anzi è giusto che ci siano perchè in caso di EMERGENZA si possano utilizzare, ma bisogna capire che loro sono un aiuto momentaneo non bisogna dipendere completamente da essi in caso di malattia, ma bisogna andare a capire quale è il vero problema.

          • Angel

            Secondo me il discorso stile di vita e non abuso di farmaci e’ un discorso valido, ma da qui ad affermare che a seconda del tuo gruppo sanguigno tu (un tu impersonale) debba mangiare un alimento piuttosto che un altro e’ perlomeno strambo. La base di questa teoria sembra essere che chi ha gruppi sanguigni diversi ha anche un patrimonio genetico differente, cosa che non puo’ essere vera semplicemente perche’ i patrimoni genetici si sono oramai “contaminati” (passatemi questo termine improprio), e chi magari ha un intolleranza al lattosio non e’ SOLO del gruppo 0 ma anche del gruppo A, B e AB.
            Inoltre provare una cura per passaparola concettualmente mi sembra esattamente il contrario del “non abuso di farmaci”. Ti faccio un esempio. Una mia vecchia vicina di casa un po’ impicciona, ogni volta che io o qualcuno della mia famiglia si sentiva male diceva a mia madre cosa darci o cosa prendere. Da quando ho iniziato a capire qualcosa di quello che mi accadeva intorno mi sono sempre rifiutato, e mediamente mi sono sempre ammalato di meno rispetto ai figli della mia vicina che si riempivano di medicine per ogni minima sciocchezza. Il concetto e’ che il passaparola non e’ affidabile quando si parla di salute. Ci vogliono persone che hanno studiato e studi e metodi accertati. Saluti.

          • lorenzo

            prima di tutto bisogna considerare caso per caso, la tua vicina ti diceva di fare completamente il contrario rispetto a quello che dice Mozzi, infatti stranamente come hai detto le sue figlie si sono ammalate molto di più rispetto a te, ma è anche una cosa normale,il loro corpo ogni volta che aveva un problema veniva imbottito di farmaci e piano piano abituandosi al loro effetto è arrivato a un punto che non li riconosceva più e quindi si ammalavano, e questa teoria vale anche per gli antibiotici, tutte queste medicine vanno prese se c’è una patologia abbastanza seria altrimenti i batteri attuano un processo che si chiama farmacoresistenza cioè riescono a sopravvivere al principio arrivo del farmaco, riguardo al passaparola io passo questa teoria di Mozzi ma perchè lui ha studiato e si è laureato in medicina,( non penso gli abbiano regalato la laurea), quindi sicuramente lui ha fatto i suoi studi con delle conoscenze che sono attestate,se questa dieta l’avrebbe detta uno che di medicina non ne sa nulla allora forse ero un po più scettico anche io,
            rispetto invece ai codici genetici cioè il nostro DNA ogni essere vivente ha un DNA diverso quindi combinazioni diverse,e sicuramente se uno è geneticamente migliore avrà probabilmente meno problemi, non riesco a capire il senso della parola “contaminati” (o intendevi dire che si stanno modificando evolvendosi)
            rispetto al gruppo sanguineo ci sono sostanze che per qualsiasi gruppo sono nocive, ad esempio il latte ovino o caprino o di qualsiasi altro mammifero è programmato per il cucciolo di esso, non per altre specie animali, per quello che a qualsiasi essere umano fa male e qualsiasi vuol dire che copre qualunque gruppo sanguineo, e cosi è la stessa cosa per il glutine, poi se si vuole andare nello specifico per qualsiasi alimento bisogna vedere come reagisce il tuo sistema immunitario, ma per nostra fortuna il nostro sistema funziona per molti anni quindi riesce a combattere queste introduzioni di sostanze nocive, ma se tu le introduci una volta ogni tanto il tuo sistema ha il tempo di riprendersi, ma se invece fai il contrario che continui a introdurle quotidianamente piano piano il tuo sistema cederà fino al momento che non riuscirà più a tollerarle e cosi facendo queste sostane sempre nocive andranno a creare dei problemi, ma come detto nei messaggi precedenti il tuo corpo ti manda dei segnali che però noi siamo abituati a sottovalutare o altrimenti ti hanno sempre fatto credere per determinati sintomi c’è sempre la pastiglietta che te lo fa passare, ma se quel sintomo è venuto è perchè c’è qualche cosa che non va nel tuo corpo.

          • Angel

            Quello della vicina era un esempio per farti capire che il passaparola e’ nocivo, proprio perche’ le informazioni devono essere accertate e validate. Senza la sperimentazione e la validazione seria delle teorie del Dr. Mozzi, restano appunto teorie.
            Ti faccio un altro esempio: io non digerisco i fagioli e i peperoni facilmente, mentre il latte si (e facendo gli opportuni scongiuri, sto benissimo!!!). Allora la mia teoria potrebbe essere che i fagioli e i peperoni sono cancerogeni, mentre il latte fa benissimo. E magari se la provano 100 persone a 70 va bene perche’ hanno le mie stesse tolleranze/intolleranze, oppure perche’ non gli fa niente ma tra il fatto di mangiare controllato e il fatto psicologico di sentirsi dire che funziona li fa stare meglio (effetto placebo). Cosa significa? Che la mia teoria sarebbe valida?
            Tra l’altro ho letto un po’ di testimonianze e molte hanno un fattore comune. Persone che non mangiavano verdura e legumi o ne mangiavano poche quantita’ dopo la cura stanno meglio perche’ mangiano molta piu’ verdura. Grazie al piffero!!! La trascurata dieta mediterranea prevede molta verdura e legumi, cercati su google la piramide alimentare. Che l’apporto di verdure e legumi nella dieta faccia bene te lo dice qualsiasi dietologo serio, mica ci vuole un pozzo di scienza.

          • lorenzo

            Il passaparola a volte come dici tu può essere nocivo, ma ci sono dei casi che è il contrario, è benefico, sta a chi fa il passa parola di spiegare bene e informando chiaramente e dall’altra parte la persona deve informarsi anche lei in modo corretto, poi se interessata e convinta prova.
            per l’effetto placebo ricordo che i pazienti di Mozzi hanno carte alla mano che parlano, quindi analisi di laboratorio che spaziano dalle semplici analisi del sangue a patologie importanti, se c’è stato un miglioramento non penso che sia dovuto all’effetto placebo, perchè non si parla di una febbriciattola, riguardo a te ripeto e sottolineo che Mozzi dice sempre di provare ogni alimento su stessi per vedere come reagisce il nostro sistema immunitario, lui ha diviso in categorie cioè i gruppi sanguinei quello che più o meno si può mangiare ma lo dice anche lui (è lo si sente nelle interviste) che ognuno deve provare, dato che siamo tutti diversi geneticamente..
            riguardo al tuo caso tu non digerisci quegli alimenti, ma non sono cancerogeni, è qui o sbaglio non sono tollerati dal tuo sistema immunitario e quindi se introdotti quotidianamente provocano problemi, per il latte si vede che fino ad ora non ti ha dato problemi ma se in un futuro( spero vivamente di no) ne avrai saprai probabilmente quale è stata la causa, ricordo che a una conferenza una signora ha fatto più o meno il tuo ragionamento, che lei stava bene mangiando in un modo, Mozzi le ha risposto semplicemente; se lei signora sta bene a mangiare cosi continui, io non obbligo nessuno a seguire la mia “dieta” ma se in un futuro le sorgeranno dei problemi saprà che avrà a disposizione un altra strada da seguire..
            riguardo alla piramide alimentare ce ne sono varie sicuramente, ma però la gente comune osserva solo il gusto non se una cosa è più salutare, quindi sicuramente se introduce più verdura e legumi sta meglio. per la dieta mediterranea, bisogna controllare quale dieta mediterranea ti riferisci, se quella di questi ultimi 30 anni è completamente sbilanciata sui carboidrati pane pasta pizza, infatti una famiglia mangia più o meno tutti i giorni e a volte sia a pranzo che a vena questi alimenti, trascurando invece il pesce le carni i legumi e le verdure,e i semi oleosi cose che nella prima dieta mediterranea erano la base.

          • Angel

            Il passaparola nella stra-grande maggioranza dei casi e’ fatto da persone poco informate, perche’ utilizzare il passaparola quando ci sono medici specializzati? A tal proposito non mi risulta che il Dr.Mozzi sia poco piu’ di un medico generico, e non un dietologo. Hai provato a parlare con un bravo dietologo? Quanti di quelli che vanno dal Dr. Mozzi hanno provato ad andare dal dietologo prima???

            Il fatto di provare su di se una dieta… beh, e’ quello che si fa normalmente, chiunque ti puo’ dire di provare…a meno di allergie e intolleranze ti puo’ andare bene, cosi’ come ti sarebbe andato bene usare un altro tipo di dieta. Anche il solo fatto di avere un regime alimentare controllato spesso, ma non sempre, fa migliorare lo stile di vita delle persone, perche’ inevitabilmente abbatte eccessi e errori comuni nell’alimentazione. Ma questo non significa che la cataratta o il tumore e’ collegata al consumo di latticini. Questo tipo di affermazioni e’ potenzialmente pericolosa per delle persone affette da tali problemi.

            Comunque, a parte la piacevole discussione non voglio insistere troppo, anche perche’ se ognuno di noi e’ convinto delle proprie idee, discutere tanto non serve a molto.

            Ti dico solo le ultime due cose.

            Ci sono studi scientifici che dimostrano che l’associazione tra i benefici/effetti della dieta e il gruppo sanguigno non sono veri:

            http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0084749

            Ci sono vari studi scientifici che dimostrano che la dieta mediterranea e’ sana e produce effetti benefici (ad esempio http://www.medicalnewstoday.com/articles/149090.php
            ).
            Naturalmente bisogna applicarla bene, se mi parli di persone che “osservano solo il gusto” stai praticamente dicendo che effettivamente NON seguono la dieta mediterranea, e quindi non c’entrano con il discorso delle diete. Certo, si potrebbe fare un altro enorme discorso sulle abitudini alimentari attuali che si stanno discostando sempre piu’ dalla tradizionale dieta mediterranea (che tutto il mondo ci invidia e ci apprezza) per stili alimentari molto meno salutari… ma questo discorso me lo risparmierei, perche’ e’ in parte OT.

          • carmy

            di che gruppo sanguigno sei?gruppo 0 x caso?

          • Angel

            Sono b negativo se nn ricordo male. E conosco persone con gruppo A che bevono latte almeno da quando stavamo all’universita’ e stanno bene (almeno che io sappia). Dico almeno dall’universita’ perche’ facevamo colazione insieme di solito e siamo stati in casa assieme per 4/5 anni, ma non garantisco sul fatto che ne bevessero gia’ da prima. E ne conosco molte altre, ti ho detto le prime che mi vengono in mente di un gruppo sanguigno diverso dal mio.
            Ps: scusa se non ti ho risp per un po’ ma ero leggermente lontano dall’Italia :D

          • carmy

            ma la tua vecchia vicina di casa mica è un medico???? quindi..qua parliamo di un medico e non come dicono in tanti un “santone”….e poi d’accordo su quello che dici: molta gente si imbottisce di medicine ancor prima che ha male…e ne conosco tanti… ciao

          • Gabriele

            Non esiste una pubblicazione scientifica, che sia una, che sostiene le teorie di Mozzi. Tutto è basato solo sulla sua parola. E mai in contraddittorio, guarda caso. Altro che complotti delle multinazionali, le cose opache e poco chiare le avete davanti agli occhi

          • lorenzo

            forse non esiste una pubblicazione scientifica perchè non la si vuole fare, perchè poi salterebbero fuori tutti i nodi, ripeto io non dico che la dieta mozzi sia la perfezione ma se quelli che hanno provato sono stati meglio guarendo o migliorando da patologie non vedo perchè non provare e creare tutto questo putiferio contro di lui, ci sono un infinità di dottori che a volte fanno di peggio, io credo in questa cosa e la porto avanti non giudico nessuno se non la vuole seguire, però non mi tiro in dietro se vedo qualche d’uno che ha qualche problema a accennargli di questa dieta poi sara lui a provare o no, cmq per le pubblicazioni scientifiche per essere pubblicate devono avere molti dati clinici, sicuramente, ma per averli devono sperimentare prima quindi all’inizio non è scientificamente testato anche una cosa che adesso è scientifica, magari tra qualche anno dopo ancora degli studi si potrà dire che questa “dieta” è testata scientificamente, riguardo alle multinazionali non dico che sono tutte uguali ma cmq guardano molto anzi praticamente al profitto come è giusto che sia, ma pero nella vita puoi avere tutti i soldi del mondo e che se stai male puoi accedere a qualsiasi cura, ma però non è detto che si guarisca solamente con i farmaci e la chimica quindi sotto sotto l’alimentazione conta al 100% per prevenire.

        • Luca

          mi spiace… siete succubi della medicina delle case farmaceutiche, non vedete al di la dei vostri occhi.
          mia figlia si doveva operare di adenoidi, dopo il cambio di alimentazione adenoidi sparite… un medico ad ogni intervento percepisce denaro… ecco tutto

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    La chemio può essere devastante ma è l’unica soluzione (o quasi) a certi tipi di tumore, e (spesso) funziona. Conosco varie persone che l’hanno fatta e ne sono usciti anche benissimo. Credo dipenda da molti fattori… ti prego di non escluderla da eventuali altri problemi che potresti incontrare in futuro (speriamo di no ovviamente), le diete non possono curare delle cellule tumorali, non serve essere scienziati per capirlo… spero

    • Silvia

      Si ma stiamo parlando di due cose molto diverse: tu parli di numeri e statistiche, io parlo di vita vera!!!!! A me che mio marito fosse tra i numeri di quelli che non ce la fanno non me ne frega un caxxo! E quando ti dicono che non possono piú fare niente e che devi aspettare di morire, tu cosa fai? Io penso che lì impari a guardare oltre! Anch’io purtroppo ho tante persone care che come te credevano fermamente nella medicina… ma loro non ce l’hanno fatta.. le ho viste consumarsi a poco a poco e mi ha fatto una rabbia la loro inutile cocciutaggine. Come si curano le persone dicendo loro che hanno addosso un male incurabile?

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        La scienza e la medicina devono essere rigorose, funzionano così e danno ottimi e innegabili risultati.

        Capisco chi prova qualsiasi cosa quando la situazione è disperata, ma proprio per questo detesto chi si approfitta di queste situazioni atteggiandosi a santone col miracolo tra le mani, cioè gente come Vannoni con Stamina e anche Mozzi con le sue diete! Danno speranze basate sul nulla, sfruttano il dolore della gente.

        Il caso Stamina era ancora peggiore, ovviamente, perchè Vannoni si faceva anche pagare parecchio, mentre Mozzi alla fin dei conti ne guadagna solo in notorietà e poco più.

        Poi, ti ripeto, di errori nella medicina ce ne sono tantissimi, anche perchè è una disciplina scientifica che viene tremendamente complicata dal fattore psicologico, che noi occidentali consideriamo ancora troppo poco importante (in oriente invece è l’opposto, si basano troppo sulla cura “mentale” e quasi per niente su quella “chimico-fisica”… bisogna trovare una giusta via di mezzo secondo me)

    • Gabriele

      Ognuno di noi può documentare di conoscenti o parenti sottoposti ad interventi chirurgici e chemio. In tantissimi casi queste cure hanno portato alla guarigione, oppure ad allungare di molti anni la loro vita. Dopo di che, anche l’OKI ha fatto delle vittime: ogni farmaco ha degli effetti collaterali, a volte fatali. Purtroppo si adotta il calcolo danno-beneficio. Questo non toglie che i migliori ricercatori del mondo, da decenni, stanno impazzendo per capire le cause ultime della mutazione cellulare. Tutti dei pirla. Arriva Mozzi da Bobbio e vi spiega che ha già capito tutto: cause e cure. Ma dove vivete? Ma vi pare possibile? E la vostra cieca fede, degna di una setta religiosa, è completamente priva di spirito critico e di ragionamento. E non capite che qualcuno fa affari d’oro sfruttando debolezza, ignoranza e disperazione

  • Angel

    Ci risiamo, dopo il Dr. Di Bella, dopo Stamina ecco il nuovo guru con i super poteri, che senza dimostrare niente SCIENTIFICAMENTE (intendo seguendo il metodo scientifico), rivendica di essere il detentore di verità assolute.
    Ci sono un sacco di persone adulte che bevono il latte in maniera assidua e non hanno tutte lo stesso gruppo sanguigno. Fatemi dire che sicuramente nei dintorni di casa mia ce ne sono parecchie, visto che quando mi capita di fare la spesa tardi puntualmente trovo poco latte fresco, rispetto ad altri giorni in cui vado prima.
    Poi, aggiungerei, grazie al cassssssspio che mettere legumi e verdure nella dieta fa bene, specialmente se non ci sono o ci sono scarsamente nella dieta.
    Ma questo non dimostra un bel niente, per dimostrare qualcosa il caro Dr. Mozzi dovrebbe sottoporre il suo metodo a sperimentazione scientifica.

    Infine faccio un appello: per favore, non siate dei meri tifosi (come la maggior parte degli italiani con il calcio e la politica), abbiate uno o più ragionamenti critici. Altrimenti è come essere appartenenti ad una setta.

    • carmy

      informati…non dice di avere la verità assoluta!!! bisogna provare su se stessi i vari alimenti, ascoltare il proprio corpo e sopratutto il proprio stomaco…. alloraaa x quanto riguarda il latte problemi di chi lo beve… i problemi di salute gravi non arrivano subito ma a furia di introdurre cibi sbagliati si pagano le conseguenze… è la legge della natura, non te lo dice Mozzi!!e poi non sai con chi stai parlando, parli di setta come se chi ascolta il Dr. Mozzi ne facesse parte, ma come ti permetti??? seguire quello che dice Mozzi non è moda, ma semplicente uno stile di vita alimentare neanche una dieta e se poi fa stare bene perchè non seguirlo???che male fa? a me fa più male sentire commenti come il tuo e di tanti detrattori che parlano senza sapere… cmq mi fa piacere sentire tante belle storie che parlano di positività perchè a sentir voi sembrate tutti dei gufi porta jella…

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        carmy, Mozzi nel libro è “pacato” e scrive alcune cose condivisibili (solo alcune, quando evita di parlare della panzana della dieta dei gruppi sanguigni), mentre in TV si atteggia da santone con la verità assoluta, basta vedere una puntata di quelle presenti online, se proprio non vuoi basarti sugli estratti realizzati da me (che sono presi a caso dai suoi interventi, non li ho cercati attentamente!)

      • Angel

        A me fa benissimo bere il latte e me ne bevo quanto me ne va!!! Mi fa stare bene, e mi da energia. Vedi che sono positivo???
        Comunque mi dispiace se ti offendi perche’ pensi che ti abbia detto che appartieni ad una setta. In realta’ io ho detto che chi non ragiona e non cerca di applicare un ragionamento critico (dove per critico si intende che guarda da piu’ punti di vista la stessa questione) e’ come se appartenesse ad una setta (nelle sette i ragionamenti critici non sono visti molto bene).
        Ad esempio, spiegami qual’e’ il nesso tra la cataratta con il latte/latticini. Spiegamelo con fatti scientificamente dimostrati, non con teorie.
        OT: Aggiungo un ultima cosa che non c’entra molto. Ma cosa vi hanno fatto di male i gufi, e perche’ dovrebbero portare jella??? (E poi cos’e’ la jella nel 2014???) I gufi sono degli animali molto utili, e personalmente li trovo anche bistrattati con queste accezioni negative.

        • Grazia

          Se cerchi delle risposte acquista come ho fatto io il libro Il mal di latte Macro Edizioni di Dairy Blues

          • Angel

            Dici questo: http://www.gruppomacro.com/prodotti/mal-di-latte-epub
            In pratica, dalla presentazione dice che parla di intolleranza e allergie ai latticini… e non so se all’interno colleghi tali intolleranze ai gruppi sanguigni, ma di certo non tutti hanno intolleranze e allergie al latte o al glutine. Onestamente non credo, tu che ne dici?
            E poi la presentazione del libro da te consigliatomi specifica anche che “elementi contenuti nel latte lavorato dall’industria alimentare
            (fenilalanina, tirosina, fosfati, ADH, IGF-I, ecc.) possono essere
            collegati all’insorgere di diabete, problemi di permeabilità
            intestinale, allergie, otiti, tonsilliti, coliche, sinusiti, orticarie,
            disturbi al sistema vascolare, osteoporosi, disturbi ormonali e di altre conseguenze a lungo termine come l’aterosclerosi, la crescita accelerata ma dilatata degli organi e la resistenza insulinica.”
            In altre parole, non è il latte a provocare questi disturbi elencati, ma elementi di lavorazione industriale.
            Se vai al supermercato e compri la verdura, magari sulla verdura ci sono depositi di sostanze più dannose di quelle elencate, a causa dell’inquinamento. Questo non vuol dire che le verdure facciano male.

  • Gabriele

    Inoltre bisogna considerare l’aspetto economico: Mozzi vende prodotti alimentari a prezzi stellari (colomba pasquale a 25 euro al kg!) e prescriveva diete via mail senza nemmeno vedere in faccia il paziente. A pagamento, ovviamente(testimonianza diretta). Quindi non è un filantropo, come sostengono alcuni, ma ha un ritorno economico rispetto alla sua attività

    • Angel

      In realta’ se vai sul suo sito trovi tutto un merchandising, con libri che costano tra i 17 e i 20 euro, la serie di DVD, i prodotti… insomma un bel business, mica scemo il Dr.

  • Dio

    Ahahahahah… Mi fate morire dal ridere, grazie! Veramente non scherzo… Tutto ciò
    Dimostra l inutilità di tali stupidi blog… Dio esiste? Si, no… E si fanno guerre!!!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      :-)

      Le guerre in genere le fanno i vari “fedeli” per stabilire quale sia il Dio più cool, noi atei in genere ce ne stiamo belli tranquilli… a scrivere sui blog

      p.s. pensavo anche io che fosse inutile scrivere su blog, invece ho avuto parecchie soddisfazioni e anche riscontri pratici, vedo il caso Boiron-omeopatia (link in cima alla pagina)

    • Angel

      Dio che si interroga sulla propria esistenza. Questo Blogzero riesce proprio a instillare dubbi in tutti ;)

  • carmy

    Sono nuovamente qui a dire che tutto ciò che ha vissuto e sta vivendo Silvia può capirlo veramente chi l’ha già passato! per cui caro Samuele tu puoi parlare di statistiche, numeri ecc ma chi sta vivendo o ha vissuto un grosso dolore come questo non gliene può fregare un cavolo!!!! Silvia hai perfettamente ragione, mia mamma prima di morire e ti dico tre mesi prima riusciva a muoversi e far quasi tutto..dopo…il crollo totale…non si alzava più da letto!praticamente un vegetale e ancora che la volevano imbottire di morfina, lei mi pregava di farla morire perchè non ce la faceva più!posso ancora dirti che mia mamma è stata massacrata di chemio, cambiavano questi maledetti protocolli con una facilità estrema e tu non potevi far altro che accettare perchè avevi paura che se non lo faceva moriva prima! cazzate! alla fine sono convinta che mia madre sia morta per tutta la chemio (e tutte le medicine) che le hanno sparato in vena e non per il tumore! Forza Silvia spero in bene per tuo marito, Carmy

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Chi vive i dolori in cu si trova non può e non deve inventarsi delle cure, sia perchè sono troppo coinvolti negli eventi, sia perchè non hanno conoscenze e studi adeguati a comprendere i problemi.
      Affidarsi a medici “semplici” che propongono diete quando si affrontano problemi gravissimi come i tumori è assurdo.

      La chemio è uno schifo, ma salva un sacco di gente. Purtroppo è devastante per il fisico, sugli anziani spesso non viene nemmeno tentata, per evitare di “uccidere” la persona ancora più velocemente di quanto potrebbe fare il tumore.
      Nel tuo caso i medici hanno deciso di provare, ma no ce l’hanno fatta.

      Potevano fare diversamente? Forse sì.
      Per colpa di questi medici tutta la medicina e la scienza sono da buttare? Decisamente NO!

  • Gabriele

    Le cure ufficiali sul cancro hanno portato al crollo della mortalità per diversi tipi di tumori. Questo, unito alla diagnosi preventiva, è stato un risultato straordinario della scienza e della medicina. Vero che i casi di tumori aumentano, causa, probabilmente, l’esposizione ad agenti chimici ed inquinanti. Però le cause dei tumori sono un’incognita: sono anni che si tenta di scoprirle, ma rimangono ignote. Tranne per il dottor Mozzi, naturalmente. In ogni caso, se uno è guarito con la dieta Mozzi, qualche decina di milioni di pazienti sono guariti con la medicina “ufficiale”. Rapporto impari, mi spiace

  • vincenzo

    ma che dici scemenze i farmaci risolvano le malattie quando mai , per
    chè non vai a farti una doccia fredda al polo nord che non capisci niente

  • Gabriele

    I gruppi pro Mozzi su Facebook erano “aperti”. Quando diversi visitatori hanno iniziato a pubblicare commenti critici e a linkare studi scientifici che smentivano le teorie del dottore, gli amministratori si sono premurati di “chiudere” i gruppi. I sostenitori di Mozzi hanno l’impostazione da setta religiosa, fideistica e dogmatica, con una sola verità incontestabile

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ho notato che i gruppi aperti sono piuttosto divertenti, c’è gente che scrive che con la dieta Mozzi sta così bene che ha pure smesso di prendere prodotti omeopatici, ahahahahah

  • Dan

    Questo articolo è ridicolo. Informati meglio prima di scrivere certe cose..

  • Aristarco

    Non concordo con il giudizio di Dan. Personalmente trovo questo articolo valido e fondato e quindi mi sento di fare i complimenti all’Autore.

    Ciao
    Aristarco

    “Quod gratis asseritur, gratis negatur”

  • Aristarco

    Caro Paolo,
    grazie per le tue repliche.
    Su diversi aspetti, concordo con le tue analisi.
    Su altri aspetti, invece, non concordo.
    Per amore del confronto, punto i riflettori sugli aspetti su cui non concordo.
    You wrote: “Il fatto è che tutti dicono di volere la legge di Mercato, ma poi nessuno in effetti la vuole.
    Chi è quell’imprenditore, in qualsiasi campo, farmaceutico o no, alimentare o no, meccanico o no, che vuole la libera concorrenza ? NESSUNO ! Tutti vorrebbero il monopolio per vendere di più e a prezzo massimo !”
    RE: Mi spiace, ma non concordo. Perché un mondo dominato dai monopoli è anche un mondo cristallizzato in cui non si ci può espandere. E se non ci si espande, si muore. In altre parole, la ditta X ha il monopolio per il mercato della malattia XX. Una volta che ha occupato tutto il mercato della malattia XX, come può espandersi, se gli è sostanzialmente proibito interessarsi di altre malattie, gestite come monopoli da altre ditte???
    You wrote: “quando ci sono aziende a livello globale che “impongono” proprie linee di pensiero scientifico per fare affari e quindi profitto come per esempio “cronicizzare” le malattie oncologiche anziché investire in cure definitive, […]”
    RE: Mi spiace, ma proprio non concordo sui due concetti che esprimi. Il primo concetto su cui non concordo è la rappresentazione di «aziende a livello globale che “impongono” proprie linee di pensiero scientifico» e un establishment medico-scientifico internazionale composto da una popolazione di medici, ricercatori, scienziati, ecc. tutti minus habens con l’anello al naso, che acriticamente e supinamente accettano le linee di pensiero imposte dalle aziende a livello globale o – presumo – multinazionali. Si tratta di una rappresentazione della realtà che non condivido minimamente. La realtà è – a mio modo di vedere – totalmente opposta. Ma non soltanto nel mondo farmaceutico, ma nel mondo in generale. È una leggenda metropolitana quella secondo cui le aziende impongono al pubblico i propri prodotti. Le aziende semplicemente fanno emergere alla luce del sole dei bisogni sotterranei che erano sempre stati presenti e a cui i prodotti delle aziende forniscono una potenziale risposta. L’esempio paradigmatico è quello del Viagra. Il problema della disfunzione erettile (DE) è sempre stato presente durante la Storia della Umanità. Si è detto che se il pene fosse stato un organo volontario, la Storia della Umanità sarebbe stata totalmente diversa. D’altra parte, prima del Viagra e degli altri inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5, parlare di DE era un tabù e non se ne parlava neppure al proprio medico. Ora è pieno di cinquantenni, sessantenni e settantenni che vanno dal proprio medico di base – te lo dico perché lo so – per ottenere la ricetta per i vari sildenafil (Viagra), tadalafil (Cialis), vardenafil (Levitra), avanafil (Spedra),…
    Le ditte che commercializzano questi inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 hanno fatto pubblicità, hanno quindi sdoganato la DE e hanno fatto emergere un problema è però sempre stato presente durante la Storia della Umanità…. MA NON HANNO IMPOSTO UN BEL NULLA!!!!!
    Il secondo concetto su cui non concordo, ma te l’ho già detto, è quello secondo le multinazionali effettuerebbero le ricerche per “cronicizzare” le malattie oncologiche anziché investire in cure definitive.
    È esattamente come dire che le grandi multinazionali automobilistiche (Toyota, General Motors, Volkswagen, Renault/Nissan, Hyundai/Kia, Ford, ecc.) effettuano ricerche per nuovi modelli di automobili, invece che investire sul teletrasporto di Star Trek.
    You wrote:” tuttavia il singolo che contro la Medicina Ufficiale si batte con una sua tesi che poi risulta vincente”
    RE: In tutta franchezza, non mi risulta che ciò corrisponda al vero.
    Ammesso e non concesso che ciò possa essere accaduto, sono convinto che ciò rappresenti l’eccezione dell’eccezione. Cioè, un caso su un milione. Però, posso ovviamente ricredermi, se mi proponi una serie di esempi concreti e oggettivi a sostegno dell’eretico che si batte contro la Medicina Ufficiale con una sua tesi che poi risulta vincente. L’unico esempio a sostegno del tuo concetto risale alla prima metà dell’Ottocento con Semmelweis, ma siamo ancora nella fase della Scienza dei Titani e degli Eroi che piace tanto a Thomas Kuhn.

    Ciao, Aristarco
    P.S. La mia opinione vale meno di zero, carissimo Samuele, ma preferivo l’ordine del vecchio blog. Soprattutto se si usa un iPad,

    • Aristarco

      Ach!
      Caro Samuele… ho riletto or ora il mio intervento e mi sono accorto di essermi fatto troppo trascinare dall’enfasi e ho scritto cose che è meglio non scrivere :-(
      Ti chiedo cortesemente – se appena è possibile – di togliere i nomi commerciali dei farmaci che ho distrattamente citato.
      Non vorrei che ciò fosse considerato come “pubblicità al pubblico”, che – come è noto – è proibita per i farmaci etici, che non rientrino nella particolare sottocategoria dei “farmaci da banco”, per i quali puoi anche farci pubblicità alla televisione.
      Lascia – per cortesia – solo i nomi dei principi attivi.
      Occhio: in fondo te lo chiedo per una tutela sia mia che tua.
      Ciao
      Aristarco

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Cancellati (a parte il Viagra che vabbè…), ma con quello che si legge in certi commenti non credo che nessuno avrebbe mai detto nulla

        • Aristarco

          È la legge, Samuele. Anche se nessuno in effetti sembra tenerne conto. Però ti segnalo che un blogger in Belgio è stato condannato perché aveva vantato le virtù terapeutiche di un farmaco etico, con tanto di nome commerciale. Tieni conto che si è dimostrato che il blogger non aveva alcun legame con la azienda che commercializza il farmaco in questione. E anche solo citare il nome commerciale può essere considerato “promozione”, che è vietata.
          Ciao
          Aristarco

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Non so se seguivi il blog 3 anni fa, Boiron probabilmente faceva delle scansioni automatiche su internet cercando il proprio nome, altrimenti non mi spiego come fosse capitata sul mio mini-blog a minacciar querele perchè citavo il loro stupidissimo “rimedio omeopatico” per la tosse… meglio stare attenti ma senza aver paura di questa gentaglia (alla fin dei conti se hanno torto difficilmente si espongono così tanto)

          • Aristarco

            Samuele,
            Mi avvicinai al tuo blog proprio in quell’occasione.
            D’altra parte, nessuno ti avrebbe potuto – in quel particolare frangente – accusare di fare pubblicità alla Boiron.
            Il problema sorge quando il nome commerciale è riportato o in modo apparentemente promozionale o in modo – addirittura – neutro.
            Anche in modo neutro, è pur sempre pubblicità.
            E la legge 219/06 vieta ogni forma di pubblicità al pubblico dei farmaci etici.
            Ciao
            Aristarco

    • paolonesi

      @ ARISTARCO
      da Paolonesi 17 apr 01:05
      Carissimo Aristarco,
      devo risponderti a pezzi (a, b, c, d) per non far sembrare il mio post non leggibile.

      Carissimo Aristarco,
      Ciò che a me interessa è l’argomentazione. Non mi interessa né avere ragione, ma nemmeno torto, non mi interessano i miei punti di vista, ma nemmeno quelli altrui. Se poi ognuno rimanga della propria idea o la cambi poco importa; a me interessa solo argomentare, poi ognuno elabori e pensi e rifletta ciò che vuole per quello che sa o è capace. L’argomentazione porta spesso a risultati che in partenza sembrano quasi impossibili o a cui non si aveva nemmeno pensato solo di riflettere.
      Per cui se la persona con cui dialogo è concorde o non concorde con me non ha nessuna importanza pratica; importanti sono solo le riflessioni che si possono fare o elaborare per trarne magari con se stessi altre conclusioni o tesi o “paradigmi diversi”.
      Come penso di averti detto ho fatto studi economici e mi sono sempre interessato di economia e storia medievale, oltre che moderna. Inoltre ho sempre operato nel settore della sanità, e quindi sono sempre stato in contatto con medici, paramedici, tecnici sanitari, fisioterapisti , laboratori radiodiagnostici e di analisi, strutture ospedaliere pubbliche e private di alta specializzazione.
      Fatta questa lunga premessa veniamo ai punti di riflessione.
      a) Nei corsi universitari viene sempre insegnata l’economia partendo da un assioma completamente sbagliato: il Mercato Perfetto. Quindi il Mercato che si autoregola.
      Solo da pochi anni, con contributo di vari Nobel per l’economia, si incomincia a dire che il Mercato perfetto NON ESISTE. Tutto il mercato tende al monopolio o al duopolio o al limite, ma proprio al limite, all’oligopolio, cioè dove 3 o più operatori economici si accordano (fanno “cartello”) per spartirsi la “torta” di un determinato mercato.
      Se poi il mercato diventa saturo e non ci si può più espandere si “inventano” i mercati, cioè si inventano i bisogni per creare mercato. Ma quando non ci sarà più mercato da sfruttare”, diceva la Rosa Luxemburg, il capitalismo finirà…..un po’ come erano convinti i cristiani dei primi secoli del cristianesimo, quando credevano fermamente che la fine del mondo fosse prossima !
      Ma venendo alla tua osservazione della malattia XX, l’Azienda X che ne ha il monopolio ne cercherà altre di malattie con cui avere il monopolio (se ci riesce naturalmente, perché il capitalismo prevede anche il fallimento), oppure ingloberà un altra azienda farmaceutica con monopolio della malattia YY ecc ecc. (le forme di sfruttamento sono praticamente se non infinite, quasi infinite !).
      Dice il filosofo Emanuele Severino che però il capitalismo finirà per altre ragioni ! Ma questa è un’altra storia.
      (……………….segue b), c), d) )

      • paolonesi

        @ ARISTARCO (2)
        segue da Paolonesi 17 apr 01:05
        ……………

        b) ho scritto: “ ……quando ci sono aziende ……………….. per fare affari e quindi profitto come per esempio “cronicizzare” le malattie oncologiche anziché investire in cure definitive !” Questa mia affermazione è molto, molto grave. Ma è solo una mia personale intuizione esaminando i flussi di capitale investiti nella ricerca oncologica per cronicizzare la malattia chiamata cancro, invece di inviarli verso una ricerca risolutiva dei vari tipi di tumori . E questo con la scusa (a mio personale parere) che tanto guarire il cancro è molto difficile ed è meglio quindi far campare il malato anche se deve curarsi con certi farmaci tutta la vita ( e magari daranno anche meritatissimi premi Nobel……ci mancherebbe !).
        Essendo una mia personale intuizione lascia ovviamente il tempo che trova. Nessuno deve o è obbligato a crederci, nemmeno io stesso , visto che non è stata frutto di una indagine “scientifica” in senso , per l’appunto, galileiano.
        Inoltre non ha mai nemmeno pensato che i “ricercatori” o i medici o altri scienziati hanno “l’anello al naso”. Personalmente ho avuto grandi amici medici e ho conosciuto personalmente grandi chirurghi di varie specialità e nessuno di loro, per l’appunto, visto i personaggi, aveva l’anello al naso !
        Ma qui devo riportare ciò che il cardinal Ravasi (seguito poi dal Papa attuale) qualche tempo fa disse una grande verità (sebbene non farina del suo sacco). Dice Ravasi che la “Verità” nessun l’ha in tasca; non si possiede la Verità, è Lei che ti investe, che ti permea, che ti avvolge…….giusta considerazione !
        Ma il cardinal Ravasi, persona intelligente e preparatissima, nella sua tipica ipocrisia cattolica, non dice che la Verità (quella con la “V” maiuscola!) ha esattamente gli stessi aspetti della Grande Menzogna, e come lei si comporta. Quando si è avviluppati nella Verità si vede solo quella in quanto totalizzante e non si riesce a vedersi al di fuori di essa, quindi non si riesce a vedersi in maniera, lasciami dire, obiettiva. Ma la Grande Menzogna è esattamente la stessa cosa. Quando siamo all’interno di essa non si vede altro che quella. Lo sforzo per uscire dalla supposta Verità o dalla fallace Menzogna non è facile !
        Ma questo non è il luogo di cui parlare del perché succede questo.
        Volevo solo riportare un concetto che mi sembra pertinente per dire che il grande capitale di investimento a livello globale non agisce mai così direttamente, influenzando cioè o corrompendo uomini, scienziati, enti e Nazioni in maniera diretta, ma lo fa….lasciami dire…..per “osmosi”….quindi lentamente, passaggio per passaggio, paradigma per paradigma, utilizzando tutte le risorse mediatiche, scientifiche, finanziarie, letterarie (sì, anche letterarie !) e criminali possibili. L’importante è la programmazione che il capitale nei prossimi 30 o 40 o 50 anni abbia quel determinato tasso % di profitto: e ciò deve verificarsi !

        …..segue n. 3………….

        • paolonesi

          @ ARISTARCO (3) (e ultimo)
          segue da Paolonesi 17 apr 01:05
          ……………………….

          c) hai scritto: “Le aziende semplicemente fanno emergere alla luce del sole dei bisogni sotterranei che erano sempre stati presenti”…..mah ! Tu pensi davvero che nell’antica Roma desideravano già le automobili o gli aerei e che non esistendo ancora l’industria che poteva fornirgli i poveri romani hanno desistito ? Beh, però potevano desiderare le biciclette perlomeno, visto che non avevano bisogno del motore ! Scherzo naturalmente, ma francamente non vedo proprio negli esseri umani tutti i desideri possibili già presenti ancestralmente in loro; desideri che solo l’industria riesce poi a soddisfare. Mi sembra un po’ tirata come tesi !
          Per esempio se i vecchietti vanno in massa a comperare il Viagra (o simili), nessuno ha fino ad ora inventato un anti-Viagra che mi sarebbe servito e mi servirebbe veramente, visto che non ho nessuna intenzione di castrarmi ! Ma forse l’anti-Viagra non renderebbe molto economicamente suppongo , ma magari fortissime quantità le potrebbe comperare il Vaticano……….o no ?
          Scrivi: “Ma le aziende farmaceutiche non hanno imposto il Viagra”…….qui il discorso sarebbe un po’ lungo e desisto, ma potrei anche argomentarti che le cose non stanno proprio così: “la realtà non è proprio come ci appare” ha scritto il fisico Carlo Rovelli !
          d) I wrote:” tuttavia il singolo che contro la Medicina Ufficiale si batte con una sua tesi che poi risulta vincente”….vuoi degli esempi dopo Galilei ? Einstein per esempio……neppure lui ci credeva a certe sue tesi, però poi prevalsero con Dirac, Schrodinger ecc., ma all’inizio fu ignorato. Il Nobel glielo attribuirono non per la teoria della Relatività ristretta e poi Generale, ma per la luce. Poi i due medici che scoprirono l’Elicobacter ed altri.Pochi sono è vero, ma poco importa. L’importante è il cambio di paradigma, come per Internet a cui l’IBM non credette e Bill Gates ha portato una rivoluzione a dispetto di tutti.
          Ho argomentato (poco), ma dovrei scriverci un intero saggio sulle osservazioni che mi hai fatto. Ma l’importante è riflettere sulle cose dette, senza nessun bisogno di avere o non avere ragione o torto.
          [L'unico problema è che con questo modo di dialogare certe volte si prendono fischi per fiaschi, basta saltare un "non" oppure metterlo quando lo si voleva togliere ecc ecc. ]

          Cordialmente ti saluto e passo a studiare un po’……………..Paolo Nesi

          • Aristarco

            You wrote:”Tu pensi davvero che nell’antica Roma desideravano già le automobili [?]”
            RE: Se ad un Gruppo di Antichi Patrizi Romani avessi offerto un modo per andare a visitare, senza tanta fatica, la Gallia o la Hispania, penso che certamente alcuni dimostrerebbero molto interesse.

            You wrote:” il singolo che contro la Medicina Ufficiale si batte con una sua tesi che poi risulta vincente”… Einstein…
            RE: Einstein non si è battuto contro la Medicina Ufficiale.
            Esiste una leggenda metropolitana che dice che gli scienziati australiani Barry Marshall e Robin Warren che dimostrarono il ruolo eziologico del Helicobacter pylori (H. pylori) nella genesi dell’ulcera peptica furono osteggiati dalla Medicina Ufficiale: balle!
            Semplicemente la Medicina Ufficiale vuole delle prove.
            Dopo pochissimi mesi dalla conclusione del secondo studio con cui si dimostrò il ruolo dell’H. pylori, fu divulgato una Statement della Società di Gastroenterologia Americana in cui si accettava ufficialmente il ruolo di quel particolare agente patogeno.
            Però, giustamente, si disse allora che non bastava un unico studio per sostenere la teoria di Marshall e Warren e che dovevano essercene almeno due.
            Quando due studi furono conclusi, la teoria di Marshall e Warren sul ruolo decisivo del H. pylori fu universalmente accettata.
            Ciao
            Aristarco

        • Aristarco

          Caro Paolo,
          Ognuno manterrà intatte le proprie legittime opinioni.
          Come ho già detto, il sottoscritto continuerà a ritenere che le grandi aziende automobilistiche e le grandi aziende farmaceutiche scelgano di non studiare rispettivamente il teletrasporto alla Star Trek e la cura definitiva per il cancro, perché li ritengono semplicemente obbiettivi non raggiungibili nel breve-medio-lungo termine. Nel lunghissimo termine… chissà (ma nessuno investe nel lunghissimo termine).
          Ciao
          Aristarco

      • Aristarco

        Ciò che riscontro nei mercati che seguo è semplicemente diverso da quanto mi riferisci.
        Occhio: la mia non è teoria scientifica, ma semplice e banale constatazione empirica (che è valida solo – ripeto – per quella manciata di mercati che tendo ad analizzare in modo serio).
        Ciao, Aristarco.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ciao Aristarco, cosa intendi con “preferivo l’ordine del vecchio blog”?
      I commenti si possono mettere in ordine cronologico o di “importanza”, puoi scegliere tu!

      Sicuramente per chi arriva settimane dopo la discussione è molto più semplice seguire il filo del discorso adesso, prima era un delirio.
      Forse per chi è “dentro” alla discussione è più difficile, ma se ti iscrivessi a disqus avresti le notifiche per ogni persona che risponde a un tuo commento, per esempio.

  • Angel

    Leggendo ancora i vari commenti ho notato che c’e’ un’altro dato erroneo riguardo al latte. I sostenitori di Mozzi sostengono che in passato non si consumasse per niente il latte e non si consumassero latticini. I latticini si consumano da tantissimo tempo e prima della pastorizzazione si consumava il latte crudo, solo che e’ un alimento delicato perche’ se non trattato con estrema igiene c’e’ una buona probabilita’ di trasmissione di infezioni batteriche (ad es. il famoso escherichia coli, etc. etc.). Confondere gli effetti di queste infezioni dovute alla scarsa igiene con effetti del latte e’ un altro madornale svarione, che di fatto puo’ convincere molte persone.
    La cosa bella di questi articoli molto discussi sono gli spunti che ti danno per informarti riguardo argomenti che normalmente trascureresti.
    Consiglio ad esempio a tutti di leggersi la storia del latte crudo su wikipedia e altre fonti.
    Ciao!

  • cristina

    Parli e giudichi….denunci assenza di prove scientifiche…ma guarda caso se qualcuno apporta uno studio accurato pertinente al tema che hai proposto….tu lo “censuri”! …Interessante! Io ci riprovo…

    http://cocotown.altervista.org/blog/libri/83-nuovo-studio-sul-cibo-e-la-perdita-di-peso-che-sta-rivoluzionando-il-modo-di-mangiare.html

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Già altri hanno parlato del “China Study”, non censuro nulla ma i link senza altro testo vengono bloccati in automatico…

      Comunque quel libro sembra aver un buon seguito ed è scritto da persone rispettabili anche se, da quanto ho capito, attacca piuttosto duramente l’alimentazione occidentale.
      Vorrei capire se gli attacchi a latticini e carne sono legati allo sfruttamento industriale di questi anni (negli USA è legale dare ormoni alle vacche per aver più latte, ad esempio), oppure se la tesi del libro è che questi alimenti sono dannosi tout court.

      Avete un bel link al libro in pdf o devo prenderlo in biblioteca?
      Ah, l’avete letto davvero o linkate solo gli articoli che ne parlano in modo pressapochista?

      • cristina

        La tesi di questo libro è che questi alimenti sono dannosi tout court.Alla fine dell’articolo si trova un link per chi volesse acquistare il libro tradotto in italiano.In youtube puoi ascoltare la conferenza – in inglese con sottotitoli in italiano -”The China Study” relatore: T.Colin Campbell (dura circa un’ora e mezza).

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Sono curioso di capire se i calcoli sui tumori occidentali rispetto a quelli orientali li ha fatti tenendo conto che in Cina muoiono 30 anni prima, di altre malattie… spero abbia tenuto conto di tutte le variabili in gioco (tantissime).

  • Gabri

    Il punto non è se il latte è salutare o dannoso in una dieta: la cosa scandalosa è che non si può andare in televisione a raccontare che il latte provoca tumori e che una dieta li guarisce. E guadagnare soldi sulle panzane!

    • carmy

      Ma cosa dici scusa???!!!! si vede proprio che non hai ascoltato i suoi video…non ti dice mica che una dieta ti guarisce….a parte che non è una dieta, ma uno stile alimentare! lui dice sempre che: non ha la verità assoluta, che taluni cibi a lungo andare e introdotti quotidianamente posso portare a delle patologie serie, se sporadicamente introduci anche sostanze dannose come il latte o il glutine puoi anche farlo di certo non ti verrà il tumore! ognuno poi è libero di bersi due litri di latte e mangiare pizza tutti i gg..problemi di chi lo fa! e poi non guadagna soldi su quello che dice; puoi anche non richiedere la dieta c’è tutto scritto sul suo libro per il resto dite solo cattiverie gratuite su un medico che ha a cuore la salute della gente!
      p.s:volevo fare i complimenti al signore dei tumori dr veronesi che sponsorizza la pizza come alimento salutare! very compliments! che schifezza!blahhh

    • cristina

      Aa…no? Per esempio,Jane Plant ; afflitta da tumore (maligno) alla mammella,eliminando il latte e tutti i suoi derivati dalla sua dieta,ha sconfitto il tumore,che è scomparso in brevissimo tempo.Ha proposto la stessa “terapia” ad altre donne con positivissimi risultati,e ha scritto un libro (che non ho ancora avuto il piacere di leggere ) dal titolo: “La tua vita nelle tue mani” (autrice:Jane Plant ) . A proposito…quanto guadagna…che ne so…..Veronesi,per esempio…non ti preoccupa?Mozzi al confronto è un poveraccio.In realtà tutto ciò che mette in discussione il sistema viene difeso dai più coi denti stretti….anche se le prove che questo sistema ci avvelena ANIMA e corpo sono tutte a nostra disposizione,basta cercarle…e digerirle . Mozzi fa del suo meglio…nel suo cercare,e lo fa con vitalità, coraggio e sapienza.Poi sta a noi integrare il suo cammino nel nostro e prendere il meglio di ciò che delle sue intuizioni abbiamo com-preso, riconosciuto.Ri-Conoscere cosa ci fa bene e cosa ci fa male.

    • Carmelo Panarisi

      Non ho mai sentito dire da Mozzi che con la dieta dei gruppi sanguigni si possono “guarire i tumori”. Gabri, cerca di non enfatizzare erroneamente dei concetti elaborati da un tuo processo mentale.

      • Gabri

        Mozzi sostiene di guarire qualsiasi malattia con la sua dieta: è sufficiente cercare tra i video caricati su youtube. La gente telefona (telefonate filtrate molto probabilmente) e lui dice: di che gruppo sei? Cosa mangi? Elimina questo o quello e mangia questo e starai bene benissimo. E lo ha detto anche ad un tipo disperato con la leucemia. Sentito con le mie orecchie. Ma basta! Sembrate i pazienti di Vannoni: un misto di disperazione ed ignoranza

  • cristina

    Jane Plant ha sconfitto il suo tumore maligno alla mammella escludendo latte e suoi derivati dalla propria dieta alimentare. é guarita! Il tumore non c’è più! ha proposto la sua “terapia” ad altre 60 donne con esiti brillanti! Ha scritto un libro (io non l’ho ancora letto) dal titolo : “La tua vita nelle tue mani”

  • Aristarco

    L’analfabetismo scientifico e l’arroganza che trasudano tanti interventi in questo blog è veramente pauroso e sconcertante.
    È gente che crede, con assoluta fede cieca, a una variegata serie di favolette per gonzi che gli propinano. E poi si sentono pure maledettamente intelligenti!
    Loro che si leggono un libro da quattro soldi o che si vedono qualche filmato su youtube o qualche trasmissione su una tv privata, Loro hanno capito tutto.
    Invece schiere di ricercatori e scienziati, che – dopo anni e anni di studio – si sbattono tutto il giorno su microscopi, provette, computer e malati in carne ed ossa sono solo una massa di deficienti.
    Mentre Loro, con il loro Santone di turno (Di Bella, Hamer, Simoncini, Vannoni, Bonifacio, Mozzi, ecc. ecc. ecc.), hanno capito tutto.
    Mi chiedo: cosa serve studiare sei anni di medicina, e poi quattro o cinque anni di specializzazione post-laurea, e poi partecipazione a congressi e convegni internazionali, e poi mai smettere di studiare e studiare e studiare, se basta leggere un bel libro o vedersi qualche filmatino su youtube o qualche trasmissione di una rete privata, per capire tutto??

    Un tale mi ha raccontato una storiella interessante.
    Questo tale, con nessuna dichiarata specifica competenza sia come medico che come pilota d’aereo, mi raccontava che anche se avesse letto un libro o visto un qualche filmatino, non si sarebbe sentito di entrare in una cabina di pilotaggio per andare a prendere il posto di pilota di un Boeing 747, perché semplicemente riconosceva al pilota d’aereo una competenza che Lui non aveva.
    Pilota di un Boeing 747 non si diventa in quattro e quattr’otto.
    Il tale notava che se in generale si riconosce questa competenza a un pilota d’aereo, non la si riconosce al proprio medico di base.
    Molto meglio il Santone di turno.
    Molto meglio il Mozzi, il Di Bella, il Vannoni, ecc.
    Tutti questi seguaci del Santone di turno, salirebbero con il sorriso su un aereo guidato da un pilota che tutta la comunità internazionale dei piloti definisce un cialtrone e un incompetente.
    Bè,… buon viaggio!
    Aristarco

    • lorenzo

      Ricordo che Mozzi è un medico, ha una laurea in medicina,quindi ha delle basi mediche e scientifiche di cui ha conoscenza, Mozzi non è un santone, per nulla, porta avanti una sua teoria (proprio perchè studiando medicina ha scoperto secondo lui queste teorie alimentari legate hai tumori o patologie) e cerca di farla conoscere a più gente possibile, probabilmente per avere poi dati su cui lavorare e far valere questa sua “dieta” scientificamente.
      Io personalmente, nei miei commenti precedenti, sono stato diplomatico (credo e spero) cercando di far capire il più possibile, purtroppo c’è gente che nei commenti è partita in quarta, commettendo cosi l’errore più grosso passando cosi dalla parte del “protettore”, ma li capisco perchè seguendo questa “dieta” sono migliorati o guariti da patologie lievi o serie e hanno tenuto a bada o sconfitto dei tumori, mentre questo articolo va contro proprio a Mozzi colui che ha aiutato queste e altre persone seriamente.

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        “cerca di farla conoscere a più gente possibile, probabilmente per avere poi dati su cui lavorare e far valere questa sua “dieta” scientificamente”

        Ah, sareste delle cavie quindi?

        Scherzi a parte, le ricerche scientifiche si fanno diversamente, mi sembra di capire che tu non sappia come… detta molto semplicemente:
        1) si prende un campione di persone con gli stessi sintomi/la stessa malattia
        2) si preparano 2 tipi di farmaci, identici a parte che uno ha il principio attivo, l’altro no
        3) si forniscono i farmaci ai pazienti, metà avranno quello “vero” metà quello “placebo”, cioè senza principio attivo
        4) nemmeno il medico deve sapere come sono divisi i farmaci, per evitare condizionamenti
        5) si analizzano i risultati dopo un certo tempo
        6) si scopre chi aveva preso il farmaco e chi no

        Con le diete è un po’ più complesso ma si può fare lo stesso dando a tutti una dieta, per alcuni una normale dieta salutare con tutti i cibi, agli altri una dieta del gruppo sanguigno.
        I pazienti non devono conoscere il tipo di ricerca e devono pensare di avere la dieta “migliore”
        Dopo un tot di mesi si analizzano i risultati e si fanno accurati calcoli statistici.

        E’ difficile? No, infatti chi l’ha fatto ha scoperto che non ci sono miglioramenti della dieta del gruppo sanguigno rispetto al placebo (che non vuol dire non ci siano miglioramenti, ma che non ci sono miglioramenti rispetto a quelli che si avrebbero “facendo credere alle persone di aver cambiato dieta”)

        Il caso è chiuso, fino ad ulteriori ricerche che lo smentiscono

        I vostri miglioramenti potrebbero quindi essere legati ad intolleranze a qualche alimento della vostra dieta pre-Mozzi: lattosio? glutine? altro?
        Dovreste fare dei test e verificarlo… così potrete eliminare solo 1 cibo e non quasi tutto come per certi gruppi sanguigni…

      • paolonesi

        @ LORENZO
        da Paolonesi 18/4 13:02
        Carissimo Lorenzo,
        ho gia postato diverse volte sull’argomento e quindi non sto a ripetermi, ma il fatto …..ed è un FATTO ! ….. sta nel perché il Mozzi non cerca di fare una seria ricerca scientifica , con tanto di monitoraggio d parte di medici e ricercatori, su quanto ha scoperto, facendo notare tra l’altro che la questione dell’intolleranza alimentare legata ai gruppi sanguigni risale a più di 20 anni fa (e non da Mozzi !) offertami da alcuni miei amici medici – esattamente le stesse cose che dice il Mozzi -, ma che naturalmente non ottenne nessu risultato !
        Cordiali saluti….paolonesi

      • Aristarco

        Caro Lorenzo, mi segnali che Mozzi è un medico, ha una laurea in medicina, e sembra che ciò ti permette di escludere che non sia un santone.
        Occhio: la laurea in medicina non è assolutamente garanzia di nulla.
        Ricordo infatti che chi ho segnalato è Giuseppe Di Bella che era non solo medico, ma anche professore associato di fisiologia; Ryke Geerd Hamer che è un laureato in medicina (anche se non più abilitato alla professione di medico); Davide Vannoni che non è medico, ma ricordo che il vicepresidente di Stamina Foundation è Marino Andolina, che è un medico; Tullio Simoncini che è un laureato in medicina (anche se è stato radiato dall’albo dei medici); Liborio Bonifacio che era un medico veterinario.
        Infine, il seguente link rimanda a una pagina web in cui è riportato un lungo elenco di Santoni della Medicina (cioè Ciarlatani) di cui, come potrai renderti conto, molti sono – ahimè! – medici.
        http://www.fiorigialli.it/dossier/view/3_le-arti-del-benessere/406_alcuni-dei-ricercatori-eretici-
        Come allora si può distinguere un Ciarlatano della Medicina da un Titano della Medicina?
        Ti propongo allora un metodo semplice per separare il grano dal loglio, cioè per separare i grandi Titani della Medicina dai grandi Ciarlatani della Medicina.
        Tra i Titani della Medicina, riconosciuti universalmente, possiamo annoverare Alexander Fleming (lo scopritore della penicillina), Willem Einthoven (inventore dell’elettrocardiografia), René Laennec (l’inventore dello stetoscopio), Frederick Grant Banting (scopritore dell’insulina), Robert Koch (lo scopritore dell’agente causale della tubercolosi, ovverosia del Mycobacterium tuberculosis, detto anche bacillo di Koch), William Harvey (che ha descritto accuratamente il sistema circolatorio umano), ecc. ecc.
        Tra i più o meno grandi Ciarlatani della Medicina possiamo annoverare Samuel Hahnemann, l’accoppiata Davide Vannoni e Marino Andolina, Luigi Di Bella, Ryke Geerd Hamer, Tullio Simoncini, Liborio Bonifacio, insomma quelli della pagina web collegata al soprastante link.
        La differenza balza all’occhio.
        I Titani della Medicina sono tali perché, in definitiva, hanno sostanzialmente fatto UNA SOLA IMPORTANTE SCOPERTA, che in fondo è però anche “piccola”.
        In che senso si tratta di una scoperta “piccola”?
        In fondo si tratta di un minuscolo tassello della Medicina, che si aggiunge a un Corpus di conoscenze medico-scientifiche: l’insulina o il bacillo di Koch o lo stetoscopio, ecc..
        Invece, Samuel Hahnemann, Davide Vannoni/ Marino Andolina, Luigi Di Bella, Ryke Geerd Hamer,… e anche Piero Mozzi sostengono di aver scoperto un qualcosa che farebbe riscrivere buona parte dell’Enciclopedia Medica Universale.
        Ad esempio, il prof Di Bella non solo ha sostenuto di essere in grado di curare tutti i tumori, ma anche che la sua cura sarebbe stata a suo dire efficace anche contro altre patologie, come il morbo di Alzheimer, la sclerosi multipla, ecc. ecc.
        Se il MDB (Metodo Di Bella) funzionasse si dovrebbero riscrivere innumerevoli capitoli dell’Enciclopedia Medica Universale e non si tratterebbe di un aggiunta di piccolo tassello, come hanno fatto i grandi riconosciuti Titani della Medicina.
        Ciao
        Aristarco

        • Carmelo Panarisi

          Vedo che tra i ciarlatani della medicina non hai inserito il Dottor Pantellini. Cosa ne pensi della Fondazione Pantellini e della storia dell’ascorbato di potassio con ribosio? Pantellini potrebbe essere annoverato tra i Titani o i Ciarlatani….o esiste anche un’altra categoria di medici?

        • Maria Pisano

          la differenza tra un ciarlatano e un titano della medicina si comprende solo quando noti che nutrendoti in un certo modo, tu stai benissimo e non ti alzi più al mattino con terribili mal di testa, io ero costretta a prendere l’OKI tutte le mattine ora, sono mesi ormai, che non prendo nulla e sto BENE. Ringrazio il signore che mi ha fatto conoscere il dottor MOZZI e non c’è nessun commento da parte vostra che mi possa far cambiare idea. IO non ho idea se questo mi faccia venire o no un tumore, quello che, secondo me, è importante è stare bene, qualsiasi cosa si mangi ed io , con la dieta Mozzi, STO BENE .

    • paolonesi

      @ ARISTARCO
      da paolonesi 18 apr 12:58
      beh….Aristà…..su questa tua argomentazione e tua indignazione non posso che condividere ovviamente !.
      Ciaooo….paolonesi

    • paolonesi

      @ ARISTARCO
      da paolonesi 18 apr 13:18
      Beh…..Aristà…..ho dimenticato di farti notare, polemicamente scherzando, che abitiamo in Italia, quindi succubi del Vaticano. Se c’è gente che crede fermamente nella “transustanziazione” o nella “resurrezione dei corpi” (ma nel qual caso poi l’Anima dove cavolo va ?), che vuoi pretendere ?
      Il metodi scientifico Galileiano ? …….mah !
      e scusami per i miei 3 lunghi interventi del 17/4 !…….con questo strano metodo di dialogare non so se sono riuscito ad essere chiaro. Ho notato che certe correnti di pensiero quando vengono qui trascritte danno origine ad equivoci. Per esempio se tu hai pensato – ma non lo credo proprio – che io sia un vecchio militante marxista avresti preso un abbaglio !

      Cordiali saluti……paolonesi

    • mirwil1991

      mi sembra che state parlando tanto senza aver provato di prima persona solo perche’ non vi piace la persona, non indossando un camice non puo’ essere medico, vivendo senza lussi altrettanto. lui non dice che la sua ideologia e’ legge ma provare non costa niente piuttosto che imbottirsi di medicinali che avvelenano. io personalmente la seguo ed anche mio marito, niente piu mal di schiena ed endometriosi sparita. poi sta a persone, come dite voi dotate di neuroni a tirare le somme!!!!

      ps. inverno senza influenza e raffreddore..

      • Aristarco

        @mirwil1991
        Ho già dato risposta.
        Non posso fare altro che ribadire sostanzialmente ciò che ho già detto a Barbara.
        Non è ragionevole il “provare di prima persona”, perché – in primo luogo – le persone che sostengono teorie mediche strampalate, utilizzando lo slogan “provare in prima persona per credere” sono innumerevoli.
        Ma non è questo il motivo più importante.
        In fatto è che il “provare in prima persona una qualsivoglia terapia per validare una particolare cura” poteva essere accettato nel ’700 e forse nel ’800, ma non certamente nel 2014!!
        Il fatto è che non credo, e qui la strada fra mirwil1991 e il sottoscritto è ormai inesorabilmente divergente, alla validità del “provare in prima persona per credere”, perché la Scienza ci dice che intervengono in questi casi innumerevoli fattori distorcenti e fuorvianti.

        Detto ciò, non ci azzecca nulla il fatto che le teorie del dottor Mozzi siano rifiutate dal cento per cento della comunità medico scientifica internazionale con il fatto che il dottor Mozzi indossi o non indossi un camice, viva senza lussi o viva in mezzo ai lussi.

        Non concordo nemmeno sul fatto che provare non costi niente, così come non concordo su chi dice che leggere l’oroscopo, se non si crede agli oroscopi, non faccia nulla.
        Io non credo agli oroscopi.
        Ma non ci credo davvero.
        Per cui non perdo neppure un minuto a leggere il mio oroscopo, anche per una questione di igiene mentale.
        Affidarsi all’oroscopo, ai Mozzi, ai Vannoni, ai Dibelliani, alle Wanna Marchi, ecc. fa male al cervello.

        Come ho già detto a Barbara, ti invito assai caldamente a riflettere, in conclusione, sul seguente concetto: “nella Storia dell’Umanità possiamo trovare innumerevoli “testimonianze di successo terapeutico” delle più strampalate cure”.

        Ad esempio, se vai su un blog di filo-omeopati o di filo-dibelliani (cioè di sostenitori del metodo Di Bella) o di filo-agopuntori o di filo-terapia-alternativa-di-vattelappesca ecc, troverai lunghi elenchi di “testimonianze” come quella tua e di tuo marito.

        Se si potessero interpellare medici e pazienti dei secoli trascorsi, potremmo certamente raccogliere “testimonianze di successo terapeutico” di cure come il salasso. Per molti secoli, quando qualcuno stava male, gli si cavava del sangue. Ma non una volta sola. Ma più stava male, più si estraeva sangue. E, in quei secoli non lontani, tutti in coro, erano a esaltare il salasso. E si potrebbero raccogliere altre analoghe testimonianze di “successo terapeutico” con altre cure che oggigiorno sono ritenute assolutamente venefiche o semplicemente senza senso: si pensi solo rispettivamente al calomelano e all’urinoterapia!
        Ritornando ai giorni nostri, il grande inganno del Metodo Stamina e di Vannoni si basano sulle testimonianze di “successo terapeutico” riprese dalle telecamere de Le Iene.
        In conclusione, sono ovviamente felice che tu e tuo marito stiate bene e vi auguro con tutto il cuore di mantenervi sani fino a oltre 100 anni. Prendo atto del fatto che tu attribuisci lo stato di benessere tuo e di tuo marito alla dieta del dottor Mozzi. Però si dovrebbe d’altra parte riconoscere che finanche da una corposa serie di “testimonianze di successo terapeutico” – ad esempio, includente, nella fattispecie, il tuo singolo caso e quello di tuo marito – non è legittimo dedurre alcunché in termini di efficacia clinica rispetto a una qualsivoglia terapia.
        Solo la Scienza ci può dire se una terapia è valida o è una sciocchezza.
        Ciao

        • Carmelo Panarisi

          Caro Aristarco, perché rifiuti di ascoltare le esperienze di chi ha trovato la soluzione ai propri problemi con la giusta alimentazione senza l’ausilio di specialità farmaceutiche? Tu, per esempio, pensi che un diabetico debba per forza assumere i farmaci? Chiedi ai pazienti diabetici che seguono la dieta Mozzi se devono assumere farmaci. Lo so che un bambino diabetico fatica a seguire un certo regime alimentare, soprattutto quando in TV vede che tutti gli altri bambini mangiano la nutella (cacca di Ferrero) o le merende Barilla (cacca di Banderas). É solo una questione di Cultura. Purtroppo i medici sono spesso solo dei “venditori di medicine”.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Carmelo, evidentemente non hai nemmeno letto l’ottimo commento di Aristarco altrimenti avresti già trovato risposta alla tua domanda…

            Lo cito in breve:
            “Provare in prima persona una qualsivoglia terapia per validare una particolare cura” poteva essere accettato nel ’700 e forse nel ’800, ma non certamente nel 2014″

            “Se si potessero interpellare medici e pazienti dei secoli trascorsi, potremmo certamente raccogliere “testimonianze di successo terapeutico” di cure come il salasso. Per molti secoli, quando qualcuno stava male, gli si cavava del sangue. Ma non una volta sola. Ma più stava male, più si estraeva sangue. E, in quei secoli non lontani, tutti in coro, erano a esaltare il salasso”

            Una giusta alimentazione è cosa sacrosanta, quello che noi contestiamo è l’idea che l’alimentazione sia legata ai gruppi sanguigni, oltre a tutta l’antiscienza propagandata da Mozzi contro il latte e la pasta.

            I diabetici che seguono la dieta Mozzi non prendono farmaci? Dubito sia una buona idea…

          • Carmelo Panarisi

            Samuele, non sei certo un cretino, forse hai solo scarsa conoscenza dell’argomento. Lo so che andarsi a documentare direttamente da tutti i diabetici che hanno risolto il loro problema grazie alla sola alimentazione “mozziana” é cosa ardua, ma almeno ascoltane qualcuno. Non si parla di casi sporadici ma di un 100% di soggetti che non hanno più bisogno di insulina. Certo, quando poi queste persone vogliono farsi 200 grammi di pasta una volta ogni tanto, sono consapevoli di dover chiedere aiuto alle specialità farmaceutiche. Informati bene oppure evita di fare la figura del pappagallo di Aristarco.
            Il 28/apr/2014 10:02 “Disqus” ha scritto:

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Io avrei scarsa conoscenza dell’argomento mentre voi, che ascoltate telecolor, sareste informatissimi, immagino.

            Prima di tutto, di che diabete stiamo parlando, quello di tipo 1 o di tipo 2?
            Quando parli di 100%, hai delle statistiche o parli per sentito dire? Lo sai che se vai nei gruppi pro-Mozzi è assolutamente certo che troverai solo gente soddisfatta dalla cura? Non devi basarti su cosa leggi lì o cosa senti nelle telefonate in TV per decidere se una cura o una dieta funziona.

            La scienza è rigorosa e nei vari studi fatti sulla correlazione tra gruppi sanguigni e dieta è stata categoria: NON C’E’ NESSUNA CORRELAZIONE, punto.

          • Carmelo Panarisi

            La parola “scienza” si ferma spesso davanti alla parola “miracolo”. Ma dato che sia tu che io non siamo cretini, non crediamo nei miracoli. E se la scienza si ferma davanti a casi di guarigioni inspiegabili (definiti per convenzione miracoli), allora significa che anche la scienza é in continua evoluzione… non é un dogma. Caro Samuele ti prego di non considerare la scienza come un dogma. A proposito, tu preferisci gli agnostici o gli atei? Grazie per la riposta. Un caro saluto.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            La scienza non è un dogma, assolutamente!
            Infatti alla base della scienza c’è il principio di falsificabilità!

            Una teoria deve essere confutabile in qualche modo, per essere ritenuta scientifica (ad esempio: se trovi una mela che invece che cadere a terra viaggia in direzione opposta hai falsificato la teoria newtoniana della gravità: complimenti!)

            Mozzi non segue i metodi scientfici, fornisce una teoria basandosi esclusivamente sul feedback di una parte delle persone che seguono le sue teorie, in modo non controllato e non verificabile.

            Se permetti io sono aperto a tutte le rivoluzioni scientifiche possibili, ma mi aspetto che almeno il metodo usato sia quello che da alcuni secoli funziona così bene… non mi pare di chiedere molto!

            P.s. in genere preferisco gli atei, gli agnostici tendono a non schierarsi e questo astensionismo mi infastidisce :-)

          • Carmelo Panarisi

            Bene hai fatto un ottimo ragionamento del tutto condivisibile. Devi sapere che io ho un sacco di amici che di mestiere fanno gli informatori farmaceutici e non mi nascondono il marciume che c’é dietro alla vita di una specialità farmaceutica. Sono loro i primi a vergognarsi. La faccio breve: se invece del “mangiar sano” si preferisse l’utilizzo di integratori o, ancor peggio, di farmaci, ecco spiegato il perché Mozzi non trova antagonisti nel dibattito televisivo. Un importante ematologo italiano, l’amico Fioritoni (ex pimrario di ematologia di Pescara da 1 anno in pensione) ha ammesso di essere ignorante in materia, ma ha anche apprezzato i meccanismi che portano a considerare valide le teorie (ma anche le esperienze sul campo) di Mozzi. Quindi, dire che non c’é alcuna connessione tra regime alimentare e gruppo sanguigno é semplicemente una presa di posizione inutile, VALIDA SOLO PER COMBATTERE L’IGNORANZA DI COLORO CHE ENFATIZZANO I BENEFICI DELLA MOZZI DIET PROPAGANDANDO IGNORANTEMENTE GUARIGIONI MIRACOLOSE. Un po’ come il pescatore che abbonda sempre sulle misure del pesce catturato. Perché schierarsi come fanno le tifoserie campaniliste? Io credo sia meglio restare superpartes, soprattutto se si vuole fare buona informazione.
            Ciao a presto.
            Il 28/apr/2014 16:54 “Disqus” ha scritto:

          • Aristarco

            … ccidentii!!!
            Ma tutte le linee-guida del mondo affermano che l’approccio iniziale al diabete mellito di tipo 2 deve essere fondato solo su alimentazione e stili di vita e non su farmaci!!
            Conosco benissimo una cara persona, anche proprio oggi è venuta a casa mia, che era diabetico e obeso e iperteso senza “se” e senza “ma”.
            Scendendo nei dettagli, questa persona aveva eseguito più volte gli esami del sangue e la glicemia era sempre superiore ai 126mg/dl, che è il valore-soglia per fare diagnosi di diabete mellito; inoltre la pressione arteriosa era stabilmente sopra i 140/90 mmHg , che è il valore-soglia per fare diagnosi di ipertensione arteriosa; e infine l’indice di massa corporea era superiore a 30, che è il valore-soglia per fare diagnosi di obesità.
            Il suo medico di base – seguendo semplicemente e banalmente i criteri classici della medicina standard o ufficiale o tradizionale – lo ha convinto a effettuare un percorso di salute con particolare attenzione rivolta ad alimentazione e stili di vita.
            La persona in questione oggi non è obeso, non è iperteso e non è diabetico. E ovviamente non assume alcun farmaco e sta benissimo.
            Il problema di fondo è che spesso le persone non riescono ad automotivarsi e, anche se lo negano, trovano più facile (e, in effetti, è indubbiamente più facile) prendere la pilloletta che attivarsi a fare ginnastica e a cercare di cambiare certe “brutte” abitudini alimentari.
            Si potrebbe – a questo punto – criticare ferocemente e giustamente il sottoscritto sostenendo che si richiama l’attenzione su un singolo caso aneddotico, quando a più riprese stigmatizzavo tale modo di ragionare.
            Allora, a sostegno di quanto affermo, cito il celeberrimo studio clinico (il migliore nel suo settore) “Look AHEAD (Action for Health in Diabetes)” che invece è uno studio metodologicamente ineccepibile e che dimostra come si possa – senza pillole – migliorare il proprio stato di salute (e senza scomodare i gruppi sanguigni).
            Per dettagli si veda: https://www.lookaheadtrial.org/public/home.cfm
            Ciao
            P.S. Su questa problematica degli stili di vita e dell’alimentazione e del grande studio surricordato sarebbe assai intrigante effettuare opportuni approfondimenti. E invece si è qui a discutere di Mozzi. Che tristezza.
            Mi ricorda Richard Dawkins che si lamentava di sentirsi in dovere di parlare contro gli anti-evoluzionisti, quando avrebbe di gran lunga preferito approfondire le tematiche più ardite del neo-darwinismo.
            Mi sento come Richard Dawkins.
            Parlo contro i filo-Mozziani, quando preferirei di gran lunga chiacchierare su tutti i risvolti dello studio Look AHEAD che ha dato luogo a sorprese e a grandi dibattiti.

      • Carmelo Panarisi

        Con la dieta Mozzi mia figlia ha risolto tutti quei problemi relativi all’apparato digerente che specialisti “illuminati” da 200 euro a visita (allergologo, dietologo-endocrinologo, gastroenterologo) non hanno saputo risolvere. Se volete faccio i nomi in privato di questi luminari di Stoca…..non di Stoccarda).

      • mery60

        ma TU che critichi tanto cosa sei medico ? specializzato in cosa ? grazie ! ciao

      • Angel

        ritornate sempre sugli stessi punti, e il problema e’ che non capite cosa vi viene contestato. Non ha senso dire “l’ho provato, funziona”, non dimostra che il gruppo sanguigno e il modo in cui si digerisce siano in qualche modo correlati. La non veridicita’ di questa affermazione e’ cio’ che vi viene contestato. Non (ad esempio) il consiglio di mangiare verdure.
        Inoltre, capisco e apprezzo tanto lo sforzo di pazienza sia di Samuele che di Aristarco, e degli altri. Lo sforzo di rimanere calmi nel rispondere a chi, senza aver studiato praticamente niente di medicina, afferma con presuntuosa superiorita’ di essere dalla parte della ragione poiche’ “ipse dixit”.
        Non riuscite ad avere il dubbio che potreste essere stati ingannati?
        Non riuscite ad avere il dubbio che potreste sbagliarvi?
        Personalmente mi sono posto il dubbio di essere io nel torto, ma leggendo, informandomi e confrontando le opinioni di Mozzi con la realta’, ho trovato alcune affermazioni ovvie, molte affermazioni confutate dalla realta’ e alcune assurde. Pero’ me lo sono posto il dubbio… almeno quello!!!

    • Roberto Pagnotta

      Aristarco dimentichi un piccolo particolare. Molta gente comincia a diffidare dei piloti di Boeing 747 dopo essere saliti per piu volte su di un aereo ed avere rischiato di morire per delle banalità che hanno sempre sentito dire dovessero essere l’abc di cio che un vero pilota dovrebbe saper gestire. Ora dopo piu di una esperienza negativa, qualsiasi individuo che non sia una capra assoluta, comincia a chiedersi se è sempre stato vittima di coincidenze incredibili o se i piloti esperti a cui si era affidato non fossero in realtà dei perfetti idioti. E cosi che si arriva ai Mozzi. Ora io non posso sapere se il cercare l’alternativa porti ad un miglioramento (di Mozzi poi non ne so nulla) ma di sicuro c’è che gli ‘esperti’ da cui si è fuggiti erano degli idioti (nonostante gli anni di studio), il resto è un incognita. Nessuno altrimenti si sottrarrebbe alla rassicurante convinzione che il sistema sanitario e il tuo semplice medico di famiglia si occupano di te alla perfezione e che basta solo una pillolina per risolvere il problema senza doversi sbattere a destra e a manca.

      • Aristarco

        Caro Roberto,
        Questa gente che ha cominciato a diffidare dei piloti di Boeing 747 è gente che ragiona non con mente fredda e che si fa facilmente autosuggestionare.
        Ogni giorno dell’anno, innumerevoli Boeing 747 solcano i cieli del nostro pianeta e gli incidenti sono straordinariamente pochi. Questa gente di cui parli si autoconvince, senza alcun fondamento concreto e oggettivo, di “avere rischiato di morire per delle banalità”: ciò si chiama “autosuggestione”.
        L’autosuggestione ha un potere su noi stessi assolutamente formidabile!
        Non dobbiamo avere la protervia di sostenere di essere immuni all’autosuggestione, perché saremmo solo degli stupidi che si vogliono autoconvincere di essere dei furbi.
        La Scienza Medica moderna ci spiega che il problema della suggestione, dell’inconsapevole autoinganno, è proprio di ogni essere umano.
        La Scienza Medica moderna ha anche però stabilito delle procedure per verificare se un determinato presidio potenzialmente terapeutico sia valido o meno, al netto dei vari fattori confondenti, fra cui la suggestione.
        Ovviamente il potere della suggestione – che in modo molto grossolano può essere fatto rimandare a ciò che si chiama effetto placebo – è ovviamente presente comunque anche nella medicina occidentale, tradizionale, ufficiale.
        Se infatti si leggono con attenzione molti studi clinici si scopre che l’effetto terapeutico di un determinato farmaco è composto da “effetto placebo” + “effetto farmacologico in senso stretto”.
        Ciò che lascia sbigottiti è il fatto che in molti studi, l’effetto più “grande” è rappresentato dall’effetto placebo, mentre l’effetto farmacologico in senso stretto è relativamente più “piccolo”!! :-O
        E allora perché non si somministra solo placebo?
        Perché due effetti “terapeutici” è sempre meglio di uno :-)
        Questo effetto placebo (che il sottoscritto preferisce chiamare “effetto terapeutico non farmacologico”, perché “effetto placebo” è una terminologia che può generare delle ambiguità su cui non voglio soffermarmi) è presente in modo massiccio in tutte le medicine alternative (Mozzi, antroposofia, Di Bella, omeopatia, agopuntura, Metodo Stamina, stregone Bongo Bongo, ayurveda, mamma Ebe, ecc. ecc.).
        In conclusione, la medicina occidentale, ufficiale, tradizionale, convenzionale, ecc. è il meno peggio che abbiamo a disposizione. Su innumerevoli problemi tale medicina è inefficiente. Ma è certo al mille per mille che è assolutamente folle il solo pensare che vi sia la minima possibilità che “il cercare l’alternativa porti ad un miglioramento”.
        Ciao
        Aristarco

        • Roberto Pagnotta

          La conclusione che chi ha cominciato a diffidare dei ‘piloti’ sia gente che non ragiona, suggestionabile etc è assolutamento faziosa e acritica. Anche ammettendo che c’è sempre una buona percentuale di creduloni in ogni gruppo o categoria, il ragionamento secondo cui se un medico ‘ufficiale’ non è in grado di rilevare un problema o di curarlo allora il problema non esiste e quindi il paziente si inventa tutto (ergo è un idiota) , è assolutamente arrogante è dimostra una completa mancanza di obbiettività critica e di rispetto per il prossimo. Una persona veramente logica e obbiettiva dovrebbe sempre circostanziare ogni sua supposizione con valide prove. In realtà le cose vanno spesso diversamente. Molte persone che vengono arrogantemente e rozzamente scaricate come ipocondriache o che vengono indirizzate verso diagnosi psichiatriche potrebbero avere disturbi cronici che non sono conosciuti dal ‘medico’ medio, che è risaputamente scarsamente aggiornato. Disturbi come Fibromialgia e CFS ne sono un esempio lampante. Ci vuole davvero molta arroganza per dire ad una persona che soffre di dolori generalizzati da anni, che non ha niente e che i suoi dolori sono ‘inventati’, frutto di ansia, paranoia etc. Ci vuole veramente arroganza e profonda idiozia per pretendere di poter dire ad una persona quello che ‘sente’ ed allo stesso tempo fare affidamento su ciò che la persona ti dice per fare un anamnesi (si dice cosi, no?), che in alcuni casi (psichiatri) è l’unico strumento a disposizione del medico. La verità è che c’è una larga fetta di malati i cui problemi non vengono semplicemente riconosciuti dal medico medio e che soffrono per anni relegati in un limbo in cui sostanzialmente devono autonegare a se stessi di stare male perche non hanno ricevuto l autorizzazione ufficiale del sistema sanitario. oppuer che venghono messi sotto psicofarmaci e rovinati senza che i loro problemi migliorino per anni perche i medici si ostinano a dover a tutti i costi far entrare il loro caso in una categoria sbagliata perche non sanno che altro pensare. L’ignoranza dei medici è un gigantesco monolite per molti di quelli che hanno la sfortuna di incappare in problemi che esulano dall ordinario o dalla semplice influenza, infezione o qualsiasi altra patologia acuta di cui gli ospedali sono pieni. Potrei fare molti esempi ma ne faccio solo 2, i piu semplici da capire e i piu eclatanti: Una febbre che mi si è protratta per quasi 4 mesi, dopo 1 e mezzo mesi dall inizio non si riusciva a capirene la causa, il capo reparto di malattie infettive di un ospedale importante della mia città ebbe il coraggio di considerarmi ipocondriaco perche secondo lui i miei globuli bianchi erano troppo bassi. Mi ci sono voluti altri 25 giorni per trovare un internista che fosse in grado di scoprire che si trattava di una semplice mononucleosi, oltretutto il problema non fu mai risolto ma quantomeno individuato.
          Altro esempio, la distonia focale che riuscii a farmi diagnosticare per puro miracolo dopo essere stato diagnosticato come al solito come ipocondriaco solo dopo aver fatto l’inferno e aver minacciato il medico in questione di denuncia, solo allora mi furono fatti una serie di accertamenti che per puro caso mi portarono all attenzione di una neurologa che ‘aveva una volta sentito parlare di una cosa simile alla mia’ e mi mando da un altro neurologo a sua volta. La maggior parte dei pazienti non avrebbe fatto come me in quanto molti hanno una sorta di timore reverenziale nei confronti dei medici e della loro autorità (che voi ovviamente condividete) e avrebbero accettato la diagnosi di ipocondria tenendosi il problema per anni in silenzio. Vedete la realta come tutta bianca o tutta nera, ma la situazione è anni luce diversa…
          Riguardo ai discosri che qualcuno a fatto sul ‘prenderci a caso’ con un 50% di successi della dieta Mozzi (che io non ho provato) vi ricorderei che molti farmaci hanno una percentuale di efficacia di molto inferiore eppure nessuno accusa i medici che li prescrivovo o le case farmaceutiche di truffa. Gli antidepressivi ad esempio sono efficaci solo in un 30-35% dei casi, almeno un buon 40 percento sono i cosidetti non-responders che non hanno benefici da NESSUN antidepressivo, poi ci sono quelli che hanno benefici minimi o non risolutivi. Io in persona ho assunto antidepressivi per 11 anni e mai nessuno di loro ha avuto un effetto antidepressivo.

          • paolonesi

            @ Roberto Pagnotta 20 mag 14 12:54
            da Paolonesi 20 mag 14 15:00
            Carissimo Roberto,
            visto che mi tiri in ballo col tuo post di cui in riferimento:
            “Riguardo ai discosri che qualcuno a fatto sul ‘prenderci a caso’ con un 50% di successi della dieta Mozzi…”, forse c’è un fraintendimento. Quindi cercherò di precisare.
            Il fatto “del prenderci a caso (da parte della dieta di Mozzi) è una cosa nettamente diversa dall’usare farmaci. Il Mozzi con la sua dieta….”toglie”, il farmaco invece è un qualcosa che viene “aggiunto” dopo aver proceduto ad una sperimentazione.
            Se, supponiamo, prendi degli antidepressivi di vario tipo ed io te li tolgo uno ad uno, qualcosa deve pur succedere (oppure no). Se non succede nulla significa che gli antidepressivi su di te non funzionano. Se invece togliendone uno dei tanti ti aggravi, significa che quel farmaco funziona in tutto o in parte. Se invece togliendolo migliori, allora megio buttare via tutto ! In ogni caso non è un “prenderci a caso”….è il metodo che mi dice cosa può succedere (G.Galilei).
            Se forse tu volevi dire che oggi come oggi i medici di base non sono più veri “diagnostici”, basandosi solo sugli esami fatti da specialisti nelle singole materie (esami del sangue, ecografie, ecocardiografie, doppler, TAC, risonanze magnetiche ecc ecc.), ma incapaci di coagulare il tutto per dare una “diagnosi”….beh, purtroppo avresti ragione.
            E hai ragione pure sulla scarsa efficacia percentuale degli antidepressivi, però non capisco per quale motivo hai preso per 11 anni degli antidepressivi senza averne benefici….non potevi smettere …che ne so…dopo un anno ?
            Ad ogni modo la mia affermazione statistica del 50% di Mozzi non c’entrava nulla col discorso che poi hai fatto: ecco il fraintendimento.
            Cordiali saluti….Paolonesi

          • Roberto Pagnotta

            Paolonesi, senza offesa, spero che tu non sia un medico perche hai davvero le idee poco chiare…
            Allora è assurdo dire che per testare l effetto di un farmaco come un antidepressivo si osserva la reazione all interruzione di questo. E una follia. Casomai il contrario. Si osserva l effetto del farmaco su una persona assolutamente pulita, cioé che non assume altri farmaci o che non ne ha assunti recentemente. Farmaci come gli antidepressivi ed ancora dippiu gli antipsicotici causano assuefazione qualsiasi sia l effetto che hanno su di te. anche se non migliorano i tuoi disturbi alterano comunque la tua chimica cerebrale e l’interruzione va fatta sempre gradualmente e con tutte le precauzioni. Ma anche così spesso l’organismo reagisce malamente e si possono avere sintomi paradossi come l’insonnia causata dall inrterruzione di un sonnifero. Psicosi da interruzione di antipsicotico è un classico. Anche se non sei psicotico ma prendi un antipsicotico per mesi o anni all interruzione potresti avere sintomi psicotici causati dall astinenza.
            Ho preso antidepressivi per 11 anni, perche alla faccia delle metodologie scientifiche, il fatto che non reagisci ad uno non significa in teoria necessariamente che non possa funzionare un altro, e così ne avro provati 6 o 7 diversi nell arco di 11 anni. considera che per ognuno se ne andavano da 6 a 8 mesi per essere sicuri che non ci fosse davvero nessun effetto. E ti diro di piu, dopo aver provato il prozac che non tolleravo ho cominciato a soffrire per la prima vola in vita mia di affaticamento, cosa che non mi ha piu lasciato. Ma siccome i medici non ci capiscono un cavolo presumibilmente io sto benissimo, per loro. Prima fanno il danno, poi siccome non hanno i mezzi o le competenze per capire che cosa hanno incasinato, ne negano l esistenza.
            Questo per far capire che molti individui che si rivolgono alle medicine alternative sono persone realmente malate che sono state abbandonate dalla medicina ufficiale. Stai tranquillo che un fibromialgico che va da un medico qualsiasi che non sia un reumatologo serio, si sentira dire che è un ipocondriaco e che è sano come un pesce.

    • lorena

      Ahahah!! Paragoni che non stanno né in cielo né in terra!!
      No ma fate proprio ridere sapete?
      Vedervi così accaniti mi fa ancora più ridere!!
      Facciamo così, voi continuate a credere alle cagate delle aziende farmaceutiche, noi “mozziani” ci curiamo con i prodotti della terra come facevano i nostri avi ;)

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Lorena il problema non sono i prodotti della terra, è la “dieta del gruppo sanguigno” che è una cazzata, possibile che non ci arriviate?

        Cosa c’entra il vegetarianesimo o il biologico o il ritorno agli alimenti dell’orto con Mozzi? NIENTE.

        L’articolo parla chiaro, io attacco Mozzi per la sua dieta legata ai gruppi sanguigni e alle sue cavolate sui latticini, punto.

        • lorena

          Aspetta, tu sei veramente convinto che il latte faccia così bene?
          Hai presente quella “storia” che dice che il latte fa bene ai denti e li rinforza per via del calcio?
          Ecco, ora fammi capire tu gli animali che possiedono zanne come gli elefanti e denti affilati come i carnivori come fanno ad avere quei denti senza bere latte di mucca. No perché allora qualcosa non quadra.
          Ma dai, suvvia, va bene essere ignoranti, ma qui si sta parlando proprio delle basi.
          E cmq il ritorno al biologico con mozzi c’entra eccome, in quanto mangiando sano e naturale si prevengono un sacco di patologie.
          Siete voi ostinati che non vedete l’evidenza.
          Nei supermercati comprate merda che poi vi fanno venire problemi e dove andate per risolverli? In farmacia.
          Se non è un circolo vizioso questo!!!!
          Dimenticavo, se esistono gruppi sanguigni che rispondono in un certo modo al tipo di alimentazione non c’è nulla da meravigliarsi.
          Ed è tutto collegato alla genetica.
          Informiamoci. Grazie

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Che pazienza bisogna avere…

            “mangiando sano e naturale si prevengono un sacco di patologie” è un’ovvietà con cui siamo d’accordo tutti.
            Mozzi dice centinaia di cose ma fonda la sua “teoria” e i suoi libri su due punti cardine, che sono immense sciocchezze:
            1) bisogna fare una dieta in base al proprio gruppo sanguigno (la genetica è una cosa, il gruppo sanguigno un’altra…)
            2) i latticini causano ogni male

            Il mio articolo parla di questo, se vogliamo discutere del biologico, di certi alimenti presenti al supermercato e dei danni causati dall’eccesso di medicinali scopriremmo di essere praticamente d’accordo su tutto, MA NON STIAMO PARLANDO DI QUESTO!

            Lo ripeto di nuovo, se Mozzi dicesse semplicemente “mangiate sano e non comprate schifezze al supermercato” sarebbe un simpatico e saggio nonno, invece a queste due ovvietà aggiunge una sequenza di sciocchezze inaccettabile che crea ignoranza nella gente che guarda la TV/legge i suoi libri e pensa che in quel medico ci sia la soluzione ai propri mali

          • lorena

            I latticini causano moltissime patologie, in quanto la caseina contenuta nei suddetti alimenti è cancerogena.
            La dieta del gruppo sanguigno ha sicuramente più fondamento rispetto alle ricerche scientifiche fatte dai tuoi tanto idolatrati medici che si fanno il culo per trovare soluzioni a malattie che vengono causate semplicemente da ciò che mangiamo e dal nostro stile di vita.
            “Siamo ciò mangiamo” dicevano..
            Poi ognuno è libero di seguire la dieta che vuole.
            Cmq poi ti metterò un link sull’origine dei tumori in relazione al cibo e di conseguenza ai gruppi sanguigni.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ti ricordo che i latticini sono alla base dell’alimentazione dell’uomo da 7000 anni, ci sono zone in Italia in cui negli anni ’30-’60 dello scorso secolo ci si sfamava solo di latte e formaggi (vedi la provincia di Sondrio, da dove provengo io).

            La canceroginicità degli alimenti è studiata e la caseina è lontana da essere considerata un vero pericolo… ci sono cose molto più cancerogene a cui non pensiamo nemmeno (il diesel per esempio, o il radon…).

            Meglio non esagerare con gli ormoni animali, questo è verissimo. Ma creare terrorismo contro i latticini è assurdo e antiscientifico.

            Perferisco un vegano ad un mozziano, almeno il primo ha una teoria sensata “non voglio mangiare nulla che sia di origine animale”, anche se non condivisibile, per quanto mi riguarda (siamo onnivori, mangiare carne/uova/latte con moderazione fa bene oltre che essere un piacere).

  • Viidix

    Ripubblico anche qui il mio commento al post successivo:

    Vedo che in alcuni commenti si raggiungono livelli di ignoranza
    veramente abissali quindi forse è il caso di tornare ai fondamentali:

    Prima
    di tutto la scienza: da come ne parlano alcuni sembra che una ricerca
    scientifica sia semplicemente l’opinione degli scienziati su un
    determinato argomento, non è così, nella scienza le opinioni contano
    sega, la fama, l’essere un luminare, ecc. contano sega, per stabilire la
    verità di un’affermazione la scienza si basa su un unico principio: LA
    NATURA E’ L’UNICO GIUDICE DELLA VERITA’.

    Come disse Feynman: “non
    c’è un’autorità che decida quale idea sia buona e quale no: non abbiamo
    più bisogno di verità rivelate. Possiamo consultare il luminare di turno
    e chiedergli di illustrarci il suo punto di vista, e poi fare gli
    esperimenti del caso e scoprire se quel che dice è vero oppure no. Se
    non è vero, peggio per lui: è così che le ‘autorità’ perdono un po’
    della loro ‘autorità’ “.

    Quindi quando voi dite “dovete provare
    prima di giudicare” e vi dicono c’è stata una ricerca scientifica in
    proposito vi stanno dicendo: ABBIAMO PROVATO e provando abbiamo
    scoperto… (conclusioni della ricerca in questione)

    Penso sia
    bene ricordare a tutte le persone che disprezzano la scienza che essa è
    nata proprio quando si sono rifiutati gli ipese dixit e si è iniziato a
    fare proprio quello che loro suggeriscono cioè provare tutto, ma si è
    anche scelto di e accettare come verità solo ciò che supera la prova dei
    fatti

    Una verità è scientifica non quando la dice uno scienziato
    ma quando supera la prova dei fatti LA NATURA E’ L’UNICO GIUDICE DELLA
    VERITA’.

    Infine una piccola nota per queste persone: Le risposte
    seccate che molto spesso ottenete sono dovute al fatto che dopo aver
    provato una palese caz**ta 1, 2, 3, 10 volte uno comincia anche a
    seccarsi; quando un’affermazione è falsa e abbiamo verificato decine di
    volte che è falsa continuare a provarla come chiedono certi elementi non
    la farà diventare più vera.

    Per concludere consiglio a tutti
    quelli che si riempiono la bocca di parole come “scienza ufficiale” o
    “medicina ufficiale” di leggere “Il senso delle cose” di Richard Feynman
    così forse capirete cos’è veramente la scienza e che “scienza
    ufficiale” è un ossimoro

    • gabriele

      Un altro fatto che si nota è questo: gli interventi che mettono in dubbio la dieta Mozzi sono dei ragionamenti logici da cui traspare anche un certo bagaglio culturale. Gli interventi pro Mozzi sono delle attestazioni di fede, sganciate dalla logica e da cui traspare il vuoto culturale. Per questo, nel mondo, maghi, ciarlatani, fattucchiere, santoni ed altro riescono ancora ad arricchirsi sfruttando ignoranza, bisogno e debolezza

      • paolonesi

        @ GABRIELE
        da paolonesi 20 apr 21:00
        carissimo Gabriele,
        hai ragione da vendere, ma non è una novità !
        Che possiamo aspettarci in un paese dove c’è gente che crede ancora alla transustanziazione, alla resurrezione dei corpi, ai miracoli, agli dei……ecc. ecc. ! Figuriamoci se non crede al Mozzi …..ecchediamine !
        Non prendertela più di tanto….ciaooo…paolonesi

    • paolonesi

      @ VIIDIX
      da paolonesi 20 apr 21:28
      carissimo Viidix,
      capisco bene ciò che vuoi dire, anche perché conosco bene le opere di Feynman, e sottoscrivo ciò che hai detto, ma non per essere polemico, credimi, ma dovrei fare alcune osservazioni.
      Le cose non stanno proprio come dici, non sono così semplici.
      Come fa la Natura ad essere l’unico giudice quando sono proprio le cose della natura che dobbiamo scoprire ?
      Mi spiego subito.
      Abbiamo visto proprio nella fisica che la realtà è probabilistica. Come saprai bene un elettrone non si sa mai con certezza dove si trova e quale sia la sua energia: o l’uno o l’altro. Sappiamo però che con una certa probabilità “può” occupare determinate posizioni .
      Quindi non c’è certezza, se non statistico-probabilistica.
      Un giudice di un tribunale non può condannare una persona all’ergastolo perché probabilmente ha commesso un determinato omicidio !
      O il giudice è convinto che quella è la verità oppure non può condannare (con ciò si può anche sbagliare naturalmente).
      Quindi il concetto di VERITA’ è un po’ da stabilire o quantomeno rifletterci.
      Inoltre come la mettiamo con la cosiddetta “teoria delle stringhe” ? E’ scienza o non è scienza ?
      La Teoria delle stringhe si basa esclusivamente su tesi, formule e sulla validità delle formule matematichei, ma non si riuscirà mai a fare degli esperimenti, perchè occorrerebbe, a quanto pare, un acceleratore grande come una intera Galassia o forse più !
      Quindi l’affermazione: “la natura è l’unico giudice della verità” va presa , come si dice, “con le pinze”, e senza parlare di cosa si intende per natura e cosa per verità.
      Un testo interessante che credo ti piacerà: “La realtà non è come ci appare” del fisico Carlo Rovelli (ed. Scienza e Idee).
      Cordiali saluti…………paolonesi

  • Gabriele

    Art. 56
    - Pubblicità dell’informazione sanitaria -

    La pubblicità dell’informazione in materia sanitaria, fornita da singoli o da strutture sanitarie pubbliche o private, non può prescindere, nelle forme e nei contenuti, da principi di correttezza informativa, responsabilità e decoro professionale.

    La pubblicità promozionale e comparativa è vietata.

    Per consentire ai cittadini una scelta libera e consapevole tra strutture, servizi e professionisti è indispensabile che l’informazione, con qualsiasi mezzo diffusa, non sia arbitraria e discrezionale, ma obiettiva, veritiera, corredata da dati oggettivi e controllabili e verificata dall’Ordine competente per territorio.

    Il medico che partecipa, collabora od offre patrocinio o testimonianza alla informazione sanitaria non deve mai venir meno a principi di rigore scientifico, di onestà intellettuale e di prudenza, escludendo qualsiasi forma anche indiretta di pubblicità commerciale personale o a favore di altri.

    Il medico non deve divulgare notizie su avanzamenti nella ricerca biomedica e su innovazioni in campo sanitario, non ancora validate e accreditate dal punto di vista scientifico in particolare se tali da alimentare infondate attese e speranze illusorie.

    Questo è quanto riporta il Codice Deontologico dell’Ordine dei Medici. Ordine al quale il dottor Mozzi è iscritto. Secondo voi, lo rispetta? Domanda retorica. E se non lo rispetta, perché l’ordine non interviene?

    • Aristarco

      Ti chiedi come mai l’Ordine dei Medici non interviene su Mozzi.
      Perché l’Ordine dei Medici, che io sappia, non entra (quasi) mai in gioco – ahimè!- contro le manifestazioni di stregoneria dei laureati in medicina.
      Medici acquaioli che curano con l’acqua fresca (= omeopatia), medici sarti che curano con gli spilli (= agopuntura), medici fioristi che curano con i fiorellini (= fiori di Bach), ecc. non sono oggetto di richiamo da parte dell’Ordine.
      Ricordo ancora che diversi medici bresciani effettuarono la tuttora misteriosa terapia Stamina mentre, sollecitata a questo riguardo, Luisa Antonioni, vicepresidente dell’Ordine dei medici di Brescia, ha testualmente detto che: «L’Ordine si può muovere solo nei limiti del codice deontologico» e quindi – come Ordine – non si può fare nulla.
      Eppure l’articolo 13 del codice deontologico dei medici parla chiaro: «Sono vietate l’adozione e la diffusione di terapie e di presidi diagnostici non provati scientificamente o non supportati da adeguata sperimentazione e documentazione clinico scientifica, nonché di terapie segrete».
      E allora a cosa serve l’Ordine dei Medici?
      Non lo so.
      Personalmente mi sembra che sia una delle innumerevoli Istituzioni inutili che sono solo una voce di spesa, cioè solo un costo per la Società, ma d’altra parte gli Ordini sono troppo consolidati e radicati perché possano essere messi in discussione, in un Paese di conservatorismo come il nostro.

    • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

      Cosa c entra quello che scrivi col dottor Mozzi ? Un medico naïf che non varca la soglia di un ospedale , nel senso che non è un dottore impegnato e in carriera , un medico che da sempre con coerenza ha diffuso e sostiene le sue affermazioni e le sue conoscenze , utilizzate con successo da un numero sempre crescente di persone , con ottimi risultati .
      Credo , rispondendo alla tua ultima frase , che l ordine prenderà posizione e provvedimenti soltanto quando il dott mozzi diventerà una minaccia finanziaria per loro e/o per le case farmaceutiche , perché tutto sbatte sempre li

  • Barbara

    ho deciso di partcipare a questa discussione per portare alla luce la mia esperienza personale sulla dieta Mozzi.
    Mi e` stata diagnosticata una spondilite anchilosante e da circa 2 anni ho preso di tutto: antinfiammatori, immunosoppressori, farmaci biologici, ecc…ma senza grossi risultati, poi x caso ho scoperto su internet questo medico con la sua dieta e ho voluto provare…..tanto peggio di come stavo..
    Io di gruppo 0 mi sono messa a mangiare carne, pesce, uova, frutta secca e tantissime verdure, ho tolto i cereali soprattutto con il glutine, tutti i latticini e gli zuccheri. Tutto questo tassativo x circa 4 mesi e…..con mia meraviglia: dolori spariti, stanchezza sparita, una grande energia e quelle ghiandole doloranti al seno che avevo da anni sono scomparse nel nulla + analisi del sangue perfette.
    Che dire……..merito di chi?…….lascio a voi la risposta…..
    .

    • Massimo

      Bella testimonianza Barbara, ma in questo blog di scettici cade un po’ nel vuoto. tanto questa gente viaggia dritta x il suo sentirto con un bel paio di paraocchi e non esiste testimonianza in grado di fargli cambiare idea. Inutile incaponirsi a discutere con loro.

      • Barbara

        Ho solo voluto portare a conoscenza di coloro che hanno un cervello che elabora e mette da parte consigli preziosi utili in caso di malattia……..tanto prima o poi tutti avranno a che fare con la salute…….allora tocchera`a loro decidere quale sara` la strada giusta.

        • Aristarco

          Barbara, dato che parli di persone dotate di un cervello in grado di elaborare, prova a vedere se riesci a elaborare questo concetto: “nella Storia dell’Umanità possiamo trovare innumerevoli “testimonianze di successo terapeutico” delle più strampalate cure”.

          Ad esempio, se vai su un blog di filo-omeopati o di filo-dibelliani (cioè di sostenitori del metodo Di Bella) o di filo-agopuntori ecc, troverai lunghi elenchi di “testimonianze” come quella di Barbara.
          Se si potessero interpellare medici e pazienti dei secoli trascorsi, potremmo certamente raccogliere “testimonianze di successo terapeutico” di cure come il salasso. Per molti secoli, quando qualcuno stava male, gli si cavava del sangue. Ma non una volta sola. Ma più stava male, più si estraeva sangue. E, in quei secoli non lontani, tutti in coro, erano a esaltare il salasso. E si potrebbero raccogliere altre analoghe testimonianze di “successo terapeutico” con altre cure che oggigiorno sono ritenute assolutamente venefiche o semplicemente senza senso: si pensi solo rispettivamente al calomelano e all’urinoterapia!
          Ritornando ai giorni nostri, il grande inganno del Metodo Stamina e di Vannoni si basano sulle testimonianze di “successo terapeutico” riprese dalle telecamere de Le Iene.
          In conclusione, sono ovviamente felice che tu, cara Barbara, stia bene. Prendo atto del fatto che tu attribuisci il tuo stato di benessere alla dieta del dottor Mozzi. Però si dovrebbe d’altra parte riconoscere che finanche da una corposa serie di “testimonianze di successo terapeutico” non è legittimo dedurre alcunché in termini di efficacia rispetto a una qualsivoglia terapia.
          Ciao

        • gabriele

          Una dieta ricca di verdure, con cereali integrali, carne bianca, pesce e uova e da cui siano esclusi zucchero, insaccati, formaggi, dolci, farine raffinate, burro, fritti, bibite gassate ecc. è salutare. Ma questo lo racconta qualsiasi dietologo. La fuffa è associarla al gruppo sanguigno e attribuirvi capacità curative miracolose condite con altre scempiaggini. Serve poca capacità cognitiva per capirlo

          • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

            Sei tu un ricercatore o hai qualche titolo in merito alle tue affermazioni ? O parli a caso. Come puoi dire che una cosa non funziona e basta perché lo decidi tu, ed affermare che per cogliere certi pensieri basta poco .Complimenti a Barbara per i suoi risultati e dispiacere per il tuo a amico il quale poteva evitare le 20 euro , in rete si trovano tutte le informazioni

    • gabriele

      Potrei rispondere con la testimonianza di un collega di lavoro che, dopo essersi fatto stilare la dieta dal dottor Mozzi via mail al modico prezzo di circa 20 euro, l’ha diligentemente praticata fino a quando si è accorto che i suoi problemi stavano aumentando, non diminuendo. Si è rivolto al suo medico raccontandogli la cosa. Dieta immediatamente interrotta, farmaci e problemi risolti. Lascio a te la risposta…

  • paolonesi

    @ TUTTI da paolonesi 28 apr 14 20:15

    Carissimi,
    Come Volevasi Dimostrare con tutta questa faccenda della BOIRON e dell’Omeopatia, è uscito questo studio australiano – in realtà sono 57 studi sopra ben 55 malattie tra le più comuni – per verificare l’efficacia dell’omeopatia in confronto con altrettanti placebo.
    Il risultato è stato: ” il farmaco omeopatico vale esattamente quanto un placebo !”

    Ma addirittura è stato provato e fatti ritirare dalla Food and Drug Administration americana – che controlla severamente tutti i farmaci – ben 56 lotti di prodotti-placebo perché in alcuni erano state trovate tracce di antibiotici (…capito i bastardi !?) .

    Che altro c’è da dire a questo punto ? continuiamo con i Mozzi ?
    Perché il Mozzi non si presta a fare una seria ricerca ufficiale di ciò che conferma la sua tesi delle intollerenze rispetto ai gruppi sanguigni ?
    (ah, a proposito, non ho ancora sentito parlare dei sottogruppi …..eheheheheheh !)

    Beh, la risposta è semplice……..la pecunia …..ahahahahahah….che magari non sarà nemmeno poi granché, ma magari per l’ometto vale parecchio ….chissà !
    Salute (con la “e” finale) a tutti…..paolonesi

    • grace

      Meno male che ci siete voi … che continuando a seguire la medicina ufficiale non fate altro che arricchirla…altrimenti chissa’ che altro si inventerebbero per avere dei guadagni… grazie…e buon viaggio.
      ad ognuno il propio credo! Peace and love

    • Lorenzo

      Un proverbio recita “Non c’è peggior sordo di chi non voglia sentire” e io ne aggiungo un altro altrettanto valido : “non c’è peggiore persona di quella che non ragiona con la propria testa”. Ma invece di sciorinare teorie inculcate dalla medicina cosidetta ufficiale e riportare articoli fatti da altri, medici o ricercatori che siano, favorevoli al consumo di latte e derivati e cereali, vi siete mai presa la briga di andare a leggere le ricerche di quelli che invece sostengono il contrario? Vi assicuro che esiste una bibliografia ben nutrita, basta andarla a cercare. Dove? E ti pareva: siamo sempre alle solite, volete sempre la pappetta bella pronta. Leggete e informatevi prima di improntare un blog contro una persona o una teoria, potreste anche ricredrervi. C’è gente che è GUARITA con la dieta del dott. Mozzi quando erano invece in CURA da decenni con la medicina ufficiale che non portava loro alcun beneficio, anzi, il quadro clinico peggiorava ulteriormente. Dovreste avere come mininimo la decenza di rispettare le opinioni altrui se non volete farlo per le persone che Mozzi ha guarito. Troppo facile dire : “io non ci credo perché tizio dice che non è vero”, l’anamnesi clinica parte proprio dall’osservazione e dall’ascolto del paziente, perché il metodo empirico per raccogliere prove e formulare una corretta diagnosi è ancora ritenuto quello più valido al cospetto di tutta la tecnologia che disponiamo al giorno d’oggi. Ognuno è libero di scegliere quali cure adottare per se stesso, nel bene o nel male. Oltretutto non è detto poi che la scienza ritorni sui suoi passi: quello che si credeva valido una volta è stato superato da una teoria più recente che di colpo cancellava quella preesistente, nella scienza ha sempre funzionato cosi.Il Dott. Mozzi non ha mai ucciso nessuno ne tanto meno ha fatto male a chichessia.
      E poi a essere precisi non esiste in medicina la specializzazione in “dietologia” cari disinformati, esiste il “nutrizionista”. Quindi cari detrattori di Mozzi fateci un bel piacere: pensate cio che volete ma lasciateci pensare con la nostra di testa che grazie a dio è molto più ampia di vedute che la vostra.

  • Fausto

    Buon giorno,

    ho letto con interesse sia l’argomento che parecchie decine di commenti: tutto molto interessante! Per il momento porto pochi spunti che ho compreso con una attenta osservazione della Vita e delle Persone.

    In passato a volte stavo bene, a volte mi ammalavo; figlio di ex contadini che hanno sempre avuto comunque un orto fornitissimo e concimato e curato in maniera naturale (non si spendono soldi per concimi e pesticidi o diserbanti), i miei malanni erano “leggeri”, sono stato fortunato.

    I problemi sono arrivati quando ho iniziato a viaggiare per lavoro e vacanza. Non ho più avuto una “sicurezza” di naturalità dei cibi. Mangiavo di tutto e spesso in quantità, perché facevo sport agonistico e pesante.

    Dopo i quaranta anni mi sono trovato una colite terribile, dolori al basso ventre terribili dopo pranzo, pancia gonfia, aria continua,…

    A 44 anni non ce la facevo più, sono andato dal mio medico e ho chiesto una cura per il mio problema: ha allargato le braccia e ha detto che la colite è un problema di stress! Mi sono detto: vivo in una piccola città con ingorghi che si risolvono in pochi minuti, i Lombardi devono avere il cesso incorporato al sedile dell’auto per lo stress di ore di attesa negli ingorghi! Sono tornato a casa, ricerca su internet sulla colite ed ho messo a confronto quello che diversi medici e primari dicevano: tutti contro latte e latticini, tutti contro pane e pasta, con anche una attenta verifica causa effetto, mangi pochi cibi ad ogni pasto, piatti semplicissimi e subito dopo ascolti il tuo corpo e capisci cosa ti fa bene e cosa non ti fa bene.

    Dopo 8 anni, il mio corpo mi suggerisce o mi ordina di mangiare o non mangiare alcuni cibi o combinazioni di cibi. Per fortuna che non sono ghiotto di cibi in particolare, faccio tranquillamente a meno di dolci o riesco a bere solo acqua dalla colazione al pranzo alla cena.

    I miei pasti li ottimizzo ascoltando esperienze, leggendo libri, articoli. Non faccio cambiamenti drastici, sperimento nuovi cibi nell’arco di mesi…

    Sto molto ma molto meglio, passo dei periodi eccellenti, energia tantissima e pericolosa (competo con dei ventenni nello sport ed ho disagio, poi, a stare con i cinquantenni miei coetanei!).

    Per me il latte è stato un grosso problema da 30 anni in poi, a 44 anni ho tolto l’ultimo formaggio che ancora mangiavo quotidianamente, il parmigiano.

    Mangio verdure crude e cotte in buona quantità, frutta secca, semi, spezie, carne, pesce, uova, molti legumi,… non credo di necessitare di altro calcio!

    Per esperienza ed osservazione ho capito che c’è un metodo per capire chiaramente i processi economici, sociali e religiosi: segui i soldi.

    Dietro agli uomini ci sono delle storie, i soldi aiutano a capire la storia di quell’uomo, di conseguenza si capisce anche l’uomo.

    Altro metodo è osservare i particolari.

    Altro è se il protagonista della storia vive quello che dice.

    Concludo con un paio di particolari: quando mi spiegano come si allevano gli animali da carne e mi dicono che in natura diventano adulti in sei mesi, mentre negli allevamenti diventano adulti in tre mesi, evito di mangiare quelle carni. Se vedo della verdura che è il doppio più grande del normale, evito di mangiare quella verdura. Se la produzione del latte per mucca è più del doppio di quella di 60 anni fa, evito di bere quel latte. E così via.

    Non sono un seguace del Dott. Mozzi, lo ascolto e lo osservo: alcuni spunti sono interessanti e li verificherò. Ma posso anche dire che utilizzo con successo delle cure omeopatiche (placebo o non placebo) e che non mi stancherò mai di approfondire, ascoltando soprattutto uomini, donne, medici che non hanno tonnellate di denaro sotto ai loro piedi. Sul Prof. Veronesi ho un aneddoto, forse in un prossimo intervento lo racconterò.

    Saluti

    • paolonesi

      a FAUSTO
      da paolonesi 1 maggio 10:00
      Carissimo Fausto,
      bel commento il tuo, ma io e tutti gli altri penso, restiamo in trepida attesa dell’aneddoto sul ns. Dott. Veronesi.
      Ciaoooooo…….Paolo Nesi

      • Fausto

        Caro Paolo,
        non so come risponderti, tu non sei filtrato, io sì.
        Mi sono sbilanciato con l’accennare all’aneddoto, ma ho sbagliato, sarei passibile di denuncia da parte del Prof., ed io sono allergico alle denunce. E coinvolgerei anche Samuele. Quindi come non detto.
        Ho spedito un altro post la scorsa notte e non è ancora comparso. Prima di scrivere ancora aspetterò notizie di questo post.
        Concludo con: sono stato in Marocco per lavoro fine anni 80, venivo spesso ospitato in casa dei clienti ricchi. A pranzo verdure crude in quantità come “antipasto” e poi le altre pietanze della cucina locale. Notai che sbucciavano i pomodori crudi, senza buccia sembravano più buoni.
        Da allora sbuccio sempre i pomodori che mangio in luglio ed agosto nell’insalata mista.
        Poi ho provato che i sammarsani non li posso mangiare, mentre i cuore di bue non mi danno problemi. Ho indagato e un ricercatore della facoltà di agraria dell’università Federico II di Napoli, nelle sue ricerche aveva trovato che i pomodori sammarsani, quelli da conserva per fare il sugo per capirci, contengono una tossina urticante difensiva che crea problemi a molte persone.
        Saluti

        • paolonesi

          @ FAUSTO
          da paolonesi 2 mag 19:07
          Carissimo Fausto,
          in effetti ero curioso dell’aneddoto su Veronesi, però bastava stare sul generico, tipo: una volta un illustrissimo medico mi disse che………ecc. ecc. “, lasciando successivamente intendere (beh, opppure no!) chi potesse essere. Ma tant’è, ha poca importanza !
          Anch’io potrei dirtene diverse su Veronesi (ed altri noti e notissimi) visto che per 35 anni ho frequentato ambienti di altissima specializzazione medica e chirurgica.
          Bello il Marocco, ma ci sono stato una sola volta e solo per pochissimi giorni.
          Che i pomodori possano creare forti allergie a diversa gente mi era noto. ma il mio caso è un po’ speciale perché è l’unica intolleranza che ho e trasmessa da 4 generazioni in linea rigorosamente maschile (assolutamente non femminile: quelle ne mangiavano a tonellate di pomodori di tutti i tipi !). Quindi forse qualcosa di genetico esiste !
          Salute (con la “e”) a te……eheheheheheh….
          ciaoooooo….Paolonesi

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Ciao Fausto, il tuo precedente commento era finito nello SPAM, me l’ero perso… abbi pazienza ogni tanto succede.

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Ciao Fausto, il tuo precedente commento era finito nello SPAM, me l’ero perso… abbi pazienza ogni tanto succede.

  • Aristarco

    Tutti a raccontare la propria storia e il proprio rapporto con il cibo. Che francamente mi importano meno di zero. Perché sono sicuro che se avessi (molto) tempo e (molto) denaro potrei trovare persone che sono fisicamente in forma perfetta con ogni tipo di dieta possibile e immaginabile.
    D’altra parte, non dimentichiamo che ci sono – da molte generazioni – intere popolazioni esclusivamente carnivore (si pensi a certe tribù di esquimesi) e altre esclusivamente vegetariane (si pensi a certi popoli che vivono nel sub-continente indiano).
    Quindi, ribadisco il mio interesse pari a zero per tutte le singole aneddotiche storielle personali relative al proprio rapporto con il cibo. Correlato o meno con i gruppi sanguigni o con il colore dei capelli o la lunghezza dei piedi.
    Ciò detto, il sottoscritto ha letto – pur non essendo un esperto – un po’ quanto riporta la letteratura medico-scientifica internazionale sull’argomento e così si è fatto due o tre opinioni, che ora Vi propongo.

    In primis, si ricorda che Madre Natura ci ha equipaggiato, come già detto, di un apparato gastrointestinale assai versatile che ci ha permesso, insieme ai topi, di colonizzare qualsiasi nicchia ecologica, dall’equatore ai margini del circolo polare, dai più elevati altopiani a pianure, da zone relativamente desertiche ad ambiti come la foresta amazzonica o la jungla asiatica.

    In secundis, si ricorda che questo apparato gastrointestinale è stato forgiato nell’arco di centinaia di migliaia o anche milioni d’anni. Deriviamo da ominidi bipedi che correvano nella savana. Sulla base di ciò, si dovrebbe far riferimento alla cosiddetta dieta paleolitica, chiamata anche paleodieta o dieta delle caverne. Secondo i propugnatori della paleodieta, la corretta alimentazione si dovrebbe basare su cibi che erano reperibili prima dello sviluppo delle tecniche agricole, cioè su prodotti di “selvaggina” di ogni tipo, specialmente midollo, cervella, frattaglie, (forse neppure necessariamente cotta), pesci (in modo limitato) crostacei e molluschi, rettili, vermi, bachi, insetti, uccelli, uova, bacche, frutti, miele, vegetali appena spuntati, radici, bulbi, noci e frutta secca, semi, eccetera.
    Aboliti – ad esempio – vino, cereali e i loro derivati (pane, pasta, pizza, ecc.), i legumi (compresa la soia), il latte e i suoi derivati, tè, caffè, cacao, cioccolato, vino, aceto, sale e qualsiasi tipo di olio, compreso l’extravergine d’oliva (avete mai visto uno scimpanzé alle prese con un frantoio?).
    Questa dovrebbe essere in linea di principio la dieta ideale per l’essere umano.
    Quale è però il limite formidabile di questa paleodieta, di cui si deve tener conto?
    Il limite formidabile di questa paleodieta è il fatto che la sostanziale totalità degli odierni italiani NON corre, sotto al sole d’Africa, circa 20 km al giorno per la savana a rincorrere una preda o a scappare da un predatore.
    In altre parole, l’attività fisica del nostro antenato era incomparabilmente diversa, sia da un punto di vista quantitativo (rispetto alla stragrande maggioranza della popolazione) che da un punto di vista qualitativo (rispetto a quella minoranza della popolazione, rappresentata da persone che svolgono attività sportiva anche al livello agonistico, che effettuano un tipo di sforzo fisico qualitativamente del tutto differente).
    Se domani tornassimo a correre nella savana, la paleodieta sarebbe indubbiamente la dieta ideale. Ma fino a quando trascorriamo gran parte del nostro tempo o rimanendo dietro a un computer e a una scrivania o seduti in automobile, il rispetto rigoroso della paleodieta è semplicemente un assurdo.

    In tertiis, dobbiamo sempre tenere presente che viviamo in un mondo che è totalmente artificiale da ogni punto di vista.
    Mi piace ricordare, che da quando è sorta la Vita, da quando il primo rudimentale procariote è apparsa, vi è stata la necessità di approvvigionarsi di cibo. E questo approvvigionamento di cibo è stato, soprattutto per il mondo animale, una fatica pazzesca. Per i ghepardi che inseguono le gazzelle o per i lucci che inseguono i barbi, o per i tirannosauri che inseguono gli adrosauri l’approvvigionamento di cibo è una fatica pazzesca. Perché la preda ha sempre avuto la mania di scappare. E in modo assai veloce. Per gli animali erbivori l’approvvigionamento di cibo sembra più sereno. In realtà, anche loro, mentre mangiano, dovevano e devono stare sempre sul chi vive e pronti a scappare. Inoltre, ricordiamo che molti erbivori, per sopravvivere seguono le piogge, costringendosi a effettuare grandi migrazioni con milioni di gnu, zebre, bufali, antilopi, ecc. Insomma, in natura non esistono, come si suole correttamente dire “pasti gratis”. L’approvvigionamento di cibo è – da sempre e per ogni organismo vivente – una fatica pazzesca. Noi, invece, esseri umani del XXI secolo che sono oggi qui in Italia, viviamo in un epoca di opulenza, dove il cibo, posizionato sui scaffali dei supermercati, con colori e forme accattivanti e bombardamento pubblicitario ti dice:”Prendimi.. mangiami… sono buonissimo… sono gustosissimo … mettimi, ti prego, nel tuo carrello della spesa…!!!”
    Insomma, il cibo che insegue il mangiatore!! Si tratta di una situazione totalmente abnorme. Che forse spiega, almeno in parte, le tante varianti di disturbi del comportamento alimentare che sono così diffuse in questa società moderna.

    In conclusione, quale è la dieta corretta?
    Mangiare di tutto. Ma proprio di tutto tutto tutto. Io non ci riesco, ma sarebbe opportuno mangiare anche insetti. Non dimentichiamo che siamo equipaggiati con enzimi specifici per digerire gli insetti. È solo un fatto culturale che ci induce a non cibarcene. Mangiare di tutto, ma soprattutto frutta e verdura. Poca carne, poco latte e derivati, poca pasta e pizza, ecc. E ancora molta molta frutta e verdura. La mia alimentazione di fondo è tendenzialmente quella di un vegetariano non integralista. Se mi si invita a un barbecue, non mi tiro certo indietro. Se mi si offre del vino, non mi tiro indietro, anche se a casa mia sono astemio. Apprezzo i formaggi e la pasta e i salumi. Ma tutto con estrema moderazione. Privilegio frutta e verdura che sono il nucleo “pesante” della mia alimentazione. Occasionalmente, però, (occasionalmente significa una o due volte alla settimana) mangio proprio di tutto, perché sono convinto che l’uomo non sia un animale vegetariano come il coniglio o la pecora, ma che sia un animale come il topo, cioè onnivoro.
    A postilla, segnalo che sto benissimo e non ho alcun problema di salute e non assumo nessun farmaco.

    Ciao a tutti
    Aristarco

    P.S. Nessuno mi accusi che la mia dieta ha le stesse basi di una favoletta e che non ha basi scientifiche: lo so benissimo ;-)

    • paolonesi

      @ ARISTARCO
      Aristà…….con la tua descrizione della dieta alimentare direi che siamo pressoché proprio gemelli…..eheheheheheh !
      Ma naturalmente i geni sono diversi, per esempio da 4 generazioni (bis-nonno, nonno, padre e il sottoscritto), in linea solo maschile, non tollerano i pomodori crudi (ma il sugo di pomodori sì)….vattelapesca del perché !
      Per il resto ho mangiato e mangio di tutto, serpenti compresi (in India).
      Un altro fatto da considerare è che con l’età la dieta varia…..molto meno quantitativamente rispetto agli anni giovanili, una piccola intolleranza al latte (sostituito con latte di mandorle) e al caffé, che mi piaceva moltissimo, tanto da essere un cultore e collezionista di macchinette da caffé, ma che effettivamente, un tempo, 22 caffé al giorno erano un po’ troppi, considerando 2 cucchiaini di zucchero cadauno ! Cmq sostituito dal caffé d’orzo.
      “Nucleo pesante”, attualmente, della mia alimentazione è la verdura degli orti locali di amici che consoco e molto pesce fresco (non congelato), visto che abito al mare e che, da pescatore subacqueo da una vita (ora però ho smesso), lo conosco piuttosto bene, soprattutto quello non considerato “pregiato” !
      Vino: molto poco; solo occasionalmente, ma di qualità eccellente (pantesco per il bianco e albese per il rosso, più l’Amarone autentico di miei conoscenti).
      Aristà….la prossima volta ci cimenteremo nelle ricette culinarie, visto che vanno alla grande …………………. ahahahahahahah…..?
      Ciaoooooo…..PaoloNesi

      • Aristarco

        Invidio la “fonte” dei tuoi cibi (la mia “fonte” è l’Esselunga,… fai te!). E però mi rammarico per la tua intolleranza al pomodoro, che trovo essere un ortaggio fra i più prelibati, che mi accompagna sempre a pranzo e a cena, rigorosamente senza condimento.
        Ciao
        Aristarco

      • Aristarco

        Invidio la “fonte” dei tuoi cibi (la mia “fonte” è l’Esselunga,… fai te!). E però mi rammarico per la tua intolleranza al pomodoro, che trovo essere un ortaggio fra i più prelibati, che mi accompagna sempre a pranzo e a cena, rigorosamente senza condimento.
        Ciao
        Aristarco

    • federico

      quoto in pieno quello che hai scritto. mantenere un certo equilibrio in tutte le cose credo sia fondamentale. questo riguarda anche la nostra alimentazione. credo che ognuno di noi debba saper cogliere il meglio dalle tante informazioni che ci provengono, in questo caso in materia alimentare, ed essere bravo a saperle adattare su se stesso. un regime alimentare sano (non cibi alla mc donald’s per farla breve) ed una certa moderazione nel consumare gli alimenti (evitare cioè le solite abbuffate), possono senz’altro migliorare la nostra qualità di vita. sono però dell’idea che i benefici apportati anche da un adeguato e COSTANTE esercizio fisico siano impagabili. si possono dunque seguire tutte le diete o regimi alimentari di questo mondo, ma senza un’attività fisica proporzionata ai propri standard il raggiungimento di un benessere generale diventa più difficile. quando parlo di un’attività fisica adeguata ai propri standard mi riferisco alla quantità di attività fisica necessaria ad ogni persona. per qualcuno può essere sufficiente una passeggiata di 30 minuti soltanto, per altri, invece, è necessario un esercizio fisico più impegnativo, più intenso. l’importante è raggiungere una propria soglia, raggiungibile soltanto attraverso una costante pratica. non mi riferisco quindi soltanto ad attività sportive , ma più in generale ad una rieducazione al movimento.

  • Fausto

    Non metto in dubbio il metodo scientifico come modello teorico, poi la pratica la osservo attentamente. Non metto in dubbio i meriti della medicina post seconda guerra mondiale, poi le medicine non le prendo ed ho una fortissima allergia dei medici e degli ospedali. Ho superato i cinquanta ed ho imparato che l’ipocrisia è una legge sottintesa, mai dire la verità, dire sempre ciò che conviene e così si formano fortune immense.
    Se Aristarco o Samuele mi portano in malga e mi fanno bere latte di mucche che brucano l’erba dei prati, sicuramente lo bevo e lo apprezzo, uguale con il formaggio o ricotta fatti con quel latte. Posso poi avere mal di pancia, ma i prodotti di malga alpina valgono un mal di pancia. Quelle mucche brucano erba in quota…
    Poi Aristarco o Samuele mi portano a bere il latte di mucche che vivono in rastrelliere, non scelgono il pascolo, vengono curate dalla nascita con antibiotici anche se non sono malate, sono obbligate a mangiare farine di pesce e scarti di macellazione, farine di granaglie e di soia transgenica (semplice erba mai?),… posso rispondere: ma me volete ammazza?
    Al supermercato quale latte ci arriva? e l’allevatore lo beve il latte che produce?
    Un mio parente che ha una azienda agricola ed una stalla con 100 mucche mi ha detto che il latte lo vende, ma non lo beve! E anche tanti suoi colleghi.
    Non sto parlando di metodo scientifico, ma di sopravvivenza.
    Idem per le fettine o bistecche che in padella si riducono alla metà: metodo scientifico o truffa?
    Ora un medico semplice che è convinto di una sua intuizione, o di una intuizione di qualche collega, mi dice che non è salutare nutrirsi di latte e latticini! Bella scoperta, il mio intestino me lo ha ordinato da diversi anni, il mio parente che ha una stalla non lo beve, diversi servizi televisivi hanno trattato l’argomento produzione e commercio internazionale e locale di latte e farina di latte: per me questo è metodo scientifico, non bevo e non faccio bere latte a casa mia, non obbligo moglie e figli, ma li consiglio, ne abbiamo parlato e abbiamo deciso di non bere latte. E si stanno esaurendo anche i latticini.
    Il Dott. Mozzi sostiene una tesi particolare, cibi in rapporto al gruppo sanguigno: diverse argomentazioni sulla selezione naturale e sul non mangiare carne di maiale od altro, le condivido. Altre sono di educazione all’alimentazione e le sposano tanti dottori e prof. in alimentazione. Poi quando parla di cibi adatti al mio gruppo sanguigno trovo che effettivamente ho quelle preferenze (non per tutti, ma per diversi) ed ho avversione per cibi che dice dannosi per il mio gruppo sanguigno.
    Questo mi fa riflettere, metodo scientifico od istinto?
    Ho visto cani e gatti che tra una scodella di pasta ed una di carne con osso, mangiano la carne e sgranocchiano l’osso. Poi, gli diamo crocchette miste carne e pasta: annusano la carne e mangiano anche la pasta! Abbiamo fregato l’istinto dell’animale. Lo abbiamo truffato. Poi sento amici che hanno il cane con il raffreddore, gli dico: ma che gli date da mangiare? Le crocchette! Carne no? Andiamo al supermercato ed è comodo comprare le crocchette. Va bé, ora dagli l’antibiotico così l’hai umanizzato! Che mi ricordi mai visto un cane che mangia carne e che ha il raffreddore.
    Al di là dei meriti della medicina e del metodo scientifico, sto cercando di riscoprire il mio istinto per ciò che riguarda il cibo. Ed anche per ciò che riguarda la mia e sottolineo la mia salute.
    Per chiudere dico che io sono la mia storia e la storia dei mie parenti diretti viventi e non viventi… e racconto la mia storia, che altro posso raccontare vedendo ed ascoltando la storia del Dott. Mozzi?
    Saluti

  • Aristarco

    Fausto scrive:”[...] per me questo è metodo scientifico, [...]

    RE: No, caro Fausto.
    Quello che scrivi non ha neppure la parvenza di metodo scientifico.
    Non possiamo impunemente cambiare il significato delle parole.
    Il metodo scientifico è cosa seria. Molto seria.
    Tu hai adottato un metodo che possiamo definire empirico.
    Ma tra il metodo scientifico e il metodo empirico c’è il mare.

    Ciao, Aristarco.

    P.S. Comunque, non dimentichiamo che la vita media si sta allungando in Italia come nel resto del mondo. Questo è il risultato indubbiamente di tanti fattori. Però forse anche la tanto bistrattata alimentazione moderna, tutto sommato, dà il proprio contributo.

    • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

      Si è’ vero la vita si è’ allungata per effetto della qualità della esistenza dell’uomo moderno , per qualità’ intendo la qualità’ oggettiva le minori fatiche a cui non siamo più sottoposti per condurla e grazie anche alla ricerca naturalmente . Da uomini intelligenti però restiamo sempre concentrati, perché se non dovessero venderci medicinali che rabboccano bene bene i loro tornaconti si morirebbe ancora intorno ai 60 anni

  • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

    Complimenti Fausto per l intervento , aggiungerei anche che secondo Aristarco o Samuele in un intervento si parlava del grano e della qualità raggiunta , peccato che il grano in oggetto sia dagli anni 70 OGM ma nessuno c’è lo ha detto, chiaramente non ci hanno informato perché si è fatto così per sfamare la popolazione mondiale non per subdoli interessi di pochi come sempre, lo stesso vale per il vaccino contro la carie dentale , che esiste ma chiaramente nessuno ve lo ha detto , anzi nessuno ve lo proporrà perché il brevetto e stato comprato dalle aziende farmaceutiche , sempre per il bene della popolazione , credo sia bene riflettere sempre e non essere o solo a favore o solo contro , ma riflettere
    Ciao a tutti

    • Aristarco

      Giuliano Castelli scrive:” [...] il vaccino contro la carie dentale , che esiste ma chiaramente nessuno ve lo ha detto , anzi nessuno ve lo proporrà perché il brevetto e stato comprato dalle aziende farmaceutiche , sempre per il bene della popolazione , [...].

      RE: Citation needed (#).

      Ciao a tutti

      Aristarco

      (#) cioè, in altri termini, ti chiedo le fonti su cui basi le tue affermazioni.
      Te lo chiedo perché ho eseguito una breve e preliminare ricerca bibliografica sul sito della National Library of Medicine utilizzando come Key-words “(vaccination) AND caries” e …. non ho rinvenuto alcun studio clinico.

      • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

        Ciao Aristarco
        La notizia arriva da Boston, l’ha resa nota la rivista New Scientist e la scoperta è da attribuire ad un gruppo di ricercatori del Forsyth Institute, guidato da Martin Taubman e Daniel Smith, che hanno messo a punto un vaccino in grado di neutralizzare gli effetti dello Streptococco Mutans, il principale responsabile delle carie.peccato che credo, non arriverà mai per i motivi già citati

      • http://www.enviraweb.it Giuliano Castelli

        Ciao Aristarco
        La notizia arriva da Boston, l’ha resa nota la rivista New Scientist e la scoperta è da attribuire ad un gruppo di ricercatori del Forsyth Institute, guidato da Martin Taubman e Daniel Smith, che hanno messo a punto un vaccino in grado di neutralizzare gli effetti dello Streptococco Mutans, il principale responsabile delle carie.peccato che credo, non arriverà mai per i motivi già citati

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Un bel brevetto di 30 anni assicurerebbe un sacco di soldi alla casa farmaceutica che riuscisse a realizzare e commerciare un bel “vaccino” contro la carie dei denti… sappiamo tutti dei difetti del capitalismo ma in questo caso mi sembra che gli interessi della gente e delle case farmaceutiche coincidano, no?

          • Aristarco

            Caro Samuele
            Confermo al 100% quel che affermi!
            L’industria farmaceutica stapperebbe “autobotti di champagne” se venisse fuori un vaccino anti-carie!
            Siccome che la carie, più o meno, affligge praticamente quasi il 100% della popolazione (almeno una volta raggiunta una certa età), il business connesso a un vaccino anticarie sarebbe multimiliardario a livello mondo :-P
            Gli unici a perderci sarebbero i dentisti. Ma non penso che l’industria farmaceutica si farebbe commuovere per le sorti dei dentisti; i quali continuerebbero a lavorare su parodontopatie, disodontiasi, problemi di inclusioni dentarie, stomatomucositi, epulidi, malattie traumatiche dei denti, ortognatodonzia, ecc. ecc. ecc.
            Ciao
            Aristarco

  • Paolo

    Buongiorno Samuele, mi chiamo Paolo Pozzi. Non mi occupo di alimentazione nè medicina.

    Volevo solo capire un aspetto relativo alla metodologia utilizzata nel blog. Lei spiega che è ingegnere informatico. Io, premettendo che non sono nè a favore nè contro il Dott. Mozzi, gradirei dare dei modesti contributi al suo commento; li numero non per pignoleria ma per praticità:

    1 – ho in principio difficoltà a comprendere come un tale profilo, rispettabilissimo per le competenze informatiche immagino, possa valutare quanto sostiene un medico naturopata. Allo stesso modo fari fatica a comprendere il contrario, ma tutto è possibile, purchè, come lei sostiene, venga dimostrato nei fatti e sapendo sostenere un’interlocuzione di parecchie ore tra gli interessati.

    2 – ho ascoltato, tra fonti di diverso tipo sui temi della salute, una decina di interventi su youtube del Prof. Mozzi; in nessuno di essi ho sentito parlare di soluzioni naturali che si sostituirebbero a quelle mediche per la cura di problemi gravi; non l’ho sentito sostenere che, come lei scrive “… lui è l’unico a sapere come fare a prevenire e curare qualsiasi malattia”; ugualmente non l’ho ascoltato dire che quanto dice sia l’unico modo per curare “…malattie anche gravissime”; Lei ritiene che invece che cialtrone il Dott. Mozzi potrebbe essere considerato “una delle” fonti da ascoltare? Immagino che quanto Lei asserisce poter essere delle dichiarazioni del Dott. Mozzi assolutiste in tal senso, potrebbero essere contenute in altri video o nei libri da me non ascoltati o letti. Su 10 video tuttavia, non ho per ora sentito nessun riferimento in tal senso.

    3 – ritengo che quando si porta un’esperienza fatta su se stessi:
    – essa anche se non scientifica (ovviamente, in quanto non su larga scala) sia comunque utile da ascoltare; in particolare se, come nel mio caso, la casistica di sparizione di malattie si è ormai estesa a 8 anni (i primi due ero anch’io scettico dei risultati); nel caso specifico mi riferisco al fatto che fino ai 42 anni ho avuto 2-4gg di febbre OGNI ANNO, mentre da quando faccio certe cose (comportamenti, alimentazione, che include molte delle raccomandazioni che sono anche del Dott. Mozzi e che ho testato gradualmente su di me) non ho una linea di febbre e non prendo una medicina; non ritengo sia “caso”;

    4 – per un esperienza personale con una parente affetta da grave malattia, ho riscontrato che nell’incontro con 6 medici in 6 mesi, NESSUNO di loro ha chiesto come la mia parente si nutrisse (per “nutrimento” intendo anche aspetti che vanno oltre l’alimentazione, ma intendo soprattutto questa) ho trovato strano questo aspetto; poi ho riflettuto e valutato che il medico ha scelto di fare il medico per curare, non lo specialista di prevenzione; quest’ultima è forse un’esercizio che, come in qualsiasi comunità, sia bene fare con la partecipazione costruttiva di rappresentanti di più discipline; purchè siano determinati, competenti, con esperienze significative;

    5 – in un video del Dott. Mozzi, sostiene esplicitamente che quanto lui sostiene poi ogni persona deve verificarlo su di sè, in quanto ogni persona è diversa; riscontro in questo suo commento un principio di prudenza, che a mio modo di vedere può essere accettato senza considerarlo in contrasto con l’eventuale validità (che appunto ognuno può testare su di sè) delle conoscenze ed esperienze generalmente valide che ha e pertanto, sulla base delle osservazioni diffuse, sostiene. Penso che ciò accada un po’ in ogni professione. Persino professioni che hanno a che fare con oggetti e non persone, hanno sia da un lato regole che di massima vanno bene per tutti, sia dall’altro aspetti specifici che è bene verificare preventivamente caso per caso;

    6 – penso che non si debba cercare la contrapposizione tra teorie, ma piuttosto l’arricchimento tra esse; ciò che serve è la disponibilità ad ascoltarsi; talvolta manca questa, talvolta manca invece l’amore per trasferire certi concetti a chi non può, non sa o non vuole ascoltarli; e per questi motivi a volte si perdono per strada talenti e con essi soluzioni, da qualsiasi direzione possano provenire. Credo sia la storia del mondo. Quando si sa osservare, ascoltare, comporre, si progredisce.

    Un cordiale saluto
    Paolo

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Buongiorno Paolo, grazie per il commento.
    Hai letto il mio più recente post di “risposta” ai tanti commenti di questo articolo? Contiene già alcune risposte ai tuoi 6 punti.
    Eccolo: http://www.blogzero.it/2014/04/14/il-fascino-dellantiscienza-dr-mozzi-stamina/

    Per quanto riguarda i video del dottor Mozzi, non so quali hai visto (diamoci del tu), perchè in ogni risposta il vostro Doc trasuda certezze e soluzioni magiche ai più disparati problemi, non hai visto i due video che ho postato qua sopra? Soprattutto il secondo… Mozzi dice che la necrosi (causata dai latticini!!!) si cura con fagioli borlotti, tonno e buona volontà :-)

    Non rispondo sulla tua esperienza personale, visto che non ha alcun valore scientifico. Quando la “dieta del gruppo sanguigno” è stata sottoposta all’esame della scienza, ne è sempre uscita a pezzi.

    Sul punto 5 ti dò ragione, ogni persona è diversa. Ecco perchè la psicologia è una “scienza” così difficile, perchè non si riescono a trovare metodi universalmente validi. L’alimentazione è un po’ più semplice (alcune diete sono riconosciute come ottime per chiunque non abbia particolari intolleranze), ma comunque ogni persona reagisce diversamente.

    Sul punto 6… non c’è contrapposizione tra teorie, sarebbe come dare lo stesso peso all’evoluzione darwiniana e al creazionismo “biblico”, non ha alcun senso! Quando e se Mozzi proporrà una teoria sensata, con prove e ipotesi scientifiche, allora se ne potrà parlare… ma per adesso è solo fantascienza e parole al vento!

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Buongiorno Paolo, grazie per il commento.
    Hai letto il mio più recente post di “risposta” ai tanti commenti di questo articolo? Contiene già alcune risposte ai tuoi 6 punti.
    Eccolo: http://www.blogzero.it/2014/04/14/il-fascino-dellantiscienza-dr-mozzi-stamina/

    Per quanto riguarda i video del dottor Mozzi, non so quali hai visto (diamoci del tu), perchè in ogni risposta il vostro Doc trasuda certezze e soluzioni magiche ai più disparati problemi, non hai visto i due video che ho postato qua sopra? Soprattutto il secondo… Mozzi dice che la necrosi (causata dai latticini!!!) si cura con fagioli borlotti, tonno e buona volontà :-)

    Non rispondo sulla tua esperienza personale, visto che non ha alcun valore scientifico. Quando la “dieta del gruppo sanguigno” è stata sottoposta all’esame della scienza, ne è sempre uscita a pezzi.

    Sul punto 5 ti dò ragione, ogni persona è diversa. Ecco perchè la psicologia è una “scienza” così difficile, perchè non si riescono a trovare metodi universalmente validi. L’alimentazione è un po’ più semplice (alcune diete sono riconosciute come ottime per chiunque non abbia particolari intolleranze), ma comunque ogni persona reagisce diversamente.

    Sul punto 6… non c’è contrapposizione tra teorie, sarebbe come dare lo stesso peso all’evoluzione darwiniana e al creazionismo “biblico”, non ha alcun senso! Quando e se Mozzi proporrà una teoria sensata, con prove e ipotesi scientifiche, allora se ne potrà parlare… ma per adesso è solo fantascienza e parole al vento!

  • Morgana Meloni

    L’assurdità delle teorie di questo “esimio medico” derivano sopratutto dalla teoria, falsa e mai provata scientificamente (nè l’esperienza pratica sembra avvalorarne le tesi) che la dieta sia direttamente correlata al gruppo sanguigno di una persona. Tuttavia, pur nella sua infinita ignoranza della biologia e della genetica, UNA cosa vera l’ha detta: il fatto che il LATTE VACCINO FACCIA MALE E SIA ADDIRITTURA CANCEROGENO è verissimo, e numerosi studi stanno finalmente iniziando a circolare, nonostante la feroce campagna commerciale per la vendita di carne e latte! Per citarne solo alcuni, basta leggere gli studi imponenti che ha svolto Colin
    Campbell, medico e scienziato americano, che insegna Nutrizione biochimica
    alla Cornell University. Dopo il dottorato ha lavorato per vent’anni in
    varie Commissioni di ricerca della National Academy of Science
    collaborando alla stesura e allo sviluppo di politiche internazionali e
    nazionali sulla nutrizione e la salute. I suoi studi nel settore dell’alimentazione sono cominciati 50 anni .Dice di lui: “ero
    un candidato improbabile per diventare uno dei principali scienziati a
    sostegno dell’alimentazione vegetale. Sono cresciuto in una fattoria
    dove si producevano latticini. Ho mangiato una gran quantità di carne e
    uova e latte ,e Ho persino scritto la mia tesi di dottorato sul modo di
    produrre proteine animali più efficientemente in modo che si potessero
    mangiare più cibi animali.” Ma una volta che iniziai a fare ricerca nel
    campo della nutrizione negli anni ’60, questo difensore del consumo di
    carne si convinse che un’alimentazione il più povera possibile di
    prodotti animali era di gran lunga la scelta più sana. “Ho prestato
    attenzione a quello che l’evidenza scientifica mi stava mostrando, rispetto a quello che per tutta la vita avevo creduto e mi era stato insegnato , e ora dopo 50 anni di studi sulla corrispondenza tra malattie e tumori siamo giunti alla conclusione che le proteine animali siano dannose e addirittura cancerogene per la specie umana”
    dice.In particolare diversi studi hanno evidenziato come la caseina sia particolarmente dannosa: è stato provato che le proteine di origine animale, come la caseina, promuovono
    lo sviluppo di numerosi tumori, è stato altresì scoperto che le
    proteine di origine vegetale invece NON promuovono la crescita del cancro
    neanche a dosi elevate… Durante gli studi è stata comparata l’assunzione di altre proteine vegetali, come il glutine, proteina del frumento, che anche alle stesse dosi non produceva il medesimo risultato della caseina” (the China Study)

    • paolonesi

      @ Morgana Meloni
      da Paolonesi 17 mag 14 14:50
      Carissima Morgana,
      non essendo né medico né biologo, sia pure interessandomi di medicina, non ho motivo di non credere alle ricerche che tu dici; tuttavia mi pongo un problemino che da molto tempo mi sta passando per la testa:
      E se fosse che non sia tanto il latte che porta al tumore, ma alle sostanze dannose relative alla produzione del latte ?
      [Intendendo con la voce "sostanze dannose": i mangimi degli animali o i pesticidi o gli antibiotici somministrati per farli campare almeno fino alla mecellazione o ai farmaci (cortisonici) per farli ingrassare prematuramente ecc ecc. ].
      Mi contesterai che gli animali, prima di venire macellati, o le vacche da latte, vengono attentamente esaminati da veterinari pubblici competenti, ma, visto l’andazzo generale delle ruberie, ti pare a te che le mafie o gli speculatori si fermino di fronte a queste sciocchezze pur di “guadagnare” ?
      ma se anche li scoprissero, che rischiano ?…nulla …praticamente nulla !
      Mah !
      Cordiali saluti……Paolonesi

      • Morgana Meloni

        Oh no, non te lo contesto proprio ;)
        Hai perfettamente ragione! ;)
        Fanno male e incidono sicuramente sull’incidenza di molte malattie anche le sostanze chimiche che citi, presenti nel latte e nella carne degli animali da allevamento!
        Non ultimo il grave problema della resistenza antibiotica in continua crescita esponenziale, dovuta all’inquinamento del cibo moderno,
        o le molte e sempre più frequenti malattie metaboliche e ormonali
        (compresi i tumori, nel caso siano tumori ormoni sensibili o responsivi)
        Tuttavia in alcuni di questi studi sono state isolate le singole proteine per poterle comparare, e fatte assumere alle dosi del 20% come fossero integratori, quindi prive di tutti gli altri “agenti inquinanti” presenti nel latte e nella carne.
        Resta per me, comunque, valida e logica la teoria che il latte sia una nutrizione specifica e mirata ad un solo periodo di vita, la prima infanzia, e che dopo lo svezzamento qualsiasi mammifero abbia poi la sua alimentazione, e perda infatti in parte la capacità di metabolizzare alcune proteine e il lattosio
        e non debba rubare l’alimentazione altrui, che non gli appartiene per specie, e che non è dunque fisiologica.
        Ma questo non ha nulla a che vedere con le teorie del Dott. Mozzi riguardo La dieta del gruppo sanguigno prende spunto dalle riflessioni di Peter D’Adamo, introducendo il concetto di nutrigenomica.
        che in realtà ha poco a che fare con il gruppo sanguigno, ma studia più che altro le interazioni tra gli alimenti e dna o risposta immunitaria. Mentre il dottor Mozzi non prende in considerazione uno studio più ampio e personalizzato, ma divide tutto il genere umano in 4 gruppi completamente diversi in base al loro gruppo genetico e a ciascuno assegna (come????) una dieta specifica oggettiva! :/ Non ha dunque alcuna validità scientifica neanche a livello logico: esiste una sola razza umana, dell’ordine dei primati, animali prevalentemente vegetariani fisiologicamente, e non sembra affatto chiaro come sia possibile che la dieta sia influenzata dal solo gruppo sanguigno! ;)
        E comunque nessuno studio, neanche epidemiologico, ha mai messo in evidenza la correlazione tra dieta-gruppo sanguigno ;)

        • paolonesi

          @ Morgana Meloni
          da paolonesi 21 mag 19:26
          scrivi: “E comunque nessuno studio, neanche epidemiologico, ha mai messo in evidenza la correlazione tra dieta-gruppo sanguigno”
          ….come del resto sto sostenendo da sempre !
          Cordiali saluti…..Paolonesi

  • ale

    il gruppo sanguigno d’ origine per tutti appartiene all’ uomo fruttariano, e ogni qual volta si ingerisce cibo cotto o provenienti da altre fonti al di fuori dei frutti crudi in genere, l’ organismo va in allarme(leucocitosi digestiva), purtroppo però la qualità dei prodotti di oggi è veramente scadente…….il latte va bevuto in un tempo determinato ma della stessa specie….le carni non sono alimenti, sono state sempre mangiate quando non si trovava altro……il calcio sta dappertutto, nell’ acqua, soprattutto nelle verdure a foglia, poi nei legumi, nei semi oleosi.ehhhhhhhhh, in abbondanza…….il ferro nelle verdure a foglia ehhhhhhhhhh, ma quanto ce n’è………..le proteine sono un mito, perché ne servono davvero poche, e più se ne mettono e più ci si ammala prima…….miti del secolo: fabbisogno proteico, il calcio del latte, B12, vitamina D, il ferro della carne rossa…………usate la logica della natura e fate chiarezza nel vostro cervello se volete innalzarvi un po’ in quest’ esistenza già difficile di per se……prima non c’era niente a causa di continue guerre e si era costretti a cibarsi delle cose più indecenti, oggi invece c’è tutto e si vuole passare a cibarsi di cadaverina……che cazzo di paese ch’è l’italia…….

  • paolonesi

    @ ARISTARCO
    da paolonesi 19 mag 11:00
    Carissimo Aristarco,
    la Morgana Melloni nel suo post del 15 mag afferma: “LATTE VACCINO FACCIA MALE E SIA ADDIRITTURA CANCEROGENO è verissimo” > !
    Ne sai qualcosa tu su studi effettuati in tal senso come dice la Morgana ?
    Ma ammettiamo pure che da tali studi, se effettuati, risulti vera l’avviso.
    Non è che magari non sia il latte la causa, ma che derivi proprio dal fatto che il latte ormai è inquinato sia dai pesticidi o addirittura farmaci (antibiotici ecc.) messi nel mangime per le vacche, sia dai trattamenti subiti per privarlo di alcuni componenti (grassi), e quindi: latte scremato, latte con aggiunta di sali tipo calcio……….. ecc. ecc. ?
    Nei sai qualcosa ? Sei informato di questo ?….grazie.
    Cordiali saluti……Paolonesi

    • Aristarco

      Carissimo Paolo,
      Posso fornirti solo la mia opinione, partendo dalla ferrea convinzione che, nell’ambito della Scienza dell’Alimentazione, si debba parlare…. a bassa voce!!!!
      Tendo infatti ad avere un certo disagio nei confronti di quei semi-invasati che scrivono i loro slogan, terminandoli con tanti punti esclamativi!!!!
      E basta, con tutte queste certezze e con tutti questi punti esclamativi!!!!
      ;-)

      A parte gli scherzi e a parte i punti esclamativi, sono davvero convinto che chi – parlando di alimentazione – faccia affermazioni perentorie e apodittiche, non abbia capito nulla di quella disciplina – un po’ cialtrona – che si chiama “Scienza della Alimentazione”.
      Devo infatti premettere, caro Paolo, che ho una certa …. disistima per la “Scienza della Alimentazione”.
      E’ – infatti – la branca della medicina – IMHO – meno scientifica forse in assoluto.
      E quindi si deve essere molto cauti e prudenti a parlare dialimentazione, come se vi fossero certezze granitiche fondate su numerosi studi metodologicamente validi e robusti.
      Ad esempio, tieni presente i migliori studi sono solo di tipo osservazionale e ciò limita enormemente la possibilità di stabilire rapporti di causalità.

      Dopo però questo prolisso preambolo, vengo al nocciolo della tua domanda.
      Vi sono indubbiamente studi che dimostrano che il latte è cancerogeno.
      Vi sono però anche studi che mostrano che il latte è neutro, rispetto alla patologia tumorale.
      Vi sono anche studi che affermano che il latte è protettivo nei confronti dei tumori (ad esempio, il recentissimo studio di Luqman e colleghi pubblicato quest’anno su Asian Pac J Cancer Prev.).
      Non ritengo, in conclusione, che si possa affermare con certezza alcunché sulla eventuale nocività del latte.
      Penso, però, che è saggio consumarne poco.
      Poco, come qualsiasi altro alimento.
      Per finire, per quanto riguarda il fatto che “il latte ormai è inquinato sia dai pesticidi o addirittura farmaci (antibiotici ecc.) messi nel mangime per le vacche, sia dai trattamenti subiti per privarlo di alcuni componenti (grassi),…” sono a metà fra il rassegnato e il sereno.
      Sono rassegnato perché se c’è questo inquinamento del latte e di altri e cibi, non posso farci niente.
      Sono sereno perché penso, in fondo, che la durata della vita media oggi in Italia è fra le più lunghe in assoluto rispetto a quello che si riscontra in tutte le latitudini, in tutte le longitudini e i tutti i secoli addietro in tutto il mondo. Insomma, ad un certo punto – anche se spiace – bisogna pur morire. E qui oggi in Italia si è assai fortunati perché si vive a lungo assai. E quindi si deve ammettere che forse… forse… forse… tutte quelle porcherie che sono dentro al nostro cibo e che i giornalisti raccontano essere così tanto pericolose… vuoi vedere che non lo sono affatto…?! … e che sono così dipinte solo per vender giornali…?!
      ;-)

      Ciao
      Aristarco

      P.S. Anni fa mi trovai casualmente a passeggiare per un boschetto, abbastanza insignificante, vicino a una collina e distante un paio di km dal più vicino casolare.
      Occhio: non vi era alcun sentiero e non vi era alcuna terra coltivata.
      Camminando camminando, mi trovai di fronte a un albero di mele selvatiche. Era un albero rachitico che cresceva stentatamente. Allungai una mano e raccolsi una di quelle mele. Feci poi un gesto innaturale: pulii la piccola mela con il palmo della mano. Dopo questo gesto “culturale” addentai la mela. La piccola mela selvatica era molto poco succosa e molto poco dolce. In tutta franchezza, aveva un gusto abbastanza sgradevole. Per mangiare tutta quella piccola mela selvatica, avrei dovuto avere molta fame :-(

      Ciò che feci quel giorno (a parte il gesto di pulire la buccia della piccola mela con la mano) è stato fatto presumibilmente da un mio antenato, pur sempre Homo sapiens sapiens, qualche decina di migliaia di anni or sono.

      Cosa voglio dire?
      Che il 100% di quello che mangiamo è artificiale. A parte quel boccone di quella mela selvatica che raccolsi tanti anni or sono, tutto quello che mangio quotidianamente è artificiale, cioè che non si rinviene naturalmente nell’ambito di natura incontaminata.
      A pensarci bene, hanno trovato tracce di DDT, PCB, diossina ecc. anche al Polo Nord.
      E allora forse anche la mia agre mela selvatica, nel suo piccolo non è identica a quella mangiata dal mio cavernicolo antenato.
      E allora, che fare?
      E allora è opportuno che si debba mangiare poco di tutto. Questo è e rimane il mio motto alimentare.

      P.P.S. Per quanto riguarda il China Study, oltre ai critici aspetti metodologici, vorrei ricordare quanto segue:
      Vita media in Cina: 73 anni e mezzo
      Vita media in Italia: 82 anni
      Penso che siano i Cinesi a dover copiare il nostro modo di alimentarci e non viceversa ;-)

      • paolonesi

        @ ARISTARCO
        da Paolonesi 22 mag 14:10
        Carissimo…..si….anch’io alla fin fine mi ero fatto un’idea simile.
        Anch’io ho mangiato mele selvatiche con la stessa procedura (eheheheheheh!), ma anche altri frutti “del bene e del male”…anch’io quindi sono caduto giù dal paradiso terrerstre – mannaggia ….magari potevano stare proprio bene lassù ! ) -.
        Ma non mi ero accorto che la vita media dei cinesini era così alta ! Sei sicuro del dato ? Probabilmente esiste una differenziazione ra le varie zone (Sud, Nord….), anche perché in Cina ci sono diverse etnie mi sembra, quindi la media ne è influenzata – la media aritmetica è utilissima, ma è un dato troppo grezzo, vedi i polli di Trilussa – . Cmq se è vera è veramente eccezionale….sarà per la soia …….ahahahah.
        Ciaoooooooo…………………paolonesi

  • gordon flash

    fate solo una marea di chiacchiere!! Neanche la scienza può determinare eventi nonostante l continua ricerca….come quella di non credere in Dio!!!
    Fantasie

    • paolonesi

      @ GORDON FLASH
      da paolonesi 22 mag 14:25
      Carissimo Gordon Flash,

      ti riporto quanto afferma il filosofo/psicanalista Umberto Galimberti:

      Il conflitto tra Scienza e Fede nasce quando la Scienza esclude che si dia tutto ciò che non è verificabile con i suoi metodi e la Religione quando propone i suoi contenuti di Fede “inverificabili” come verità assolute
      E’ nell’invasione dei rispettivi campi che nasce il conflitto dovuto all’abuso del concetto di Verità ogni volta che la Scienza dimentica che la sua è una “Verità aletica” (da “aletheia”) e la Religione che la sua non può essere una Verità, perché è una Fede (v.epistemica).
      Però, per quanto considero giusta l’osservazione di Galimberti, avrei un’altra tesi, e cioè quella dei “profili psicologici”: c’è chi è portato a psicologicamente a credere ai topolini che diventano cavalli e le zucche carrozze, così come che esistano gli asinelli con le ali, e ci sono coloro i quali psicologicamente non sono proprio portati a credere a panzane così fantasiosamente mostruose indimostrate e indimostrabili.
      Anche la Scienza non può capire determinati fenomeni (e ce ne sono molti !), ma tuttavia lo ammette (verità aletica), ma, a maggior ragione ci sono tantissime cose (pressoché tutte) che la Fede non può capire in quanto solo “credenza” (della serie: “ci credo perché ci voglio credere !” )
      Inoltre esiste sempre questo errato concetto dei credenti: essi credono che siano gli altri, cioè i non-credenti, a dover dimostrare l’inesistenza di “qualche cosa”. Al contrario è chi afferma per esempio che gli asini hanno le ali che devono dimostrare la propria affermazione….nessun altro ! e per ora non mi sembra proprio che esistano dimostrazioni certe, reali e sufficienti !
      Cordiali saluti………….paolonesi

  • Lisa

    L’alimentazione consigliata dal Dott Mozzi e’equilibrata, privilegia frutta e verdura di stagione. Sconsiglia latte vaccino e derivati e glutine, ma non Vieta di mangiare nulla! Qualsiasi alimento consumato saltuariamente non e’dannoso. E’l’eccesso che non va bene. E comunque Mozzi non e’il santone di turno che una mattina si e’svegliato ed ha iniziato a sparare cavolate, leggetevi ” the china study” e la teoria di Peter d’Adamo poi ne riparliamo. Leggere e documentarsi sono fondamentali per trovare argomentazioni sensate. Chi parla basandosi su wikipedia, trasmissioni tv o filmati da youtube non e’affidabile.

  • Leonards Nikhangover

    Ma rimuovi questa pagina inutile.. tu non capisci una mazza

    • paolonesi

      @ Leonards
      facile dire….”tu non capisci una mazza !”,.
      Come sarebbe troppo facile la risposta: “e tu non capisci un cazzo !”
      Perché non provi ad argomentare il motivo per cui “un qualcuno qualsiasi”, come potrebbe essere @SAMUELE o @PAOLONESI o chiunque altro, non capisce una mazza ?…ah, ……e fai attenzione, ammesso che tu risponda, alla cosiddette “volontà di potenza” di nietzschiana memoria: sono molto pericolose per chi le afferma !
      Cordiali saluti………………Paolonesi

  • Leonards Nikhangover

    La caseina lo sanno anche i neonati che è la proteina che induce al cancro piu di qualsiasi altra. Sei un buffone

  • stefania

    io seguo la dieta del dottor mozzi e ne ho grandi benefici, vicino a me ci sono persone che la seguono ed altri no . la loro scelta è valida quanto la mia . non cerco di convincere nessuno . il fatto che il dottore ci guadagni non mi scandalizza , mi scandalizzo quando guadagnano senza farti stare bene.io sono ringiovanita. ……………………..

  • Salvo

    Ancor meno del Dott. Mozzi dovrebbe un giornalista dire cosa sia giusto e cosa no in campo medico. Non esistono verità, così come non può essere una verità che il Dott. Mozzi dica stronzate, soprattutto se a sconfessarlo sia un giornalista, ahimè, plagiato dalle regole invalse dei poteri forti! Seguire il Dott. Mozzi non credo sia paragonabile a come seguire Vanna Marchi! Così dicendo, caro giornalista, ha dato dell’allocco a una pletora di individui che, al suo contrario, si sono autonomamente e liberamente determinati nel seguire una teoria piuttosto che un’altra in tutto rispetto degli oppositori. A riguardo delle teorie sul latte, quale probabile causa dell’insorgenza di gravi malattie, suggerisco al giornalista che ha tentato di ridicolizzare il Dott. Mozzi di orientare la propria curiosità verso la conoscenza degli autorevoli studi condotti da molteplici ricercatori di tutto il mondo che affermano scientificamente quanto sostiene il “contadino” Mozzi. Diversamente si incorrerebbe nell’analogo errore del Dott. Mozzi ricercando proseliti in disprezzo della conoscenza e della democrazia.

  • Franco D’Angelo

    Paolo Nesi sei troppo agitato. Dovresti aprire un po’ il tuo cervellino e provare a capire che la realtà é complessa e va interpretata. Lo sforzo di ricerca della verità é infinito e possiamo solo avvicinarci. Qualcuno lo fa più di altri, ed i risultati lo dimostrano, pur magari rimanendo purtroppo ancora lontano dalla sua interezza. Quindi prova un po’ pure tu a fare lo stesso sforzo. Vedrai che starai meglio.

  • erika

    La scienza di cui parli e per la quale stai denigrando una persona onesta fa morti ogni giorno, a me interessa la scienza utile ed umana fuori dal libro paga delle case farmaceutiche. A me interessa solo il fatto di essere guarita da pericardite acuta recidivante autoimmune grazie al Dott. Mozzi e a tutta quella letteratura – per altro scientifica ma di cui evidentemente tu ignori l’esistenza- che parla di relazione tra cibo e sistema immunitario e che tra tutti, in primis, condanna latte e derivati. Vai e informati, investi la tua spocchia in qualcosa di utile.

  • silvia canossi

    Non c’ é niente di pericoloso nella dieta del gruppo sanguigno. É un’ alimentazione equilibrata e a me é stata consigliata da un biologo nutrizionista. Non uso latticini e chi sostiene che il latte vaccino aumenti il calcio é un ignorante. Ci sono studi in cui si sostiene il contrario. Una dimostrazione é che le donne occidentali in menopausa hanno spesso problemi alle ossa, cosa che nn succede in oriente dove si beve il latte di soia.
    Poi prendere in giro un uomo x il suo aspetto è veramente infantile.
    Ps. Studio medicina naturale e anche se in italia non é una figura riconosciuta, mi faccio il culo a studiare.
    Smettiamola di dire cazzate e di screditare le persone gratuitamente. Vedrei bene un confronto tra te e il dott mozzi, sono sicura che faresti una figura misera

  • Nadia Martelli

    Rifiutate al cento per cento dall’unita medico scientifica europea, certo perché se lo diverressero accettare le case farmaceutiche e tutto il giro di soldi che si nasconde dietro ai farmaci andrebbe in fallimento. Vergognati, io penso che Dott. Mozzi non sta obbligando nessuno puntandoli una pistola alla testa di seguire il suo modo di pensare. Ognuno e libero di scegliere.
    Ci sono più casi di morte che riguardano il modo di pensare che hai tu, e non quello del Dott. Mozzi. Fino ad ora non ha chiamato nessuno per dire che non si è trovato bene con quello che dice lui.
    Se qualcuno ha deciso di scrive sere queste cazz….te significa soltanto che inizia a da fastidio almeno in Lombardia.
    Veramente senza parole cosa non fate per i propri interessi!!!!!!!! Vergogna!!!
    Uno può prevenire le malattie ma se arrivano allora ci si affida ai medici, ma non va tutto risolto solo con i farmaci!
    Saluti

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      “non ha chiamato nessuno per dire che non si è trovato bene” con quello che dice Mozzi… davvero credi che in TV nel suo programma farebbero passare la telefonata di qualcuno che non è a suo favore? Ma dai!

      “Ognuno è libero di scegliere”, certo… ma fino a un certo punto, non ci si può approffitare della gente!
      Anche nel gioco d’azzardo ognuno può liberamente scegliere di giocare oppure no, ma tu non metteresti dei controlli per evitare i soprusi?
      Ecco, stessa cosa per Mozzi: se dice sciocchezze dev’essere fermato.

      Se volete smettere di bere latte, nessun problema.
      Ma se qualcuno vi vende libri e ricette basandosi su idee assurde allora… come minimo si aspetti che qualcuno glielo faccia notare!

  • GaRoma

    Grazie Dottor Mozzi. Grazie di cuore. Sono rinato.

  • Silvia Locatelli

    Provi a chiedersi perchè non si fanno ricerche scientifiche in proposito. Crollerebbero le case farmaceutiche? Crollerebbero le industrie alimentari? E perchè allora proprio le industrie alimentari stanno cambiando la loro produzione? Chissà perchè solo quando una persona si ammala, gli viene consigliato di evitare i latticini e il glutine…Forse la sua Scienza dovrebbe far un po’ più di spazio alla Natura.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      In realtà le ricerche ci sono ancora… e hanno dato risultati contrari a quelli attesi da Mozzi e soci.

      La scienza è capace di cambiare idea anche con le idee più strampalate, tipo questa:
      http://www.ilpost.it/2014/05/27/trapianto-di-feci/

  • Roberta Di Mauro

    samuele chissa quanto ti hanno pagato per dire queste cose false …scommetto tanti quattrini ,,,ma ci credi tutti dei fessi??dovresti vergognarti. Gesu disse che l albero eccellente si vede dai frutti che produce e questo vale anche per le persone.pentiti

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Eh sì son diventato proprio ricco… ma come ti permetti?
      Ti rendi conto che non solo scrivo gratis ma ci spendo pure parecchie decine di euro all’anno per mantenere un sito completamente libero da pubblicità?
      E devo pure sentirmi dire queste cose?

      Non ho detto nulla di falso, vi sfido a dimostrare il contrario

      • paolonesi

        @ SAMUELE
        Samuele….Samuele…..Samuele….Roberta di Mauro ti nvita a pentirti….pentiti SAM….dalle retta !
        Confessa….confessati…. magari ti hanno pagato a tua insaputa come Scajola (e che ne sai tu se è vero oppure no ?) tanti tanti quattrini, ovvero euro, sterline, dobloni, sesterzi, palanche, fiorini, dollari, yen, bond argentini, bond di mio cugino Armando e che altri SAM ?….confessati dai ! Vedrai che poi ti sentirai più sollevato e nella grazia di dio.
        Se vuoi ti invio il mio vero inginocchiatoio di legno e i ceci (crudi)
        per fare penitenza……almeno 2 giorni di fila e in silenzio, così impari……confessati Sam !
        Ciaoooooo….paolonesi

        • Aristarco

          Eddai…! Ha proprio ragione Paolo! Orsù, confessa, Sam, … quanti fantastimilioni di soldi hai incassato dal consorzio pluto-giudeo-nazi-massonico-comunista delle potentissime industrie lattiero-casearie?
          Ciao
          Aristarco

          • Angel

            Ahahahah, dai Samuele, hanno ragione, potresti offrirci da bere con tutti quei soldi che ti passano le lobbies lattiero-casearie!!! Per me va benissimo un bel bicchierozzo di latte!!!

  • Aristarco

    Un po’ stimolato anche dal tuo blog ho cominciato a chiedere in giro cosa mangia la gente. E ho (ri)scoperto ciò che già sapevo. C’è gente che è praticamente solo canivora. E sta benissimo. C’è gente che mangia quasi esclusivamente carboidrati. E sta benissimo. Ci sono vegani e vegetariani. Che stanno benissimo. E poi vi sono però anche persone che hanno invece problemi intestinali di varia natura (meteorismo, dispepsia, bruciori di stomaco, ecc.) che continuano a manifestarsi pur cambiando ogni tanto dieta. C’è veramente di tutto. Tra loro ricordo una famiglia dove c’è un arzilla ultracentenaria che ha una passione smodata per fritti e intingoli, che continua a preparare in cucina per i suoi due figli “zitelli”. Personalmente sono convinto che vi siano persone che abbiano specifiche intolleranze (mio figlio solo due volte nella sua vita ha mangiato pesce spada. E tutte due le volte ha poi vomitato. Da notare che mio figlio ha vomitato in tutta la sua vita solo quelle due volte. In conclusione ritengo plausibile che mio figlio sia intollerante al pesce spada). Ma al di là delle specifiche intolleranze, ritengo che ognuno possa e debba mangiare poco e di tutto. E soprattutto smettere di atteggiarsi a fanatici che hanno ricevuto la Verità alimentare dall’Unto del Signore!
    Ciao
    Aristarco

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Grazie Aristarco. Questo articolo è tornato di moda nei forum/blog/gruppi di facebook pro-Mozzi, con conseguente ondata di fanatici in arrivo a commentare…

  • lorena

    Il fatto che il glutine e il latte vaccino e i suoi derivati fanno male lo possono confermare moltissime persone.. guarda caso tutte le persone che conosco e che hanno cambiato alimentazione come me ora stanno decisamente meglio.
    E parlo pure di essere riusciti ad eliminare pastiglie per la pressione (il tutto sotto controllo medico) e altre patologie di questo tipo.
    Io preferisco eliminare la causa del problema e non alleviare i sintomi per mezzo di farmaci, perché forse non avete ancora capito che il farmaco non cura la causa, ma solo il sintomo.
    Poi ognuno è libero di credere in ciò che vuole.
    Resta il fatto che prima di buttare merda sulle persone ci si dovrebbe informare molto bene.

    • Angel

      Infatti, prima di buttare “sterco” sulle persone bisognerebbe informarsi bene. Cosi’ come prima di rispondere ad un articolo bisognerebbe almeno leggerlo per bene e capire cosa viene contestato, in questo caso, soprattutto, la teoria della correlazione gruppo sanguigno/alimentazione. Cosa centrano affermazioni del genere:
      “Io preferisco eliminare la causa del problema e non alleviare i sintomi per mezzo di farmaci, perché forse non avete ancora capito che il farmaco non cura la causa, ma solo il sintomo.”
      ????

      “Il fatto che il glutine e il latte vaccino e i suoi derivati fanno male” non e’ per tutti vero(*), e puo’ essere semplicemente dovuto a delle intolleranze alimentari. Del resto, se leggi l’articolo questo punto viene ribadito, almeno per quanto riguarda il latte… ma da qui ad affermare che sia cancerogeno…

      Ciao,
      Angel.

      (*) ad esempio, conosco molte persone che strabevono latte e mangiano pasta e pane e stanno molto bene.

      • Alessio

        Ho letto la tua risposta data a Lorena e ti invito a cercare informazioni su “the study china”, su youtube gira anche il film. La ricerca a parere dei canali scientifici pare seria. Per quanto riguarda la dieta dei gruppi sanguigni rimango dubbioso. Inoltre voglio aggiungere che la medicina non è una scienza esatta, ma si basa su statistiche, e la sperimentazione inoltre fino a qualche tempo fa veniva effettuata solo su un genere e non entrambi, ma le cose sono cambiate.

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Ciao Alessio, più che una ricerca il China Study è un libro che parla degli studi sul rapporto alimentazione-malattie fatto da un gruppo di ricercatori americani in Cina.

          Il libro è sicuramente interessante, me lo devo procurare.
          I dubbi sui risultati sono però molti, perchè i test non sono riproducibili e le conclusioni basate sui dati sono decisamente affrettate e spesso “stiracchiate” più per fare scandalo che per amore della verità.

          Ci sono molti siti che hanno analizzato lo studio in dettaglio e ne parlano male:

          Il “debunk” con tutta l’analisi: http://rawfoodsos.com/2010/07/07/the-china-study-fact-or-fallac/

          Un ulteriore approfondimento con vari studi scientifici che smentiscono parte del china study:
          http://rawfoodsos.com/2011/07/31/one-year-later-the-china-study-revisited-and-re-bashed/

          Un elenco di analisi contro il china study:
          http://rawfoodsos.com/the-china-study/

          Articolo: http://chriskresser.com/rest-in-peace-china-study
          Un altro: http://www.westonaprice.org/health-topics/abcs-of-nutrition/the-china-study-myth/

          Poi vabè, con google si trova molto altro.

          Le conclusioni sembrano chiare: le statistiche estrapolate dal china study sono interessanti, ma le conclusioni sono a volte decisamente avventate e a volte “manomesse” (togliendone delle parti per avere i risultati sperati)

          Quindi… occhio!

        • Angel

          Me lo avevano consigliato anche piu’ in basso e sto cercando di documentarmi [nei pochi ritagli di tempo che mi rimangono... sigh :( ].
          Ho letto anche io le critiche a questa raccolta di dati/studi. E inoltre ho letto un po’ di cose sulla storia del latte crudo/ latte pastorizzato. C’e’ da riflettere su un altro argomento, secondo me, al giorno d’oggi importantissimo: la fonte e la distribuzione del cibo e tutto cio’ che comprende (origini, tracciabilita’, trasformazioni, etc.etc.). Ma non e’ il tema principale della discussione.
          Invece per quanto riguarda la dieta dei gruppi sanguigni di Adams(se ricordo bene) e Mozzi, onestamente oltre ad essere confutata scientificamente, mi sembra anche limitante. Immagino ad esempio una persona di un gruppo sanguigno a cui e’ vietata la carne o il latte. Se questa persona segue questa dieta e non ha nessun problema ad assumere carne e latte, il risultato e’ che si sta privando di due buone fonti di sostanze nutritive, col probabile risultato di dover essere forzato a sostituirle, laddove possibile, o privarsene.
          Invece per quanto riguarda il discorso della medicina/statistica/sperimentazione sono in parte d’accordo con te, nel senso che la precisione non e’ ancora quanta potrebbe essere, pero’ si tende all’esattezza con metodo, invece che affidarsi allo “ipse dixit” o alla magia.

      • lorena

        Anche io conosco molti fumatori che non hanno il cancro, ma è ben risaputo che fumare fa male.
        Io posso capire i dubbi e la scetticità verso qualcosa a noi estraneo, ma prima di dire che una cosa è una balla sarebbe il caso di informarsi, e perché no, magari provare sulla propria pelle.
        Io fino a qualche anno fa mangiavo e bevevo ciò che volevo, ma avevo delle patologie che non riuscivo a risolvere con i farmaci tradizionali.
        Passando ad una dieta mozziana ho perso 25 chili e ho risolto le mie patologie.
        Io sono una testimonianza vivente.
        Sarà anche genetica, perché anche io conosco persone che bevono latte e mangiano pasta senza problemi, o almeno così sembra.

        • Asfalt0

          sei una testimonianza vivente del fatto che la cultura scientifica, in questo paese, è ai minimi storici

          ti consiglio di leggere qualcosa, non ciarlatanerie magari, riguardo a cosa sia il Metodo Scientifico

          ti consiglio di partire da Socrate, Platone, ecc

          so che la filosofia sta sulle palle quando si è studenti, ma il risultato è che poi 1) non avete i mezzi mentali, culturali, E LOGICI soprattutto per capire la scienza e perchè funziona 2) Berlusconi prende, ANCORA, milioni di voti

          conseguenze dirette del fatto che “la gente” non sa NIENTE di scienza.

          • Angel

            Perdonami, potrei essere d’accordo con te sulla questione dell’ignoranza, etc. etc.
            Ma a parte questo trovo che il tuo modo di esprimerti abbia conseguenze contrarie rispetto a quel che ti auguri, cioe’ che le persone si informino.
            In sostanza, dare degli ignoranti a delle persone che potrebbero non avere avuto la possibilita’ di farsi una cultura medico/scientifica e filosofica non li stimolera’ di certo a farsi una cultura… poi dargli anche dei Berlusconiani!!!!

          • Asfalt0

            mea culpa

          • lorena

            Perdonami, ma so benissimo cosa sia il metodo scientifico, ma non per questo lo prendo per oro colato.
            Non credo proprio che farebbe male se ogni tanto la gente si ponesse più domande e cercasse di migliorare le proprie conoscenze, invece di rimanere saldi e fermi su una convinzione.
            Io credo nell’evoluzione delle cose.

        • Angel

          Che il fumo faccia male non e’ solo risaputo, ma anche dimostrato, da molti studi scientifici. Che il latte faccia venire la cataratta… dove viene dimostrato? Mi spiegate come agisce il latte per fare opacizzare il cristallino??? Non parliamo nemmeno dei tumori. QUESTE AFFERMAZIONI SONO QUELLO CHE VIENE CONTESTATO (scusate il maiuscolo, non ho il grassetto per evidenziare).
          Inoltre, capisco i dubbi e la scetticita’ verso qualcuno che ti dice che la dieta dei gruppi sanguigni non ha fondamento, ma prima di dire che sto(stiamo) dicendo il falso, sarebbe bene documentarsi. E di studi a riguardo ce ne sono stati.
          Poi, il fatto che aggiungendo verdure e legumi all’alimentazione e togliendo un po’ di carne e altri tipi di alimenti tu sia dimagrita, probabilmente vuol dire che prima mangiavi poche verdure o comunque non avevi una dieta equilibrata, non lo so, dipende da persona a persona e comunque dipende da molti fattori (lavoro, ambiente in cui vivi, alimentazione, vizi… etc.etc.). Certamente se tu fossi andata da un bravo dietologo ti avrebbe dato una dieta simile SENZA propinarti fandonie (vedi sopra).
          L’argomento di provare su se stessi, tra l’altro gia’ piu’ volte abusato in altri commenti, non ha nessuna ragione di essere proprio per le ragioni che ti ho gia’ scritto. Ognuno ha un suo stile di vita, delle proprie abitudini alimentari e sociali. Come si puo’ dire che funziona per tutti una cosa che si prova individualmente?? Solo facendo degli studi scientifici basati sulle conoscenze e anche sulla statistica, oltre che su un metodo RIGOROSO. Altrimenti come si fa a contare l’efficacia di una cura???
          Aggiungo una cosa fuori tema, ma che mi preme dire. Hai detto che sei dimagrita 25 kg. Per alcuni questo vuole automaticamente dire stare meglio, e probabilmente nel tuo caso e’ cosi’(te lo auguro). Ma vorrei ribadire che dimagrire non vuole assolutamente dire che si sta meglio, anzi, ci sono casi in cui significa stare fisicamente male, ed essere piu’ soggetti a patologie/infortuni (ad esempio se si fa sport).
          Saluti,
          Angelo.

          • lorena

            Ora parlo del mio caso, io ne ho girati di dietologi, nutrizionisti ecc. Seguivo le diete scrupolosamente, ma non stavo né bene, né Tantomeno perdevo peso.
            Ribadisco il fatto che la vera prova scientifica è il nostro corpo.
            Basta vedere le reazioni del proprio corpo per sapere se una cosa va bene o meno per noi.
            Io, detto questo chiudo qui il discorso, perché parlare con le menti chiuse come quelle che vedo qui dentro, che non sono aperte al dubbio e non mettono in discussione la scienza e il metodo scientifico, per me è solo tempo ed energia sprecata.
            Buona salute a tutti, qualunque sia la vostra scelta.

          • Angel

            Si, ma non mi hai risposto alle domande…

    • Asfalt0

      è un’indagine altamente scientifica che “lo possono confermare moltissime persone” e che “guarda caso pure quelli che conosci”

      ci siamo andati sulla Luna con convinzioni del genere, lo sai si?

      siete il motivo per cui la democrazia è una stronzata.

      • lorena

        Nulla è più scientifico della risposta del nostro corpo. A parer mio.
        Poi fai tu ciò che meglio credi per te

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          è la peggiore definizione di “scientifico” che io abbia mai sentito…

        • Asfalt0

          certo

          mi auguro tu e quello che ti ha dato un + non votiate mai.

  • Mario

    Posso confermare che quando una persona ha un qualche tipo di problema viene in contatto con tutte queste oscenità, dal mangostano all’aloe, dal dottor mozzi all’urino terapia.

  • riccardo bocca

    Io credo che la gente la debba smette di riempirsi la bocca senza sapere di cosa stanno parlando. Premetto che non seguo la dieta del dott Mozzi. E’ scientificamente provato, e ci sono migliaia di articoli correlati, che il latte ed i derivati sono assolutamente incompatibili con l’essere umano. Potrei parlare per ore degli effetti nocivi del latte sul sistema organico umano. Inoltre smettiamola di credere che il latte apporti calcio all’organismo. Anzi gli ultimi studi hanno evidenziato che un consumo costante di latte porta ad una perdita del tenore calcico dell’osso, mentre i vegetali sono la reale fonte di calcio realmente assimilabile ed utilizzabile dall’organismo. Per non parlare poi della carne. Non siamo fatti per digerire le proteine animali, abbiamo un succo gastrico 10 volte più debole di un animale carnivoro ed un intestino troppo lungo.
    Smettiamola di scrivere cavolate su questi blog. Poi ci lamentiamo che gli italiani sono un popolo di ignoranti.
    Saluti
    dott. Bocca

    • paolonesi

      @ Riccardo Bocca
      Egr. Dott. Riccardo Bocca,
      Se le diete senza latte e carne non siano giuste per noi esseri umani lo stanno dicendo da decenni ben altre persone e assai prima del Mozzi, quindi non è certo una novità !
      La dieta consigliata in base ai gruppi sanguigni fattami presente da medici 2 decenni fa è assolutamente priva da ogni fondamento…..parola degli stessi medici che me lo dissero, dimenticando di avermelo detto !
      Quindi appare il Mozzi, cioè a dire:…..di che cavolo stiamo parlando ?
      Cordiali saluti……………paolonesi

  • giuseppe

    Io sono stato nell’eremo dove conduce la sua attivita, ha proseliti da tutto il mondo che pagano per andare li a lavorare. Sono spesso presi a causa della loro ignoranza e perche sono persone deboli. Io ho iniziato a fare domande, perche ero da una parte incredulo e dall’altra interessato, e il mozzi mi ha detto che non voleva rispondermi perche lui si occupa di una scienza che non e’ per le folle. (Parole testuali). Tipo era cosi nel medioevo mi pare, o no? Inoltre, ho poi provato a sondare se effettivamente avesse qualche conoscenza di tipo biochimico, o fisiologico, e queste conoscenze, anche le piu basilari, erano decisamente assenti.
    Credevo che le robe alla wanna marchi fossero un eccezione, invece piu mi informo piu mi ricredo.

    • paolonesi

      @ Giuseppe
      Carissimo Giuseppe….vai tranquillo, non prendertela ….c’è di peggio sia in medicina che in altri campi (rispettivamente: l’omeopatia, economia…..ma sono solo 2 semplici esempi delle migliaia rinvenibili !)
      Cordiali saluti……paolonesi

    • Franco

      sei andato lì a prenderlo per il naso facendo le domandine da cruciverba, se te ne stavi a casa non era meglio?

  • Gianni

    Di certo ignori la fisiologia intestinale,quindi vai a studiare un pochetto prima di dire cazzate e controllati la tiroide.

  • Celeste82

    Vi parlo della ‘mia esperienza’ appena iniziataHo sentito parlare per la prima volta della dieta del dott.Mozzi dal mio Osteopata tempo fà, ma come la maggior parte delle persone, se non scientificamente provato, non l’ho seguita, pensando fosse troppo restrittiva. Ho sempre mangiato quello che volevo, senza subirne le conseguenze….secondo me! Il problema (o forse i problemi) è subentrato un anno fà, quando sembrava avessi ingerito un salvagente, ossia il mio addome era gonfio. Mi sono decisa a fare i test sulle intolleranze alimentari, due settimane fà, e sono risultati negativi per tanti alimenti, tra cui cereali con glutine e latte, i principali. MI hanno prestato il libro del dott. Mozzi due amiche e caso vuole che la maggior parte degli alimenti benefici per il mio gruppo sanguigno sono proprio quelli che sono risultati ‘mangiabili’ dal test delle intolleranze. Voi mi direte che si tratta di un caso, ma tentar non nuoce. La dottoressa che mi ha fatto il test mi ha consigliato di ‘disintossicarmi’ per un mese e mezzo (seguendo rigidamente la dieta), cosa che farò ma poi pian piano di cercare di inserire di nuovo gli alimenti che mangiavo prima. Sono ‘a dieta Mozzi’ da una settimana e cosa noto: la mia pancia e i miei fianchi si stanno sgonfiando a vista d’occhio, i miei pruriti intimi scomparsi improvvisamente, pelle luminosa, non ho più episodi di dissenteria. Gli altri benefici li devo ancora ‘scoprire’. Vero è che io ho in mano un test sulle intolleranze alimentari, ma vi pongo una domanda, magari ignoro ancora tante cose e dovrò informarmi di più: perchè Mozzi mi dice di mangiare certi alimenti per il mio gruppo e io a 30 anni scopro proprio che sono ‘scientificamente’ benefici per il mio organismo da un test? è solo un caso? perchè mi dice di non bere latte, mangiare cereali con glutine e il mio test ‘dice’ proprio che ho un’intolleranza al latte e ai cereali con glutine? il test è falso se me l’ha fatto una dottoressa conosciuta? Concludo dicendo che dovrò ancora leggere tanto e informarmi, ma per un mese e mezzo provare non mi costa niente e soprattutto valutare i pro e i contro, salve gente

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Non ho capito esattamente quello che ti è successo.

      Il test delle intollerranze ha dato risultati negativi nel senso che sei intollerante a certi alimenti tra cui glutine e latte?

      In quel caso non c’è dieta Mozzi che tenga, se sei intollerante è ovvio che devi evitare quegli alimenti.

      Studi statistici hanno dimostrato però che non c’è alcuna correlazione tra persone intolleranti a glutine/latte e gruppi sanguigni.
      Per capirsi: i celiaci sono equamente divisi tra i vari gruppi sanguigni.

      Ergo: il test è vero e casualmente corrisponde ad un pezzo di dieta Mozzi (lui per il tuo gruppo sanguigno sicuramente elimina tantissimi altri alimenti di cui tu puoi tranquillamente fare uso).
      Non penserai che le milioni e milioni di persone col tuo gruppo sanguigno siano intolleranti come te, spero!

  • Barbara

    salve, ben ritrovati a tutti
    sono qua per segnalare un altro recente caso pro dieta Mozzi.
    Una mia amica mi ha chiesto che cosa facessi per stare così bene (ricordate sono una “ex” malata di spondilite anchilosante) così le ho prestato il libro della dieta Mozzi. Non l’ho risentita per circa 20 giorni ed una mattina mi ha chiamato stupefatta dei risultati che stava ottenendo, spiegandomi che prima al mattino non riusciva a chiudere le mani perché erano gonfie e dolenti (facendo la parrucchiera il medico aveva dato la colpa alla professione) adesso le sue mani al mattino sono evidentemente asciutte e non le fanno più male.
    E’ giusto rendere pubbliche queste notizie poiché altre persone nella stessa situazione possano provare anche questa via d’uscita.
    Il Dott. Mozzi non è l’inventore di questa dieta… tutti lo sanno, ma lui spiega molto chiaramente il perché di tutto ciò, delle varie risposte immunitarie del nostro organismo al contatto prolungato con determinate sostanze, io ho provato anche con mio figlio di 6 anni, grande consumatore di latte, togliendogli il latte di mucca (faccio presente che non è intollerante) la notte respira benissimo (prima russava spesso), le tonsille si sono sgonfiate (prima erano perennemente enormi) e un testicolo gonfio ormai da circa 1 anno gli si è sgonfiato improvvisamente………………. Non potete dirmi che sono sempre e solo casistiche e coincidenze.
    Buona serata

    Barbara

    • paolonesi

      @ BARBARA
      da paolonesi 6 giu 12:35
      Carissima Barbara,
      da statistico posso solo dirti: attenzione alla statistiche “apparenti”. La statistica, checché se ne dica, è una cosa seria, ma va ben interpretata:….non si può da casi singoli passare a leggi generali !
      Cmq, a parte questo, è da tempo che si stiamo dicendo che magari non è il latte la causa, ma come viene prodotto, cioè che tipo di mangiare si dà alle vacche da latte, o le manipolazioni che fanno al latte prima di metterlo in commercio…… ecc. ecc.
      …………………….
      Inoltre ciò che è più GRAVE è che se la dieta Mozzi è così stupefacente per quale motivo il Mozzi non fa fare una effettiva sperimentazione medica ? Si prendono 100 persone che bevono molto latte quotidinamente e ad altre 100 che lo bevevano quotidianamente lo si toglie del tutto. Passato un anno si fanno le verifiche mediche e relative statistiche ! Semplice !
      …….
      Ad ogni modo se ciò che dici è vero, ed io non ho motivo di dubitarne, almeno fino a prova contraria, non mi par vero che togliendo completamente il latte mi si sgonfiano le palle che ho a causa della politica quotidiana………ahahahahahah…..
      ……
      Cordiali saluti da…………paolonesi

      • Picciariello Giuseppe

        PAOLONESI MAI SENTITO PARLARE DI LOBBY FARMACEUTICHE?

        • paolonesi

          @ Picciariello Giuseppe
          Carissimo Giuseppe.
          chiedere proprio a me se ho mai sentito parlare di lobby farmaceutiche è veramente incredibile, visto che ne ho denunciate molte di queste porcherie……………..(beh, ma ovvio che tu non lo potevi sapere !) !
          Ma ciò non toglie che oltre le lobby esistano anche i cialtroni, gli imbonitori…insomma gente che vuol fare solo “palanche”.
          Rimane quindi l’osservazione che….pacatamente…ho fatto a Barbare e che qui riporto:
          …….
          Inoltre ciò che è più GRAVE è che se la dieta Mozzi è così stupefacente per quale motivo il Mozzi non fa fare una effettiva sperimentazione medica ? Si prendono 100 persone che bevono molto latte quotidinamente e ad altre 100 che lo bevevano quotidianamente lo si toglie del tutto. Passato un anno si fanno le verifiche mediche e relative statistiche ! Semplice !
          ..
          Cordiali saluti……..Paolonesi

          • Picciariello Giuseppe

            Secondo te la medicina approverebbe ciò che dice il dott. Mozzi non credo, xche se no come farebbero senza vendere medicine? Dai Paolo siccome conosci le lobby allora fatti delle domande sensate!

          • paolonesi

            @ Picciariello Giuseppe
            da paolonesi 12 giu 20:00
            carissimo Giuseppe,
            ti faccio presente che c’è stato un attacco dall’ Antistrust alla Novartis e alla Roche perché si erano accordate per vendere uno solo , il più costoso, di due farmaci praticamente uguali come effetto, ma con una differenza di prezzo spropositata (Avastin, economico: dai 30 agli 80 euro; e il Lucentis dai 900 ai 1700 euro)
            [Qui ne abbiamo parlato a lungo !].
            La multa è stata quasi-irrisoria per le 2 società farmaceutiche ….solo 180 milioni di Euro !
            Ma, per fortuna, ora leggo, anche il Ministero della Sanità si è costituito parte civile e ora pretende un rimborso per almeno 1 Miliardo di Euro !!!
            Come vedi con un po’ di buona volontà le truffe si possono anche scoprire.
            Le Aziende Farmaceutiche devono vendere, certamente ! Ma almeno che sia in maniera legale e non truffaldina o che peggio pagando fior di mazzette ai soliti noti !!!!!
            Cordiali saluti…….paolonesi

      • Laura

        Ciò che è grave, non è che Mozzi non faccia fare sperimentazine medica, ma che chi dovrebbe farla, non la fa, oppure la fa malamente!!!!

  • paolonesi

    @ SAM …………. OT…………
    Scusami Sam, ma è da un po’ di tempo che volevo chiederti se, così come si scrive per fare il grassetto, non si potresti fare un qualche per colorare il fondo di una citazione per esempio, come ho visto che fanno in altri Forum, dove mettono [quote] e per chiusura [/quote] ?
    ……
    ciao….paolonesi

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ecco una citazione:

      Per la citazione tipo questa devi usare blockquote invece che quote, non tra parantesi quadre ma tra parentesi angolari

      (senza spazi) all’apertura e /blockquote alla chiusura

      Ecco fatto!

      • paolonesi

        @ SAM …………….OT
        Sam, ….rispondendo a Noemi qui sopra ho fatto il blockquote tra parentesi angolari, finito con /blockquote tra parentesi angolari, ma non succede nulla ! ???
        ….
        Visto che qui il colore di fondo è marroncino, se col blockquote venisse bianco andrebbe bene, però se venisse invece un po’ più scuro o decisamente giallino andrebbe meglio !
        ……………
        ciao….paolonesi

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Ciao paolo, in realtà il colore non cambia, ma si vede una barra nera verticale che distingue il testo dalla citazione, così:

          ecco la citazione

          Purtroppo non ho potere decisionale su come vengono impostate le citazioni, dobbiamo tenerci queste :-)

          • paolonesi

            @ SAM…..OT (ultimo)
            e come mai allora, quando qui sopra hai messo il commento in evidenza di Aristarco lo sfondo è chiaro invece che beige ?……paolonesi

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ah, lì è un’altra cosa, posso mettere un commento “in evidenza” sopra gli altri e viene contraddistinto in quel modo, con lo sfondo grigio.

            Provo a vedere se si può far qualcosa anche per le citazioni, in effetti non sono molto chiare.

  • noemi

    A mio parere, visto che siamo abituati a mangiare male, è normale avere dei cambiamenti in positivo dopo aver seguito una di queste diete…

  • paolonesi

    @ NOEMI 6 giu
    da paolonesi 7 giu 16:45
    Carissima Noemi,

    Ohhhhhh,,,,finalmente una persona sensata !

    Ciaooo……paolonesi

  • Picciariello Giuseppe

    INVECE DI SPARARE TROIATE XCHE NON PROVI A FARLA LA SUA ALIMENTAZIONE E FAI LE ANALISI PRIMA E DOPO COSI VEDRAI QUANTO SEI IMBECILLE!! IO L’HO FATTA E LA STO ANCORA SEGUENDO ED HO AVUTO RISULTATI STRATOSFERICI SENZA L’USO DI MEDICINE E CAGATE VARIE SCIACQUATI LA BOCCA PRIMA DI SPARARE MERDA SENZA SAPERE COSA DICI!!!!!!

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Se prima mangi merda e poi mangi insalata sicuramente migliorerai.

      Prova a seguire una dieta mediterranea intelligente e vedrai che le analisi andranno bene come se non più della dieta Mozzi (che richiede sacrifici inutili visto che elimina alimenti assolutamente sani).

      • Picciariello Giuseppe

        io mangio tutto cio che va bene per il mio gruppo sanguigno e non insalata informati prima di sparare cazzate la pasta la mangio lo stesso ma senza glutine dato che ho notato che quando mangio la pasta con il glutine ho il pane mi si chiude immediatamente il naso sembra strano ma è cosi!! ti ripeto Provaci e vedi che non è come dici tu!!

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          Non mi stupirò mai di leggere certi commenti, siamo su internet ma non significa che puoi piombare sul mio blog a insultare, qui si discute con calma ok?

          Hai problemi col glutine? Niente di strano, è molto difficile da digerire e oltre il 20% delle persone non riescono a digerirlo facilimente (di tutti i gruppi sanguigni)… non serve essere celiachi per avere problemi col glutine.
          Evidentemente tu sei tra questi.

          Centra qualcosa il tuo gruppo sanguigno? No.
          Prova ad eliminare SOLO il glutine ma continuare a mangiare come facevi prima: molto probabilmente starai comunque benissimo.

          • axid

            beh qua mi sembra che il primo insultare Mozzi sei tu…

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Io non insulto, al massimo prendo in giro… ho mai dato a Mozzi dell’imbecille?

      • Salvo

        chiedo scusa per l’intromissione. Il latte vaccino è concepito dalla natura per alimentare i vitelli non gli uomini. Se fosse veramente importante per la nostra alimentazione la Natura avrebbe permesso alle mamme di produrne ancora….

  • luce

    io STO BENISSIMO MANGIANDO SALUMI,PASTA,LATTE ECC.BASTA FARE UNA VITA ATTIVA!!!NON CREDO AL DOTTOR MOZZI ASSOLUTAMENTE ANCHE SE CREDO CHE LE MEDICINE DI ADESSO SIANO FATTE PIU PER GUADAGNARE CHE PER CURARE IL PAZIENTE.UNA DOMANDA VORREI FARE,SE QUALCUNO SA RISPONDERMI:CONOSCETE SE IL SIGNOR MOZZI HA FATTO SOLDI A PALATE CON LE SUE INFORMAZIONI???CONOSCETE SE HA UN SACCO DI TERRENI NEL PIACENTINO???

    • Barbara

      Salve luce, quanti anni hai?……poi ti dico il perché.
      Se uno vuole provare la dieta Mozzi può anche senza versare un euro al dottore….solo seguendo le sue indicazioni su you tube riesce benissimo a capire cosa deve fare. Se come dici tu lo fa solo x arricchirsi non farebbe mettere on line tutte le trasmissioni ed i convegni a cui partecipa.
      buona serata
      Barbara

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Barbara, Mozzi vende tantissime cose sul sito e si fa pagare 60 euro per ogni persona che vuole un consulto.
        Non tantissimo ma nemmeno poco per un medico non specialista che dà consigli di vita senza sostegno scientifico.
        Ha fatto DVD, vari libri (costosi), tiene conferenze (non gratis), va a trasmissioni (non gratis)… insomma ha fatto un bel successo!

        • Barbara

          Caro Samue
          ho versato tanti euro a dottori, luminari, in esami e medicine ma mai nessuno ha accennato anche minimamente che il cibo poteva essere la causa.
          Ho convissuto per anni con il dolore che solo i malati reumatici sanno di cosa si tratta, non mi sono goduta i primi anni di mio figlio perche perennemente stanchissima anche solo per giocarci……era così semplice: CAMBIARE ALIMENTAZONE!
          Io che non avevo mai preso medicine mi ritrovavo a dover fare terapie a vita per sopprimere il mio sistema immunitario che mi stava attaccando perche era impazzito.
          Menomale che un giorno ho trovato quel video del dottor Mozzi e così me li sono guardati tutti…….la situazione mi era molto più chiara! Ho cambiato abitudini alimentari e sono rinata…..sono tutti lontani ricordi che spero non tornino più.
          Vedi Samuele è stato solo Mozzi che senza conoscermi e chiedermi soldi mi ha guarito, ho capito che il mio sistema immunitario lavorava benissimo ma era il cibo che consumavo quotidianamente che lo faceva inca….re , questo non te lo senti dire da nessuno e c’è un perche.

          • Ric767

            Le balle della dieta dottor mozzi

          • Barbara

            Ciao!
            c’è sicuramente un legame molto stetto tra cibo e malattie autoimmuni, io ne ho avuto la prova, anche la moglie di un mio collega malata di artrite reumatoide provando la dieta del gruppo sanguigno è migliorata notevolmente (molto meglio che con i farmaci). Pensa che all’ultima visita reumatologica la dottoressa mi ha fatto capire che sono sulla strada giusta…….ma non me l’ha detto esplicitamente.
            Sono contenta che anche tu stai meglio!
            Buona serata

        • Barbara

          Bravo Samuele!
          non pubblicare quello che scrivo.
          complimenti!

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Pubblico tutto, ma prima leggo… abbiate pazienza voglio evitare un porcile come su certi siti.

            Riguardo all’importanza del cibo nella salute di una persona può essere che ci sia poca attenzione nel mondo medico, non lo metto in dubbio… ma (ribadisco per l’ennesima volta), il mio articolo parla delle “balle” di Mozzi, che sono il rapporto gruppo sanguigno-tipo di alimentazione e le sue parole contro i latticini (considerati colpevoli di ogni male e ogni malattia).
            Queste sono BALLE pericolose.

          • Aldo Santi

            per me le balle le racconti tu!

  • Sophie

    Per carità, ovvio che Mozzi non ha nessuna prova scientifica dalla sua parte, ma anche la smentita con questo articolo mi sembra grossolana e senza documentazione a riguardo. Si dice un po’ che il latte non è digeribile, che mozzi dice cazzate…insomma un po’ generico. Io ( come voi ) non so dove sta la ragione,ma si che Mozzi ( vedendo alcuni video) non impone e non fa terrorismo, semplicemente se uno vuole può non magiare alcuni alimenti e poi vede se sta meglio. Insomma non mi sembra che dica di non mangiare o di fare cose assurde. E sicuramente un po’ di regola nel mangiare non fa male. Ah e comunque in tema di scienza, parlando con uno stimato dottore, ed una amico che studia le ossa in ospedale a Ferrara, entrambi mi hanno detto, ” non fate l’ errore di pesare che nel latte ci sia il calcio!” Quindi…in attesa di un articolo che provi quanto sbagliata sia la sua dieta, con prove, io tengo il dubbio…

    • Monocalpo

      Sophie, Sophie….
      … ma c’è il Mondo!!!!!!!
      Si deve fare i conti con il Mondo!!!!!!
      C’è il Mondo, là fuori!!!!!
      Capisco che possa non essere – per quanto enormemente enorme – visibilissimo, ma ciò non toglie che il Mondo c’è ed esiste!!!!

      Che cosa esattamente intendo dire, quando parlo di “Mondo” in una discussione che ha come tema le teorie alimentari del dr. Mozzi???
      In questo specifico contesto, con il termine “Mondo” faccio riferimento alla comunità internazionale dei ricercatori nell’ambito della Scienza della Alimentazione.
      In Kurdistan, così come in Canada, così come in Guatemala, così come nelle Filippine, come in Bahrein, così come in tutti gli oltre duecento Paesi del Mondo, ci sono decine di migliaia di ricercatori – per lo più universitari – che studiano la Scienza dell’Alimentazione.
      Sono un poderoso esercito di ricercatori che da moltissimi anni si dedica alla ricerca nell’ambito della Scienza dell’Alimentazione.
      Grazie ad internet e alle riviste di settore, questa comunità scientifica lavora in modo interconnesso, decennio dopo decennio, su quale sia l’approccio alimentare corretto per l’Homo sapiens sapiens.
      Un lavoro silenzioso, oscuro, senza grossi guadagni e senza particolare notorietà.
      Come è giudicata la teoria alimentare di Mozzi da parte della comunità internazionale dei ricercatori dedicati alla Scienza della Alimentazione?
      Orbene, la comunità internazionale dei ricercatori dedicati alla Scienza della Alimentazione considera ZERO ASSOLUTO la teoria alimentare basata sui gruppi sanguigni del dr. Mozzi.
      Il sottoscritto non appartiene a questa comunità di esperti, ma in generale tende ad affidarsi a ciò che esprime la comunità degli esperti, piuttosto che a uno degli innumerevoli eretici di turno.
      Cordialità

      • SCiuffi

        Non credo nemmeno a tutta questa comunità scientifica spesso manipolata ed associata a multinazionali e corporazioni di varia natura (case farmaceutiche, alimentari etc)
        . Comunque solo per tua info in Canada ho trovato più studi di massaggio e terapie orientali che gabinetti medici. È nota innato la penuria do medico da quelle Sono molto d’accordo con lei. Rimando solo un po’ scettica sul discorso dei gruppi sanguigni nonostante abbia letto il libro di J. ADAMO (non ricordo esattamente come di chiami) in cui lui stesso ammette la mancanza di prove scientifiche a sostegno della sua teoria. Ma trovo i consigli alimentari del dott Mozzi molto utili ed efficaci. Si può credere o no alla fitoterapia che consiglia a sostegno della sua dieta. Mia madre è stata operata di rumore al seno e le hanno sconsigliato di mangiare formaggi e derivati del latte. Ci sarà un motivo

  • Daniele

    Per questo ci si ammala sempre di più, finche c’è gente che scrive ste stonzate!!
    Non mi sembra in ogni caso che la medicina “ufficiale” stia ottenendo grossi risultati.
    Vedi, la gente che cambia alimentazione ed ottiene risultati poi si trova a scontrarsi con un muro di ignoranza quando tenta di diffondere quello che magari per loro è un grande risultato. Ed è questa la cosa deprimente, che di fronte a gente che si sente meglio anche magari senza avere una patologia, solo per aver cambiato abitudini, c’è l’indifferenza totale.
    Certo che il dottor Mozzi ti offre di mangiare carote al posto di riso, mica ti rifila un gloxerumsticus 40gr, che magari non sai neanche che cavolo sia…..

  • Monocalpo

    Temo che la gran parte delle risposte che sono state raccolte in questo blog, siano la inequivocabile dimostrazione del fallimento della “Squola” italiana.
    D’altra parte, una mia carissima amica, vicepreside di una scuola media superiore, mi raccontava – non molto tempo or sono – il livello bassissimo di cultura scientifica che caratterizzava una tutt’altro che trascurabile quota del corpo docente della Sua scuola.
    Se questi sono i professori, cosa aspettarsi da coloro che escono dalla nostra “Squola”?

    • paolonesi

      @ MONOCALPO 23 GIU
      da Paolonesi
      Carissimo Monocalpo
      ti dirò di più……molti anni fa me ne uscii dall’insegnamento, avendo già all’epoca previsto la “chiusura” e la “sterilizzazione” della scuola, specie per l’appunto della cultura scientifica…..anche se poi ci sono molti ragazzi bravissimi che, a dispetto di tutto, ma facendosi un mazzo tanto, riescono brillantemente a superare questo handicap, ma solamente se escono dall’Italia e vanno dove il loro lavoro e ricerca è apprezzato !…ciaoooo…paolonesi…

    • Marco

      Monocalpo !!! Scuola non si scrive con la Q di QUADRO !!!! MA CHE SCUOLE HAI FATTO ???

      • DINO

        IO POSSO DIRE CHE IL MIO COLESTEROLO ,DA 250 E SCESO A 190 E I TRIGLICERIDI DA 165 SONO SCESI A 60, FINO A UN MESE FA PRENDEVO LE STATINE,ADESSO NON PIù QUESTO GRAZIE ALLA ALIMENTAZIONE,CHE SEGUO IN BASE AL MIO GRUPPO SANGUIGNO…SE AVETE DEGLI ACCIACCHI VI CONSIGLIO DI PROVARE.CIAUUUUUUUUUUU DINO DA MANTOVA.

      • paolonesi

        @ MARCO

        Carissimo Marco…..per te nel Mondo l’ironia NON ESISTE, VERO !?

        …..ciaoooo Paolonesi

  • Inquisitor

    Nemmeno tu stai dando un parere scientifico.

  • Virgilio

    Ho letto la maggior parte delle recensioni e desidero dare il mio pacato contributo.

    Ho seguito gli interventi televisivi del dottor Mozzi e ho deciso di provare.

    Premessa che ho 55 anni e frequento regolarmente una palestra, per tanto ho avuto anche la possibilità di valutare in palestra i risultati della dieta..

    Il mio più grande timore era togliere i carboidrati dalla mia alimentazione ( abitualmente mangiavo pasta integrale prima degli allenamenti in quanto credevo che i zuccheri composti fossero indispensabili per avere la forza necessaria per affrontare il duro allenamento).

    Ho sostituito la pasta con la quinoa e ho tolto completamente il latte e derivati dalla mia alimentazione.

    I risultati sono stati formidabili : Molta più energia nell’ allenamento e più resistenza. Inoltre la completa scomparsa dell’ acidità di stomaco che mi perseguitava da parecchio.

    Perdita di 10 chili in tre mesi ( erano anni che alimentandomi con la pasta non riuscivo a raggiungere il peso desiderato ). Benessere fisico generale.

    Genio o impostore ? Non mi importa. Quello che conta è il risultato raggiunto.

    Di questa testimonianza fatene quello che vi pare, per quello che mi riguarda era il minimo che potessi fare per ringraziare il dott.Mozzi.

    • SCiuffi

      Sono molto d’accordo con lei. Rimango perplessa sui gruppi Sanguigni nonostante abbia letto il libro di J. ADAMO (non ricordo esattamente come si chiami) in cui lui stesso ammette la mancanza di prove scientifiche a sostegno della sua teoria. Ma trovo i consigli alimentari del dott Mozzi molto utili ed efficaci. Si può credere o no alla fitoterapia che consiglia a sostegno della sua dieta. Mia madre è stata operata di rumore al seno e le hanno sconsigliato di mangiare latticini per un periodo..mah

    • carmy

      Complimenti! bell’intervento! carmy

  • Marco

    Concordo sul fatto che la massa di ricercatori è ampia, ma non concordo assolutamente sulla posizione “unanime”.
    Come ben sa, la scienza dell’alimentazione pone numerosi muri e divergenze persino fra gli stessi ricercatori.
    Sa
    di quanti casi che i dietologi non riuscivano a gestire che si sono
    risolti togliendo il latte pastorizzato (o bollito) e il glutine?.
    E questo esula dal discorso Mozzi.
    Mozzi non è l’unico che sostiene questa tesi.

    Io
    stesso sono stato visitato per oltre 10 anni per i miei problemi alle
    tonsille gonfie, e nessun medico o dietologo si è mai preso la briga di
    fare un percorso come quello che mi son preso la briga di fare per conto
    mio.

    “Togliti le tonsille che fai prima” mi dicevano.

    E io mi dovrei fidare di gente simile?? Togliendo il latte pastorizzato e assumendo MSM mi si sono sgonfiate in 3 giorni.

    Scienza
    si, ricerca personale si, ma mi spiace, dal suo post intravedo lo
    stesso tunnel che intraprende chi, a sua detta, insegue mozzi ciecamente
    e senza porsi delle domande.
    Il suo post non ha nulla di costruttivo se non accuse, e ha ben poco di oggettivo.

    La nostra realtà è duale, ci sono sempre due facce della medaglia.

    Per
    quanto in contrasto con quello che pensa, il fatto che la dieta di
    Mozzi in taluni casi abbia portato a dei successi, è indice del fatto
    che qualcosa da imparare c’è e che di sicuro vale la pensa studiarci su.

    • Monocalpo

      “[...] la massa di ricercatori è ampia, ma non concordo assolutamente sulla posizione “unanime”[...].”
      RE: Chi conosce come funziona la Scienza, sa benissimo che non esiste ambito in cui la comunità dei ricercatori raggiunga l’unanimità; in ogni ambito, su quasi ogni teoria vi sono gli “eretici”. Però, a parte la inestirpabile presenza degli “eretici”, si può certamente parlare della opinione della stragrande maggioranza della comunità dei ricercatori.

      “[...] il fatto che la dieta di Mozzi in taluni casi abbia portato a dei successi, è indice del fatto che qualcosa da imparare c’è e che di sicuro vale la pensa studiarci su”.
      RE: Chi conosce come funziona la Scienza Medica, sa benissimo che non esiste ambito della cosiddetta medicina alternativa (da Mozzi a Vannoni, da Di Bella a Simonicini, da Bonifacio a Hamer, ecc. ecc.) che non abbia “successi” da vantare.
      Non è dalle serie di successi clinici – emersi da una osservazione empirica estemporanea – che c’è qualcosa da imparare, qualcosa che vale la pena di studiare.
      La Scienza Medica funziona diversamente.
      E con i risultati che la Scienza Medica Ufficiale ha oggettivamente ottenuto e dimostrato con fatti concreti, mi chiedo come si possa pensare di metterla a disparte, per seguire l’eretico di turno.

      Cordialità

      Monocalpo (ex-Aristarco)

  • paolonesi

    @ a MARCO
    da Paolonesi 2 lug 16:10
    Carissimo Marco,
    probabilmente hai letto solo il post di SAMUELE e non tutti i post che ci sono stati. Quindi non hai potuto leggere tutto quello che s’è scritto. Ma l’argomento si è ben sviluppato, e pertanto riporto succintamente quanto s’è criticato.
    1) Se tu, che suppongo non sei medico, togli ad un amico che ha problemi non risolti dalla medicina ufficiale, praticamente tutto, consigliandogli di mangiare solo: acqua fresca, insalata fresca tipo lattuga e pesce fresco (poco) bollito al vapore, il tutto senza sale né olio né pane, né grissimi né altro…..scommetti che l’azzecchi nel 50% dei casi ?
    Se non l’azzecchi significa che i problemi che ha il tuo amico non dipendono dall’alimentazione, ma da qualcos’altro, a meno che non sia allergico al pesce o alla lattuga naturalmente !……ma è proprio questo che fa il Mozzi ! Quel 50% o più in cui l’azzecca lo fa diventare più “mago” che “genio”; ma il resto ? chi ne sa qualcosa del resto ?
    Cmq sia, una cura così per qualche settimana ti assicuro che non fa affatto male ….anzi ! Ma anche tu o io potremmo prescriverla a chiunque !
    2) Il fatto di collegare poi il tipo di alimentazione al gruppo sanguigno è una balla colossale…..già da me sperimentata su me stesso da più di 25 anni fa e conclusasi con un nulla di fatto e ammissione di molti medici miei amici e miei clienti: il gruppo sanguigno non ha nessuna rilevanza !
    Dunque il Mozzi, a parte il togliere furbescamente alimenti che potrebbero dare allergie varie, tipo il glutine ai celiachi, spara balle colossali !
    3) “last, but not least”…..abbiamo già ampiamente discusso sul perché, se il Mozzi ha ragione, non faccia fare una seria sperimentazione sopra una serie di “cavie” umane, distinguendole per gruppo sanguigno, facendosi seguire da una robusta quanto valida equipe medica: (è questo il vero punto dolente !!!!! )
    Se avesse ragione darebbe un grande contributo al a questa povera umanità, certamente però col rischio, in caso contrario, di perdere i lauti guadagni (lauti si fa per dire….a me personalmente sembrano più miseri guadagni da millantatore, come quando nel lontano Far West c’era chi spacciava acqua con qualche porcheria dentro per problemi emorroidali, catarro, polmonite, tonsillite ecc. !….cmq guadagni da non sottovalutare !).
    4) Ma il Mozzi se ne guarda bene dal far fare una simile sperimentazione. Perché ?
    …….
    Cordiali saluti……Paolonesi

  • Marco

    Il Dott Mozzi dice palle riguardo LATTE e LATTICINI che porta i tumori semmai è la carne BOVINA ,questo è risaputo già nella antica filosofia cinese YIN e YANG che questa tipo di ALIMENTO è NEGATIVO , notare che tanto tempo fa in televisione RAI una Dott.essa ospite alla trasmissione OCCHIO ALLA SPESA aveva detto che con il suo gruppo avevano fatto degli esperimenti di laboratorio e hanno constatato che la carne BOVINA è cancerogena poichè puo’ modificare all’interno del corpo umano le cellule !!! Quindi l’antica filosofia YIN e YANG ha ragione !! A parte certi tipi di cibo che sono NEGATIVI alla salute dell’uomo sempre riferendomi alla filosofia YIN e YANG e non quella del Dott. Mozzi , se notate ultimamente la popolazione sta continuando a imbottirsi di troppi medicinali e che nelle farmacie ce’ sempre una processione , comprano medicine anche solo per un raffredore ,oppure un mal di testa , mal di schiena , oppure perchè non digeriscono bene ecc ecc.. tutte medicine pubblicizzate dalla tv e giornali , veramente 30 anni fa questo fenomeno non esisteva , ma voi pensate che questi farmaci e anche quelli che prescrive il medico non portino effetti collaterali al corpo umano ??? E che all’interno del corpo queste componenti chimici non possano modificare le cellule facendole divenatare tumorali ??? Aspetto le vostre risposte

    • paolonesi

      @ MARCO
      da Paolonesi 3 lug 15:00
      Carissimo Marco,
      è assai triste che ci siano argomentazioni come queste !
      Il problema non è semmai se la carne bovina o quella suina o del latte che è cancerogeno o meno (e meno che mai lo Yin e lo Yang !), ma caso mai ci sarebbe da considerare la chimica che entra a far parte del ciclo alimentare !, facendo però presente che tuttavia la mortalità media demograficamente è diminuita nel corso dei decenni, specie questi ultimi, per cui se la mortalità è diminuita è aumentata e di molto la prospettiva di vita, cioè a dire la longevità che supera gli 83/85 anni per i maschi e i 90 per le femmine; e ciò per merito sicuramente delle condizioni igieniche e farmaci quanto altrettanto sicuramente per l’alimentazione migliore (pur considerando la negatività della chimica alimentare !).
      Ma, dicevo, la triste argomentazione sta nel fatto di non riferirsi MAI al metodo galileiano, cioè al metodo scientifico, neppure nei discorsi e nelle parole.
      Galilei è stato quello che “sperimentava” le sue tesi !
      Ripeto dunque…..perché il Mozzi non fa fare una seria sperimentazione ? o perché non ho MAI sentito una seria sperimentazione dello Yin e dello Yang ?
      …………………….
      Cordiali saluti…….Paolonesi

  • Doreen Sophia

    Voglio usare questo mezzo per dire grazie al dottor zazaz il grande mago per quello che ha fatto nella mia vita con il suo incantesimo. Ha portato il mio uomo torna da me con la sua magia quando meno me lo aspettavo e sono molto orgoglioso di scrivere su internet solo per far conoscere al mondo il grande aiuto che ho ottenuto dal dottor zazaz. Il mio uomo e ho rotto e non ho mai creduto che possiamo essere riuniti di nuovo fino a quando ho letto un articolo su internet di come il dottor zazaz il grande mago ha aiutato così tante persone con il suo incantesimo così ho deciso di dargli una prova che era a mio favore e qui sto coraggio celebrare e giubilo perché ho Medico zazaz ha portato il mio uomo torna con il suo meraviglioso incantesimo entro 12-16 ore. Avete bisogno di aiuto di alcun tipo quindi contattare il dottor zazaz il grande mago via email: indiaspellcaster@hotmail.com

    • paolonesi

      @ doreen sophia
      da paolonesi 9 lug 15:22
      Carissima Doreen Sophia,
      in questi tempi di “Renzino, di Firenze il più volpino,”, Grillo e i pentastellati, il ritorno del caimano/condannato, la…..mammamia….scesa in campo della Marina e altre storie….ci mancava ancheil Mago ZAZAZ…il cui nome è già tutto un programma…..!!…..Doreen ……va a quel paese…per l’appunto in India !……………cordiali saluti……..paolonesi

    • Chiara Fraser

      E poi c’era la marmotta che confezionava la cioccolata…

  • paolonesi

    @ MONOCALPO
    da paolonesi 9 lug 23:36
    carissimo Monocalpo…..ma che mi stai facendo ? Ma non era meglio il nick Aristarco – assai bello e significativo ! – ? ….ma che significa Monocalpo…ha un senso o è proprio senza senso ?…….sembra un nome Sioux o Cheyenne o addirittura….ah…..ecco…ecco…ci sono….un nome Arrapahoe !…………mah !
    Ciaoooooooooooooo……paolonesi

    • Aristarco-monocalpo

      Caro Paolo,
      ho provato a entrare con Disqus e, però, ho dovuto abbandonare il nickname di Aristarco, perché già usato, anche nelle sue principali varianti. E allora, ho pensato a una particolare parole, monocalpo, che affonda nella mia infanzia, in un epoca in cui si indossavano – a ogni stagione dell’ anno – i pantaloncini corti, ben sopra il ginocchio.
      Il significato di monocalpo è una lunga storia e apprezzabile solo per chi l’ha vissuta e quindi non la racconterò, certo di risparmiarti qualche minuto di noia.
      Ciao, Aristarco/monocalpo

      • paolonesi

        @ MONOCALPO
        da paolonesi 13 lug 10:05
        Carissimo ex-Aristarco….beh….se è un nome già usato (o abusato) capisco !….però mi era assai gradito ! Cmq fa te ovviamente ! e per quanto riguarda la parola “monocalpo” non sapevo che era legata all’uso dei pantaloncini corti, visto anche che io, pur con la mia età, non li ho mai usati, portando sempre quelli lunghi anche da piccolo….però sarei curioso di sapere in effetti e cmq….Aristà…..sai bene che tu non mi annoi MAI…..ciaooooooo……Paolonesi

  • Ennio

    L’articolo è articolato e complessivamente onesto nell’analisi (anche se i toni utilizzati sono un pò fuori le righe), ma trascura di evidenziare un aspetto cruciale delle patologie odierne generate dal consumo di cereali con il glutine.
    Il grano negli ultimi cinquant’anni è stato modificato geneticamente in laboratorio.
    Fu l’università cattolica agraria di Piacenza a compiere questa modificazione genetica.
    Il grano odierno contiene un indice di glutine superiore a quello previsto dalla natura. Siamo passati dal 7% al 20% di glutine contenuto nei grani di oggi, che quindi sono OGM anche se ufficialmente non rientrano nelle categorie dei prodotti OGM.
    Il motivo della manipolazione genetica è volto ad ottenere prodotti finali più desiderabili da un punto di vista organolettico, oltre che rendere gli impasti lavorati industrialmente più resistenti alle azioni meccaniche delle macchine di produzione.
    Il motivo è sempre economico, come in ogni cosa, perchè il fine dell’imprenditore è sempre e comunque il profitto.
    Questi impasti per pane e pasta, arricchiti artificialmente di glutine, se da un lato sono più adatti alle lavorazioni industriali perchè più resistenti allo stress meccanico delle catene di lavorazione, e perchè offrono dei risultati più gratificanti da un punto di vista organolettico, di contro trasformano questi composti in delle pericolosissime “colle” innaturali per lo stomaco e l’intestino.
    Quindi uno dei grandi problemi dell’industria agroalimentare è quello di arricchire artificialmente di glutine praticamente tutto ciò che è commestibile, dai gelati alle bevande fino a tutti i preparati industriali dei tipi più disparati, fino agli stessi farmaci, il cui glutine è sempre più presente.
    Questo si traduce in una continua e smodata assunzione quotidiana di glutine attraverso svariate fonti per 365 giorni l’anno, con gli effetti devastanti che questo comporta sul sistema immunitario!
    Diventa quindi necessario, ancor prima che saggio, eliminare tutte le fonti di glutine assunte con alimentazione, in modo da limitare almeno i danni.
    Il consumo smodato e ripetitivo dei cereali ricchi di glutine OGM dell’alimentazione industrializzata moderna, porterà le generazioni future ad una popolazione di celiaci (un’ampia fetta della popolazione è già celiaca non diagnosticata…).
    Il consumo del latte e tutti i suoi derivati è poi un ulteriore fattore di rischio per il sistema immunitario di qualsiasi persona a prescindere dal gruppo sanguigno di appartenenza.
    La dieta del gruppo sanguigno non cederà il passo al susseguirsi delle mode, perchè persegue finalità di maggior salute e non solo di perdita del peso, come la restante gran parte delle diete variamente proposte.
    In ogni caso la verità lentamente ma inesorabilmente sta venendo alla luce e verrà sempre più lampante agli occhi di tutti con il trascorrere del tempo, basterà guardare ai dati statistici.
    Purtroppo nel frattempo migliaia di persone si saranno ammalate ed altre saranno morte di patologie autoimmuni o altre patologie ormai “note”…
    Peccato che i ricercatori non si focalizzino a ricercare ciò che sarebbe più opportuno ricercare e canalizzano le loro ricerche non sempre in modo saggio e lungimirante.
    Le ricerche per potere essere portate avanti in modo serio e credibile devono essere finanziate da istituzioni pubbliche e non da privati i cui interessi non sono mai collettivi.
    L’obiettivo principale della ricerca medica dovrebbe essere quello di guarire le persone piuttosto che ricercare le soluzioni per curarne le patologie.
    Anzi, volendosi spingere oltre, il ministero della sanità dovrebbe dare delle serie direttive anche all’industria agroalimentare tali da prevenire le patologie da errato consumo alimentare (additivi chimici, coloranti, conservanti, ecc.), ancor prima che queste si manifestino, cosa oltretutto anche necessaria per l’abbattimento dell’enorme spesa sanitaria nazionale.
    Tutto nella vita ha un’origine, è nell’ordine naturale di ogni cosa, basta sapere indagare nel posto giusto per trovare le giuste risposte.
    Ogni teoria alimentare ha al suo interno del buono e meno buono, basta cogliere gli aspetti positivi di ognuna specie quelli funzionali alla buona salute.
    La teoria nutrigenomica della dieta del gruppo sanguigno è sicuramente criticabile, (specie riguardo le reazioni delle lectine alimentari che causano agglutinazione nel sangue in funzione dei gruppi sanguigni) ma il concetto della diversità dell’effetto del cibo sull’individuo in funzione della diversità del suo patrimonio genetico è sicuramente la nuova frontiera della scienza della nutrizione, che in futuro sarà fatta sempre più di indicazioni personalizzate sulla base del profilo genetico di ciascuno.
    Credo che la suddivisione della popolazione al solo polimorfismo del gruppo sanguigno sia limitativo perchè l’uomo è molto più complesso e quindi difficilmente inquadrabile semplicisticamente in sole quattro categorie, ma questo resta comunque un primo passo su cui porre le basi per gli sviluppi futuri in questa direzione!
    Penso e credo che il migliore stato di salute lo si ottiene anche, e forse principalmente, attraverso la scelta di quei cibi che meglio si coniugano al nostro modo di essere e alle caratteristiche del nostro sistema immunitario.
    Penso che se la natura ci ha dotati di questa diversità che è il gruppo sanguigno, e tale diversità è evidente nel momento in cui bisogna fare una trasfusione, non bisognerebbe ignorare questa diversità.
    Il nostro gruppo sanguigno è stato messo lì per caso?
    La caratteristica del nostro sistema immunitario, data dalla presenza e diversità degli antigeni presenti nelle cellule del nostro corpo, è casuale oppure ha una sua ragion d’essere?
    Sono domande su cui la scienza medica dovrebbe concentrare fortemente le sue attenzioni perchè la relazione cibo-salute è troppo poco considerata in assenza di specifiche patologie.
    Le critiche alla teoria ci stanno e ci sta pure tutto il contraddittorio che si crea su di essa quando si fa l’errore di volerla rivestire di un impianto antropologico che francamente, non essendo verificabile, lascia il tempo che trova, ma bisogna anche essere oggettivi, guardare ai fatti e pensare sempre con mente aperta, considerando che essendo diversi nella nostra struttura è plausibile che alcuni alimenti siano più adatti/inadatti al nostro modo di essere.
    Così come è pure plausibile pensare che, se si ingerisce quotidianamente un alimento che va in conflitto con il nostro sistema immunitario, costringendolo così ad un’attività stressante e ripetuta nel tempo, questo possa generare un indebolimento del SI che può portare ex post ad esporsi a patologie di vario tipo.
    Credo che tutto questo sia logico e di buon senso. Se al riguardo poi si osservassero seriamente, con una ricerca ad hoc, tutte le relazioni di causa effetto tra il cibo e patologie, si potrebbe seriamente avere un impianto di conoscenze tali da poter risalire alle origini di tante patologie che affliggono la società moderna.
    Per me nella sua natura l’uomo è onnivoro, ma penso anche che l’uomo non è un “onnivoro perfetto”!
    In definitiva penso che vi sia un gradiente di intensità del beneficio/maleficio che un cibo può apportare/arrecare all’organismo e questo varia in funzione anche del nostro modo di essere (gruppo sanguigno) e della struttura del nostro sistema immunitario, ma ovviamente su questo tema le posizioni sono tante e diversificate.

    • paolonesi

      @ ennio
      da paolonesi 10 lug 19:23
      Carissimo ennio,
      tutto ciò che hai detto è condivisibilissimo, ma è proprio per questo che i Mozzi hanno campo…….è così semplice capirlo !
      Al di là del tema in questione, l’unica cosa che chiedi e a cui posso rispondere è questa:
      dici: “Il nostro gruppo sanguigno è stato messo lì per caso?”
      risposta: “il fatto di avere gruppi sanguigni diversi dipende esattamente dal concetto della “Dialettica Caso/Necessità”
      ……..
      in altre parole la risposta alla tua domanda è: SI…dipende dalla Dialettica tra il Caso e dalla sua Necessità !”….la tesi della Dialettica spiega difatti perfettamente Darwin !
      ……….
      Cordiali saluti…………….paolonesi

      • Ennio

        Carissimo paolonesi,
        per poter credere alla teoria di Darwin si deve fare lo stesso sforzo di fede necessario nel voler credere in Dio…
        Con stima.
        Ennio

        • monocalpo

          Presumo che per credere alla Teoria Darwiniana tu faccia lo stesso sforzo di Fede che fai nel voler credere che la Terra non è piatta e immobile ;-)
          Ciao, Aristarco

          • Ennio

            Ha ha ha, ti piace sempre scherzare mio caro monocalpo. Immaginavo che Darwin fosse uno dei tuoi santi. No, con Darwin ci vuole molta fantasia, immaginazione e buona dose di fede, mentre per quello che hai detto tu basta solo osservare una semplice serie sequenziale di foto scattate da un medesimo punto dallo spazio extraterrestre. Mischiare l’ardita teoria darwiniana (tra l’altro mai dimostrata) con l’evidenza empirica… Sei proprio un simpatico burlone! ;-)
            Con stima e simpatia.
            Ciao.
            Ennio

          • monocalpo

            Ennio,
            Due coppie di domande:
            L’unica altra teoria scientifica alternativa a quella Darwiniana è quella cosiddetta Lamarckiana.
            Deduco quindi che tu sia un seguace di Lamarck. (1.) Sbaglio?
            Oppure, ritieni che il Sapere che è riportato nel Tuo Libro Sacro di riferimento (Torah, Corano, Veda, Bibbia, ecc.) non fa cenno di teorie evoluzionistiche e quindi devono essere rigettate tout court? (2.) Sbaglio?
            Occhio: non è totalmente implausibile – secondo certuni – ritenere che le cosiddette “foto dallo spazio” altro non sarebbero che espressione delle incredibili potenzialità di un supersistema di Adobe Photoshop, cioè di fotoritocco, che è presente nei sotterranei della NASA a Houston.
            Quelle “foto dallo spazio” sosterrebbero che l’Uomo sarebbe andato nello Spazio. E magari fino a mettere piede addirittura sulla Luna. Io so che non ci credi.
            Io so che tu non puoi credere che l’uomo sia potuto arrivare nello spazio, basandosi solo su scienza ufficiale, tradizionale, convenzionale, galileiana. (3.) Sbaglio?
            Oppure forse tu pensi che l’uomo ci sia andato effettivamente nello spazio come ci è stato riportato dai mass media, ma – da quanto hai scritto, in merito al fatto che la scienza ufficiale, tradizionale, convenzionale, basata sul metodo galileiano, NON è che UN tipo di approccio alla conoscenza, ma non l’unico e non di gran lunga il migliore – che ci sarebbe potuto andare anche a cavallo di un manico di scopa, oppure su un tappeto volante, oppure a cavalcioni di un drago cinese, ecc., cioè tramite altri metodi, diversi da quello galileiano. (4.) Sbaglio?
            Quali risposte sono giuste e quali sono sbagliate?
            Ciao

          • Ennio

            monocalpo, avevo risposto educatamente e puntualmente alle tue tue domande, ma il mio post è stato inspiegabilmente cancellato…
            Non ho altro da aggiungere.
            Ciao.
            E.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Cancellato?
            Assolutamente no, l’ho approvato qualche ora fa…

            link:
            http://www.blogzero.it/2014/02/20/le-balle-della-dieta-del-dottor-mozzi/#comment-1507972171

          • paolonesi

            @ MONOCALPO alias Aristarco
            da paolonesi 31 lug 21:30
            .
            Carissimo Monocalpo alias Aristarco,……….non cominciamo, eh !
            .
            e il mattino dei Maghi dove lo metti ? Dove lasci la Magia ? Dove lasci quella VOLONTA’ capace di creare scope e tappeti volanti, draghi cinesi, Dei vari, Walhalla, Juppiter Giove, Minerva, Odino, Marte Shiva e Visnù,Universi e cose simili ? Non sottovalutare la VOLONTA CREATRICE !
            .
            come ? che dici ?…. ah…si si….scusa…si si ho capito !
            Dici che ho ragione, ma senza esagerare…..beh ovvio
            .
            Sai….una volta….parlando con uno psichiatra…mi diceva che………………. !
            .
            ciaooooooooo….paolonesi

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Ennio dopo quest’ ultima sciocchezza sull’evoluzione ho deciso di non risponderti più, non meriti risposta.

            Solo una cosa: INFORMATI e scoprirai che la TEORIA dell’evoluzione non è una TEORIA nel senso di OPINIONE ma nel senso di “Formulazione rigorosa e sistematica dei principi di una scienza” come spiegano i vari dizionari

            Le prove sono migliaia e basterebbe una controprova per invalidare l’evoluzione… peccato che non esista alcuna controprova!

            Ora che ho capito che tu credi ciecamente a tutto ciò che non è “ufficiale” (immagino che penserai che non siamo stati sulla luna, che il signoraggio è un furto delle banche e gli ebrei hanno il controllo del mondo, giusto?) ho deciso di non discutere ulteriormente, è inutile.

            Ciao

          • Ennio

            Ok, prendo atto della tua decisione. Prendo atto anche della tua superficialità nel trarre conclusioni e prendo atto dell’assoluta impossibilità di un confronto sereno sia con te che con gli ospiti, (opportunamente selezionati), del tuo blog. Ti preciso anche che di sciocchezze su questo blog ne ho lette parecchie a cominciare dalle pesanti accuse alle persone, e non voglio entrare nello specifico perchè a questo punto non mi sembra neanche il caso!

            Verifico pure che con me ti trovi in difficoltà da volermi addirittura evitare e capisco anche il perchè! Sono un soggetto per voi molto “pericoloso” perchè posso rendervi deboli nella vostra attività di analisi “scientifica” delle realtà. Non sapete far altro che attaccare e screditare, è attività che vi riesce bene!

            Leggendo l’acredine e la spocchia verso di me contenute in questo tuo ultimo intervento mi appari davvero piccolo, tenero e fragile. Io non meriterei risposta? Non mi voglio soffermare oltre solo perchè faccio leva sulla mia buona educazione.

            Riguardo il signoraggio bancario, da quel poco che dici mi rendo conto che, da economista, dovrei spiegarti troppe cose su una materia in cui tu avresti davvero tanto da imparare.

            Saluto definitivamente te e tutti i tuoi ospiti con cui ho interagito in questo breve lasso di tempo. Al di là del tuo post fuori luogo, ero io che iniziavo a sentirmi fuori luogo tra di voi.

            Buona continuazione, buona vita e buona fortuna.

            Ennio

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Sul signoraggio ho visto diversi documentari e letto molto da ogni fonte, ero convinto che ci fosse sotto davvero una congiura delle banche e invece… non c’è nulla!
            Davvero, volevo fare un bel post di denuncia ma non c’era nulla da denunciare… ho smesso di scriverlo.

            Non fermarti al primo articolo a favore della tua tesi, leggiti anche quelli che parlano che il complotto non esiste, fai i tuoi ragionamenti cercando di non avere preconcetti e poi ne riparliamo.

          • paolonesi

            @ ENNIO
            da paolonesi 31 lug 21:25

            Abbi pazienza, ma solo ora ho potuto leggere i post.
            .
            Questa mia nota per precisarti che io non sono un ospite selezionato e che, anzi, spesso ho tesi contrarie sia a SAM che a tutti gli altri ospiti.
            .
            cordiali saluti………….paolonesi

          • paolonesi

            @ ENNIO
            da paolonesi
            .
            scusami, ma solo ora ho potuto leggere fino ad ora i post e ho notato questo tuo.
            Vorrei precisarti che la tesi Darwiniana è ormai un fatto ultra-scientificamente assodato da tutti: scienziati e non scienziati. Salvo che naturalmente, come è noto, “…..la mamma degli imbecilli è sempre incinta ” (*)
            Ma questo a me non preoccupa affatto; mi preoccupa invece il grado di abissale ignoranza (scientifica).
            Ma naturalmente, come ho sempre affermato, a me non importa un fico secco di avere ragione, a me interessa solo argomentare, per la qual cosa se tu contesti la tesi di Darwin la puoi ben argomentare e sarò lieto di rispondere.
            .
            Cordiali saluti…………paolonesi

            (*) ops…scusami.,….guarda che non mi riferivo a te !

        • paolonesi

          @ ENNIO
          da Paolonesi 31 lug 21:05

          Carissimo Ennio,
          Non serve fare nessun sorzo di Fede per capire (non credere, ma solo semplicemente capire !) la tesi di Darwin.
          Basta conoscere la tesi della Dialettica Caso/Necessità per spiegare perfettamente Darwin e come funziona tutto l’Universo conosciuto, da dove abbiamo avuto origine e come finiremo………
          Cordiali saluti………….paolonesi

        • paolonesi

          @ ENNIO
          da paolonesi
          .
          Ah scusa, dimenticavo…….la Fede, qualsiasi Fede, è solo Volontà di Potenza (F.Nietzsche); della serie ” ci credo perché ci voglio credere” (Santa Teresa di Lisieaux) …..paolonesi

  • Aldo Santi

    E’ un blog molto democratico,ho scritto trè righe e le avete tolte….bravi.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Dammi il tempo di leggere e accettare i commenti, un po’ di pazienza!

  • michela

    Ho letto quest’articolo delirante scritto da una persona cieca e sorda..mi spiace,ma ci sono molti libri che parlano degli effetti dell’alimentazione sui vari gruppi sanguigni…informarsi prima di parlare….anche professori e primari di importanti istituti oncologici appoggiano quetsa teoria….

  • Aristarco

    Controlla meglio le tue fonti, michela. La comunità scientifica medica nazionale e internazionale mette sullo stesso piano Mozzi, Vannoni, Di Bella, Bonifacio, Simoncini, Hamer, Mamma Ebe, ecc. ecc.

  • paolonesi

    @ MICHELA
    da paolonesi 13 lug 19:08
    …………….
    Carissima Michela,
    …………………………..
    non solo confermo la risposta che ti ha dato @ Aristarco, ma ti rendo noto che ho sperimentato personalmente l’inefficacia assoluta degli effetti legati alla dieta in base ai gruppi sanguigni molto, ma molto prima del Mozzi, da parte di altri Medici miei clienti, i quali, successivamente, mi confermarono il totale fallimento delle loro tesi su questo tema – benché inizialmente ci avessero creduto – abbandonando quindi le procedure/terapie alimentari che consigliavano a me e a tutti i pazienti che avevano.
    ………………………..
    cordiali saluti…………paolonesi

  • ronnie

    questo articolo è scandaloso come la classe medica …vergogna e informati…magari prova a mangiar sano come natura dice e non (MOZZI)..
    carne -pesce frutta e verdura….per favore sveglia, siamo nel 2014 il latte bevilo tu, la pasta e mangiala tu…fatti un bel panino fatto col formaggio un pò di farina bella raffinata e iper glutinata , magari un pò di coloranti e conservanti ed una spruzzata di addensanti e oli idrogenati e altre porcherie industriali e poi chiedi alla tua (scienza illuminante) di spiegarti perchè stai male e un giorno morirai di tumore dopo essere stato cavia di medici che non hanno idea di che cazzo ti stà succedendo…auguri …

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      ronnie, latte e pasta sono cibi ottimi se non si esagera, come in tutte le cose esagerare fa male… tu ad esempio mi sembri un fondamentalista dell’alimentazione

      Non consiglierei di riempirsi di carboidrati e latticini, ma variare con intelligenza evitando (come dici tu) di riempirsi di conservanti e coloranti (robaccia industriale e macdonalds).

      I tumori non c’entrano nulla con la pasta, la farina e il formaggio ma a questo punto fate un po’ come vi pare e mangiate soia e frumento, che volete che vi dica

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    Una teoria è tale se spiega per quale motivo un gruppo sanguigno dovrebbe influire sull’alimentazione di una persona.
    In questo caso non c’è nessuna spiegazione scientifica, quindi non c’è nessuna “teoria”, ci sono solo parole e libri di leggende… liberi di crederci ma non parliamo di scienza, grazie!

  • Romanto59

    Concordo pienamente con Ronnie. La gente mangia senza la minima conoscenza di ciò che ingerisce. Se gli si dice di informarsi su ciò che hanno nel piatto, su come allevano gli animali o come producono i cibi di fabbricazione industriale, i più rispondono: “Non dirmi niente; non lo voglio sapere; taci che mi rovini l’appetito!”. E questa gente, che vive in un’abissale ignoranza e si rende complice di ignobili realtà di fatto, pretende di giudicare e criticare senza alcuna cognizione di causa. Ogni volta che queste persone parlano, perdono un’ottima occasione di tacere! Mi avvilisce come l’indottrinamento invisibile di questa società, per perseguire i suoi più che discutibili fini, si faccia sostenere proprio da coloro di cui abusa.

  • michele

    Quindi secondo te io potrei mangiare tutto il giorno, tutti i giorni, per tutta la vita, quintali di pane, litri di latte (mi citi purtroppo un alimento, fonte di calcio, che per essere assorbito necessita di se stesso), tonnellate di carne di manzo (conosci i cicli produttivi di questo allevamento, il maiale non è da meno), sacchi di pasta condita con olio extravergine di oliva (da 1,89 euro al supermercato) o passata di pomodoro (prodotta con pomodori extra-ce) e quando mi scoppierà tutto perché mi sarò gonfiato come un pallone, non mi dovrò preoccupare perché ci peneranno gli antinfiammatori, miei salvatori scientifici con il dio farmaco Cortison il tutto condito con un bel protettore gastrico e se mi ammalassi nel frattempo di raffreddore meglio non rischiare con un bel antibiotico, per contribuire a rendere i virus sempre più resistenti, non si sa mai, ci sono anche loro da mantenere, giusto?!
    Non bastano tre dati, per lo più sbagliati, per costruire una tesi da sostenere nascondendosi dietro quella che tu chiami “scienza”. In bocca al lupo!

    • monocalpo

      Basta un solo dato per zittirti.
      La vita media in Italia oggi è superiore rispetto a quella di tutte le altre latitudini e di tutte le altre epoche storiche.
      Come vedi, per tacitare i tromboni, non è necessario far riferimento a tre dati: ne basta e avanza uno.
      Cordialità

      • pimpy

        La vita MEDIA è superiore non la vita. …inganno della matematica! Un tempo c’era maggiore mortalità infantile, c’erano meno anticoncezionali e più bocche da sfamare, ERGO il nonno morto a 90 anni + il nipote morto a 2 / 2 (questa si chiama età media) fa 46 anni!! Diciamo che è diminuita la mortalità infantile, non facciamoci ingannare da queste leggende confezionate per una platea di schiavi analfabeti. …

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          pimpy questo è assolutamente FALSO, l’aspettativa di vita non tiene conto della mortalità infantile!

          http://it.wikipedia.org/wiki/Speranza_di_vita

          Vogliamo negare che si viva molto di più che in passato? Fammi capire, la terra secondo te è piatta?
          Schiavi analfabeti…

          • pimpy

            Parlo infatti della vita media letteralmente media, non dell’aspettativa di vita. La scienza ha fatto passi da gigante, basti pensare che riesce a mantenere in vita migliaia di persone in stato vegetativo. …però sono vive?!?! Ma questo non è un post sull’eutanasia. …per quanto riguarda la corretta nutrizione come metodo di PREVENZIONE e non di CURA delle malattie, credo ci sia poco da eccepire ( Mozzi infatti parla di prevenzione). Oscurantismo sarebbe non porsi mai delle domande, non ritenere mai perfettibile un sistema. …la medicina è una nobile scienza, ma è perfettibile perché dall’altra parte di un microscopio c’è sempre un perfettibile (issimo) essere umano.In ultimo: credo che la terra sia tonda, leggermente schiacciata ai poli.

          • monocalpo

            “Oscurantismo sarebbe non porsi mai delle domande, non ritenere mai perfettibile un sistema [...]”

            RE: Non concordo con la sorta di definizione di oscurantismo che proponi.
            Anche i nostri arcaici antenati cavernicoli si ponevano domande.
            Oscurantismo non equivale al non porsi domande.
            Oscurantismo è il cercare risposta dallo stregone di turno, che sia Mozzi, Vannoni, Di Bella, Mamma Ebe, Hamer, Simoncini, Hahnemann, Burzynski, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.
            Oscurantismo è il cercare risposte al di fuori dell’alveo della Scienza.

            Cordialità

            Aristarco monocalpo.

          • pimpy

            La scienza trova spunti anche oltre gli studi accademici, dunque oscurantismo sarebbe non ipotizzare questa opportunità di confronto tra la nobiltà scientifica e la plebaglia che senza sapere quali elementi compongono le foglie di aloe, la utilizza da tempo immemore per curare le ustioni. Diciamo che è necessaria una mediazione, esistono i cialtroni ma Mozzi e Vanna Marchi non sono proprio sullo stesso piano ;-)
            Avrei da dire anche sulle mucche che mangiano tutte la stessa erba che ho letto tra i commenti “detrattori”: al mercato del bestiame nessun allevatore si farebbe scrupoli ad acquistare un bovino di provenienza ispanica preoccupato che l’erba veneta non sia la preferita della povera bestiola ;-);-) Ergo meglio porsi domande e ipotizzare nuove strade, sperimentare senza nuocere, piuttosto che dare sempre per certa qualsiasi cosa si ascolti o si guardi, questo a mio modesto avviso vale per qualsiasi campo della conoscenza, anche se frutto della semplice osservazione di un profano.

          • Aristarco

            La letteratura a sostegno dell’uso di Aloe Vera nelle ustioni è assai scarsa, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo.
            cordialità
            Aristarco

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            pimpy vuoi negare l’evidenza che i 60enni di oggi sono incredibilmente più arzilli e in salute dei 60enni di cinquant’anni fa?
            Avere 70 anni tempo fa significava essere vecchi, ora è solo l’inizio della pensione… spesso significa imbottirsi di pastiglie ma la qualità della vita è NETTAMENTE migliorata!

            Non sono un’integralista e ovviamente il sistema è perfettibile, ma la scienza è perfetta nel migliorarsi e non fermarsi mai, non devo essere certo io a convincerla :-)

          • pimpy

            Sono forse più arzilli ed esteticamente più gradevoli, non più in salute. I lavori d’un tempo erano usuranti e faticosi, un agricoltore non scolarizzato che inizia a star piegato sotto il sole da quando ha 9 anni, per forza di cose a 60 anni mostra i segni della fatica fisica non della vecchiaia ( guarda oggi un qualsiasi emigrato di 30 anni in un cantiere, sfruttato e malpagato, gli darai certamente 20 anni di più). I 60enni pseudo arzilli di oggi sono esteticamente più curati, hanno le scarpe Flex, la pelle liscia, ma probabilmente prendono già la cardioaspirina e sono costretti a non mangiare sale per la pressione alta, per la qual cosa assumono un diuretico; bevono il caffè amaro perché sono a rischio diabete, e in qualche caso ringraziano la scienza per aver creato una pasticchetta azzurra “pro diletto”….tutto questo non senza risentire degli effetti collaterali per ogni singolo farmaco.
            Dunque confermo la mia opinione, sono più belli ma non più in salute, è un puro fattore estetico :-)

          • monocalpo

            Non concordo assolutamente con quanto scrivi!!!
            Non è solo un fattore estetico: i sessantacinquenni di oggi, rispetto ai nostri nonni e bisnonni, sono più belli fuori e più belli dentro e mediamente hanno una spettanza di vita più alta.
            La pelle e lo stato esterno sono specchio dello stato interno.
            Come hai correttamente scritto, una vita con sfibrante e eccessivamente marcato sfruttamento del proprio corpo lascia i suoi segni e ciò si vede chiaramente in alcuni non più giovani immigrati.
            In altre parole, un organismo catorcio a livello degli organi interni, difficilmente – in generale – avrà un bell’aspetto “esterno”, difficilmente – in generale – avrà un aspetto che trasuda benessere.
            I nostri anziani – cioè, per definizione, gli ultra65enni – non sono, in genere, pseudoarzilli, sono proprio in gamba, in grado cioè di fare cose incredibili, come girare il mondo!
            La cardioaspirina, il poco sale, il diuretico, il caffè amaro e la pasticchetta azzurra “pro diletto” rappresentano un costo irrisorio per un benessere simile a quello di un quarantenne di molti anni or sono.
            Non dimenticare che, ad esempio, la vera profonda differenza – per gli anziani (ma, in fondo in fondo, anche per i giovani) – non è nell’avere una attività sessuale con o senza pasticchetta azzurra “pro diletto”.
            La vera profonda differenza è l’avere o non avere una attività sessuale.

            Tu scrivi:”….tutto questo non senza risentire degli effetti collaterali per ogni singolo farmaco. ”
            RE: Questa tua frase non ha alcuna attinenza con la realtà!
            Gli effetti collaterali – ovviamente – sono per lo più rari e poco gravi (e questo è riportato esplicitamente nell’ambito della letteratura medico-scientifico internazionale), e i farmaci che hanno effetti collaterali appena un po’ più gravi e/o frequenti di un minimo accettabile sono immediatamente e ovviamente ritirati dal commercio.
            Cordialità

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Michele, non ho mai scritto che mangiare litri di latte e chili di pasta faccia bene.
      Come tutte le cose, se si esagera si sbaglia.

      Ci vuole una dieta equilibrata, chi studia 6 anni di medicina e altri 4-5 come dietologo saprà il fatto suo meglio di te, di me e di Mozzi, giusto?

      Ecco, loro consigliano diete equilibrate limitando certi alimenti ma non cancellandone nessuno.
      Ad ognuno forniscono una dieta diversa in base a delle analisi che mostrano problemi diversi ed esigenze diverse.

  • Riccardo Mordini

    Qui viene presa in giro la teoria del Dott Mozzi..ma da chi? chi è questo Samuele che scrive? Può darsi che le teorie di Mozzi siano minchiate ma di certo quelle di questo articolo lo sono cento volte di più!! Caro Samuele, io sono certamente un beota ignorante…ma sono certo che tu mi stia saldamente al fianco!! Però posso dirti che il mio test di intolleranza ripete PERFETTAMENTE gli stessi alimenti citati da Mozzi come proibiti per il mio gruppo….ma per tagliare la testa al toro basta solo leggere la castroneria che tu scrivi (passandola come “verità scientifica” ..forse per parartene il culo) e che riporto incollandola:
    “…1) il latte i suoi derivati sono difficilmente digeribili per molte persone ma non fanno venire il cancro, anzi il calcio è fondamentale per una dieta equilibrata!…”

    Latte e derivati sono la causa numero uno di mancanza di calcio (vieni a contestarmelo se ne hai il coraggio!!) ….in quanto alimenti che più di altri mettono in acidità il nostro organismo, ed il nostro meraviglioso corpo per ridurre tali acidità può solo prelevare calcio dalle nostre ossa…per cui tali cibi RIDUCONO le nostre scorte di calcio!! Su digeribilità e CANCRO potrei aprire parentesi tra le quali scrivere per due settimane di fila..ma sinceramente farlo tra i commenti di questo ridicolo servizio è solo tempo perso…ma proprio perso!!! Ti ripeto…non difendo Mozzi…voglio solo massacrare TE!!! Per quanto riguarda l’esaltazione che dai ai fondamenti scientifici…ci andrei molto cauto, fin quando la scienza e la ricerca e la formazione e la medicina tutta resteranno in mano alle lobbyes farmaceutiche i risultati (oltre alla tragica realtà che ci circonda) saranno te e quelli come te, di cui personalmente faccio molto volentieri a meno!!

  • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

    La dieta Mozzi forse darà benefici al tuo fisico ma sicuramente non alla tua mente, visto lo stress e l’acredine con cui scrivi.

    Relax Riccardo, relax.

    Che i tuoi test ripetano perfettamente la dieta di Mozzi, non vuol dire nulla. Davvero pensi che TUTTE le persone con il tuo gruppo sanguigno hanno i tuoi stessi risultati al test di intolleranza?

    Le mie “minchiate” non me le invento, non sono un medico, riporto gli studi e l’opinione di chi ha studiato medicina e alimentazione più di me, di te e anche di Mozzi.

    Che il latte sia ricco di calcio è un’ovvietà, basta studiarne la chimica… lo sanno fare anche al liceo.

    Ti posto solo

    Lega Italiana Osteoporosi che consiglia un uso quotidiano di latticini per avere una dieta con il giusto apporto di calcio:
    http://www.lios.it/scheletro/pagina.asp?cap=2&pag=1

    Fondazione Veronesi che consiglia una giusta dose di latticini:
    https://www.fondazioneveronesi.it/articoli/alimentazione/calcio-e-vitamina-d-prevenire-losteoporosi

    Mi spiace che i latticini ti producano acidità (non solo di stomaco, ma anche di carattere, vedo), nel tuo caso meglio evitare questi alimenti.
    Tante persone invece riescono a digerire senza problemi i latticini, quindi buon per loro che si godono questa prelibatezza, senza esagerare è assolutamente un alimento importante nella nostra dieta (tu dovrai sopperire alla mancanza di calcio con qualcos’altro, tipo le mandorle).

    Per quanto riguarda la tua idea della scienza non commento, senza le scoperte scientifiche degli ultimi secoli probabilmente saresti in un campo a zappare la terra per cercare di arrivare all’età di 40 anni, per poi morire per qualche insetto o per mancanza di pulizia o per una malattia stupidissima che ora abbiamo debellato, chissà…

    • Riccardo Mordini

      L’unica cosa di cui posso darti atto è che…mi sarei aspettato una risposta molto più graffiante di quella che mi hai dato, perchè so di scrivere quasi sempre di “pancia”…e a certe cose non ci sto dentro. I nutrizionisti al mondo che hanno cognizione di quanto affermano si contano sulle dita di una mano (e spesso sono i più boicottati) perchè la quasi totalità si basa su quanto appreso alle università….e qui cade un velo pietoso su tutta la categoria medica, non per cattiveria di persone nello specifico ma proprio perchè il “sistema” non tollera e non può permettersi voci fuori dal coro!! Non ti ribadisco nemmeno sul discorso latticini e derivati (che io adoro e con i quali non ho alcun problema digestivo) perchè continuerebbe ad essere tempo perso. Non andare troppo indietro con i secoli…basta arrivare al 1937, quando la Dupont e i suoi presidenti riuscirono a denigrare e far mettere fuorilegge quel regalo di Dio che è la canapa per sommergere il mondo di derivati dal petrolio…da li sono nati quei tentacoli che poi hanno avvinghiato il mondo occidentale intero. Non ti sto a parlare delle varie “malattie del secolo” che sono state create in laboratorio o per errore sempre degli stessi (vedi AIDS) ma ti esorto ad informarti, cose di questi giorni, sull’espansione di Ebola…..e poi tornami a parlare di scienza e medicina!! La lobby farmaceutica andrebbe perseguita e condannata per crimini contro l’umanità…ma i loro tentacoli avvolgono qualsiasi settore economico e politico dei paesi occidentali, per cui sono lotte senza speranza. E in mezzo a tutto questo, oltre al fatto che latte e derivati contengono molti più antibiotici e pesticidi dei bovini da carne, bisogna leggere che questi fanno bene…che danno calcio…si…un calcio nel culo a chi spera di rimanere in salute!!

      Ti ripeto….io non sono nessuno, sono solo uno che ha passato gli ultimi 6/7 anni ad informarsi….ma non preoccuparti..la vita è una continua e irrefrenabile EVOLUZIONE…verrà anche il tuo momento!

  • Aristarco

    L’ho già detto. E lo ripeto.
    Consapevole di correre il rischio di essere tacciato di pedanteria.
    Ma quanti “Riccardo Mordini” esistono, oggi in Italia?
    È solo una mia impressione o sono in aumento?
    Vi sono – IMHO – segnali molto preoccupanti che suggeriscono che stia montando una marea di paladini del più becero analfabetismo scientifico!
    Gente che tanto più è ignorante e tanto più è carica di arroganza e protervia. Solo io vedo incombere la possibilità di un ritorno a un tenebroso medioevo anti-scientifico, con torme di neobarbari che ci vogliono ricacciare nelle tenebre della Storia?
    Gente, laureata alla Google University e con dottorato al YouTube College, che guardando sè stessi e la loro ristretta cerchia di familiari, amici e conoscenti capiscono “tutto”.
    Capiscono come ci si deve alimentare, da dove vengono le varie “malattie del secolo”, di come le lobby farmaceutiche siano a compiere crimini contro l’umanità, ecc. ecc. capiscono “tutto”, sanno già “tutto”.
    Solo io ho paura di questi nuovi barbari, alfieri delle Tenebre?
    Solo io ho paura di un possibile nuovo medioevo che ci riporti alla superstizione e ai roghi?

    Bè, che questi barbari sappiano che avranno, ad ogni buon conto, pane per i loro denti.

    Cordialità

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Hai ragione Aristarco, solo ultimamente mi sto accorgendo di quante siano le persone che sono talmente impaurite dal progresso e da rifiutarlo completamente, rifugiandosi in religioni, sette new age, estremismi vegeterian-biologici, rifiuto della medicina…

      Internet poteva essere una enorme possibilità di diffondere la cultura e la conoscenza ma, messo in mano a certa gente vedo che ha l’effetto opposto: diffonde sciocchezze alla velocità della luce!

      Democrazia + analfabetismo scientifico sono un’accoppiata pericolosa (ma per ora credo che questa gente sia ancora una netta minoranza)

      • Ennio

        Samuele, concordo con te sull’eccesso di democrazia. Per me è sempre preferibile una illuminata monarchia, come in Inghilterra per esempio, piuttosto che non una becera democrazia come in Italia…

        • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

          la mia paura legata alla democrazia è più che altro legata all’eccessiva facilità con cui la maggioranza delle persone può essere raggirata dai “potenti”, e dato che poi decide la maggioranza… è molto difficile che la democrazia sia veramente tale.

          In un mondo in cui la scuola non insegna più ad essere liberi ma insegna solo a lavorare questo rischio aumenta.

          La monarchia… raramente è illuminata, molto molto raramente… non è una soluzione

          • Ennio

            Esco un attimo OT se posso… Partendo dal presupposto che l’economia è il fondamento stesso della politica, secondo te l’Inghilterra economicamente e politicamente sta messa meglio dell’Italia?

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Che ragionamento… anche Stati Uniti e Cina sono messi meglio di noi e hanno politiche opposte.

            La Germania di Hitler era una potenza economica, la Russia di Stalin ha fatto miracoli per alcuni anni.

            E tutto questo senza dire che la monarchia in inghilterra è una farsa, dal 1689 con il Bill of Rights l’importanza del re è praticamente zero.

          • Ennio

            Tutto vero, ma se dovessimo argomentare su questo mi dovrei allargare a tal punto da uscire davvero definitivamente fuori dal topic, per cui mi fermo quì. Condivido comunque la tua visione sull’attuale errata impostazione della scuola così come mi appare inevitabile che i “potenti” cioè forze economiche dominanti a tutti i livelli, abbiamo influenza su più fronti e che quindi la formazione del pensiero sia canalizzata e funzionale. Il fatto è che nello specifico purtroppo non intravvedo soluzioni al riguardo.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            Se vuoi discuterne puoi spostarti sul post in cui ho parlato di democrazia:
            http://www.blogzero.it/2013/03/01/democrazia-ti-meriti-di-meglio

            Internet sembrava essere una buona fonte di cultura universale con cui far crescere il sapere del popolo, ma vedo che i più giovani fanno fatica a leggere e concentrarsi per più di 10 secondi per pagina, altro che istruzione!

            Esiste una montagna di sapere a disposizione ma la gente preferisce credere al santone che gli parla dalla TV (per tornare all’argomento Mozzi)

          • Ennio

            Samuele te l’ho già detto prima, per me sei eccessivamente critico e duro nei confronti del dott. Mozzi. Non ne vedo sinceramente il motivo. Non è un santone e credo onestamente che tutte queste feroci critiche che gli state riversando addosso sono eccessive sia nella forma che nella sostanza. Mi chiedo veramente se sia il caso di proseguire questa caccia all’uomo. Guarda che gli uomini pericolosi sono ben altri…

            Sulla ridotta capacità attentiva dei giovani d’oggi credo che parecchia responsabilità abbia la televisione in dosi massicce fin da piccoli.

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            > per me sei eccessivamente critico e duro
            > nei confronti del dott. Mozzi.
            > Non ne vedo sinceramente il motivo.

            Ennio, hai visto i suoi interventi in TV? Andare “contro” le case farmaceutiche e la medicina ufficiale non ti rende automaticamente un genio, sei dici cazzate dici cazzate sia che siano pro o contro la tanto vituperata “medicina ufficiale”

            > Sulla ridotta capacità attentiva dei giovani d’oggi
            > credo che parecchia responsabilità abbia la
            > televisione in dosi massicce fin da piccoli.

            Bah, ormai la TV domina la nostra società da 35-40 anni e danni ne ha fatti molti, ma la ridotta capacità di attenzione mi sembra un fenomeno molto più recente

          • Ennio

            (…) sei dici cazzate dici cazzate sia che siano pro o contro la tanto vituperata “medicina ufficiale”

            R: Il problema è che mi sembra che tu con Mozzi sai vedere solo quelle e non ti sforzi di vedere altro. Sarà forse un pò troppo assoluto e sopra le righe in alcune sue affermazioni, ma c’è molto altro in quello che dice e credo che tu non lo abbia mai ascoltato con attenzione.

            (…) la ridotta capacità di attenzione mi sembra un fenomeno molto più recente

            R: Allora tu a cosa lo attribuiresti? I neuroni delle nuove generazioni si starebbero deteriorando per quale ragione?

          • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

            > Allora tu a cosa lo attribuiresti?
            > I neuroni delle nuove generazioni si starebbero
            > deteriorando per quale ragione?

            Ma no, penso sia un fenomeno legato al computer e a internet, troppe informazioni, tutte potenzialmente in contemporanea, rendono quasi impossibile concentrarsi per qualche minuto solo su una cosa.

            Faccio fatica io, che di lavoro sono al computer tutto il giorno, ma ho iniziato ad usare il PC “solo” a 16 anni, i “nativi digitali” fanno ancora più fatica.

            Difatti ci sono dei software carini che bloccano tutto il PC per un tempo predefinito e ti obbligano a concentrarti sulla pagina che hai aperto (per scrivere/studiare/leggere), ma in realtà più che di software abbiamo bisogno di auto-limitarci e rallentare, ogni tanto…

            Io ci provo col blog, non è facile mettersi a studiare un argomento per giorni prima di mettersi a scrivere, per altri giorni, e poi rispondere ai commenti (ci metto “giorni” perchè lo faccio nel tempo libero, ovviamente).

            Insomma da quando scrivo qui sono molto più bravo a gestire il tempo e le distrazioni.
            Spero che anche i giovanissimi riescano a trovare il tempo di leggere/scrivere davvero e non solo scorrere le pagine velocemente.

            Saluti

          • Ennio

            Riguardo le farmaceutiche ormai mi sono ampiamente espresso al riguardo per cui sai bene come la penso…
            Mi limito soltanto a ricordarti che il più grosso business che l’uomo abbia mai conosciuto è quello relativo alla salute umana… Traine tu le dovute considerazioni lasciando stare tutti i pensieri relativi ai complotti ed ai contro complotti. Ragiona su tutte le implicazioni e considera TUTTO a 360°.

    • Ennio

      (…) L’ho già detto. E lo ripeto.

      Consapevole di correre il rischio di essere tacciato di pedanteria.

      R: Si Aristarco appari pedante ancor più di
      quello che forse sei nella realtà con questo tuo ergerti feroce a paladino
      della scienza e toni inquisitori verso tutti coloro che si discostano dal tuo dogma. Questa è l’immagine che traspare di te purtroppo.

      (…) Ma quanti “Riccardo Mordini” esistono, oggi in Italia? È solo una mia impressione o sono in aumento?

      R: Non ti sbagli, ne esistono tanti, tantissimi e cresceranno sempre di più nel tempo ovviamente, io stesso faccio parte di questo tsunami che sta lievitando. Ma vedi tutto questo come una minaccia? Dove sono finite le tue granitiche certezze? Tu non sei blindato nella tua roccaforte di certezze scientifiche granitiche ed inalienabili? E chi oltre te sarebbe poi minacciato?

      (…) Vi sono – IMHO – segnali molto preoccupanti che suggeriscono che
      stia montando una marea di paladini del più becero analfabetismo scientifico!

      R: Ma di cosa hai paura? Ti preoccupa così tanto tutto questo? Io lo reputo viceversa un fatto molto positivo invece, perché costringe voi medici di scienza convenzionale a studiare, per cercare di contrastare questa marea che cresce e che vi sta facendo sentire così in difficoltà. Adesso non avete più di fronte a voi interlocutori passivi che prendevano per oro colato tutte le vostre indicazioni, ma vi chiedono spiegazioni del perché di certe terapie, vi chiedono eventuali alternative e soluzioni, si informano, fanno incrocio di dati ed informazioni, mettono in gioco conoscenze trasversali, confrontano, valutano i costi-benefici dei farmaci e delle terapie, approfondiscono effetti secondari e tutta una serie di valutazioni che prima i pazienti non immaginavano neanche lontanamente di fare.
      Ma ti sei mai chiesto il perchè di tutto questo? Voi medici vi siete mai messi in gioco cercando di capire il perché la fiducia nella scienza medica e più in generale nella figura del medico sia venuta meno nel corso del tempo? Ogni tanto ti fermi a riflettere sul ruolo della tua professione all’interno del nuovo tessuto sociale ed economico odierno? Ma veramente ritieni essere scevro da qualsiasi tipo di responsabilità in tutto questo? Ovviamente non mi riferisco a te come persona spero tu lo abbia capito.
      Tu potrai chiamare questa informazione analfabetismo
      scientifico, come ormai sei avvezzo fare, ma trattasi di una montagna di sapere e conoscenza trasversale che al suo interno ha comunque del buono e che metterà sempre più a nudo le difficoltà ed i limiti insiti del vostro metodo galileiano. Non vi rendete conto che questo è un metodo, solo uno dei possibili, una delle possibili opzioni di metodo che avete adottato e su cui avete costruito le vostre certezze, dimenticando che è solo un’opzione e non l’unica e sola opzione possibile. Ma evidentemente per voi, tutto il resto è eresia, fuori dal vostro recinto siete assediati da eretici che devono essere screditati e distrutti a tutti i costi, anche se da loro potreste comunque imparare qualcosa.

      (…) Gente che tanto più è ignorante e tanto più è carica di
      arroganza e protervia.

      R: Io purtroppo nelle tue parole, nel tuo modo semplicistico di giudicare, nel modo in cui porti avanti le tue ragioni, vedo esattamente la stessa carica di arroganza e di protervia di cui parli tu.

      (…) Solo io vedo incombere la possibilità di un ritorno a un
      tenebroso medioevo anti-scientifico, con torme di neobarbari che ci vogliono ricacciare nelle tenebre della Storia?

      R: Io voglio sperare che il tuo tono sia ironico, sarcastico e che tu non sia realmente così turbato da questa informazione trasversale, perché altrimenti hai realmente una visione distorta della realtà. Saremmo noi poi i complottisti…? Vedo che sei poco sereno e stai perdendo parecchia della tua lucidità.

      Gente, laureata alla Google University e con dottorato al YouTube College, che guardando sè stessi e la loro ristretta cerchia di familiari, amici e conoscenti capiscono “tutto”.

      R: Continui a screditare il prossimo solo perché ha un titolo di studio differente al tuo, ma non pensare che la conoscenza ed il sapere si ottengono solo attraverso i canali ufficiali o i testi universitari. Io mi sono laureato in Economia, ma a 44 anni parecchia della conoscenza della materia economica l’ho sviluppata ed approfondita al di fuori dei canali ufficiali. Questo per dirti che non è solo sui testi universitari che si accede alla conoscenza. Chiaro che bisogna sempre avere l’intelligenza e la capacità di sapere filtrare a più livelli ovviamente.

      (…) Capiscono come ci si deve alimentare, da dove vengono le varie
      “malattie del secolo”, di come le lobby farmaceutiche siano a
      compiere crimini contro l’umanità, ecc. ecc. capiscono “tutto”, sanno
      già “tutto”.

      Solo io ho paura di questi nuovi barbari, alfieri delle Tenebre?

      Solo io ho paura di un possibile nuovo medioevo che ci riporti alla
      superstizione e ai roghi?

      Bè, che questi barbari sappiano
      che avranno, ad ogni buon conto, pane per i loro denti.

      R: Ma di cosa hai paura? Per cosa ti stai battendo? Ti senti attaccato da chi? Ti senti in pericolo per cosa? Ma dove sono finite tutte le tue granitiche certezze, quelle che ti davano la forza della serenità?

      Sai allora che ti dico? Fai bene tu demone dell’inferno, noi
      alfieri della giustizia porteremo avanti la nostra crociata e vi ricacceremo negl’inferi…!

      Aristarco, sotterra subito l’ascia di guerra, respira profondo,
      rilassati e vivi sereno! ;-)

  • Elettrocomm Area Nielsen Due

    Concordo…

  • Roberto

    Cari Samuele e sostenitori di questo blog. Vi ricordate di me? sono quel Roberto autore del PRIMO di questi quasi 900 commenti.
    Dunque, il mio doveva essere «solo un caso ininfluente», «una rondine [che] non fa primavera», una «esperienza statisticamente irrilevante», «solo un caso che aveva una certa probabilità di verificarsi» (sic).
    Dopo questi sei mesi, che si aggiungono ai due anni precedenti, e un altro inverno passato indenne, posso riconfermare la completa assenza di disturbi anche minimi (eccezion fatta per piccoli brufoli o lievi dermatiti transitorie conseguenti l’assunzione di cibi non prettamente idonei), tantomeno alcuna ricaduta nei vecchi problemi.
    Tuttavia vedo che nonostante la mia e le centinaia di testimonianze seguite voi ancora rifiutate di guardare nel cannocchiale di Galileo… La sensazione comune a fronte di questa radicale chiusura aprioristica è duplice: o questi sono dei bigotti miopi all’inverosimile, oppure… recitano una parte…
    Tertium non datur.
    Saluti.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Non tiriamo in ballo Galileo per cose che non lo riguardano… Roberto io ti credo e sono certo che tu stia meglio, ma per poter credere alla dieta dei gruppi sanguigni bisogna superare dei controlli rigorosi, non è che arrivi tu e qualcun’altro sul blog a dire “che bello sto meglio” e allora abbiamo una nuova scienza.

      I test fatti seriamente hanno dimostrato che non c’è correlazione, fatevene una ragione… conosco alcune persone che hanno provato la dieta mozzi e non hanno avuto alcun miglioramento, ma non vengono a scriverlo qui o a dirlo nei vostri forum, perchè si sono disinteressati e sono passati ad altro!

      Questo riuscite a capirlo?
      Servono test seri. Chi li ha fatti ha screditato la dieta dei gruppi sanguigni. Stop.

      Ciao

  • monocalpo

    Ennio,
    Tu scrivi:”Monocalpo, sbagli sempre con me, ma proprio sempre.”
    RE: Non concordo con quanto affermi.
    Non hai letto bene ciò che ho scritto e le tue risposte lo dimostrano.
    Io, tra l’altro, non posso sbagliare, perché non ho fatto perentorie affermazioni su di te, ma ti ho fatto domande e ho, per essere precisi, lanciato ipotesi interpretative (tra l’altro, mutualmente escludentesi) e poi ti ho chiesto conferma.
    Ti faccio infine notare che l’incipit del mio intervento infatti è “Ennio, Due coppie di domande: [...bla bla bla...]” ;-)
    ———-
    Non concordo con quanto scrivi su Darwin.
    Il problema chiave è che, facendo riferimento a ciò che scrivi, dimostri, ancora un’ennesima volta, proprio di non capire – ahimè! – cosa sia la Scienza in generale e diimostri, in particolare – proprio in questo contesto – i limiti della Scienza.
    Provo a spiegarteli.
    Personalmente sono solito affermare che “la Scienza ci ha permesso di raccogliere un mare di conoscenza; ma rimane ancora un oceano di ignoranza”.
    Questo mio “motto” si applica ad ogni ambito della Scienza, praticamente senza esclusioni (compresa quindi anche la teoria darwiniana).
    Prova pensare – ad esempio – alla cardiologia.
    Il cuore umano è una banale pompa muscolare di circa 300 gr e grosso come una mano stretta a pugno.
    Sul cuore abbiamo un vastissimo mare di conoscenze.
    È stato sondato, analizzato, esaminato in mille modi diversi.
    Eppure non hai idea di quanti studi clinici condotti in ambito cardiologico ancora oggi falliscono (con montagne di euro/dollari che “evaporano”!).
    Questa incredibile serie di fallimenti significa quanto ancora non conosciamo e quanto ancora dobbiamo scoprire sul cuore umano.
    Significa allora che, nell’eventualità che se al sig. Tizio sorgesse una malattia cardiaca, sarebbe per lui superfluo recarsi da un cardiologo? Assolutamente NO!
    Il cardiologo ha un mare di conoscenze sul cuore e potrà aiutare il cardiopatico a migliorare oggettivamente il suo stato di salute.
    Vi sono – ad esempio – prove e dimostrazioni inequivocabili che certe terapie migliorano la qualità di vita e la quantità di vita (cioè, la sopravvivenza a lungo termine) e il cardiologo sa come usarle al meglio.
    Però, ancora una volta, se il cardiologo ha un mare di conoscenze sul cuore, rimane un oceano di incertezze e ignoranza.
    Insomma, non è prevista – né a breve termine, né a lungo termine – la chiusura dei Centri di ricerca in ambito cardiologico (e così pure non è prevista la chiusura dei Centri di ricerca di biologia evoluzionistica).
    Se il nostro sapere su un organo relativamente “facile” come è il cuore è limitato, analogamente il nostro sapere sull’evoluzione è anch’esso limitato.
    Però, pur in mezzo a tante incertezze, alcuni capisaldi (il cuore come pompa e l’evoluzione come fatto) non possono essere messi in discussione.

    Hai poi fatto altre affermazioni discutibili e ne ricordo brevemente solo una: scordati i fossili.
    Non pensare ai fossili.
    Abbiamo una marea di dati a sostegno della teoria darwiniana, per cui i fossili sono un di più. Assolutamente non fondamentali.
    É chiaro che se si trovasse un fossile di coniglio accanto a un fossile di Pikaia o a un fossile di Tyrannosaurus rex, la teoria evoluzionistica darwiniana andrebbe a farsi friggere e quindi è chiaro che i fossili sono importanti, ma assolutamente non fondamentali. Sono un di più. Gradito. Ma non essenziale.

    Ciao
    Aristarco monocalpo

  • Pexy

    La scienza… La sola verità e l unica strada, ma pur sempre, solo ed esclusivamente una modalità linguistica. W la scienza!

    • paolonesi

      @ PEXY
      da paolonesi 2 ago 16:05

      Carissimo Pexy, come dicevo qui sopra a @ PESO la VERITA’ non è solo l’unica strada della Scienza; e non è neppure ciò che diceva Wittgenstein a proposito del linguaggio (Gadamer ed altri !). Certamente il linguaggio è importantissimo, così come le sue modalità…..bisogna tenerne conto ! Ma una volta accordatisi sulle sue “regole” si potrà ben argomentare per arrivare a dei concetti come quello di Verità (intesa come REALTA’) !
      .
      Cordiali saluti……paolonesi

  • Peso

    In questo blog ( la cui funzione informativa, ritengo essere positiva e, sotto certi punti di vista, anche interessante) compaiono, nella fattispecie, commenti che incentivano le diatribe tra due visioni antitetiche e che difficilmente giungeranno ad un incontro mediano, perché radicalmente opposte nella modalità in cui l’oggetto in questione viene mentalmente inteso e quindi esperito. Entrambe le visioni sono parziali…

    • paolonesi

      @ PESO
      da paolonesi 2 ago 16:00
      .
      Carissimo Peso…..solo ora ho letto il tuo post e ti dico …BRAVO !
      Hai azzeccato una osservazione molto interessante.
      .
      Il Mondo oggi viene difatti visto così…da una parte o dall’altra.
      Con ciò non significa che la “via di mezzo” sia sempre quella giusta…..assolutamente no !
      Difatti, quando intervengo in molti capi e in molte diatribe, NON parto MAI dal fatto di avere ragione (oppure torto; magari solo per polemizzare!), ma solamente per argomentare ! ….poi ognuno può tirare le sue conclusioni o non tirarle….fatti suoi !
      .
      Non è però detto che le visioni siano parziali. Ciò dipenderà dagli argomenti che vengono tirati in ballo. Ci possono essere, come tu le definisci, “visioni parziali” oppure “intere” (intere ?), ma…diciamo meglio: interpretazioni più o meno articolate; più o meno convincenti.
      .
      Ad esempio come è possibile che nel Mondo vengano date “certezze” come quelle della Chiesa (“Dio esiste !” = volontà di potenza) oppure il contrario (“Dio non esiste !” = volontà di potenza).
      Pseudo “fatti” che in realtà sono solo interpretazioni storiche o filosofiche , quindi “pseudo-verità”, doxa (= opinioni).
      Ma allora esiste una Verità intesa come ” REALTA’ ” al di fuori della nostra Volontà di Potenza ?
      .
      Risposta: io direi di sì se pensiamo alla Scienza e al Metodo Scientifico, sia pure nella sua limitatezza (Verità Aletiche).
      .
      Ma bisogna sempre argomentare e studiare. Non ci si sveglia una mattina e si afferma imperiosamente: “io dico che le cose stanno così “, come per l’appunto diceva nella sua innocenza e semplicità la Sabta Teresa di Lisieaux (“ci credo perché ci voglio credere”)
      .
      Sempre a disposizione per discutere qualsiasi argomento (che conosco!)………..cordiali saluti……..paolonesi

      • Peso

        caro Paolonesi, in primis chiedo scusa per eventuali errori di battitura o correzioni automatiche non volute, ma sto usando il tablet e non mi trovo per niente…
        Ci tengo a precisare che ultimamente sto “viaggiando” su molti forum, blog, canali quali youtube, proprio perché rapito, ma soprattutto interessato, dall’enorme dicotomia (spesso molto radicale) di opinioni che, tolti fake, troll e chi più ne ha più ne metta, è fortemente presente su questo “nuovo” canale comunicativo che è internet. Tutto questo perché connesso, sotto certi punti di vista, a quella che è la mia formazione e la modalità con cui svolgo la mia professione; insomma, questo fenomeno mi interessa e non poco. A differenza, però, di altre “realtà” da cui ho tratto solo le informazioni che mi interessavano, ho deciso di intrufolarmi in questa discussione perché sono stato direttamente interessato dal “problema” Mozzi. Prima, brevemente, vorrei sottolineare, spero precisando, quanto volevo significare con la mia conclusione relativa all’intervento precedente, che volutamente è stata lasciata al “caso”. La parzialità a cui mi riferisco, è una parzialità connessa a due differenti impostazioni di “visioni del mondo” che, secondo la teoria Jungiana dei tipi psicologici (mai definitivamente chiusa dallo psichiatra se non per incombenza temporale) interessano gli Uomini e sono: Introversione ed Estroversione, la cui predisposizione, secondo Jung, è antecedente alla formazione dell’Io, inteso come complesso del sé (l’obiettivo, se così si può dire, è la loro armonia nel singolo). Ma, fatto questo ampio preambolo, non sono qui per parlare di psicologia/psichiatria, bensì per portare il mio modesto contributo in questa discussione che mi ha, come già detto in precedenza, interessato non poco. Per me la “dieta” Mozzi non è stata altro che uno strumento che ho utilizzato per poter rivedere la modalità in cui mi nutrivo, passando da una modalità scorretta (direi quasi aberrante) ad una modalità più coscienziosa e ragionevole. Mozzi e non un’altra “dieta” semplicemente perché con le altre diete ho sempre fatto fatica per due motivi principali: 1) non ho la costanza di pesare ogni singolo alimento che devo mangiare e mi è molto più comodo avere una lista da cui posso attingere, avendo un minimo di accortezza nelle combinazioni. 2) ho raggiunto la “separazione consensuale” in cucina che non è cosa da poco: “guarda, devo mangiare COMPLETAMENTE diverso da voi!”, ergo: faccio io; unendo in questo modo il l’utile (non mettere in crisi chi cucinava “piatti comuni”, ma non poi così uguali) col dilettevole (adoro cucinare e in più ho riscoperto cibi che erano anni che non mangiavo più, e anche questo fa la differenza!!). Quello che ho notato di sicuramente positivo (e non previsto, ma per ignoranza mia) è stata l’eliminazione della “farina comune” perché, molto probabilmente, sono intollerante (non sicuramente allergico) a qualcosa in essa contenuta; infatti, precedentemente, mi capitava che in periodi fortemente stressogeni, mi comparisse, in parti differenti del corpo, una leggera dermatite che oggi non compare più a parità di condizioni. Anche se sono costantemente in vari ospedali per lavoro, non ho mai fatto i test allergenici (ho il terrore degli aghi, eheheheh). Di questa dieta ne ho parlato, prima di sperimentarla, a colleghi/e dietologhe che mi hanno dato il via libera nella sperimentazione. Ne ho sicuramente tratto dei benefici che avrei tratto anche da un’altra dieta (non sto ad elencarli, non ho visto la Madonna), se fossi stato in grado di farla con le stesse attenzioni. Per il resto, credo sia superfluo pronunciarsi. Chiedo scusa per il papiro, ma mi ha fatto piacere intrufolarmi in questa discussione.
        Saluti a tutti.

  • angela

    Personalmente sono del parere che ognuno è libero di accettare o rifiutare qualunque teoria, tutto il resto è polemica o invidia?

    • monocalpo

      Ognuno è libero di rifiutare anche la Teoria della Gravitazione Universale e quindi gettarsi da un grattacielo.
      Purché il suo tentativo non sia fatto quando la mia automobile sia parcheggiata lì sotto.
      Non è polemica e neppure invidia.
      È solo che non voglio sprecare soldi dal carrozziere e dall’autolavaggio.
      Cordialità

  • democratico

    La madre dei cretini è sempre incinta
    infatti non usa farmaci contracettivi

  • Ere

    Curiosavo sul tema e mi son ritrovata su questa pagina. Tristemente.
    I contenuti sarebbero anche condivisibili, se non fossero invalidati dal tono usato, inutilmente sprezzante che sa tanto di pre-adolescenza.
    Un appunto. “Peccato che senza la scienza si morisse a 30 anni!”. Spiacente, la vita media era 60 anni anche “senza la scienza”. L’equivoco è nato perchè a lungo non si è esclusa la mortalità infantile, alta nelle società preindustriali, dalla stima dell’età media delle popolazioni antiche. Sessantenni si trovano senza difficoltà tra i resti scheletrici di individui preistorici.
    Saluti.

    • Aristarco

      Non ho capito perché arbitrariamente escludere la mortalità infantile; perché discriminare la morte in tenera età? I bambini che muoiono non vanno conteggiati: perché? Non sono esseri umani? Contano poco? Si escludono così si possono affermare i propri pregiudizi?
      Cordialità

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Io uso un tono sprezzante e ironico quando affronto argomenti che non meritano di usare un tono eccesivamente serio, come nel caso del santone dottor Mozzi.

      Per quanto riguarda l’aspettativa di vita no comment, se davvero pensi che si arrivasse tranquillamente a sessant’anni anche nelle popolazioni antiche e che la medicina moderna non serva a nulla… non sei nemmeno degna di risposta. Curati pure con le verdure dell’orto, l’evoluzione farà il suo corso
      (stasera sono un po’ incazzoso, abbi pazienza)

      • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

        Sono stato troppo antipatico, ti rispondo:
        http://www.infoplease.com/ipa/A0005140.html

        Elimina la mortalità infantile e guarda l’aspettativa di vita di un bimbo di 10 anni.

        Nel 1850 era di 48 anni, adesso 67 anni.

        Così ti convinci che viviamo di più o ti serve altro?

    • paolonesi

      @ ERE
      da paolonesi 5 ago 17:10
      .
      In realtà le cose stanno così:

      Paleolitico superiore all’età di 15 anni la speranza di vita era
      di arrivare a 33 (chi arrivava a 39 anni —> poteva arrivare a 54 anni)
      Neolitico 20 anni
      Età del Bronzo e Ferro 35 o poco più
      Grecia classica 28 All’età di 15 anni —-> 37 (se 37 : —> a 52 anni)
      Precolombiana del Nord America 25-30
      Califfato islamico medievale 35 o poco più
      Gran Bretagna medievale: 30 anni (se a 21 anni —> 38 anni)
      (a 59 anni come media per gli aristocratici inglesi)
      Prima età moderna Gran Bretagna 30-45

      In particolare: in G.B. Medievale, l’aspettativa di vita, dalla nascita, era di 30 anni.
      Ma chi arrivava ad una certa data, allora l’aspettativa era:
      se 43 anni → a 64 anni totali tra il 1200 e il 1300
      se 24 anni → a 45 anni totale tra il 1300 e il 1400 (a causa dell’impatto della Morte Nera)
      se 48 anni → a 69 anni totali tra il 1400 e il 1500
      se 50 anni → 71 anni totali tra il 1500 e il 1550.

      Oggi si arriva agli 82/83 per le donne e 75/76 per gli uomini (tranne in Africa: 45/50)
      .
      cordiali saluti………..paolonesi

  • CignoNero

    Salve io al momento non faccio alcuna dieta ma….ho cominciato a soffrire di pressione alta…e ad un certo punto (un paio di anni fa )ho eliminato pane e pasta e la pressione come x magia e tornata perfetta anche leggermente più bassa senza più alcuna medicina . E possibile che ci sia un nesso con tutto ciò? qualcuno me lo spieghi se ha la risposta.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Ciao CignoNero, non sono un esperto e quindi ti consiglierei di chiedere consigli a chi ne sa di più, ma può darsi che tu abbia una lieve intolleranza al glutine, che tra i tanti sintomi ha l’aumento della pressione.

    • Aristarco

      Cambiando dieta, hai perso qualche chilo di peso?

  • paolonesi

    @ SAM…..OT

    OK Sam ….ora funziona tutto……grazie e ciao…paolonesi

  • Dario81

    ciao Cignonero. si i cereali con il glutine e in generale tutti i cereali, sono tra i maggiori responsabili della pressione alta. Questo é abbastanza evidente per il dottor Mozzi, mentre per qualche strana ragione lo é molto meno a tanti altri medici.

  • Michele Amato

    All’autore di questo articolo, di nome Samuele, di fatto poco più di una capra, dico semplicemente che gli attacchi personali sembrano essere il suo forte! Ma non è l’unico ad esserne capace.

    Ho letto attentamente l’articolo, aiutandomi con tutta la pazienza a disposizione per cercare di trovare UNA argomentazione. NESSUNA che te possano BENEDIRE vuoi scrivere un articolo contro sto povero cristiano che poi che t’ha fatto di male, senza neanche UNA, dico UNA argomentazione logica seria?

    Cura tanta gente, sembra anche onesto. Ci va anche gente disperata che NON ha trovato NESSUNA soluzione dai tuoi simpaticoni di medici tanto cari a te, così belli ortodossi che NON si schiodano di un millimetro dalle linee tirate dai BARONI della CONOSCENZA, amici tua…

    E tu invece di portargli riconoscenza e rispetto che fai lo SMERDI!

    Posso farti una domanda SAMUELE? Il tuo stipendio chi lo paga?
    Chi è l’ente che provvede al sostentamento tuo e della tua famiglia?

    NON devi rispondere a me, rispondi a te stesso e ricordati che se NON vogliamo fare figure di merda a volte conviene stare zitti.

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Chi mi paga? Ma possibile che non si possa scrivere un articolo su qualsiasi argomento senza che qualcuno di idea contraria non metta in dubbio che tu sia pagato da qualcuno? Sono pagato da un’azienda di telecomunicazioni, sei contento?

      Per quanto riguarda il mio tono ironico… è il tono che uso per prendere in giro chi non si merita una discussione seria, speravo che poca gente si facesse raggirare dalla sua barba bianca e dal suo tono da so-tutto-io (mi sbagliavo).

      Avendo un background scientifico quando sento qualcuno parlare di nuove teorie non dimostrate mi si rizzano le orecchie. Di 10 cose che sostiene Mozzi, un paio sono vere (l’alimentazione è fondamentale e bisogna dargli più attenzione), un paio verosimili (latte e glutine a molte persone danno problemi), tutto il resto è FUFFA (il rapporto gruppo sanguigno-dieta e i latticini che fanno venire il cancro, la cancrena, la sterilità…)

      Quando qualcuno propone nuove teorie (mediche o scientifiche), mi aspetto una spiegazione, non una leggenda ad uso e consumo del popolino (quella del gruppo 0 “carnivoro” eccetera).

      Mi spiace che non riusciate a vedere queste evidenti debolezze nel castello di carta di Mozzi.

  • Roberto Giuliani

    Molto probabilmente il sig. Samuele ha a che fare con il mercato del latte e della pasta…
    comunque può raccontare tutte le fregnacce che vuole e investire il suo tempo in discussioni inutili dal momento che tantissima gente, me compreso , hanno guadagnato moltissimo in salute da quando hanno ascoltato i ” consigli ” del dottor Mozzi. Non mi sembra che obblighi nessuno a seguire la sua alimentazione…

    A volte si fa più bella figura a tacere che…

    • http://www.blogzero.it/ Samuele Blogzero

      Eh sì faccio Barilla di cognome.

      E’ più probabile che Mozzi abbia preso accordi con le multinazionali della soia :-)

  • Sergio

    mia madre ha ascoltato i consigli del dottor mozzi ed ė guarita dal diabete, dovrebbero dargli il premio nobel, se siete del gruppo 0 non mangiate latte e i suoi derivati, alla larga da pane e pasta, cereali, e vedete come vi sentirete meglio, ma non avete ancora capito che ci sono tante persone malate perchē la medicina ufficiale ė frutto di un branco di capre ignoranti buoni solo a scrivere ricette per farmaci per far arricchire le aziende farmaceutiche, Menomale che esistono persone come il dott. Mozzi che ci fanno aprire gli occhi.

  • Bons

    La dieta del gruppo sanguigno non è una strampalata teoria campata per aria. Essa ha una chiara spiegazione scientifica, spiegazione che ci viene fornita direttamente dal dr. Peter D’Adamo, l’ideatore di questo tipo di dieta.
    Il dr. D’Adamo analizza il motivo per cui un alimento che può far bene ad un soggetto di un determinato gruppo sanguigno, può invece essere molto nocivo per un altra persona di un altro gruppo sanguigno. Alla base di tutto sembrano esserci gli antigeni, che sono appunto diversi in ogni gruppo sanguigno. Gli antigeni sono contenuti anche negli alimenti e in caso siano in contrasto con i nostri antigeni, si può scatenare una reazione negativa.

    • paolonesi

      @ BONS
      da paolonesi 12 ago 20:10
      .
      Carissimo Bons…..tu fai una affermazione: “La dieta del gruppo sanguigno non è una strampalata teoria campata per aria”
      .
      ….io ne faccio un’altra, questa:
      .
      “La dieta del gruppo sanguigno è una strampalata teoria campata per aria”
      .
      e ora che si fa ?
      .
      L’UNICO modo per risolvere il problema sarebbe quello che il carissimo Mozzi, o chi per lui – tipo un avvocato – si presentasse al Ministero della Sanità per chiedere di sperimentare ufficialmente la sua tesi .
      .
      Ma il Mozzi se ne guarda bene dal farlo ! I suoi guadagnucci scomparirebbero da un istante all’altro !
      Posso solo dirti che personalmente, molti lustri fa, alcuni amici medici mi avevano proposto di fare questo tipo di dieta, basata esattamente sui gruppi sanguigni. Nessun risultato ! tanto che lealmente mi dissero che avevano preso un bell’abbaglio, mettendosi a fare altre cose un po’ più scientifiche !
      .
      Cordiali saluti….paolonesi

  • Debsy

    Premesso che non ho letto molte cose e non ho visto i filmati inseriti qui sopra perché ora non posso, sto leggendo il libro di Roberto Mazzoli “la dieta italiana dei gruppi sanguigni” e francamente non ci trovo eccessivi estremismi… Mi sembra che, al di là dei gruppi sanguigni, ne esca una dieta molto più varia di quella usuale della gente media, che include inoltre per tutti alimenti afferenti a tutte le categorie, inclusi i latticini. Inoltre trovo costantemente l’indicazione di “ascoltare il proprio corpo” per capire cosa può non essere adeguato a noi, soprattutto relativamente agli alimenti indicati come “tollerati”.
    Al di là di un discorso di validazione scientifica che ovviamente ci dovrebbe essere, sento il bisogno di rivolgere invece alcune domande alla categoria dei medici e altre domande relative a come vanno le cose oggi più in generale. Nel libro ci sono riferimenti relativi alla necessità di controllare l’alimentazione per prevenire o contenere determinati problemi e patologie. Mi pare inadatto da parte della comunità scientifica affermarne la non validità, senza proporre e approfondire in modo minuzioso quale sia la strada migliore in questi casi. Infatti rivolgersi al medico significa il più delle volte ricevere in cambio delle pastigliette. Un esempio personale, quello della candida, con aggiunta di frase esplicita che afferma che la dieta incida poco, quello che conta per risolvere è prendere il farmaco (cosa comunque non risolutiva, in realtà). Dieta, qualità del tessuto dell’abbigliamento, ..davvero non contano? Davvero non potrebbero forse addirittura risolvere il problema, senza ricorrere ai farmaci? E se una persona ha avuto un infarto, per esempio, perché non c’è una seria presa in carico Automatica e Costante dal punto di vista nutrizionale, e c’è solo quella farmacologica? Altra domanda, relativa al fatto che alcuni indichino la dieta dei gruppi sanguigni come pericolosa perché comporta l’eliminazione di determinati alimenti, e viene poi fatto l’esempio principe del pomodoro. Ma è un problema perché effettivamente è indispensabile, oppure perché è tanto presente in molte lavorazioni artigianali e industriali, soprattutto in Italia? perché siamo abituati a mangiarlo? E nessuno si preoccupa del fatto che fior di gente potrebbe nutrirsi per gran parte della vita a frumento (soprattutto 00, poi!), riso, mais, magari non conoscendo mai farro, segale, miglio, amaranto, quinoa..?! Non è un problema mangiare quantità industriali ogni anno di sola farina di frumento, per lo più raffinata? Io in questo testo trovo, se non altro, uno stimolo ad ampliare lo sguardo, a esplorare e conoscere alimenti nuovi, a creare ben più varietà che nella dieta proposta da pubblicità e dal contenuto di un usuale supermercato. Infatti, basta provare ad entrare in un supermercato e individuare i prodotti contenenti alimenti, dall’opinione comune giudicati “sani” e usati nell’alimentazione fin dall’infanzia, come farina di frumento, latte vaccino e derivati, zucchero bianco o di canna… E ora provare a eliminarli dagli scaffali. Cosa rimane? Avremo tolto il 90% degli alimenti (non parlo ovviamente del banco della carne e di frutta e verdura, che appartengono ad altre categorie). E’ giusto questo? Alimentarsi per una vita con quattro alimenti in croce? Ogni giorno zucchero bianco, farina di frumento, latte di vacca? Non parlo solo dei prodotti industriali, che contengono mille schifezze in aggiunta. Infatti questo discorso può valere anche per una pasticceria artigianale di qualità. Io credo che, anche abolendo i vari Mc, piatti pronti, industriali complessi,… l’alimentazione offerta dalla pubblicità e da un comune supermercato rimanga sia di una ripetitività e povertà notevole, oltre che probabilmente pericolosa perché zucchero raffinato e farina 00 non fanno bene alla salute (fonti varie, non solo la dieta dei gruppi). Piccoli scaffali di altri prodotti relegati in qualche angoletto, come se fossero dedicati solo alla “malattia” come la celiachia o a una sorta di “raffinatezza”, quando invece dovrebbero essere parimetri protagonisti. Per questo apprezzo questo testo, che cerca se non altro di mostrarci quanti altri alimenti esistano e di stimolarci a provarli e curiosare, sempre attenti alle reazioni del nostro corpo.. (l’opposto di: ho il reflusso gastro-esofageo, vado dal medico, prendo i farmaci; ho la pancia gonfia, prendo farmaci o preparati di carbone vegetale senza modificare l’alimentazione, ecc; …solo quando si sta davvero male, allora si fanno i test sulle intolleranze, e oggi si è tutti intolleranti a qualcosa… ma…agire prima?! Magari poi agire prima di arrivare ad avere il diabete tipo 2…). E non sarebbe anche compito della categoria medica stimolare una maggiore varietà nell’alimentazione e studiare e indicare cosa fa meglio, o comunque spiegare alla gente comune i principi nutritivi di ogni alimento (non solo i quattro usuali di cui sopra), integrando SEMPRE queste informazioni con qualunque tipo di indicazione farmaceutica? (non solo quando una persona si rivolge di sua iniziativa al dietologo)

  • Helga

    Io ho trovato invece molte correlazione, tra alimentazione e gruppo sanguigno….sono anche celiaca e di sicuro essendolo da 40 anni ovvero dalla nascita, faccio molta meno fatica di tanta gente ad evitare alimenti!! Ho tolto anche il mais e non prendo soia, sto molto meglio…latticini meglio evitarli davvero! In famiglia e anche amici, compreso il mio dentista, hanno tutti trovato giovamento x l’alimentazione e non la dieta del gruppo sanguigno!! La. Mia mamma sta risolvendo la sua situazione tragica alla vista e con l’ipertensione seguendo alimentazione gruppo sanguigno. In famiglia abbiamo letto e considerato anche i testi del Dr. Peter D’Adamo e del Dr. Roberto Mazzoli. Io penso e ne sono convinta che la medicina tradizionale e la scienza ci vuole malati, altrimenti come farebbero a campare le lobbi farmaceutiche??? Con l’alimentazione buona ci si cura, si hanno difese immunitarie esorbitanti, tanta energia e si vive in modo + positivo!! Helga

    • Aristarco

      “sono convinta che la medicina tradizionale e la scienza ci vuole malati, altrimenti come farebbero a campare le lobbi farmaceutiche??? ”

      RE: Infatti, è risaputo che prima che della nascita delle lobbi farmaceutiche non esistevano malati!

      Non si vuole specificatamente offendere nessuno, ma mi chiedo, per curiosità, se si possono fare ragionamenti più scemi???

      Aristarco