Avete sentito parlare del “dottor Mozzi” e della sua dieta del gruppo sanguigno?

Spero per voi di no, ma purtroppo tantissime persone ne stanno venendo a conoscenza e, ahimè, stanno fidandosi ciecamente dei suoi discorsi anti-scientifici contro il latte (causa il cancro e la TBC!), contro la dieta mediterranea e a favore di una dieta che sia dipendente dal tipo di gruppo sanguigno…

Per chi non vuole leggersi tutto l’articolo riassumo l’analisi fatta da Altroconsumo: la dieta dei gruppi sanguigni è considerata PESSIMA perchè “si rischia di andare incontro a carenze nutrizionali”.

Ma partiamo dal principio.

Pietro Mozzi, detto Piero, potrebbe a prima vista sembrare un simpatico sessantenne come tanti altri (anche se di anni ne dimostra 80, sarà per la cattiva alimentazione?).
Potrebbe sembrare un anziano che, a un certo punto della sua vita, ha iniziato a credere con tutta la sua forza ad una sciocchezza letta su qualche libro, e ha iniziato a seguire questa convinzione irrazionale come se fosse la soluzione a tutti i mali.

Piero Mozzi: 63 anni

65 anni? Li porti male caro doc! Non sarà un problema di alimentazione?

Quante persone si riducono in questo stato? lui però aggiunge a questo problema personale un’aggravante: parla in televisione e scrive dei libri. Anzi, vi dirò, è anche peggio! C’è chi, affidandosi alla sua laurea in medicina (anche se non ha mai esercitato la professione) gli dà retta e continua a mandarlo in onda, c’è chi lo chiama per fare conferenze e ci sono tantissime persone che fanno la fila per sentire i suoi consigli (a pagamento, pare sugli 80 euro l’ora… sarei curioso di vedere la ricevuta fiscale!). È stato pure intervistato e idolatrato per mezz’ora su radio DJ da quel fenomeno di Fabio Volo, no comment!

Figuratevi che si è fatto fare pure un sito personale in cui sponsorizza i suoi libri e vende i suoi prodotti: www.dottormozzi.it.
Sul sito ovviamente si trova a grandi lettere la scritta “medico chirurgo secondo natura”, perché dire “medico chirurgo” fa tanto figo (in realtà è la laurea di base in medicina, poi ci sono le specializzazioni che lui non ha, infatti non può fare il dietologo)…

In un intervista con il purtroppo noto giornale di Silvio B. (Il Giornale) ha anche affermato di non aver “mai indossato il camice bianco in vita sua, mai prescritto un farmaco ai malati o a se stesso, mai avuto un ambulatorio, mai messo piede in ospedale” (link). Caspita che bel medico!

Ma cosa dice di così sbagliato il dottore Mozzi? Molte cose.

Leggi il resto dell’articolo