In questi giorni mi sono imbatutto nel fantastico sito zenpencils.com, una splendida raccolta di fumetti e disegni che raccontano in modo intelligente e divertente citazioni e brevi discorsi famosi e di ispirazione per la vita di tante persone.

Si passa da Buddha a Bruce Lee e da Einstein a Roosevelt… ogni settimana l’autore pubblica 2-3 “fumetti” esteticamente belli ma soprattutto profondi e illuminanti.

Andate a leggerveli… io ne ho tradotto uno, una bellissima poesia di Robert Frost, che non conoscevo: “The road not taken” (La strada non presa).

L’originale è qui, ed è ovviamente migliore, come tutte le poesie in lingua originale… ma il testo è così importante che merita di essere letto nella propria lingua. Le traduzioni “ufficiali” non mi convincevano, erano troppo vecchie e poco chiare in certi punti, quindi ne ho fatta una prendendo spunto da quelle che si trovano in rete.

Cliccate l’immagine per leggere la poesia e guardare i bellissimi disegni di Gavin Aung Than.

I disegni danno ancora una maggior profondità alla poesia: non importa qualche strada si scelga, ma se la viviamo fino in fondo e senza paura si può comunque vivere una vita felice e senza rimpianti.

Certo, siamo umani, e continueremo a chiederci che cosa sarebbe successo se si fosse presa l’altra strada

A questo proposito, è davvero interessante notare come nelle prime parti della poesia Frost scrive che quando ci si trova di fronte alle due strade, queste ci sembrano equivalenti, anche se conducono ad una meta completamente diversa… che però non riusciamo a vedere.

In quel momento la scelta è davvero difficile e viene presa quasi per caso… alla fine però, una volta decisa e percorsa una via, quando ritorniamo a pensare a quel bivio ci auto-convinciamo che “abbiamo preso la strada meno battuta” ed è grazie a quella scelta che siamo come siamo (nel bene e nel male).

Grazie a Frost per la poesia e grazie a zenpencil.com per avermela fatta conoscere.
Penso tradurrò altre vignette da quel sito (se me permetteranno).