17 milioni di persone colpite dalla peggiore alluvione degli ultimi 80 anni, almeno 1600 morti e oltre 2000 feriti, 1.2 milioni di abitazioni completamente distrutte.

O questi numeri non sono abbastanza sconvolgenti oppure in Italia vige una forma di razzismo verso questo paese fortemente musulmano e messo sotto accusa per appoggiare il terrorismo islamico, dato che le notizie su questa catastrofica alluvione stanno ottenendo solo dei rapidi passaggi nei TG, nessuna raccolta fondi sponsorizzata e praticamente nessun servizio speciale nei vari programmi di approfondimento o nei quotidiani.

Sarà che gli haitiani erano più simpatici, e poi sono pure cattolici, magari lasciarli da soli potrebbe far arrabbiare qualcuno nel piano di sopra…
Sarà che lo tsunami era più spettacolare, e le alluvioni alla fine le abbiamo pure noi, che noia…
Sarà che ad agosto pensare alla pioggia porta malinconia

[fbshare]Resta il fatto che nessuno ci informa di cosa sta avvenendo in quell’immensa regione devastata dai monsoni e di come fare per aiutarli.

Per chi volesse partecipare e donare qualche soldo, l’agenzia AGIRE anche questa volta si è mobilitata e ha reso facile ogni tipo di donazione: in banca, in posta, online o con assegno.

Intanto, per quel che può contare, metto alcune immagini prese dal solita fantastica sezione fotografica del Boston Globe: The Big Picture :

Aiutiamoli a lanciare queste bottigliette: www.AGIRE.it